MEDIA 4 GOOD

Niccolò Torielli volto della campagna dei preservativi Durex contro l’AIDS

- # # # # # # #

preservativi

Prosegue anche quest’anno l’impegno di Durex, leader nel mercato del benessere sessuale e “ambasciatore del sesso sicuro”, nel promuovere e sostenere l’educazione sessuale e una cultura preventiva contro le malattie sessualmente trasmissibili.

Il brand annuncia, in occasione della Giornata mondiale contro l’AIDS dell’1° dicembre, una collaborazione internazionale con (RED), organizzazione no profit fondata del 2006 da Bono Vox degli U2 e Bobby Shriver.

In tutto il mondo da novembre, si potranno acquistare i preservativi dell’Edizione Limitata (DUREX)RED, di cui una parte dei proventi verrà devoluta a favore di un progetto in Sudafrica, nazione dove attualmente vivono 7,2 milioni di persone affette da HIV. Il programma “Keeping Girls in School” ha come obiettivo quello di ridurre tra le giovani donne i nuovi contagi da HIV e le gravidanze indesiderate, incoraggiandole a proseguire gli studi e migliorando l’accesso ai servizi sanitari per la salute sessuale e riproduttiva. Scopo del progetto è riportare all’attenzione di tutti l’importante tema dell’AIDS.

La collaborazione fa parte di un progetto triennale, durante il quale Durex si impegna, attraverso la partnership con (RED), a donare almeno 5 milioni di dollari al Fondo globale per la lotta all’Aids, la tubercolosi e la malaria.

Inoltre, la cifra raggiunta da Durex verrà raddoppiata dalla Fondazione Bill and Melinda Gates, così da raggiungere una donazione di almeno di 10 milioni di dollari.

Coinvolta nel progetto globale Durex di veicolare il potente messaggio “fare sesso e salvare vite umane” – #HaveSexSaveLives anche la famosa artista svedese Zara Larsson, la quale ha commentato “Per la prima volta in assoluto si può davvero dire “Fate sesso e salvate vite umane”! Tutti abbiamo la responsabilità di proteggere noi stessi e il nostro partner, facendo sesso sicuro. Con questo progetto di Durex possiamo contribuire attivamente all’obiettivo utilizzando il preservativo e, allo stesso tempo, aiutando milioni di ragazze sudafricane con la prevenzione e l’educazione sessuale. Nel mondo ogni due minuti un adolescente viene contagiato dall’HIViv. Per me è importante che la mia generazione sia consapevole di questo e di quanto anche una sola voce e una sola azione possano impedire che questo accada”.

In Italia, il brand – cosciente di quanto sia importante diffondere sempre più la consapevolezza che il preservativo è l’unico rimedio per la prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili – conferma il suo ruolo educational creando una campagna tv e radio che associa comportamenti rischiosi quali l’abuso di fumo e alcool e le violazioni al codice della strada, al pericolo di fare sesso non protetto. Volto della campagna è Niccolò Torielli, conduttore televisivo e radiofonico.

Inoltre, in occasione della Giornata mondiale contro l’AIDS dell’1° dicembre, Durex lancia sul mercato la referenza speciale Jeans x 2, acquistabile in farmacia al prezzo consigliato di 2€ (1€/condom). Un’edizione a un prezzo speciale che vuole dimostrare e sostenere l’impegno del brand dal punto di vista educazionale.

 

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

Facebook Italia e Fondazione Mondo Digitale per #SheMeansBusiness

- # # # # #

fondazione mondo digitale

Facebook Italia, in collaborazione con Fondazione Mondo Digitale, lancia la seconda edizione di #SheMeansBusiness, con focus sul Centro e Sud Italia.

#SheMeansBusiness è il progetto globale di Facebook nato per aiutare le donne che fanno impresa a far crescere il proprio business e per ispirare tutte coloro che sognano di avviare un’attività imprenditoriale, fornendo loro gli strumenti, la formazione e gli esempi necessari per realizzare il proprio obiettivo.
Lo scopo di questa edizione è fornire, entro la fine del 2019, le competenze digitali – con particolare focus sugli strumenti offerti da Facebook e Instagram – a oltre 2.000 donne del Mezzogiorno che fanno o vogliono fare impresa.

Il progetto #SheMeansBusiness – che con la prima edizione italiana, lanciata a novembre 2017, ha portato alla formazione di oltre 4.000 donne in Italia in meno di un anno – testimonia l’impegno di Facebook a sostegno della crescita economica e culturale del Paese, una crescita che non può più prescindere da un’imprenditoria femminile con un ruolo da protagonista.

