AZIENDE

Il Festival della Crescita arriva a Milano: visioni, orientamenti e nuove idee da condividere

- # # #

Crescita

Da giovedì 19 a domenica 22 ottobre 2017 entra in scena il Festival della Crescita di Milano, un evento curato e realizzato da Future Concept Lab. Per il terzo anno consecutivo ad accoglierlo sarà il Palazzo delle Stelline (Corso Magenta 21, Milano).

Ultima tappa del tour 2017 che ha toccato 8 città (Oderzo, Roma, Siena, Matera, Reggio Emilia, Sestri Levante, Langhirano e Siracusa) il Festival chiuderà il percorso con la tappa di Milano, rilanciando visioni e orientamenti sui quali continuare a lavorare nel 2018 con il network “in crescita”. L’elaborazione e la sintesi di un anno di lavori e confronti sul territorio, stimolerà le riflessioni dei vari protagonisti, con nuove idee da condividere. I settori che saranno messi a fuoco andranno dall’agricoltura all’impresa sociale, dal design all’educazione per grandi e piccoli, dal dialogo tra analogico/digitale a quello tra pubblico/privato, dalle sfide intergenerazionali a quelle interculturali, dalla mobilità nelle città del futuro alla mobilità… del pensiero creativo.

Le quattro giornate di incontri, talk, convivi e performance saranno articolate seguendo, ciascuna, quattro macro-temi e orientamenti:

Giovedì 19 – Educare alla crescita: si parlerà di formazione, presentando progetti, libri e riflessioni su economia civile, sostenibilità ed educazione allo sviluppo.
Venerdì 20 – Inventare e creare la crescita: al centro del dibattito saranno interdisciplinarietà e creatività, alla luce del dialogo tra generazioni e culture.
Sabato 21 – Comunicare la crescita: il focus verterà sulla comunicazione, sulle frontiere del marketing, dei linguaggi e delle relazioni.
Domenica 22 – Intraprendere e coltivare la crescita: il Festival chiuderà i lavori alla presenza di rappresentanti di Imprese, Istituzioni e Associazioni, per un confronto strategico sul futuro del “Sistema Italia”.

 

 

Nel ricordare la mission del progetto, Francesco Morace (Presidente di Future Concept Lab e curatore del Festival della Crescita) afferma: “Quello che proponiamo è il confronto
su strategie e modelli di sviluppo che affrontano la sfida della sostenibilità umana e ambientale, facendo conoscere e mettendo in circolo la generatività e l’innovazione a tutto campo, attraverso la capacità italiana di entrare in risonanza con il mondo, alimentando una idea felice di qualità della vita”.

Il giorno di apertura del Festival – giovedì 19 ottobre, alle ore 18.30 – verrà lanciato il libro “Crescere! Un manifesto in dodici mosse”, nuovo lavoro curato da Francesco Morace, edito da Egea (settembre 2017). Si tratta della restituzione di un progetto collettivo, il Manifesto della Crescita, elaborato nei due anni di vita del Festival della Crescita. Il Manifesto sviluppa un’idea di sostenibilità espansiva, mai privativa o decrescente, e tutta fondata sulla forza delle relazioni umane.

“Il Festival della Crescita – continua Morace – così come il libro, è stato un’occasione e una piattaforma interdisciplinare per ascoltare e far incontrare tanti protagonisti: gli imprenditori, i docenti universitari, gli artigiani, gli studenti, gli insegnanti e più in generale i cittadini”.

Quattordici Ambasciatori di Crescita – fra i quali Cristina Tajani, Andrea Illy, Claudio Marenzi, Massimiliano Dona e Alessandro Rosina – hanno partecipato al volume, intessendo la trama del testo con proprie riflessioni e progetti.

