AGENZIE

Arexons affida a FutureBrand il rebranding della linea Car Care

- # # # # #

Arexons affida a FutureBrand il rebranding della linea Car Care

Arexons ha affidato il rebranding della propria linea Car Care a FutureBrand, a seguito di una gara tra le migliori realtà di Branding internazionali. Tre gli obiettivi del progetto: distinguere e consolidare il posizionamento di Arexons come leader di settore; ripensare il packaging design system in ottica di aumento della riconoscibilità a scaffale; rassicurare il consumatore sull’expertise di un Made in Italy garanzia del migliore rapporto qualità/prezzo presente sul mercato.
Forte di un pensiero strategico volto alla ridefinizione del Brand Positioning, FutureBrand ha sviluppato diverse soluzioni di packaging design system, testate dall’Istituto di Ricerca GPF su un campione eterogeneo di 800 guidatori e acquirenti car care che ha valutato tre diversi approcci strategico-creativi.
Nel nuovo Packaging Design System il logo Arexons diventa “eroe”: posizionato sempre centralmente, divide il visual dell’area di applicazione dalla descrizione e dai plus di prodotto per una riconoscibilità e una lettura semplificate e immediate.
Anche il colore gioca un ruolo da protagonista: il caratteristico blu – tonalità che da sempre identifica l’offerta a scaffale Car Care di Arexons – si intensifica e si trasforma in strumento proprietario di differenziazione, veicolando la tecnologia e la premiumness della Marca. L’italianità del Brand è presente su ogni confezione, a rassicurazione di una expertise consolidata nel tempo.
“La nuova identità della linea Car Care di Arexons è ora chiara e definita: capace di guidare il consumatore nella scelta del prodotto e di qualificare la Marca come innovativa, sicura ed esperta, diventa così punto di riferimento premium per chi è alla ricerca di qualità e competenza,” chiude Gianni Tozzi, Executive Creative Director di FutureBrand.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

FutureBrand firma il rilancio mondiale del brand Activia di Danone

- # # # #

Activia - FutureBrand

Con oltre 300 vasetti venduti al secondo e quasi 1000 referenze nei diversi mercati, Activia è senza dubbio il brand del comparto latte numero uno a livello mondiale.

Quest’anno, il mega-brand di Danone è stato sottoposto a un intenso progetto di riposizionamento e oggi rinasce con una grande ambizione: accompagnare ogni donna alla scoperta del proprio potenziale interiore entrando in sintonia con se stessa. Per questa importante transizione, Danone ha scelto FutureBrand, affidando alla società di consulenza l’incarico di dar vita alla nuova visione del brand su tutti i suoi touchpoint.

Per allineare i codici della marca al nuovo posizionamento, FutureBrand ha rivisto l’intero ecosistema di Activia, rinnovando il marchio, dando al verde proprietario una nuova tonalità e intervenendo sulla struttura del pack e sullo stile fotografico. Il design diventa così lo strumento di narrazione del nuovo posizionamento di Activia: la sintesi tra scienza e natura, mente e cuore, salute e piacere. Un cambiamento importante per un brand globale i cui asset con il passare del tempo avevano perso coerenza e si erano indeboliti.

Uno degli elementi chiave creati da FutureBrand è la nuova icona della marca: un simbolo di energia ed equilibrio, concetti fondanti del nuovo posizionamento. L’icona costituisce il fulcro del design system e dà vita alla struttura che si estende all’intera gamma.

L’efficacia dei prodotti e il know-how scientifico di Danone sotto sottolineati dalla posizione di primo piano dell’ingrediente principe, il Bifidus ActiRegularis, collocato sotto l’icona. Una particolare attenzione è stata dedicata ai visual degli ingredienti, colpi di luce e texture contribuiscono infine a rafforzare la percezione di qualità della marca.

“Abbiamo adottato un codice visivo preciso e raffinato, il tipo di linguaggio di solito utilizzato dalla cosmesi di fascia alta e non nei latticini”, spiega Marie-Thérèse Cassidy – Executive Creative Director di FutureBrand Parigi.

Activia e FutureBrand hanno testato il nuovo system su circa 15.000 consumatori in sette mercati chiave: USA, UK, Francia, Spagna, Germania, Brasile e Russia. Il rilancio globale di Activia è appena partito e riguarderà inizialmente 35 Paesi.

“Siamo sempre molto fieri di lavorare con Danone in Francia e all’estero, soprattutto quando abbiamo l’opportunità di misurarci con un power brand come Activia”, conclude Suzanne Stahlie, Managing Director, FutureBrand Parigi.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

FutureBrand firma il rebranding mondiale di Nesquik

- # # # #

Nesquik

Il nuovo design studiato da FutureBrand per Nesquik reinterpreta le equity visive della marca, con un’immagine più contemporanea e fresca, dando rilevanza ai valori nutrizionali del brand.

“FutureBrand ha mantenuto il giallo Nesquik, un colore vibrante e distintivo, che ha reso però più naturale grazie all’immagine del sole che sorge all’orizzonte: il perfetto inizio di una nuovo felice giorno. Dal sole si snoda il sentiero che accompagna i bambini nella loro giornata, offrendo loro tutta l’energia necessaria ad affrontare le varie attività con una colazione piena di gusto e nutrizionalmente ben bilanciata”, spiega Marshal Ward, Senior Vice President Europe di FutureBrand.

FutureBrand ha poi sviluppato una nuova architettura di marca, studiata per comunicare con efficacia le varianti di prodotto e i loro benefit specifici nelle diverse categorie e mercati.

