BRAND STRATEGY

Burger King e l’hamburger grigliato sotto i raggi del sole rovente del Kuwait

- # # #

Burger King

Mai sentito il modo di dire “al sole fa così caldo che ci si potrebbe cuocere un uovo”? Ecco, in Kuwait Burger King col calore del sole ci ha grigliato un hamburger.

Nel giorno più caldo dell’anno nel Paese del Golfo si sono toccati addirittura i 50 gradi, e Burger King, che di calore se ne intende, ha sfruttato quel caldo infernale per creare un’innovativa griglia a energia solare per cuocere i suoi famosi hamburger, senza sprecare nemmeno un raggio. Che Burker King fosse famoso per le sue griglie era già cosa nota, ma in questa occasione porta l’arte del barbecue a un livello successivo, siglando un vero e proprio patto di fuoco con la stella più calda e luminosa di tutte.

È così che per tutto il mese di luglio in un flagship store del Kuwait hanno servito esclusivamente hamburger cotti al sole preparati utilizzando l’innovativa griglia, sorprendendo i clienti che hanno potuto gustare un Whopper ancora più “spaziale”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

FutureBrand firma la nuova brand identity di Elena mirò

- # # # #

Elena Mirò

L’expertise e la raffinatezza di Elena Mirò compongono il binomio vincente del brand italiano che, da oltre trent’anni, veste con eleganza e stile le donne ed è presente sul mercato nazionale ed estero con oltre 240 punti vendita monomarca. A questi, si è appena aggiunto il Flagship store di piazza della Scala a Milano, la boutique inaugurata in concomitanza del lancio della nuova collezione disegnata da Vanessa Incontrada.

FutureBrand ha affiancato Elena Mirò nel percorso di definizione di una nuova brand identity, capace di dare risalto alla premiumness delle sue proposte di moda e al suo portato positivo, fortemente ispirato alla bellezza in chiave contemporanea.

“Dal lavoro è nata un’immagine che trasmette grande raffinatezza. Il color tortora laminato a caldo è il suo tratto distintivo così come la tavolozza di colori che lo accompagna”, spiega Gianni Tozzi, Executive Creative Director di FutureBrand. “Il logo Elena Mirò vive all’interno di un system rettangolare, che lo incornicia e lo esalta”.

Ogni dettaglio, dalle scatole alla velina in cui sono confezionati i capi, parla il linguaggio dell’alta sartoria, attingendo all’heritage di casa Elena Mirò, come dimostrano i motivi floreali con cui è decorata la carta. “L’esperienza sensoriale legata al brand passa attraverso la scelta di carte materiche, che invitano le dita al contatto, così come si fa con le stoffe pregiate. Tra gli elementi che abbiamo progettato per la boutique vi sono lo shopper, il porta-scontrino, il cartellino segnaprezzo, le cesate delle vetrine, l’insegna e altre applicazioni POS, che compongono la customer journey”, conclude Gianni Tozzi.

Cinzia Albanese, Head of Marketing di Elena Mirò, ha detto: “Il lavoro sull’immagine del nostro brand fatto con il team FutureBrand costituisce un’ulteriore prova dell’attenzione di un marchio da sempre vicino alle donne. Un progetto che sancisce la trentennale conoscenza delle nostre clienti, del loro stile di vita, delle loro abitudini e aspettative e che ci accompagnerà nel tempo”.

La filosofia della marca e gli elementi della nuova brand identity saranno organizzati in un brand book, che conterrà le linee guida per la sua corretta applicazione su tutte le piattaforme e i touchpoint della marca.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Miroglio Fashion: inaugurato il nuovo flagship store di Elena Mirò in Piazza della Scala

- # # #

Miroglio

Elena Mirò inaugura a Milano il primo Flagship Store interamente concepito per valorizzare in ogni suo aspetto l’animo e la personalità delle proprie clienti: 350 metri quadrati con 5 vetrine su via Manzoni che si affacciano su Piazza della Scala.
Una location unica in Milano di cui in pochi conoscono la storia.

