BRAND STRATEGY

Havas Milan firma la nuova campagna Grana Padano

- # # #

Grana Padano - Havas Milan

Rullo di tamburi: parte la nuova campagna di Grana Padano. O forse dovremmo dire rullo di martelletto, perché proprio un martelletto è il segno distintivo che dà il “la” allo spot tv in onda dal 18 novembre.

Si tratta dello strumento utilizzato dal battitore del Consorzio per la tutela del formaggio Grana Padano per capire se una forma di formaggio, dopo la stagionatura, ha tutte le caratteristiche per diventare Grana Padano.

È un momento magico, in cui è come se la forma stessa raccontasse all’orecchio esperto del battitore le sue qualità. Lo spot è la celebrazione di questo momento: il battitore batte una forma di formaggio, e intorno a lui inizia a prendere forma una bellissima festa, in cui emerge tutto il saper vivere tipico italiano. C’è una band che suona un mambo, persone che ballano, coriandoli, fuochi d’artificio.

Ma soprattutto c’è Grana Padano e la sua versione più ricca e ricercata, il Riserva. Il payoff recita: “Grana Padano. La vita ha un sapore meraviglioso”.

 

 

La campagna, oltre che la tv, coinvolgerà anche social e digital, e avrà più avanti anche una declinazione natalizia. L’idea creativa, scelta al termine di una gara tra 5 agenzie, porta la firma di Havas Milan, con Giovanni Porro, direttore creativo esecutivo, Antonio Campolo e Luigi Fattore, direttori creativi.

Lo spot è girato da Movie Magic, con Igor Borghi alla regia.

 

articoli correlati

AGENZIE

Grana Padano attiva una gara creativa e media. 4 milioni di euro per il lancio della nuova campagna on air a fine 2018

- # # #

grana padano

Il Consorzio Tutela Grana Padano durante lo svolgimento della consultazione con l’attuale agenzia McCann e con Cayenne e Young&Rubicam, con cui ha lavorato negli anni scorsi, assistito dal Rem Lab dell’Università Cattolica di Piacenza ha ritenuto di integrare il brief iniziale e attivare una vera e propria gara invitando anche tre agenzie con cui non ha mai operato in passato.

Il Consiglio di Amministrazione del Consorzio ha pertanto deciso di chiedere la disponibilità a Publicis C., Havas Milan e Omicom di partecipare presentando la loro proposta strategico creativa sulla base del nuovo brief deliberato, oltre, ovviamente, alle tre agenzie già attivate e sopracitate.

L’intenzione è di lanciare la nuova campagna per il mercato italiano negli ultimi due mesi dell’anno corrente e cioè novembre e dicembre, prevalentemente in tv, per poi svilupparla e declinarla dettagliatamente e su ogni mezzo per tutto il 2019.

Il budget 2018 sulla nuova strategia, destinato prevalentemente alla televisione dove sono previsti tre flight televisivi di due settimane ciascuno per circa 2300 grp’s (su target abituale del Consorzio costituito da adulti), ammonta a circa 4 milioni di euro. Il budget 2019 verrà stabilito solo a fine 2018 dall’Assemblea dei consorziati. Sarà comunque adeguato alle esigenze di penetrazione e divulgazione di una nuova strategia di comunicazione adatta a comunicare le caratteristiche di un prodotto antico di tradizioni millenarie ma quanto mai attuale nelle modalità di consumo e presenza sul mercato.

Il Consiglio di Amministrazione ha anche deciso di svolgere una consultazione tra centri media, cui ovviamente parteciperà anche Wavemaker, affidandosi a Ebiquity per l’impostazione del brief e l’analisi tecnica delle proposte che perverranno. Entro fine anno sarà quindi deciso anche con quale centro media collaborerà il Consorzio nei prossimi anni.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Le qualità nutrizionali di Grana Padano “vivono” con il native adv di Trilud

- # #

grana padano trilud

Fino al 12 novembre 2017 Trilud racconta le qualità nutrizionali uniche del Grana Padano DOP con attività editoriali, social e advertising sulle proprie testate in target.

Il primo progetto editoriale sviluppato dall’editore per Grana Padano, accanto a un’attività advertising dedicata, prevede native content su TantaSalute, Nanopress Salute e PourFemme, con contenuti e linguaggi specifici per ciascuna testata e con condivisione sui rispettivi canali social.
La pianificazione è a cura di MEC.

La parte editoriale dell’attività, che in due settimane ha già registrato 130.000 pagine viste (fonte Google Analitycs), è stata declinata da Trilud per mettere in evidenza in modo efficace e approfondito le caratteristiche del Grana Padano DOP: le sue proprietà nutrizionali, con la sua ricchezza di proteine, minerali e vitamine, i benefici per chi soffre di problemi di ipertensione e di ipercolesterolemia e per chi segue diete ipocaloriche, la sua natura priva di lattosio e quindi adatto anche per gli intolleranti.
Coinvolti nel progetto anche i canali Facebook delle testate interessate che amplificano la visibilità dei contenuti prodotti tramite attività di social seeding.
Tutti i contenuti prodotti prevedono inoltre monografica dei formati advertising.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Grana padano torna in tv con McCann Worldgroup. La pianificazione coinvolgerà Germania, Svizzera, Francia, UK e USA

- # # # #

Grana Padano

Grana Padano torna in televisione, dal 18 settembre, sulle emittenti nazionali e internazionali, con il nuovo spot che è un inno alle nostre origini.

