AGENZIE

Bamakò vince la gara per la campagna TV e la strategia multicanale di Conbipel

- # # #

Conbipel

Conbipel, una delle realtà storiche del mondo della moda uomo donna e bambino presente in tutta Italia con oltre 175 negozi, ha scelto l’agenzia Bamakò – brand che fa parte di Gruppo Icat – per sviluppare l’intero piano di comunicazione per l’autunno/inverno 2018. Il progetto multicanale vedrà una forte integrazione fra spot TV e canali digital con il duplice obiettivo di raccontare i valori chiave della marca, da un lato, e supportare, dall’altro lato, le promo stagionali.

“Il consumatore di oggi”, commente Francesco Mazzo, CEO di Bamakò. “è un consumatore 3.0, un elemento chiave nel processo di costruzione del valore di un brand. Tramite il mondo digital uomini e donne sono parti attive che seguono tendenze, ma al tempo stesso contribuiscono a crearle; sono attori protagonisti che, insieme ai brand, definiscono uno stile di vita, un universo di valori. Il progetto studiato per Conbipel nasce in questo scenario, dove domina una contaminazione profonda fra on line e off line, fra codici di comunicazione diversi che dialogano tra loro. L’obiettivo è raccontare l’uomo e la donna Conbipel, esprimendone i valori, lo stile di vita e l’identità attraverso contenuti ingaggianti e una strategia multicanale dal forte impatto emozionale”.

Bamakò curerà la creatività e la produzione di due spot, che saranno pianificati sulle maggiori reti nazionali a partire dall’autunno 2018. Grande importanza avrà inoltre la strategia digital con un’imponente attività di content marketing sui canali digital e social e, in parallelo, un’intensa campagna di advertising sui motori di ricerca e attività Seo per offrire una digital experience basata su contenuti targetizzati e rilevanti per gli utenti.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

“The Shirt anatomy”: il content marketing di Xacus si sviluppa con Gruppo icat

- # # #

xacus

Xacus è un’eccellenza italiana nel mondo della camicia da oltre 60 anni. Premiata come esempio di azienda innovativa nel comparto moda, ha scelto Gruppo icat per un articolato progetto di content marketing che si sviluppa sia sul blog sia attraverso un progetto editoriale speciale.

Al Pitti Uomo 2018, infatti, Xacus ha presentato in anteprima “The Shirt anatomy” un progetto editoriale che, attraverso contenuti esclusivi e suggestioni visive, illustrazioni realizzate a mano e ricerche storiche, guida il lettore lungo un viaggio di scoperta.

Il concept creativo e il progetto editoriale, curato da Gruppo icat, nasce da una forte metafora di fondo: la camicia da uomo e da donna è come una seconda pelle, è un elemento vivo, che si evolve e si adatta all’ambiente. Per questo ogni capitolo riprende questa metafora e racconta le parti della camicia – il collo, le maniche, il busto – come se fossero elementi anatomici. Le tessiture diventano invece la pelle della camicia, le origini del cotone e le armature sono passate in rassegna immaginandole come lo scheletro, mentre la sua storia è raccontata come fosse l’evoluzione darwiniana di una specie. E, infine, c’è il movimento: ogni camicia è un elemento dinamico, che nasce per vivere in un contesto, per uscire fuori dalla staticità di un guardaroba ed esprimersi in outfit sempre diversi in base all’occasione.

Il libro raccoglie e mette a frutto un lavoro partito a fine 2016 con l’apertura del blog aziendale. Il content marketing è stato poi affidato a primavera 2018 all’agenzia Gruppo icat che ha elaborato un piano editoriale e un approccio narrativo nuovo andando a toccare tutti gli elementi chiave del mondo della camicia. Attraverso rubriche dedicate alle icone di stile, alla storia della moda nel 900, agli aspetti più tecnici della camicia e con un occhio di riguardo verso le tendenze stilistiche, il blog è diventato nel tempo un riferimento per conoscere la camicia in tutte le sue sfumature.

The Shirt Manual, commenta Davide Celeghin, Sales & Brand Manager di Xacus, “è probabilmente uno degli strumenti più innovativi del settore per promuovere e far conoscere il mondo della camicia attraverso i decenni di esperienza di Xacus. Gruppo icat ha saputo cogliere il valore di questo progetto e l’agenzia è stata fondamentale per sviluppare questa idea, per averla resa visivamente tangibile e perfettamente in linea con la nostra Brand Identity“.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Yoga rinnova il packaging e il posizionamento di Tasky con Gruppo icat

- # # #

yoga tasky gruppo icat

Yoga ha scelto l’agenzia Gruppo icat per rinnovare il posizionamento e il packaging di Tasky, il succo pensato per un target giovane e dinamico, arricchito di vitamine e sali minerali. L’esigenza di Yoga era di rafforzare l’immagine del prodotto, finora molto legato alla fascia kids, per puntare a un pubblico più ampio composto da ragazze e ragazzi under 35, dallo stile di vita dinamico e che amano lo sport.

