BRAND STRATEGY

Premio Cultura + Impresa 2017-2018: pronta la shortlist dei vincitori

- # # #

cultura + impresa accenture

Il Comitato di Selezione del Premio CULTURA + IMPRESA 2017-2018 ha concluso i lavori di valutazione delle candidature pervenute, indicando i 20 progetti che ora stanno concorrendo all’assegnazione dei Premi nelle quattro categorie, “Sponsorizzazioni e Partnership”, “Produzioni Culturali d’Impresa”, “Fondazioni d’Impresa” e “Art Bonus” e alle menzioni speciali che quest’anno comprendono la “Digital Innovation nella Cultura” e il “Miglior progetto realizzato nel Territorio Lombardo”.

Giunto alla quinta edizione, il Premio CULTURA + IMPRESA si conferma come la principale iniziativa che ogni anno fornisce il quadro evolutivo del panorama delle Sponsorizzazioni culturali e artistiche e del dialogo tra Aziende ed Operatori culturali pubblici e privati in Italia. Nel 2018 si registrano alcune interessanti novità. Per quanto riguarda la dimensione aziendale si segnala l’incremento della partecipazione delle PMI, che quest’anno rappresentano il 15% delle presenze in Short list, così come è incrementata la presenza delle Produzioni Culturali d’Impresa, che ormai rappresentano un fenomeno equivalente alle Sponsorizzazioni culturali, con tendenza al sorpasso.

A illustrarci nel dettaglio le motivazioni di queste dinamiche e dell’evoluzione complessiva del Premio è Francesco Moneta (nella foto), Presidente del Comitato CULTURA + IMPRESA “Quest’anno abbiamo assistito anche ad un incremento dei progetti realizzati grazie all’attivazione dell’Art Bonus – fenomeno che ha già coinvolto oltre 7.600 mecenati – mentre l’aumento dei Progetti legati alle Produzioni Culturali d’Impresa conferma l’attenzione delle Aziende nei confronti delle Arti e della Cultura come mezzo espressivo ad elevato valore aggiunto, a patto di non essere soggetti passivi ma protagonisti. L’offerta di progettualità culturali da parte degli Operatori culturali pubblici e privati deve saper evolvere il consueto concetto di “Sponsorizzazione” in quello di “Partnership”: in caso contrario le Aziende preferiscono fare da sole’.

Gli otto Criteri di Valutazione dei Progetti, insieme al Regolamento, sono disponibili sulla piattaforma digitale IdeaTre60 messa a disposizione dalla Fondazione Italiana Accenture: http://culturapiuimpresa.ideatre60.it/
I vincitori del Premio CULTURA + IMPRESA 2017-2018 verranno premiati come di consuetudine in occasione del Workshop di premiazione “+ CULTURA NELL’IMPRESA!” che si terrà il 17 Maggio a BASE Milano, aperto a Operatori culturali, Imprese, Agenzie di Comunicazione e Studenti universitari.

Patrocini Istituzionali
In palio per i vincitori premi formativi offerti da Fondazione Fitzcarraldo, IULM, Accademia di belle Arti – Aldo Galli IED Como, UPA – Utenti Pubblicità Associati. Quest’anno l’ambito Premio D’Autore riservato ai Primi classificati è prodotto dall’azienda Antolini e realizzato dall’artista Jago. Il Premio CULTURA + IMPRESA 2017-2018 è promosso da Comitato non profit Cultura + Impresa. Powered by The Round Table e Federculture, con i Patrocini Istituzionali di Comune di Milano, MIBACT, 2018 Anno Europeo del Patrimonio Culturale, Regione Lombardia; con il Contributo di Fondazione Cariplo, ALES, Fondazione Italiana Accenture, Veronafiere.

articoli correlati

AZIENDE

“Palestra delle Professioni Digitali”: assunti oltre il 70% dei giovani partecipanti

- # # # # #

Si è conclusa con successo la Palestra delle Professioni Digitali

Si è conclusa oggi 29 giugno l’ottava edizione di Palestra delle Professioni Digitali, il percorso formativo gratuito che ha l’obiettivo di indirizzare alle professioni digitali giovani disoccupati o inoccupati, laureati prevalentemente in materie umanistiche, e accelerare il loro inserimento nel mondo del lavoro. Dei 232 giovani talenti formati nel corso delle passate edizioni, oltre il 70% di loro ha trovato lavoro nel settore digitale a soli tre mesi dalla frequentazione del corso.