Il nuovo progetto di Elena Mirò parte proprio dalla volontà di rispettare l’heritage del luogo, con un racconto che comincia nel 1400 con il nobile Giovanni Rodolfo Vismara.

Il lavoro portato avanti dal team architetti di Elena Mirò si è “nutrito” della storia, del design, delle specificità architettoniche dell’edificio andando a ricreare al suo interno un ambiente che possiede un tono alto ma allo stesso tempo accogliente. Un grande lavoro di restyling, iniziato a Giugno 2017, che si è concluso a tempo di record nel mese di Ottobre. Ora l’intero palazzo è anche dotato di un impianto di illuminazione esterno che restituisce valore e suggestione negli orari notturni. Una luce che proviene dal palazzo e che restituisce vita e preziosità all’edificio, rendendo Piazza della Scala ancora più magica. Un lavoro realizzato nel pieno rispetto del luogo.

L’intervento architettonico interno ed esterno sulla location ha mantenuto a guida del progetto alcuni segni forti, come le arcate esterne ed interne, ed alcuni materiali, poi reinterpretati, tratti direttamente dagli allestimenti originali dell’edifico.

“L’equilibrio tra elementi classici e contemporanei è il punto fondamentale di tutto il lavoro e si legge e sintetizza al meglio nel diamante in acciaio lucido che, posizionato al centro dello store, esprime il desiderio di contemporaneità del brand, in armonica contrapposizione rispetto agli elementi più classici. Fanno comparsa finiture preziose, in galvaniche ottone e bronzo, pavimenti in legno posati a spiga e marmi di pregio, dettagli tessili. Forma archetipa ricorrente e citata nel design di arredi ed ambienti, l’arco, come figura di riferimento essenziale del linguaggio architettonico italiano, abbraccio ideale, emblematico simbolo di inclusione”, ha spiegato Andrea Vignolo, architetto di Miroglio Fashion.

“Per noi è un ulteriore step della strategia di un brand da sempre vicino alle donne, 365 giorni l’anno. Una pluridecennale conoscenza delle nostre clienti, del loro lifestyle, delle loro abitudini e aspettative, di cui il brand ha saputo far tesoro arrivando a progettare oggi un flagship store in cui spazi ed elementi architettonici sono concepiti per interpretare in modo intimistico l’essenza ‘curvy’ della donna e offrirle una shopping experience davvero personale”, ha dichiarato Martino Boselli, Brand Director di Elena Mirò.

“Il nuovo Flagship Store di Elena Mirò assume una importanza fondamentale nel percorso strategico di Miroglio Fashion. Ci sentiamo soprattutto responsabili nei confronti di tutti i milanesi e orgogliosi di aver restituito alla città una location con una grande storia che parte dal 1400 e si sviluppa nel tempo. Una storia a cui, attraverso il nostro spazio, vogliamo dare forza e continuità”, ha concluso così Hans Hoegstedt, AD di Miroglio Fashion, promotore di questo nuovo progetto.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Rossignol sceglie Oslo per il suo primo flagship store con sistemi di acquisto omni-channel

- # # #

Rossignol

Rossignol Group annuncia l’apertura del primo flagship store a insegna Rossignol ad Oslo, al numero 2 di Holmens Gate. Un retail concept di nuova generazione capace di offrire una customer experience a 360° grazie al proprio design funzionale e agli innovativi sistemi di acquisto omni-channel.

Sviluppato su due piani, il flagship store Rossignol diventa il primo punto vendita a racchiudere, sotto un unico tetto, tutti i marchi prodotti e distribuiti dal Gruppo, offrendo un dialogo diretto tra attrezzatura tecnica e apparel in uno spazio di 270 mq, il più grande sino ad ora nel portfolio del brand. Non solo un punto vendita, ma un concept store verticale in cui i clienti potranno usufruire anche dei nuovi servizi omni-channel, che opereranno in stretta sinergia con la nuova piattaforma e-commerce on air dal prossimo Novembre.

