BRAND STRATEGY

Lube in tv sui canali Rai per raccontare “l’emozione dell’acquisto”

- # # # #

emozione

Il Gruppo Lube torna il tv con un nuovo spot che ha per protagonista lo Store e l’esperienza dell’acquisto, vero punto focale della strategia comunicativa e di marketing del Gruppo degli ultimi anni. A seguito infatti delle numerose aperture di store Lube che si sono susseguite negli ultimi mesi in Italia e all’estero, l’azienda ha deciso di realizzare un video capace di trasmettere tutta l’emozione di un acquisto Lube, dal primo momento in cui si entra in uno store fino alla all’attenzione, la professionalità e la cura della fase conclusiva del post-vendita in cui la cucina entra in casa.

Con un chiave di lettura emozionale, lo spot racconta di una giovane coppia alle prese con la scelta della propria cucina; un momento importante in quanto la cucina è il cuore della loro casa. Nello spot vediamo momenti delicati della fase di vendita: “dall’emozione di un acquisto, all’acquisto di un emozione”.

La protagonista si aggira per lo Store e riesce, grazie all’esperienza alla professionalità e al calore del personale addetto alla vendita, alla cura dei dettagli, alla varietà dei modelli esposti in negozio, ad immaginare come sarà la sua cucina. Un’ emozione che continua anche nel post-vendita, lo spot infatti si conclude con gli addetti al montaggio, efficienti e preparati, che lasciano la coppia dopo essersi assicurati che tutto sia perfetto e pronto ad accogliere la nuova famiglia.

La pianificazione pubblicitaria di questo spot prevede un importante lancio sulle reti Rai a partire dal 1° di gennaio con una versione Long Video da 60 secondi, per poi proseguire durante tutto l’anno con una programmazione che vede il nuovo spot all’interno dei più importanti format televisivi del nuovo anno nella versione 30 secondi.

La regia dello spot è stata affidata a Gianluca Grandinetti in collaborazione con Grey United.

 

Credits
produzione: multivideo
regia: Gianluca Grandinetti
producer/d.o.p.: Mario Tordini
puler: Alessandro Moglie
assistenti/macchinisti: Francesco Carinelli, Paolo Muti, Flavio Cairola, Fausto Martorello,
editing: Alessandro Moglie
vfx: Lara Sagripanti
coordinamento: Maria Pia Mozzoni
set design: Laura Perini
make-up/hair: Clara cittadini
copy: Grey

articoli correlati

AGENZIE

Il Gruppo Roncaglia si riorganizza e accoglie i nuovi arrivi per crescere ancora

- # # # # #

gruppo roncaglia

Il Gruppo Roncaglia chiude il 2018 con un forte slancio verso il futuro e si riorganizza per affrontare le prossime sfide grazie all’arrivo di nuove importanti figure professionali e con una struttura più dinamica, aggressiva ed efficace.

È recente il passaggio di testimone ai vertici dell’azienda: Paolo Roncaglia è stato nominato presidente del CdA del Gruppo e si conferma amministratore unico della Roncaglia Digital Marketing; Giulia Roncaglia è l’attuale direttore generale del Gruppo, nonché amministratore unico della Roncaglia Relationship Marketing; Camilla Roncaglia è il nuovo client service director del Gruppo e presidente del CdA della Roncaglia Above Communication, rimanendo amministratore unico della Roncaglia Consumer Intelligence.

Rilevanti i cambiamenti sul fronte dei nuovi arrivi. È salito a bordo il nuovo chief creative officer, Geo Ceccarelli: molto attento alla centralità del contenuto, è stato a lungo general manager e direttore creativo esecutivo in TBWA\Italia ed ha lavorato nei più grandi gruppi di comunicazione ottenendo numerosi riconoscimenti internazionali. L’ assetto finanziario del Gruppo si rafforza grazie all’apporto del nuovo CFO Peter Celli, che vanta una pluriennale esperienza (di cui dieci anni in Johnson & Johnson) come responsabile finanziario e amministrativo e nella gestione delle risorse umane. In continuità con le radici dell’agenzia, l’arrivo di Patrizio Giampaoli, professionista esperto in ATL e Media che consolida la business unit del Gruppo dedicata a queste attività.

