BRAND STRATEGY

Xister Reply per Nestlé Fitness e Pink Ribbon contro il tumore al seno

- # # # #

fitness

Xister Reply realizza il concept di comunicazione e il design del packaging per la nuova campagna internazionale di Nestlé Fitness, in associazione con Pink Ribbon, nel mese dedicato alla prevenzione del tumore al seno.

Fitness, grazie agli ingredienti sani e ricchi di vitamine e minerali, ha l’obiettivo di ricaricare le energie necessarie per andare avanti e superare ogni ostacolo che la vita può presentare.Fitness esorta le donne, che naturalmente hanno un potenziale infinito non sempre realizzato, al “Keep Going”, ad “andare avanti” senza paura e con il coraggio che le contraddistingue. Allo stesso modo Fitness ha un obiettivo ben chiaro espresso dal “Keep Checking” (letteralmente “Continua a controllarti”), che si trova scritto sul prodotto. Il brand vuole sensibilizzare tutte le donne all’importanza della prevenzione per combattere il tumore al seno.

Fitness lavora dal 2017 insieme all’associazione Pink Ribbon – ormai simbolo mondiale della campagna di sensibilizzazione – per promuovere l’importanza della prevenzione e la consapevolezza che l’autopalpazione può contribuire a una diagnosi precoce di un possibile tumore al seno.

Il 96% delle donne è a conoscenza del tumore al seno, il 56% esegue già l’autopalpazione e il 34% la fa regolarmente ogni mese. “Join the movement” (“Unisciti al movimento”), è l’appello della campagna ad unirsi a quelle donne che già fanno l’autopalpazione. Il brand si pone come obiettivo di mostrare a tutte le donne quanto è diffusa questa pratica e di farla diventare la norma per 50 milioni di donne entro il 2020.

Xister Reply ha realizzato per la campagna di prevenzione una versione speciale del packaging dei cereali Nestlé Fitness e degli espositori per la grande distribuzione che riprendono colori e design del noto fiocco rosa. Sono stati numerosi i paesi (per citarne alcuni: Brasile, Portogallo, Repubblica Ceca, Spagna e Turchia) che hanno fatto promosso la campagna uso degli elementi realizzati da Xister Reply.

 

Credits
Direttore Creativo Esecutivo: Sarah Grimaldi
Art Director: Paola Ramirez
Copywriter: Chiara Biondi
Account supervisor: Matteo Trabattoni

articoli correlati

AGENZIE

Curves International sceglie O-One come partner strategico per la comunicazione digitale

- # # # # #

Curves - O-One

Curves International Inc è uno dei più grandi franchising di fitness al mondo pensato per tutte le donne. Con oltre 4.000 club in 80 Paesi e già presente in Italia con una quarantina di palestre distribuite su tutto il territorio nazionale, Curves ha incaricato O-One, digital unit di Industree Communication Hub, di definire la propria strategia digitale e di gestire i profili social Facebook e Instagram del Brand.

O-One gestirà per Curves un progetto di comunicazione digital tutto al femminile: l’obiettivo principale è supportare l’espansione del Brand e far crescere la community Curves in Italia. Le finalità da raggiungere attraverso l’incarico e la strategia di comunicazione sono la lead generation (B2B e B2C), l’incremento della brand awareness e la fidelizzazione delle clienti.

In particolare, O-One svilupperà una strategia che si fonda su un piano di comunicazione digitale integrato, pensato ad hoc per il mercato italiano. Tra le attività principali, l’analisi SEO, la redazione di articoli per il blog nazionale, la produzione di contenuti social, la gestione dei canali Facebook e Instagram e la realizzazione di un piano strategico di digital advertising orientato verso un target consumer ma anche verso il segmento B2B.

articoli correlati

AGENZIE

Social Factor scelta da Villaggio della Salute Più per la strategia digital e social

- # # # #

social factor

Il Villaggio della Salute Più ha scelto Social Factor come digital agency di riferimento per promuovere i servizi e la propria identità sui canali digitali dell’azienda presso le differenti audience di riferimento.

Immerso in un territorio riconosciuto dalla Comunità Europea come Sito di Interesse Comunitario per la conservazione della biodiversità, il Villaggio della Salute Più è un punto di riferimento per il benessere termale, oltre a rappresentare l’ingresso della Fitness Valley di prossima generazione.