In collaborazione con Associazione Prospera e la Fondazione Italiana Accenture, Palestra delle Professioni Digitali è parte del programma internazionale di Responsabilità Sociale ‘Skills to Succeed’ di Accenture che ha l’obiettivo di formare 3 milioni di persone in tutto il mondo entro il 2020 per permettere loro di trovare lavoro. Nato nel 2012, Palestra delle Professioni Digitali è divenuto realtà attraverso la collaborazione di Associazione Prospera, Fondazione Italiana Accenture e altre aziende partner tra cui Samsung – che a partire da quest’anno ha ospitato le lezioni in aula all’interno del Samsung District – Assolombarda, Federturismo, Sportello Stage-ACTL e Trenkwalder. Tutte le iniziative di Responsabilità Sociale di Accenture sono progettate per essere scalabili, replicabili e sostenibili nel tempo. Come primo passo di scalabilità geografica, dopo le edizioni milanesi, il progetto è stato recentemente lanciato nella città di Cagliari dove è tuttora in corso con una prima edizione pilota, fino al 15 luglio.

Social Media Marketing, digital marketing analytics, Big Data, sono alcuni dei moduli affrontati durante le quattro settimane formative. I docenti sono professionisti delle aziende partner dell’iniziativa che hanno, tra i propri piani di reclutamento, risorse da inserire in ambito Digital Marketing. Ogni edizione di Palestra delle Professioni Digitali si conclude con la presentazione, da parte dei ragazzi, di project work concreti che vengono assegnati dalle stesse aziende. Oltre alle lezioni frontali il format prevede anche una fase formativa di e-learning attraverso moduli attivati sulla piattaforma digitale ideaTRE60, messa a disposizione dalla Fondazione Italiana Accenture, che procede parallela alle lezioni frontali: in questo modo tutti i partecipanti possono orientarsi in un mondo di contenuti mai affrontati prima.

Questo progetto permette ai partecipanti di scoprire competenze e interessi lontani dal loro background formativo. Come è stato per Marialuisa, 27 anni, laureata in archeologia, durante il percorso formativo ha scoperto il fascino dei big data e il loro immenso potenziale. Oggi si occupa di pubblicità online innovative in una data company che aiuta le imprese nell’ideazione e nella realizzazione di strategie volte a rendere il data marketing uno strumento centrale per le proprie attività. Un lavoro che fino a un anno fa non conosceva.

“Palestra delle Professioni Digitali è uno dei progetti di responsabilità sociale parte del programma internazionale Skills to Succeed di Accenture, che ha l’obiettivo di fornire a persone non occupate le competenze necessarie per trovare lavoro o sviluppare competenze imprenditoriali. Con Palestra delle professioni digitali Accenture si impegna a sfatare un adagio che vede le lauree umanistiche svantaggiate nel mercato del lavoro” ha spiegato Francesca Patellani, Human Capital & Diversity Lead di Accenture: “Noi pensiamo che le competenze digitali, unite a una formazione umanistica, completino figure professionali oggi strategiche. Il successo professionale legato ad una formazione completa è alla base del modello organizzativo di Accenture in cui la multidisciplinarietà è una delle caratteristiche principali. In azienda favoriamo la presenza di team costituiti da professionisti con esperienze e background differenti, fonte di creatività e innovazione per i nostri clienti. Denominatore comune delle persone che cerchiamo è la passione per le nuove tecnologie e l’innovazione digitale”.