L’agenzia ha quindi rivisto completamente il packaging valorizzando l’autenticità del prodotto e l’energia delle vitamine, che sono i valori che contraddistinguono Tasky. “Nell’ideazione della nuova creatività”,  sottolinea Elena Borella, Direttore Creativo di Gruppo icat, “abbiamo dato più corpo al frutto riservandogli grande spazio nel visual e l’abbiamo posizionato in alto, in corrispondenza dell’apertura. Inoltre abbiamo ridisegnato le linee del pack con curve più sinuose e accattivanti per “stringerlo” durante il consumo: così facendo trasmettiamo l’idea che bere da un pack Tasky è come spremere il frutto direttamente nella bocca per gustarlo nell’immediato, in tutta la sua freschezza e vitalità. Abbiamo poi scelto un formato ridotto che lo rende un succo monodose ideale durante l’attività fisica e perfetto da portare in borsa, per gustarlo ovunque e in qualunque momento della giornata”.

articoli correlati

AZIENDE

Il Made in Italy protagonista all’ultimo evento per il 2017 di Icat ComMeet

- # # #

commeet gruppo icat

Come comunicare e valorizzare le eccellenze italiane del Made in Italy nei mercati esteri? È questa la domanda che fa da filo conduttore all’evento di mercoledì 15 novembre a Padova, presso l’Hotel Four Points by Sheraton. L’appuntamento far parte del ciclo di incontri promossi e organizzati da Icat ComMeet, la divisione dell’agenzia Gruppo icat, dedicata alla cultura della comunicazione.

Tre relatori di spicco racconteranno il loro punto di vista alla platea di imprenditori, professionisti e manager. Saranno infatti a Padova Eusebio Gualino, Amministratore Delegato di Gessi Spa, da oltre 20 anni azienda produttrice di oggetti esclusivi di arredo per il bagno, la cucina e il wellness; Augusto Cremonini, Presidente e CEO di Inalca Food&Beverage, multinazionale della distribuzione alimentare in più di 60 paesi; e Alberto Stracuzzi, Customer Intelligence Director di BlogMeter, eccellenza italiana nella social media intelligence.

I tre relatori si confronteranno su come va comunicato “il brand” Made in Italy e quali sono le sfide che le aziende italiane si trovano ad affrontare quando approcciano mercati nuovi e in contesti culturali molto diversi, dove la competizione si gioca sul territorio, ma anche sul digital e sui social.
“Il Made in Italy”, commenta Albino Ponchio, Direttore di Icat ComMeet, “è uno degli asset fondamentali su cui il nostro Paese può contare. In un mercato sempre più connesso e complesso, tuttavia, la capacità di comunicare e creare interesse, attraverso una narrazione di ideali e di valori, assume un ruolo sempre più essenziale. Questa è un’opportunità che coinvolge aziende, imprese e chiama in prima persona i professionisti della comunicazione a riflettere sulle scelte strategiche per ottenere un posizionamento unico e distintivo”.
Per partecipare all’evento è necessario iscriversi attraverso questo link.

articoli correlati

AGENZIE

Il primo Netcomm Digital Camp: dal 27 al 29 settembre a Lecce alla scoperta dell’eCommerce

- # # # # # #

netcomm

In un contesto in cui la crisi economica fa il paio con quella del commercio tradizionale, la chiave del successo competitivo è creare un’esperienza di unified commerce, dove online, offline e i diversi device si mescolano in un nuovo ecosistema esperienziale.

Tutti temi che verranno affrontati dal 27 al 29 settembre dai principali top player del settore digital e dell’e-commerce durante il primo Netcomm Digital Camp, che si svolgerà presso l’Acaya Golf Resort in provincia di Lecce: un evento formativo che vedrà la partecipazione di aziende come GooglePaypal e Vente-Privée, è promosso da Netcomm (Consorzio del Commercio Elettronico Italiano) in collaborazione con Unicom (Unione Nazionale Imprese di Comunicazione) e con il supporto delle agenzie di comunicazione Bamakò e Gruppo icat.

Una tre giorni riservata a imprenditori, responsabili marketing, e-commerce e business manager, ma anche professionisti che per la prima volta vogliano accostarsi al mondo dell’online con gli strumenti giusti, diventando capaci di sviluppare ambiziosi obiettivi di business.
E-commerce project, key performance indicators, e-commerce marketing, native advertising, branded content, reale time bidding, ottimizzazione dei risultati di vendita, analisi dei marketplace e scelta delle piattaforme idonee ai mercati esteri saranno alcuni dei temi trattati durante i workshop intensivi a numero chiuso del 27 e 28 settembre, a cura di Giulio Finzi (Segretario generale Netcomm) e Mario Bagliani (Senior partner Netcomm Services).

