BRAND STRATEGY

Italgas affida a H-Farm il rifacimento del sito e tutta la comunicazione digitale

- # # # #

italgas

Italgas  affida a H-Farm la comunicazione digitale allo scopo di segnare un nuovo posizionamento del brand, con l’obiettivo di  essere sempre di più in prima linea sul territorio e  rispondere puntualmente alle esigenze di tutti gli stakeholder.  Il progetto di comunicazione comprende il nuovo sito corporate dell’azienda e la nuova strategia di social media marketing, entrambi studiati per avvicinare il brand alla sua audience, in modo ancora più chiaro, efficace e coinvolgente.

Il sito web di Italgas è già online nella nuova versione, dove ai contenuti corporate si affiancano temi e informazioni di business, con una particolare attenzione al cliente, oltre a news e articoli sulle novità che interessano il Gruppo. L’attenzione all’esigenza del singolo stakeholder è la vera protagonista: alle informazioni dirette al mondo degli investitori si affianca una chiara spiegazione del ruolo di Italgas nel sistema gas, con news e contenuti che descrivono l’impegno quotidiano del Gruppo per migliorare ulteriormente la qualità e la sicurezza del servizio, l’efficienza del sistema distributivo e avere un impatto positivo sull’ambiente grazie a soluzioni digitali e tecnologiche che giorno dopo giorno contribuiscono a definire un futuro migliore.

Un primo importante riscontro del lavoro fatto per il nuovo sito web Italgas si è avuto lo scorso novembre, con la pubblicazione della Webranking Italy Listed 2018, la più autorevole delle classifiche a livello europeo di valutazione della comunicazione digitale delle società quotate. In essa, Italgas si è posizionata nella TOP 10 risultando anche tra i Best Improver.

Per rafforzare la presenza online del brand e l’engagement con il pubblico, il rinnovato posizionamento di Italgas affianca al sito web una nuova social presence ripensata nella scelta dei canali, della linea editoriale, dei format e della visual identity, contribuendo sempre più alla definizione di un modello di comunicazione one to one, nell’ottica di creare un “noi” con i diversi gli stakeholder.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Shado realizza lo spot TV e i videoappelli per la campagna di AIRC ispirata al football

- # # #

shado

È partita la campagna web e TV di AIRC dedicata al mondo del calcio, con uno spot TV ideato e realizzato da Shado, la media company di H-Farm, scelta dopo un confronto con altre agenzie.

In onda su Sky dal 4 al 10 novembre, e presente con visual e videoappelli all’interno delle principali trasmissioni sportive, la campagna racconta come sia possibile, grazie all’impegno di tutti, raggiungere grandi traguardi anche con un piccolo gesto come una donazione, attraverso un SMS o una donazione web.

L’idea creativa alla base della comunicazione, firmata Shado, è quella di rappresentare la ricerca scientifica con la metafora del gioco del calcio: per raggiungere grandi traguardi in campo, come nei laboratori di ricerca, serve un gioco di squadra, quindi tutti insieme possiamo “fare un gol per la ricerca”.

Quattro calciatori italiani, protagonisti sui campi di tutta Europa, hanno aderito alla campagna come testimonial: Claudio Marchisio, Leonardo Bonucci, Matteo Politano e Alessio Romagnoli. Il racconto muove le fila proprio da loro: in una sorta di dialogo a quattro attraverso i loro smarthpone, fanno partite “l’azione”: è facile fare un gol per la ricerca, nel calcio come nella vita. Basta donare mandando un SMS al 45521.

I 4 calciatori danno vita ad una sorta di circolo virtuoso che si snoda attraverso stories, post online, messaggi privati e in chat di gruppo, SMS, coinvolgono tifosi, ricercatori, persone che hanno attraversato e sconfitto la malattia. Tutti coinvolti nella stessa partita, che metaforicamente termina in un campo di calcio, dove grazie a un assist di Leo Bonucci, un piccolo calciatore segna un gol. Realizzato grazie all’aiuto di tutti.

“Quando il mondo del calcio incontra l’impegno per diffondere messaggi positivi e grazie ai linguaggi di oggi contribuisce al raggiungimento di un obiettivo ambizioso, si dimenticano tutte le fazioni e si diventa davvero una squadra, quella del bene”, commenta il CEO e founder di Shado, Davide Bartolucci. “L’impegno di AIRC e quello dei calciatori coinvolti nel progetto condividono uno spessore dal quale trarre un grande insegnamento: insieme si fanno le cose più grandi. E noi siamo stati felici di scendere in campo assieme a questi campioni”.

articoli correlati

AZIENDE

H-FARM presenta Reskill You, progetto formativo rivolto a professionisti e studenti

- # # #

Reskill You

In un contesto professionale in continuo mutamento, le competenze richieste a tutti dal mercato lavorativo richiedono un costante aggiornamento delle conoscenze e una sempre più elevata confidenza con nuovi strumenti tecnologici e nuove metodologie.

H-FARM, da anni attivo nel mondo dell’educazione e formazione digitale, presenta Reskill You, una serie di percorsi formativi di una giornata che, attraverso attività di laboratorio, lezioni frontali e momenti di scenario, hanno l’obiettivo di accrescere e sviluppare le competenze che oggi sono più che mai fondamentali per competere sul mercato del lavoro e per incidere positivamente sul successo di un’impresa.