Il flagship di Oslo proporrà infatti tre nuove metodologie di vendita: StoreToDoor, che permetterà di ordinare in negozio e ricevere gratuitamente i prodotti a casa; Click&Collect, ove i clienti potranno acquistare on-line e ritirare i prodotti in negozio e Workshop, un servizio personalizzato di regolazione delle attrezzature, visibile dall’area lounge del primo piano. Lo store è sito all’interno di uno storico stabilimento navale, nell’Aker Brygge, il moderno e dinamico quartiere dell’ex area portuale, oggi completamente ristrutturato e trasformato nel cuore pulsante dello shopping e della nightlife di Oslo. L’ingresso si caratterizza per una solenne vetrata racchiusa da un arco, lo storico ingresso delle navi all’interno dell’ex cantiere, che anticipa l’imponente spazio d’ingresso a tutta altezza.

Il piano terra ospita tutte le collezioni abbigliamento e accessori: skiwear, urbanwear e footwear, nonché le collaborazioni con Jean Charles de Castelbajac e Tommy Hilfiger. Il primo piano, al quale si accede tramite una maestosa scala in ferro, comprende tutto l’equipaggiamento tecnico, sci, scarponi e accessori. Progettato dallo studio L+L architetti, il nuovo negozio esprime i valori di autenticità, eleganza e audacia che da sempre distinguono Rossignol.

Lo store concept, già in uso presso tutti gli altri monomarca, si ispira al DNA del brand francese e sottolinea il legame intrinseco con il mondo della montagna, tradotto in elementi architettonici d’impatto e nell’uso innovativo di materiali tradizionali come il larice invecchiato, l’ardesia e il ferro nero, originariamente utilizzati nella sede dell’azienda a Saint Jean de Morains (Grenoble). Ogni dettaglio è esaltato attraverso volumi moderni e sofisticati, illuminati da led grafici che evocano le tracce degli sci lasciate sulla neve.

Il flagship store si aggiunge ai 6 monomarca già aperti a Lione e nelle più esclusive destinazioni sciistiche in Francia, Svizzera e Italia – Chamonix, Megéve, Crans-Montana, St Moritz, Courmayer.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Frankie Morello inaugura il primo Flagship Store nel cuore di Milano

- # #

Frankie Morello store

La Maison Frankie Morello apre la Fashion Week milanese dedicata alla donna con l’inaugurazione del suo primo Flagship Store. Un cocktail party e un’installazione artistica dedicata alla collezione FW 17/18 sigleranno il ritorno del brand nel cuore di Milano in Piazza San Babila.

Il bianco e il nero sono i colori predominanti che fanno da base alle collezioni Frankie Morello.
Una lingua in marmo nero marquinia, materiale caratterizzato da una superficie lucida con venature bianche in contrasto, crea l’illusione di una passerella, rafforzata dalle proiezioni continue delle sfilate del brand realizzate attraverso una particolare tecnologia a led.

“Sono veramente orgogliosa di quello che con il mio team siamo riusciti a realizzare in meno di un anno. A Gennaio Frankie Morello è tornato a sfilare durante la Fashion Week milanese dedicata all’uomo, oggi siamo qui ad inaugurare la settimana della moda donna con l’inaugurazione del nostro primo Flagship Store e a breve bisseremo con l’importante apertura già programmata per Marzo a Kiev. Nelle scorse settimane, inoltre, abbiamo annunciato la joint venture con Oasis Fashion che ci consentirà di accelerare la nostra espansione nel mercato cinese. Concludendo, posso affermare con orgoglio che il percorso di rinascita del brand Frankie Morello, annunciato con la presentazione della SS17, oggi è una realtà consolidata”, ha dichiarato Angela Ammaturo AD di Frankie Morello.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Replay e Fedez presentano la capsule collection NoGodz by Replay

- # # # #

Replay

Replay annuncia la collaborazione con Fedez, rapper e produttore discografico tra i più influenti in Italia che, per la stagione autunno inverno 2016/17 disegnerà in esclusiva per il brand una capsule collection a marchio “NoGodz”.