Un altro importante appuntamento del Camp sarà il convegno gratuito del 29 settembre con i principali player del digital: in un contesto in continua evoluzione, dove le nuove tecnologie si affacciano incessantemente al mercato e gli scenari competitivi sono sempre più complessi e indefiniti, il punto di riferimento resta sempre e solo il cliente finale. Un interessante dibattito a cui prenderanno parte alcuni protagonisti del mondo online italiano e internazionale, accompagnati da testimonianze e casi di successo di imprese italiane che racconteranno la loro esperienza nei mercati digitali italiani e di tutto il mondo-

Tra i relatori:
Roberto Liscia, Presidente Netcomm
Simone Zucca, Digital Sales & Marketing Google
Valentina Visconti, Country Manager Italia Vente Privée e Privalia
Federico Zambelli Hosmer, General Manager Italy PayPal
Samuele Fraternali, Research Analyst, Osservatori Digital Innovation Politecnico di Milano
Mario Bagliani, Senior partner Netcomm Services
Giulio Finzi, Segretario generale Netcomm
Alessandro Ubertis, Presidente Unicom
Alessandro Bocca, Head of e-commerce & global acceptance services Banca Sella
Dirk Pinamonti, Head of e-commerce CartaSi Gruppo ICBPI
Claudio Capovilla, Presidente Gruppo icat
Francesco Mazzo, Membro del Consiglio Direttivo di Unicom e CEO Bamakò Italia
Gabriele Filieri, digital strategist e SEO specialist Bamakò Italia
Paolo Manocchi, formatore comportamentale e Life Coach.

“Le competenze digitali sono un fattore strategico per lo sviluppo delle imprese e per l’evoluzione del sistema Italia”, commenta Roberto Liscia, Presidente Netcomm. “Le aziende italiane non possono vincere la partita della competitività internazionale se non iniziano un percorso di trasformazione digitale, di politiche legate all’innovazione e quindi alla formazione delle persone. Diventa quindi oggi fondamentale sviluppare all’interno delle aziende conoscenze e competenze specialistiche per affrontare le innumerevoli sfide digitali. Ed è proprio questo uno degli obiettivi del nostro Camp”.
“Da sempre l’Associazione che ho l’onore di presiedere promuove la cultura della comunicazione digitale nelle sue molteplici sfaccettature. Per questo riteniamo la formazione e l’informazione del personale delle imprese appartenenti ad Unicom (e non solo) un dovere, oltre che un tassello fondamentale per i professionisti del settore”, conferma Alessandro Ubertis, Presidente Unicom . “Già in passato abbiamo collaborato con Netcomm per dare vita ad eventi di spessore, come il primo Netcomm Digital Camp, a cui tra pochi giorni prenderemo parte. Sarà un momento importante per confrontarci sulle sfide dell’e-commerce e sul futuro della comunicazione”.

Per maggiori informazioni o per iscriversi al Camp visitare il sito www.netcommdigitalcamp.it o scrivere a info@netcommdigitalcamp.it

articoli correlati

AZIENDE

icat ComMeet: Le novità nel mondo del retail, una grande opportunità per le aziende

- # # # # #

commeet

Dopo la pausa estiva, riprendono gli appuntamenti con gli eventi promossi da icat ComMeet. Il prossimo è fissato il 7 settembre e sarà dedicato alle novità e ai trend attuali e futuri nel mondo del retail. Si tratta del settimo incontro organizzato dalla nuova divisione dell’agenzia Gruppo icat dedicata alla formazione delle figure chiave che si occupano di marketing e comunicazione.

Innovazione e nuovi format distributivi
All’appuntamento del 7 settembre, si farà il punto sull’innovazione in atto nel campo del retail e sulle nuove opportunità che si aprono per le aziende. In modo particolare si parlerà di nuovi format distributivi, negozi monomarca, flagship store, concept store, temporary store, multicanalità, integrazione dell’offerta, franchising, eCommerce, digital retail e shopping experience.

Interverranno:

  • Daniele Tirelli, Presidente di Retail Institute of Italy e docente presso la IULM di Milano, l’Università Statale di Milano e l’Università di Modena-Reggio Emilia. Collabora con le principali testate italiane specializzate nel campo del marketing e della distribuzione;
  • Fabio Brescacin, Presidente di Ecor-NaturaSì è considerato uno dei pionieri del mercato biologico in Italia. E’ tra i fondatori di Gea, azienda di distribuzione che diverrà Ecor S.p.A. e successivamente EcorNaturaSì S.p.A.;
  • Antonio Canovese, CX Sales Manager di Venistar, da oltre 20 anni partecipa ad importanti progetti per illustri Brand Internazionali del Fashion & Luxury. È responsabile della vendita di soluzioni Digitali e di Customer Experience.