Reskill You si rivolge a professionisti, studenti, a chi vuole riqualificare le proprie competenze e a protagonisti del mondo del lavoro interessati ad approfondire le tematiche più attuali che stanno impattando non solo il mondo delle aziende, ma anche la società e la nostra vita quotidiana.

Il programma

Il programma si articola in giornate verticali dedicate a un argomento specifico che si svolgeranno nella sede di H-FARM a Ca’ Tron (TV).

Social Media, Marketing e Personal Branding sono le tre macro aree su cui si concentreranno i corsi, tenuti dai mentor di H-FARM e dai professionisti del mondo digitale, per un totale di 8 moduli della durata di una giornata ciascuno, dedicati a Digital Transformation, eCommerce, Social Media Marketing, Facebook for business, Twitter & Instagram for business, Social Media Customer Care, SEO e SEM, Content & Storytelling.

Attraverso la partecipazione a Reskill You, i partecipanti avranno la possibilità di costruire un rapporto consapevole con il digitale e la tecnologia, potendo avere un ruolo attivo nei processi di cambiamento all’interno di imprese tradizionali o in quelle già più innovative.

Si inizia con Social Media Customer Care, in programma sabato 27 ottobre, con un focus sugli strumenti di CRM (direct message, faq, social app, tool esterni) e sulle loro modalità̀ di gestione applicata a Facebook, Twitter e Instagram.

Info su https://h-farm.link/ReskillYou

articoli correlati

MEDIA

Automobile.it, online la nuova web serie “Una famiglia Full Optional”: firma Shado

- # # # #

automobile.it, shado

Shado, la media company di H-Farm, ha realizzato per automobile.it, il sito del gruppo eBay dedicato agli annunci di auto nuove e usate in Italia, la web serie “Una Famiglia Full Optional”, la nuova campagna di web entertainment che durerà per tutto il 2018.

La storia ruota intorno a una famiglia sui generis alla ricerca dell’automobile adatta alle diverse esigenze di ogni membro: un padre che crede di essere ancora giovane e che sogna per se stesso fiammanti coupé ma rifila vecchie auto alla moglie esigente in nome del risparmio; la figlia neopatentata che desidera la sua prima macchina e il figlio maniaco della tecnologia che vorrebbe trasformare ogni abitacolo in un’astronave. L’obiettivo di “Una Famiglia Full Optional” è quello di rispondere alla necessità di parlare ad un pubblico più ampio possibile, ma anche di focalizzarsi su un territorio e su dinamiche di entertainment che si discostano dalla “pubblicità” tradizionale. Ogni personaggio della serie rappresenta infatti un target diverso a cui automobile.it intende rivolgersi, comunicando la facilità di trovare l’auto giusta in pochi click e comodamente da casa.

Creare dei personaggi in cui il pubblico può riconoscersi, stabilisce un legame di valore con l’audience, consente di comprendere meglio il prodotto e di avviare un percorso di engagement che può estendersi e durare nel tempo. “La produzione di contenuti seriali per i Brand è ormai da un decennio il cuore del nostro approccio strategico” dice Davide Bartolucci, CEO di Shado. “Se è vero che si affinano le dinamiche di distribuzione e si evolvono le opportunità di engagement, al centro c’è sempre una storia. Quella di automobile.it è vicina alle persone e l’immedesimazione è naturale. Il modo migliore per creare una relazione di valore”.

“Volevamo creare dei contenuti che potessero raccontare il nostro brand con un linguaggio familiare, vicino al nostro target di riferimento, in cui l’utente potesse riconoscersi. Per farlo abbiamo deciso di declinare le nostre “personas” dando vita alla Famiglia. L’obiettivo è quello di costruire l’awarness e la consideration del brand, lavorando allo stesso tempo su contenuti che potessero educare i nostri utenti all’utilizzo della piattaforma” afferma Francesca Di Nora, Head of Marketing eBay Classifieds Group Italia. Le quattro puntate della serie saranno online per tutto il 2018, con uscite trimestrali sul sito dedicato, e rilanciate settimanalmente su tutti i canali social di automobile.it. Oltre alle puntate della serie, Shado ha inoltre prodotto diversi contenuti di edutainment, ovvero intrattenimento educativo attraverso video, con protagonisti i membri della famiglia, tra i quali dei video test interattivi, per fornire consigli e suggerimenti ai diversi target di riferimento.

articoli correlati

AZIENDE

H-CAMPUS a rischio VIA. Donadon e Cattolica valutano il trasferimento a Milano

- # # #

H-Farm h-campus

“Sono davvero sconcertato, arrabbiato e deluso da questa decisione che trovo assurda e incomprensibile. I mali del nostro Paese si trovano purtroppo anche nella nostra splendida Regione che non ha saputo in due anni e mezzo, dall’inizio dell’iter, approvare un progetto che vede la realizzazione di una scuola, un polo di formazione unico, in grado di portare cultura, ricchezza e opportunità a tutto il territorio. Ora valuteremo se spostare questi 65 milioni di investimenti nell’area di Milano che sarebbe entusiasta di accoglierci, anche se sarebbe un enorme sconfitta per il mio territorio per il quale forse provo un amore esagerato”,

Con queste parole, rilasciate in un comunicato stampa ieri sera, Riccardo Donadon, fondatore di H-FARM, evidenzia le difficoltà che il progetto H-CAMPUS sta incontrano presso la P.A. regionale. Difficile dire se si tratti solo di uno sfogo, del tentativo di accelerare le cose mettendo in campo l’eventualità concorrenziale di un trasferimento a Milano, o davvero si stia valutando il capoluogo lombardo come possibile sede.

