AGENZIE

Giorgio Brenna diventa il nuovo Amministratore Delegato di FCB Milan

- # # # #

giorgio brenna

FCB annuncia oggi la nomina di Giorgio Brenna ad Amministratore Delegato dell’ufficio italiano. Brenna entra in FCB Milan srl dopo aver servito per oltre un decennio in Publicis Groupe, più recentemente come Global Client Leader per FCA.

L’arrivo di Brenna è l’ultimo di una serie di acquisizioni in posizioni di leadership per FCB Milan srl. A novembre 2017, Fabio Bianchi e Francesco Bozza si sono uniti all’agenzia rispettivamente come Managing Partner e Chief Creative Officer. Questo forte impegno nell’acquisire i migliori talenti in questo mercato dimostra un piano ambizioso per l’agenzia e conferma la volontà di FCB e IPG di investire in Italia. ambizione che molti competitor non hanno ritenuto strategica o necessaria per i loro clienti.

Al centro della filosofia di FCB, c’è la convinzione che la parte migliore del brand è “Never Finished”: una storia il cui prossimo capitolo non è ancora stato scritto. Ciò si applica ai brand, ma fondamentalmente anche a FCB stessa. Con l’arrivo in FCB Milan di persone di talento, l’agenzia ha cominciato a scrivere un nuovo capitolo entusiasmante nella sua storia italiana e si è evoluta in modo significativo per dare vita a un’agenzia più solida e ricca di nuovi servizi che hanno contribuito a vincere gare e ad attirare nuovi partner.

Carter Murray (nella fot con Brenna), CEO mondiale di FCB, afferma: “Giorgio Brenna è uno dei manager più influenti nel settore della comunicazione in Italia ed è un amico da 13 anni. Il suo arrivo è per noi un risultato importante e questo cambio di leadership è il compimento di una continua crescita e del successo dell’agenzia. E’ un talento eccezionale che ha grande forza di volontà e il dinamismo di guidare una squadra affermata che include Fabio e Francesco e sono entusiasta di veder fiorire la nuova agenzia sotto la sua cura”.

“Il progetto e l’approccio di Carter, di FCB e del Gruppo InterPublic sono stati determinanti per una mia decisione veloce: sono perfettamente in sintonia con i valori e con le evoluzioni prospettiche della nostra industry”, aggiunge Giorgio Brenna. “Su scala globale FCB è un brand di primissimo piano, gode di una indiscussa credibilità a livello creativo e strategico. E’ un network che mette ancora al centro le persone, che coltiva il talento e che permette al potenziale creativo di essere sprigionato”.

articoli correlati

AGENZIE

Giorgio Brenna lascia Publicis Groupe. “Mi dedicherò a nuovi progetti”

- # # #

giorgio brenna

Dopo 13 anni alla guida di Leo Burnett Italia, Giorgio Brenna prende la decisione di lasciare Publicis Groupe per dedicarsi a nuovi progetti personali: entrato nel 2005, è stato prima Chairman e CEO di Leo Burnett Italia e dal 2016 Global Client Leader di Publicis Groupe per il cliente FCA.

Nel corso di questi anni ha contribuito a fare di Leo Burnett la prima agenzia del mercato italiano: nel 2006 è stata nominata “Agenzia dell’anno” e ha vinto il primo di oltre 100 Leoni al Festival di Cannes. Brenna è stato inoltre responsabile dell’area Continental Western Europe di Leo Burnett e in questo ruolo ha contribuito allo sviluppo di un nuovo modello di business per Publicis Groupe.

A seguito delle sue dimissioni, la struttura del Publicis Groupe Global team FCA si evolverà in un nuovo leadership team con sede a Torino e negli Stati Uniti, composto dalle diverse solution del Gruppo coinvolte sul cliente.

