MEDIA

Dalla Croce Rossa un film per far conoscere e rispettare la Convenzione di Ginevra

- # # # # # #

ginevra

Il Comitato Internazionale della Croce Rossa ha lanciato una campagna globale per far conoscere i tremendi costi umani che il mancato rispetto della Convenzione di Ginevra porta con sé, allo scopo di accrescere, presso una pubblica opinione più ampia possibile, la conoscenza delle leggi umanitarie che la regolano
Lo strumento scelto per raggiungere questi obiettivi è un film “Victory by Any Means”, della durata di 60 secondi, composto da spezzoni video autetentici provengentri dai teatri di guerra di tutto il mondo, che usa la più vieta popuistica retorica politica per guidare lo spettatore lungo un percorso che lo conduce da una visione basata su utopie e idealismi agli incubi umanitari che la realtà genera.
Il film, il più crudo mai realizzato dall’ICRC, è stato realizzato con la collaborazione dell’agenzia DigitasLBI, specializzata in marketing globale e tecnologie connesse, dell’engagement agency Kitcatt Nohr. Diretto da Tom Green (che ha anche girato il celebrato spot “The Most Shocking Second a Day” per Save The Children), questo sessanta secondi è distribuito attraverso al piattaforma Unilad, supportata da attività su Facebbok e altri canali social nella aree di particolare interesse, USA, Europa, America Meridionale, Australia e Africa.
Dopo l’esordio in cui il voiceover e l’eccitante colonna sonora introducono alla visione politica positiva di una nazione più forte e più sicura, il contenuto retorico della narrazione si fa sempre più estremo, mentre l’atmosfera si fa cupa e drammatica. Arrivano infatti sullo schermo le testimonianze video di violazioni della legge umanitaria internazionale: bombardamenti di scuole e ospedali, trattamenti degradanti inflitti ai prigionieri di guerra, uso di armi chimiche. Il film termina sulle immagini delle sofferenze delle persone, il risultato appunto di una “Victory by All Means”, la vittoria ottenuta con qualsiasi mezzo, come ricorda il titolo del film. Alla fine, gli spettatori sono invitati ad approfondire la loro conoscenza della Convenzione di Ginevra su sito dedicato therulesofwar.org.

“I bombardamenti indiscriminati, le deportazioni dei civili, e le violenze sessuali sono diventate notizie quotidiane”, ammonisce Peter Maurer, Presidente dell’ICRC, “ma non dimentichiamo che quando si violano le leggi umanitarie internazionali, tutti noi ne paghiamo il prezzo”.

“Troppo spesso leggiamo di attacchi ai convogli di aiuti alle vittime, della distruzione di ospedali, o dell’utilizzo dello stupro come strategia bellica. Di contro si va diffondendo l’opinione che il rispetto delle leggi internazionali come la Convenzione di Ginevra, in guerra, sia diventato inutile”, conclude Enrique Mestre, Marketing Manager dell’ICRC. “Ancora peggio: la grande maggioranza della gente ignora che cosa prescrivono tali leggi. Invece noi vogliamo comunicare che queste norma proteggono chiunque si trovi coinvolto in un conflitto. Nostro compito è invece ribadire che, anche in guerra, chi comanda ha la responsabilità di impedire le atrocità che il fim presenta. E tutte le altre”.

Credits
Creative agencies: DigitasLBi e Kitcatt Nohr
Executive Creative Directors: Tim Clegg e Scott Holmes
Creatives: Simon Martin e Simon Bosworth
Head of Content: Stuart Aitken
Business Director: Harriet Elsom
Head of Display & Paid Social: Cibelle Michepud
Director: Tom Green
Production company: Stink
Sound design: Mad Planet
Sound mix: Prodigious

 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Mimesi misura il buzz in rete dei brand automobilistici

- # # # # #

In occasione dello storico Salone dell’auto di Ginevra (dal 7 al 17 marzo) Mimesi, società di press, web e social monitoring, ha realizzato un osservatorio per scoprire quale fosse il brand automobilistico più discusso sul web e sui social network. Il monitoraggio prevede tre fasi: prima, durante e dopo la fiera, in questo modo sarà disponibile un quadro completo dei “most discussed” nell’arco di 33 giorni complessivi.

In questa prima fase i 5 Brand di cui si parla di più sono Ferrari (675), Alfa Romeo (633), Volkswagen (508), Fiat (501) e Lamborghini (425). L’aumento dei post è stato collegato alle presentazioni di nuovi veicoli, che alcune aziende, proprio in occasione del Salone, hanno presentato in anteprima. Ferrari, per esempio, ha fatto registrare il proprio picco tra il 5 e il 6 marzo, grazie alla presentazione de “LaFerrari”. La notizia è stata ripresa soprattutto dai blog e ha dato vita a diverse discussioni su Twitter e Facebook.

Negli stessi giorni Lamborghini ha presentato l’avveniristica Veneno, thread che ha generato su Facebook, Twitter e Autoblog.it più della metà dei post totali. Anche Alfa Romeo, con l’anteprima del 25 febbraio della 4C, è riuscita a stimolare numerose discussioni sulle medesime piattaforme social, in particolare su Facebook. Diverso è il motivo che ha generato post su Volkswagen: la casa automobilistica tedesca è infatti stata citata, per aver conquistato il premio “Auto dell’anno” con la settima versione della Golf. Fiat, infine, genera risultati in particolare sui siti di news il 5 marzo, in merito alla curiosità e alle aspettative relative ai nuovi modelli (Panda, Ypsilon e 500 GQ), questi ultimi presenti in particolare sui blog.

articoli correlati

MEDIA

Motori.it coinvolge con le emozioni del Salone di Ginevra

- # # # # #

Motori.it, sito di informazione motoristica recentemente rinnovato nella veste grafica e ai vertici di traffico nell’informazione di settore, racconta il Salone dell’Auto di Ginevra attraverso un innovativo speciale editoriale. La fancybox, galleria multimediale studiata per  esaltare l’impatto delle immagini e migliorare l’esperienza di navigazione dei lettori, affianca e arricchisce la copertura editoriale sviluppata attraverso articoli, interviste e approfondimenti sul posto.
A confermare la qualità dello speciale editoriale la sponsorizzazione esclusiva di Peugeot, attraverso skin veicolate sia su pagina che su fancybox. Quest’ultimo è un formato inedito di forte impatto, capace di garantire massima visibilità al messaggio del cliente e buoni CTR.
“Confermando la spinta all’innovazione di Motori.it – dichiara Giusy Cappiello, direttore vendite di TAG Advertising, concessionaria esclusiva del portale – abbiamo colto le grandi opportunità introdotte dal recente restyling per consolidare il legame tra messaggio promozionale e contenuto editoriale. Questo ci ha permesso di raggiungere una buona sintesi tra l’esigenza del cliente e le aspettative dei lettori. Oltre alla personalizzazione delle pagine legate allo speciale, la campagna ha permesso al cliente di dialogare con i lettori, grazie ad una profonda sinergia con la redazione. Un’opportunità unica e di grande impatto comunicativo che replicheremo per i prossimi speciali, sia in occasione di saloni internazionali ma anche per altri eventi legati alla stagionalità”.

articoli correlati