BRAND STRATEGY

FutureBrand affianca il Gruppo Boero progetto di brand strategy e brand identity

- # #

FutureBrand - Boero

Dal 2017, FutureBrand affianca il Gruppo Boero, lo storica azienda di prodotti vernicianti fondata nel 1831, in un progetto di branding che abbraccia per intero il suo mondo e le modalità con cui la marca comunica se stessa al mercato e ai suoi interlocutori. Rendere ancora più evidenti i valori che hanno decretato il successo di Boero è l’obiettivo principale di un lavoro intenso e appassionante, che ha coinvolto attivamente il management aziendale e ha interpellato diversi tra i suoi key client in tutta Italia.

“Il posizionamento strategico Eccellenza del colore italiano, definito al termine della fase di analisi in cui abbiamo studiato la storia del brand, il suo mercato e i trend che lo influenzano”, spiega Paola Fabrizio, Associate Account Director di FutureBrand, “è una dichiarazione appassionata di ciò che Boero, con la sua storia, il suo know-how e la capacità di innovare, è da quasi due secoli.”

Il rebranding

Anche l’architettura di marca è stata rivista per mettere in risalto le caratteristiche specifiche dei brand del Gruppo, rinforzandone il ruolo all’interno del mercato. Il rebranding ha riguardato il marchio del Gruppo e i brand Boero e Attiva e ha prodotto una brand identity che ne esalta l’unicità, oltre agli strumenti di comunicazione necessari a dialogare con i diversi target. FutureBrand ha sviluppato una vasta gamma di touch-point per ciascun brand, dai materiali corporate di prodotto.

“La lunga storia di Boero e la sua riconosciuta attitudine alla qualità e all’innovazione ci hanno ispirato nella creazione di una brand identity nuova, in cui il passato trova la sua giusta collocazione e rafforza l’immagine di una marca premium e al passo con i tempi”, aggiunge Stefano Rivolta, Creative Director. “Abbiamo messo a punto un tono di voce raffinato, visibile in tutti i touch-point attraverso cui la marca dialoga con i suoi interlocutori. La premiumness tutta italiana del Gruppo Boero ha oggi una nuova coerenza ed eleganza dallo spirito contemporaneo”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Wanja Laiboni sceglie FutureBrand per il lancio del nuovo brand SIWWAA

- # # # #

FutureBrand - SIWWAA

Wanja Laiboni, imprenditrice e designer, ha scelto FutureBrand per costruire il suo sogno imprenditoriale: nasce SIWWAA,una marca che unisce la ricchezza del patrimonio artistico e culturale africano al design più sofisticato e che impiega materiali e tecniche artigianali di grande raffinatezza.

Gli accessori proposti da SIWWA – gioielli, borse, pelletteria e altro – sono il frutto di un’intensa esplorazione tra forme, colori, simboli, storie e tradizioni del continente africano, sapientemente rielaborati, attualizzati e resi qualitativamente premium in ogni dettaglio.

“Un progetto di branding affascinante”, racconta Gianni Tozzi, Executive Creative Director di FutureBrand, “con un approccio focalizzato sull’eccellenza di ogni passaggio – creativo e di produzione – reso ancora più intenso dalla ricchezza degli stimoli visivi di un continente di grande fascinazione. La creazione del brand dal posizionamento, al nome fino alla sua espressione visiva è andata di pari passo con la costruzione del suo storytelling, che punta a offrire al mondo una visione dell’Africa sofisticata, colta e poeticamente senza tempo”.

“Il nome SIWWAA si ispira al Siwa, lo strumento a vento tipico dell’isola di Lamu, patrimonio dell’Unesco. Ogni dettaglio della brand identity, partendo dal Brand logo, trae origine dai simboli derivati dalle antiche tecniche artigianali, le trame uniche e i materiali grezzi dell’arte africana e acquista perciò significato e rilevanza in sé, senza mai appesantire né ancorare al passato l’immagine della marca”, conclude Tozzi.