“È stata un’avventura fantastica e lascio clienti e colleghi che ringrazio e ricorderò per sempre, ma é per me arrivato il momento di dedicarmi ad altri progetti”, è stato il commento di Giorgio Brenna, a cui ha risposto Justin Billingsley, COO di Publicis Communications: “Emanuele Saffirio, President di Publicis Groupe in Italia, e io auguriamo a Giorgio tutto il meglio per la sua nuova vita e lo ringraziamo per il lavoro svolto in questi anni”,

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Big Tasty si rinnova. Dal 4 gennaio anche con pollo e in versione wrap

- # # # # # #

Nuovo spot Big Testy

Da McDonald’s parte l’evento Big Tasty. Dal 4 gennaio, per 5 settimane torna Big Tasty in versione originale e, per la prima volta, anche con pollo e in versione wrap.

Un ragazzo e una ragazza seduti da McDonald’s scoprono di avere molte affinità, amano la stessa musica, lo stesso libro e hanno gli stessi gusti anche su quello che hanno ordinato. Peccato che la ragazza non conosca il nuovo Big Tasty in wrap e quando a lui viene consegnato il vassoio, lei pensa subito di essere stata presa in giro, sul panino e quindi su tutto il resto.


Ma basta il tempo in cui lo speaker spiega la novità “da non credere”, per rivedere i due ragazzi scherzare e mangiare insieme.
Lo spot è stato ideato da Leo Burnett con un tono di voce leggero e romantico, che parla direttamente ai giovani e incarna perfettamente lo spirito disinvolto del brand McDonald’s.

Una campagna che l’agenzia guidata da Giorgio Brenna, con la direzione creativa di Francesco Bozza e Alessandro Antonini, ha curato a 360° sviluppando anche tutta la parte social e digital, con un vasto piano editoriale sui social (Facebook e Instagram) e attività banner.

Per invitare i giovani a provare la novità, il 12 gennaio verrà lanciato anche un divertente test on line, chiamato “Tasty Test” che, chiamando gli utenti a scoprire il loro lato “Tasty”, regala un buono sconto sui burger.

 

Credits

Marketing Director: Dario Baroni

Marketing Manager: Michela Apostolo

Product Manager: Silvia Pigorini

Product Assistant: Guidalberto Guidi Di Bagno

Digital Lead: Paola Pavesi

Web&Digital Consultant: Alessandra Buzzoni

Direttori Creativi esecutivi: Francesco Bozza e Alessandro Antonini

Direttore Creativo Associato: Andrea Marzagalli

Direttore Creativo Associato/Copywriter: Giovanni Salvaggio

Head of Art/Art Director: Mattia Montanari

Designer: Nicola Giordani

 Brand Leader: Acsinia Messina

Account Director: Raffaello Dell’Anna

Account Supervisor: Davide Nava

Account Executive: Elisabetta Iulita

Strategic Project Manager: Teresa Girardi

Project Manager: Francesco Daleno

Social Media Manager: Rebecca Rabozzi

Community Manager: Elisa Mirani

Planning Director: Mattia Orso Mangano

Tv producer: Federica Manera, Giulia Linguanti

Casa di produzione: Mercurio Film

Regia: Giuseppe Capotondi

articoli correlati

AGENZIE

Publicis Group: Giorgio Brenna diventa Global Client Leader per FCA

- # # # # #

brenna FCA

Giorgio Brenna è stato nominato Global Client Leader (Publicis groupe) per Fiat Chrysler Automotive ( FCA).  In questo importante incarico, che si va ad aggiungere a quelli già da lui ricoperti all’interno del network Leo Burnett, riporterà direttamente a Arthur Sadoun, Ceo Publicis Communications e Group Sponsor per la Client Leadership.

“Giorgio ha ricoperto su FCA un ruolo di guida per molti anni  e questo è un passo naturale nel riconoscimento all’interno dell’intero Gruppo della sua leadership sul cliente.” dichiara Arthur Sadoun.