Un anno ricco di eventi
Vari sono stati i temi affrontati nei precedenti incontri con la partecipazione di un pubblico sempre numeroso e attento, formato da imprenditori, manager e professionisti. Gli argomenti trattati con il contributo di relatori di caratura internazionale hanno fatto luce su brand position, storytelling, responsabilità sociale d’impresa, sostenibilità ambientale, dinamiche innovative dei mercati e tanto altro ancora, fornendo strumenti e pratiche innovative per le aziende.

Per partecipare all’evento è necessario iscriversi attraverso questo link

 

Programma
Registrazione 17:00
Introduzione: Albino Ponchio 17:20
1° intervento: Daniele Tirelli 17:30 – 18:30

Break 18:30 – 18:45

2° intervento: Fabio Brescascin 18:45 – 19:30
3° intervento: Antonio Canovese 19:30 – 20:10
Dibattito 20:10 – 20:30

Location: Four Points by Sheraton, Hotel & Centro Congressi – Corso Argentina 5, 35129 Padova (Uscita Padova Est)

 

articoli correlati

AZIENDE

A settembre il primo Netcomm Digital Camp, l’evento dell’anno per la formazione digitale

- # # # # # #

Netcomm

Sono aperte le iscrizioni al primo Netcomm Digital Camp, l’evento formativo dell’anno sul mondo digitale organizzato da Netcomm (Consorzio del Commercio Elettronico Italiano) e Unicom (Unione Nazionale Imprese di Comunicazione) in collaborazione con le agenzie di comunicazione Bamakò e Gruppo icat.

Una tre giorni che vedrà la partecipazione di top player del settore come Google, Paypal e Vente-Privée, dal 27 al 29 settembre presso la suggestiva location salentina dell’Acaya Golf Resort.

Un evento riservato a imprenditori, responsabili marketing, eCommerce e business manager, ma anche professionisti che per la prima volta vogliono accostarsi al mercato del digital con gli strumenti giusti, raggiungendo online ambiziosi obiettivi di business.

Per maggiori informazioni e iscrizioni: www.netcommdigitalcamp.it

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Icat ComMeet: Corporate Social Responsibility, un’opportunità per le imprese

- # # # # # # #

icat commeet

Il tema della sostenibilità sociale e ambientale è uno dei più importanti degli ultimi anni. Nell’ultimo incontro di Icat ComMeet, tenutosi lo scorso 6 aprile, quattro relatori d’eccellenza, Federico Caniato e Antonella Moretto, del Politecnico di Milano, Laura Macchion, dell’Università di Padova e Tommaso de Luca, del Gruppo Lucart-Tenderly, hanno esposto al pubblico presente in sala le loro ricerche, i loro risultati e le case history più significative. A presiedere l’evento, Albino Ponchio, direttore di Icat ComMeet.

Il CSR e la moda
Dopo l’apertura dell’evento da parte del direttore Albino Ponchio, hanno preso la parola F. Caniato, A. Moretto e L. Macchion, presentando la loro ricerca: il modo in cui le aziende del comparto moda mettono in atto e comunicano policy legate alla sostenibilità ambientale e sociale d’impresa. Un percorso, il loro, che ha offerto ai presenti un quadro completo del tema. Sempre più aziende prestano attenzione all’impatto sociale delle loro iniziative, promuovendo campagne e raccontando il loro impegno nel sociale. Ogni brand affronta il tema in modo differente: dalla raccolta degli indumenti in disuso, alla politica di assunzione degli immigrati, passando per il finanziamento di progetti sociali come fornire occhiali da vista gratuitamente ai Paesi del Terzo Mondo (F. Caniato). In quest’ottica, il web diventa una risorsa essenziale: tutti i brand che hanno deciso di adottarla come linea guida della loro impresa, le hanno dedicato uno spazio all’interno del sito per raccontare le iniziative e le campagne di sensibilizzazione. Ѐ importante sottolineare che non si parla solo di strategie di marketing, ma di un nuovo modo di intendere l’azienda e il prodotto stesso: molte imprese ci insegnano che materiali creati da prodotti riciclati possono essere di qualità migliore, rispetto a quelli “tradizionali”. Un esempio è quello di H&M, che utilizza la buccia dell’uva per creare prodotti in pelle: resistenti e di qualità. Il tema della sostenibilità è, di fatto, un driver di innovazione rivolto a tutte le aziende, non solo a quelle high luxury (L. Macchion). Ultimo punto della ricerca e che richiede grande attenzione, è sicuramente la supply chain: l’idea di social responsibility può nascere, infatti, non solo dal brand owner, il quale lo comunica ai suoi fornitori, ma possono essere anche questi ultimi ad attivare la leva per un processo di innovazione di tutta la filiera (A. Moretto).

