AZIENDE

Accordo THRON e GFT: la Content Intelligence entra nel mondo finance

- # # # # #

Thron - GFT

Thron, azienda leader nella Content Intelligence e GFT, partner tecnologico globale per la trasformazione digitale del settore finanziario, hanno siglato un accordo di distribuzione per proporre ai clienti l’innovativa soluzione volta a integrare i benefici dell’Intelligenza Artificiale applicata ai contenuti digitali nel mondo finanziario.

Grazie al supporto dell’AI, Thron consente di ridurre le operation legate alla gestione dei contenuti di marketing, grazie a un’infrastruttura di distribuzione semplificata che ne controlla e alimenta il consumo da parte di tutti gli utenti e fornisce dati e insight di valore.

Incrociando informazioni sui clienti in possesso dell’organizzazione e dati di fruizione di contenuti “controllati” dalla tecnologia di Thron (come testi, immagini, video fruiti da navigazione sul sito, utilizzo di app, etc) il sistema di una banca capirà, ad esempio, se proporre offerte sui mutui a una persona che cerca casa, piuttosto che presentarle proposte di investimento, se ne ha appena effettuato uno. La diffusione dei contenuti diventa così pervasiva attraverso tutti i touchpoint, migliora l’engagement e la customer experience dell’utente.

La tecnologia, fruibile in modalità SaaS, è oggi l’unica soluzione di Intelligent Digital Asset Management (DAM) che, grazie al supporto dell’AI, valorizza i contenuti digitali nel loro completo ciclo di vita, riducendo le operation legate al marketing e alla gestione dei processi di content management, quali creazione, approvazione, arricchimento e pubblicazione. L’automatizzazione di queste attività consente di ridurre sensibilmente tempi e costi di gestione, spostando risorse su operazioni a più alto valore aggiunto e aumentando la produttività.

L’Intelligenza Artificiale rappresenta una sfida per il settore finanziario e assicurativo dalle potenzialità ancora poco esplorate e capace di apportare benefici tangibili. Grazie all’applicazione di tool di Intelligenza Artificiale, i player del mondo finance possono ottimizzare e semplificare attività complesse con l’utilizzo dei dati.

I software di Content Intelligence, dotati di algoritmi di machine learning, sono in grado di mappare l’interesse degli utenti in base agli argomenti da loro scelti e di identificare il miglior contenuto da proporre a ciascun visitatore grazie all’analisi di dati come le visualizzazioni e il percorso di navigazione.

“GFT Italia attraverso la partnership con Thron supporterà le organizzazioni nel settore Financial Services nel trasformare un contenuto multimediale/digitale in un asset. Questo perché un contenuto digitale avrà sempre più valore per l’impresa se potrà essere ricercato e riutilizzato”, ha dichiarato Fabio Puglisi, Executive Director di GFT Italia. “Il Digital Asset Management (DAM) diventerà pertanto una componente fondamentale nell’architettura tecnologica a supporto dell’esperienza digitale; grazie alle sue caratteristiche il digital asset management permetterà di gestire e conservare file digitali, gestire workflow e integrarsi in soluzioni specifiche anche per la gestione della comunicazione Corporate”.

Per le aziende che operano nel mondo bancario e assicurativo conoscere e prevedere bisogni e aspettative dei propri utenti è essenziale per proporre loro il prodotto/servizio giusto al momento giusto, in un’ottica di rafforzamento della relazione brand-persona.

“La partnership con GFT rappresenta per THRON una straordinaria opportunità per testare i benefici della Content Intelligence in un settore complesso e competitivo come quello finance”, ha dichiarato Nicola Meneghello, Founder e CEO di Thron (nella foto). “Integrando le nostre competenze tecnologiche alla consulenza strategica di GFT, siamo sicuri di poter offrire ai clienti un nuovo modo di considerare i contenuti aziendali, capaci di rivelare degli insight molto rilevanti sui propri clienti e di definire un nuovo approccio alla customer experience. Attraverso questo accordo con il partner GFT, Thron entra ufficialmente come Vendor di riferimento anche nei settori Finance e Assurance, dopo aver consolidato la propria leadership in settori come Fashion, Automotive, Retail e GDO, Media, Farmaceutico e Travel”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

TBWA\Italia firma la campagna di comunicazione dei fondi SRI di BNL Gruppo BNP Paribas

- # # # # # #

TBWA - BNL

BNL Gruppo BNP Paribas promuove i prodotti di investimento socialmente responsabili con una campagna firmata da TBWA\Italia on air a partire dal 3 giugno.