Il Global Client Leader, a cui spetta la supervisione di tutti i servizi offerti da Publicis Groupe al cliente,  è un ruolo determinante all’interno della nuova organizzazione del gruppo che pone al centro il cliente, offrendo il meglio che il mercato possa mettere a disposizione attraverso quattro solution hub: Publicis Communications composto da Publicis WW, Leo Burnett, Saatchi & Saatchi, BBH, Msl Groupe, Nurum e Prodigous; Publicis Media che controlla Starcom, Mediavest|Spark, Optimedia|Blue 449 e Zenith; Publicis Sapient,  hub dedicato al mondo digital, composto da Sapient Consulting, SapientNitro, DigitasLBi, Razorfish ed infine Publicis Healthcare che riunisce tutte le attività nei rami Health e Pharma.

articoli correlati

AGENZIE

Leo Burnett Milano curerà la strategia digital globale di Moleskine

- # # # # # #

Moleskine, il leggendario taccuino nero con l’elastico, compagno di viaggio di artisti e scrittori, diventato uno dei brand di culto tra professionisti e creativi di tutto il mondo, ha scelto l’agenzia Leo Burnett Milano come partner per la strategia digital global e, in particolare, per il lancio mondiale del nuovo Moleskine Smart Writing Set, l’ultimo nato della collezione Moleskine+, oltre alla gestione quotidiana di alcune piattaforme di comunicazione.

Da tempo, infatti, il mondo della carta di Moleskine si è evoluto: con la collezione M+, Moleskine ha creato una linea di smart notebooks capace di trasferire scrittura, disegno, contenuti analogico su digitale. Dalla pagina del taccuino
direttamente su smartphone o tablet.

Il feeling tra Leo Burnett Italia, secondo l’autorevole Gunn Report l’agenzia più creativa in Italia nel 2015, e il prodotto simbolo stesso dell’ispirazione non poteva che essere reciproco. “Siamo orgogliosi di avere la possibilità di collaborare con un brand così originale, amato e riconosciuto spontaneamente da comunità di creativi e professionisti della comunicazione in tutto il mondo – dichiara Giorgio Brenna, Chairman e CEO di Leo Burnett Group Italia e Continental Western Europe – e siamo sicuri che questa collaborazione porterà a esiti altrettanto originali e coinvolgenti”.

Credits:
Executive Creative Directors: Alessandro Antonini, Francesco Bozza.
Associate Creative Directors: Diego Mendozza, Francesco Simonetti.
Art Director: Fabio Lista
Copywriter: Daniel Cantrell
Art Buyer: Giada Cioffi
Senior Project Manager: Andrea Castiglioni
Account Supervisor: Carlotta Piccaluga
Account Department: Maurizio Cambianica, Francesca Masci.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Leo Burnett lancia una sfida impossibile allo chef Cannavacciuolo

- # # # # #

Un bel Pesce d’aprile cucinato da un grande chef: è quello “preparato” da Leo Burnett a sostegno della nuova edizione di “Cucine da Incubo”, il programma con lo chef Antonino Cannavacciuolo, prodotto da Endemol Italia per Discovery Italia e in onda ogni domenica alle 21.15 sul canale NOVE.
In ogni puntata una sfida impossibile per lo chef, che stavolta deve migliorare l’esperienza gastronomica degli esseri che mangiano peggio nell’universo. Chi sono? I tedeschi? Gli inglesi? I francesi? No, sono le mosche.

Il perché non c’è neanche bisogno di spiegarlo. Per questo insieme a Leo Burnett ha aperto “La Mouche D’Or” il primo ristorante gourmet al mondo per mosche. Un ristorante raffinato, esclusivo, di gran classe, con 16 coperti. Immaginate tavoli da 6 cm apparecchiati con cura ed eleganza, con tanto di posate di argento e bottiglie di champagne, sedie dipinte a mano di 5 cm e piatti da 2 cm.
Ma soprattutto un ricercato menù di alta cucina preparato da una equipe di chef.

Un vero e proprio esperimento che l’agenzia guidata da Giorgio Brenna, con la direzione creativa di Francesco Bozza e Alessandro Antonini, ha realizzato in collaborazione con chef, interior designers, entomologi e Bedeschifilm.
Speriamo che la famosa pacca dello chef non spiaccichi tutta la clientela!Per altri riuscitissimi “pesci” del 2016, leggi la selezione dei migliori su MyMarketing.Net

Un locale dedicato a chi mangia peggio al mondo. Tartare di tonno, risotto al caviale, branzino e crêpes: è il menù de La Mouche d'Or, il primo ristorante gourmet per… mosche!