Il ricambio generazionale alla direzione del Gruppo avviene in coerenza con i valori che in oltre quarant’anni di attività hanno consentito all’agenzia di crescere, evolvendosi costantemente.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Saatchi&Saatchi – Ab Comunicazione firmano la campagna per l’Alta Velcità

- # # # #

Saatchi&Saatchi - Ab Comunicazione

Dal 13 dicembre 2008 l’alta velocità è entrata a pieno titolo nella vita quotidiana di milioni di cittadini e questo nuovo modo di viaggiare ha accompagnato e sviluppato anche una nuova concezione, più moderna e ambiziosa, di comunità.
Questa importante opera infrastrutturale ha infatti permesso di ridurre le distanze fra le città e, soprattutto, di avvicinare tra loro le persone, che nelle città vivono e lavorano.

Un successo del made in Italy, preso ad esempio in tutto il mondo, come testimoniano i 350 milioni di persone che hanno viaggiato a bordo delle Frecce AV di Trenitalia. Flotta AV che ha nel Frecciarossa 1000 il treno di punta. Un treno sicuro, ecologico, e costruito per correre su tutte le reti alta velocità d’Europa, anche in versione doppia con più posti e maggior comfort per le persone in viaggio.

Il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane racconta i primi dieci anni di alta velocità con una campagna istituzionale multimediale a firma Saatchi&Saatchi – Ab Comunicazione, teaser dei dieci anni del Sistema alta velocità Torino – Salerno che ricorrerà nel 2019.
Il risultato è un filmato caldo e corale, tutto girato all’interno di un treno, prodotto da Cattleya con la regia di Umberto Carteni e la musica originale di Diego Buongiorno.

La campagna è on air da oggi, 13 dicembre, con pianificazione sulle principali emittenti televisive e sulla stampa quotidiana e periodica oltre che con alcuni impianti affissioni nelle principali città italiane.

 

Credits
Agenzia:                                        Saatchi&Saatchi
Direttori creativi:                        Manuel Musilli e Alessandro Orlandi
Copywriter:                                  Alice Scornajenghi
Art Director:                                 Alessandro Dante
Account Director:                      Isabella Conti
Account : Tiziana Mammone
Head of tv:                                     Raffaella Scarpetti
Tv Producer Coordinator:         Lavinia Confortini
Tv Producer:                                Alice Vianello

Produzione:                         Think Cattleya
Regia:                                         Umberto Carteni
DOP:                                           Alessandro Pavoni
Executive Producer:                Martino Benvenuti
Producer:                                   Marta Ansaldi
Editor:                                        Lorenzo Muto
Post Video:                                Frame by Frame
Post Audio:                                Milk
Musica originale:                     Diego Buongiorno

Agenzia Media:                 OMD

articoli correlati

AGENZIE

La Fabbrica si aggiudica la gara della Ferrovie dello Stato con “play mobility”

- # # # # # #

play mobility

La Fabbrica, agenzia di comunicazione internazionale specializzata in progetti edutainment e istituzionali, si aggiudica la gara indetta dal Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane con il progetto educational biennale “Play mobility, il viaggio sta cambiando” .

L’obiettivo è promuovere la cultura della legalità e del contrasto al vandalismo, un fenomeno che provoca un danno alla collettività sia in termini economici sia di indisponibilità dei mezzi e sensibilizzare le nuove generazioni al tema del rispetto e del corretto uso del treno come bene comune.

L’iniziativa, che coinvolge gli studenti dai 6 ai 14 anni di oltre 2.000 tra scuole primarie e secondarie di tutta Italia, si sviluppa in un percorso di attività didattiche articolate su 4 parole chiave che raccontano il viaggio come emozione, scoperta, progresso e progettualità.

Il progetto “Play mobility, il viaggio sta cambiando” intende coinvolgere i giovani predisponendo per loro un percorso che li renda protagonisti e interpreti della mobilità del futuro, più sostenibile e integrata.