Gruppo Lucart-Tenderly
Nella seconda parte dell’incontro, è stata presentata la Case History di gruppo Lucart-Tenderly. Tommaso De Luca ha raccontato il progetto sostenibilità messo in atto dalla sua impresa, partendo dall’idea che tutto si può riciclare. Il loro obiettivo a livello ecosostenibile era quello di recuperare la totalità dei materiali che compongono il tetrapak, e, a livello strategico, quello di accrescere la reputazione dell’azienda madre, e non dei singoli brand, consolidando l’idea di corporate. Una delle iniziative più importanti è sicuramente “Gondola 4 All”: dopo aver brevettato il nuovo materiale creato dal riciclaggio della parte plastica e di alluminio del tetrapak, lo hanno impiegato nella produzione di una piattaforma per consentire l’accesso ai disabili alle gondole.

Prossimo appuntamento: Il Consumatore 3.0
Il nuovo Consumatore 3.0: chi è? Quali sono le sue esigenze? Come arrivare al suo cuore? In un mondo dove il consumatore è informato, autonomo ed evoluto, quali sono le tecniche di comunicazione e marketing più efficaci? Icat ComMeet vi aspetta il prossimo 24 maggio a Padova per discuterne insieme..0

articoli correlati

AZIENDE

Icat ComMeet: comunicare la Sostenibilità Ambientale e Sociale dell’Impresa

- # # # #

icat commeet

La complessità degli attuali mercati ha ridisegnato la mappa dei bisogni etici e sociali dei consumatori e di tutti i soggetti coinvolti nell’attività di un’azienda. Si pone quindi l’esigenza di una riflessione attenta, sulle nuove dinamiche affinché si possa intervenire efficacemente con una strategia di Corporate Social Responsibility per mantenere il vantaggio competitivo, migliorare la capacità di tutta la filiera produttiva, rafforzare la reputazione aziendale e la brand preference.

Questo sarà il focus del prossimo appuntamento promosso da Icat ComMeet, il ramo dell’agenzia Gruppo icat dedicato alla formazione delle figure strategiche che si occupano di marketing e comunicazione.

A intervenire sono stati invitati autorevoli rappresentati del mondo accademico e della comunicazione: Federico Caniato, Professore Associato presso la School of Management del Politecnico di Milano; Laura Macchion, Ricercatrice presso il Dipartimento di Tecnica e Gestione dei sistemi industriali dell’Università degli Studi di Padova; Antonella Moretto, Ricercatrice presso la School of Management del Politecnico di Milano; Tommaso De Luca, Responsabile della Comunicazione del Gruppo Lucart -Tenderly.

In occasione di questo appuntamento, sarà presentata una ricerca, realizzata dall’Università di Padova e dal Politecnico di Milano, sulle best practice, le strategie di azioni concrete che le aziende del settore fashion mettono in atto per dare concretezza alle politiche di responsabilità sociale e al modo in cui vengono comunicate.

“Il sistema produttivo ha subito un’evoluzione così veloce e complessa che è diventato necessario adottare strategie che siano in grado di soddisfare le nuove esigenze dei consumatori e degli stakeholder. Con questo incontro desideriamo offrire un valido contributo a tutte le imprese che lavorano in un mercato sempre più saturo, che fa sempre più fatica a conquistarsi il consenso del pubblico”, sottolinea Albino Ponchio, Direttore di Icat ComMeet”.

L’incontro è gratuito ed è rivolto esclusivamente a imprenditori, direttori marketing, manager e professionisti. Si svolgerà a Padova, giovedì 6 aprile, dalle 17:00 alle 20:30, nella sala congressi dell’Hotel Four Points by Sheraton. Per partecipare è necessaria la registrazione attraverso il sito.

Il programma
Registrazione 17:00 – 17:20
Introduzione: Albino Ponchio 17:20 – 17:30
1° intervento: Federico Caniato 17:30 – 18:00
2° intervento: Laura Macchion – Antonella Moretto 18:00 – 19:00

Break 19:00 – 19:15

3° intervento: Tommaso De Luca 19:15 – 20:00
Dibattito 20:00 – 20:30

Al prossimo appuntamento, fissato per giovedì 11 maggio, si parlerà del profilo del Nuovo Consumatore. Chi è, cosa chiede alle marche, come comunicare con lui e come conquistarlo.