Novità di questa edizione è lo spazio curato da TheFabLab: il laboratorio di fabbricazione digitale impegnato nella diffusione dell’innovazione, dove le nuove tecnologie stimolano la creatività e generano opportunità di occupazione e sviluppo. TheFabLab, che per il Festival proporrà mini-laboratori, incontri e sperimentazioni ludiche, lavora ogni giorno con professionisti, startup e aziende per realizzare prototipi e piccole serie di prodotti innovativi, formando professionisti della fabbricazione digitale e immaginando un nuovo modo di produrre i beni fisici.

Nel corso del sabato 21 ottobre, la giornata che vede tra le altre la collaborazione di Aida Partners, il focus verterà sulla comunicazione, le frontiere del marketing, dei linguaggi e delle relazioni tra social innovation ed economia civile.

Nell’ambito del Quinto Convivio che aprirà la giornata, interverrà Armando Marinelli che per la prima volta racconterà in pubblico la storia straordinaria dell’azienda familiare più longeva d’Europa – Campane Marinelli – che dall’anno Mille produce campane per il Vaticano e per tutte le chiese del mondo.

Il Quinto Convivio infatti approfondirà il tema de “Le aziende familiari e le loro strategie per il successo” con Thomas Ingelfinger, autore del libro che porta questo titolo, che dialogherà con Bernhard Scholz, Presidente della Compagnia delle Opere, lo stesso Armando Marinelli e Francesco Morace, Presidente del Future Concept Lab. Il Convivio verrà coordinato da Andrea Cabrini di Class Editori.

Seguiranno una serie di “Dialoghi sul marketing del futuro” con Fabrizio Bellavista che proporrà lo Human Marketing, Luca Florentino che approfondirà il tema molto attuale di comunicazione e neuroscienze, Annalisa Galardi che spiegherà il potere dell’engagement tra marketing e storydoing, e Francesco Gallucci che per primo ha lanciato in Italia la riflessione sul neuromarketing. I dialoghi verranno introdotti da quattro campagne di altrettante agenzie a cui è stato assegnato l’Award dell’ADCI in diverse categorie, nel corso di IF! Italians Festival dedicato alla creatività.

Nel Sesto Convivio verrà affrontato il tema delicato de “Le frontiere della comuncazione online” con Andrea Cortese (Subito) e Vera Gheno (Linguista dell’Accademia della Crusca), e a seguire il pomeriggio ospiterà dialoghi sulla sostenibilità, la cultura d’impresa, la competitività fondata sulla bellezza, con uno spettro variegato di relatori tra cui segnaliamo Rossella Sobrero e il gruppo CSRnatives, Antonio Calabrò (Fondazione Pirelli) e il giornalista Emilio Casalini, autore del libro RiFondata sulla bellezza.

Nel Settimo Convivio organizzato da Aida Partners in collaborazione con l’Associazione Quinto Ampliamento verrà proposta una riflessione su “Economia civile e reputazione aziendale” con esponenti del mondo associativo (Claudia Piaserico di Confindustria Vicenza, Giorgio Santambrogio di ADM ed Edoardo Zanchini di Legambiente), e della Pubblica Amministrazione con il Sindaco di Mantova Mattia Palazzi: Il Convivio verrà introdotto e moderato da Fabio Papa dell’Università Statale di Pietroburgo.

La chiusura della giornata vedrà la presentazione del libro curato da Sergio Tonfi Super Brands. Da grandi poteri, grandi responsabilità con la presenza di Daniela Aleggiani di 3M e la discussione in sala con i manager delle aziende che gestiscono la comunicazione delle marche più importanti e riconosciute del mondo.

La partecipazione agli appuntamenti del Festival è gratuita, con registrazione su www.festivalcrescita.it
. In allegato il programma.

Con il Patrocinio del Comune di Milano e della Fondazione Umberto Veronesi.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

“PerFormare le Culture. Territori in crescita”: appuntamento a Matera

- # # #

matera SaveTheDate_5aprile

Il 31 maggio 2017 il Festival della Crescita approda a Matera, Capitale Europea della Cultura 2019, per una giornata di incontri ed eventi in collaborazione con Mosaico Digitale e con il patrocinio della Fondazione Matera-Basilicata 2019.

