MEDIA

Il Gruppo Mondadori è il primo editore italiano per audience web

- # # # # #

grazia

Il Gruppo Mondadori è il primo editore italiano sul web: lo attestano gli ultimi dati Comscore di maggio, che vedono la property Mondadori sul podio con una total audience di 28,7 milioni di utenti unici al mese, in crescita del 22% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. La reach sul mercato sfiora il 76% della popolazione digitale italiana.

Con oltre 30 brand autorevoli e di successo sul web, è leader anche nei segmenti verticali di maggior valore, come women, food, wellness, fashion e education, grazie a 16 milioni di utenti unici di Donna Moderna, oltre 12 milioni di utenti di GialloZafferano, 5,8 milioni di Starbene, oltre 3 milioni di Grazia e 9,3 milioni di utenti di Studenti.it.

Un risultato ottenuto grazie al percorso di sviluppo intrapreso dall’area digital magazine del Gruppo dall’acquisizione di Banzai Media ad oggi.

Un continuo rinnovamento ha coinvolto nell’ultimo anno i principali siti in portafoglio, tra i quali Donna Moderna, aggiornato nel look and feel per offrire una navigazione ancora più immediata e intuitiva; Tv Sorrisi e Canzoni con la nuova Guida Tv digitale per orientarsi facilmente in un panorama televisivo in continua evoluzione; Grazia, attraverso il progetto Grazia Factory, che racconta e dà voce alle influencer emergenti più interessanti in ambito fashion, beauty e lifestyle; il restyling di Nostrofiglio e Panoramauto, arricchito nei contenuti e più strutturato nei canali.

A ciò si aggiungono i recenti ingressi di Oroscopo.it, il primo sito di astrologia in Italia, e di Design D’Autore, il sistema social internazionale leader nel design, con i quali il Gruppo ha consolidato il posizionamento nei settori women e design, ampliando anche l’audience sui social network, dove la presenza dei brand Mondadori è altrettanto forte, con oltre 20,2 milioni di fan su Facebook su 46 pagine, in aumento del 56% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

inTesta ridisegna l’identity sistem di Cittadini dell’Ordine – CDO

- # # #

intesta gruppo armando testa

Anche chi si occupa quotidianamente di sicurezza ha bisogno di scegliere partner affidabili, in grado di garantire un servizio accurato e integrato.
Per questo, Cittadini dell’Ordine ha affidato a inTesta, l’agenzia di branding e corporate identity del Gruppo Armando Testa, la gestione del nuovo sistema di identity, con la richiesta di creare uniformità e omogeneità tra le diverse sigle appartenenti al gruppo.

L’assetto eterogeneo della società e la preesistenza di marchi radicati sul territorio hanno reso necessario un progetto di corporate, finalizzato a creare un’immagine unica e coerente per tutte le società.

InTesta rappresenta la scelta più naturale, grazie alla competenza e alla lunga esperienza nell’ambito della identità aziendale. L’agenzia custodisce e promuove da sempre una visione autentica della sintesi grafica, eredità dell’estro di Armando Testa.

Le due sigle sono già al lavoro nella definizione di un progetto corporate che porterà Cittadini dell’Ordine a divenire un nuovo punto di riferimento nei servizi di vigilanza. Lo scudo antropomorfo, attuale marchio CDO che rappresenta l’aspetto umano di affidabilità e concretezza dei servizi di vigilanza, si prepara a divenire sintesi univoca di sicurezza, non solo in Italia ma anche in Europa.

Il progetto, studiato da inTesta, prevede la definizione di un nuovo identity system, basato sul marchio esistente, che coinvolgerà tutti i materiali, dalla stationery al sito internet, fino allo studio di un annuncio stampa e di un video istituzionale. Per annunciare il nuovo assetto societario e veicolare un messaggio positivo e di cambiamento verso un servizio sempre più affidabile e univoco, firmato CDO in tutto il mondo.

articoli correlati

AZIENDE

Low (The Big Now) rinnova tutte le piattaforme eCommerce di Miroglio Fashion

- # # # # #

geuppo miroglio fashion

Sono stati progettati e sviluppati in soli 11 mesi dal team di Low, divisione fashion, luxury e beauty di The Big Now guidata da Massimiliano Chiesa, i siti eCommerce dei quattro brand principali di Miroglio Fashion: Oltre, Motivi, Elena Mirò, e Fiorella Rubino.
E proprio la piattaforma eCommerce di Fiorella Rubino, il brand del fast fashion curvy di Miroglio Fashion, società del Gruppo Miroglio guidata dal ceo Hans Hoegstedt, è stata recentemente premiata ai Netcomm Awards 2018 nella categoria “Fashion, Jewelry & Accessori”.
Un importante riconoscimento che premia il forte approccio mobile first, completamente integrato con gli oltre 1000 negozi di Miroglio Fashion sia a livello CRM e Reward sia in chiave Omnichannel (magazzino condiviso tra eCommerce e negozi, click&collect, reso e cambio merce instore, acquisto online da negozio sono alcuni dei servizi ominicanale già attivi).