BNL Gruppo BNP Paribas è da sempre attenta alla responsabilità sociale e ambientale all’interno della propria visione e dei propri processi operativi. I fondi SRI investono su imprese attente alla tutela ambientale, al rispetto dei diritti umani e alla buona governance aziendale. In questo modo BNL intende sostenere i propri clienti mentre contribuisce a una crescita non solo economica, ma anche sociale perché più equa e sostenibile. Prendersi cura del domani è possibile in ogni istante, attraverso ogni singolo gesto attento al futuro e in qualunque contesto ci si trovi, rurale o cittadino.

Il messaggio della campagna viene veicolato attraverso una metafora visiva: l’immagine di neonati tra le braccia di uomini e donne mentre svolgono la propria attività lavorativa quotidiana. Tutti i protagonisti sono diversi tra loro, sia per nazionalità sia per settore professionale, perché sostenibilità è anche sinonimo di diversità e inclusione nel rispetto delle leggi e della cultura di ogni Paese.

Anche gli scenari sono molteplici, per identificare i settori che contribuiscono a uno sviluppo che abbia un impatto più positivo. Attraverso le giuste scelte e i cambiamenti sostenibili determinati da ognuno, avere cura del domani comincia già da ora. “Oggi avere cura del domani è possibile” è il claim della campagna. Creato anche un sito, investimentiresponsabili.bnl.it (attivo in coincidenza con il lancio della campagna) con informazioni e approfondimenti sulla strategia della Banca e del Gruppo.

Il progetto di comunicazione ideato da TBWA\Italia vuole avere un respiro di lungo periodo e coinvolgere un ampio pubblico. Per questo sono molti i canali presidiati dal messaggio: online (sito dedicato, piattaforme proprietarie, campagna social e display), offline (tv, cinema, btl, stampa, affissioni) e su tutti i canali social media di BNL Gruppo BNP Paribas.

CREDITS
Cliente: BNL Gruppo BNP Paribas
Progetto: Campagna – Prodotti di Investimento Socialmente Responsabili.
Direttore Comunicazione: Lucia Leva
Responsabile Comunicazione Retail: Luigi Maccallini
Project Manager: Gabriella Olmi, Sabrina Petrini Rossi, Marco Scarsella

Agenzia: TBWA\Italia
Group Executive Creative Directors: Hugo Gallardo e Gina Ridenti
Creative, Digital Director: Jack Blanga
Copywriter: Pablo Granatiero e Claudia Marini
Art Director: Anna Di Cintio
Direttore Generale sede di Roma: Fabrizia Marchi
Account Director: Giuseppe Moltedo
Account Manager: Roberta Grandinetti
Account Executive: Chiara Chirico Pisacane
Chief Strategy and Digital Officer: Michael Arpini
Senior Strategic Planner: Letizia Fabbri

Digital Manager: Fabio Allemagna
Digital Director: Luca Sala
Digital Account: Ronyt Guetta
CTO: Federico Cornejo
Senior Flash Developer: Riccardo Sallusti
Traffico e coordinamento: Paola Gemelli
Social Media Director: Arnaldo Funaro
Social Media Specialist: Federica D’Andria

Produzione Stampa
Coordinatore traffico controllo produzione stampa: Loredana Zavaglia
Produzione stampa: Antonio Ribezzi, Francesco Lovascio, Massimiliano Pignani

Produzione Cinema
Producer: Barbara Salaroli

Casa di Produzione tv: Filmmaster Production
Regia: Marco Gentile
DOP: Mauro Chiarello
Ex. Producer: Lorenzo Cefis
Producer: Barbara Brown
Casa di produzione audio: Suoni Lab Srl
Musica: Philip Abussi – Mokamusic

Centro media: Mindshare

articoli correlati

AGENZIE

FCB Milan si aggiudica la gara per la campagna Crédit Agricole

- # # # # # #

FCB Milan

FCB Milan, agenzia guidata da Fabio Bianchi (nella foto) e Francesco Bozza, rispettivamente Amministratore Delegato e Chief Creative Officer, è stata scelta da Crédit Agricole per la nuova campagna legata al prodotto mutuo.

La nuova comunicazione lavora in continuità con l’impianto strategico e creativo della campagna istituzionale. L’obiettivo è quello di presentare la nuova offerta Mutuo pensata
per soddisfare le crescenti esigenze dei consumatori in termini di convenienza e flessibilità.