“Il payoff Heritage Reimagined racchiude tutta la potenza del brand in costante tensione tra passato e futuro e la sua volontà di offrire a una clientela evoluta e raffinata la perfetta sintesi di arte, creatività ed eccellenza”, aggiunge Paola Fabrizio, Associate Account Director. “Questo concetto chiave ha guidato l’intero sviluppo dell’esperienza di SIWWAA in tutti i suoi touch-point, costruendo una customer journey raffinata, sobria ed esclusiva, che riassume lo spirito di una marca che nasce globale”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

FutureBrand realizza la visual identity della nuova linea Bio di Mulino Bianco

- # # # #

Mulino Bio

Mulino Bianco ha lanciato una nuova linea di prodotti biologici, puntando sul gusto garantito dagli oltre 40 anni di esperienza della marca nei prodotti da forno. La nuova gamma bio, infatti, si caratterizza per la bontà dei suoi prodotti, tutti realizzati con ingredienti biologici, 100% farine da grani italiani e senza utilizzo di olio di palma.

FutureBrand ha affiancato Mulino Bianco nella definizione del concept strategico della nuova linea bio e nello sviluppo della sua visual identity, coerente con l’immagine e i valori del mother brand ma sufficientemente diversa per trasmettere il suo messaggio di naturalità e gusto con efficacia.

“Tutti gli elementi che compongono la nuova identità di Mulino Bianco Bio ci parlano di generosità attraverso la rappresentazione di un gusto gioioso e genuino. In primo luogo, i visual dei prodotti e degli ingredienti che puntano sul calore, la veridicità e sulla gioia di assaporare specialità ricche di gusto e di natura. Il fondo scelto, una texture di carta kraft, rassicura il consumatore evocando i valori di naturalità e cura propri del Mulino. Per i testi e la logotipizzazione della parola Bio abbiamo scelto tipografie scritte a mano che risultano più autentiche perché imperfette e quindi in grado di trasferire un senso di maggior spontaneità che avvicina la marca al nostro consumatore”, spiega Sara Pallaro, Creative Director FutureBrand.

“La visual identity studiata per la linea Mulino Bianco Bio veicola la vicinanza della marca ai bisogni dei suoi consumatori, rafforzando la sua autorevolezza quale brand di fiducia che offre prodotti di gusto anche nel campo del biologico”, conclude Marta Proto, Associate Account Director FutureBrand.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

FutureBrand rivede la brand identity di Mulino Bianco

- # #

FutureBrand per Mulino Bianco

“L’impatto dei Millennial e della Generazione Z sugli stili di consumo sta riportando il focus della comunicazione su realtà e trasparenza, accantonando forme verbali e visive non basate su un racconto concreto”, spiega Claudio Burchi, Sr Account Director, che ha guidato il team FutureBrand nel progetto di restyling di Mulino Bianco. “I nuovi consumatori chiedono di avere un rapporto diretto e trasparente con le marche per fare scelte consapevoli. Con la qualità dei suoi prodotti, Mulino Bianco ha tutto quanto serve per trasmettere un forte messaggio di unicità”.

Il nuovo design system ha nel prodotto il suo “eroe“, rappresentato in tutta la sua iconicità e bellezza. La magnificazione dei biscotti permette di coglierne matericità. Le piccole imperfezioni diventano testimonianza di verità ma anche di gusto e cura nella preparazione. Gli ingredienti aiutano a rafforzare la percezione di un’attenta selezione delle materie prime e di rassicurazione su qualità e gusto.

Nella gamma integrale la differenziazione è affidata a un background materico che aiuta a comunicare la naturalità e il benessere legati al consumo di questi prodotti.