A Social Factor il compito di trasmettere in maniera efficace i servizi e l’offerta del parco bolognese che accoglie un agriturismo, le terme, l’Acquapark, itinerari sportivi e di wellness, con il principale obiettivo di incrementare l’afflusso degli utenti presso la struttura turistica. A integrazione, un customer care online puntuale e organizzato che possa assistere in maniera tempestiva chi necessita aiuto, oltre alla gestione dei canali social e all’advertising online per promuovere la struttura lungo i prossimi 12 mesi, diversificando le attività di stagione in stagione.

Social Factor guiderà così il Villaggio della Salute Più in un percorso di ottimizzazione della presenza sia in Emilia-Romagna che nelle regioni limitrofe, con l’obiettivo a lungo termine di diventare un polo nazionale di benessere e relax in Italia.

“Dopo il blogger tour organizzato nel 2015, siamo felici di collaborare nuovamente con Il Villaggio della Salute Più, realtà ricca di stimoli e idee. E siamo entusiasti di poter promuovere il territorio bolognese, a noi particolarmente caro”, ha commentato Enrico Gualandi, Founder & CMO di Social Factor.

“Il turismo è un settore fondamentale per lo sviluppo locale e nazionale, così come il benessere è un trend in forte crescita negli ultimi anni. Lavoreremo a stretto contatto con Il Villaggio della Salute Più per raggiungere tutti gli obiettivi che ci siamo prefissati”, ha dichiarato Fabrizio Fogli, Founder & CCO.

“Abbiamo individuato in Social Factor il partner ideale per accompagnare la nostra azienda in un processo digitale dal carattere originale e in linea con i trend di questi anni. Il territorio e le nostre offerte sono opportunità uniche di comunicazione e desideriamo coinvolgere gli utenti e i fan in maniera propositiva e attiva”, ha commentato Graziano Prantoni, General Manager Gruppo Monti Salute Più.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Apre a Milano Revolution by Virgin Active, nuovo studio per un fitness olistico body&mind

- # # #

Virgin Active

Ha ufficialmente il via un nuovo concetto di allenamento “olistico”: apre infatti le porte a Milano Revolution by Virgin Active, nuovo fitness studio all’interno del Brian&Barry Building, in Via Durini 28 a Milano. Un’apertura accompagnata dalla presenza di diversi personaggi dello spettacolo (Stefano De Martino, Elena D’Amario, Giorgia Palmas, Leonardo De Carli, Clara Alonso e la cestista Valentina Vignali) che hanno voluto essere tra i primi a provare la vera rivoluzione del fitness e i nuovissimi corsi di indoor training a base di tecnica, energia e coinvolgimento, con la combinazione di attività di cycling e training funzionale.

Luca Valotta, Presidente di Virgin Active Europa e ideatore del progetto Revolution, ha commentato così l’apertura: “Siamo entusiasti di dare il via a questo nuovo ed importante progetto proprio a Milano, una delle città più dinamiche del mondo e una delle grandi mete del fitness assieme a Londra e New York. Con Revolution presentiamo un concept innovativo che guarda con un occhio di riguardo la generazione dei millennials, chi lavora a ritmi frenetici e chi corre sui nuovi sistemi digitali: le prenotazioni delle rides, la scelta del trainer e delle bike sono possibili solo attraverso l’app dedicata”.

Revolution by Virgin Active offre quattro diversi corsi: Pro-Race, cycling workout ad alte performance dedicato ad atleti e agli sportivi più esperti; Body Master, allenamento fullbody tra bike e tappeto, adatto a chi vuole impegnarsi nella tonificazione completa del corpo; Spirit Ride, attività cycling con esercizi aerobici di stretching e Burn Up, cardio cycling dedicato a chi ha bisogno di bruciare grassi e velocizzare il metabolismo, con in aggiunta la possibilità di seguire un programma nutrizionale su misura. Alla guida di tutti i corsi, un team di trainer esperti in grado di lavorare su protocolli di allenamento sempre più innovativi, sicuri e diversificati in base al livello dei partecipanti.