La società ha creato un look più moderno anche per il trademark globale di Nesquik, che oggi appare più caldo e coinvolgente. La presenza dell’outline bianca esprime la complementarietà con il latte, che viene rafforzata della gocciolina che costituisce il puntino sulla “i”.

Insieme a McCann, FutureBrand ha rivisto infine l’immagine di Quicky, il personaggio-icona molto amato dai bambini.

Il nuovo packaging design system rappresenta la perfetta coniugazione dei nuovi asset della marca, capace di raccontarne i valori e le storie di prodotto.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

FutureBrand crea il nuovo linguaggio di marca per ActionAid

- # #

ActionAid - FutureBrand

ActionAid, l’organizzazione internazionale indipendente impegnata contro fame, povertà ed esclusione sociale, ha chiesto aiuto a FutureBrand per creare un’immagine di marca capace di rendere più efficaci i suoi appelli a favore dei progetti che promuove e sostiene in tutto il mondo.

Partendo dal nome, che è di fatto una forte promessa, FutureBrand ha creato il payoff “realizza il cambiamento”, un invito e un impegno al tempo stesso, nonché un linguaggio di marca coerente con i valori di ActionAid e tanto versatile da essere applicabile a tutti i punti di contatto tra i donatori e l’organizzazione. Su queste basi è stato ideato il segno del filo rosso dell’azione, che simboleggia l’opera concreta, pervasiva e non invasiva di ActionAid nelle comunità che supporta. Il filo rosso potenzia il messaggio, agendo come strumento di narrazione visiva per raccontare ciò che ActionAid concretamente fa, grazie alla generosità dei donatori.

FutureBrand ha quindi lavorato all’identificazione di uno stile fotografico ispirato al mondo dei fotoreportage, con soggetti reali sempre in primo piano e ripresi nel loro contesto, permettendo così ad ActionAid di raccontare con maggiore immediatezza, concretezza e realtà la propria opera.

FutureBrand ha infine ideato la campagna istituzionale video e la sua declinazione 5Xmille, on air su piattaforma digitale e televisiva, in cui concept è “il filo rosso sei tu”. L’opera che realizza il cambiamento è il lungo filo rosso che accompagna la narrazione di tutto lo spot. I valori fondanti di ActionAid – crescere, collaborare, decidere e partecipare – sono raccontati dalla voce calda di Luca Ward e scandiscono in maniera efficace e puntuale le singole azioni che realizzano il cambiamento.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

FutureBrand firma il restyling globale del Mastebrand Hero

- # # #

Hero - FutureBrand

Da 130 anni Hero delizia i consumatori preservando la bontà della natura. Nel tempo però, il brand, che è presente con 7 diverse categorie di prodotto in oltre 15 mercati, aveva perso parte della sua coerenza.

A FutureBrand è stato chiesto di lavorare sul masterbrand Hero per renderlo più impattante e distintivo e capace di esprimere il nuovo posizionamento globale scelto per la marca. L’agenzia ha così compiuto un’approfondita analisi dei consumatori e delle occasioni di consumo di Hero, che ha portato alla creazione del nuovo portfolio, punto di partenza per lo sviluppo di un’architettura di marca complessa e capace di guardare al futuro.

Puntando sulle brand equity storiche della marca, FutureBrand ha impiegato i dati raccolti nella fase di analisi per creare un nuovo concept per il masterbrand Hero, coerente con il posizionamento “Conserving the Goodness of Nature.” (“conserviamo il buono della natura”).

Freshly Picked” (Appena colto), l’idea creativa centrale del progetto, si ispira al semplice gesto di raccogliere la frutta dall’albero”, spiega Marshall Ward, Senior Vice President Europe di FutureBrand. “Un’idea che esprime perfettamente l’expertise di Hero nel conservare la bontà della natura”.

Il concetto creativo è imperniato su un device visivo estremamente semplice e tuttavia potente: una foglia che contiene il logo Hero. La spontaneità dei rami e delle foglie sono un esplicito riferimento alla natura e alla sua integrità ed esprimono il mix di gioiosità ed esperienza garantite dalla lunga tradizione del brand. FutureBrand ha anche creato una nuova tipografia proprietaria per Hero, ispirandosi ai diversi spessori del lettering storico del logo, capitalizzando così sul valore della tradizione. L’applicazione coerente del logo concorre alla creazione di un masterbrand forte, mentre la flessibilità garantita dal device visivo del ramo, sviluppato in diversi colori, garantisce un’architettura di marca chiara in tutte le categorie e linee di prodotto, dando vita in modo efficace al concetto creativo “Freshly Picked”.

articoli correlati

AGENZIE

FutureBrand acquisisce Speck Design

- # # # #

FutureBrand

FutureBrand Worldwide, membro del Gruppo Interpublic, annuncia l’acquisizione di Speck Design, la società di product design e innovazione di Palo Alto, California.

Fondata nel 1996, Speck Design è una società integrata che sviluppa prodotti concept-to-market e che in vent’anni ha innovato migliaia di prodotti in uso nelle case, sulle persone, negli ospedali, nelle automobili e nei luoghi di lavoro. Tra i suoi clienti: Audi, Apple, Cisco, Ford, Google, Intuit, Juniper, Nike e Panasonic per i quali ha saputo unire in maniera unica la conoscenza approfondita dei consumatori, il design industriale, la tecnologia e ampie competenze di progettazione e produzione per trasformare l’innovazione in realtà commerciale.