“Per soddisfare il desiderio di informazioni dei nuovi consumatori abbiamo studiato un progetto innovativo per il retro del pack, che diventa protagonista della comunicazione e che prevede due modalità distinte: una per comunicare puntualmente le caratteristiche nutrizionali di ogni prodotto, l’altra per trasferire in modo più emozionale l’impegno di Mulino Bianco su temi specifici come la colazione o il mondo dell’integralità. Ogni confezione potrà avere due retri diversi, una modalità che aumenta il messaggio di unicità che la marca vuole trasmettere”, conclude Burchi.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

FutureBrand definisce la strategia e l’immagine della Private Label Conad

- # # # # #

Conad - FutureBrand

Conad ha scelto FutureBrand per far evolvere e rendere a “prova di futuro” la sua private label, cresciuta per ampiezza di offerta e focalizzata sul suo posizionamento strategico “Persone oltre le cose”, uno statement forte ed emozionale, tanto più rilevante in un’epoca di forti incertezze.

“Con FutureBrand abbiamo sviluppato un progetto di branding mirato a rafforzare ulteriormente il legame tra i consumatori e la nostra MDD, ormai riconosciuta e apprezzata come marca a pieno titolo e, come tale, fondata su valori unici da trasmettere ai suoi interlocutori”, afferma Alessandra Corsi, Responsabile Marketing dell’Offerta e dello Sviluppo MDD Conad.

“I consumatori si fidano dei brand, è alla loro promessa che decidono di prestare credito quando scelgono un prodotto. La marca è sempre più un punto di riferimento con cui dialogare. Un’evoluzione significativa che riguarda da vicino le private label e impone una riflessione profonda sull’offerta sia in termini di valore e qualità, sia in termini di segmentazione.
È necessaria una strategia di marca capace di trasferire i valori del brand-insegna alle sue linee di prodotto e di modulare l’offerta per rispondere alla diversificazione dei gusti e dei bisogni puntando anzitutto sulla qualità”, questo in sintesi l’obiettivo del progetto di rebranding della Private Label Conad nelle parole di Lorenzo Corengia, Associate Account Director di FutureBrand.

FutureBrand ha affiancato Conad nella definizione dei contenuti della sua offerta, nell’elaborazione della strategia della MDD core, delle linee PiacerSi e Alimentum e creando la nuova linea Baby e la piattaforma Essentiae, dedicata al mondo beauty. Un progetto che ha accresciuto la percezione dei valori e della qualità dei prodotti a marchio Conad, rafforzando il suo legame con i consumatori.

“In fase di analisi è emersa la necessità di riorganizzare la comunicazione del sistema MDD Conad e di declinare ciascuna linea e brand per dare risposta alle esigenze, sempre più variegate e specifiche, dei consumatori, oggi e soprattutto domani. Chiarire i benefici di ciascuna linea favorisce la navigazione dell’offerta e facilita la scelta, oltre ad accrescere la percezione della qualità e del valore di ciascuna gamma”, spiega Francesco Buschi, Sr Strategist.

“Per nutrire la private label Conad con i valori riconosciuti al brand-insegna, siamo partiti da una delle sue equity più forti, che racchiude il messaggio di semplicità, genuinità e vicinanza di Conad: la margherita. Di lì abbiamo costruito la nuova identità della MDD, seguendo le evidenze emerse dalla fase di analisi e revisione della segmentazione delle linee di prodotto”, conclude Sara Pallaro, Creative Director FutureBrand.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

FutureBrand firma la nuova brand identity di Elena mirò

- # # # #

Elena Mirò

L’expertise e la raffinatezza di Elena Mirò compongono il binomio vincente del brand italiano che, da oltre trent’anni, veste con eleganza e stile le donne ed è presente sul mercato nazionale ed estero con oltre 240 punti vendita monomarca. A questi, si è appena aggiunto il Flagship store di piazza della Scala a Milano, la boutique inaugurata in concomitanza del lancio della nuova collezione disegnata da Vanessa Incontrada.