Partendo dall’analisi dei dati di comportamento, navigazione e acquisto dei clienti dei brand nei precedenti due anni, e puntando su performance, UX e mobilità, le nuove piattaforme eCommerce di Oltre, Motivi, Elena Mirò e Fiorella Rubino sono nate nel 2017 da un prototipo white-label, realizzato dal team di Low, comprensivo di tutti gli elementi di comunicazione e funzionali, studiati nell’ottica di coniugare esigenze di branding, esperienza dell’utente e semplicità di aggiornamento.
Successivamente i designer di Low si sono occupati del creative design, della definizione della user interface e delle digital guidelines personalizzandone ogni aspetto su ciascuno dei brand coinvolti nel progetto.
“In un momento in cui tanto si parla di omnichannel, ecco una serie di progetti che concretizzano quanto spesso rimane solo nelle migliori intenzioni”, commenta Massimiliano Chiesa, Co Founder di The Big Now e responsabile della divisione Low. “Un ringraziamento particolare al team digital di Miroglio Fashion e a Openmind, ancora una volta nostro partner tecnologico in questo importante e complesso progetto digitale”.

articoli correlati

MEDIA

Progetto digitale del Gruppo Lo Conte, multi-site e multicanale, firmato da Manafactory

- # # #

gruppo lo conte

Il Gruppo Lo Conte presenta il progetto digitale, al sito www.locontenaturalimenti.it: un nuovo sito web, una piattaforma multi-site e multicanale studiata e creata per accompagnare l’utente finale in una scelta più consapevole del prodotto e del brand. In un’epoca in cui il mondo digitale si pone alla base delle ricerche del consumatore, il Gruppo Lo Conte, che con i brand Le Farine Magiche, Decorì e Molino Vigevano offre oltre 350 referenze tra farine speciali, miscele di farine per dolci e salati, ingredienti, accessori e decorazioni per la preparazione di dolci, ha deciso di investire in un progetto di restyling e re-design della sua piattaforma digitale, per accompagnare i consumatori nella scelta del prodotto e far meglio conoscere il proprio know how, la gamma di prodotti e condividere i propri valori.

Con questo obiettivo ben preciso, nel progetto multi-site il master brand, il Gruppo Lo Conte, diventa per l’utente una vera e propria guida nella navigazione attraverso i siti dei tre brand: il risultato è un ambiente unico ed integrato, che tiene conto di tutti i touch point con cui gli user interagiscono. Il progetto, affidato alla web agency Manafactory, ha coinvolto anche lo shop online, la vera killer application dell’azienda quale negozio virtuale dove il consumatore vive la sua personale esperienza di acquisto, in un ambiente multi-prodotto e funzionale, adatto alle sue esigenze.

“In un mercato sempre più saturo di prodotti simili, dove il consumatore moderno è sempre più evoluto e meno fedele alla marca, l’obiettivo principale per creare valore diventa, per un’ azienda come la nostra, quello di fidelizzare e mantenere i clienti acquisiti”, spiega Rossella Stramaglio, Marketing & Communication Manager Gruppo Lo Conte. “Per aumentare e soprattutto consolidare la customer satisfaction dei nostri consumatori, in una logica di omnicanalità, si è reso quindi necessario lavorare sul dialogo e sull’esperienza anche digitale, per trasmettere i valori e le promesse autentiche della marca, che da sempre caratterizzano il Gruppo Lo Conte, e nel contempo offrire servizi funzionali ed innovativi”

articoli correlati

BRAND STRATEGY

L’innovazione digitale crea valore: la loyalty e il Gruppo Roncaglia al Retail Club

- # # # #

ronaglia loyalty

L’innovazione digitale nel settore Retail è stata al centro di “Digital Engagement”, l’incontro che si è svolto a Milano, presso il Bianca Maria Palace Hotel, organizzato dal Retail Club, la comunità in cui i leader del settore si confrontano su trend tecnologici ed evoluzioni future.

