BRAND STRATEGY

FlixBus torna in televisione con Pic Nic e due soggetti a target

- # #

flixbus

È on air da ieri la nuova campagna TV FlixBus, ideata da Pic Nic e prodotta da Gothacom.
Dopo una prima campagna TV con focus sul prodotto lanciata a marzo 2017, e la promozione #iovogliovotare lanciata pochi giorni fa,  l’operatore dei viaggi in autobus leader in Europa rinnova così la collaborazione con Pic Nic per focalizzarsi sul principale vantaggio offerto da FlixBus ai suoi utenti: la possibilità di ricongiungersi con amici e parenti, grazie a una rete capillare che collega oltre 200 città italiane, e a prezzi per tutte le tasche.

Con la nuova campagna, FlixBus desidera ribadire il proprio obiettivo di continuare a creare mobilità, mettendo il proprio servizio a disposizione di chi desidera spostarsi con facilità in Italia e in Europa, a impatto zero, senza rinunciare al comfort. La campagna è stata articolata in due diversi soggetti per intercettare i principali target di FlixBus: i giovani under 30 e gli adulti over 50.

Credits
Creative Director: Niccolò Brioschi, socio fondatore di PicNic
Executive Director: Elia Castangia
Copywriter: Annalisa La Camera
Art director: Camilla Zappa
Project Account: Giulia Valente
Short Video Production: Publitalia 80

articoli correlati

BRAND STRATEGY

FlixBus lancia la promozione #IoVoglioVotare, rimborsando il trasporto al seggio

- # # # #

flixbus

FlixBus lancia la campagna #IoVoglioVotare: l’operatore, leader nel trasporto lowcost, rimborsa il costo del biglietto a chi decide di tornare a casa per votare alle prossime elezioni politiche.

Con #IoVoglioVotare FlixBus premia i fuori sede che tornano a casa per votare, rimborsando il viaggio verso il comune di residenza a studenti o lavoratori fuori sede che si sposteranno con l’autobus verde per votare. L’acquisto del biglietto dovrà essere effettuato tramite l’app, dal 21 al 28 febbraio, per viaggiare tra venerdì 2 marzo e domenica 4 marzo.

Per poter usufruire della promozione sarà necessario inviare a iovogliovotare@flixbus.it una foto di sé davanti al seggio elettorale con la tessera elettorale ben visibile in mano, insieme ai seguenti dati: nome, cognome, numero di prenotazione e indirizzo mail utilizzato per effettuare la prenotazione.

La promozione è valida esclusivamente per prenotazioni effettuate tramite l’app FlixBus gratuita, per tutte le destinazioni FlixBus in Italia, anche con partenza dall’estero. La forma di rimborso prevede un voucher di valore pari all’importo del viaggio effettuato per raggiungere il comune di residenza, valido per un mese.

articoli correlati

AZIENDE

FlixBus e Babbel insieme per il mese di agosto con un corso di lingua dedicato

- # #

FlixBus e Babbel

Per tutto il mese di agosto, chi utilizzerà il servizio di FlixBus per viaggiare in Italia e in Europa potrà seguire gratuitamente i corsi offerti da Babbel, l’app per l’apprendimento delle lingue straniere.

FlixBus e Babbel intendono offrire a chi è diretto all’estero la possibilità di imparare qualche espressione utile prima di arrivare a destinazione, oppure di ottimizzare il tempo del viaggio approcciando una nuova lingua.

L’iniziativa interesserà sia alcune delle tratte internazionali più gettonate nel periodo estivo, come la Roma-Francoforte, la Venezia-Parigi e la Torino-Zagabria, sia numerose linee nazionali: ad esempio, chi viaggia tra Roma e Napoli e tra Roma e Bologna, o chi si sposta tra Milano e Firenze e tra Milano e Genova, potrà usufruire del servizio su numerosi degli autobus impiegati sul collegamento, ma i corsi saranno a disposizione anche di chi partirà da città più piccole come La Spezia, Parma, Siena, Ancona, Caserta e Lecce (e tante altre).

Fruire del servizio è molto semplice: basterà chiedere all’autista un codice da inserire sul sito o sull’app di Babbel dopo aver creato il proprio account. I corsi sono accessibili gratuitamente per una settimana, e si potrà scegliere fra tutte le 14 lingue disponibili. Oltre alle lingue più tradizionali, ci si potrà quindi mettere alla prova anche con qualcosa di più insolito, come lo svedese, il polacco, il turco o addirittura l’indonesiano, e seguire un corso dedicato per arricchire il proprio bagaglio culturale.

articoli correlati