FutureBrand ha affiancato Elena Mirò nel percorso di definizione di una nuova brand identity, capace di dare risalto alla premiumness delle sue proposte di moda e al suo portato positivo, fortemente ispirato alla bellezza in chiave contemporanea.

“Dal lavoro è nata un’immagine che trasmette grande raffinatezza. Il color tortora laminato a caldo è il suo tratto distintivo così come la tavolozza di colori che lo accompagna”, spiega Gianni Tozzi, Executive Creative Director di FutureBrand. “Il logo Elena Mirò vive all’interno di un system rettangolare, che lo incornicia e lo esalta”.

Ogni dettaglio, dalle scatole alla velina in cui sono confezionati i capi, parla il linguaggio dell’alta sartoria, attingendo all’heritage di casa Elena Mirò, come dimostrano i motivi floreali con cui è decorata la carta. “L’esperienza sensoriale legata al brand passa attraverso la scelta di carte materiche, che invitano le dita al contatto, così come si fa con le stoffe pregiate. Tra gli elementi che abbiamo progettato per la boutique vi sono lo shopper, il porta-scontrino, il cartellino segnaprezzo, le cesate delle vetrine, l’insegna e altre applicazioni POS, che compongono la customer journey”, conclude Gianni Tozzi.

Cinzia Albanese, Head of Marketing di Elena Mirò, ha detto: “Il lavoro sull’immagine del nostro brand fatto con il team FutureBrand costituisce un’ulteriore prova dell’attenzione di un marchio da sempre vicino alle donne. Un progetto che sancisce la trentennale conoscenza delle nostre clienti, del loro stile di vita, delle loro abitudini e aspettative e che ci accompagnerà nel tempo”.

La filosofia della marca e gli elementi della nuova brand identity saranno organizzati in un brand book, che conterrà le linee guida per la sua corretta applicazione su tutte le piattaforme e i touchpoint della marca.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

FuturaBrand con Gruppo Boero per il riposizionamento strategico dei brand

- # # #

boero futurebrand

FutureBrand ha affiancato il Gruppo Boero, la storica azienda genovese, leader nel settore dei prodotti vernicianti, nella ridefinizione del posizionamento strategico dei suoi brand e della riorganizzazione dell’architettura delle marche. “In un mercato sempre più competitivo e specializzato, era necessario ridare ai brand Boero, Attiva, Brignola e Rover e ai loro prodotti, il giusto ruolo e peso. L’analisi della marca e della sua architettura ci ha aiutato a riportare il Gruppo Boero nella posizione di leadership che gli compete, creando maggiore sinergia tra i suoi brand”, spiega Alessandra Iovinella, Managing Director di FutureBrand.

“La nostra è un’azienda di antica tradizione, che rappresenta un unicum tra le imprese del settore per la sua expertise, che copre quasi due secoli, e per lo spirito innovativo che la contraddistingue. Siamo da sempre impegnati nella ricerca e sviluppo di prodotti evoluti con un occhio di riguardo all’ambiente e a garantire un’assistenza competente ed efficace ai nostri interlocutori,” racconta la presidente, Andreina Boero. “Possiamo dire che la storia del colore in Italia passa dai nostri “Piani Colore”, strumenti fondamentali per la tutela e riqualificazione dei centri storici, che permettono di compiere analisi, indagini e studi per coordinare, monitorare e normare le infinite cromie degli scenari urbani. Siamo orgogliosi che i Piani Colore di Capri, Ischia e di alcune tra le perle della Costiera Amalfitana, solo per citare alcune località storiche, siano firmate Boero”.

“Lavorare su un marchio storico come Boero è una sfida che ci appassiona. Il mercato di riferimento presenta complessità nuove, l’affacciarsi di concorrenti agguerriti e la verticalizzazione della domanda richiedono un approccio strategico per riportare in evidenza i valori più esclusivi di Boero e ridare all’architettura di marca quella chiarezza che i suoi interlocutori si aspettano,” conclude Alessandra Iovinella.

