MOBILE

Do Eat Better, nasce l’applicazione italiana per trovare i piatti più buoni della propria città

- # # # # # # #

Nasce Do Eat Better, app dedicata ai food lover

Utilità, non solo entertainment. Il social food scopre le sue applicazioni grazie a Do Eat Better, un’app dedicata ai Food lover digitali di tutto il mondo e sviluppata da due giovani di Genova.
Dopo un lancio su scala nazionale è infatti prevista una espansione su tutti gli store a livello globale. L’idea di Do Eat Better nasce nel maggio 2015 dal ‘culto’ per food e tecnologia di Daniele Tardivelli e Nicola Dongo. “L’App funziona così: gli utenti condividono i piatti che gli sono piaciuti e, grazie alla integrazione con Google, l’App lega i piatti pubblicati al ristorante, creando automaticamente una classifica basata sul numero di condivisioni di ogni singolo piatto e dei “like” ottenuti. Nel tempo, gli utenti formano una sorta di guida sempre aggiornata sui migliori piatti di ogni locale”. A chi non è mai capitato di trovarsi a tavola con gli amici, o peggio con la fidanzata, e rendersi conto troppo tardi di aver ordinato il piatto sbagliato? E poi veder servire al tavolo accanto piatti meravigliosi? “Con Do Eat Better si va sul sicuro”, continua Nicola.
Cercando il nome del ristorante su Do Eat Better possiamo infatti vedere i piatti di quel ristorante che gli altri utenti hanno trovato meritevoli o da casa ricercare ad esempio la miglior pizza in città.
Grazie alla integrazione con i principali social network si possono seguire i propri amici che già utilizzano l’applicazione per vedere che piatti pubblicano e il proprio profilo personale conserva uno storico di tutti i piatti che ci sono piaciuti nel tempo, in modo che si può risalire comodamente al ristorante e ai contatti.
Do Eat Better è disponibile da pochi giorni su App Store e nelle prossime settimane sarà pubblicata anche una versione per dispositivi Android. La partecipazione attiva di ogni utente è fondamentale per rendere la community sempre più ricca di suggerimenti. Non sarebbe bello avere sempre vicino un amico che ti consiglia cosa mangiare? Do Eat Better vuole essere quell’amico per tutti. Do Eat Better si scarica gratuitamente sull’ iPhone e “a breve – spiegano i due- sarà pronta una versione per Android”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Una notte di stelle per la presentazione della 61° edizione della Guida Michelin Italia

- # # # # #

La presentazione della 61° Guida Michelin Italia

Il Mercedes-Benz Center di Milano ha riunito le stelle della ristorazione italiana per la presentazione della sessantunesima
edizione della Guida Michelin Italia 2016, il principale evento gastronomico dell’anno.
350 ospiti per una serata di gala durante che ha premiato i campioni della cucina italiana, confermando le tre stelle Michelin per ben otto ristoranti del Belpaese. Tra i protagonisti del 2016 anche il D’O di Davide Oldani, Ambasciatore della Stella, che spicca tra le eccellenze della cucina milanese.
Tra le novità della nuova edizione della Guida Michelin Italia 2016, il Mercedes-Benz Center ha tenuto a battesimo dieci nuove stelle Michelin su sette chef, provenienti da sei regioni, a testimonianza della straordinaria varietà della cucina italiana.
L’evento, organizzato dalla filiale italiana della Michelin, ha trovato nel Mercedes-Benz Center una cornice ideale per coniugare le due anime dell’azienda francese: punto di riferimento per le eccellenze turistiche e gastonomiche italiane e protagonista globale nello sviluppo e la produzione di pneumatici.
Proprio in questi giorni Michelin è, infatti, tra i protagonisti di #IoSonoElettrica, il più grande #eTour mai realizzato in Italia che ha già toccato 16 città tra ottobre e novembre. Un viaggio a bordo di Classe B Electric Drive che, proprio come la cucina, ha unito l’Italia da nord a sud. Il Mercedes-Benz Center si conferma il più grande Brand Center di Mercedes-Benz per il sud Europa e, grazie alla sua architettura avveniristica e alla presenza del Museo, uno degli spazi eventi più Pag. 2
interessanti e richiesti nel panorama milanese.
Con oltre 70 eventi, tra grandi e piccoli e 92 workshop “Missione Futuro” organizzati sotto la Stella della torre Mercedes Benz, il 2015 si conferma l’anno dei record: circa 2.000 bambini sono intervenuti alla mostra ideata per illustrare, in modo interattivo, gli incredibili sviluppi e le molteplici possibilità della mobilità del futuro ed oltre 8.000 ospiti hanno partecipato ad eventi come, ad esempio, la F1 Charity Night con Fondazione Laureus, la serata benefica della Fondazione Pupi, gli Awards della Gomma e, ultima in ordine di tempo, la cena a 10 stelle di Michelin.

articoli correlati

MEDIA

La cucina italiana secondo laeffe: in onda la prima serie italiana firmata RED

- # # # # #

Parte mercoledì 10 giugno il primo viaggio tutto italiano di RED, che andrà in onda su laeffe (can. 50 DTT e tivùsat, 139 di Sky) e parlerà della cucina del Bel Paese.