Il Festival si terrà presso Casa Cava: uno spazio simbolico del patrimonio storico-culturale della città e della sua apertura sul mondo. “PerFormare le Culture. Territori in crescita” è il titolo del programma e obiettivo della condivisione aperta al pubblico, mettendo in scena visioni e progetti che connettono la “crescita” di città, territori e persone, tra formazione e “best practice”, nuova imprenditorialità e turismo. Con il meglio dell’innovazione digitale che attraversa e implementa ogni ambito di vita e di lavoro.

Il Festival della Crescita, nel 2017 alla sua terza edizione, è un progetto curato e realizzato da Future Concept Lab, con l’obiettivo di creare un circolo virtuoso tra i protagonisti della crescita e dello sviluppo: cittadini, istituzioni, imprese, creativi, studenti e professionisti. Seminando educazione e raccogliendo innovazione, per una crescita felice e possibile del “Sistema Italia”. Il Manifesto della Crescita, frutto delle riflessioni condivise nel percorso del Festival, è la piattaforma progettuale dei contenuti che saranno sviluppati nelle dieci tappe del Tour 2017, con un focus a Matera su connessioni territoriali e scenari futuri del “fare” Cultura.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

“XChange People. InnovAzioni future”: il Festival della Crescita arriva a Milano

- # # # #

festival della crescita

 

Dal 13 al 16 ottobre, al Palazzo delle Stelline (Corso Magenta 61, Milano) si parlerà di InnovAzioni future. E soprattutto di “persone”, al centro del cambiamento.

Da qui il titolo XChange People. InnovAzioni future di questa tappa del Festival della Crescita, che torna a Milano per la sua seconda edizione dopo aver attraversato “in lungo e in largo” l’Italia: da Roma a Siracusa, da Bologna a Torino, da Lucca a Civitanova Marche, da Firenze a Bari, da Venezia a Brescia. Il Festival, lanciato nell’ottobre 2015, ha mantenuto la promessa di un progetto “in crescita”, con un’evoluzione e diffusione su tutto il territorio italiano, in collaborazione con realtà imprenditoriali e istituzioni locali, che a Milano si ritroveranno per definire una strategia comune per il futuro.

Dal 13 al 16 ottobre 2016 l’ultimo appuntamento del Festival della Crescita 2016, a Milano, si terrà al Palazzo delle Stelline, già sede della prima edizione (nell’ottobre 2015, in occasione dell’Expo).

La struttura di questa seconda edizione del Festival, così come lascia intuire il titolo XChange People. InnovAzioni future, sarà dedicata al cambiamento e all’innovazione di cui le persone sono “portatrici”. Un’occasione, dunque, per conoscerne percorsi e potenzialità per il futuro attraverso i 16 nuclei generazionali descritti nel nuovo libro di Francesco Morace, ConsumAutori. I nuovi nuclei generazionali, edito da Egea, lanciato proprio in occasione del Festival, con talk a cura di Francesco Morace e con incontri-workshop tenuti dal team di ricercatori di Future Concept Lab.

Nel corso delle quattro giornate saranno affrontati i temi caldi della crescita felice nei termini dell’Educare (giovedì 13), Inventare e Creare (venerdì 14), Comunicare (sabato 15), Intraprendere e Coltivare (domenica 16). I momenti di approfondimento e formazione con imprese e opinion leader di settori diversi, saranno affiancati da spazi di scambio intergenerazionale, installazioni e interventi social, nutrendo immaginario e soluzioni concrete.