“In Samsung ci stiamo impegnando a fondo per aiutare in modo concreto la collettività e lo facciamo con iniziative in grado favorire l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro e valorizzando il loro talento”, spiega Mario Levratto, Head of Marketing and External Relations Samsung Electronics Italia. “La nostra collaborazione nell’ambito di Palestra delle Professioni Digitali ambisce proprio a questo: aiutare i giovani neolaureati che faticano a trovare un’occupazione ad acquisire competenze in linea con i trend del mercato e con la rivoluzione digitale in atto. I risultati positivi dimostrano che ci stiamo muovendo nella direzione giusta, sostenendo un’occupazione qualificata e diffondendo una cultura del digitale in Italia“.

“L’idea di preparare gruppi di giovani laureati in discipline non tecniche a mestieri centrati su competenze digitali si dimostra estremamente efficace. Il tasso di occupazione nella fase successiva ai corsi sta a confermarlo” dice Roberto Pellegrini, Presidente del Comitato di Palestra delle Professioni Digitali e membro dell’Associazione Prospera “Noi di Prospera siamo molto orgogliosi e soddisfatti di questi risultati, soprattutto perché ripetuti in ogni edizione di Palestra delle Professioni Digitali. L’entusiasmo dei giovani partecipanti e la professionalità dei docenti evidenziano la solidità dell’iniziativa, alla sua ottava edizione a Milano e alla sua prima a Cagliari. La formazione rimane un momento irrinunciabile per lo sviluppo del Paese ed essere parte attiva di questo progetto ci gratifica immensamente”.

articoli correlati

ENTERTAINMENT

Premio Cultura + Impresa 2014: vince la Fondazione Ermanno Casoli

- # # # # #

La Giuria del Premio CULTURA + IMPRESA 2014 nell’incontro di venerdì 16 gennaio presso la sede di Assolombarda, ha concluso i lavori di valutazione dei 15 + 5 Progetti Finalisti delle due categorie “Sponsorizzazioni e Partnership” e “Produzioni culturali d’Impresa”. Il Primo Premio va alla Fondazione Ermanno Casoli di Ancona e ai suoi Partner (ACRAF, Elica, Gruppo 24ORE) con il Progetto E-STRAORDINARIO, che ha al centro la cooperazione tra Artisti e Impresa per la formazione aziendale. All’ABI – Associazione Bancaria Italiana – va il Primo Premio per le Produzioni Culturali d’Impresa con il Progetto Festival della Cultura Creativa.

La Giuria ha espresso le proprie preferenze votando online una griglia di valutazione – suddivisa in 8 parametri qualitativi – grazie alla piattaforma IdeaTRE60 della Fondazione Italiana Accenture.

Per la sezione Sponsorizzazioni e Partnership culturali, oltre al Primo Premio alla Fondazione Ermanno Casoli, sono stati premiati i Progetti: “Kids Creative Lab – !Tessere!” (Collezione Peggy Guggenheim di Venezia + OVS Spa); “Il Teatro dei Luoghi Fest” (Cooperativa Koreja di Lecce + Caripuglia, Teatro Pubblico Pugliese, Comune di Lecce); “La Filarmonica della Scala incontra la Città” (Filarmonica della Scala di Milano + UniCredit Foundation & Unicredit); “The European Dream – Road to Bruxelles” (Associazione culturale ONTHEMOVE di Arezzo + FAI Service).
Una menzione speciale è stata assegnata al Progetto Pacco d’Artista (Giubiliarte + Poste Italiane) che vanta il punteggio più elevato nel parametro “Strategia e attivazione di un Piano di comunicazione integrata”.

Per le Produzioni culturali d’Impresa oltre al Primo Premio assegnato all’ABI è stato premiato il Progetto “Disegnami.it” della Bracco Spa.