 

articoli correlati

AZIENDE

icat ComMeet: le grandi sfide nel Food & Beverage

- # # # # #

food

Il successo passa anche e soprattutto dal coraggio del rinnovamento e da un’adeguata comunicazione, questa è la lezione che è emersa dall’ultimo incontro di icat ComMeet del 22 febbraio scorso. Come si trasforma il prodotto e come cambia la comunicazione con il passare delle mode, con particolare riferimento al Food & Beverage, è stato il tema scelto per questo secondo appuntamento del 2017. I lavori si sono aperti con il saluto del Direttore di Icat ComMeet Albino Ponchio ai 150 iscritti, fra cui manager, professionisti e imprenditori.

Il primo dei relatori a prendere la parola è stato Antonio Cellie, Amministratore Delegato Fiere di Parma che ha presentato una dettagliata panoramica sull’evoluzione e l’innovazione che ha coinvolto il mondo del Food & Beverage in relazione al retail marketing e alle strategie di posizionamento dei prodotti nel mercato globale. Inoltre, ha approfondito le dinamiche dei grandi eventi fieristici e analizzato le opportunità di questo strumento di comunicazione per il comparto italiano legato al settore alimentare ed enogastronomico.

Grande interesse ha suscitato l’intervento successivo di Alessandro Angelon, Presidente e AD di Forno d’Asolo Spa, società operante da 30 anni nella produzione e commercializzazione di prodotti da forno dolci e salati. Esperto di Gestione Aziendale e Brand Management,  Angelon ha parlato della sua esperienza nel mondo del Food & Beverage. In modo particolare ha raccontato la chiave del suo successo come AD in Red Bull Italia e in Pago succhi di frutta, di come sia riuscito ad incrementare i fatturati da 20 a 140 milioni di euro in un momento di grande cambiamento di usi e abitudini dei consumatori.

La seconda parte del pomeriggio è stata animata dall’intervento di Chiara Rossetto, Amministratore Delegato Molino Rossetto. Una imprenditrice di successo che ha avuto la grande intuizione di uscire dalla produzione delle farine di tipo classico, un prodotto vissuto come commodity, affrontando la scommessa dell’innovazione. Nel 2016 è stata infatti premiata dalla Fondazione Bellisario con il riconoscimento “DonnaImpresaInnovazione”, per aver saputo dare slancio alla tradizione familiare traducendola in una proposta innovativa.

Il prossimo incontro, il 6 aprile, sarà dedicato a un altro tema di grande attualità. L’attenzione all’ambiente e la crescente sensibilità del mercato e dei consumatori nei confronti della dimensione etica dell’azienda richiede di sviluppare una strategia chiara e trasparente di corporate social responsibility (CSR). Come costruire un piano di CSR, come comunicarlo, come valorizzarlo e trasformarlo in un vantaggio competitivo? Sono questi i temi al centro dell’evento.

 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Mokarabia si rilancia e punta su italianità e tradizione; cura il progetto il Gruppo Icat

- # # # # #

Mokarabia

Il gruppo Mokarabia ha affidato al Gruppo Icat il progetto di rilancio del brand. L’agenzia ha ridefinito il posizionamento e l’identità, attraverso il rafforzamento dei valori storici come l’artigianalità, l’italianità e la tradizione, che caratterizzano da 60 anni l’azienda e ne hanno fatto un marchio riconoscibile nella mente degli italiani. Si è partiti da un’analisi approfondita del mercato di riferimento, con una rassegna articolata dei maggiori player internazionali del settore, per individuarne il linguaggio di comunicazione e l’archetipo globale a cui ogni competitor appartiene.

“Abbiamo individuato l’archetipo ideale di Mokarabia nella figura dell’angelo custode. Le sue qualità si esprimono nel marchio attraverso la cura e la vicinanza al cliente, il saper ascoltare e anticipare i suoi desideri” spiega Elena Borella, Direttore Creativo di Gruppo icat. “In questo orizzonte di valori nasce il concept di un caffè di alta qualità, capace di esaudire i sogni delle persone e diventare parte integrante della loro vita, come momento di piacere unico e irrinunciabile. Da qui abbiamo poi creato la mission, la vision e il nuovo payoff: “L’aroma del tuo mondo”, un messaggio che esprime la capacità di Mokarabia di entrare nella sfera emozionale dei consumatori attraverso il suo gusto unico e la straordinaria esperienza sensoriale che dona con il suo sapore”.

Il tratto antico di Mokarabia rivive nel suo marchio
Per il restyling del marchio si è deciso di recuperare il logotipo e la palette di colori tradizionali di Mokarabia, valorizzandoli con un tratto estetico più moderno e accattivante. Inoltre, è stato rivisitato il pittogramma storico del brand: un cameriere stilizzato nell’atto di correre per servire un caffè, ed è stato trasformato nella personificazione stessa dell’aroma, che con il sorriso si offre al cliente, invitandolo a gustare il suo sapore intenso e a prolungare il piacere della pausa.