Dal reading letterario alla performance dei rapper, dalle visioni di Andrea Illy e Alberto Alessi alle strategie di Confindustria con Alberto Baban, Marco Gay e Claudio Marenzi, dalla social innovation dell’Associazione ItaliaCamp alla progettualità di Daniele Lago, fino agli Oscar Green di Coldiretti, verrà proposto uno scambio proattivo tra creativi, imprenditori, Università e Associazioni. Egea, sistema editoriale dell’Università Bocconi e Partner del Festival sin dalla sua ideazione, per la tappa di Milano curerà anche un ciclo di incontri sulle sfide sociopolitiche per la crescita, in collaborazione con la testata Linkiesta. Sarà inoltre presente con un proprio bookshop: un punto di riferimento nel quale trovare novità editoriali sui temi presentati e, naturalmente, libri dei relatori e partecipanti al Festival.

Il Festival presenterà anche iniziative speciali: l’esposizione “UpGrade. I legni della nostra infanzia”, con la collaborazione di ADI – Associazione Disegno Industriale, Delegazione Lombardia, e l’evento “Festival della Crescita by night”, con un radicamento diretto sul territorio milanese: il 14 ottobre, alle ore 19.00 aperitivo e condivisioni al “DistrEAT, cortili aperti alla cittadinanza” (Alzaia Naviglio Pavese 78/3) e alle ore 20.30 CenaOrtica, arte e musica al NoLO Social District presso il Museo del Manifesto (Via Gluck 45).

Partito a marzo da Roma nel marzo 2016, si concluderà in questo modo a Milano il percorso 2016 del Festival della Crescita: con il disegno di una vera e propria “mappa della crescita”, e creando un circolo virtuoso tra i protagonisti della crescita e dello sviluppo, in un dialogo costante con le realtà locali. «Il Festival affronta il tema della crescita trasformandolo da enigma economico a sfida evolutiva, culturale e produttiva», afferma Francesco Morace, sociologo e ideatore della manifestazione curata da Future Concept Lab, Istituto di ricerca di cui è Presidente.

Una sfida che il territorio ha accolto e rilanciato: molte sono già le tappe dell’edizione 2017 del Festival della Crescita, che saranno presentate nell’incontro di domenica 16 ottobre alle ore 18.00: un evento di chiusura del Festival che, in effetti, è un “nuovo inizio”.

In occasione della tappa milanese, il Festival rafforza la sua collaborazione con PrimeWeb, digital agency di Marketing Multimedia Group che ha accompagnato il Festival durante il suo roadtour, gestendone la comunicazione, amplificando la voce dell’innovazione e diventando ambasciatore e simbolo della crescita di cui il Festival si fa portavoce.

La partecipazione al Festival è gratuita, previa registrazione sul sito www.festivalcrescita.it.

 

In allegato il programma completo della “quattro giorni” milanese

articoli correlati

ENTERTAINMENT

Il Festival della Crescita arriva domani a Brescia in collaborazione con Edison

- # # # # #

Edison - Festival della Crescita

Il Festival della Crescita celebra la 10.ma tappa del percorso 2016. Il progetto itinerante, curato da Future Concept Lab, per l’edizione bresciana sarà realizzato in collaborazione con Edison e in occasione di Supernova 2016, la manifestazione curata da Talent Garden.

Presso il Salone Vanvitelliano del Palazzo della Loggia, dalle ore 10.00 alle 19.30 di sabato 1 ottobre, il Festival della Crescita rilancerà i temi centrali di Supernova: Technology & Human Habitat.

Agli incontri in programma parteciperanno protagonisti e innovatori di vari “fronti” della crescita, intesa come visione strategica, progetto sostenibile e percorso concreto. Il format del Festival della Crescita di Brescia resta quello sperimentato e apprezzato nelle precedenti edizioni: un ricco palinsesto di incontri (tutti rigorosamente aperti al pubblico), che uniscono l’aspetto di approfondimento culturale a stimoli creativi per una crescita del “Sistema Italia”, che sia possibile, sostenibile e felice.

