MEDIA

ADV Luglio/Agosto è in arrivo: in anteprima l’editoriale che “parla d’amore”

- # # # # #

È in distribuzione (o in viaggio verso gli abbonati il numero di ADV Strategie di Comunicazione di Luglio/Agosto. Qui (e in allegato) offriamo ai nostri lettori in anteprima l’editoriale della rivista.

 

Storie d’amore (ma anche no)
La farfalla che batte le ali in Brasile e provoca un tornado in Texas? O i capponi di Renzo che in una situazione per loro critica si beccano a vicenda? Senza voler scomodare la teoria del caos o il Manzoni, un effetto quanto meno “a valanga” è stato innescato dalla diffusione sui social network dello scritto “Ti amo. Ti Lascio. (lettera a un cliente)” a firma di Emanuele Nenna, Vicepresidente di AssoCom, ma nella fattispecie calato nel suo ruolo di amministratore delegato dell’agenzia The Big Now. Usando la metafora di un amore che finisce, Nenna descrive l’inaridirsi del rapporto con l’azienda cliente, frutto di tante piccole incomprensioni quotidiane, di tanti piccoli compromessi che alla fine costringono l’agenzia a rinnegare se stessa, fino alla drastica, sofferta, ma inevitabile decisione finale di lasciarsi. Allo sfogo, che poi semplice sfogo non è, bensì fotografa esplicitamente una situazione di cui da troppo tempo (non) si parla nei termini corretti, ha fatto risconto una serie di voci spontaneamente inseritesi nel dialogo. A partire da quella di Fulvio Zendrini, che – in virtù di un percorso professionale che l’ha visto al lavoro alternativamente sui due lati del tavolo – con un’asciutta replica ipotetica del cliente abbandonato ribalta sull’agenzia l’accusa di incomprensione, un’incomprensione profonda al punto da non accorgersi di essere stata abbandonata dal cliente ben prima del proprio sfogo finale. E qui, se il tema non fosse per molti versi serissimo e cardinale, ci starebbe bene l’esegesi ironica di Lella Costa a “Piccola Katy”, la canzone dei Pooh dedicata all’uomo diviso tra il dovere coniugare e il sentimento per la giovane amante, sulla quale rovescia il suo strazio e i suoi dubbi esistenziali. Strazio al quale Lella suggeriva alla ragazza di rispondere con un semplice ed efficace “Ti chiamo un taxi”.
Ma nel dialogo, secondo il più classico stile social, si inseriscono altri interlocutori, che spiccano nell’indistinto coro “greco” fatto dai commenti si più vari origine e contenuto. Come la lettera (un format che caratterizza tutta la vicenda) di Massimiliano Cremonini, oggi in Accenture: “Addio agenzia. Il tuo ex (dipendente)”, in cui la parti in commedia si scambiano ancora una volta e, un po’ a sorpresa, “o’ Malamente” risulta essere l’agenzia che, stretta dalle pretese dei clienti, incapace di rispondere riaffermando il suo ruolo, non trova di meglio che farsi a sua volta “tiranna” attraverso lo sfruttamento dell’entusiasmo, delle speranze e degli ideali di chi per essa lavora. Tre punti di vista, tre “verità” alla Rashomon, alle quale cerca di fornire un momento di sintesi Massimo Guastini, presidente dell’Adci, con la propria missiva in cui propone di “ripartire dalle attuali macerie valoriali, prima che economiche, per ricostruire una relazione talmente devastata da non concederci il lusso di ironizzare e scherzare oltre” suggerendo a Nenna e a Zendrini, e a quanti volessero impegnarsi a tal fine, di “mettere a disposizione abilità, competenza ed esperienze” per “tracciare una nuova rotta e proporla a velieri con le vele sempre più ammainate”.
Punto sul vivo dal richiamo a non ironizzare su una una situazione “devastata”, anche chi scrive vuole dare il suo modestissimo contributo ricordando una frase di Antoine de Saint-Exupéry: “Amare non significa affatto guardarci l’un l’altro ma guardare insieme nella stessa direzione”.