Da gennaio, il Gruppo Boero ha scelto di affidare a Weber Shandwick la definizione strategica e l’esecuzione di programmi di comunicazione, digital PR ed engagement istituzionale per il gruppo e per i suoi brand, su cui l’agenzia vanta profonde competenze e importanti credenziali. Weber Shandwick Italia si occuperà dello sviluppo del programma di corporate communication, oltre che dell’attività di relazioni pubbliche a sostegno dei marchi Boero e Attiva e dell’impostazione strategica sui digital media per tutti i marchi del Gruppo.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

FutureBrand firma il rebranding dei Torroncini Sperlari

- # # # #

FutureBrand - Sperlari

Da più di 180 anni, Sperlari prepara le sue specialità senza smettere di innovare, perché la tradizione non è un valore fine a se stesso, ma una garanzia di qualità, unita al saper fare e alla capacità di restare al passo con i tempi.

“Il rebranding dei Torroncini Sperlari nasce proprio dal desiderio di dare nuovo appeal alla marca e garantirle un vantaggio competitivo all’interno del mercato di riferimento grazie all’uso di un linguaggio che integra la tradizione con codici più contemporanei, riuscendo a dialogare con un target più ampio”, racconta Marta Proto, Associate Account Director di FutureBrand. “Un’operazione strategica con un ulteriore obiettivo: facilitare la navigazione dell’ampia offerta dei torroncini Sperlari, evidenziando al meglio le caratteristiche delle singole tipologie”.

La traduzione visiva dei valori del Brand – qualità, tradizione, selezione delle materie prime e saper fare di Sperlari – rinnova l’immagine di marca dei Torroncini, attraverso un design che ne esalta sia le caratteristiche che e la premiumness.

Il visual di prodotto, infatti, diventa centrale nel racconto della marca, aggiungendo freschezza e ribadendo la qualità dei prodotti, grazie anche all’introduzione dell’oro, di sfumature di colore e di finiture che giocano sulla contrapposizione di lucido e opaco, all’interno di un system dinamico. Ogni elemento ha l’obiettivo di veicolare la qualità e la cura di Sperlari, come l’introduzione del bollo “Qualità Sperlari” che sottolinea una volta di più la promessa di marca.

La gamma delle referenze Zanzibar è in linea con il nuovo look dei Torroncini, ma sceglie un background più intenso nel colore, che strizza l’occhio al mondo del cioccolato e celebra la doppia nocciola intera, vera protagonista di questo prodotto.

“La nuova immagine dei Torroncini Sperlari usa codici visivi più contemporanei, adatti a dialogare con un pubblico più ampio e giovane e a proporre la propria qualità e golosità anche oltre il periodo natalizio”, conclude Marta Proto.

articoli correlati

AGENZIE

A FutureBrand il nuovo restyling di Acqua Vitasnella

- # #

Vitasnella

FutureBrand ha affiancato Acqua Vitasnella nel percorso di ridefinizione della sua Identità di Marca, supportando l’obiettivo del brand di posizionarsi come fedele alleato al fianco di tutte le donne attente al proprio benessere a 360 gradi, desiderose di ritrovare l’armonia con il proprio corpo e con se stesse.

“Tu al meglio” è la sintesi del messaggio che Acqua Vitasnella rivolge ai suoi consumatori e che ha guidato il team di FutureBrand nella definizione del lavoro di restyling: un posizionamento che mette in risalto non solo i benefici funzionali del prodotto, ma anche una dimensione di benessere più olistico e personale, diverso per ogni singola persona.

L’intervento di restyling è partito dalla conservazione dei tratti visivi più distintivi della marca fino all’introduzione di forme più contemporanee e più affini alla nuova Brand mission.