“È un grande piacere poter dare il nostro contributo creativo a Crédit Agricole, un brand che si sta sempre più affermando nel panorama bancario italiano per solidità, affidabilità e trasparenza”, commenta Fabio Bianchi che aggiunge: “Abbiamo trovato una visione condivisa per una comunicazione in grado di sfruttare al meglio ogni
singolo punto di contatto con i clienti per una strategia particolarmente efficace”.

Credits
Agenzia: FCB Milan
Francesco Bozza – Chief Creative Officer
Fabio Teodori – Group Creative Director
Marco Vercelli – Senior Art Director
Massimiliano Sala – Senior Copywriter
Carlotta Piccaluga – Client Service Director
Paolo Costella – Strategic Planner
CDP Think | Cattleya
Rodrigo Saavedra – Regia
Javier Julia – DOP
Danielle Joujou – Executive producer
Arianna Messina – Producer
Massimo Magnetti – Montaggio
Post Produzione video: Edi
Post Produzione audio: 23HB/Disc to Disc
Musica “Heap Big Chief” di Muzzy Marcellino

articoli correlati

AGENZIE

J. Walter Thompson Italia firma il rilancio di MPS

- # # # #

MPS - J. Walter Thompson

Dopo una lunga consultazione strategica e creativa che ha coinvolto cinque importanti player del mercato, nasce la partnership tra MPS e J. Walter Thompson Italia.

Obiettivo sarà riportare MPS nel cuore e nella testa degli italiani, partendo da un nuovo piano industriale e da una nuova strategia commerciale, delineate dal nuovo CEO Marco Morelli e dal board della banca, al centro di un ambizioso piano di rilancio.

“È inutile nascondersi dietro un dito: sarà una sfida difficile, ma anche appassionante”, commenta Sergio Rodriguez, CEO JWT e direttore creativo del progetto (nella foto). “La comunicazione avrà un ruolo fondamentale nel ridare alla marca MPS lo slancio e il prestigio che le spettano, dopo sei secoli di presenza sul territorio e di valore distribuito agli italiani”.

Sergio Rodriguez e Giuseppe Salinari (General Manager Italia) hanno coordinato per l’occasione una squadra composta dai team delle agenzie J. Walter Thompson di Roma e Milano.

articoli correlati

AZIENDE

“Strategie digitali per il Banking & Finance”: il nuovo libro bianco di MailUp

- # # #

banking

MailUp diffonde il nuovo white paper dedicato alle strategie digitali specifica per il comparto banking e finance. Un lavoro che affronta entrambi gli aspetti della questione: da un lato l’infrastruttura, intesa come abilitatore di tutte le funzioni offerte nella mail di primo contatto e garante della funzioni di security, dall’altro l’insieme della attività di marketing diretto e delle loro ricadute in ottica di funzioni del credito abilitate. Senza mai dimenticare che, secondo il Digital Banking Expert Survey 2016 di GFT, la grande maggioranza di istituzioni bancarie e simili ritiene che la soddisfazione del cliente abbia un ruolo centrale.

Leggi qui il testo completo.

articoli correlati

NUMBER

Google è il brand che vale di più al mondo, scende Apple: la classifica Brand Finace Global 500

- # # # # # # # # #

Brand Finance Global 500: Google sorpassa Apple, bene Lego, male le banche americane

Era dal 2011 Apple dominava la classifica Brand Finance Global 500, famosa classifica annuale stilata da Brand Finance. Ebbene, il 2017 è un anno amaro per il colosso di Cupertino, visto il sorpasso maturato da parte di Google, che chiude il 2016 con un valore del marchio 109,5 miliardi di dollari. La Global 500, oltre ad ordinare i brand per valore monetario, individua anche i marchi più forti, cioè quelli che possono influenzare maggiormente la crescita dell’Enterprise Value. In questa seconda classifica Lego ha sostituito Disney diventando il marchio più forte del mondo. Per determinare il valore di un marchio, Brand Finance prima determina la forza, cioè la solidità, del brand, analizzando fattori come gli investimenti in ricerca & sviluppo, asset durevoli e marketing; il ritorno d’immagine; fatturato e margini. La forza del marchio serve a determinare la percentuale di ricavi complessivi attribuibili al marchio.
Un altro grosso scossone lo subisce anche il mondo finanziario: secondo la classifica di brand finance a oggi i brand delle banche cinesi valgono più di quelli USA, con Wells Fargo che perde il primato lo status di marchio bancario di maggiore valore al mondo a scapito della cinese ICBC.