Secondo un’analisi del Censis, infatti, una riduzione del 25% del divario di genere nel mercato del lavoro in Italia entro il 2025 sarebbe in grado di produrre un aumento stimato del PIL di circa il 2%, ovvero circa 34 miliardi di euro. In un Paese in cui il tasso di occupazione degli uomini è superiore a quello delle donne del 18,8% (contro il 12,7% della media europea), il sostegno alle imprese con una leadership femminile è quanto mai prioritario. Un divario che si accentua nel Sud Italia, dove Eurostat ha rilevato un tasso di occupazione femminile che si aggira attorno al 30%, la metà della media europea, con un picco negativo in Sicilia, dove si attesta al 29,2%.

Facebook e Instagram possono aiutare concretamente le piccole e medie aziende a crescere, fornendo gli strumenti affinché possano avere successo, indipendentemente dalla dimensione, le competenze, il settore industriale o la collocazione geografica. Per supportare le donne che vogliono fare impresa, in Italia Facebook ha deciso di lavorare in collaborazione con Fondazione Mondo Digitale, l’associazione no-profit che lavora per una società della conoscenza inclusiva coniugando innovazione e istruzione. Seguendo il modello train the trainer, Facebook formerà i coach di Fondazione Mondo Digitale, che a loro volta si occuperanno di formare 2.000 donne nelle regioni del Centro e Sud Italia entro la fine del prossimo anno. Per selezionare la squadra di coach professionisti, la Fondazione Mondo Digitale apre da oggi una call pubblica alla quale è possibile rispondere entro e non oltre il 22 novembre 2018.
Per farlo, avranno a disposizione strumenti e moduli formativi specifici, lezioni online e pratiche su come utilizzare al meglio le piattaforme di Facebook e Instagram per migliorare il proprio business, senza dimenticare le lezioni di autostima. I training di #SheMeansBusiness toccheranno nel corso del 2019 numerose città del Centro e Sud Italia, in Sicilia, Sardegna, Calabria, Basilicata, Campania, Puglia, Lazio, Abruzzo e Molise.

Oltre ad un programma di training in giro per l’Italia, Facebook metterà a disposizione anche un sito dedicato,, dove sarà possibile trovare le storie di successo di donne imprenditrici italiane, consultare i materiali di formazione ed entrare in contatto con altre donne che vogliono avviare un’attività.

 

articoli correlati

AZIENDE

Colletta alimentare: Banco BPM collabora con Fondazione Banco Alimentare

- # # # # #

banco alimentare

Banco BPM in collaborazione con Fondazione Banco Alimentare Onlus ha organizzato lo scorso giovedì 11 ottobre un’attività di raccolta degli alimenti presso 31 sedi in tutta Italia. L’iniziativa ha coinvolto tutti i dipendenti di Banco BPM. Per un giorno, le sedi coinvolte, pur continuando ad erogare il servizio ai clienti, sono state trasformate in punti raccolta dei prodotti alimentari.

Partendo dalle sedi di Piazza Meda a Milano e di Piazza Nogara a Verona, coinvolgendo Bergamo, Lodi, Monza, Legnano, Novara, Torino, Alessandria, Bologna, Modena, Reggio Emilia, Genova, Chiavari, Livorno, Lucca, Pisa, Roma, Napoli, Foggia, Catania e Palermo, la giornata della Colletta Alimentare è riuscita a unire tutto il Paese in un grande momento di solidarietà.
I dipendenti hanno contribuito donando viveri non deperibili: alimenti per l’infanzia, omogeneizzati, legumi, pelati e sughi in lattina, tonno e carne in scatola, latte a lunga conservazione, biscotti, riso e pasta per un totale di 6 tonnellate che saranno destinate alle associazioni del territorio convenzionate con Banco Alimentare, organizzazione no-profit che dal 1989 recupera in Italia ogni giorno alimenti ancora integri e non scaduti per distribuirli a oltre 8.000 strutture caritative che aiutano più di 1.500.000 di persone indigenti del nostro Paese.

La giornata della colletta alimentare si inquadra nelle iniziative di Volontariamo, un progetto di volontariato d’impresa nato negli anni passati che è ormai diventato un modo consolidato di interpretare il legame con il territorio promuovendo, in diverse forme, la solidarietà verso le persone che maggiormente ne hanno bisogno. Grazie a Volontariamo Banco BPM mette a disposizione dei dipendenti circa 500 giornate lavorative per attività di volontariato in collaborazione con diverse organizzazioni no-profit attive su tutto il territorio nazionale.