La Fabbrica si è occupata di ideare il progetto educativo, realizzare i materiali didattici per docenti e studenti e il sito web (www.playmobility.it) dedicato all’iniziativa. Coordinerà la gestione del progetto, dialogando con le istituzioni scolastiche e coinvolgendo le singole scuole.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Conad si affida a WPP Italia. Jane Reeves coordinatrice, con Aldo Biasi consulente

- # # # # # #

conad

WPP Italia comunica che, in seguito alla decisione di Conad di affidare al Gruppo la gestione delle proprie attività di comunicazione, ha avviato la creazione di un team di lavoro dedicato.

La gestione delle attività di marketing digitale e creative saranno affidate all’agenzia J. W. Thompson, la gestione dei media a Media Club mentre alcune iniziative di social media saranno seguite da H&K Strategies.

Team leader e coordinatrice del gruppo di lavoro dedicato sarà Jane Reeve che, per la parte di sviluppo creativo,  sarà coadiuvata da Aldo Biasi in qualità di consulente esterno vista la sua decennale esperienza sul brand Conad.

Il lavoro inizierà nel mese di gennaio del 2019.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Armando Roncaglia, fondatore dell’omonimo Gruppo, nella Hall of Fame ADCI

- # # # # #

armando roncaglia

“Un premio speciale a quest’uomo che è bellissimo ricordare”, così Vicky Gitto, Presidente dell’Art Directors Club Italiano, ha annunciato l’ingresso nella “Hall of FameADCI di Armando Roncaglia, il fondatore del Gruppo Roncaglia, scomparso di recente.

Come lo stesso Gitto ha spiegato durante la cerimonia degli Awards, che si è svolta lo scorso 10 novembre a Milano, il prestigioso premio dell’ADCI, solitamente riservato a figure di eccellenza in ambito creativo, nel 2018 è stato attribuito ad Armando Roncaglia perché “prima di tutto è stato il fondatore di una delle agenzie indipendenti storiche e più di successo nel paese”, ha affermato Gitto. “È stato un manager, ma è stato il più grande fan della creatività che io abbia conosciuto in un’agenzia. Un grandissimo supporter della creatività, dei suoi talenti, di tutti i soci dell’Art Directors Club e della pubblicità nel senso più ampio”.

A ritirare il premio in rappresentanza dell’agenzia è stato Roberto Grasso, il più giovane fra i creativi del Gruppo Roncaglia.
“La Hall of Fame è riservata a chi scrive la storia dell’advertising. E lui lo ha fatto, per ben quarant’anni”, ha esordito dal palco Roberto Grasso, il più giovane tra i creativi del Gruppo, delegato dalla famiglia a ritirare il premio. “Armando era un inguaribile sognatore, un fervido innovatore della human intelligence e aveva un chiodo fisso: ha sempre creduto nel potere prorompente della creatività, investendo nella formazione di giovani talenti, per promuovere l’eccellenza della creatività italiana a livello internazionale”.

“Sotto la sua guida ho avuto la possibilità di partecipare a corsi e concorsi, nazionali e internazionali, ricevendo sempre da parte sua il massimo sostegno. E di questo io, come credo anche i miei colleghi passati e presenti, non posso che ringraziare Armando e la sua famiglia. Grazie Armando dal profondo del cuore”, ha concluso un commosso Roberto Grasso, accolto da un applauso generale.

articoli correlati

AZIENDE

Next 14 crea Signals, la data company di nuova concezione, che unisce i dati on e offline

- # # # #

Di data-driven marketing si parla ormai da tanti anni. Ma chi ha iniziato a utilizzare concretamente i dati nelle proprie attività di comunicazione, ha sicuramente sperimentato, oltre alle potenzialità, anche i limiti di un mondo sempre più complesso e variegato. Al di là di promesse mirabolanti e di mode legate all’ultimo acronimo tecnologico, il limite del data-targeting, per come viene inteso oggi, sta di fatto nel riferirsi abitualmente al solo mondo online, con tutte le sue problematiche endogene.

Signals è una data company di nuova concezione, che nasce con l’ambizione di superare questo limite, unendo il mondo dei dati online (Intent to purchase, interessi, sociodemo, purchase history,etc) con quello off-line (location, point of interest, behavioural, in-store, near-store, near product, etc), dando vita a tipologie di clustering molto sofisticate e performanti.