Disponibile per Apple e Android, “Revolution by Virgin Active” è l’app pay-per-train che permetterà a chiunque di prenotare la propria esperienza di Fitness Cycling all’interno del nuovo fitness studio Revolution. Solamente tramite l’app, infatti, si potranno prenotare i corsi, scegliendo giorno, ora, coach e postazione. L’app permetterà di essere informati in tempo reale sul palinsesto dei quattro programmi di allenamento on & off the bike, di caricare il proprio wallet e acquistare in mobilità le proprie lezioni, scoprendo in anticipo anche quali amici frequenteranno i corsi. Gli allenamenti scelti verranno aggiunti in automatico al proprio calendario insieme ad un promemoria, così da rendere impossibile dimenticarsene.

Ma non solo. Registrandosi sull’app si potrà usufruire di uno sconto di 20€ sull’acquisto della prima ricarica Credits da 50€. E, infine, chiunque porterà degli amici, otterrà rides gratuite: un allenamento omaggio alla prenotazione del primo amico registrato sull’app e, successivamente, ogni cinque amici.

articoli correlati

AZIENDE

Freddy e FGI, si rinnova la partnership per altri 4 anni all’insegna della salute e del fitness

- # # # # # # #

Freddy e FGI

Un rinnovo di quattro anni per la sponsorship tecnica tra la Federazione Ginnastica d’Italia e Freddy, che sancisce una scelta ben chiara e reciproca: una collaborazione, sempre più importante, che oggi diventa ventennale, includendo i Giochi Olimpici estivi che nel 2020 saranno ospitati nella città di Tokyo, in Giappone. Un rinnovo che per il Presidente della FGI Gherardo Tecchi e il Fondatore e Presidente di Freddy S.p.A. Carlo Freddi, rappresenta non solo – anche se fondamentale – una fornitura tecnica istituzionale, di allenamento e agonistica per tutti gli atleti e preparatori tecnici, ma anche una vera e propria stretta partnership che include un nuovo progetto chiamato “Salute e Fitness”.

Il settore “Salute e Fitness”, infatti, ha l’obiettivo di promuovere nel Paese attività fisiche qualificate per aumentare lo stato di benessere, di salute e di fitness della popolazione italiana, di promuovere culturalmente e attivamente un corretto e sano stile di vita, di promuovere nei Centri Fitness e nei Centri Affiliati FGI una nuova area per attività qualificate denominata “FGI GYMNASTICS CORNER”, dove perseguire gli obiettivi prefissati e potenziare l’area di intervento delle società sportive, offrendo attività motorie anche a genitori, nonni , fratelli, sorelle, in un progetto famiglia non solo di valore sportivo, ma anche di salute e di riferimento aggregativo sociale, proprio dei valori della Federazione. Inoltre vuole aumentare il numero delle Associazioni affiliate per essere più capillare sul territorio e raggiungere un maggior numero di utenti, garantendo un’alta qualità delle attività proposte, attraverso una formazione specifica e degli aggiornamenti periodici destinati ai tecnici.

Una vera e propria dichiarazione d’intenti per le due realtà sportive d’eccezione: la FGI, che coinvolge le proprie risorse altamente professionali dedicandole anche ad iniziative rivolte ad un target di fascia d’età più adulta e Freddy, che mira ad una maggiore fidelizzazione del cliente in un processo di sviluppo non solo di fornitura tecnica, ma anche di stile di vita: all’interno di questo processo, infatti, la FGI, nell’ottica di una collaborazione tecnica per promuovere lo stato di benessere e di fitness nel Paese, attraverso la promozione di attività fisiche qualificate, affiancherà alle sue attività di aerobica e di sport di gruppo, i corsi di DANSYNG®, la disciplina sportiva che unisce Movimento e Canto (Dance + Sing) ideata 4 anni fa da Carlo Freddi e sviluppata con la preziosa collaborazione del presenter internazionale e guru del Fitness Paolo Evangelista.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Nike e FKA twigs presentano la nuova campagna “Do you believe in more”

- # # # # #

Nike

Con un cast d’eccezione “Do you believe in more?” di Nike celebra la natura del movimento moderno osservandolo attraverso una nuova lente creativa.

In veste di Direttore Creativo della campagna Spring Zonal Strength Tights di NikeWomen, FKA twigs ha ideato, diretto, eseguito e creato la colonna sonora di una raccolta di lavori che getta luce sulla potenza del movimento moderno e definisce lo sport come importante canale di espressione. Nelle sue parole lo storytelling della campagna.