Pubblicato da NOVE su Venerdì 1 aprile 2016

articoli correlati

AGENZIE

Daniele Tranchini saluta Leo Burnett Torino e si dedica a un nuovo progetto

- # # #

È arrivata ieri sera la comunicazione ufficiale: Daniele Tranchini, Managing Director & Global Business Director di Leo Burnett Torino, a breve lascerà il suo attuale incarico per affrontare una nuova avventura professionale.
Tranchini era arrivato in Leo Burnett Torino nel maggio 2013, dopo aver guidato Publicis Italia per circa tre anni.

“Ringrazio Daniele per il lavoro svolto e per l’impegno profuso in questi due anni”, ha commentato Giorgio Brenna, CEO Italia e Continental Western Europe di Leo Burnett. “Ci legano ormai da molti anni stima e affetto reciproco e per tale ragione non posso fare altro che auguragli un grande In bocca al lupo per il suo futuro”.
“Ho passato in Leo Burnett un periodo intenso e ricco di soddisfazioni professionali”, ha dichiarato Tranchini. “Ringrazio sinceramente Giorgio per l’opportunità che mi ha offerto di contribuire alla gestione e allo sviluppo dell’ agenzia. È stato un piacere e un onore far parte della sua squadra”.

articoli correlati

AGENZIE

Leo Burnett si aggiudica la gara Original Marines e riporta il brand in tv

- # # # #

Leo Burnett, nella foto il Chairman e CEO CWE Giorgo Brenna, ha ricevuto da Original Marines l’incarico di ideare e produrre la campagna di lancio della nuova collezione per l’autunno/inverno 2015.
L’assegnazione è avvenuta dopo una consultazione che ha coinvolto alcune delle principali agenzie italiane.

Original Marines si presenterà con una veste nuova attraverso una campagna che esalterà i tratti distintivi del brand e allo stesso tempo ne darà un’interpretazione rivisitata.

Oltre alla campagna stampa e affissioni è previsto anche un ritorno in TV. A Leo Burnett è stata inoltre affidata la direzione creativa e la realizzazione dei cataloghi.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

MIca “inaugura” con successo il grattacielo di Intesa SanPaolo

- # # # # #

Il 10 aprile scorso Intesa Sanpaolo ha ufficialmente aperto le porte del nuovo grattacielo di Torino ai primi visitatori, che – a cinque anni dall’inizio lavori – hanno avuto la possibilità di salire sulla torre per ammirare il capoluogo sabaudo da una prospettiva “impossibile”.

Lo Studio Renzo Piano Building Workshop ha progettato un edifico “luminescente, quasi come il ghiaccio” grazie a una serie di lamelle in cristallo che, in armonia con le montagne innevate sullo sfondo, rendono le superfici cangiante in funzione della luce naturale. La torre si sviluppa su 44 piani, di cui 38 fuori terra, occupa una superficie di 7.000 mq ed è alta 166 metri, poco meno della Mole Antonelliana.
Il grattacielo è stato realizzato secondo principi di sostenibilità ambientale e coniuga moderni ambienti di lavoro con spazi e servizi aperti al pubblico.
L’edificio è all’avanguardia per il basso impatto ambientale e l’innovazione architettonica: facciata a “doppia pelle”, alimentazione geotermica, panelli fotovoltaici, illuminazione a led e serra bioclimatica sulla sommità. Ospita inoltre un auditorium a configurazione variabile, una sala espositiva, un ristorante, e una caffetteria panoramica.

Leo Mice, agenzia eventi guidata da Giorgio Brenna, ha supervisionato e coordinato tutte le attività durante i giorni dell’inaugurazione, dallo sviluppo dei materiali di comunicazione, quali il video ufficiale di presentazione alle autorità e al pubblico, alla realizzazione di un’installazione multimediale posizionata nell’area espositiva del 36° piano nella quale vengono presentate tutte le peculiarità dell’edificio grazie ad una esperienza immersiva realizzata con una parete led da 10 mt di lunghezza per 3 di altezza, fino alla tensostruttura esterna dove accogliere i visitatori e gestire l’accredito alla visita guidata.

L’inaugurazione è stata un grande successo, come testimonia l’altissima affluenza nelle giornate di apertura al pubblico, con oltre 6.000 visitatori che hanno ammirato Torino come mai fatto prima.