Il logo è stato liberato dallo “splash” dell’acqua e alleggerito, seppur all’interno di una forma organica che ricorda, comunque, l’acqua. Lo stile iconografico è semplice e immediato, e mette in evidenza i plus del prodotto – il basso contenuto di sodio e l’ottimale contenuto di magnesio.
I colori, seppur alleggeriti, mantengono la continuità visiva con il passato, garantendo l’immediata riconoscibilità della marca.

Un’evoluzione accurata, frutto dell’interpretazione di FutureBrand della costante ricerca dell’eccellenza da parte del brand Acqua Vitasnella, di proprietà del gruppo Ferrarelle.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

FutureBrand riposiziona Gran Pavesi attraverso un restyling strategico della marca

- # # #

Gran Pavesi

“Se si dice cracker, si pensa subito a Gran Pavesi, il brand di riferimento della categoria, ma i trend di consumo che spingono da un lato verso prodotti più ‘healthy’ e dall’altro verso gusti e formati particolari, richiedevano un intervento deciso per restituire al brand il suo ruolo di leader. Abbiamo quindi guardato alla marca nella sua interezza, definendo poi una nuova architettura dell’offerta per rispondere con immediatezza e maggiore efficacia ai need del target di riferimento”, ha raccontato Marta Proto, Associate Account Director di FutureBrand.

Per ridefinire il brand si è puntato su due valori che appartengono al mondo Gran Pavesi: il gusto e la condivisione. Il primo è racchiuso nei suoi prodotti suddivisi in tre range (Classici, Gustosi e Leggeri) il secondo nella socialità che il loro consumo genera.

“La nuova identity nasce con l’obiettivo di far evolvere il brand creando un mondo visivo ed espressivo più affine a nuovi stili di vita di consumatori più consapevoli, dove ciò che guida è l’esperienza di gusto. La liberazione del logo dall’ovale, la scelta di utilizzare colori accesi e vibranti, così come la centralità data al prodotto e agli ingredienti contribuiscono a creare una nuova percezione della marca decisamente più contemporanea, che le dona una nuova carica innovativa e una maggiore iconicità a scaffale”, ha spiegato Sara Pallaro, Creative Director.

Il rebranding di Gran Pavesi racconta con un linguaggio visivo attuale l’impegno del brand nell’offrire prodotti di qualità che soddisfano i gusti di tutti i consumatori. Nuove ricette, ma anche texture innovative e gradevoli, formati tascabili e bite sizing diventano espressioni tangibili della condivisione del gusto Gran Pavesi.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

FutureBrand crea la nuova identità della Onlus Helpcode

- # # #

FutureBrand crea la nuova identità della Onlus Helpcode

“Siamo stati conquistati dalla passione e dalla determinazione di CCS, che lavora concretamente per migliorare il futuro dei bambini di contesti disagiati, consentendo loro di crescere nelle comunità d’origine,” ha spiegato Paola Fabrizio del team FutureBrand che ha seguito il progetto per la onlus ligure.

L’intervento di FutureBrand è andato oltre il rebranding, ha di fatto creato un linguaggio di marca nuovo che sa raccontare il lavoro di CCS e il suo essere motore di un cambiamento giocato sul piano istituzionale e su quello emotivo. La strategia di marca ha portato alla luce la forza di un’organizzazione dotata di testa e cuore, e l’ha espressa con un nuovo nome, Helpcode, e con il payoff, “Il diritto di essere bambini”, sintesi dell’impegno morale e sociale della onlus.

Il nuovo segno grafico contiene l’energia positiva di Helpcode, declinata in una tavolozza di colori intensi e solari, ricchi di empatia.