All’iniziativa è intervenuto il Gruppo Roncaglia nell’ambito di un qualificato panel, composto da analisti, esperti e responsabili di catene di consumo, per raccontare i valori e le soluzioni che hanno risposto al problema di un mercato con bassa frequenza di acquisto.

Il tema della multinacalità e della relazione digitale con clienti sempre più connessi e “liquidi” è stato affrontato da Paolo Pelloni, co-fondatore del Retail Club, che ha evidenziato come il digitale sia portatore di un’influenza di acquisto impensabile fino a qualche anno fa: “L’Italia è il primo paese al mondo per tasso di adozione della Loyalty, registrando il 74%, quindi esprime una grande opportunità per le aziende”, ha sottolineato Pelloni.

Antonio Bruno, Loyalty & Promotion Manager del Gruppo Roncaglia è intervenuto sul tema della gamification e della sua efficacia nei programmi Loyalty: “Il contesto è sicuramente pronto per trarre il beneficio massimo dalle soluzioni tecnologiche di fidelizzazione – ha affermato Bruno – ma c’è ancora bisogno di fare un passo ulteriore verso un’adozione estesa di strategie funzionali di digital engagement. È una questione economica, cioè di investimenti, ma anche culturale”.

Santa Maccarone, CRM Director di Unieuro, ha illustrato il programma Unieuro Club, che con una serie di divertenti attività online realizzate dal Gruppo Roncaglia ha mantenuto vivo il rapporto con i consumatori, con l’obiettivo di ridurre la latenza tra un acquisto e l’altro.

“Urge ripensare i modelli di business”, ha concluso Marco Zanardi, del Retail Institute Italy, “il centro resta quello dell’esperienza ma vissuta diversamente, attraverso un universo di narrazione che esce dal negozio per proseguire sullo smartphone e su tanti altri touch point (wearable, dispositivi di realtà virtuale, aumentata e mista, IoT devices e schermi touch, smart home e smart city). Un’ibridazione che segnerà sempre più il futuro digitale del retail 3.0”.

articoli correlati

AZIENDE

Il Gruppo CRAI chiude il 2017 a +5%. Lanciato Crai Spesa Online, l’eCommerce di prossimità

- # # # #

crai

CRAI, storico gruppo della distribuzione moderna attivo in Italia da più di quarant’anni, continua a crescere. In un mercato molto competitivo e con uno scenario economico molto incerto, il Gruppo CRAI cresce del 5% a rete corrente e registra un 2017 molto positivo. Valore ancor più significativo se si considera che si tratta di una crescita costante da 10 anni a questa parte.
CRAI oggi è leader nella prossimità, con ben oltre 3400 negozi distribuiti in tutta Italia, guidati da oltre un migliaio di imprenditori ben radicati sul territorio.

La conversione ai nuovi format proposti dalla Centrale è uno dei tanti motivi del consolidamento del successo del Gruppo CRAI: è in corso l’adeguamento dei punti vendita di ultra-prossimità in Cuor di CRAI (oggi siamo a 30 punti vendita con insegna Cuor di CRAI) e l’apertura delle grandi superfici CRAI Extra, anche queste a 30 punti vendita. Anche l’insegna Pellicano, acquisita nel 2016 dal Gruppo Crai è ormai attiva con 54 negozi presenti soprattutto al sud.

Il 2018 per CRAI è l’anno dell’inaugurazione dell’e-commerce, progetto realizzato con la collaborazione del Politecnico di Milano per l’analisi e la progettazione del sistema di spesa online. “L’e-commerce di prossimità è un nuovo canale per CRAI ma non certo un nuovo modo di relazionarsi al cliente” , afferma Marco Bordoli, Amministratore Delegato Crai. “Vogliamo portare CRAI a innovare sempre di più, senza snaturare la nostra mission di relazione e contatto con il territorio. L’e-commerce Crai di prossimità rappresenta una leva ulteriore che offriamo ai nostri clienti. È una leva strategica, ed a supporto di questo per esempio quest’anno abbiamo assunto 8 giovani specializzati proprio in vendite e progetti online ”.