“Quando Nike mi ha contattato per collaborare a questo progetto, l’ho visto come una opportunità per ispirare coloro che vogliono usare i propri corpi in modo positivo. Ho coinvolto quindi un gruppo di persone straordinarie che prendono molto seriamente la loro fisicità e hanno un proprio senso dello stile, per motivare gli altri a mantenersi in salute e a capire, attraverso ogni genere di sport, che possono diventare la versione migliore di se stessi.

Bisogna essere incredibilmente in sintonia con se stessi e concentrati per poter competere o creare qualcosa: la vulnerabilità e la forza hanno molto a che fare con queste situazioni. Da atleta, nei momenti finali di una gara, tutto quello che hai fatto, tutto quello che i tuoi genitori hanno fatto per te e tutti quelli che ti hanno sostenuto sono lì, tutti insieme in quel preciso secondo. Bisogna accettare il proprio destino e avere sia la potenza fisica che la forza di volontà per fare ciò che si deve fare.

La stessa cosa accade quando si è dei creativi. Si può lavorare così tanto su un progetto creativo per più di un anno: sei rimasto in ufficio fino alle 4 del mattino, magari hai dovuto chiedere ai tuoi amici di aiutarti. Poi ecco arrivare, tutto d’un colpo, l’attimo prima di consegnarlo libero al mondo. E una volta che lo hai lasciato andare, è fatta.

La gente non sempre considera i ballerini dei veri e propri atleti, ma lo siamo. Attraverso la danza e la ginnastica, ho incontrato dei giovani che lavorano veramente intensamente e che hanno dedicato le proprie vite alIa attività fisica. Per me loro rappresentano ciò che amo definire il “movimento moderno”, che significa esplorare ogni genere di sport senza limiti di sorta. Come ballerina, cerco di abbracciare la mia fragilità e accettare che ciò che faccio è sufficientemente buono. Ai ballerini viene insegnato di guardarsi sempre allo specchio, fin da piccoli, per essere sicuri di avere un allineamento perfetto. Ma arriva un momento in cui devi lasciar perdere e fidarti del fatto che raggiungerai il punto in cui devi essere. In generale la danza ti fa capire che c’è bellezza nelle imperfezioni. Credo che sia questo che la rende più intrigante da guardare agli occhi del pubblico.

Il mio sogno è che non ci si accorga nemmeno che ci si sta allenando. Lo si sta facendo solo per sé e poi i risultati arriveranno e li si valuterà in quel momento. Noi, essendo giovani, come quelli del film, possiamo fare del movimento qualcosa che va oltre il fitness. Quando danzo, non penso a lavorare sui miei addominali o sulle gambe. Ma se mi alleno duramente, ho così tanta fiducia nel mio corpo. Mi basta allenarmi, godermi la musica, stare con i miei amici ed esplorare il mio corpo e improvvisamente mi sento più forte.

“do you believe in more?” fa riferimento a una ragazza che è cresciuta sembrando completamente diversa da tutti quelli che le stavano intorno, che voleva fare delle cose che nessun altro voleva fare in una piccola città, che non è cresciuta con un sacco di soldi, ma era molto molto determinata e aveva enormi speranze. Volevo fare qualcosa di più della mia vita. Volevo fare tutto.

“do you believe in more?” è una domanda che tutti si possono porre. Credi di poter correre più veloce o di saltare più in alto tra sei mesi? Credi di poter stare sull’ellittica più a lungo? Credi di poter raggiungere la tua migliore forma fisica? Credi di poter confidare del tutto in te stesso per ottenere quella promozione al lavoro o portare a termine quel progetto creativo? Si può applicare a tutto ciò che si desidera essere o fare.
#nikewoman #nike #fkatwigs #doyoubelieveinmore