La collezione riflette senza dubbio la personalità di rottura dell’artista, irriverente e ironica al tempo stesso. Tecnologia, stampe military e richiami tribali si fondono per creare una collezione composta da t-shirt e felpe caratterizzate da grafiche dal forte impatto visivo. Le trame, ispirate ai tessuti dei Nativi Americani, si scontrano a provocazione con disegni che rimandano al mondo militare e tecnologico quasi a simboleggiare una rivincita delle tribù pellerossa. Stile dirompente e colori accesi, in perfetto stile Fedez, sono alla base della collezione, in un connubio unico dove il fascino dell’arte antica si fonde con gli elementi delle tecnologie più moderne. Tra le sette grafiche che compongono la collezione spicca Thunderbird o “Uccello di Tuono”, un gigantesco rapace emblema della mitologia delle tribù native americane, rivisitato in chiave futuristica. Dopo il primo lancio a ottobre, nuove proposte dalle grafiche inedite si aggiungeranno alla collezione nel mese di dicembre.

Matteo Sinigaglia, CEO di Fashion Box SpA ha commentato: “La musica rappresenta da sempre un mondo di riferimento per Replay e un forte punto di contatto con i giovani ed ha accompagnato negli anni il nostro brand alimentando la nostra creatività, il nostro spirito ribelle e la nostra passione. La sinergia trovata in questa collaborazione con Fedez ci permette di continuare questo percorso”.

“La collaborazione nata con Replay mi ha permesso di essere libero nella mia creatività ed esprimere la mia personalità, è stata un’esperienza diversa e molto positiva”, conclude Fedez.

Il lancio ufficiale della collezione verrà celebrato a Milano il 20 ottobre con un grande evento nel Flagship Store Replay di Piazza Gae Aulenti. Protagonista assoluto dell’appuntamento Fedez che insieme a Replay racconterà i dettagli di questa partnership esclusiva. Ci sarà naturalmente anche un momento dedicato a tutti i fan del rapper milanese che potranno incontrarlo dal vivo per farsi firmare un autografo o scattarsi un selfie con lui.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Triboo Digitale firma il nuovo flagship store di Roberto Cavalli

- # # # # #

Triboo Digitale

Roberto Cavalli ha scelto Triboo Digitale, l’eCommerce company del gruppo Triboo, per realizzare il suo nuovo flagship store online e offrire ai clienti di tutto il mondo una customer experience del marchio completamente rinnovata.

Dal sito www.robertocavalli.com è oggi possibile non solo acquistare i capi e gli accessori di tutta la collezione del brand, ma anche entrare in contatto con l’intero mondo Roberto Cavalli: live streaming delle nuove collezioni moda, curiosità dal backstage, social media wall, photogallery e altro ancora. Un unico punto di contatto tra il brand e i propri consumatori, all’insegna di una maggiore fidelizzazione e una migliore condivisione dei valori legati alla marca.

“eCommerce e contenuti: è questo il mix sul quale le aziende devono puntare per guidare gli utenti in un percorso di scoperta non solo dei prodotti, ma anche del mondo della marca, dando vita a un vero e proprio branded commerce”, ha dichiarato Alessio Barbati, Chief eCommerce Officier di Triboo Digitale.

Triboo Digitale e Bootique, l’agenzia creativa del Gruppo, hanno messo in campo tutta la loro expertise nella realizzazione di siti di eCommerce, nella produzione di contenuti e nello storytelling per sviluppare un website improntato al design, alla user experience e al look & feel.

“Le aziende sentono sempre di più la necessità di comunicare con i clienti in maniera diretta e coerente rispetto ai valori della marca, colmando quel gap che tipicamente si apre tra i contenuti di branding dei siti istituzionali e l’approccio business dell’eCommerce”, prosegue Alessio Barbati.

Il progetto realizzato da Triboo Digitale per Roberto Cavalli si caratterizza inoltre per un approccio fortemente omnichannel, che integra store fisico e store virtuale e pone al centro il cliente finale.