“Anche quest’anno Banco BPM ha promosso la raccolta di alimenti insieme al Banco Alimentare”, ha dichiarato Salvatore Poloni, Condirettore Generale di Banco BPM. “Raccogliendo l’eredità delle banche da cui nasce, Banco BPM ha consolidato lo storico impegno nei confronti di chi ha maggiormente bisogno, reinterpretando in questo modo il legame con i territori, generando valore e sostegno in favore del tessuto economico-sociale in cui è presente”.

articoli correlati

AGENZIE

Leo Burnett si aggiudica la gara per la fondazione Ronald McDonald Italia

- # # #

alessandro antonini leo burnett

Si chiude a favore di Leo Burnett la gara indetta per determinare il partner con cui sviluppare la comunicazione strategica di Fondazione per L’Infanzia Ronald McDonald Italia, l’organizzazione no profit internazionale che dal 1974 aiuta le famiglie dei bambini malati e in cura lontano da casa a restare vicine e unite, perché stare insieme migliora il loro benessere.

Leo Burnett Italia avrà il compito di sviluppare la strategia di comunicazione di Fondazione Ronald McDonald, oltre all’ideazione e lo sviluppo di tutte le campagne di fundraising e sensibilizzazione su ATL, BTL, social e digital.

L’agenzia è stata selezionata grazie a un progetto sviluppato con la direzione creativa di Andrea Marzagalli e la direzione creativa esecutiva di Alessandro Antonini (nella foto).

Leo Burnett Italia svilupperà le campagne di comunicazione a partire da Marzo 2018.

articoli correlati

AGENZIE

Capovilla rappresenta Unicom nel CdA di Pubblicità Progresso

- # # # # #

capovilla

Il presidente di Gruppo icat, Claudio Capovilla, che entra a far parte del Consiglio di Amministrazione di Fondazione Pubblicità Progresso come rappresentante di Unicom.
Capovilla ha una lunga esperienza all’interno delle associazioni e degli organismi di settore nel mondo della comunicazione italiana: già vicepresidente Unicom fino al 2015, di cui è stato rappresentante delegato per il Triveneto e coordinatore nazionale di tutti i delegati regionali, ha fatto parte anche del Consiglio di Amministrazione di Audipress.

“Sono molto onorato dell’incarico che mi è stato dato: una nuova opportunità di crescita, ma soprattutto un importante riconoscimento”, è il commento di Capovilla, “perché la Fondazione rappresenta un esempio positivo, a livello internazionale. È l’espressione migliore di un’Italia formata da professionisti della comunicazione che cooperano per la diffusione di una cultura ispirata ai valori profondi dell’etica e in grado di sensibilizzare la società civile su temi importanti per i cittadini e il Paese. Per questo sono entusiasta e onorato di rappresentare Unicom, con un ruolo di così grande responsabilità all’interno di un’istituzione storica della comunicazione italiana”.

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

Per il 18° anniversario la Fondazione L’Albero della Vita ripercorre tutti i suoi progetti

- # # # # #

Sono passati esattamente 18 anni dall’aprile 1997, quando ad Assisi veniva costituita L’Albero della Vita con la visione di creare una realtà italiana importante, in grado di assicurare benessere, diritti e sviluppo ai bambini, alle loro famiglie e comunità di appartenenza in tutto il mondo. In occasione di questo importante anniversario, la fondazione ripercorre i suoi progetti.

‘Nei primi anni della sua storia, L’Albero della Vita si è concentrata principalmente nel creare progetti di accoglienza, operando soprattutto in Lombardia, vedendo così la nascita delle prime comunità educative per minori “La Bussola”, “ZeroSei” e del centro diurno “Vivi ciò che Sei”. Dopo la sua costituzione in Fondazione nel 2004, L’Albero della Vita ha vissuto una fase di sviluppo e di respiro nazionale ed internazionale, impegnandosi su diverse tematiche che affliggono i bambini nei contesti più poveri e degradati con l’impegno vivo di proteggere le loro vite, trasformare il disagio in una nuova opportunità di crescita. Solo nel 2014, L’Albero della Vita ha realizzato in Italia e nel resto del mondo 68 progetti*, rivolti complessivamente a 157.480 beneficiari*, così distinti: 28 progetti in Italia per oltre 10.170 beneficiari, 3 progetti in Europa per 3.051 beneficiari, 25 progetti in Asia per oltre 124.296  beneficiari, 6 progetti in America Latina e Caraibi per 10.743 beneficiari, 6 progetti in Africa per circa 9.220 beneficiari.