La storia è raccontata attraverso il dialogo e le immagini di un nonno e di suo nipote, nella quale si ricorda la grande importanza di non dimenticare mai chi siamo e da dove veniamo, perché sono le origini e le tradizioni che fanno la differenza.

Lo spot inizia con il ritrovamento di una scatola dei ricordi che un bambino apre insieme al nonno. Ogni pezzo che ne affiora riporta quest’ultimo a un passato legato alla sua terra d’origine: la terra della Pianura Padana, il profumo dell’erba e il sapore di Grana Padano che nasce da un territorio unico, e solo in quello. Il finale svela che nonno e nipote sono in un ristorante di New York, dove l’intera famiglia si è trasferita tanti anni fa.

Seppur lontano da casa da tempo, la famiglia non dimentica le proprie origini ma, al contrario, le tramanda di generazione in generazione. Così come Grana Padano, che da oltre otto secoli non rinuncia alle sue tradizioni e alla produzione e alla lavorazione di un prodotto che solo così raggiunge i consumatori di tutto il mondo, con la sua genuina e unica bontà.

Il filmato, ideato da McCann Worldgroup, emoziona e riporta il telespettatore indietro alla sua storia che sono la base sulla quale costruire il proprio futuro, perché “Qualunque sia il successo che hai ottenuto nella vita non dimenticare mai da dove vieni”.

Grana Padano torna così a parlare di sé e a far parlare di sé, in Italia e oltre oceano, con una pianificazione che coinvolgerà Germania, Svizzera, Francia, UK e USA.

Credits

Agenzia: McCann Worldgroup
Copywriter Chiara Castiglioni,
Art Director Edoardo Aliata,
Chief Creative Officer Alessandro Sabini,
Chief Strategic Officer Giovanni Lanzarotti
Regia: Dorian&Daniel
Centro Media: MEC
Colonna sonora: Brano originale “Starchild” (ri-arrangiamento)
Casa di produzione: Movie Magic International
Mezzi: Tv 7”, 15”, 20”, 30”, 45”
Pianificazione concessionarie: Publitalia – Rai Pubblicità – Sky – Cairo
Periodi di Campagna: da settembre a dicembre, 2 settimane al mese

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

Expo: al MI 2015, caseificio Grana Padano, due forme al giorno per aiutare i bambini haitiani

- # # # # # #

Due forme al giorno per aiutare i bambini di Haiti. Questo il progetto di Grana Padano, che a Cascina Triulza ha inaugurato il “MI 2015”, caseificio che si colloca al centro dell’importante tema dell’Esposizione Universale in scena a Milano fino ad ottobre. Le due forme al giorno prodotte dall’installazione di Grana Padano saranno vendute all’asta: il ricavato sarà devoluto in beneficienza all’Ospedale Pediatrico N.P.H. Saint Damien di Haiti tramite la Fondazione Francesca Rava NPH Italia Onlus.

“Un progetto benefico” spiega il presidente del Consorzio Grana padano, Nicola Cesare Baldrighi, “che coinvolgerà i visitatori, rendendoli partecipi del processo di lavorazione del formaggio Dop più consumato del mondo. Grana Padano nel 2014 ha fatto segnare una produzione di oltre 4,5 milioni di forme di cui 1.588.000 destinate al mercato internazionale. Un sistema che coinvolge 40 mila operatori e 132 caseifici”.

“Le forme prodotte in Expo” aggiunge Stefano Berni, direttore generale del Consorzio, “saranno contraddistinte dal marchio ‘MI 2015’ e verranno vendute all’asta. Il ricavato, dedotti solo i puri costi del latte, verrà devoluto all’Ospedale Pediatrico N.P.H. Saint Damien di Haiti tramite la Fondazione  Francesca Rava NPH Italia Onlus con la quale abbiamo già realizzato nel medesimo ospedale il reparto di malattie nutrizionali. La mission è curare i bambini affetti da problemi metabolici, perché la grande povertà nello stato di Haiti non consente ad una consistente fetta della popolazione di nutrirsi in modo equilibrato e corretto”.

“Questo” concludono Baldrighi e Berni, “è il nostro modo di nutrire il pianeta, ovvero il modo di interpretare il titolo tematico di Expo Milano 2015”.
“L’inaugurazione del caseificio del Consorzio Tutela Grana Padano in Cascina Triulza segna un momento molto importante dell’attività del Padiglione della Società Civile ed è una delle testimonianze del grande impegno di Confcooperative, sponsor ufficiale di Cascina Triulza – dichiara Massimo Minelli, Vicepresidente di Confcooperative Lombardia e Consigliere di Fondazione Triulza – Il caseificio sarà da oggi pienamente attivo e coinvolgerà i visitatori in un’esperienza unica, espressione del legame con la terra e di un saper fare che è valore prezioso e condiviso da tutti gli attori della filiera del Grana Padano e dal mondo delle imprese cooperative”.

articoli correlati