I principali negozi Roberto Cavalli del mondo fungeranno da hub diretti per le spedizioni dei capi acquistati online, garantendo la copertura di 60 Paesi; in questo modo, il cliente che acquista online ha la garanzia della disponibilità del capo scelto, mentre al contempo il brand riduce il rischio di immobilizzazione finanziaria legata allo stock invenduto.

Questa modalità di gestione delle spedizioni e degli ordini innovativa e flessibile permette inoltre di attivare il servizio di “pay&collect”: gli acquirenti che si trovano in Italia, UK e USA possono acquistare online e ritirare i capi direttamente nei punti vendita fisici, distribuiti sul territorio.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Special Glue supporta Autogrill nell’attività di street promotion de Il Mercato del Duomo

- # # # # #

Special Glue è per la prima volta partner di Autogrill, leader mondiale della ristorazione in viaggio, per il progetto di street promotion del flagship store Il Mercato del Duomo. Un luogo accogliente e popolare, dove la tradizione si unisce all’innovazione, che nasce nella prestigiosa cornice architettonica della Galleria Vittorio Emanuele, simbolo insieme al Duomo della città di Milano.

L’attività di street promotion è iniziata giovedì 17 settembre interrompendosi venerdì 18 settembre per due giorni. Ricomincerà domani, giovedì 24 settembre, per concludersi venerdì 25.

L’esigenza era di scendere sul territorio con un’attività promozionale che non si limitasse a comunicare solo i valori del brand ma che innescasse nel target il desiderio di entrare per scoprire i tre piani di mercato con il bistrot e i ristoranti.

La scoperta fisica de Il Mercato del Duomo è stata supportata in strada da due stewards che hanno interpretato i “fruttivendoli del Mercato del Duomo” guidando delle biciclette Cargo gialle personalizzate e riempite di frutta fresca. Mentre i driver percorrevano il tragitto tra San Babila e Galleria Vittorio Emanuele un altro team di promoter ha supportato l’attività intercettando le persone e distribuendo i flyers invitandole a Il Mercato del Duomo per ritirare un gustoso bicchiere di frutta fresca.

All’ingresso di Autogrill, prima di accedere alle scale mobili, gli interessati sono stati accolti da una promoter che li ha invitati a raggiungere una postazione al secondo piano per ritirare la frutta fresca.

Hanno lavorato al progetto: Federico Rava, direttore progetti, Valentina Monopoli, direttore creativo, Eleonora Trevisan, project manager e Luca Fedeli, creativo.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Nell’anno del 20° anniversario, Lush apre a Londra il negozio più grande al mondo

- # # # # # # #

Lush Fresh Handmade Cosmetics, brand etico di cosmetici freschi e fatti a mano, apre le porte al flagship store più grande al mondo a Oxford Street, la strada dello shopping più attiva e famosa d’Europa.

Lush Oxford Street offrirà ai clienti un’esperienza di shopping unica e senza paragoni: l’imponente negozio si sviluppa su una superficie di 9.500 sq ft (quasi 1.000 mq), una grandezza di 13 volte superiore alla grandezza media dei negozi Lush a livello internazionale. Lush Oxford Street rappresenta l’emblema dell’innovazione Lush e si propone di rivoluzionare la shopping experience per i visitatori di tutto il mondo nella capitale inglese.

Mark Constantine OBE, co-fondatore e Managing Director di Lush, commenta: “L’apertura di questo incredibile negozio nella centralissima Londra è la ciliegina sulla torta del 20° compleanno di Lush. A volte si dimentica quanto Lush sia diversa da tutte le altre aziende cosmetiche: abbiamo inventato i nostri prodotti in maniera innovativa e non tradizionale. Produciamo prodotti freschi e auto-conservanti in un’industria orientata a far durare i prodotti anni e anni. Quest’anno i consumatori britannici ci hanno premiato con un supporto incredibile: i nostri 104 negozi in Inghilterra hanno registrato un tasso di crescita del +46% nel primo trimestre del 2015 (se si pensa che il tasso di crescita registrato dal British Retail Consortium per marzo è stato del +3.2%)”.

