MEDIA 4 GOOD

Carrefour, Fondazione Francesca Rava e Mrm//McCann: un grande cuore per i bambini

- # # # #

Fondazione Francesca Rava

Continua l’impegno di Carrefour per il mondo del non profit con una nuova iniziativa di charity che vedrà coinvolti gli oltre 350 punti vendita Carrefour Market su tutto il territorio nazionale. Organizzato a sostegno della Fondazione Francesca Rava che aiuta sul territorio italiano migliaia di bambini in collaborazione con numerose comunità per minori, il progetto, “Un grande cuore si riconosce dai piccoli gesti”, ideato da MRM//McCann, divisione digital di McCann Worldgroup, vedrà il sostegno di Carrefour per la realizzazione di 15 “sogni” per un contributo del totale di 75 mila euro.

I progetti consisteranno, nell’arredamento di sale comuni e sale giochi, nell’organizzazione di gite fuori porta e vacanze, nella realizzazione di feste di compleanno per i bimbi accolti dalle case famiglia aiutate. Il progetto di cui trasversalmente beneficeranno tante di queste comunità, sarà l’acquisto di un pulmino che servirà alla Fondazione Francesca Rava per le attività in supporto ai bambini, dal trasporto di farmaci al trasferimento in ospedale o visite mediche, e nella realizzazione di alcuni dei sogni.

Per questa iniziativa la rete dei market di Carrefour Italia ha voluto coinvolgere anche i propri clienti che, infatti, potranno contribuire seguendo questi semplici step: accumulando i “cuori” con l’acquisto di prodotti a marchio Carrefour; quindi, accedendo al sito dedicato ungrandecuore.carrefour.it potranno scegliere un progetto preferito a cui donare i “cuori” accumulati. La votazione potrà avvenire ogni qualvolta i clienti effettueranno la spesa e quindi accumuleranno cuori, e ogni volta sarà possibile scegliere dei progetti diversi.

Una volta raggiunto il numero di cuori necessari per far sì che il progetto si concretizzi, Carrefour realizzerà assieme alla Fondazione Rava i sogni e i desideri espressi dai bambini delle comunità coinvolte.

Stéphane Coum, Direttore Carrefour Market Italia ha dichiarato: “Il gruppo Carrefour è da anni impegnato nella realizzazione di progetti a scopo sociale ed è da sempre attento ai bisogni e necessità delle comunità in cui opera. Siamo particolarmente felici di poter dare il nostro contributo attraverso questo progetto a sostegno della Fondazione Rava che ci permetterà di realizzare progetti e attività che aiuteranno bambini e mamme che si trovano oggi in condizioni meno fortunate. La collaborazione con Fondazione Rava è motivo di orgoglio per noi e ci vedrà coinvolti nel sostenerla con la stessa passione, dedizione e impegno che dedichiamo tutti i giorni ai nostri clienti”.

Afferma Mariavittoria Rava, Presidente della Fondazione Francesca Rava – NPH Italia Onlus: “Il cuore della Fondazione Francesca Rava batte sin dal primo giorno, per l’infanzia in difficoltà di tutto il mondo e anche in Italia siamo in prima linea per rispondere ai bisogni dei bambini e dei giovani che vivono in povertà sociale, sanitaria o educativa. Siamo felici di avere un partner importante come Carrefour Market, cosi vicino alle persone, per aiutare concretamente e sensibilizzare alla realtà di tanti bambini sul nostro territorio, per i quali cose che pensiamo quotidiane e alla portata di tutti, come una giornata al mare, festeggiare il proprio compleanno o rendere la casa in cui vivono più confortevole, sono in realtà, un sogno. Grazie quindi a tutti coloro che ci permetteranno di realizzare tanti desideri, e di donare a questi bambini, momenti di felicità e le stesse opportunità degli altri bambini”. www.nph-italia.org

MRM//McCann ha ideato e progettato l’intera piattaforma digitale per gestire la raccolta fondi, integrandola con una strategia di comunicazione sui canali social del brand e sviluppando i materiali per i punti vendita. Per coinvolgere il maggior numero di utenti nell’iniziativa è stato realizzato uno spot radio, on air nei punti vendita, un piano editoriale per i canali social del brand, in particolare Facebook, e una campagna banner per illustrare al meglio la meccanica.