Per realizzare la propria missione, Signals può contare sulla tecnologia e sulle esperienze sul campo maturate negli ultimi 4 anni da Next 14, il Gruppo italiano leader nella tecnologia applicata al marketing, di cui la neonata data-company rappresenta l’ultima iniziativa lanciata sul mercato.

“Siamo stati tra i pionieri del data-driven marketing in Italia”, dichiara Marco Ferrari, CEO di Next 14, “investendo già 4 anni fa nello sviluppo della prima versione della nostra Data Management Platform proprietaria. Con Turbo e Oz Digital sul fronte dati online e con Join Tag sul fronte dei dati offline, abbiamo già accumulato qualche anno di esperienza su questo fronte, estremamente potenziale ma ancora molto acerbo nei nostri due mercati di riferimento, Italia e Spagna. Ora abbiamo deciso di provare a fare un passo in avanti, consolidando l’esperienza tecnologica e commerciale nella nuova iniziativa di Signals, che porterà avanti tutto il data-business precedentemente sviluppato all’interno delle singole società del nostro Gruppo”.

Le attività di Signals sono basate su una sofisticata piattaforma proprietaria che racchiude tecnologie e features (motore semantico, cross-device, motore inferenziale, SDK, etc) che sono state sviluppate ad hoc in base alle esigenze concrete dei marketers. La possibilità di unire dati provenienti da fonti online ed offline grazie sia ai dati interni che a partnership mirate, fa di Signals una soluzione in grado di fornire una business intelligence unica per aiutare i brand a fare scelte migliori sulla propria strategia di marketing e verificarne i ritorni in termini di ROI.

A caratterizzare Signals è la sua duplice natura sia di Data Provider che di Customer Data Platform: alla guida è stato chiamato come CEO Stefano Eligio (nella foto), che dopo l’esperienza in Infectious Media a Londra, è entrato in Next 14 nel 2014, contribuendo allo start-up di Turbo, nel frattempo affermatosi come il principale trading desk italiano indipendente.

“Scherzando ma non troppo, possiamo dire che Signals nasce da una frustrazione”, dichiara Eligio, “Quella che da anni proviamo nella quotidiana ricerca di dati online di qualità che possano migliorare realmente il targeting delle campagne. Visto che non eravamo soddisfatti della qualità dei dati accessibili sul mercato italiano e spagnolo, abbiamo deciso di creare nuove tipologie di segmento, che sfruttino anche la potenzialità dei dati off-line e di metterli a disposizione di tutti i marketers”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Amissima Assicurazioni in campagna con Colaianni&Partners

- # # # #

amissima

Il Gruppo Assicurativo Amissima lancia una nuova campagna pubblicitaria realizzata in collaborazione con l’agenzia di comunicazione integrata Colaianni&Partners. Il progetto di ADV si iscrive in un più ampio progetto di rinnovo della comunicazione dell’azienda, dopo il lancio della nuova immagine digitale avvenuta durante l’evento Together Online dello scorso 24 ottobre.
La pianificazione prevedere spot radio, banner on line su testate di settore ed una pianificazione digital declinata sui principali motori di ricerche e sui principali social network quali Facebook, Youtube e Instagram.

L’intera campagna è centrata sull’agente Amissima, sempre più vicino ai propri clienti e visto, appunto, come “uno di famiglia”. Una metafora della partecipazione dell’azienda in modo proattivo alla vita dell’assicurato e che attraverso ascolto ed empatia, riesce a trovare soluzioni efficaci ai problemi della quotidianità.

“Con questa nuova campagna abbiamo deciso di avvicinare la figura dell’agente assicurativo ai problemi concreti delle famiglie”, ha dichiarato Paolo Rossetti, Responsabile Marketing di Amissima Assicurazioni. “Non parliamo di polizze e di clienti, ma di persone, cercando insieme di trovare soluzioni concrete e realizzabili per far fronte ai problemi della vita di tutti i giorni. È per questo che abbiamo deciso di dare centralità alla figura dell’agente che di fatto rappresenta la vera forza della nostra Compagnia”.