“Nel mondo interconnesso, il successo dei brand dipende sempre più dalla possibilità di vivere un’esperienza a 360 gradi,” sostiene Patrick Smith, Global CEO di FutureBrand. “La capacità di trasformare le strategie di marca in prodotti e servizi in grado di incidere realmente sul mercato è cruciale visto che le aspettative dei consumatori evolvono di pari passo con le nuove tecnologie. Speck Design ha realizzato dispositivi pionieristici per Google, sistemi di entertainment di bordo di nuova generazione per Mercedes-Benz e sistemi di TelePresence per Cisco. Combinando la sua expertise con la nostra esperienza globale nella strategia, nel digitale, nel retail e l’hospitality, oggi possiamo creare e mettere in connessione ogni aspetto della brand experience e far crescere le marche del futuro,” conclude.

“Speck Design ha contribuito allo sviluppo del pensiero creativo legato ai prodotti e ai servizi in una delle fasi più intense di cambiamento della storia del business e della tecnologia”, ha detto Elisa Jagerson, CEO e titolare di Speck Design. “Siamo entusiasti della nuova stagione che si apre con FutureBrand e, in particolare, dell’opportunità di trasformare le nostre competenze tecniche – forgiate nell’ecosistema ad alto tasso di innovazione della Silicon Valley – in realtà per tutte le organizzazioni che desiderano accelerare la propria crescita globale. Oggi più che mai, l’incontro tra brand di primo piano e competenze di sviluppo dei prodotti definiscono la nuova frontiera della customer experience”.

Elisa Jagerson entrerà nel team manageriale della società e riporterà a Patrick Smith. Speck Design conserverà il suo nome e si espanderà in nuovi uffici a San Francisco e Mountain View per consolidare i rapporti con i clienti esistenti e avviare nuovi contatti con la clientela globale di FutureBrand.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

FutureBrand firma il rebranding di Fattorie Girau

- # # # #

FutureBrand

I prodotti di Fattorie Girau, brand sardo nato nel 1958 e oggi parte del Gruppo Arborea, hanno conquistato gli scaffali italiani con la loro genuinità. Grazie al latte di pecora e di capra, le specialità Girau risultano più facilmente digeribili e si fanno apprezzare ben oltre i confini nazionali, raggiungendo persino l’Asia.

Con gli anni e il crescere dell’offerta, l’immagine di Girau si era frammentata e non riusciva più a trasmettere la propria unicità e il valore dei propri prodotti. FutureBrand è stata chiamata a riposizionare il marchio e a creare una brand image forte e capace di differenziare le due linee di prodotto – Capra e Pecora – per aumentare la brand awareness e la navigabilità dell’offerta.

L’analisi di FutureBrand non poteva che partire dalla Sardegna, con le sue asprezze, i profumi e la sua straordinaria capacità di accoglienza: una terra dove il tempo non ha fretta ed è scandito dal ritmo di gesti calmi e sapienti. È in questo luogo unico che Girau produce con rigore e maestria le sue specialità, utilizzando materia prima 100% sarda.

Sara Pallaro, Design Director FutureBrand, spiega: ”Il logo che abbiamo creato funge da sigillo di garanzia, ma è il latte 100% sardo il vero protagonista del racconto del brand insieme alle capre e alle pecore che lo producono e che rappresentano la via sarda al gusto e al benessere”.

“Il system grafico è contemporaneo ma ricco di spontaneità, giocato prevalentemente sul bianco per i prodotti di capra e sul nero per quelli di pecora, per veicolare in modo immediato la complementarietà di una nuova offerta di prodotti orientati al benessere e che comprendono latte, yogurt e numerosi formaggi di pecora e di capra. Nei prodotti freschi i colori brillanti parlano del gusto, mentre nei prodotti stagionati e porzionati aiutano il consumatore a orientarsi rispetto alle stagionature”.

FutureBrand ha creato un linguaggio visivo per il brand Girau, che ne sa esprimere lo spirito fresco, consapevole della propria tradizione ed esperienza, fiero delle sue origini sarde e desideroso di condividere i frutti del suo lavoro con i suoi consumatori.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

MSC Crociere: nuovo posizionamento globale e nuova campagna adv. Siglato l’accordo con Samsung per le smart ship del futuro

- # # # # # # #

MSC Crociere campaign

MSC Crociere ha presentato oggi a Milano, presso il Samsung District, la nuova strategia di posizionamento del marchio a supporto del piano di crescita globale dell’azienda che ha avviato un nuovo piano industriale da 5,1 miliardi di euro che raddoppierà la capacità della flotta e vedrà l’introduzione di sette nuove navi di ultima generazione tra il 2017 e il 2022.

Il nuovo posizionamento è il risultato di una lunga ricerca sui consumatori durata un anno, condotta in diversi paesi a livello globale tra i quali Germania, Francia, Italia, Spagna, Regno Unito e Stati Uniti sui bisogni dei viaggiatori, sulla percezione degli attuali prodotti MSC Crociere e sulle principali caratteristiche del brand. I risultati di oltre 3.000 ore di interviste effettuate da TNS e IPSOS – istituti di ricerca leader a livello globale – hanno permesso di delineare l’evoluzione del posizionamento del marchio di MSC Crociere, fondato sui suoi asset storici ma proiettato verso un’identità nuova, più fresca e distintiva.

Fino a oggi l’azienda si era focalizzata sul “Vivere Mediterraneo” che raccontava il calore, l’umanità e la disponibilità di un’azienda familiare, uniti all’incomparabile esperienza di MSC Crociere, che si è fatta strada lungo gli oltre 300 anni di tradizione marinara della famiglia. A questo, la ricerca ha aggiunto un nuovo elemento: gli ospiti e i potenziali clienti della Compagnia percepiscono l’esperienza su MSC Crociere come distintamente più elegante, professionale e affidabile rispetto ai competitor.