L’intero progetto è stato curato dal team di lavoro di MRM//McCann:
Chief Creative Officer – Alessandro Sabini
Client Director – Chiara Gironi
Project Managers – Pamela Guarnieri, Laura Corba e Francesco Annarumma
Direttore Creativo – Paolo Boccardi
Senior Art Director – Antonina Vicari
Senior Copywriter – Emilia De Bartolomeis

articoli correlati

AZIENDE

General Filter lancia il progetto di comunicazione social #Ilovefilters

- # # # # #

General Filter, azienda multinazionale di Treviso leader nella produzione di filtri Made in Italy, festeggia l’espansione nei mercati asiatici con un progetto di comunicazione, #Ilovefilters, volto a far comprendere quanto sia importante contribuire a migliorare la qualità dell’aria che respiriamo.

In collaborazione con la Fondazione Francesca Rava N.P.H. Italia Onlus e il fotografo di moda e reportage Stefano Guindani, da anni Ambassador della Fondazione, nasce #Ilovefilters, un progetto che, attraverso un contest digitale – che inizia il 7 aprile prossimo – e un’iniziativa sui social legata al sostegno all’Ospedale Pediatrico N.P.H. in Haiti, vuole farci riflettere su come “aria pulita” significhi non solo una vita migliore, ma anche contribuire a salvare vite umane.

La campagna prevede un concorso fotografico digitale – accessibile dal 7 aprile al 10 agosto 2015 sulla landing page dedicata o sulla Facebook app con possibilità di votazione e condivisione online delle foto caricate – una attività di digital PR volta alla sensibilizzazione sui social network e una campagna pubblicitaria stampa. Per partecipare al concorso basterà caricare una foto artistica che abbia come tema “l’aria pulita” – anche nelle sue accezioni negative legale all’inquinamento – in cui siano stati usati filtri ottici o digitali, come per es. Instagram, giocando ironicamente con l’opposto dell’hashtag #nofilters diffusissimo sui social network.

Una mission “green” perseguita con dedizione da General Filter sin dal 1965, anno in cui il fondatore Odone Polin inizia l’attività, con lo scopo di offrire la massima qualità dell’aria in ambienti civili, industriali e ospedalieri. Una tradizione onorata oggi con lo stesso spirito da Giovanni Polin, Presidente e CEO del Gruppo, che, forte di una crescita annua a doppia cifra e di una significativa espansione nei marcati internazionali, ha annunciato l’imminente apertura in Asia e il lancio di una nuova linea di prodotti specifici per il risparmio energetico.

Alessandra Polin, Head of Business Development di General Filter spiega: “volevamo festeggiare i risultati positivi del Gruppo facendo qualcosa di concreto e originale per far parlare dell’importanza della qualità dell’aria che respiriamo, interna ed esterna. Oggi serve produrre contenuti originali di qualità legati a valori aziendali concreti per raggiungere il cuore di prospect e consumatori. Se da un lato il concorso fotografico #Ilovefilters ci farà riflettere sul fatto che la bellezza dei luoghi che amiamo dipende dalla pulizia dei nostri cieli, dall’altro il nostro supporto alle attività della Fondazione Francesca Rava N.P.H. Italia Onlus in favore dei bambini dell’Ospedale St. Damien a Haiti servirà a meditare sul fatto che la qualità dell’aria indoor, basti pensare alle sale operatorie, è fondamentale per preservare la vita dei piccoli pazienti”.