Quello che è certo, comunque, è che, dopo mesi di attesa e numerose proroghe, la Commissione VIA della Regione Veneto ha decretato l’assoggettabilità del progetto H-CAMPUS a VIA, “posticipando così ulteriormente l’ampliamento del polo dedicato ai giovani e alla formazione, destinato a diventare un bacino di talenti strategico per l’intero Paese”, come recita il comunicato, che prosegue ricordando come “novembre scorso H-FARM e Cattolica Immobili hanno scelto autonomamente, in un’ottica di totale trasparenza, di avviare la Procedura di verifica di assoggettabilità a VIA per certificare in maniera definitiva l’assenza di impatti negativi sul territorio e sbloccare la situazione e uscire così da un ingarbugliato iter burocratico”, aggiungendo una nota dal sapore un po’ surreale: “Tutti gli enti hanno espresso parere favorevole, ben 25 pareri, 7 dal solo Genio Civile in merito alle tematiche idrauliche, per demolire un’assurda tesi di onda di tsunami dal fiume Piave che dopo 14km di distruzione e morte arriverebbe a bagnare le scarpe dei bambini del campus che ovviamente sarebbero tranquillamente lasciati a casa o evacuati prontamente sui tetti della scuola come concordato nel piano redatto ed approvato dalla Protezione Civile”.

In sintesi, però, “tutto questo non è bastato: dallo scorso gennaio, mese in cui la Commissione avrebbe dovuto esprimersi, è iniziato un valzer di proroghe che si è concluso solo oggi con il parere negativo e l’obbligo di assoggettabilità a VIA”. Il tutto al termine di un “un percorso di confronto e un processo autorizzativo cominciato più di due anni fa, l’8 febbraio 2016”

Chi vivrà, vedrà…

 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

SHADO è il nuovo digital partner di Alma Pramac Racing per la stagione 2018 di MotoGP

- # # # # # #

SHADO

SHADO, la media company di H-FARM, e Alma Pramac Racing annunciano il lancio di “Energy Generation”, la piattaforma digitale che coinvolgerà i fan di tutto il mondo della stagione 2018 di MotoGP, in partenza domenica dal Qatar.

Lo spettacolo della MotoGP rappresenta uno dei contenuti più catalizzanti per una tra le audience più appassionata, globale e digitale, contesto in cui da sempre il factory supported team DUCATI gioca un ruolo fortemente proattivo. 

Un progetto assolutamente inedito nel mondo delle due ruote che sfrutta le potenzialità dell’interattività ed estende le emozioni della pista attraverso format originali di intrattenimento e meccaniche di engagement multi piattaforma.

Energy Generation, raggiungibile al sito www.energygeneration.tv e tramite i contenuti dedicati sugli account social del team, si presenta con un video manifesto che racconta di adrenalina e coinvolgimento, per lanciare poi la prima puntata di “Race Show”, un trivia game in cui i tifosi possono mettere alla prova le proprie conoscenze sul mondo MotoGP con dei presentatori d’eccezione, i membri del team Alma Pramac Racing, a partire dai riders Danilo Petrucci e Jack Miller.

Il progetto anticipa il lancio di numerosi contest che accompagneranno la stagione 2018 premiando il coinvolgimento dei fans con contenuti personalizzati, merchandising ed esperienze esclusive a loro dedicate. La piattaforma si configura come un vero e proprio hub digitale in cui troveranno spazio sia contenuti esclusivi sia contenuti prodotti dagli utenti fino a progetti sviluppati con i partner e sponsor, coinvolti più che mai in una relazione a 360 gradi con il team.

Davide Bartolucci, Founder & Ceo di SHADO: 
“Per noi il lancio di Energy Generation significa portare il modello dell’intrattenimento online su scala globale e, come accade ai box, facciamo un altro “step” nella definizione del rapporto tra i fan e la loro passione, offrendo esperienze interattive e spettacolari concepite per piattaforme in cui il consumo dei media è veloce e dal quale ci si aspettano piccole, ma significative gratifiche. Un progetto in cui soprattutto i brand potranno sperimentare forme di coinvolgimento del pubblico davvero innovative, andando oltre il concetto di follower e abbracciando quello di comunità”.

Francesco Guidotti, Team Manager Alma Pramac Racing: 
“Da tempo volevamo sviluppare un progetto di community per costruire una relazione più personale ed interattiva con i nostri fans, oltre ad intercettare i principali trend di digital engagement sempre più rilevanti anche nel mondo del motorsport la visione di SHADO e il contesto di innovazione che H-FARM rappresenta non poteva che far nascere una partnership che ci auguriamo di lungo periodo e di reciproche soddisfazioni”.

articoli correlati

MEDIA

Shado (H-FARM) firma “Discover Italy”, portale di promozione del turismo lanciato da Alitalia

- # # # # # # #

Alitalia

Idee di viaggio e itinerari tematici per attrarre passeggeri e incrementare il turismo in Italia, soprattutto dall’estero. È questo l’obiettivo di “Discover Italy”, la nuova piattaforma editoriale lanciata da Alitalia in collaborazione con Touring Club Italiano e Gambero Rosso.