L’apertura del negozio Lush in Oxford Street nell’anno del 20° anniversario del brand, rappresenta una celebrazione della creatività apportata all’industria cosmetica dall’apertura del primo negozio Lush a Poole, nel Dorset inglese nel 1995. Oxford Street vuole essere da un lato un tributo al passato, dall’altro si propone di incarnare il futuro del brand e della cosmesi offrendo un’esperienza di acquisto unica e indimenticabile a tutti coloro che si apprestano a visitare una delle aree shopping più iconiche di Londra.

Lush Oxford Street è stato costruito seguendo lo Ska Rating, uno strumento di valutazione per la progettazione di ambienti sostenibili promosso da Royal Institution of Chartered Surveyors (RICS). Tutto il legno utilizzato per la costruzione è certificato FSC (Forest Stewardship Council). La maggior parte dell’arredo è stato creato con legno di recupero e pezzi vintage – laddove gli arredi in legno non sono costituiti da pezzi di recupero sono comunque certificati FSC. In tutto il negozio sono utilizzati uno schema di illuminazione LED, rivestimenti murali Fermacell e una vernice ecologica Zero VOC; presenti su tutta la superficie anche timer e sensori per le luci e controlli per i livelli di illuminazione del magazzino e della superficie di vendita. L’efficienza energetica è garantita da un sistema HVAC che include isolamento delle tubature, del soffitto e dei muri. Sono presenti installazioni acustiche nella superficie dedicata alla Lush Spa. I muri e la pavimentazione sono fatti con materiali 50% riciclati. Durante il processo di costruzione, infine, è stato attivato un piano di Gestione dei rifiuti che ha portato a una percentuale di riciclo dei materiali di scarto pari al 100%.

articoli correlati

ENTERTAINMENT

A Milano il primo flagship di adidas Originals, con una dedica speciale alla città

- # # # #

“A Milano ci puoi nascere o ti ci puoi trovare, per caso. E ti sembra di averla scelta.” Inizia così la dichiarazione che adidas Originals ha voluto fare alla città meneghina, che a partire da oggi 10 aprile ospita il nuovo flagship store, quinto nel mondo dopo Londra, Berlino, Shangai, Seoul, progettato sulla base di un nuovo concept che prevede la creazione di uno spazio multifunzionale che rifletta appieno la cultura delle città in cui è situato.

“Il nuovo flagship ha dimostrato di aggiungere un ulteriore slancio alla nostra storia di successo in tutto il mondo. Questi store ci consentono di fornire esperienze nuove ed entusiasmanti ai nostri consumatori ma anche celebrare, allo stesso tempo, un riavvicinamento alle città del nostro brand”, afferma Arthur Hoeld, General Manager di adidas Originals. “Sono davvero felice dell’arrivo del negozio nella metropoli chiave di Milano – una città per noi strategica che influenza le tendenze in tutto il mondo – all’interno del quale si potranno trovare le collaborazioni e i pezzi più nuovi della nostra collezione.”

Sviluppato su due piani in una superficie di 200 mq, il flagship adidas Originals, situato in Via Alessio Toqueville 11, rappresenterà un epicentro creativo che attiverà la città, coinvolgendola con vari progetti artistici. adidas Originals ha voluto, infatti, dedicare alla città un vero e proprio Manifesto contenente un tributo a Milano e per celebrarne l’apertura ha coinvolto sette artisti emergenti della scena milanese con diversi background e diverse ambizioni, tra editoria, design, moda che hanno reinterpretato il Manifesto, rappresentando ognuno la parte del manifesto dalla quale è stato più colpito, quella che più di ogni altra incarna la loro Milano.

Il risultato è un vero e proprio progetto culturale che celebra la creatività e le sue diverse forme: a partire da una fanzine contenente tutti i lavori degli artisti che hanno trovato una forte complicità con Milano, all’installazione degli stessi in tutta la città, per culminare in un collettivo di tutti gli artwork esposti all’interno dello store dal 30 aprile.

articoli correlati