BRAND STRATEGY

Forsman & Bodenfors firma la campagna “The Organic Effect” per la catena svedese Coop

- # # # # #

“The Organic Effect” è l’ultima campagna lanciata dall’agenzia Forsman & Bodenfors per la catena svedese di supermercati Coop. La campagna – un vero e proprio esperimento – rivela cosa accade in proprio corpo quando si comincia a mangiare soltanto cibo biologico. Il test, che ha coinvolto una normale famiglia svedese, è stato condotto dallo Swedish Environmental Research Institute IVL e il film è stato prodotto dalla casa di produzione Acne Film.

Sin dagli anni ’80 Coop è stata pioniera in Svezia per il biologico, aiutando gli agricoltori a passare alla coltivazione bio, favorendo l’accessibilità del cibo biologico per i consumatori e spronando la politica a fare sempre di più per la produzione di cibo biologico. Tuttavia, si sa, quello che mangiamo proviene da tutto il mondo e quindi i risultati di questo esperimento riguardano tutti noi.

Credits
Client: Coop
Agency: Forsman&Bodenfors
Art Director: Johan Eghammer, Johanna Hofman-Bang
Copywriter: Johan Olivero
Account Manager: Lena Grundström, Patrik Danroth
Account Director: Anders Härneman
Designer: Viktor Brittsjö
Agency Producer: Åsa Hammar
Planner: Amelie Sandström, My Troedsson
Digital Producer: Helena Wård

Production: ACNE Production
Director: Marcus Svanberg
Producer: Kristofer Larsson
DOP: Anders Jedenfors
Offliine Editor: Henning Mark
Post Production: Shortcut Stockholm
Sound: Plop Produktion

Video distrubution: Be On
Jenny Canborn
Renée Vennberg
Carl-Christian Dyrssen
Maria Molsa

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

UNICEF Svezia con Forsman & Bodenfors: usano la “Morte” per salvare la vita ai bambini

- # # # # # # # #

L’acqua è il tema centrale della nuova campagna di Unicef Svezia, lanciata oggi. Con il film “The Sound of Death”, infatti, si vuole evidenziare come l’acqua contaminata, la mancanza di servizi igienici e l’igiene insufficiente causino la morte di mille bambini al giorno, mettendo in evidenza allo stesso tempo in che modo si possa intervenire.

Insieme alla pluripremiata agenzia Forsman & Bodenfors, UNICEF Svezia chiama così a raccolta tutti quelli che vogliano e possono aiutare a combattere le malattie dovute all’acqua infetta. Non solo ci si può collegarsi al sito Unicef.se per donare il proprio contributo, ma anche – molto più semplicemente – fare i propri acquisti presso i dettaglianti che partecipano all’iniziativa e far aggiungere 10 corone al proprio conto. Dieci corone svedesi (equivalenti a poco più di un Euro) bastano per purificare oltre 1.000 litri d’acqua, utilizzando le apposite pillole solubili.
Una sola di esse ne può trattare una ventina di litri in mezz’ora, rendendola sufficientemente sicura da poter essere bevuta anche dai bambini. Queste pillole sono essenziali negli interventi di emergenza, ma l’Unicef sta lavorando, in parallelo, su interventi strutturali, collaborando con i Governi locali a scavare pozzi di acqua potabile, a realizzare impianti di scarico e a diffondere una “cultura” dell’igiene dell’acqua.

 

Credits

Art Director: Johanna Hofman-Bang, Agnes Stenberg-Schentz
Copywriter: Marcus Hägglöf, Jacob Nelson
Account Manager: Lena Birnik
Account Director: Emelie Schröder
Designer: Nina Andersson, Johan Fredriksson
Agency Producer: Magnus Kennhed
Music Supervisor: Jenny Ring
Planner: Amelie Sandström
Digital Producer: Andreas Johansson
Original: F&B Factory

articoli correlati

BRAND STRATEGY

“Wow No Cow”: il CEO di Oatly canta la mission del brand su YouTube

- # # # #

È stata lanciata oggi la campagna internazionale di Oatly, sviluppata con l’agenzia Forsman & Bodenfors, autrice dello spot vincitore a Cannes “Epic Split” per Volvo.

Protagonista è Toni Petersson, il CEO di Oatly, azienda svedese che produce bevande alternative al latte animale derivate dall’avena, che coniugano gusto, nutrimento e minimo impatto sull’ambiente.

“Quando l’agenzia mi ha proposto di cantare una canzone in mezzo a uno sterminato campo di avena, pensavo stessero scherzando” spiega Toni Petersson, CEO di Oatly. “Come avrei potuto raccontare la nostra storia in questo modo? Inoltre, ritenendo che non avessi tempo di scrivermi personalmente testo e musica, mi hanno fornito una canzone già pronta. Pensavano forse che non avessi un’integrità creativa da difendere? Così ho mezzo giù qualche cosa su cui mi sentissi disposto a mettere il nome, sono andato in un campo d’avena con un vecchio sintetizzatore degli anni ’80 e ho iniziato a cantare…”

È nato così il video “Wow No Cow”, parte di una serie che porterà il messaggio di Petersson a un’audience online sempre più ampia. Filmati espliciti e diretti, con un pizzico di eccentricità, proprio come l’azienda. Disponibile sul canale YouTube di Oatley, molti dei video sono stati girati all’insaputa dello stesso CEO, per trasmettere la spontaneità e la naturalezza che caratterizzazno il brand Oatly e i suoi prodotti

È nato così il video “Wow No Cow”, parte di una serie che porterà il messaggio di Petersson a un’audience online sempre più ampia. Filmati espliciti e diretti, con un pizzico di eccentricità, proprio come l’azienda. Disponibili sul canale YouTube di Oatley, molti dei video sono stati girati all’insaputa dello stesso CEO, per trasmettere la spontaneità e la naturalezza che caratterizzazno il brand Oatly e i suoi prodotti

 

articoli correlati