Il nuovo portale ispirazionale, che ha l’obiettivo di promuovere il Belpaese e le sue eccellenze, è stato presentato oggi, nella storica sede milanese del Touring Club Italiano, dal Chief Commercial Officier and Revenue Management di Alitalia, Fabio Maria Lazzerini, dal Presidente del Touring Club Italiano, Franco Iseppi, e dal Presidente di Gambero Rosso, Paolo Cuccia.

Grazie all’autorevolezza e alla comprovata esperienza di Touring Club Italiano e Gambero Rosso, il nuovo portale di Alitalia propone contenuti originali e di qualità, offrendo al visitatore un racconto emozionale delle tipicità e delle unicità delle diverse località turistiche italiane.

“Discover Italy” è una piattaforma digitale multilingue e multicanale; contiene informazioni, consigli, guide ed esperienze di viaggio e offre un’attenta e ampia selezione di destinazioni del nostro Paese. I diversi itinerari tematici con cui viene narrata ogni località spaziano dall’enogastronomia, all’architettura; dal cinema, alle feste popolari; dal lifestyle, allo sport. Il tutto declinato in modo originale ed emozionale, con un taglio contemporaneo e proposte personalizzate per diverse tipologie di viaggiatori.

Editoriali, ricette, suggerimenti sulle migliori esperienze da vivere, tutorial, foto, video, test e altri contenuti interattivi: sono questi gli strumenti con cui vengono raccontati i territori italiani su “Discover Italy”, in un’ottica di continuo coinvolgimento emotivo dell’utente. Un tool di ricerca degli argomenti, inoltre, aiuterà il viaggiatore a farsi ispirare nella scelta della prossima vacanza in Italia. Per ogni destinazione sono poi sempre disponibili le offerte speciali Alitalia per volare dall’estero verso la meta turistica consultata.

“Con “Discover Italy” avviamo il processo di trasformazione del nostro sito in una nuova piattaforma digitale con contenuti dedicati e personalizzati. L’obiettivo è quello di attirare sui nostri voli più turisti, soprattutto dall’estero, e promuovere in un modo coinvolgente ed emozionale le destinazioni italiane”, ha dichiarato Fabio Maria Lazzerini. “Voglio ringraziare gli autorevoli partner di questo progetto, Touring Club Italiano e Gambero Rosso, perché attraverso il loro importante contributo siamo riusciti a confezionare un prodotto innovativo e di grande qualità, che ha infiniti margini di sviluppo. Alitalia ha l’ambizione di essere sempre più la porta di ingresso in Italia per milioni di turisti da tutto il mondo. Un’aspirazione che produrrà importanti e benefici effetti sull’economia di un Paese che ha nel turismo un suo asset fondamentale”.

“Abbiamo lavorato a lungo per essere partner di questo accordo che abbiamo condiviso – ha affermato Franco Iseppi – consapevoli che sia fondamentale promuovere con autorevolezza le eccellenze del nostro Paese. L’Italia è uno dei Paesi in Europa più ricchi di biodiversità, di distintività territoriale, di qualità di beni gastronomici, di attrattività paesaggistica, di patrimonio culturale. È un Paese unico al mondo e merita di essere conosciuto, promosso e valorizzato. La preziosa collaborazione con partner che sono autorevoli attori del sistema Italia ci assicura il raggiungimento del nostro obiettivo”.

“Gli ultimi dati del settore turistico – dichiara Paolo Cuccia – confermano l’attenzione e l’interesse crescente per l’enogastronomia made in Italy e come questa sia diventata una spinta motivazionale per l’incoming nel nostro Paese, rivestendo la stessa importanza della storia, della cultura e dei beni archeologici che ogni anno richiamano milioni di turisti. L’Italia è incomparabile per la straordinaria presenza di eccellenze legate ai territori, unici nei loro paesaggi e nella loro biodiversità. Gambero Rosso, che si conferma soggetto di riferimento del settore, è orgoglioso di far parte di questo progetto insieme ai partner di prestigio Alitalia e Touring Club Italiano”.

La piattaforma editoriale “Discover Italy” è stata realizzata da SHADO, la media company di H-FARM.

articoli correlati

AGENZIE

Il 28 Febbraio H-Farm apre la sua nuova sede milanese, con un Hiring Day

- # # # #

open day h-farm

H-Farm cresce ancora e apre le porte al pubblico della sua nuova sede a Milano: l’appuntamento è per il 28 febbraio, in via Giosuè Borsi 9, per un pomeriggio di networking e uno speciale Hiring Day per trovare giovani talenti da inserire nel team.

Negli ultimi 3 anni H-Farm è cresciuta significativamente tanto da dover trovare nuovi spazi per le 130 persone che oggi lavorano a Milano. I nuovi uffici occupano circa 2000 metri quadri distribuiti su due piani, spazio che si stima sarà sufficiente per i prossimi 3 anni.

L’Open Day sarà l’occasione per conoscere da vicino l’offerta e tutte le attività di H-Farm: dai progetti di open innovation, dove sono coinvolte imprese e startup, ai servizi sviluppati per supportare le aziende nel processo di trasformazione digitale, fino alla più recente offerta in ambito Education.

Non solo: per mercoledì 28 è stato organizzato uno speciale Hiring Day con l’obiettivo di conoscere e individuare giovani talenti, appassionati di innovazione e desiderosi di mettersi in gioco e di trasformare la propria passione in un lavoro. Ad oggi sono aperte circa 40 posizioni, consultabili nella sezione careers del sito di H-Farm; per l’Open Day sarà possibile candidarsi a quelle precedute dall’hashtag #hiringmilano.