La redazione

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Scelti i dieci “Giovani Leoni” di Sipra. La strada per Cannes è aperta

- # # # # # # #

Si è svolta stasera al Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo Da Vinci di Milano la premiazione della XVII edizione de “I Giovani Leoni“, il concorso promosso da Sipra, Art Directors’ Club Italiano, Assocom e Getty Images per i creativi italiani under 28.

Condotta da Lorena Bianchetti, conosciuto “volto” della Rai, la serata ha visto la presenza di Massimo Guastini, presidente dell’ADCI, e di Marina Ceravolo, Direttore Sviluppo Ricerche e Scenari Media di Sipra, affiancati da due giovani dirigenti Sipra: Fabrizio Serri, Responsabile Area Centri Media, e Sabrina Biasio, Responsabile Relazioni con Centri Media e Portafoglio.
Le coppie vincitrici che rappresenteranno l’Italia alla Young Lions Competition del Festival Internazionale della Creatività di Cannes (16-22 giugno 2013) sono:
Categoria Film: campagna ‘Licenziamento’ realizzata da Giulio Frittaion (art) e Massimo Paternoster (copy) di Saatchi & Saatchi.
Categoria Cyber: campagna ‘Colpo di Scena’ realizzata da Santi Urso (art) di Publicis e Alessandra Oddi (copy) di Superegg.
Categoria Print: campagna ‘Un nuovo modello’ realizzata da Tancredi Antonio Fileccia (art) e Martina Ricciardi (copy) di HMNS.
Categoria Design: campagna ‘Viaggio’ realizzata da Angelo Marino (art) e Marta Policastri(copy) di Lowe Pirella.
La categoria Media Specialist invece è stata valutata dal Ceo & Country Manager di Havas Media Group Isabelle Harvie-Watt, segnalata da Assocom, che ha scelto di premiare Carlo Tumino di Havas Media e Veronica Scottoni di Initiative scegliendoli tra i migliori curricula e best cases personali ricevuti.
Anche quest’anno, inoltre, è stato selezionato uno studente delle scuole di specializzazione in pubblicità e comunicazione, che sarà iscritto alla Roger Hatchuel Lions Academy, in programma durante il Festival. Si tratta di Simone Mascagni del London College of Communication.
Getty Images, in qualità di partner de I Giovani Leoni, ha assegnato il premio speciale alla migliore Art Direction a Tommaso Andreaux e Simone Milani per il miglior utilizzo delle immagini fornite gratuitamente dalla banca dati di Getty Images.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Guardini torna in tv e in edicola con Oggi

- # # # # # #

da ufficio stampa

Fidelizzare il pubblico e aumentare il prestigio del brand, questi gli obiettivi di “Forno 2in1”: l’iniziativa che propone gli stampi Guardini a un prezzo promozionale in abbinamento alla rivista Oggi.
A supporto dell’iniziativa arriva sulle TV nazionali anche uno spot, frutto della creatività in-house, in onda su Real Time dal 16 al 19 gennaio e su La7 e La7d dal 16 al 18 gennaio 2013.
Non è la prima volta che l’azienda attiva con successo partnership di questo tipo, forte della convinzione che, se non si può rinunciare a comunicare attraverso le immagini, per conquistare veramente i consumatori, soprattutto in cucina, non bisogna dimenticare l’importanza di far toccare con mano la qualità e la versatilità dei propri prodotti.
E allora ecco le teglie Guardini in edicola in abbinamento al diffusissimo settimanale, accessibili a tutti in maniera semplice e veloce.
Per cinque settimane a partire da domani, Oggi propone ai suoi lettori le teglie del pratico set salvaspazio (tortiera a due fondi, rostiera con grill, teglia estensibile, lasagnera e stampo a cuore); ogni uscita sarà poi completata da un esclusivo ricettario.

articoli correlati