“Il linguaggio visivo di Helpcode coinvolge l’interlocutore nel mondo dei bambini e delle loro comunità, mostrando i segni tangibili degli interventi: i sorrisi di chi può finalmente andare a scuola, nutrirsi, vivere in ambienti salubri e immaginare un futuro diverso per sé e la propria terra”, ha dichiarato Stefano Rivolta, Creative Director che firma il progetto Helpcode per FutureBrand.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

FutureBrand crea la brand identity di due nuove linee di pasta Barilla

- # # # # #

FutureBrand - Barilla

“Il nostro modello di sviluppo è finalizzato a fare di Barilla il marchio preferito dalle persone, sostenendo un’alimentazione sana e gioiosa, ispirata allo stile di vita mediterraneo”. Queste le
dichiarazioni rilasciate di recente da Guido Barilla, Presidente del Gruppo. “Per fare questo, è necessario diffondere una nuova cultura capace di cambiare l’attuale stile di vita, a partire da
prodotti e processi nuovi e utili per la salvaguardia del nostro futuro”.

Nell’ottica di interpretare al meglio gli obiettivi dei vertici aziendali, Barilla lancia 2 nuovi prodotti: una linea di pasta biologica e i “Legumotti”, una gamma di prodotti a base di legumi.

“Per la linea bio, il cui pack è globale e costituisce perciò una nuova icona mondiale per chi ha scelto la filosofia del bio”, spiega Claudio Burchi, Senior Account Director di FutureBrand. “Ci siamo ispirati al concetto di purezza, perché la materia prima utilizzata è totalmente naturale e non processata. Abbiamo scelto di rappresentare il concept attraverso un key visual iconico che rappresenta la pasta che cresce direttamente sulla spiga, senza intermediazioni”.

Stefano Missoli, Design Director, aggiunge: “Abbiamo schiarito il blu iconico dei pack Barilla per renderlo più naturale e, per ribadire l’idea di genuinità assoluta di cui Barilla si fa garante, abbiamo scelto un font irregolare per scrivere Bio”.

I “Legumotti” sono frutto di un processo messo a punto da Barilla che trasforma i legumi in farina e poi in chicchi pronti per essere cucinati in tanti modi diversi. I prodotti, pensati per un target attento al piacere ma anche a un’alimentazione bilanciata e semplice, hanno ispirato un Design System minimal e moderno che comunica le peculiarità del prodotto e la sua versatilità. I visual propongono i “Legumotti” ricettati come suggerimento e goloso stimolo creativo in cucina.

articoli correlati

AZIENDE

Arborea: Nasce la nuova linea Nisia dalla collaborazione tra McCann e FutureBrand

- # # # # # #

McCann e FutureBrand lanciano Nisia

Dal lavoro sinergico tra i Team McCann e FutureBrand nasce la linea di prodotti di bellezza a base di Latte Arborea, gruppo lattiero-caseario sardo.
Il progetto trova solide basi proprio nell’expertise di Arborea nel mondo del latte, è partendo da questa sicura competenza che l’azienda sarda ha deciso di condividere le virtù del suo prodotto anche nel settore della bellezza.

Un sapere antico, dunque, sostenuto dai più avanzati studi in ambito dermocosmetico: con l’innovativa Formula L5, i cinque zuccheri di origine naturale si uniscono alle qualità uniche del Latte Arborea, il latte sorprendentemente buono che nasce nell’incontaminata natura della Sardegna.
Il risultato è una formula vincente per la pelle, testata e validata dall’affermato centro di ricerca internazionale Complife.
Con questa attenzione per gli “ingredienti di bellezza” Arborea ha creato il siero viso, la crema viso nutriente, la crema viso idratante, il latte corpo e la crema mani Nisia.

Una gamma di prodotti idratanti, nutrienti e dall’effetto anti-age capace di donare vitalità e luminosità alla pelle, grazie alle naturali proprietà benefiche del latte.
“Si tratta di un brand stretching naturale per il marchio Arborea che, da profondo conoscitore del latte qual è, ha voluto creare una linea di prodotti puri e genuini quanto l’ingrediente base che li ha ispirati”, ha spiegato Patrizia Scafoletti, Strategic
Planner di McCANN.