“Diciotto anni sono un’età dal valore fortemente simbolico per la vita della nostra organizzazione” afferma Ivano Abbruzzi, Presidente della Fondazione L’Albero della Vita, “l’età in cui si consolida un ancora maggiore senso di responsabilità. Responsabilità come lavorare in modo puntuale per produrre cambiamento nella vita dei bambini e dei ragazzi consolidando le metodologie di lavoro. Responsabilità come prendersi carico dei contesti in cui operiamo in un’ottica più sistemica, sollecitando i diversi attori a mettere i bambini e i ragazzi al centro della vita sociale e politica”. Affinché questo miglioramento abbia luogo e i giovani vengano messi esattamente al centro del cambiamento della società, Fondazione L’Albero della Vita onlus agisce oggi su 5 macro-aree di intervento: protezione, per l’accoglienza dei minori fuori famiglia e il sostegno a giovani in condizione di disagio e devianza sociale, migrazione a tutela delle famiglie più vulnerabili nei processi migratori, educazione, al fine di promuovere la scolarizzazione come strumento chiave per lo sviluppo umano, sviluppo per contrastare la povertà di migliaia e migliaia di bambini e delle loro famiglie ed emergenza per far fronte ai disastri e calamità naturali attraverso piani di preparazione per la gestione del rischio e sistemi di all’erta, con una focalizzazione particolare alle attività atte al rafforzamento della resilienza’.

articoli correlati

NUMBER

Italia quinta al mondo per surplus commerciale con l’estero

- # # # # # #

Secondo i dati elaborati dalla Fondazione Edison e da GEA, società di consulenza, anche nel secondo trimestre 2013 l’Italia ha confermato il proprio quinto posto al mondo (e tra i paesi del G20) per surplus commerciale con l’estero, esclusi i prodotti energetici: il bilancio positivo dell’interscambio nel periodo citato, infatti, è stato pari pari a 29,3 miliardi di dollari. Saldamente al primo posto la Cina, con un surplus commerciale esclusa l’energia di 133,2 miliardi di dollari, sia pure in calo di 10,9 miliardi rispetto al 2° trimestre 2012, seguita dalla Germania con 96,6 miliardi, dalla Corea del Sud con 44,7 miliardi e dal Giappone con 39,9 miliardi.

Approfondimento su MyMarketing.Net

 

articoli correlati

AZIENDE

Parte Someone Like Me, la nuova campagna di Durex e MTV per la lotta all’AIDS

- # # # # #

Someone Like Me – One share One condom è la nuova campagna lanciata da Durex e la MTV Staying Alive Foundation in occasione della giornata mondiale contro l’AIDS
E’ con l’obiettivo di donare 10 milioni di preservativi a progetti volti a promuovere il sesso sicuro e l’importanza di una vita libera dall’HIV che Durex sceglie di promuovere l’iniziativa One Share One Condom, attiva da oggi fino al 6 dicembre: ad ogni post, tweet condiviso attraverso l’hashtag #someonelikeme Durex si impegna a donare un condom alla fondazione MTV Staying Alive.
Semplicemente utilizzando l’hashtag #someonelikeme sui propri canali social, chiunque potrà unirsi a Durex contribuendo a diffondere l’importanza della prevenzione dall’AIDS e al tempo stesso partecipare a Someone Like Me, la prima conversazione worldwide sulla sessualità (www.someonelikeme.tv) promossa da Durex e MTV Staying Alive Foundation per invitare le giovani generazioni a raccontarsi e confrontarsi sul sesso.
In Italia hanno sposato l’iniziativa Someone Like Me Fedez, Emis Killa e Ensi, i più famosi rapper italiani protagonisti per l’occasione di video-messaggi per sostenere e incoraggiare i giovani ad aprirsi positivamente alla sessualità e, conseguentemente, a una maggiore consapevolezza per un futuro libero dall’HIV.
MTV (canale 8 del DTT) dalla mezzanotte di oggi trasmetterà inoltre uno speciale dedicato alla prevenzione e al sesso sicuro. Una serie di clip in cui i ragazzi di tutto il mondo raccontano il loro rapporto con il sesso, in onda fino al 6 dicembre. Su territorio italiano, MTV Staying Alive Foundation donerà i condom offerti da Durex, a NPS Italia onlus.

articoli correlati