L’edizione di Brescia si svilupperà nell’arco dell’intera giornata, partendo alle ore 10.00 con un incontro dedicato alla “sfida della crescita felice” – con Francesco Morace, curatore del Festival, e Alessandro Rimassa di Talent Garden – per poi articolarsi con dialoghi, convivi e incontri che affronteranno i temi attorno alla smart consumption, smart living, smart mobility. L’accento smart metterà a fuoco le più recenti frontiere di settori, processi e applicazioni per l’effettiva crescita della qualità di vità, di lavoro, di relazione e di consumo.

Per parlare di crescita, innovazione, design e progetti per il futuro e, più in generale, delle eccellenze che caratterizzano il nostro Paese, si alterneranno giornalisti, docenti universitari, creativi, scrittori e uomini d’impresa, fra i quali: Francesco Maietta, CENSIS; Maria Luisa Pezzali, Radio 24; Luciano Canova, Università di Pavia; Annibale
D’Elia, IN Innovare x Includere; Marisa Parmigiani, Unipol; Gabriele Grea, Università Bocconi; Chiara Luzzana, Sound Designer; Massimo Temporelli, The FabLab Milano.

In chiusura, dalle ore 17.00 alle 19.30, il Festival presenterà l’evento “Edison Innovation Day powered by StartupItalia!” con un focus sui nuovi modi e luoghi di lavoro e
sull’industria 4.0, presentando talk e barcamp con startupper, makers e appassionati di open innovation: un’occasione promossa da Edison per dare spazio all’innovazione,
raccontata dai protagonisti.

L’Edison Innovation Day è il roadshow che la società energetica porta in Italia attraverso il Festival della Crescita 2016 nelle tappe di Siracusa, Civitanova Marche, Firenze, Bari e Brescia. Partito a marzo da Roma, nel corso del 2016 il Festival della Crescita disegna una vera e propria “mappa della crescita”, creando un circolo virtuoso tra i protagonisti della crescita e dello sviluppo, in un dialogo costante con le realtà locali, con una propria fisionomia a ogni edizione, arricchita da contenuti e spunti legati al territorio.

“Il Festival affronta il tema della crescita trasformandolo da enigma economico a sfida evolutiva, culturale e produttiva”, afferma Francesco Morace, sociologo e ideatore della
manifestazione curata da Future Concept Lab, Istituto di ricerca di cui è Presidente.

Il progetto 2016 del Festival della Crescita, con edizioni speciali in 11 città, segna una presenza attiva sul territorio italiano. A chiudere il ciclo sarà l’appuntamento con
l’edizione di Milano, dal 13 al 16 ottobre, nella splendida cornice del Palazzo delle Stelline, in continuità con l’edizione inaugurale dello scorso anno.

In allegato il programma.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Il Festival della Crescita 2016 diventa itinerante: nuove città, nuovi ambasciatori

- # # #

Festival della Crescita

Il Festival della Crescita, l’iniziativa realizzata a Milano lo scorso anno da Future Concept Lab e che ha riscosso grande successo e attenzione da parte del pubblico, prosegue nel 2016 ed espande il proprio raggio d’azione proponendo un percorso itinerante che toccherà diverse città d’Italia.

Quest’anno, infatti, il Festival della Crescita disegnerà una vera e propria mappa della crescita diventando il primo Festival itinerante d’Italia e rilanciando il suo obiettivo su tutto il territorio: quello di creare un circolo virtuoso tra i protagonisti della crescita e dello sviluppo, siano essi imprese, creativi, istituzioni nazionali e internazionali.

Ogni edizione avrà una propria fisionomia e un proprio focus di approfondimento legati al territorio e ai partner che di volta in volta accompagneranno il Festival arricchendolo di contenuti e spunti. Il format rimarrà quello sperimentato e apprezzato a Milano lo scorso ottobre: un articolato palinsesto di incontri, convivi, workshop e iniziative social, con lo scopo di unire l’aspetto di approfondimento culturale a stimoli creativi per una crescita del “Sistema Italia”, che sia possibile, sostenibile e felice.