articoli correlati

AZIENDE

Il Gruppo Masserdotti inaugura la nuova sede all’insegna dell’Industria 4.0

- # # # # #

Gruppo Masserdotti domino sistemi

“Questa fabbrica viene interamente dedicata al fondatore del Gruppo Masserdotti S.p.A., Cav. Andrea Masserdotti (1948-2014)”: così recita la targa affissa nell’impattante reception della nuova sede del Gruppo Masserdotti S.p.A., inaugurata ufficialmente lo scorso 12 aprile a Castel Mella (Brescia). Uno stabile imponente che personifica l’innovazione: uno stabile dinamico e contemporaneo porta in seno il concetto di Industry 4.0, che si traduce in sostenibilità ed efficienza a tutti i livelli, da quella energetica a quella produttiva. Il tutto realizzato in tempi record: inizio lavori a luglio 2017 e trasloco in una settimana a febbraio 2018, con un fermo delle attività di sole 6 ore per il riavvio dei server.

“La progettazione del fabbricato è partita da un’attenta analisi dei flussi di lavoro e di produzione per poter ottenere una maggiore efficienza nella distribuzione interna degli uffici e per creare un’area produttiva all’insegna della fluidità logica e funzionale” aggiunge Alberto Masserdotti, CEO del Gruppo . “Il complesso, che sorge in un polo artigianale, è stato realizzato completamente ex novo e si sviluppa su due piani votandosi alla forte innovazione tecnologica che permea l’azienda”, spiega l’architetto Giovanni Paneroni che firma il progetto. “Gli interni sono stati ideati puntando su un mood industriale con l’utilizzo di materiali di forte impatto estetico come cemento e ferro. Lo spazio dedicato alla produzione, che può ospitare il doppio delle attrezzature implementate nella sede precedente, nasce dalle cinque navate originarie che collegate tra loro danno vita ad un unico grande ambiente all’insegna della massima praticità operativa”.

Un posto d’onore è riservato allo showroom che, tra giochi di luce e chiaro-scuro, accoglie i visitatori nell’espressione massima della comunicazione multimediale: una gamma unica ed esclusiva di soluzioni tecnologiche per la visual communication firmate da Domino Sistemi srl, società del Gruppo specializzata nel Digital Signage.
Durante l’evento inaugurale un empatico Alberto Masserdotti ha sottolineato le ragioni che stanno alla base di questo importante investimento. “Abbiamo chiuso l’anno fiscale con un fatturato di 9 M di euro, registrando una crescita del 25% sul 2016, che sale al 67% se si considerano gli ultimi 36 mesi. Ciò ha determinato la necessità di rafforzare il reparto produttivo con nuovi sistemi industriali di ultimissima generazione, che sono stati implementati direttamente nella nuova fabbrica. L’area che abbiamo destinato alla produzione è stata progettata per accogliere un ulteriore potenziamento che è già prevedibile sulla base dei trend di crescita (+10% nel primo trimestre 2018) e dei nostri obiettivi aziendali volti all’apertura di nuovi mercati”.

È di poche settimana fa, infatti, l’annuncio delle nuove proposte Mobility che vanno ad arricchire il ventaglio di soluzioni multimediali offerte online attraverso l’e-shop DominoDisplay.com. Un’ulteriore risposta del Gruppo Masserdotti alla Digital Transformation che sta interessando tutti i comparti industriali e non solo. Un’offerta che amplia ulteriormente il panel di riferimento del Gruppo già molto variegato: dai grandi clienti corporate come brand internazionali del calibro di Metro, Coin, Prada al network di rivenditori di sistemi multimediali (tra cui elettricisti, system integrator, impiantisti) fino all’utenza finale raggiunta dall’eShop DominoDisplay.com come i piccoli esercenti.

Partita da Brescia, la realtà Masserdotti ha portato la qualità dell’imprenditoria Made in Italy nel mondo, decorando le vetrine di Miu Miu a Hong Kong e gestendo contenuti multimediali trasmessi in tutti i Continenti. “La sfida per il prossimo futuro? Confermarci realtà dinamica, pionieristica, capace di anticipare le esigenze. Un approccio premiante che continueremo ad alimentare anche grazie a nuove linee di prodotto che presto presenteremo al mercato”.

articoli correlati

COMMERCE

Imperial Fashion si apre al mercato internazionale in 13 Paesi con il nuovo sito

- # # # #

imperial fashion

Imperial Fashion, main brand del Gruppo Imperial SpA, cambia pelle e si fa internazionale! Da pochi giorni, il marchio è online con un nuovo sito completamente rinnovato dal punto di vista grafico, caratterizzato da un design chiaro ed essenziale, perfetto per presentare in maniera ancor più efficace ed incisiva i contenuti editoriali, le campagne advertising e i lookbook.