Un percorso che attraversa tutta la penisola per indagare il concetto di Cucina POP di Davide Oldani, il manifesto politico del “gastrofilosofo militante” Don Pasta, il viaggio dalla Puglia a EXPO del “cuoco contadino” Peppe Zullo, fino alla cucina futuristica, tra filosofia e scienza, di Davide Scabin.

 

Mercoledì 10 giugno, ore 21.00 –  Davide Oldani: Pop Food per tutti.
“Una cucina d’eccellenza alla portata di tutti”: è la cucina POP, ideata da Davide Oldani. Chef ma anche designer, imprenditore e maitre à penser, Oldani è l’uomo che ha rivoluzionato il concetto di cucina stellata. Un viaggio nelle sue giornate frenetiche tra la Brianza e l’EXPO, dividendosi tra lavoro, famiglia, eventi di business e momenti di riflessione, per raccontare l’anima POP della cultura culinaria italiana. Una filosofia raccontata anche nel suo ultimo libro POP FOOD (Feltrinelli, 2015), che ha inaugurato la collana RED di Giangiacomo Feltrinelli Editore.

 

Mercoledì 17 giugno, ore 21.00 – Don Pasta e la cucina anarchica.
Dj, cuoco politico, economista, anarchico e appassionato “attivista gastronomico”, Don Pasta parte da Napoli per un viaggio nel Sud Italia alla scoperta di storie, ricette, cucine e gastronomie tradizionali, per vivere la sua ricerca e diffondere il suo manifesto rivoluzionario a difesa della cucina italiana, contro tutto e tutti. Per raccontare – tra antropologia e passione per la frittura – cosa è rimasto e cosa è cambiato nella cucina e nella cultura del Bel Paese.

 

Mercoledì 24 giugno, ore 21.00 – Peppe Zullo, il cuoco contadino.
La sostenibilità della catena alimentare, il recupero delle tradizioni agricole, il rispetto della terra e la cura della stagionalità delle materie prime: sono i valori che stanno alla base della cucina biologica, strettamente connessa ai ritmi della natura, di Peppe Zullo: cuoco imprenditore ed ambasciatore di Slow Food, valori raccontati in un viaggio dalla sua azienda agricola nella campagna pugliese fino alla Milano di EXPO.

 

Mercoledì 1 Luglio, ore 21.00 – Davide Scabin, il futuro in cucina.
Una riflessione sul futuro dell’alimentazione con Davide Scabin, lo chef che ha portato la sua cucina nello spazio, l’inventore del cyber egg, una delle personalità più rivoluzionarie e innovative al mondo, con le sue rivisitazioni della cucina piemontese in chiave moderna e futurista, tra cibo del futuro, scienza e design gastronomico.

articoli correlati

AGENZIE

Yes Food Italia affida ad Expansion Group la realizzazione della gamma gastronomia di CasaMia

- # # # # #

Yes Food Italia, azienda che opera nel settore del food e della ristorazione, ha affidato ad Expansion Group la realizzazione dell’intera gamma gastronomia del brand CasaMia. L’agenzia ha realizzato il nuovo marchio e i nuovi packaging che sono stati presentati al pubblico nazionale e internazionale in occasione dell’ultima edizione di Sihra.

“Volevamo un marchio semplice e solare che trasferisse italianità, vicinanza e professionalità” afferma Alberto Petriola, Product & Business Development Manager di Yes Food Italia “Il lavoro di Expansion Group ha risposto in pieno alle nostre attese”.
L’agenzia ha affiancato il cliente anche nella creazione di tutti i materiali di supporto utilizzati per il lancio del nuovo brand avvenuto in occasione dell’ultima edizione di Sihra, una delle più accreditate fiere europee del settore.

articoli correlati

MEDIA

Arriva in Italia TuttoGusto, sito del Gruppo Aufeminin dedicato agli amanti della buona cucina

- # # # # # # # #

Il Gruppo Aufeminin ha lanciato in Italia di TuttoGusto, un sito dedicato a tutti gli amanti della buona cucina, dove si possono scoprire e condividere idee, ricette e notizie legate al mondo della gastronomia. TuttoGusto unisce al tradizionale concetto di portale di ricette tante funzionalità social, che permettono ad ogni utente non solo di inviare le proprie ricette, ma anche di arricchire, valutare, commentare e condividere i contenuti inviati dagli altri membri della community.
TuttoGusto nasce dal successo di Marmiton, il sito di cucina numero uno in Francia e in Europa: un portale e una community capaci di raccogliere un’audience di 9 milioni di visitatori unici al mese, con picchi di oltre 2 milioni di utenti al giorno a ridosso delle ultime festività. Marmiton e TuttoGusto sono parte del gruppo Aufeminin, il gruppo editoriale numero uno al mondo per il target femminile, già presente in Italia con il portale Alfemminile.com.