L’evento è aperto a tutti coloro che sono interessati a conoscere H-Farm: per tutto il pomeriggio fino alle 19.30 sarà possibile incontrare lo staff, candidarsi e confrontarsi sui temi dell’innovazione. Uno speciale focus dedicato al progetto formativo inizierà alle 14.30 con la presentazione del corso di laurea triennale in Digital Management, realizzato con l’Università Ca’ Foscari di Venezia, giunto quest’anno alla sua seconda edizione; a seguire verrà presentata la nuova MADE School e i suoi master di alto livello rivolti a professionisti e neolaureati. Infine sarà la volta di BigRock, la prima scuola di computer grafica e visual effects in Italia che presenterà la sua offerta. In chiusura a partire dalle 18.00 aperitivo e networking.

articoli correlati

MEDIA

H-Farm lancia la web serie dedicata la mondo dell’innovazione. Produce Shado

- # # # #

h-farm shado

La progressiva affermazione di piattaforme digitali come fonti di contenuti di intrattenimento originale (prima tra tutte Netflix e Youtube, ma anche Apple, Amazon, Google e, in modo sempre più rilevante, Facebook), sta offrendo la grande opportunità di produrre e distribuire direttamente i propri show alla propria community.

In questo trend si inserisce H-Farm che, in 13 anni di attività in cui ha costruito un ecosistema di riferimento per il mondo dell’innovazione, ha sempre avuto l’obiettivo di far comprendere le evoluzioni digitali e tecnologiche che stanno trasformando la nostra società ad un pubblico il più ampio possibile.

In quest’ottica Shado, la media company di H-Farm, ha creato “Dove si Va”, un format semplice che mette in scena in chiave divertente, aperta e divulgativa un processo fondamentale, quello della comprensione rispetto a ciò che sta cambiando nel mondo grazie alla trasformazione digitale.

Ogni episodio si svolge in H-Farm: nel tempo di un viaggio in Golf Car un Farmer esperto deve cercare di spiegare un concetto chiave del cambiamento in atto (come l’Internet of Thing o la Blockchain) a un ospite, completo “profano” rispetto ai temi dell’innovazione. Uno show capace di parlare trasversalmente a tutti, in cui anche lo spettatore potrà mettersi alla prova con i temi trattati grazie all’interattività e, guidato da infografiche, diventarne protagonista, fino a vincere gadget o esperienze esclusive nel Campus di H-Farm.

Secondo il Digital Consumer Study condotto da Nielsen nella seconda metà del 2017, gli utenti italiani tra i 18 e i 74 anni che si sono collegati ad internet almeno una volta sono il 13% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. L’89% dichiara di fruire abitualmente di contenuti disponibili su una o più piattaforme digitali ed emerge una forte propensione a guardare contenuti creati o resi disponibili da altri utenti (64%), si collocano in quest’ambito le esperienze produttive originali come “Dove si va”.

articoli correlati

MEDIA

Shado firma la nuova piattaforma web di Leonardo Bonucci

- # # #

shado e leonardo bonucci

In questi giorni Shado, interactive agency di H-Farm, ha lanciato la nuova piattaforma web di Leonardo Bonucci, un progetto digitale innovativo che ripensa la relazione tra i tifosi e il campione rossonero grazie a iniziative interattive e di coinvolgimento ed è venuto a presentarlo in H-FARM, dove ha incontrato e si è confrontato con i ragazzi più giovani.

Bonucci, tra i giocatori più “social” della serie A con i suoi 5.5 milioni di follower tra Instagram, Facebook e Twitter, ha sempre dimostrato una forte consapevolezza rispetto al potere del digitale. Questo progetto nasce proprio con l’intenzione di sfruttare le potenzialità dei social media per tradurre in modo positivo il ruolo di responsabilità che Leonardo riveste nei confronti dei tifosi, soprattutto di quelli più giovani. Un impegno che da sempre vede il capitano del Milan in prima linea anche con le numerose iniziative di supporto ad associazioni e cause benefiche.

All’interno del sito, oltre a trovare la storia, le gallery fotografiche, il collegamento con i canali social, c’è anche e soprattutto “Big”, una serie animata a micro episodi che coinvolgerà i più giovani, per ispirarli nell’importante momento della crescita, quando si diventa grandi non solo in campo, ma nella vita. “Di cosa è fatta la strada per realizzare i propri sogni? Impegno, talento e rispetto”: Leonardo vuole costruire insieme ai suoi più giovani tifosi una storia da grandi, spronandoli a raccontare le proprie esperienze e a farle diventare la narrazione di “Big”. Da supporter passivi a protagonisti attivi di una storia che li metterà in contatto con una community di persone con gli stessi sogni, le stesse passioni e un esempio positivo di successo come Leonardo.

articoli correlati

AZIENDE

Depop torna alle origini: di nuovo in H-Farm per formare un team di sviluppo prodotto

- # # # # # #

Depop

Depop, che dal 2012 ha sede principale a Shoreditch, nel quartiere tecnologico di Londra e altri uffici a New York e Milano, è stata fondata da Simon Beckerman nel 2011 in H-Farm dove oggi sceglie di tornare per aprire un’area di sviluppo prodotto che verrà inaugurata dopo l’estate.