La vera novità riguarda però l’internazionalizzazione del sito www.imperialfashion.com che consentirà agli utenti, non più solo italiani, ma anche di Croazia, Repubblica Ceca, Danimarca, Finlandia, Grecia, Ungheria, Irlanda, Polonia, Romania, Slovacchia, Slovenia, Svezia e UK di acquistare attraverso l’e-commerce direttamente da questi Paesi.

Realizzato in italiano e in inglese, il nuovo sito presenta contenuti ricchi, curati e sempre aggiornati dove l’utente finale può non solo conoscere ed acquistare tutte le novità del brand ma entrare a pieno titolo nel mondo del marchio direttamente dal suo smartphone in maniera facile e veloce!

“Sono molto orgoglioso di questo nuovo progetto che ci consentirà di penetrare maggiormente il mercato internazionale”, ommenta Adriano Aere, fondatore e Presidente del Gruppo Imperial. “Ad oggi il Gruppo Imperial fattura oltre 207 milioni di euro di cui il 50% è realizzato all’estero. Per il 2018 puntiamo a creare una sempre maggiore sinergia tra on e off line in modo da espandere i nostro business in maniera più omogenea e strutturata”.

articoli correlati

AGENZIE

Gruppo Lorenzo Marini vince la gara di Caviro per il riposizionamento di Tavernello

- # # # #

Lorenzo Marini caviro tavernello

Caviro, il più grande vigneto d’Italia, ha affidato a Lorenzo Marini Group, dopo una consultazione con quattro agenzie, il budget pubblicitario del proprio brand eroe Tavernello.

La grande azienda vinicola italiana ha scelto di collaborare con l’agenzia fondata da Lorenzo Marini, che non ha prodotto solo una campagna tv ma ha sviluppato, per il vino più venduto in Italia, una strategia di comunicazione integrata a più livelli con un team interdisciplinare creato su misura per Caviro. La piattaforma concettuale e creativa presenta il nuovo posizionamento del brand, la sua gamma, che oltre al classico brik offre ai consumatori una linea completa ed articolata di vini in bottiglia, in grado di presidiare ogni occasione di consumo in ambito familiare.

“Siamo felici di aver scelto Lorenzo Marini Group perchè è una grande realtà italiana di comunicazione”, afferma SimonPietro Felice, Direttore Generale.  “E noi di Caviro come azienda leader italiana, vogliamo supportare sempre di più il brand Tavernello nella sua crescita di immagine e presenza nella vita quotidiana delle famiglie con una comunicazione di valore”.

Il team di lavoro dell’agenzia è stato composto da Ezio Campellone, general manager e strategic planner, da Riccardo Fattore art director, da Shan Shan Liu, graphic designer e da Elisabetta Scolaro account executive. Ha collaborato anche il Gruppo americano di AW Marini composto da Dominick Alessandro e Kris Weber, direttori creativi, e Artemisa Sakaj, account supervisor.

articoli correlati

MOBILE

Gruppo Roncaglia al Mobile World Congress nel segno di “High Tech, High Touch”

- # # # # #

roncaglia mobile world congress

“Non potevamo mancare ad un appuntamento dove sono stati presentati gli ultimi sviluppi in tema di industria 4.0 e Internet delle Cose, Intelligenza Artificiale e Machine Learning, realtà virtuale ed aumentata, smart cities e mobilità connessa”, spiega Paolo Roncaglia, azionista del Gruppo e general manager della Roncaglia Digital Marketing, commentando la presenza al Mobile World Congress di Barcellona, chiusosi ieri. “Per noi è vitale seguire attentamente queste evoluzioni”, prosegue Roncaglia, “perché la costante attenzione all’innovazione, sia sotto il profilo tecnologico, sia più in generale dei processi produttivi e della comunicazione, è da sempre un nostro tratto distintivo, che ci permette di offrire ai nostri clienti una gamma di offerta e competenze sempre up to date”.

