BRAND STRATEGY

Volkswagen Group Italia Hackathon 2018: 24 ore per progettare il futuro

- # # #

Volkswagen H-ACK2018

Hackathon è un neologismo che nasce dalla fusione delle parole hacker e marathon, e si concretizza in una full immersion di 24 ore consecutive durante le quali ai partecipanti è richiesta la massima creatività e originalità. Una maratona non-stop ispirata a start-up tecnologiche e Design Thinking, organizzata da H-Farm, piattaforma di innovazione in grado di supportare la creazione di nuovi modelli di impresa e la trasformazione ed educazione di giovani e aziende in un’ottica digitale.

“La spinta che ha portato alla decisione di promuovere un H-Ack è stata quella di dare un’accelerazione al nostro processo di cambiamento, la volontà di rendere Volkswagen Group Italia sempre più competitiva e leader nel mercato italiano” ha dichiarato Massimo Nordio, Amministratore Delegato della consociata italiana del Gruppo Volkswagen.

Gli argomenti sui quali gli 80 Manager, divisi in squadre, si sono sfidati a inizio luglio sono stati una serie di processi innovativi per l’azienda, progetti concreti, che andavano dai nuovi servizi di mobilità al posizionamento dell’azienda in Italia, fino a nuovi concetti di vicinanza al cliente e cultura d’impresa. 24 ore di brainstorming, dibattiti e confronti intensi, idee e proposte espresse liberamente che si sono concluse con uno “scontro” finale, a seguito del quale una giuria interna ha decretato le migliori soluzioni per ogni ambito.

Nordio ha aggiunto: “C’è bisogno di idee forti e concretizzabili per allineare Volkswagen Group Italia alla profonda trasformazione che il Gruppo sta vivendo a livello mondiale, con il passaggio da costruttore di automobili a fornitore di servizi di mobilità sostenibile, e per adeguarla il più rapidamente possibile a tutti i cambiamenti che stanno interessando la società. Sono convinto che il nostro team di manager abbia fatto un ottimo lavoro e che questa modalità eccezionale di stimolazione della creatività abbia avuto un enorme successo”.

Le proposte vincenti selezionate al termine dell’Hackathon sono in corso di valutazione interna per definirne l’effettiva implementazione. “Si è trattata di un’esperienza assolutamente nuova per il nostro management, che si è messo in gioco in questa originale iniziativa, con un altissimo valore anche in termini di team building. C’è la volontà di concretizzare il frutto del lavoro dei colleghi e, visti i buoni risultati di questo primo H-Ack, aprire l’iniziativa anche ai collaboratori in futuro”, ha concluso ilDirettore delle Risorse Umane, Raffaella Ponticelli.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Al via l’hachaton di HTML.it: il Gruppo Triboo festeggia i 21 anni del sito con l’H{ack}TML.it

- # # #

hackaton gruppo triboo

Correva l’anno 1997, il World Wide Web, la scrittura in codice e la programmazione erano temi noti ancora a pochi precursori. Da qui l’idea di creare HTML.it, un sito in cui il crescente pubblico di futuri programmatori e web designer potesse più facilmente reperire informazioni e confrontarsi. Il resto è ormai storia: il magazine del Gruppo Triboo divenne subito il punto di riferimento per tutti gli appassionati e, con gli anni, per tutti gli esperti e i professionisti del settore, grazie all’affidabilità delle proprie guide, all’elevata qualità dei contenuti pubblicati e a un forum fra i più attivi in Italia.

“21 anni per un prodotto editoriale pure digital è un traguardo davvero importante”, spiega Enrico Ballerini, Chief Editorial Officer di Triboo, “HTML.it ha saputo rinnovarsi costantemente rimanendo però fedele al proprio impegno primario: quello di informare ed essere una guida per tutti coloro che vogliano entrare e specializzarsi nel mondo del coding. È proprio grazie a quest’impegno che HTML.it può vantarsi di essere considerato da anni il sito di informazione tecnologica numero uno in Italia e annoverarlo nella scuderia dei nostri premium site è per noi un orgoglio”.