Rebranding digitale e ufficio stampa per comunicare con professionisti e consumatori
Un altro momento fondamentale per lo sviluppo del progetto è stato l’importante intervento di rebranding digitale, che ha interessato il completo rifacimento del sito: una grande vetrina sul mondo Mokarabia, realizzata per offrire un servizio completo sia ai professionisti del settore horeca, sia al consumatore finale, anche grazie alla sezione e-commerce. A supporto dell’intera strategia online e offline, Gruppo Icat ha sviluppato un intenso lavoro di ufficio stampa, organizzando e gestendo tutte le attività di comunicazione istituzionale, facendosi portavoce dell’acquisizione del brand da parte della holding One Coffee Industries – vero primo impulso dell’intera operazione di rilancio – e rafforzando ulteriormente la fama di Mokarabia nel panorama italiano ed estero.

articoli correlati

AZIENDE

Più di 250 partecipanti all’icat ComMeet dedicato al positioning e ai valori di marca

- # # # #

icat commeet

Si ampliano il successo e la audience delle iniziative di Icat ComMeet, la divisione dedicata alla cultura del marketing e della comunicazione creata dall’agenzia Gruppo icat. Sono stati, infatti, oltre 250 i marketing manager, professionisti e imprenditori che hanno costituito il pubblico qualificato che ha preso parte al terzo evento, tenutosi ieri sera a Padova presso il Four Points by Sheraton, Hotel & Centro Congressi sede ormai abituale di questi incontri. Quello di ieri ha visto più di  due ore di confronto su un tema di grande attualità: il Brand Positioning e i Valori della marca.

Grande interesse hanno suscitato gli interventi di Vittorio Cino, Public Affair e Communication Director Coca Cola Italia e di Mauro Frantellizzi, Direttore Marketing Internazionale Galbani, che hanno portato la loro esperienza e il loro punto di vista di manager alla guida di importanti aziende italiane e multinazionali. Sono state le emozioni, invece, il fil rouge della seconda parte della serata condotta da Paolo Manocchi, Life e Business Coach, che ha portato a Padova il format da lui creato e chiamato “Gli 8 valori che fanno volare”.

“Il successo di questo terzo evento”, sottolinea Albino Ponchio, Direttore di Icat ComMeet, “fotografa alla perfezione la grande richiesta di cultura che arriva dal tessuto economico e sociale del territorio. Icat ComMeet nasce proprio per rispondere con una proposta di alto profilo a queste esigenze e siamo convinti che il format possa portare un contributo di valore a chi è interessato ai temi del marketing e della comunicazione”.

Il prossimo appuntamento, fissato per il 22 febbraio, sarà dedicato alla innovazione nei mercati, in particolare nel settore Food e Beverage. Innovazione dei trend di consumo, dei prodotti, della distribuzione e della comunicazione. Il tema sarà sviluppato da Antonio Cellie, Amministratore Delegato Fiera di Parma, Alessandro Angelon, Amministratore Delegato Forno D’Asolo e Chiara Rossetto, Amministratore Delegato di Molino Rossetto.

L’iscrizione all’evento si effettua tramite il link http://www.commeet.it/Account/Login ed è riservato alle figure chiave che si occupano di marketing e comunicazione come imprenditori, manager e professionisti.

articoli correlati

AZIENDE

icat Commeet: il 25 gennaio l’appuntamento dedicato a posizionamento e valori

- # # # # #

commeet

Continuano a Padova gli appuntamenti dedicati alla cultura della comunicazione proposti da Icat ComMeet, la divisione dell’agenzia Gruppo icat dedicata all’aggiornamento e alla formazione di chi si occupa di marketing e comunicazione in azienda: imprenditori, manager, direttori marketing, responsabili della comunicazione.

Il 25 gennaio, all’Hotel Sheraton dalle 17 alle 20:30, si parlerà di come posizionare con successo la marca nella mente del consumatore, per conquistare una posizione distintiva e un forte vantaggio competitivo. Questi temi saranno discussi da Vittorio Cino, Public Affair e Communication Director Coca Cola Italia e da Mauro Frantellizzi, Direttore Marketing Internazionale Galbani.

“In mercati sempre più saturi, affollati, competitivi, dove la value proposition delle aziende è appiattita, confusa, dove la leva competitiva è spesso il prezzo”, sottolinea Claudio Capovilla, Presidente di Gruppo icat, “una precisa strategia di brand positioning e di valori del brand è fondamentale per conquistare una posizione distintiva nella mente del consumatore, per occupare uno spazio unico, differenziante, per competere con successo”.