Il nuovo posizionamento offre un punto di vista rinnovato sull’esperienza MSC Crociere, mostrando il lato elegante della mediterraneità che incontra la professionalità, il rispetto e la meticolosa attenzione al dettaglio che da sempre caratterizzano la Compagnia. Tutti questi elementi sono perfettamente espressi dalla nuova campagna “Non è una crociera qualsiasi”, una promessa che evidenzia i tratti distintivi dell’esperienza MSC Crociere: una flotta moderna, cabine confortevoli, un esclusivo intrattenimento a bordo, cibo genuino e di qualità, innumerevoli occasioni per rilassarsi, servizio impeccabile ed elegante design.

Per sviluppare la campagna di comunicazione a supporto del nuovo posizionamento, MSC Crociere ha selezionato partner di calibro internazionale per creare la perfetta alchimia tra concetti, immagini e suoni. Tra loro: l’agenzia di comunicazione strategica McCann Worldgroup, il regista inglese Daniel Barber  – candidato all’Oscar e a cui è stato affidato il sensazionale racconto della campagna – e il pluripremiato compositore italiano Ennio Morricone che ha composto, in esclusiva per MSC Crociere, l’evocativa colonna sonora dello spot e con cui la Compagnia ha un rapporto di stretta collaborazione dal 2007, quando il maestro ha diretto il concerto per il battesimo di MSC Orchestra. Il lavoro di questo team d’eccezione ha generato tre spot di alta qualità che raccontano la cura dei dettagli, tenendo fede alla promessa del brand “Non è una crociera qualsiasi”.

MSC Crociere ha iniziato a comunicare il nuovo posizionamento a gennaio con il lancio di una campagna multimediale internazionale, partendo con 3 soggetti televisivi in Italia, Francia, Germania e Spagna. Il primo soggetto si intitola “Drop” e mostra un fiore di cotone che si trasforma in candide lenzuola, dove gli ospiti della crociera potranno trascorrere piacevoli momenti di riposo: un tributo all’attenzione di MSC Crociere ai più piccoli dettagli per garantire i massimi livelli di comfort e relax per gli ospiti. Nel secondo, “Note”, una corda di pianoforte e una singola nota danno vita ad un emozionante spettacolo di luci e suoni, simbolo dell’elevato standard di intrattenimento a bordo, che include anche spettacoli del Cirque du Soleil in esclusiva per MSC Crociere. Infine, “Tomato” in cui ingredienti di primissima qualità diventano squisite ricette grazie alle mani di chef esperti, a sottolineare l’attenzione di MSC Crociere per l’esperienza culinaria dei propri ospiti, come testimoniato anche dalla presenza a bordo dei ristoranti Eataly e dalle ricette create ad hoc per gli ospiti di MSC Crociere dallo chef pluristellato Carlo Cracco.

Per assicurare che l’esperienza di MSC Crociere mantenga concretamente questa rinnovata promessa del brand, sia a bordo che a terra, la Compagnia ha già iniziato un processo di analisi a 360° dei momenti chiave dell’esperienza di viaggio degli ospiti – da prima dell’imbarco fino a dopo lo sbarco – in partnership con FutureBrand.

Lo spot è disponibile nei formati da 30”, 20”, 15” e 10”. Il film “Drop” è disponibile anche nel formato da 60”. La pianificazione media è curata da Vizeum. Domenica 10 gennaio è stato lanciato lo spot nel taglio da 60” in contemporanea su tutte le reti Mediaset e, a seguire, su tutte le principali reti televisive generaliste, digitali e satellitari mentre l’11 gennaio è stato lanciato il Masthead su Youtube.

Lo spot sarà visibile anche nelle principali sale cinematografiche italiane e nelle più importanti stazioni ferroviarie, metropolitane e nei maggiori aeroporti italiani. Infine è prevista una campagna multi-soggetto su stampa a supporto delle destinazioni più strategiche dell’estate, con uscite sui principali quotidiani nazionali come Corriere della Sera, La Repubblica e il Sole24ore e sui quotidiani locali.

L’investimento globale per la campagna di brand è pari a 60 milioni di euro, di cui 16 milioni destinati all’Italia.

Durante la presentazione è stata siglata la partnership tecnologica strategica tra MSC Crociere e Samsung che doterà le navi di prossima generazione con la sua tecnologia più avanzata, dai TV all’interno delle cabine, ai monitor negli spazi comuni fino agli strumenti medicali nei centri di prima assistenza a bordo delle navi.

 

 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Merck annuncia un rebranding globale. Il riposizionamento è firmato da FutureBrand

- # # # #

Merck, azienda leader in ambito scientifico e tecnologico, ha oggi annunciato il rilancio della sua identità di brand. La significativa revisione della veste grafica e l’introduzione di un nuovo logo riflettono l’evoluzione di Merck in un’azienda scientifica e tecnologica globale. Parallelamente, è stata semplificata l’architettura di marchio a livello delle aree di business. L’azienda opererà uniformemente come Merck, con l’eccezione degli Stati Uniti e del Canada.