Il percorso si apre con l’edizione di Roma (17 – 19 marzo), seguita da quelle di Bologna, Torino, Lucca, Siracusa, Civitanova Marche, Firenze, Bari, Venezia, Brescia. A chiudere il percorso sarà poi l’appuntamento di Milano, previsto a ottobre in continuità con lo scorso anno. Ciascuna edizione del Festival vedrà poi la presenza degli Ambasciatori di Crescita: giornalisti, accademici, imprenditori, creativi, educatori che hanno sposato la visione della “crescita felice” promossa e diffusa dall’iniziativa.

La visione e la vocazione del progetto sono legate al tema attorno al quale esso si sviluppa: la crescita felice. Per questo, il Festival stesso cresce e si apre a nuove condivisioni, rendendosi portavoce e cassa di risonanza delle istanze e dei punti di vista di diversi mondi, locali e nazionali. La sua evoluzione è dinamica e attiva e prevede il coinvolgimento di importanti realtà innovative ed imprenditoriali su tutto il territorio nazionale.

“Dopo la prima edizione, abbiamo capito che il tema della crescita e in particolare della crescita felice non solo si è rivelato di grande interesse per chiunque abbia a cuore la dimensione di ascolto, rilancio e costruzione della crescita” – spiega Francesco Morace, sociologo, scrittore e giornalista, fondatore di Future Concept Lab e del Festival della Crescita – “ma non poteva esaurirsi all’interno di un appuntamento annuale. Ascoltando chi ha partecipato al Festival come Ambasciatore o come ascoltatore attivo, ci è venuta l’idea di trasformare il progetto in un vero e proprio viaggio, per raccontare la crescita e raccogliere suggestioni, domande e problematiche sul territorio. L’obiettivo sarà proprio quello di raccogliere la sfida della crescita seminando educazione, raccogliendo innovazione”.

Il progetto sarà presentato a Milano il prossimo giovedì 3 marzo alle 17:30 presso il Salone d’Onore della Triennale. Interverranno Ambasciatori di Crescita e partner che saranno poi presenti nelle diverse città che ospiteranno l’iniziativa nei prossimi mesi. Tra i partecipanti, oltre all’ideatore e fondatore dell’iniziativa Francesco Morace e al Direttore de Linkiesta Francesco Cancellato, interverranno Daniele Lago (LAGO), Alessandro Rimassa (Talent Garden), Renzo Iorio (Federturismo), Massimo Angelini (Wind), Massimiliano Dona (UNC Bologna), Tony Gherardelli (Intesa Sanpaolo), Luigi Lazzareschi (Sofidel), Massimo Arcangeli (Feste Archimedee di Siracusa), Felice Limosani (Digital Artist), Antonio Prota (greenroad.it), Antonio Civita (Accademia del Panino Italiano).

 

 

articoli correlati

AZIENDE

A Milano si alza il sipario sul “Festival della Crescita”: fino a domenica la “crescita possibile”

- # # # #

Ha preso oggi il via, a Palazzo delle Stelline, il primo Festival della Crescita, un progetto realizzato in occasione di Expo Milano 2015 che si concluderà domenica 18 ottobre.

Ideata da Future Concept Lab e patrocinata dal Comune di Milano, l’iniziativa nasce con l’obiettivo sfidante di creare un circolo virtuoso tra i protagonisti della crescita e dello sviluppo, siano essi imprese o creativi, cittadini o istituzioni, studenti o professionisti.

Sei dimensioni tematiche trattate nei quattro giorni del Festival: educare, coltivare, inventare, intraprendere, investire, comunicare. Attraverso un articolato palinsesto di incontri, convivi, workshop e iniziative social, il Festival cerca di integrare l’aspetto di approfondimento culturale con stimoli creativi per una crescita del “Sistema Italia”, che sia possibile, sostenibile e felice come recita il titolo del libro di Francesco Morace, “Crescita felice. Percorsi di futuro civile”, edito da Egea.

Segnaliamo qui gli appuntamenti di domani, mentre in allegato è disponibile il programma completo del Festival.