Lo spot video, che sarà veicolato online, vede appunto un uomo che sceglie con cura le fotografie da appendere, per incorniciare gli attimi più belli, gli scatti che riportano a vecchi ricordi e persone care. Successivamente si capisce che a compiere l’azione è l’Agente Amissima: uno di famiglia che con orgoglio riempie le pareti del suo ufficio con tutti i successi, i momenti e i ricordi della sua attività. L’idea è quella di evocare un sentimento di vicinanza e condivisione che lega l’Agente alle famiglie assicurate e crea un’atmosfera di affidabilità e intimità. Claim della campagna è “Amissima Assicurazioni: Il piacere di assicurarti, l’orgoglio di essere uno di famiglia”.

articoli correlati

MEDIA

Gruppo Masserdotti firma la copertura della Cattedrale di Ferrara per i 4 anni di lavori

- # # # #

cattedrale di ferrara gruppo masserdotti

Oltre 1.000 metri quadrati di rete mesh stampata in digitale, più di 600 kg di peso complessivo, 5 giorni per stampa e confezione, 1 giorno e mezzo per il montaggio ad oltre 30 metri di altezza, 4 anni di durata garantita. Questi i numeri del maxi telone artistico che da pochi giorni ricopre la facciata della Cattedrale di Ferrara, sottoposta ad un’intensa opera di restauro. Un’installazione tra le più grandi d’Italia e d’Europa con una forte connotazione artistica. La realizzazione del telo porta la firma di Gruppo Masserdotti Spa, scelto dai committenti per la pluriennale e consolidata esperienza nel settore del wrapping building.

Frutto di intensi mesi di lavoro, quello della Cattedrale è un progetto corale nato dall’idea del quotidiano Il Resto del Carlino-QN e che ha visto il coinvolgimento dell’intera città con la raccolta fondi #cuoreduomo. Ferrarese anche l’artista Lorenzo Cutùli, che firma l’opera.
Il Gruppo bresciano ha lavorato in stretta collaborazione con l’artista e i grafici di Eliotecnica sin dalla progettazione, mettendo a disposizione il proprio know how sulla scelta dei materiali capaci di assicurare prestazioni eccellenti in fase di stampa e massima durata in esterno. Inoltre, ha fornito le specifiche tecniche necessarie alla costruzione della struttura di supporto e supervisionato tutte le fasi, dai rilievi preliminari fino all’installazione.

Realizzato in PVC classe ignifuga B1, microforato e del peso di 510 grammi, il telo, suddiviso in quattro parti, è stato stampato da Gruppo Masserdotti con sistemi digitali di ultima generazione che hanno garantito una straordinaria resa cromatica dei toni giallo dorati scelti da Cutùli, amplificando ulteriormente la spettacolarità dell’opera dal fascino barocco. Successivamente il telo è stato confezionato perimetralmente e trasportato a Ferrara per l’installazione. Un’operazione sartoriale e allo stesso tempo acrobatica. La copertura, infatti, è stata fissata in cima alle impalcature, ad un’altezza di oltre 30 metri dal suolo, e successivamente calata a terra.

Cinque in totale i giorni necessari alla realizzazione di questa eccezionale commessa, che ha visto all’opera un team specializzato composto da 10 persone e che va arricchire il prestigioso portfolio di installazioni di questo genere firmate dal Gruppo bresciano tra cui il Palazzo Ducale di Venezia (copertura di 5.000 mq), la Torre della Ghirlandina a Modena (4.350 mq), il palazzo di San Sebastiano a Mantova (1.200 mq) e la Cattedrale di Noto (1.000 mq).

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Neuromarketing: il secondo anno di Icat Commeet apre i battenti

- # # # #

neuromarketing

Si sono dati appuntamento ieri, 3 ottobre, oltre 200 professionisti del mondo della comunicazione, manager e imprenditori per partecipare all’evento di apertura della seconda stagione di Icat ComMeet, la rassegna di incontri dedicati alla cultura della comunicazione organizzata a Padova dall’agenzia Gruppo icat.