“Questa seconda edizione del Premio CULTURA + IMPRESA – sottolinea Francesco Moneta, Presidente del Comitato non profit CULTURA + IMPRESA che promuove l’iniziativa – ha visto incrementare considerevolmente la quantità e la qualità media dei Progetti iscritti, confermando come la Cultura possa essere adottata come efficace leva strategica della Comunicazione d’Impresa. Si è evidenziata la necessità di dotare entrambi i “sistemi” degli Operatori culturali e delle Imprese di occasioni di formazione, informazione e confronto, in particolare su temi come la misurazione dell’efficacia delle Partnership culturali, l’applicazione della Cultura alle politiche di CSR, la gestione efficace delle risorse economiche disponibili. Per questo motivo contiamo di organizzare alcuni Workshop Cultura + Impresa insieme alle Istituzioni territoriali che ne faranno richiesta”.

Oltre ai Premi e ai relativi attestati, i Progetti vincitori riceveranno opportunità gratuite di Formazione Professionale rese disponibili da UPA-Utenti Pubblicità Associati – Milano (un posto nella Corso di Alta Formazione), Fondazione Fitzcarraldo – Torino (un posto nel Corso di Perfezionamento per Responsabili di Progetti Culturali); LUMSA – Roma (un posto per uno dei moduli formativi su tematiche correlate al Premio). La Fondazione Italiana Accenture si è resa disponibile a organizzare un Seminario di analisi dei Progetti vincitori, alla presenza dei protagonisti, dedicato ai Giovani professionisti dei settori della Produzione e Management Culturale e della Comunicazione d’Impresa.

La Giuria dell’Edizione 2014 del Premio CULTURA + IMPRESA è composta da Laura Cantoni, Ricercatrice e Fondatrice di ASTAREA; Andrea Cornelli, Presidente ASSOREL; Giovanna Maggioni, Direttore Generale UPA; Francesco Moneta, Presidente del COMITATO CULTURA+IMPRESA; Anna Puccio, Segretario Generale della FONDAZIONE ITALIANA ACCENTURE; Rossella Sobrero per ASSOCOM; Michele Verna, Direttore Generale di ASSOLOMBARDA; Catterina Seia, Vice Presidente Fondazione Fitzcarraldo e Direttore de “Il Giornale delle Fondazioni, Arti e Imprese”; Palmina Clemente, Responsabile Servizio Cultura e Creatività per il sistema economico della Camera di Commercio di Milano; Fabrizio Grifasi, Direttore della Fondazione Romaeuropa, per Federculture; Patrizia Rutigliano, Presidente FERPI; Vincenzo Santoro, Responsabile Ufficio Cultura, Sport e Legalità per ANCI; Massimiliano Tarantino, Segretario Generale della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli.

I parametri di valutazione erano: Innovazione di obiettivi, soluzioni scelte, modalità esecutive; Strategia e attivazione di un piano di Comunicazione integrata; Benefici ottenuti dai fruitori del Progetto culturale e del Territorio di appartenenza; Networking con Istituzioni, Media, Aziende; Sostenibilità economica del Progetto e gestione delle risorse; Integrazione con campagne di CSR – Corporate Social Responsibility; Modalità di misurazione dei risultati rispetto agli obiettivi ottenuti da entrambi i Partner; Creazione di opportunità di lavoro per Operatori culturali e della comunicazione.

I vincitori saranno protagonisti di un Workshop di Premiazione e confronto previsto entro il mese di marzo, a Milano.

Numerosi sono i Partner Istituzionali del Premio CULTURA + IMPRESA 2014: Consiglio d’Europa, Ministero dei Beni e delle Attività culturali, ANCI, Camera di Commercio di Milano, Regione Lombardia, Comune di Milano, ASSOCOM, ASSOLOMBARDA, ASSOREL, FERPI, UPA. Hanno inoltre collaborato: Fondazione Italiana Accenture, CulT Venezie – Il Salone Europeo della Cultura delle Venezie, Fondazione Fitzcarraldo, Il Giornale dell’Arte e TVN Media Group. Il Premio CULTURA + IMPRESA ha infine il patrocinio dell’ESA – European Sponsorship Association.

articoli correlati