Credits
Executive Creative Director: Francesco Bozza , Alessandro Antonini.
Creative Director: Neta Ben-Tovim
Art Directors: Giovanni Duò e Paolo Bonizzi.
Copywriter: Chiara Ronco
Event Manager: Marino Bronzino
Producer: Grazia Fumarola
Account Director: Roberto Ciappa
General Manager: Fabio Bianchi
Production Company: MiracleProductions
Regia: Tiberio Boido
Direttore Fotografia: Luciano Federici

articoli correlati

AGENZIE

Leo Burnett Italia curerà la comunicazione globale della fabbrica d’armi Pietro Beretta

- # # #

A seguito di una consultazione internazionale che ha visto coinvolte le principali sigle dell’advertising mondiale, Beretta ha incaricato Leo Burnett Italia, l’agenzia guidata da Giorgio Brenna (nella foto), come hub internazionale per le proprie attività di comunicazione. L’incarico riguarda lo sviluppo delle attività di comunicazione per tutti i prodotti a marchio Beretta, trasversalmente dai prodotti arma fino alla gamma Clothing & Accessories.

Beretta vanta una tradizione di oltre 500 anni di storia, ed è una delle pochissime aziende internazionali che si tramanda da 15 generazioni.

L’agenzia è incaricata di creare un piano di comunicazione che prevedrà lo sviluppo di campagne ATL, BTL e Digital nei principali mercati come l’Italia, gli U.S.A, UK, Francia, Russia, Australia e Nuova Zelanda.

articoli correlati

AGENZIE

Leo Burnett vince la gara e si conferma partner di Infinity anche per il 2015

- # # # # #

Infinity, il servizio on demand di film e serie tv in streaming del gruppo Mediaset, dopo una consultazione che ha visto coinvolte diverse agenzie di comunicazione, ha deciso di riconfermare l’incarico all’agenzia guidata da Giorgio Brenna anche per tutto il 2015.

Leo Burnett, partner di comunicazione del servizio fin dal momento del suo lancio nel Dicembre del 2013 è già al lavoro per sviluppare un nuovo progetto a 360° che coinvolgerà tv, stampa ma soprattutto web e che avrà come obiettivo quello non solo di comunicare tutte le novità del catalogo Infinity per il 2015 ma anche tutti i plus del servizio, il download, il multidevice, l’HD e la lingua originale.

articoli correlati

AGENZIE

La nuova sede di Leo Burnett: verde e a misura di vita e di lavoro

- # # #

Da oggi, martedì 20 gennaio 2015, Leo Burnett, l’agenzia guidata da Giorgio Brenna, lascia la sua sede storica a Milano in Via Fatebenefratelli, 14 per trasferirsi nel nuovo building in Viale Edoardo Jenner, 19 a Milano. Il nuovo edificio è stato costruito con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita e del lavoro dei dipendenti. Sono state infatti previste delle aree che possano dare più spazio alle loro passioni, al gioco e al divertimento.

“Nella nuova sede sarà più facile scambiarsi idee, condividere progetti, rilassarsi con gli altri o da soli, dedicando momenti della giornata lavorativa a se stessi o alla propria famiglia. Sono molto orgoglioso del lavoro che abbiamo fatto”, afferma Giorgio Brenna.

All’interno dell’edificio è stata creata un’area dedicata ai bambini con spazio interno e giardino, nell’ottica di andare incontro alle esigenze personali dei dipendenti. Il giardino interno di 4000 mq, dove si può passeggiare, coltivare l’orto o fermarsi a leggere, a pensare e a far maturare idee, ospita anche un campo sportivo multifunzionale (calcetto, pallavolo e basket).

L’edificio è dotato, inoltre, di dodici grandi sale riunioni che rappresentano lo stato dell’arte della tecnologia, una sala videoconferenza e una sala cinema da 90 posti. Leo Burnett è riconoscibile dalla sua facciata verde, da sempre il colore corporate dell’agenzia.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Leo Burnett e Fiat Professional, insieme per dar voce a chi lavora

- # # # #

Leo Burnett, l’agenzia guidata da Giorgio Brenna, firma oggi un nuovo e importante passo avanti nella comunicazione istituzionale di Fiat Professional, il marchio italiano dei veicoli commerciali.