“Merck è profondamente cambiata negli ultimi dieci anni”, spiega Karl-Ludwig Kley, Presidente dell’Executive Board e CEO. “Da tradizionale azienda fornitrice di prodotti farmaceutici e chimici, ci siamo evoluti in un’azienda tecnologica globale. Grazie all’esclusiva combinazione di attività altamente specializzate nei settori della biofarmaceutica, delle life sciences e dei materiali, oggi possiamo offrire soluzioni in grado di rispondere alle tendenze globali nell’ambito della salute e della digitalizzazione. La revisione radicale della nostra identità di brand è volta a comunicare questa nuova direzione ai nostri clienti, partner e potenziali dipendenti. Vogliamo essere riconoscibili e rimanere visibili come Merck nel mondo, in modo da rinforzare ulteriormente il nostro prestigioso marchio. A tal fine, ci siamo liberati degli aspetti obsoleti per concentrarci su un’immagine giovane e accattivante”.

L’investimento nel marchio Merck rientra nel programma di trasformazione strategica e di crescita “Fit for 2018”, incentrato su attività innovative e basate sulla tecnologia, e anche sulla modernizzazione e l’espansione del quartier generale di Darmstadt, in Germania. Questo include anche un “tono di voce” più sicuro e, allo stesso tempo, più chiaro, che riflette la personalità della Merck e sottolinea con orgoglio il legame con una cultura aziendale di quasi 350 anni fondata sulla curiosità scientifica e la passione per la ricerca.

Con l’introduzione del nuovo brand design, saranno eliminati i precedenti singoli brand delle divisioni Merck Serono e Merck Millipore. In futuro, l’attuale Merck Serono sarà il business biofarmaceutico di Merck, mentre Merck Millipore diventerà il business life science di Merck.

“In seguito a queste due importanti acquisizioni, i marchi Merck Serono e Merck Millipore ci hanno aiutato a posizionare sul mercato, con successo, il dualismo tra le attività già esistenti e quelle acquisite. Siamo riusciti a raggiungere questo risultato ed è per questo motivo che ora torniamo al marchio che tutti conoscono da quasi 350 anni”, ha aggiunto Kley. I marchi dei prodotti, come Erbitux o MilliQ, non saranno interessati da questo cambiamento.

Merck detiene tutti i diritti sul nome e il marchio Merck a livello globale, con l’eccezione di Stati Uniti e Canada. Di conseguenza l’azienda continuerà ad operare in questi due Paesi con il nome di EMD Serono nell’area biofarmaceutica, EMD Performance Materials nel settore dei materiali high-tech e EMD Millipore nel settore delle life science, fino al completamento della già pianificata acquisizione di Sigma Aldrich.

L’immagine grafica di Merck è sostanzialmente nuova e, con le sue forme geometriche colorate e multisfaccettate viste da un microscopio, vuole comunicare il concetto di un’Azienda tecnologica dinamica. Il nuovo design di Merck si basa su colori intensi e forme che rievocano la scienza. Ciò si riflette anche nel nuovo logo che, rispetto a quello precedente, è più incisivo, meno complesso e può essere utilizzato in colori diversi.

“Una dettagliata analisi interna ed esterna, ci ha mostrato la necessità di rendere il nostro marchio molto più emozionale per essere percepiti dal mercato e dai potenziali dipendenti come un’azienda tecnologica vivace”, ha detto Walter Huber, Responsabile delle Comunicazioni del Gruppo.

Inoltre, il nuovo design Corporate vuole creare un forte collegamento visivo con l’attività di Merck negli Stati Uniti e in Canada. Per questa ragione, l’azienda sta anche aggiungendo al logo Merck una marcata “M” colorata, a indicare l’appartenenza delle attività e dei prodotti al Gruppo Merck, indipendentemente dai nomi o dalle regioni in cui opera l’Azienda.

Nel riposizionamento del marchio, Merck è stata sostenuta da FutureBrand, agenzia specializzata in branding che offre i propri servizi ad aziende del livello di Bentley e Nespresso e che ha anche lavorato alle Olimpiadi di Londra del 2012.

articoli correlati

NUMBER

FUTUREBRAND INDEX 2015: GOOGLE LEADER DAVANTI A APPLE E MICROSOFT. SI ALLARGA IL “CAP GAP”

- # # # # #

Anche quest’anno il FutureBrand Index 2015 (studio annuale di FutureBrand che analizza la percezione della forza delle 100 maggiori società del mondo, per un valore stimato di 16 triliardi di dollari) vede Google al primo posto nell’opinione degli oltre 3.000 imprenditori e manager che hanno partecipato alla ricerca quantitativa internazionale sulle principali società globali quotate in borsa, superando Apple e Microsoft.