Nello specifico il gruppo sta cercando ioS Developer e Mobile Q&A Tester: queste figure avranno tra le altre cose l’opportunità di partecipare a eventi e meeting nella sede britannca di Depop. I candidati non saranno valutati solo in base al titolo di studio, ma sulle capacità. Sarà chiaramente richiesta un’ottima conoscenza della lingua inglese, parlata e scritta, ma requisito preferenziale sarà la passione per l’innovazione e la voglia di sperimentare nuove tecnologie. Depop rappresenta uno dei maggiori casi di successo tra le startup lanciate da H-FARM: l’app consente con estrema semplicità a chiunque di comprare e vendere direttamente dal proprio smarthphone, creare il proprio store e fare acquisti unici. Il successo di Depop deriva anche dall’aver creato il primo e-commerce social, che ha dato la possibilità a chiunque di crearsi una piccola attività.

Oggi conta 6.7 milioni di utenti, una community che spazia dai più stimolanti creativi ai nuovi influencer della moda, del design, dell’arte e della musica e che cresce di oltre 220.000 unità al mese, 355.000 oggetti venduti al mese per un controvalore di quasi 8 milioni di euro, un team di 80 persone suddiviso tra le sedi di Milano, New York e a Londra. “Sono orgoglioso della nostra scelta di aprire un ufficio di Depop in H-FARM, il luogo dove tutto è iniziato e uno dei campus più innovativi a livello internazionale. Sono sicuro che formeremo uno dei migliori team in Italia” ha dichiarato Simon Beckerman, founder di Depop.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Granarolo lancia la web serie “Fresco”. 4 episodi per raccontare il latte, in collaborazione con Shado (H-FARM)

- # # # # # #

Granarolo

Granarolo, il maggiore operatore agroindustriale del Paese a capitale Italiano, lancia “Fresco”, una nuova e originale web serie in 4 episodi per raccontare e scoprire tutto ciò che si nasconde dietro a un bicchiere di latte e alla sua filiera.

Fresco, ideato da Granarolo e sviluppato con SHADO, l’interactive content and creative agency di H-FARM, è il viaggio-racconto di Maria Rachele, Dottoranda in Sanità e Scienze Sperimentali Veterinarie, e dell’esperto Vittorio Zambrini, Direttore ualità, Innovazione, Sicurezza e Ambiente del Gruppo Granarolo e Professore Associato presso il Dipartimento di Scienze Mediche Veterinarie dell’Università di Bologna. Si tratta di un percorso a tappe, dall’allevamento alla nostra tavola, che ha l’obiettivo di rispondere alle domande più comuni sul latte e i suoi derivati anche per sfatare alcuni luoghi comuni.

La serie si compone di 4 episodi:
Episodio 1 – Il mondo del latte
Episodio 2 – Una giornata in allevamento
Episodio 3 – Viaggio in stabilimento
Episodio 4 – I controlli: una filiera sicura

Fresco nasce dalla volontà di veicolare temi di interesse generale attraverso uno storytelling accattivante, in un inusuale “dietro le quinte” della più importante filiera italiana del latte. Il progetto si rivolge alla comunità digital e si sgancia da un approccio tipicamente pubblicitario, puntando a valorizzare contenuti scientifici in chiave divulgativa. Per raggiungere una platea il più ampia possibile, il piano editoriale di Fresco si estende anche ai social network, con una serie di contenuti studiati ad hoc per le pagine Facebook del Gruppo. Sul sito è disponibile anche un quiz attraverso il quale gli utenti potranno valutare la loro conoscenza sul mondo del latte.

Il sito è anche una piattaforma di contenuti in cui far coesistere varie tipologie di argomenti, di volta in volta ampliati e implementati sempre in un’ottica di divulgazione e edutainment.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Diesel inaugura a Milano il negozio del futuro con le tecnologie di Samsung e H-Farm

- # # # #

Diesel

Diesel ha inaugurato a Milano il suo nuovo concept store Diesel Planet di piazza San Babila con l’integrazione delle innovative tecnologie per il retail di Samsung e delle soluzioni avanzate del partner H-Farm. È il primo punto vendita Diesel in cui viene rinnovato non solo l’ambiente dedicato allo shopping, ma il modo stesso in cui il consumatore interagisce con il prodotto e il personale.

Da oggi, grazie alle tecnologie Samsung evolve il ruolo degli assistenti alla vendita dello store Diesel, che possono ora diventare dei veri e propri “personal stylist” guidando il cliente nello shopping del denim con il supporto dei nuovi smartphone Samsung Galaxy A5 e delle soluzioni Samsung Smart Signage, grazie ai quali sarà possibile, attraverso una app dedicata, gestire i pagamenti in mobilità da qualunque luogo all’interno del punto vendita, abilitare funzioni avanzate di CRM, rendere eccellente e interattiva la selling ceremony: gli smartphone Samsung saranno collegati in rete con i monitor in negozio, e dal device il commesso potrà selezionare e inviare contenuti extra da mostrare al cliente durante le fasi di vendita.

Inoltre, grazie alle soluzioni del partner H-Farm, i diversi touch-point del nuovo store Diesel accompagnano l’esperienza di acquisto arricchendola di contenuti interattivi relativi alle informazioni sul prodotto. Il consumatore può accedere in tempo reale allo storytelling creato per i prodotti di suo interesse, raccontati attraverso fitting room 2.0 e tavoli da lavoro di nuova generazione i quali, tramite l’ausilio di tecnologie digitali d’avanguardia, sono capaci di riconoscere autonomamente i capi ad essi avvicinati.