articoli correlati

MEDIA

Online la nuova piattaforma per il fitness e benessere on demand, ShapeMe

- # # # # #

È online ShapeMe, la piattaforma di fitness e benessere on demand che rende più semplice allenarsi e mantenersi in forma.
Grazie a un innovativo motore di ricerca, ShapeMe mette in connessione l’utente con i migliori Personal Trainer e Professionisti del wellness.
In pochi clic, il sito web offre la possibilità di scegliere il tipo di allenamento preferito e un’ampia varietà di discipline: dallo Yoga all’allenamento funzionale, dall’aerobica allo Shiatsu.
Quando allenarsi, dove allenarsi e con chi; ShapeMe permette una totale libertà di scelta dando la possibilità di conciliare l’ attività fisica con gli impegni di tutti i giorni. L’utente può prenotare lezioni individuali ma anche di gruppo, in palestra oppure a domicilio, in diverse ore della giornata.
I Trainer di ShapeMe sono Professionisti certificati e di comprovata esperienza che hanno scelto di offrire i propri servizi tramite un canale digitale semplice ed efficace. La piattaforma, ad oggi attiva su Milano e Bologna, conta più di venti trainer disponibili.
ShapeMe nasce dall’impegno di quattro giovani imprenditori, il fondatore Matteo Bonicelli, Marcello Cadoni, Mirco Chiesa e Valeria Re.
Chi è in forma sta bene, vive meglio…il nostro obiettivo è utilizzare la tecnologia affinché questo avvenga per un numero sempre maggiore di persone!” , sostiene Matteo Bonicelli Della Vite, CEO di ShapeMe.
La startup ha in programma di espandersi su tutto il territorio italiano, partendo dalle principali città.
A breve verrà inoltre introdotto un sistema di recensione dei trainer da parte degli utenti, novità assoluta nel settore del fitness e del benessere. Tra gli obiettivi futuri c’è anche l’allenamento in streaming, lezioni in tempo reale mediante video chat.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Zumba e la Fondazione “per il Tuo cuore” presentano la Settimana Contro la Pigrizia

- # # # # # #

Secondo dati recenti, quasi il 50% degli italiani conduce una vita prevalentemente sedentaria  che, oltre a essere decisamente priva di stimoli, ci espone a rischi anche molto pericolosi per la nostra salute. E Zumba, il programma fitness nato nel 2001 che conta oltre 15 milioni di appassionati in tutto il mondo, sta cercando di cambiare (in meglio) il loro stile di vita. Per contrastare la filosofia del “meno faccio e meno farei”, Zumba, promuove la “Settimana Contro la Pigrizia”, in collaborazione con “per il Tuo cuore”, la Fondazione onlus nata grazie ad ANMCO.

Nella settimana che va dal 12 al 18 maggio 2014, Zumba e “per il Tuo cuore” vi invitano ad aderire al movimento #NoPigrizia per spingere i più pigri ad abbandonare l’amato giaciglio migliorando la loro salute. Per aderire e sostenere la campagna basta postare sui social network piccoli accorgimenti per una vita più sana adottati quotidianamente, utilizzando l’hashtag #NoPigrizia. Oltre a questo, per diffondere l’iniziativa, si può condividere e utilizzare come foto profilo il logo della simpatica e pigra scimmietta testimonial della settimana (hashtag #NoPigrizia).

“Il programma Zumba nasce proprio per tutte quelle persone che non amano allenarsi”, ha dichiarato Beto, co- fondatore e direttore creativo di Zumba. “La chiave del successo del programma sta nel fatto che le persone entrano in sala e si lasciano andare, per un’ora, seguendo i ritmo di musica internazionale. E’ una gioia sia fisica che emotiva talmente grande che la perdita di peso è solo un motivo in più per frequentare i nostri corsi. La maggior parte delle persone non vuole fare fatica, ma tutti amano divertirsi e fare festa: ecco perché abbiamo creato un allenamento sotto forma di fitness party!”.

Zumba e Fondazione “per il Tuo cuore” forniranno, per tutti e sette i giorni, alcuni consigli utili per migliorare il proprio stile di vita. Il primo suggerimento per avvicinarsi allo sport? Tutto sta nel trovare il proprio allenamento ideale, che renda minimo lo sforzo e la sensazione di fatica. È proprio questo uno dei valori di Zumba, la cui forza sta proprio nel divertimento: fare fitness – e farsi del bene – senza sacrificio.

“Per sconfiggere la pigrizia e vivere pienamente ogni momento della vita è importante raccogliere tutta l’energia che abbiamo nel corpo e creane così di nuova”, ha dichiarato Beto. “Questo accade per tutti coloro che amano la musica, sorridere e divertirsi. Ho insegnato in classi in cui erano presenti tre diverse generazioni della stessa famiglia e la reazione era la stessa per tutti: felicità”.