“Al WMC si è inoltre discusso di una dimensione digital ed immersiva che ci è molto congeniale”, aggiunge il General Manager.  “La live communication è una delle attività per cui realizziamo diversi progetti dove dimensione fisica e digitale si integrano e si amplificano a vicenda.  Così è avvenuto in  #GoMB per Mercedes-Benz, che ha ingaggiato con creatività i supporter della Formula 1 trasportando per la prima volta le emoji dai social al mondo reale, in una innovativa interazione fra digitale ed evento. Oppure #BestMBfan, contest digitale in cui i tifosi di Formula 1 si sono prima sfidati sui social e poi dentro la Mercedes-Benz Supporter Home, una showcase di vetro con una parete di 10 metri interamente ricoperta di led semitrasparenti, che ha permesso al pubblico in piazza di interagire con i contenuti generati on line e on site, seguendo inoltre il racconto live di quanto accadeva dentro e fuori la home”.

“Dobbiamo tenere sempre a mente”, conclude Roncaglia, “che l’aumento degli strumenti e degli stimoli non è una garanzia di rilevanza per il consumatore, che rischia invece di disporre di un’attenzione sempre più limitata. Per questo crediamo in un approccio “high tech, high touch”: l’intelligenza emotiva e la creatività saranno sempre elementi essenziali per il nostro Gruppo”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Le Ferrovie dello Stato Italiane e Saatchi & Saatchi contro le aggressioni al personale FS.

- # # #

ferrovie fs

Dagli occhi dei nostri figli”: ha preso il via la campagna di sensibilizzazione contro le aggressioni al personale del Gruppo Ferrovie dello Stato, che, con un tono di voce emotivo, invita i viaggiatori a non rimanere indifferenti agli atti di violenza, in costante aumento, anche ai danni del personale al lavoro sia a bordo dei treni e degli autobus sia nelle stazioni.

Nella creatività, opera dell’agenzia Saatci & Saatchi, prestano il volto i figli del personale del Gruppo FS Italiane, che raccontano il lato umano di chi lavora per l’azienda. Una campagna multisoggetto che pone al centro della comunicazione i bambini che danno il loro punto di vista sul problema in questione, esprimendosi con un linguaggio tenero e ingenuo.

La campagna, pianificata dal 25 novembre ad opera di OMD, è veicolata sui monitor di bordo e delle biglietterie di Trenitalia, negli impianti digitali all’interno delle stazioni di Rete Ferroviaria Italiana e sui bus e nelle fermate di Busitalia.

 

Credits

Agenzia: Saatchi & Saatchi
CEO: Simone Masé
Direttore Creativo Esecutivo: Agostino Toscana
Direttore Creativo: Alessandro Orlandi e Manuel Musilli
Art Director: Fabio D’Alessandro e Ignazio Morello
Copywriter: Alice Scornajenghi
Fotografo: Lorenzo Scolari
Art buyer: Rossana Coruzzi
Account Director: Isabella Conti
Centro Media: OMD
PR Coordinator: Rachele Dottori

articoli correlati

AGENZIE

Lorenzo Marini Group è anche healthcare, grazie alla partnership con Well Comm

- # # # #

well comm

Il Gruppo di Lorenzo Marini si allarga all’healthcare, grazie alla joint venture con Well Comm Torino, agenzia di comunicazione fortemente specializzata e di lunga tradizione nel settore farmaceutico, guidata da Massimo Salata, CEO dell’agenzia. Well Comm Torino infatti vanta una lunghissima esperienza su clienti quali Menarini, Pfizer, Dompè, Sanofi Aventis, Glaxo SmithKline, Abiogen Pharma, Alfa Wassermann, Chiesi, Equilibria, Novartis, Roche e Ministero della Salute.

“La comunicazione nel settore farmaceutico è sempre più presente e importante nella vita delle persone ed è oggi, a tutti gli effetti, trattata come un prodotto di largo consumo”, afferma Lorenzo Marini, CEO e Direttore Creativo di Lorenzo Marini Group. “Conosco Massimo Salata da molti anni e posso garantire che ci sono pochi esperti come lui nel settore della comunicazione farmaceutica. Ed è proprio per questo che l’unione di creatività e competenza specifica ci porta ad essere un player molto significativo nel settore”,

“La scelta di avere un partner come Lorenzo Marini Group”, continua Massimo Salata,  “nasce dal fatto che la creatività nel settore farmaceutico non ha finora espresso il suo potenziale per affermare sempre di più i brand presso le persone. Si tratta di una comunicazione abbastanza stereotipata che richiede, nel rispetto dei disciplinari del Ministero della Salute, maggiore propositività, per capitalizzare gli investimenti nel tempo e rendere distintive le comunicazioni.”