Il team di creativi, coordinato dagli Executive Creative Directors Alessandro Antonini e Francesco Bozza e dal Creative Director Marco Gucciardi, ha realizzato una campagna in cui i valori del brand vengono espressi in modo coinvolgente e inedito da tutti i lavoratori, a partire dagli operai e dagli ingegneri delle fabbriche in cui si costruiscono i mezzi Fiat Professional fino ad arrivare a coloro che questi stessi mezzi li usano per fare gli artigiani, gli idraulici o gli elettricisti. L’idea è, infatti, quella che tutti, produttori o fruitori, facciano idealmente ogni giorno un unico lavoro: “un lavoro ben fatto”. Dalle catene di montaggio ai cantieri. Dagli studi di progettazione ai mercati rionali. Dagli uffici di marketing alle botteghe artigiane.

Il video, che è stato girato con il coinvolgimento degli operai della fabbrica abruzzese di Sevel e di alcuni lavoratori reclutati nei mercati e nei negozi, sarà visibile dal XY di ottobre sul sito di fiatprofessional.it e sarà affiancato anche da una sezione interattiva in cui i singoli potranno creare un proprio spot, da condividere sul web per farsi pubblicità dicendo, insieme a Fiat Professional, “io faccio un lavoro ben fatto”.

CREDITS
Executive Creative Directors: Alessandro Antonini, Francesco Bozza
Creative Director: Marco Gucciardi
Client Creative Director: Stefania Abbrugiati, Matteo Rostagno (Digital)
Art Director: Alessandra Buchignani, Davide Cortese (Digital)
Copywriter: Sara Greco
Content Manager: Barbara Berardi
Technical Director: Gianluca Mori
Engineer: Marco Carrodano, Paolo Nicoletti, Lorenzo Migliorero
Project Manager: Barbara Icardi
Gruppo Account: Paolo Griotto, Davide Danna (Digital)
General Manager: Davide Colombo, Stelio Spadaro
Director: Saku
Production Company: Miracle

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Con Iveco e Leo Burnett i camionisti viaggiano in cabine Hi-class sul nuovo Stralis Hi-Way

- # # # # #

Leo Burnett, l’agenzia guidata da Giorgio Brenna, firma una nuova campagna per il nuovo Stralis Hi-Way Iveco, vincitore del premio internazionale Truck of the Year 2013 e che si è distinto nel mondo dei trucks come uno dei modelli tecnologicamente più avanzati e più confortevoli. Il lavoro dei camionisti li porta a trascorrere gran parte della loro vita lontano da casa. Per garantire loro un comfort decisamente superiore in ogni situazione, dalla guida al riposo, Iveco ha creato la cabina Hi-Way del nuovo Stralis.

La campagna stampa e affissione, ideata dal team creativo guidato da Riccardo Robiglio e Paolo Dematteis, reinterpreta con un’iperbole l’elevato comfort degli abitacoli. Ambienti estremamente sfarzosi, definiti “Upper class cabins”, vengono personalizzati con dei piccoli elementi che lo rendono familiare a ogni camionista: un calendario, una targa luminosa con il proprio nome, una Radio CB. E per comunicare la vicinanza al mondo dei camionisti, quale posto migliore delle autostrade? Perciò la campagna, grazie alla partnership con il circuito di affissioni nelle aree di servizio Admoving di Autostrade per l’Italia, è presente nel luogo di incontro e riposo più frequentato dai camionisti.

Credits
Iveco Marketing Director: Alberto Cavaggioni
Iveco Brand Communication Director: Marco Monacelli
Iveco Brand Advertising Manager: Fabiana Moretti
Executive Creative Director: Riccardo Robiglio – Paolo Dematteis
Creative Director: Cristiano Tonnarelli
Copywriter: Giovanni Salvaggio
Art Director: Luca Ghilino, Domenico Roselli
Fotographers: Fm Photographers, Corbis, Can Stock Photo
Account: Claudia Collura

articoli correlati