Il tema scelto, Brand Positioning e Neuromarketing, ha attratto partecipanti da tutto il Nord Italia che hanno potuto confrontarsi con tre ospiti d’eccezione. Mariano Diotto, Brand Strategist e Direttore del Dipartimento di Comunicazione IUSVE, ha descritto il quadro concettuale nel quale si colloca oggi il tema del brand positioning alla luce della teoria degli archetipi, delle grammatiche della comunicazione  e dei cambiamenti nei comportamenti di consumo e nelle modalità di relazione fra la marca e le persone. Giuliano Trenti, ricercatore e docente di neuromarketing all’Università di Economia di Trento, Fondatore e Presidente b, ha invece esplorato, con esempi e test scientifici, come le scienze cognitive possano aiutare a conoscere sempre meglio le abitudini e, soprattutto, le intenzioni d’acquisto attuali e future. Infine, Giacomo Casoni, Direttore Marketing di Distilleria Nardini Spa, ha raccontato l’importante operazione di riposizionamento di questo marchio storico e iconico del beverage e di come gli oltre 200 anni di storia di Nardini siano divenuti un patrimonio culturale, valoriale ed emozionale da valorizzare.

“Conoscere e gestire la percezione di marca”, sottolinea Albino Ponchio, Direttore di Icat ComMeet, “è un tema imprescindibile per chi si occupa di comunicazione e di marketing. Ed è anche un ambito trasversale che sorpassa le tradizionali polarizzazioni fra mercati B2B e B2C: oggi clienti, consumatori, stake holder scelgono l’acquisto mosse da leve emozionali, non più solo razionali. Quindi per un’azienda riuscire ad avere il polso degli aspetti più percettivi della loro marca diventa un assett cruciale sul quale investire”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Gruppo DigiTouch e Sopra Steria insieme al lavoro sulla Business Intelligence

- # # # #

Con l’obiettivo di condividere asset, competenze e know-how per portare un valore aggiunto ai propri clienti, il Gruppo DigiTouch, società quotata sul mercato AIM Italia e specializzata nel Mar-Tech, e Sopra Steria, leader Europeo della trasformazione digitale, hanno stretto una partnership strategica e commerciale. La complementarietà dell’offerta permette ai due partner di lavorare congiuntamente su soluzioni altamente richieste dal mercato, soprattutto dal settore retail, quali la business intelligence e il machine learning.

In un contesto storico in cui i dati hanno assunto sempre più rilevanza, i brand sono alla ricerca di soluzioni di visualizzazione, analisi e attivazione dei dati. Se fino a qualche anno fa gli sforzi si concentravano sulla raccolta, oggi il focus è sull’interpretazione dei dati e sulla conseguente implementazione di azioni automatizzate basate su modelli predittivi e di apprendimento.

Il Gruppo DigiTouch condivide con Sopra Steria skills e tecnologie in ambito Data Analytics, Dashboard e Business Intelligence alle quali aggiunge da parte sua una solida expertise nel digital marketing – dalla pianificazione integrata, alla raccolta e analisi dei dati. Sopra Steria, a sua volta, mette in campo le proprie competenze nell’implementazione di soluzioni CRM. Non semplici Data Base di contatti ma soluzioni che, elaborando statistiche e dati, in grado di automatizzare le funzioni di profilazione dei clienti, si rivelano strumenti indispensabili per mettere a punto attività e strategie di marketing automatizzate, efficaci e altamente personalizzate.

Le sinergie tra i due partner danno vita a una soluzione ad alto valore aggiunto per i brand: uno strumento unico di visualizzazione, analisi e predizione dei dati che fornisce output strategici per l’implementazione di azioni, volte a potenziare il business attuale e futuro dei brand.

Nella foto: Paolo Mardegan, CEO Gruppo DigiTouch

 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Gruppo Modo Promotion e Bruni Glass insieme al Luxe Pack di Monaco

- # # # # #

modo promotion

Si rinnova la collaborazione tra il Gruppo Modo Promotion e Bruni Glass, azienda italiana leader nella realizzazione e distribuzione di contenitori “speciali” di vetro di alta gamma (vasi e bottiglie) destinati al mercato dei distillati, del gourmet e degli alimentari.