Oltre che di un’elegante campagna stampa che invita le donne a “immergersi nella bellezza” del Latte Arborea, la linea Nisia è stata protagonista di un’efficace campagna digital collegata a un attivissimo e-commerce. Tutti i prodotti Nisia sono
infatti acquistabili esclusivamente online.
Fondamentale è anche il design del packaging creato da FutureBrand, caratterizzato da un codice colore ispirato alla natura sarda e dalla presenza significativa del latte, con la sua purezza e vitalità.

“Il latte crea un delicato vortice a forma di rosa, il fiore della bellezza per antonomasia. Il logo è uno script morbido e pulito, con una piccola rosa appuntata sopra e il payoff ‘Italian Beauty Milk’. Su tutto campeggia il logo Arborea, garante della qualità dei prodotti Nisia”, ha raccontato Laura Cosseddu, Account Executive di FutureBrand.
L’attento lavoro di PR dell’intera operazione è a cura di Weber Shandwick.

Credits McCANN:
Chief Creative Officer: Alessandro Sabini
Creative Director: Paolo Boccardi
Art Director: Elena Nelli
Copywriter: Federico Capitani
Strategic Planner: Patrizia Scafoletti
Client Service Director: Donatella Bizzari
Senior Account: Sarah Camponesco
Junior Account: Laura Mastellari

Credits FutureBrand
Creative Director: Stefano Rivolta
Designer: Paola Spinelli, Elena Mosca, Agnese Rodriguez
Account: Laura Cosseddu e Claudio Burchi

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Masi affida a FutureBrand il rebranding di Campofiorin

- # # # #

Masi restyling

Masi per celebrare l’importante anniversario e guardare al futuro ha affidato a FutureBrand il compito di elaborare l’immagine di Campofiorin e della Campofiorin Family, una famiglia di vini che si ispira a interpretazioni originali della sua stessa tecnica.

L’intervento ha mirato a valorizzare le equity visive della marca produttrice di vini, un’icona del mercato, rispettandone l’originalità e la riconoscibilità. La capacità innovativa di Campofiorin, infatti, si legge anche nella sua identità di marca, caratterizzata dalla “cornucopia”, la cornice decorativa dell’etichetta, adottata anche da altri produttori come indicatore di appartenenza alla categoria.

L’intervento di restyling si è ispirato alle origini del brand, riproponendo la tipografia del logo Campofiorin degli anni ’60 con le lettere C ed F più grandi sotto cui è stato posizionato centralmente il logo celebrativo 50 in oro, numero che compare anche sulla capsula rosso scuro.

Arrivato con l’annata 2014 a festeggiare i suoi 50 anni, Campofiorin è espressione a tutto tondo dello stile e della creatività del Bel Paese: precursore riconosciuto di un’intera categoria di vini veneti ispirati alla tecnica dell’appassimento con cui si produce il famoso Amarone e frutto perfetto di una “ingenious technique”, come l’ha definita Hugh Johnson, uno dei massimi giornalisti enologici al mondo.

FutureBrand, oltre a realizzare l’etichetta celebrativa del Campofiorin nel formato 0.75 litri, ha ideato la versione serigrafata nel formato magnum da 1.5 litri in edizione limitata di 1964 bottiglie (a ricordare l’anno della sua creazione). L’evoluzione è stata declinata poi all’identità dell’intera famiglia Campofiorin: il celebre Brolo Campofiorin Oro caratterizzato dalla rara uva Oseleta, il Grandarella trionfo del Refosco, come la versione in rosa del Rosa dei Masi e quella in bianco del Masianco blend di Pinot Grigio e Verduzzo appassito e la recente versione spumantizzata del Moxxé.

“Un onore poter intervenire sull’etichetta del vino icona di Masi, così riconoscibile e amato in tutto il mondo e scoprire la sua lunga storia attraverso i segni che hanno contribuito a farne un successo internazionale di così lunga durata”, ha spiegato Lorenzo Corengia, Associate Account Director di FutureBrand.

articoli correlati