ORE 10 – “Investire nell’ingegno
Conduce Luca de Biase Il Sole 24 Ore
Partecipano Antonio Calabrò Fondazione Pirelli
Riccardo Donadon H-Farm
Marco Fortis Fondazione Edison
Enrico Loccioni Loccioni

ORE 17 – “La sfida del Progetto
Coordina Maria Luisa Pezzali Radio 24
Partecipano Stefano BOERI Architetto
Aldo CIBIC Designer
Giulio Iacchetti Designer
Daniele Pario Perra Artista

 

articoli correlati

AZIENDE

Presentato il Festival della Crescita. Campagna di Cernuto Pizzigoni & Partners

- # # # #

È stato presentato questa mattina a Milano il programma del primo Festival della Crescita, realizzato, che si svolgerà nel capoluogo lombardo, al Palazzo delle Stelline, dal 15 al 18 ottobre 2015. L’iniziativa, ideata da Future Concept Lab e patrocinata dal Comune di Milano, nasce con l’obiettivo di creare un circolo virtuoso tra i protagonisti della crescita e dello sviluppo, siano essi imprese o creativi, cittadini o istituzioni, studenti o professionisti.

Nelle quattro giornate del Festival si esploreranno trasversalmente sei dimensioni tematiche – educare, coltivare, inventare, intraprendere, investire, comunicare – attraverso un articolato palinsesto di incontri, convivi, workshop e iniziative social.
Il contesto, i contenuti e la trama del Festival hanno l’obiettivo di tradurre lo spirito della sfida dando importanza alla dimensione di ascolto, rilancio e costruzione della crescita possibile, come spiega Francesco Morace, sociologo, scrittore e giornalista, fondatore di Future Concept Lab, e anima dell’iniziativa: “Dall’essere enigma economico, la crescita deve diventare una sfida evolutiva, culturale e produttiva. Questo è l’obiettivo che abbiamo in mente, dando vita a un Festival che vuole essere una piattaforma aperta, generatrice di nuovi contenuti che ci auguriamo possano essere decisivi per una crescita reale e sostenibile”.
“Le tematiche del Festival e l’approccio di Morace sono coerenti con le inziative dell’Amministrazione”, conferma Cristina Tajani, Assessore alle Politiche per il Lavoro, Sviluppo Economico, Università e ricerca del Comune di Milano, “volte a valorizzare e accompagnare tutte le forma di innovazione economica e sociali, riconfigurando la relazione tra i mercati e gli stakeholder”.

Numerosi gli “Ambasciatori della Crescita”, che hanno già aderito alla manifestazione, quali l’architetto Stefano Boeri, i giornalisti Sebastiano Barisoni e Luca De Biase, l’economista Luigino Bruni, lo scrittore Antonio Calabrò, gli imprenditori Andrea Illy e Guido Martinetti, il filosofo Franco Bolelli e il deputato Ermete Realacci.
Partner attivo del progetto sin dalla sua ideazione è Egea, sistema editoriale dell’Università Bocconi, che curerà colazioni letterarie e incontri con autori e professionisti. Per l’occasione, verrà realizzato l’OpenBook “Autori di Crescita”: un libro digitale multimediale gratuito. Il libro è frutto di contributi spontanei: pensieri, immagini o altri spunti creativi sul tema sempre più cruciale, controverso e vitale, della crescita.
Sempre stamattina è stata presentata anche la campagna realizzata da Cernuto Pizzigoni & Partners in collaborazione con il Politecnico di Milano POLI.design. L’agenzia seguirà anche tutte le operazioni digital, ambient, guerrilla e di viralizzazione che avranno luogo durante i giorni del Festival.
“Anche la campagna”, ha spiegato Aldo Cernuto, Ceo dell’agenzia, “è allineata al concetto di crescita che innerva questo Festival. Quella che presentiamo oggi è più una “icona di campagna” destinata a sviluppare il suo messaggio non solo da qui al Festival, ma anche oltre, facendo leva sulla “bellezza delle crescita” come invito a essere parte attiva all’interno di essa”.
“La parola chiave”, aggiunge Morace, “è “convocazione associativa”, convergenza di interessi culturali e visione strategica”.
In linea con il concetto di crescita, infatti, Cernuto Pizzigoni & Partners ha voluto creare una compagine creativa ad hoc per il Festival, coinvolgendo a tutto campo i giovani studenti del Master in Art Director e Copywriting “Laboratorio Miniera”. La campagna, a partire dal manifesto di lancio e in tutto il suo successivo sviluppo, punta a generare attenzione sui nuovi volti della crescita, svelandoli anche attraverso i social media con azioni di engagement one-to-one.