Per celebrare il compleanno di HTML.it e gli oltre 60 milioni di contenuti veicolati nel 2017, il brand editoriale di Triboo ha organizzato un hackathon incentrato sul tema del “machine learning” che si svolgerà nell’arco di due giornate, il 24 e il 25 Marzo 2018 a Roma. 36 ore no-stop di coding e hacking per sviluppare e presentare il proprio progetto applicato a 5 settori differenti: Smart Building & Energy, Smart Mobility, Media & Advertising, Sport & Wellness e Retail Innovation, chiaramente sfruttando i big data e il machine learning.

Alla fine della competizione, una giuria di esperti e docenti selezionati da HTML.it si riunirà per scegliere la squadra con il progetto migliore che si aggiudicherà un premio del valore di 10.000 euro. Inoltre, il team vincitore potrà anche intraprendere un percorso formativo della durata di 6 mesi presso la sede di Triboo di Milano o di Roma. Chiunque voglia partecipare, può iscriversi all’indirizzo hack.html.it e candidarsi per prendere parte alla competizione.

articoli correlati

AZIENDE

Al via l’Accenture Digital Connected Hackathon. In Italia la sfida è a Roma

- # # # # #

hackathon

Accenture lancia il suo primo hackathon internazionale connesso, in collaborazione con Expo 2020 Dubai, nel quale si sfideranno giovani talenti di otto città tra Europa e Medio Oriente.
Roma, Londra, Madrid, Amsterdam, Dortmund, Praga, Istanbul e Dubai saranno le città in cui si svolgerà la competizione di 24 ore che si terrà il 26 e il 27 novembre, alla quale potranno partecipare laureati e laureandi con competenze in sviluppo, design e marketing.

Il titolo dell’Accenture Digital Connected HackathonConnect. Collaborate. Create” prende ispirazione dal tema centrale di Expo 2020 DubaiConnecting Minds. Creating the Future”. La competizione ha l’obiettivo di innescare la collaborazione tra talenti, per creare progetti di innovazione sociale che contribuiscano a realizzare un futuro più sostenibile.
I partecipanti si sfideranno appunto sui tre temi al centro della prossima Esposizione universale
Opportunity: per aumentare l’accesso al lavoro e ridurre il digital divide
Mobility: per eliminare le barriere fisiche e tecnologiche che impediscono un flusso produttivo di beni, persone e idee e migliorare la gestione delle emergenze
Sustainability: per promuovere stili di vita sostenibili e sensibilizzare circa gli impatti del cambiamento climatico.
Ogni team dovrà realizzare prototipi di applicazioni scalabili e replicabili, utilizzando tecnologie innovative quali Internet of Things, Analytics, Intelligenza Artificiale, Realtà aumentata e virtuale, blockchain.

“I nostri professionisti sperimentano ogni giorno le immense potenzialità del digitale”, spiega Massimo Morielli, Responsabile Accenture Digital ICEG (Italia, Europa Centrale e Grecia), “realizzando progetti che accelerano l’innovazione delle aziende, combinando competenze in ambito mobility, analytics e digital marketing. Questo ‘hackathon connesso’, che unisce otto delle sedi Accenture, riproduce lo spirito che ogni giorno accompagna i nostri professionisti, aperti alla collaborazione e all’innovazione”.
L’Accenture Digital Hackathon è aperto sia a team di giovani talenti (da 3 a 5 componenti), sia a singoli partecipanti. Durate la sfida, ogni sede sarà collegata virtualmente e i momenti di lavoro si alterneranno a momenti di gioco – come gli “hackgames” – e di approfondimento, come i “Live talks”, lezioni tenute da esperti del mondo digitale.

Il premio sarà assegnato ai tre migliori progetti di ogni città e, tra questi, la giuria internazionale decreterà i vincitori assoluti. Inoltre, Expo 2020 Dubai assegnerà al team vincitore assoluto la possibilità di presentare il progetto agli organizzatori di Expo 2020.
In aggiunta, i singoli partecipanti che si distingueranno per capacità di teamwork, problem solving e orientamento agli obiettivi e i cui profili risulteranno in linea con il piano di recruiting di Accenture nei paesi partecipanti, potranno essere selezionati per opportunità di stage o assunzione nell’area Digital o in una delle altre aree di business dell’azienda.

In Italia, l’Accenture Digital Hackathon si terrà presso la sede Accenture di Roma, Piazzale dell’Industria n.40, nei giorni 26 e 27 novembre.
L’iscrizione all’Hackathon è gratuita e aperta fino al 22 novembre qui.

articoli correlati