Quasi la metà (48%) degli intervistati, infatti, si è dichiarato “molto d’accordo” nell’affermare che Google possiede tutti i 18 parametri adottati per analizzare le posizioni di ciascuna azienda all’interno della classifica.
In particolare, Google ha un punteggio piuttosto alto nei parametri della “coerenza” (51%), “piacevolezza” (54%), “autenticità” (50%), “innovazione” (54%) e “indispensabilità” (50%), parametri in cui sopravanza addirittura un brand come Apple. Tuttavia, il punteggio di Google è scivolato rispetto al 2014 quando, sempre primo in classifica, registrava una media del 51%. Il parametro che ha influito sul ridimensionamento del punteggio complessivo di Google è il “scopo” sceso dal 60% al 52%.
Apple, che quest’anno supera Microsoft, è in seconda posizione con un punteggio di percezione del 45% (nel 2014 era 48%), registrando comunque un’ottima prestazione complessiva e fa meglio di Google nei parametri della “leadership” (52%), “individualità” (54%) e “fiducia” (51%). Cade, invece, nei parametri relativi all’“indispensabilità” (50% nel 2014 e solo 36% nel 2015).
Microsoft scende a un più contenuto 43% dal 48% dell’anno scorso.
Le prime 100 aziende globali include nell’Index, pur incrementando nell’anno la propria capitalizzazione dell’8%, (per un totale di 16,245 triliardi di dollari) evodeano però che i loro sforzi di migliorare la propria percezione agli occhi degli investitori non si sono tradotti in una percezione più alta presso il grande pubblico. In generale, le percezioni legate alle prime 100 aziende globali non sono migliori in senso statisticamente rilevante rispetto al 2014, con un punteggio medio che si aggira intorno al 25%. Inoltre, le percezioni legate alle singole aziende continuano a essere slegate dalla loro capitalizzazione di mercato, confermando l’esistenza di un “Cap Gap”, ossia di un divario tra capitalizzazione e percezione, tra le posizioni, negative o positive, occupate dalle aziende nelle classifiche 2014 e 2015.
I risultati finanziari di un’azienda e i suoi traguardi passati non costituiscono infatti una garanzia rispetto alla forza del suo brand in futuro. La ricerca evidenzia come un’elevata capitalizzazione di mercato non corrisponda sempre a una forte percezione del brand nei 18 parametri.
Per esempio, Exxon Mobil è al secondo posto della graduatoria per capitalizzazione di PwC, ma solo all’89° nel FutureBrand Index. Al contrario, società come Walt Disney, Intel, Sabic e L’Oreal vantano un piazzamento molto alto nell’Index a dispetto della loro capitalizzazione meno brillante.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Arena lancia la nuova corporate identity basata sul concept di “water instinct”. Il rebranding è firmato FutureBrand

- # # # # # # # #

Arena, azienda leader nel swimwear, ha avviato un progetto di rebranding per ridefinire la propria identità aziendale attorno al suo concetto distintivo di water instinct. Gli elementi principali del progetto, che includono il restyling del logo dai tre diamanti oltre alla riformulazione della corporate identity, saranno svelati nel 2016 in relazione a sviluppi progettuali aziendali orientati verso i Giochi Olimpici di Rio de Janeiro.

Pietra miliare dell’iniziativa è la produzione di un video di brand manifesto che sarà presentato in vari contesti nel corso dei prossimi Campionati Mondiali di nuoto FINA che si svolgeranno a Kazan, in Russia, da 24 luglio al 5 agosto 2015. Il video, girato con il campione olimpico e mondiale sudafricano Chad Le Clos e la lituana Rūta Meilutytė, è stato prodotto in collaborazione con FutureBrand, agenzia di branding ideatrice del concept del video, con la casa di produzione Filmmaster Productions. In particolare il video è stato prodotto da Filmmini, la divisione in grado di offrire un modello flessibile, agile e cross-mediale della casa di produzione Filmmaster Productions, premiata a livello internazionale, leader di mercato nella produzione pubblicitaria, ed è stato diretto da Federico Brugia, regista in esclusiva di Filmmaster Productions.

“L’acqua è parte del nostro DNA. Si potrebbe affermare che la viviamo e la respiriamo ogni giorno”, ha dichiarato Cristiano Portas, CEO del Gruppo Arena. “Nel corso di oltre 40 anni, abbiamo costruito un marchio riconosciuto per la sua innovazione tecnologica e abbiamo messo a punto un processo di sviluppo del prodotto che coinvolge strettamente gli atleti, per assicurarci del fatto che stiamo realizzando creazioni che rispondano ai bisogni e ai desideri dei nostri consumatori. Lo facciamo per tutti gli amanti di sport acquatici – dal campione al principiante a tutti quelli che rientrano tra queste due categorie. Gli ultimi anni hanno visto una ascesa di arena all’apice della sua storia, in tutti gli ambiti – avendo ottenuto grandi risultati sui maggiori palcoscenici del mondo, sia dal punto di vista della performance finanziaria, sia sotto il profilo dell’eccellenza del prodotto e della collaborazione con federazioni e organi direttivi del settore sportivo. Riteniamo che sia giunto il momento di comunicare questo messaggio al mondo attraverso il nostro brand messaging, per consolidare e rafforzare la nostra posizione ai vertici degli sport acquatici, per raggiungere tutti gli appassionati di attività sportive connesse all’acqua e mostrare il nostro supporto per un lungo tragitto. Tutto questo si può definire impegno, desiderio, spinta a essere il migliore, ma in Arena la definiamo con una semplice frase: water instinct”.

Il video è realizzato in cinque lingue – italiano, francese, spagnolo, inglese e tedesco – e tre formati: 30’’, 60’’ e 1 minuto e 40’’. La messa in onda televisiva è prevista durante i Mondiali di Kazan su Sky Sport, dopo di che verrà trasmesso sui canali social nel corso delle principali competizioni acquatiche. Nelle settimane precedenti l’avvio dei Campionati di Kazan sui canali facebook di Arena sono state pubblicate video interviste di molti campioni di arena che hanno espresso il loro personale concetto di water instinct, tra cui Gregorio Paltrinieri, Le Clos, Meilutytė, Ranomi Kromowidjojo (Olanda), Cameron Van Der Burgh (Sud Africa) e la tuffatrice svedese Daniella Nero.