Di valori personali e del loro legame con quelli di marca si parlerà, invece, nella seconda parte dell’evento con il Life & Business Coach Paolo Manocchi, un viaggio intenso e coinvolgente all’interno dei significati più profondi ed emozionali delle persone e delle marche.

Per partecipare all’evento è necessario iscriversi a questo link.

articoli correlati

AZIENDE

Icat ComMeet, 150 partecipanti all’evento dedicato ai mercati B2B

- # # #

commeet

Si è svolto lo scorso 30 novembre, all’Hotel Sheraton di Padova, l’atteso appuntamento di Icat ComMeet, dedicato alla formazione di manager e professionisti per approfondire alcuni temi cruciali del marketing e della comunicazione.
Questa volta il tema proposto dalla divisione dell’agenzia Gruppo icat ha riguardato i processi di creazione del valore nei mercati Business to Business (B2B).
L’evento, come le volte precedenti, ha registrato un grande successo di pubblico attento e qualificato:150 professionisti del settore infatti hanno partecipato alla giornata e si sono confrontati con esperti del settore.
Più di due ore di dibattito e di confronto hanno animato l’intero incontro, che ha offerto nuove prospettive e punti di vista alla platea coinvolta dagli interventi dei relatori invitati.
Ad aprire i lavori è stato il dott. Alberto d’Alessandro, consulente e ricercatore, che ha presentato i risultati di una ricerca sui “leader del settore” e di una ricerca qualitativa e quantitativa sull’end user, condotta dall’istituto CE&CO. A seguire, l’intervento della professoressa Patrizia Steca, coordinatrice del dipartimento di Psicologia dell’Università della Bicocca, che ha illustrato i risultati di un’indagine qualitativa sugli stakeholder. Infine, a chiudere la giornata è stato l’ingegnere Sergio Novello, Presidente e AD Sonepar Italia, con un intervento molto apprezzato sulle strategie necessarie per creare una proposta di valore sui mercati B2B.

Prossimo appuntamento: Brand positioning e valori
Come competere con successo? Attorno a questa domanda si svilupperà il tema del prossimo appuntamento che sarà mercoledì 25 gennaio 2017. Di brand position e valori si parlerà con Vittorio Cino, Public Affairs & Communication Director di Coca Cola Italia; Mauro Frantellizzi, Galbani Global Brand Director – e Paolo Manocchi,  Life & Business Coach.
Con loro ci si confronterà sulle basi per posizionare adeguatamente la marca nella mente del consumatore per ottenere il massimo successo e sui modi per conquistare una posizione unica e distintiva ed un forte vantaggio.

articoli correlati

AZIENDE

Oltre 220 partecipanti al primo Icat ComMeet. Temi: Storytelling e Content Strategy

- # # # # #

commeet

Ieri si è tenuto a Padova il primo “incontro” organizzato da Icat ComMeet, la divisione dedicata alla cultura del marketing e della comunicazione creata dall’agenzia Gruppo icat. Oltre 220 i partecipanti, sollecitati da temi di grande interesse: l’appuntamento si è infatti focalizzato su storytelling e content strategy, registrando grande soddisfazione da parte del pubblico presente. Marketing manager, professionisti e numerosi imprenditori hanno partecipato, interessati ad acquisire nuove tecniche di sviluppo del brand e a migliorare la metodologia di comunicazione per renderla più incisiva, dialogica e ricca di contenuti.

A parlare delle nuove strategie per il rafforzamento della marca attraverso il racconto e l’utilizzo dei nuovi paradigmi di narrazione dei brand, sono intervenuti tre professionisti di elevato profilo: Andrea Fontana AD di Storyfactory, docente e Storytelling Expert, Roberto Ferrari, Direttore della Comunicazione Esterna di Eni e Luca Prina, Direttore Centrale Marketing CheBanca!.

“Il successo di questo primo evento”, sottolinea Albino Ponchio, Direttore di Icat ComMeet, “fotografa alla perfezione la grande richiesta di cultura che arriva dal tessuto economico e sociale del territorio. Icat ComMeet nasce proprio per rispondere con una proposta di alto profilo a queste esigenze e siamo convinti che il format possa portare un contributo di valore a chi è interessato ai temi del marketing e della comunicazione”.

Il prossimo appuntamento è fissato per il 30 novembre e sarà dedicato al processo di creazione del valore nei mercati B2B attraverso un’analisi delle dinamiche di acquisto, il ruolo degli stakeholder e dell’end user, il ruolo della marca e dei valori immateriali. Il tema sarà trattato da: Sergio Novello, Presidente e AD Sonepar Italia Spa, la docente Patrizia Steca, coordinatrice del dipartimento di Psicologia dell’Università della Bicocca, e Alberto d’Alessandro, consulente dell’istituto di ricerca Ce&Co.

articoli correlati