Per unirsi al movimento contro la pigrizia basta cercare la propria classe di Zumba su Zumba.com e utilizzare l’hashtag #NoPigrizia sui social network.

articoli correlati

AGENZIE

Publicis Italia vince la gara per la gestione di tutte le piattaforme digitali di Reebok

- # # # # # #

Reebok, brand internazionale di fitness parte di adidas Group, ha incaricato Publicis Italia, l’agenzia guidata da Romeo Repetto (nella foto), della gestione di tutte le sue piattaforme digitali. L’incarico è stato assegnato dopo una gara, svoltasi negli ultimi giorni dell’anno passato, che ha coinvolto alcune importanti agenzie e nella quale si chiedeva il coordinamento creativo e strategico di tutte le piattaforme digitali in cui è presente il brand.

Publicis Italia si occuperà così della comunicazione di tutti i canali social oltre che della gestione per il nostro paese del nuovo sito corporate. La mission di Reebok è quella di cambiare il modo in cui le persone percepiscono, vivono e definiscono il fitness, con l’obiettivo di spingerle a mantenersi in forma a livello fisico, mentale e sociale. L’agenzia si impegnerà anche a supportare Reebok dal punto di vista digital e strategico nel corso di numerosi eventi che verranno svolti sul territorio nazionale durante l’anno, tra cui l’attesissima Reebok Spartan Race: le prime gare italiane si terranno a Roma, sabato 26 aprile 2014, e a Milano, sabato 14 giugno 2014.

Publicis Italia collabora con il gruppo adidas ormai da molti anni e la nuova partnership rafforzerà indubbiamente il legame.

articoli correlati

AZIENDE

Nasce la divisione Corporate Communication di Virgin Active sotto la guida di Anass Allouch

- # # # # #

Continua la crescita di Virgin Active, leader  nel settore del fitness e del benessere che conta un circuito di 28 villaggi fitness in Italia e 43 club con 200.000 soci tra Italia, Spagna e Portogallo. Nasce quindi la divisione Corporate Communication, che sarà guidata da Anass Allouch: compito della divisione sarà quello di proseguire e ampliare le partnership con aziende di alto livello e di fama internazionale che operano nei mercati di riferimento in Italia, Spagna e Portogallo. La divisione è stata creata dopo la nascita della divisione Continental Europe, dove l’obiettivo è quello di aprire più di 20 nuovi club nei prossimi cinque anni, oltre alle aperture già pianificate in Italia.
Anass Allouch, già PR & Communication Manager di Virgin Active Italia, e oggi Head of Corporate Communication di Virgin Active Continental Europe, si occuperà di sviluppare progetti e collaborazioni in grado di supportare l’alto brand positioning dell’azienda.
Il Manager è in Virgin Active dal 2008. In precedenza ha lavorato nel mercato dell’entertainment, travel e fashion in Italia, Stati Uniti ed Emirati Arabi per aziende come Continental Airlines, Stefano Ferragamo e Walt Disney World.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Reebok lancia in Italia la piattaforma YourReebok

- # # # #

YourReebok è un servizio creativo che offre la possibilità di personalizzare le silhouette dei modelli Reebok più hot: Freestyle, Classic Leather, Pump, CrossFit Nano, Oly Lifter e RealFlex. Il “designer” potrà personalizzare fino a 23 diverse aree della scarpa con una selezione di 19 colori e grafiche, 4 tipologie di materiali e la possibilità di aggiungere la propria firma o il proprio claim direttamente sulla tomaia.

La piattaforma YourReebok ha già riscontrato un grande successo negli Stati Uniti, in Canada, Giappone ed altri 8 paesi in Europa in cui è stata lanciata, con oltre 230.000 scarpe Reebok customizzate in meno di un anno. A guidare la top list dei prodotti più venduti c’è la Reebok CrossFit Nano 3.0, lanciata durante gli ultimi CrossFit Games 2013, che si è confermata la scarpa ideale per i CrossFitter che non vogliono lasciare niente al caso. Il cambiamento più evidente introdotto da questo nuovo modello è la nuova tomaia Duracage, ovvero un telaio in poliuretano steso direttamente sull’airmesh, in modo da garantire flessibilità, protezione e stabilità con una struttura ultraleggera: tomaia con mesh a zone per assicurare traspirabilità e protezione, suola a profilo basso e più vicina al terreno per massimizzare aderenza e reattività durante l’allenamento, tecnologia RopePro per offrire “grip & slip” indipendentemente dalla tecnica di scalata, sono le altre peculiarità che stanno rendendo la NANO 3.0 uno dei modelli di punta della collezione Reebok FW13.