Con questa nuova società si allarga il servizio che Lorenzo Marini Group può offrire al mercato, diventando sempre di più un gruppo indipendente e rilevante nello scenario della comunicazione italiana, con sei società che spaziano dall’advertising al digital, dal media alle relazioni pubbliche e al below the line. Con l’ingresso di Well Comm Torino sale a 70 il numero degli addetti e nasce una nuova sede operativa a Torino.

Nella foto, da sinistra: Ezio Campellone, Massimo Salata, Lorenzo Marini, Alba Beiras.

 

articoli correlati

AGENZIE

BrandMade (Gruppo Trilud) si aggiudica il redesign del sito di ToolsGroup

- # # # # # #

BrandMade, agenzia creativa di Trilud Group, si aggiudica il progetto di redesign della piattaforma online di ToolsGroup, fornitore globale con la maggiore esperienza nelle soluzioni di Demand Analytics, ottimizzazione delle scorte e pianificazione della supply chain.

Il progetto prevede il redesign strutturale e grafico del sito internet istituzionale, con l’obiettivo di renderlo più fruibile e su misura per l’audience di riferimento. La transizione alla nuova versione del sito, online nel primo quarter 2017, colmerà le attuali lacune in termini di user experience rispettando tuttavia guidelines, valori e necessità del colosso gestionale.

“È stato molto facile per me scegliere BrandMade per la realizzazione del nostro nuovo sito aziendale”, ha commentato Dafna Shamir, Global Digital Marketing Manager di ToolsGroup. “Ho da subito percepito grande professionalità, curiosità e voglia di mettersi in gioco con grande impegno e dedizione”.

L’obiettivo è rispondere alle esigenze di accessibilità degli utenti in modo da guidarli all’interno di un percorso, più che di un semplice sito web. L’agenzia fornirà consulenza per una riorganizzazione efficiente e SEO compliant dei contenuti testuali ed effettuerà un restyling grafico che ottimizzerà e agevolerà la navigazione. Il progetto di sviluppo prevede un layout glocal che rafforzi l’identità digitale dell’azienda a livello globale, consentendo alle succursali locali di adattare lo strumento in base alle esigenze dei fruitori delle specifiche realtà territoriali.
Alla nuova interfaccia user-friendly si affianca l’expertise sviluppata dall’agenzia in termini di linguaggio SEO, favorendo l’indicizzazione dei contenuti e promuovendone un migliore posizionamento all’interno dei motori di ricerca.
“Questa è sicuramente una grande opportunità”, dichiara Marco Schifano, Managing Director di BrandMade (nella foto),  ” per confermare la nostra apertura verso il mercato internazionale dei servizi digitali. La collaborazione con una grande azienda come ToolsGroup è sicuramente segno di riconoscimento della costante attività di ricerca e sviluppo che portiamo avanti quotidianamente, per garantire ai nostri clienti progetti e strategie efficaci e di successo”.
.

articoli correlati

AZIENDE

Nasce “Infinity University”, la formazione firmata Zucchetti e Gruppo Pat

- # # # # #

pat zucchetti

Il Gruppo Pat, società del Gruppo Zucchetti e player di riferimento nel panorama italiano delle soluzioni IT per la gestione efficace del customer service, service desk, social collaboration e crm, ha avviato ufficialmente, il 4 luglio, la prima classe di 15 studenti che sono stati selezionati per partecipare al progetto “Infinite University”, un percorso di formazione che durerà 6 settimane, volto a formare e identificare quelle figure professionali che potranno contribuire all’evoluzione delle soluzioni Pat, sia mediante presidio dai clienti, che dall’interno dell’organizzazione.

“L’idea è nata pensando a come diffondere la cultura e la potenzialità della tecnologia, asset fondamentale nelle strategie di business dei nostri client, sèiega Patrizio Bof, AD del Gruppo Pat. “Pensando quindi a loro e a come fornire loro servizi sempre migliori, abbiamo sviluppato un ambizioso progetto, che ha come obiettivo quello di formare delle nuove figure professionali che potranno contribuire all’evoluzione delle nostre soluzioni, sia mediante presidio dai clienti, che dall’interno della nostra organizzazione” dichiara .