articoli correlati

NUMBER

Gli italiani trovano motivi per sorridere ogni giorno, parola di AZ e Oral-B

- # # # # # #

Sorridere in tempo di crisi si può e si deve, perché fa bene. Lo dicono i medici e anche il buon senso. I sorrisi scandiscono i momenti più belli della vita e, pur durando pochi istanti, rimangono impressi nella memoria per sempre. Ed è proprio questa la forza degli italiani.  Secondo i risultati emersi da una ricerca di Future Concept Lab, promossa dall’Osservatorio sull’Igiene Orale di AZ e Oral-B, emerge infatti che il 63% sorride tutti i giorni; per i giovani la percentuale sale addirittura al 77%. Molto evidente l’identikit di chi sorride di più: uomini di classe socio-economica medio-alta, trentenni, laureati ma ancora a casa con i genitori.

La classifica delle cose che fanno sorridere di più gli italiani? Nelle prime tre posizioni i complimenti (38,2%), le tenerezze (36,7%) e le battute di spirito (34,7%). A seguire i gesti di cortesia (33,7%) e le chiacchiere in confidenza (34%). Situazioni di felicità molto importanti che mettono in luce il desiderio di spontaneità da vivere nel quotidiano. Nell’era del boom della tecnologia, il potere del sorriso viaggia anche attraverso i social network. Una sbirciatina al web può contribuire ad alleggerire la giornata di studio o di lavoro, e ciò vale in particolare per i giovani intervistati (19% tra 19-29 anni).

Ed ecco gli ingredienti più importanti nella “ricetta del sorriso”: la salute per l’81% degli intervistati, una famiglia affettuosa (76,3%) e un lavoro soddisfacente (54,7%). Ci sono poi il benessere economico, la cultura e il sapere e, infine la fede religiosa, un hobby personale e il fascino (solo il 14,7%). Un sorriso bello e sano ha un potere espressivo fondamentale, in ogni occasione. La ricerca dell’Osservatorio Igiene Orale di AZ e Oral-B ci dice ad esempio che la prima volta che incontriamo una persona restiamo colpiti dal suo sguardo (41%) e dal suo sorriso (34%).

Sorridere è “musica per l’anima”, come recita un’antica poesia irlandese, al punto che in alcune prestigiose università internazionali come la Sorbona e Harvard la forza trascinante del sorriso è diventata materia di studio.  È anche una nuova tendenza; numerose celebrities seguono “corsi di risata” per consolidare la felicità e fortificare l’armonia interiore; mentre nelle aziende oltreoceano si ingaggiano smile coach per aumentare autostima e benessere. Il sorriso insomma è riconosciuto da tutti come un motore indispensabile per la ricerca della felicità, tanto che oggi, 4 ottobre, verrà celebrato il World Smile Day, la giornata mondiale nella quale si invitano tutte le persone a sorridere per rendere il mondo un posto migliore, più sereno e vivibile.

Per l’occasione Oral-B lancerà “Il potere di un sorriso. #smilingpower”, un video per il web che racconta una storia di emozioni in quattro atti, quattro momenti in cui un sorriso può fare la differenza, nella vita di tutti.

articoli correlati