I consumatori potranno accedere alla piattaforma YourReebok direttamente dall’ecom Reebok (www.reebok.it) per vivere una esperienza unica di shopping e personalizzare il proprio allenamento partendo dall’outfit.

articoli correlati

Senza categoria

Fitness in mobilità: ecco i maggiori trend del mercato secondo Logotel

- # # # # # #

Fitness sempre più imprescindibile dal mobile. In tutto il mondo è infatti boom di social fitness, come riporta la service design company Logotel: non solo si stanno moltiplicando i siti web, ad esempio, in cui gli iscritti rilasciano opinioni sulle proprie prestazioni, ma sono ormai centinaia le App disponibili per confrontare esperienze, prodotti, prestazioni e brand legati al tema del wellness. Basta girare la rete per scoprire realtà come il social media show Reebok Fit Club (nel quale cinque blogger hanno la possibilità di esplorare il mondo del fitness e cambiare il proprio stile di vita grazie a coach e trainers) o come Fitstadium (che offre la possibilità di mantenere un diario di allenamento automatizzato online, commentabile e visibile da altri utenti). In un’era in cui tutti siamo sempre più ininterrottamente connessi a qualche device, emergono app come Fitocracy, che aiuta gli utenti a svolgere attività fisica partecipando a sfide sportive all’interno di una community, o strumenti come Jawbone Up, bracciale che rileva anche i più piccoli movimenti del corpo per registrare informazioni su come ci muoviamo, dormiamo, mangiamo e su quale sia il nostro stato d’animo.

 

 

Un fitness, insomma, sempre più da condividere. Secondo i dati riportati da Logotel, gli italiani che oggi praticano un’attività sportiva sono circa 40 milioni, con un giro d’affari di 3 miliardi di euro annui ai quali vanno aggiunti altri 2,5 miliardi di un indotto che comprende abbigliamento, accessori e integratori alimentari. E sono ben 11 milioni gli italiani che spendono o si dichiarano pronti a spendere fino a 1.200 euro all’anno per prodotti e servizi destinati al benessere fisico. Tutto questo sta dando vita ad un ricco ecosistema di ‘specialisti’ con le tecnologie digitali in prima fila a svolgere un prezioso ruolo di supporto per milioni di persone. Secondo un’analisi svolta dallo studio Lab 42, il 51% delle persone che praticano attività fisica non possono fare a meno del proprio smartphone per ascoltare musica, per utilizzare App per il conteggio di calorie, passi o battiti cardiaci o per condividere con gli amici gli ultimi risultati su Facebook. Un cliente sempre più ‘mobile’, insomma, necessita di servizi personalizzati, tascabili e accessibili 24/7; esigenze che un retailer/brand può e deve intercettare per costruire soluzioni su misura.

 

 

“Oggi stanno emergendo moltissime comunità digitali accomunate da uno stile di vita votato al fitness; community che possono essere spontanee, guidate dai retailer o progettate ad hoc dai produttori” spiega Cristina Favini, Strategist e Manager of Design Logotel, “e saperle intercettare o addirittura lanciare è una sfida importante, che consente di governare azioni di ingaggio, sia social che di esperienza fisica, per portare fidelizzazione sul web e pedonabilità all’interno del negozio, secondo quel modello di integrazione tra online e offline che definiamo Retail Iceberg. Da un punto di vista antropologico le community di social fitness incarnano tutte le leve motivazionali che possono determinare il successo di un’azione di engagement: desiderio di affermazione e di auto-miglioramento da parte degli individui, senso di appartenenza collettiva a una ‘tribù’, ricerca continua di nuovi stimoli e informazioni. Ed è su queste leve che brand e retailer possono lavorare in un’ottica di sistema per scambiare valore concreto con i propri clienti”.

articoli correlati