AZIENDE

Il report Real-Time Interaction Management elegge Rocket Fuel piattaforma “contender”

- # # # # # #

Enrico Quaroni, Regional Director Southern Europe e MENA Region di Rocket Fuel Inc

Rocket Fuel è stata nominata “contender” tra le piattaforme di real-time interaction management dall’istituto di ricerca indipendente Forrester. Il report “The Forrester Wav: Real-Time Interaction Management (RTIM), Q2 2017” valuta e identifica i principali provider nel mercato RTIM. L’indagine evidenzia come Rocket Fuel copra i casi d’uso RTIM per il digital marketing e fornisca insight sui clienti alle tecnologie che gestiscono i casi d’uso offline. Forrester scrive: “Rocket Fuel integra la sua data management platform, la demand-side platform e la tecnologia ‘Moment Scoring’ basata sull’intelligenza artificiale per aiutare a ottimizzare le strategie media”.

“Questo report mostra come i marketer stiano finalmente adottando l’intelligenza artificiale per trarre benefici dai numerosi canali connessi che i brand si trovano a gestire”, ha commentato Enrico Quaroni, Regional Director Southern Europe and Mena Region di Rocket Fuel. “Siamo orgogliosi di partecipare a questo report insieme ad alcune tra le maggiori aziende IT che si occupano di RTIM e di dimostrare ai marketer l’impatto dell’intelligenza artificiale sulla raccolta di dati, sulla personalizzazione nell’ecosistema marketing e sugli insight che permettiamo di ottenere”.

“È stato interessante scoprire il costante consolidamento nel mercato e come le principali aziende nel settore delle tecnologie marketing stiano aumentando la quantità di dati che sono in grado di gestire e il numero di canali serviti”, ha dichiarato Eric Duerr, CMO di Rocket Fuel. “Credo che la nostra posizione nel report testimoni come le avanzate capacità di intelligenza artificiale di Rocket Fuel aiutino i marketer a prendere decisioni più rapide e informate studiando miliardi di interazioni degli utenti ogni giorno e prevedendo in tempo reale il momento migliore e il dispositivo ideale per interagire con le persone”.

All’interno del report, i vendor vengono valutati in base a diversi criteri suddivisi in tre categorie principali: Current Offering, Strategy, e Market Presence. Rocket Fuel ha ottenuto i seguenti punteggi nelle categorie:
-Offer Orchestration (2,5 su 5,0)
-Measurement and Optimization (3,0 su 5,0)
-Performance (4,0 su 5,0)
-Supporting Services (3,0 su 5,0)
-Partner Ecosystem (3,0 su 5,0)
Il report di Forrester evidenzia, inoltre, come “[Rocket Fuel] non si limiti a gestire le strategie pubblicitarie digitali, ma personalizzi anche i contenuti web, e-commerce e per le app mobile, integrandosi con provider di email e messaggi per attività di retargeting e trigger”.

articoli correlati

AZIENDE

Forrester premia la strategia di Thron: mettere in contatto one-to-one i brand e le persone

- # # # # #

Meneghello di Thron

Rendere i contenuti intelligenti, per scoprire gli interessi del cliente e sviluppare le vendite. È questa la strategia di Thron premiata dal gruppo Forrester: gli analisti confermano la bontà del mettere in contatto one-to-one i brand con le persone attraverso una gestione intelligente e oculata delle proprie risorse.

Gli enterprise software di Thron permettono alle aziende di gestire le loro interfacce digitali assicurando coerenza, difendendo la proprietà intellettuale e assicurando la delivery dei contenuti. Facendo leva su una ampia offerta di contenuti e analizzando il percorso di ciascuna persona al loro interno, Thron funziona come un ‘CRM digitale’: comprende sempre meglio gli interessi della persona. Grazie al machine learning è grado di predire quali contenuti, eventi, proposte e offerte commerciali hanno la maggiore probabilità di interessarlo. “Thron permette all’azienda di disintermediare la relazione one-to-one, superando i filtri abituali. Alle aziende proponiamo un percorso che inizia ottimizzando il modello di business esistente ma tende a sperimentarne altri, a immaginare nuovi mercati, prodotti e relazioni”, spiega Nicola Meneghello, fondatore e Ceo dell’azienda che ha sede a Padova, Milano, Londra e Shanghai e impiega 60 esperti. Fra i clienti Thron troviamo Lastminute.com, Valentino, GlaxoSmithKline, Carrefour, Maserati, Furla e Campagnolo.

L’approccio “Inteligent DAM” (Digital Asset Management) che THRON rende possibile, mette a contatto i Brand con le persone, aumentando la rilevanza dei contenuti per i singoli utenti aumentando il loro coinvolgimento e personalizzando le call-to-action. Questo si aggiunge alle potenzialità di miglioramento nell’efficienza della gestione delle asset digitali, nella protezione del Brand, della sua coerenza e delle proprietà intellettuali dell’Azienda. Forrester conferma la vision di Thron anche a livello più ampio: secondo le ricerche della società di Palo Alto il 76% delle aziende clienti intendono investire sui contenuti delle loro interfacce digitali e l’80% pensa che una analisi dei contenuti scelti permetta di definire sempre meglio le esigenze e le attese del potenziale cliente.

Dal punto di vista qualitativo Forrester conferma pienamente la vision di Thron. Secondo Forrester le soluzioni di tendenza in questo campo sono: disponibili su cloud in versione software-as-a-service; sono integrabili e convergenti con le piattaforme usate dal cliente; utilizzano capacità analitiche per valutare il percorso del cliente nei siti aziendali e usano l’intelligenza artificiale per organizzare i contenuti e per prevenire gli interessi del cliente. Nell’edizione 2016 del “Digital Asset Management (DAM) Vendor Landscape”, elaborato da Forrester, Thron era la più piccola fra le aziende citate. La edizione 2017 vede la società di Padova scalare 5 posizioni e diventare 15° con un fatturato di 5 milioni di € (+60% rispetto al 2015). “THRON, unica italiana tra le poche europee, porta finalmente il “made in Italy” che ispira il mondo anche in questo settore: siamo il SaaS Enterprise italiano” afferma Nicola Meneghello.

articoli correlati