“Il lancio di TuttoGusto è parte della strategia di sviluppo di Marmiton”, afferma Christophe Duhamel, cofondatore e direttore generale di Marmiton. “Ci è sembrato naturale portare il nostro progetto e la nostra idea di community in Italia, un paese che condivide con la Francia una forte passione per la gastronomia, e dove trovano terreno fertile i valori della condivisione, della gioia, dell’immediatezza e della semplicità applicati al cibo e alla cucina”.

Creato e sostenuto da un team di appassionati di cucina e gastronomia, TuttoGusto nasce per portare in Italia, il paese dello slow food e del piacere del cibo, la ricetta che ha fatto impazzire gli appassionati d’Oltralpe, adattandone i contenuti alla cultura – non solo culinaria – del nostro paese. L’ingrediente fondamentale è il piacere di cucinare e di mangiare, e quindi di scoprire ogni giorno idee, notizie e sapori nuovi, cui si aggiunge il gusto per la condivisione e la convivialità. TuttoGusto, infatti, è concepito in modo da rendere semplice e divertente per ogni utente – dallo chef, al blogger, all’utente comune – lo “stare insieme” ad altri appassionati di buon cibo, condividendo ricette, scambiandosi consigli e scoprendo ogni giorno come e cosa cucinano gli altri.

Il sito di TuttoGusto è completamente responsive e facilmente fruibile anche da mobile, e per i prossimi mesi è previsto anche il lancio di una app dedicata. Il lancio di Tuttogusto.it sarà sostenuto in Italia dalla partecipazione e dalla sinergia con Alfemminile.com e la sua community.

“Siamo felici di dare il benvenuto in Italia a TuttoGusto, e di poter contribuire attivamente al suo lancio e al suo sviluppo”, ha dichiarato Maria Cecilia Andretta, Amministratore Delegato di Alfemminile. “TuttoGusto.it porta in Italia un portale innovativo, in cui la ricchezza e la varietà dei contenuti, combinate con l’interazione tra i membri della community, creano un’esperienza unica che siamo sicuri sarà apprezzata da i tanti food lovers italiani”.

Già oggi su TuttoGusto è possibile trovare più di 6.500 tra ricette, video e altri contenuti, pronti ad essere condivisi, arricchiti, giudicati e commentati da tutti gli appassionati di cucina e gastronomia.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Eridania porta i “classici” al Salone del Libro 2013

- # # # # # # #

Durante l’ultima edizione del Salone Internazionale del Libro, Eridania ha coniugato cultura letteraria e gastronomica realizzando il sogno di migliaia di appassionati lettori: il pubblico, accorso numeroso e divertito, ha potuto sorseggiare un caffè a tu per tu con Alessandro Manzoni, degustare un semifreddo accanto al Sommo Poeta Dante e ascoltare la poetica potente di Gabriele D’Annunzio accompagnandola con un finissimo dolce al cucchiaio.

La XXVI edizione della kermesse, che ha registrato il record assoluto di presenze, ha dato grande attenzione all’enogastronomia ed Eridania naturalmente non poteva mancare: presso il suo spazio espositivo Eridania ha allestito un vero proprio caffè letterario all’interno del quale il pubblico ha potuto sedersi e gustare mini-cupcake in compagnia dei più famosi autori classici italiani, presenti sotto forma di divertenti sagome illustrate, e ascoltando la declamazione delle opere più celebri della nostra storia letteraria. Sempre all’interno del suo spazio, Eridania ha organizzato una serie di “lezioni di zucchero” tenute dall’artista del dolce Giada Bosco, insegnante di cucina de Il Melograno di Torino, che ha mostrato ai molti presenti come realizzare ricette originali e sorprendenti utilizzando l’intera gamma di prodotti Eridania.

Novità assoluta dell’edizione 2013 del Salone, è stato il progetto Casa Cookbook, lo spazio dedicato all’editoria enogastronomica, che ha ospitato oltre 50 tra workshop, dibatti e soprattutto showcooking dimostrativi e degustazioni. Molti i grandi nomi della cucina che si sono esibiti nella preparazione e nell’illustrazione delle loro ricette originali utilizzando anche i più noti prodotti Eridania: Classico, lo zucchero per eccellenza, Zefiro, extra-fine e immediatamente solubile, Tropical Demerara e Cassonade zucchero di canna, dal colore bruno e dal profumo esotico, Velo e Velo Vaniglinato, gli zuccheri impalpabili ideali per mousse, creme e dolci al cucchiaio.

articoli correlati