In occasione del Luxe Pack di Monaco – il salone del packaging design internazionale nel settore dei beni di lusso in programma oggi e domani al Grimaldi Forum, Modo Promotion ha curato, con un servizio “chiavi in mano”, dalla progettazione all’esecuzione, l’allestimento dell’area espositiva di Bruni Glass, secondo le indicazioni della filiale francese dell’azienda.

In collaborazione con la divisione Modo Design, specializzata nella creazione, sviluppo e realizzazione di spazi espositivi e allestimenti per fiere ed eventi, Modo Promotion ha realizzato uno stand di sicuro impatto visivo, con una creatività tailor made e un’accurata scelta di luci, colori, riflessi e materiali studiata per mettere in risalto l’esclusività delle bottiglie e dei contenitori Bruni Glass.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Da Gruppo icat il libro del primo anno di ComMeet. Il 3/10 inizia la seconda edizione

- # # # # #

gruppo icat libro conmeet

Otto eventi, 24 relatori, tre premi vinti e più di 2000 partecipanti. I numeri fotografano la riuscita di un progetto creato dall’agenzia di comunicazione Gruppo icat che nel 2016 ha costituito una nuova divisione, Icat ComMeet, dedicata alla cultura della comunicazione. Oggi, i temi e i contenuti di questa prima stagione sono stati raccolti in un volume che sintetizza, per ogni evento, i concetti chiave portati “in aula” dai prestigiosi speaker invitati: uno strumento editoriale pensato sia per chi ha partecipato e vuole riprendere i punti chiave, sia per chi vuole conoscere aspetti assolutamente attuali nel mondo del marketing e della comunicazione.

“Con Icat ComMeet”,  sottolinea Claudio Capovilla, Presidente di Gruppo icat, “abbiamo voluto condividere con ogni partecipante la possibilità di ampliare il proprio bagaglio di conoscenze in un’ottica di condivisione e di reciproco arricchimento. Non solo, Icat ComMeet è il giving back di Gruppo icat e nasce con il mio desiderio di restituire al territorio quanto abbiamo ricevuto in tanti anni di lavoro a fianco di aziende, istituzioni e professionisti».

“Il progetto”, aggiunge Albino Ponchio, direttore di Icat ComMeet, “ha portato a Padova relatori di prestigio e nomi illustri di imprenditori e manager di brand iconici come Coca-Cola, Eni, Galbani, CheBanca!, Gessi, Forno d’Asolo, Lucart Group-Tenderly, Gruppo Cremonini. Inoltre, sono state realizzate, grazie a prestigiose università, ricerche sul mercato B2B e sulla percezione del Made in Italy sui social. I temi scelti, ripresi oggi nel libro, sono concetti chiave per chi si occupa di marketing oggi: storytelling, mercati B2B, posizionamento di marca e valori, innovazione, sostenibilità, consumatore 3.0, retail innovation e il Made in Italy”.

La seconda stagione riparte da Brand Positioning e Neuromarketing: il prossimo 3 ottobre, a Villa Ottoboni (Limena, PD), saranno protagonisti tre esperti in posizionamento di marca per il primo evento del secondo anno di ComMeet. A discutere di come la percezione di un brand sia essenziale nella costruzione di una strategia di posizionamento distintiva sono stati chiamati Mariano Dotto (Brand Strategist e Direttore del Dipartimento di Comunicazione IUSVE), Giuliano Trenti (Fondatore di Neurexplore, una fra le prime società in Italia a occuparsi di Neuromarketing) e Giacomo Casoni (Marketing Manager di Distilleria Nardini con una lunga esperienza nel Gruppo Campari).

articoli correlati

NUMBER

XFactor e l’Instant Research di Media Italia. Appuntamento ogni giovedì sera

- # # # #

media italia xfactor

XFactor è partito per il suo dodicesimo anno di trasmissione, un’avventura che inizia tra grandi aspettative e interrogativi, tant’è, ad esempio, che non è ancora noto il nome di chi prenderà il posto di Asia Argento tra i giudici.

Per avere il polso della situazione, Media Italia, società del gruppo Armando Testa, ha condotto una ricerca su Twitter Live durante la trasmissione.