“In Samsung Italia siamo orgogliosi di questa nuova collaborazione con Diesel, e siamo certi che i nostri smartphone Galaxy A5 e gli altri nostri prodotti utilizzati costituiranno un elemento strategico per le attività in store del nostro partner. Le nuove tecnologie per il retail sono un valido alleato nei punti di vendita di qualsiasi settore merceologico, in particolare in quei contesti in cui il rapporto con la clientela può generare un aumento delle vendite. E il nostro portfolio di soluzioni per il retail include una gamma completa di prodotti e tecnologie pensate per favorire la collaborazione e la condivisione, nell’ottica di un migliore coinvolgimenti dei clienti e di una maggiore produttività del personale sul punto vendita”, ha dichiarato Antonio La Rosa, Head of B2B di Samsung Electronics Italia.

articoli correlati

AZIENDE

H-Farm lancia H-Campus, con CDP e Cattolica Assicurazioni. Opening Settembre 2018

- # #

progetto H-Campus

Prende ufficialmente forma l’operazione che dà il via allo sviluppo di H-Campus, il progetto di H-Farm destinato a diventare il più importante polo dedicato all’innovazione a livello europeo.

H-Campus sarà in grado di ospitare complessivamente oltre 3 mila persone, tra studenti, giovani startupper, docenti, imprenditori e manager. Proprio la condivisione di uno stesso luogo favorirà il processo di contaminazione, lo scambio di idee, la creazione di opportunità, la nascita di stimoli e condivisione di esperienze e buone pratiche da cui trarre ispirazione ed esempio. Un unicum a livello europeo: H-Campus sarà non solo un punto di osservazione privilegiato sul futuro, sulle nuove tendenze del mondo del lavoro e dello sviluppo tecnologico, ma anche un serbatoio di talenti e competenze unico a cui attingere per lo sviluppo economico e culturale del Paese.

L’accordo prevede la costituzione di un Fondo Immobiliare, gestito da Finint Investments SGR, e prenderà il via una volta ottenute le autorizzazioni amministrative relative all’edificabilità delle aree: sarà sottoscritto da Cattolica Assicurazioni, che deterrà una quota del 56%, con il supporto del fondo FIA2 “Smart housing, Smart working, Education & Innovation” gestito da CDP Investimenti Sgr che deterrà una quota del 40% e Cà Tron Real Estate (la società dei fondatori di H-Farm) con una quota del 4%.
Il Fondo conterà a regime su un attivo immobiliare di 101 milioni di euro costituiti da 32 milioni di asset esistenti, acquisiti da Ca’ Tron Real Estate, 10 milioni di euro di asset già di proprietà di Cattolica, a cui si aggiungono 59 milioni di liquidità che consentiranno la realizzazione e lo sviluppo del nuovo progetto.

L’operazione immobiliare prevede l’ampliamento della già estesa superficie occupata da H-Farm, che oggi insiste su 14 mila metri quadri edificati e ben 12 ettari di parco, con l’aggiunta di ulteriori 31 ettari di terreno, all’interno dei quali verranno realizzati i 26 mila metri quadri di nuovi edifici, per un controvalore complessivo di 69 milioni di euro. H-Farm avrà la disponibilità dell’intero complesso in forza di un contratto di locazione trentennale che le permetterà di programmare le proprie attività con un orizzonte temporale adeguato ai piani di sviluppo.

L’investimento evidenzia l’assoluto impegno di H-Farm rispetto al tema dell’innovazione che oggi si traduce nella creazione di un polo internazionale dove non solo studenti, ma anche professionisti, imprenditori e manager vengono accompagnati nel processo di trasformazione digitale e resi protagonisti consapevoli dell’evoluzione in atto, capaci di interpretare e anticipare il cambiamento.

“La nostra generazione ha una responsabilità enorme nei confronti dei giovani e del tessuto economico che oggi regge la nostra società civile. Nei prossimi 10 anni il mondo che conoscevamo scomparirà definitivamente con l’introduzione dell’innovazione, non solo tecnologica, ma anche di modello che pervaderà tutto. È nostra responsabilità aiutare il Paese e i giovani a cogliere le opportunità che si profilano all’orizzonte. Siamo davvero felici che Cattolica e il Fondo FIA2 condividano la nostra visione e che per questo abbiamo deciso di investire in questo progetto dimostrando di voler essere protagonisti del futuro che immaginiamo. Grazie a questa collaborazione abbiamo la possibilità di concretizzare il progetto in cui crediamo e faremo di tutto perché diventi un luogo di eccellenza del nostro Paese”, ha dichiarato Riccardo Donadon, fondatore e amministratore delegato di H-Farm.

Per Cattolica investire con un partner istituzionale prestigioso come Cassa depositi e prestiti nel Fondo immobiliare che mette H-Farm in condizione di dar vita ad un polo formativo sull’innovazione di respiro internazionale è una scelta finanziaria, economica e culturale pienamente coerente con le ragioni che nel 2012 hanno portato il Gruppo ad acquisire la Tenuta di Ca’ Tron. Con la realizzazione del progetto H-Campus si mette in campo una opzione strategica di sviluppo che dà valore e prospettive di crescita al territorio all’insegna dell’innovazione”, ha commentato l’amministratore delegato di Cattolica Assicurazioni, Giovan Battista Mazzucchelli.