Arena ha affidato in outsourcing l’iniziativa di rebranding a FutureBrand, una agenzia creativa specializzata nella consulenza e nella innovazione globale di branding. Come parte di Interpublic Group, FutureBrand associa modalità di branding tradizionali alla capacità di immaginare scenari futuri in oltre 20 mercati in tutto il mondo, avvalendosi di un mix di pensiero strategico e creatività per aiutare le imprese internazionali a costruire e gestire i propri marchi.

articoli correlati

AZIENDE

FutureBrand realizza la Limited Edition Barilla per Expo 2015

- # # # # #

Barilla è presente all’interno del Supermercato del Futuro Coop con una limited edition pensata e realizzata da FutureBrand. L’agenzia ha studiato un pack di Farfalle e una confezione di Sugo al Basilico che riprendono lo stile di Erberto Carboni, creatore della grafica Barilla negli anni ’50, attualizzandolo rispetto ai temi proposti da Expo. Infatti, accanto al recupero dell’heritage grafico di Barilla, la limited edition si focalizza sulla sostenibilità, come suggerisce la spiga di grano che racchiude in sé il valore della nutrizione e l’impegno verso l’ambiente, in coerenza con il programma “Buono per te, Buono per il Pianeta”.

“Abbiamo reso omaggio alla storia di Barilla, reinterpretando Carboni con un linguaggio contemporaneo facendolo dialogare con il presente e il futuro rappresentato dal tema e dai valori di Expo”, dice Chiara Pomati, Creative Director di FutureBrand. “Non si tratta di una rilettura del passato fine a se stessa, ma di dare visibilità all’impegno di Barilla sul fronte della sostenibilità di tutta la sua filiera produttiva”.

Grazie a un QR code, infatti, i visitatori possono scoprire che cosa c’è dietro alle confezioni di pasta o ai sughi Barilla, dalla coltivazione e raccolta del grano duro, passando per tutte le tappe: molitura e stoccaggio; stoccaggio delle materie prime, trasformazione e confezionamento; distribuzione.

Elena Braghero, Global Barilla Brand Development, aggiunge: “Accanto allo scaffale che ospita la pasta e il sugo limited edition, è posizionato un videobox interattivo dove due video raccontano, attraverso illustrazioni originali ideate da FutureBrand, il percorso di sostenibilità dal campo alla tavola dei prodotti Barilla”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Nuovo capitolo per la campagna “What Else?”, il premio Oscar Jean Dujardin al fianco di George Clooney

- # # # # # # #

Il brand ambassador George Clooney torna on air per il caffè Nespresso, in compagnia del premio Oscar per The Artist Jean Dujardin, degno avversario nell’accaparrarsi un caffè Nespresso.

Nella cornice di magnifica villa sul Lago di Como, vediamo Clooney alzarsi per farsi un caffè. Incontra l’amico Dujardin, che sta per servirsi utilizzando l’ultima capsula Nespresso. Clooney convince Dujardin a lasciargli l’ultima capsula, ma deve offrigli qualcosa in cambio. Proprio mentre sta per assaporare il suo amato Grand Cru Volluto, una bella signora gli si avvicina. Da perfetto gentiluomo, Clooney le offre la tazzina di caffè, per poi rendersi conto di essere stato ingannato fin dall’inizio.

“Con la nuova campagna ‘What Else?’ di Nespresso, abbiamo raccolto la sfida di creare una nuova situazione divertente che coinvolgesse George Clooney, nostro brand ambassador da tempo, e che gli spettatori potessero trovare divertente e coinvolgente. Quest’anno abbiamo avuto la possibilità di lavorare anche con Jean Dujardin, che ci ha rivelato una dinamica unica per lo spot televisivo in cui mostriamo “fino a che punto” i due possono spingersi per godersi un ineguagliabile momento con Nespresso”, ha commentato Guillaume Le Cunff, Direttore Internazionale Marketing & Strategy di Nespresso. “Nell’ambito della campagna promozionale, coinvolgeremo anche i membri del Club e gli amanti del caffè nella campagna “How Far”, che sarà diffusa tramite i canali digitali e i social network, per verificare ‘fino a che punto’ sono disposti a spingersi per il loro Grand Cru Nespresso preferito.”

Come nelle altre sue avventure con Nespresso, l’attore e regista, vincitore di due Oscar, ha collaborato a stretto contatto con la società, contribuendo allo sviluppo di una trama coinvolgente, improvvisando battute ironiche e lavorando con il regista per creare un’atmosfera di divertimento sia sul set che fuori dal set. Nespresso e Clooney hanno collaborato con il celebre regista Grant Heslov – attore, sceneggiatore e produttore nominato agli Oscar e amico da tempo di Clooney.

CREDITS
La campagna è stata creata dal team Interpablic Group di Parigi e comprende McCann per la creatività della campagna, MRM//McCann per il digital, Weber Shandwick per le PR e Futurebrand per la brand identity.

Per la parte Media: la campagna è stata strutturata sfruttando la sinergia fra offline e online. Fase teaser 15″ il 28-29 Ottobre in TV con annuncio sul 30 ottobre per vedere il film completo sul sito Nespresso.com/howfar

Pianificazione: Maxus.