Se fino a poche ore prima era impossibile prevedere la reazione del pubblico alla formazione della giuria, ieri sera si è capito che potremmo aspettarci un recupero nonostante una partenza in sordina degli ascolti.

Media Italia ha posto 4 domande e ha raccolto oltre 5.000 (cinquemila) risposte.

Alla domanda su chi fosse il miglior giudice di questa edizione, Mara Maionchi straccia tutti con il 39% delle preferenze, seguita da Fedez e dal 20% di Asia Argento, alla sua prima apparizione in trasmissione, ma che lascerà a partire dai live per le vicende legate al suo suo di vittima e persecutore in ambito #meetoo.

Sempre secondo la ricerca di Media Italia, Asia Argento ha spaccato il pubblico tra il 68% che ritiene che sia giusta la sua esclusione e un rimanente 32% che ritiene che sia stata compiuta un’ingiustizia.

E non poteva mancare l’ovvio interrogativo su chi dovesse sostituirla e qui Elio ha raccolto un sorprendente 39% dei consensi, seguito da Babi K, mentre è stata un po’ snobbata Nina Zilli.

Mika è ancora presente nel cuore degli spettatori di XFactor. Infatti sono stati moltissimi i messaggi a suo favore, pur essendo il suo nominativo non elencato nel sondaggio, in quanto certamente non presente tra i papabili.

Media Italia, con questo lavoro continua l’esperienza dell’Instant Research: ogni giovedì infatti verrà condotta una ricerca su differenti temi legati alla trasmissione.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Volkswagen Group Italia Hackathon 2018: 24 ore per progettare il futuro

- # # #

Volkswagen H-ACK2018

Hackathon è un neologismo che nasce dalla fusione delle parole hacker e marathon, e si concretizza in una full immersion di 24 ore consecutive durante le quali ai partecipanti è richiesta la massima creatività e originalità. Una maratona non-stop ispirata a start-up tecnologiche e Design Thinking, organizzata da H-Farm, piattaforma di innovazione in grado di supportare la creazione di nuovi modelli di impresa e la trasformazione ed educazione di giovani e aziende in un’ottica digitale.

“La spinta che ha portato alla decisione di promuovere un H-Ack è stata quella di dare un’accelerazione al nostro processo di cambiamento, la volontà di rendere Volkswagen Group Italia sempre più competitiva e leader nel mercato italiano” ha dichiarato Massimo Nordio, Amministratore Delegato della consociata italiana del Gruppo Volkswagen.

Gli argomenti sui quali gli 80 Manager, divisi in squadre, si sono sfidati a inizio luglio sono stati una serie di processi innovativi per l’azienda, progetti concreti, che andavano dai nuovi servizi di mobilità al posizionamento dell’azienda in Italia, fino a nuovi concetti di vicinanza al cliente e cultura d’impresa. 24 ore di brainstorming, dibattiti e confronti intensi, idee e proposte espresse liberamente che si sono concluse con uno “scontro” finale, a seguito del quale una giuria interna ha decretato le migliori soluzioni per ogni ambito.

Nordio ha aggiunto: “C’è bisogno di idee forti e concretizzabili per allineare Volkswagen Group Italia alla profonda trasformazione che il Gruppo sta vivendo a livello mondiale, con il passaggio da costruttore di automobili a fornitore di servizi di mobilità sostenibile, e per adeguarla il più rapidamente possibile a tutti i cambiamenti che stanno interessando la società. Sono convinto che il nostro team di manager abbia fatto un ottimo lavoro e che questa modalità eccezionale di stimolazione della creatività abbia avuto un enorme successo”.

Le proposte vincenti selezionate al termine dell’Hackathon sono in corso di valutazione interna per definirne l’effettiva implementazione. “Si è trattata di un’esperienza assolutamente nuova per il nostro management, che si è messo in gioco in questa originale iniziativa, con un altissimo valore anche in termini di team building. C’è la volontà di concretizzare il frutto del lavoro dei colleghi e, visti i buoni risultati di questo primo H-Ack, aprire l’iniziativa anche ai collaboratori in futuro”, ha concluso ilDirettore delle Risorse Umane, Raffaella Ponticelli.

articoli correlati