Aldo Mazzocco, responsabile Area Group Real estate di Cassa depositi e prestiti, commenta così l’operazione: “Abbiamo dato vita insieme a Cattolica ad un pool di investimento con l’obiettivo di sostenere una importante realtà italiana del mondo dell’innovazione quale è H-Farm, di cui il Campus rappresenterà il pilastro “educational”. Si tratta di un investimento coerente con la vocazione del nostro fondo FIA2, gestito da CDP Investimenti Sgr, dedicato alle nuove forme dell’abitare, degli ambienti di lavoro e dell’educazione”.

A livello normativo H-Campus è stato riconosciuto dalla Regione Veneto “progetto di interesse strategico” e in quanto tale beneficiario di una corsia autorizzativa accelerata ai sensi dell’art. 32 della L.R. 35/20, che è oggi nella sua fase finale di autorizzazione. Si tratta di uno dei primissimi esempi sul territorio nazionale.

Il progetto verrà realizzato secondo una logica di sostenibilità e rispetto dell’ambiente: solo il 10% dell’intera superficie occupata da H-Campus (su 50 ettari complessivi) verrà edificata. Lo spazio restante verrà adibito a parco, restituendo così alla comunità oltre 27 ettari di terreno boschivo. I nuovi edifici in cui troveranno posto aule, auditorium, ristoranti, sale riunioni, spazi destinati allo sport e residenze studentesche verranno realizzati con un intervento a cubatura zero, recuperando dal territorio i crediti edilizi necessari. A livello energetico utilizzerà fonti di energia rinnovabili grazie al quale l’insediamento non impatterà in alcun modo dal punto di vista delle emissioni di anidride carbonica. Secondo lo studio realizzato dal centro di ricerca dell’università Cà Foscari l’insediamento genererà una ricaduta economica annua sul territorio circostante di oltre 8,7 milioni di euro.

Il progetto, sviluppato ancora una volta dallo studio ZAA (Zanon Architetti Associati), che ha seguito il centro di innovazione veneto fin dalla sua nascita, può vantare una firma d’eccezione per la realizzazione del suo cuore pulsante, la biblioteca: è quella di Richard Rogers, uno dei più grandi architetti al mondo, che proprio in questi giorni festeggia i 40 anni della sua opera più importante, il Centro Nazionale d’Arte e di Cultura Georges Pompidou, disegnata con Renzo Piano.

“Formazione, innovazione e respiro internazionale sono parole chiave per la nostra realtà  e con orgoglio ci mettiamo al fianco di H-FARM, del Gruppo Cattolica e di Cdp Investmenti SGR nello sviluppo di questa importante opportunità culturale. Siamo fieri, dopo il lancio del primo fondo immobiliare dedicato alle energie rinnovabili, al primo fondo dedicato ai minibond e al primo fondo obbligazionario specializzato in titoli ABS di poter annoverare anche un progetto di formazione così importante nel nostro portfolio di innovazione finanziaria”, ha spiegato Mauro Sbroggiò, AD di Finint Investments SGR.

articoli correlati

MEDIA

Peugeot: la Best Technology Experience sceglie la Realtà Virtuale con Stefano Accorsi

- # # # # #

Best technology experience

Ha preso il via con la presentazione milanese di questa mattina il Best Technology Experience di Peugeot, il tour in otto tappe nelle principali città italiane che rivoluzionerà il classico test drive, unendo tecnologia ed emozione.

Con la Best Technology Experience, grazie alla tecnologia Oculus, si potranno infatto scoprire i contenuti tecnici delle auto del Leone e vivere l’intuitiva ed innovativa esperienza di guida con il Peugeot i-Cockpit.

Sono tre gli innovativi video di Virtual Reality realizzati per la tecnologia Oculus, che vedranno come grandi protagoniste Peugeot 308 GT, 2008 e 208 GTi garantendo coinvolgimento, suspense, immersione e scariche di adrenalina, in un’esperienza in cui l’utente sarà al centro di una storia piena di colpi di scena, al fianco di Stefano Accorsi e Paolo Andreucci, il pilota più vincente nella storia dei rally italiani.

Per la realizzazione dei video sono state utilizzate videocamere modificate per dare una sensazione immersiva realistica, inserendo ottiche fish eye che aumentassero la sensazione di essere all’interno dell’auto e che massimizzassero la propria resa in un set up di illuminazione studiato con grande attenzione.
Per rendere più adrenalinica l’esperienza di guida, la velocità era significativa e si è resa necessaria, quindi, la stabilizzazione dell’immagine già durante lo shooting, con accorgimenti tecnici in grado di facilitare le successive sessioni di post produzione ed evitando ogni rischio di motion sickness.
Grande attenzione infine al sound design, che ha visto il posizionamento di microfoni all’interno del vano motore e del tubo di scarico.

Ideati da Havas Worldwide Milan e prodotti da H-Farm, i video sono diretti da Stefano Accorsi che interpreta ancora una volta l’evoluzione del brand ed esprime, anche nella regia, lo spirito altamente tecnologico ed emozionante di Peugeot.
Con l’occasione Stefano Accorsi ha riconfermato il legame con Peugeot, iniziato nel 2012, che lo ha visto testimonial (prima in voce, poi anche in video) dei lanci di Peugeot 208, 308 e 308 SW, e successivamente anche presente dello spot di brand,

La Best Technology Experience partirà l’11 marzo da Napoli e farà tappa a Roma, Firenze, Brescia, Torino, Milano per terminare il 24 aprile a Treviso.

articoli correlati