articoli correlati

NUMBER

Future Brand Index 2014: Google al vertice, Apple “solo” quarta

- # # # #

“Le aziende sono anche brand e i risultati del nostro Future Brand Index 2014 dimostrano, per la prima volta, fino a che punto le società più forti del 2014 siano in grado di andare oltre la posizione che occupano in una classifica basata puramente sul loro valore finanziario, come quella della “Global Top 100 Companies” di PwC. Abbiamo pensato che fosse giusto realizzare un’indagine su come i company brand siano percepiti nella loro interezza, vale a dire valutando anche il livello di affinità che i consumatori sentono nei loro confronti per il modo in cui corrispondono ai loro bisogni e per l’esperienza che ne hanno”.
Commenta così la ricerca “FutureBrand Index 2014” (qui la classifica completa) Tom Adams, Global Head of Strategy di FutureBrand: una classifica nella quale Google risulta il marchio più forte tra quelli delle prime 100 aziende al mondo (era terza nell’altra classifica) grazie alla sua performance su tali paramenti, migliore rispetto ad altre aziende che, invece, hanno una capitalizzazione di mercato superiore. L’indagine, che è stata svolta sulla base della classifica delle “Global Top 100 Companies” di PwC, misura la forza del brand tramite un’approfondita ricerca quantitativa condotta su migliaia di consumatori in tutto il mondo. Dopo Google, ai vertici, troviamo Microsoft e Walt Disney, anch’esse con un ranking superiore a quello attribuito loro da PwC, secono cui Wald Disney si colloca al 40° posto). “Google è il vincitore naturale,” continua Tom Adams “ma è interessante anche riconoscere i meriti alle altre imprese che vedono aumentare la propria posizione in classifica grazie agli sforzi che hanno dedicato per crearsi un forte company brand e contrastare così un “Cap Gap” sfavorevole, come Intel, Unilever e Inditex”. Clifford Tompsett, Capital Markets Partner di PwC, aggiunge: “Lo studio di FutureBrand presenta una visione alternativa e avvincente delle prime 100 aziende per capitalizzazione di mercato e spiega quali sono le leve che le grandi imprese possono utilizzare per incrementare il proprio vantaggio competitivo nei confronti di riferimento a livello globale”.

 

continua a leggere su MyMarketing.Net

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Nuovo posizionamento globale e nuova immagine per Tahiti Tourisme. Rebranding firmato dalla sede australiana di FutureBrand

- # # # # # #

Tahiti Tourisme ha presentato il suo nuovo posizionamento globale e la nuova immagine in Australia e, contemporaneamente, su altri 14 mercati chiave, tra cui Italia, USA, Francia e Giappone. Il lancio segue un intenso progetto strategico voluto da Tahiti Tourisme per preservare il proprio vantaggio competitivo e continuare a emergere nel panorama sempre più affollato del turismo globale. Il rebranding, sviluppato in collaborazione con la sede australiana di FutureBrand, sottolinea come le isole che compongono l’arcipelago di Tahiti siano uno dei luoghi al mondo che meglio combinano un’autentica e vitale cultura con bellezze naturali incontaminate e lusso sofisticato.

Anne-Sophie Lesur, Chief Executive Officer del Tahiti Tourisme Board, ha detto: “Gli elementi chiave del nuovo approccio del nostro brand, uniti agli elementi visivi che ci aiutano a esprimere il nostro amore per la Polinesia francese, ci hanno fornito una piattaforma per costruire un racconto coerente in tutti i mercati, offrendo sia informazioni sia ispirazione al nostro target di viaggiatori e ai nostri principali interlocutori e partner. Il nuovo posizionamento segna un momento in cui sentiamo di poter guardare al futuro con fiducia e pianificare le nostre attività insieme all’industria locale del turismo, i nostri partner e il governo”.

Parlando del progetto al lancio del nuovo logo a Los Angeles, Sally McNeill, Managing Director di FutureBrand Australia ha detto, “In tutti i nostri progetti dedicati al turismo e al country branding, sappiamo che la sfida principale è riuscire a trasferire l’autenticità della destinazione senza fare ricorso a stereotipi e cliché. È inoltre indispensabile riuscire a dar vita a un posizionamento reale e coinvolgente, che non si limiti ad attrarre il flussi turistici, ma che sappia anche creare vere opportunità economiche per il Paese, trasmettendo ciò di cui l’industria del turismo – così come la società – ha bisogno nel lungo periodo. Per raggiungere i valori più profondi di Tahiti e le sue isole, il nostro team ha lavorato a stretto contatto con l’ufficio di Pape’te, collaborando con diversi esperti di turismo, hospitality, tradizione e cultura locali”.

Il nuovo logo, che costituisce il cuore dell’identità visiva di Tahiti Tourisme, è stato sviluppato con una duplice prospettiva perché possa funzionare sia come simbolo della destinazione sia come emblema istituzionale di Tahiti Tourisme.

“Il brand è ispirato ai nostri viaggi e ricerche nelle isole dell’arcipelago, per questo incarna la diversità e la bellezza primigenia del paesaggio combinate con la ricchezza della cultura e la profondità della passione della sua gente”, spiega Sally McNeill. “Il significato del trattamento della “H” centrale è estremamente simbolico per i tahitiani, perché la parola “Hiti” significa “porta” e descrive la varietà di isole che compongono il territorio della Polinesia francese e costituiscono le frontiere della destinazione”.

Costruendo sulla bellezza e il calore del tradizionale artigianato Tifaifai, ancora oggi praticato, il sistema di identità visiva incorpora motivi e simboli ispirati a piante e fiori tipici di queste isole. La grafica istituzionale è stata realizzata con il simbolico “blu tatuaggio” del logo accompagnato dall’eleganza del bianco, colore centrale del system. Anche il nuovo stile fotografico, accompagnato da un’ampia palette colori, riflette la diversità delle isole e della loro storia.

La nuova identità sarà presentata in tutte le sue componenti nei prossimi mesi attraverso il sito internet e gli altri materiali di comunicazione. Nei prossimi 12 mesi, invece, saranno presentate le nuove campagne pubblicitarie .

articoli correlati