Il progetto Infinite University è stato realizzato mediante la collaborazione con Umana Forma, la società del Gruppo Umana che si occupa di formazione professionale, progettando interventi formativi in collaborazione con le imprese, per favorire l’immediata operatività delle risorse.
Dopo una fase di ricerca e colloqui di circa un centinaio di giovani neo laureati provenienti da tutta Italia, sono stati identificati i primi quindici talenti che accedono ai corsi formativi che li guideranno concretamente all’ambito professionale. Il programma delle lezioni, infatti, spazia dal Team Building, al problem solving, alla negoziazione con il cliente, fino all’approfondimento di specifiche piattaforme tecnologiche di Pat.

“Le persone sono i veri motori del cambiamento”, sottolinea Bof, “perché sono i potenziali interpreti delle tecnologie di oggi e di quelle che verranno. Infinite University vuole essere una fucina di talenti: portarli in classe e plasmarli, formare dei professionisti, i Service Manager del domani per garantire ai nostri clienti la presenza di consulenti specializzati e dedicati che potranno affiancarli realmente nello sviluppo dei nuovi progetti”.

 

articoli correlati

AZIENDE

TimeOne: entra Public-Ideas

- # # # # #

public-idea timeone

Public-Ideas, azienda leader nel mercato dell’affiliazione che offre soluzioni digitali attraverso piattaforme di performance e programmatic buying, entra a far parte di TimeOne, il nuovo gruppo internazionale dell’online marketing che fa leva su innovazione e ricerca scientifica, su contenuti, dati e sulla forma di marketing denominata “prescriptive”.

“Siamo entusiasti di poter iniziare l’anno annunciando l’inizio di questo nuovo percorso”, commenta Francesca Pinzone (nella foto), Country Manager Public-Ideas Italia. “Nel nostro paese continueremo a operare con il medesimo brand, ma oggi facciamo parte di un unico gruppo altamente specializzato che porterà in ogni paese in cui opera tutte le più innovative soluzioni di digital marketing” .

TimeOne, che nasce dall’alleanza di differenti realtà, ognuna focalizzata su un core business specifico, prevede infatti lo sviluppo continuo di nuove partnership già nelle prossime settimane e punta a valorizzare l’interconnessione di contenuti, dati e tecnologie. L’operazione crea un gruppo con un fatturato consolidato di circa 50 milioni di euro e segna il passaggio a una visione basata su un approccio multidisciplinare. Combinando le diverse competenze, TimeOne offrirà una gamma molto ampia di servizi di marketing digitale coprendo attivamente i settori mobile, programmatic, native, marketplace e performance, con le sue sei business unit, inclusa la più recente.

TimeOne – Native, produce contenuti per i brand usando lo storytelling e basandosi sulle conversazioni degli utenti. Utilizzando un approccio di Content Discovery, TimeOne promuove un modello di comunicazione più rispettoso in cui l’utente diventa stakeholder nel rapporto con il brand.

TimeOne – Performance, posizionato al centro del flusso di dati tra editori e inserzionisti, la unit offre servizi innovativi per l’acquisizione dei clienti, la generazione di fatturato, la riattivazione degli utenti dormienti e l’engagement degli utenti online.

TimeOne – Market Place aggrega, analizza, controlla e assegna punteggi ai profili forniti su uno specifico marketplace.

TimeOne – Programmatic – l’unità programmatic del gruppo – ha la capacità di gestione media e qualificazione dell’audience su vari canali (Display, Video, social, ecc.). Questo è il motivo per cui il programmatic è presente trasversalmente nelle diverse business unit di TimeOne.

TimeOne – Mobile, la business unit specializzata appunto nel comparto “mobile”, programmatic based.

Con l’implementazione di un cuore tecnologico comune (Platform Data Management – DMP), TimeOne punta a facilitare lo sfruttamento di dati grezzi provenienti dalle diverse Business Unit del gruppo. Questa DMP – denominata “T1” – raccoglie ed elabora enormi volumi di dati trasversalmente ed è alimentata da dati provenienti da numerose fonti, di qualità, aggiornate ed esclusive.

Statistici e matematici ampliano costantemente la piattaforma con funzionalità di Marketing Automation e Prescriptive Marketing. Questa combinazione di operazioni è particolarmente utile nella qualificazione degli utenti perché fornisce insight dicisivi per le attività di business. I dati vengono quindi elaborati, ordinati in cluster e resi accessibili per costituire il nucleo della strategia media.

Combinando l’esperienza nella creazione dei contenuti, apprendimento automatico, prescriptive marketing, performance e attivazione in tempo reale, TimeOne aggiunge nuovo valore ai media creando un innovativo ecosistema di servizi di marketing.

 

articoli correlati