La giuria che sceglierà i vincitori del concorso, annunciati a fine agosto 2015, sarà presieduta da Stefano Guindani (titolare dell’Agenzia Fotografica SGP) e composta da Diamante D’Alessio (Direttore Io Donna), Giovanni Polin (Presidente & CEO di General Filter), Costanza Pratesi (Responsabile Sostenibilità Ambientale e Relazioni Esterne del FAI – Fondo Ambiente Italiano) e Mariavittoria Rava (Presidente Fondazione Francesca Rava N.P.H. Italia Onlus). Tra i premi, un viaggio avventura per due persone in uno dei paesi con l’aria più pulita d’Europa, l’Islanda, con la possibilità di essere affiancati da Stefano Guindani alla scoperta dei segreti della fotografia di reportage, e i nuovi accessori Barber Shop dedicati agli appassionati di fotografia e della artigianalità Made in Italy.

Ma il progetto non si fermerà qui: una selezione delle foto dei finalisti del concorso #Ilovefilters e del reportage scattato da Stefano Guindani durante i suoi viaggi in Islanda e a Haiti, a testimonianza del lavoro svolto insieme alla Fondazione Francesca Rava N.P.H. Italia Onlus al St. Damien Hospital, sarà oggetto di una mostra fotografica, ovviamente a tema “aria pulita”, organizzata nel corso del 2016, anno in cui General Filter si prepara a festeggiare il 30° anniversario del Gruppo.

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

Il Cinema per Haiti: Fondazione Francesca Rava – NPH Italia Onlus e movie star di tutto il mondo

- # # # # # #

Il 15 marzo si è svolta la serata di raccolta fondi per portare luce, attenzione e aiuto concreto ai bambini di Haiti, organizzata dalla Fondazione Francesca Rava – NPH Italia Onlus che ha visto la partecipazione di stelle del cinema italiano e internazionale, oltre alla al regista e sceneggiatore Paul Haggis, vincitore di 2 premi Oscar, che dal 2008 è impegnato al fianco della Fondazione Francesca Rava, per aiutare Padre Rick Frechette, medico in prima linea, da 30 anni direttore di NPH Haiti.

Alla serata sono intervenuti Ben Stiller, Owen Wilson, Jack Houston, Paolo Sorrentino, Carlo Verdone, Pierfrancesco Favino con Anna Ferzetti,, Claudia Gerini, Giuliana De Sio, Isabella Ferrari, Kasia Smutniak e Domenico Procacci, Anna Safroncik, Claudio Santamaria, Katy Saunders, Giulia Elettra Gorietti, Giorgio Marchesi, Ornella Muti, Nicoletta Romanoff, Alessandra Mastronardi, Gabriele Pignotta, Alessandro Roja, Nazanin Boniadi, Federico Zampaglione, la testimonial e volontaria della Fondazione Francesca Rava Martina Colombari e molti altri.

Nell’occasione, durante l’asta animata Paul Haggis, sono state fatte un’importante donazione per un giorno sul set con Stiller e Wilson, e altre per borse e accessori messi a disposizione da maison e case di moda (Vhernier, Fendi, Valentino, Bottega Veneta, Grifoni). Il noto fotografo Stefano Guindani era presente con un set fotografico allestito per ritratti d’autore e ha donato per la raccolta fondi una foto scattata nel suo ultimo viaggio ad Haiti. Duecento i sostenitori della Fondazione presenti al charity dinner, tra i quali gli stilisti Pierpaolo Piccioli e Maria Grazia Chiuri, Silvia e Ilaria Venturini Fendi.

Il ricavato della serata è stato sostegno dell’Ospedale Pediatrico NPH St. Damien, unico sull’isola, che assiste 80.000 bambini l’anno e della Scuola APJ Academy for Peace and Justice, unica secondaria gratuita in Haiti, che dà istruzione a 2.500 bambini, gestita da Padre Rick e dal suo team. In Haiti 1 bambino su 3 muore prima dei 5 anni per malnutrizione e malattie curabili, 1 su 2 non va a scuola.

articoli correlati