Valore del marchio
Il valore del marchio Google è aumentato, nel corso 2016, del 24%, mentre quello Apple è diminuito del 27% riducendolo a $ 107,1 Mld. La società rimane leader incontrastato nella ricerca web, che è il cardine della sua raccolta pubblicitaria. I ricavi pubblicitari sono aumentati del 20% nel 2016 in quanto i budget sono sempre più orientati al web e Google ha la capacità di approfittarne. Apple ha lottato per mantenere la superiorità tecnologica, ma nuovi iPhone hanno ridotto i rendimenti e ci sono segnali che l’azienda ha raggiunto il punto di saturazione. Il mercato cinese, dove Apple ha avuto una quota di mercato dominante, sta diventando molto più competitivo con gli attori locali che entrano nel mercato in modo significativo. Secondo le previsioni degli analisti finanziari, anche Samsung, nonostante le buone quote di mercato, dovrebbe ridurre fatturato e margini…

Continua a leggere su MyMarketing.Net!

articoli correlati

AGENZIE

Alkemy vince la gara unicredit per la comunicazione social fino al 2018

- # # # #

Alkemy - UniCredit

Al termine di una gara che ha visto coinvolte cinque società è stata assegnata ad Alkemy la gara “Community Management” indetta da UniCredit per la gestione dei canali di comunicazione social della struttura di Brand Management del Gruppo.

Il team di comunicazione del digital enabler, guidato dal VP Matteo Menin con Federico Ghiso e Giorgio Cignoni (VP e direttori creativi esecutivi), si conferma fino al 2018 l’agenzia di riferimento per la comunicazione sui canali social e per i progetti digitali UniCredit Italia e UniCredit Champions, quest’ultimo dedicato alla sponsorizzazione Uefa Champions League.

“UniCredit – dichiara Matteo Menin – è un cliente importantissimo per Alkemy, uno tra i primi che abbiamo acquisito: in questi anni ci ha permesso di raccontare e rafforzare la sua presenza digitale raggiungendo i risultati desiderati”.

“L’impegno per i prossimi due anni – concludono Federico Ghiso e Giorgio Cignoni – è quello di continuare a crescere, sperimentare e innovare creativamente e siamo orgogliosi di dedicare le nostre migliori risorse per poter affrontare le nuove sfide comunicative da qui al 2018.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

E3 e Mai Tai lanciano online “Fidiamo”, il prestito personale di Fiditalia

- # # # # #

E3 e Mai Tai sono partner di Fiditalia nel supportare il lancio di “Fidiamo”, il prestito personale di Fiditalia rivolto a lavoratori dipendenti e pensionati, attraverso una campagna online di grande appeal e successo.

E3 ha sviluppato il progetto di digital marketing, implementando la landing page dedicata e la campagna di promozione, mentre a cura di Mai Tai è il concept creativo, che ripone le sue maggiori leve sui concetti di chiarezza e semplicità.

A legare in modo inequivocabile la parte visual con il messaggio da veicolare è il Bicchiere, scelto come soggetto della campagna, proprio perché racchiude in sé le idee di chiarezza, semplicità e trasparenza sulle quali si incentra la comunicazione del prodotto di Fiditalia. Un oggetto cristallino, incolore e semplice da maneggiare. A rafforzare il tutto il claim “Facile, come bere un bicchiere d’acqua”.

E3 ha concepito una landing page multidevice dinamica che, a seconda dell’origine del click (Banner Auto, Moto, Casa, Travel), mostra all’utente le creatività diversificate di Mai Tai, rispondendo in modo coerente all’interesse di ciascun visitatore della pagina. La landing page è inoltre disponibile da dispositivi mobile attraverso un’interfaccia di massima facilità di utilizzo.

L’iniziativa è stata supportata da un media mix ideato da E3 che ha sfruttato leve quali Facebook Ads, Google Display Network, Real Time Bidding & Programmatic. La campagna Display su Google ha coperto siti verticalizzati per raggiungere il target specifico, con formati impattanti su siti Premium come le homepage di TgCom, IlGiornale, Meteo.it e Sportmediaset, garantendo ottima visibilità al Brand. Il Real Time Bidding ha poi consentito di acquistare gli spazi a prezzi molto competitivi, fungendo da ottimo assist per la campagna display.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

FinecoBank torna in TV con “Risposte semplici”. La creatività è di BCUBE

- # # #

FinecoBank torna in TV con la nuova campagna di comunicazione, “Risposte semplici”, che sviluppa e fa evolvere ulteriormente il concetto di semplicità. Dopo la serie di spot di successo “Semplice come” (respirare, sorridere, immaginare, baciare), Fineco rafforza il concetto di banca in grado di dare risposte semplici alle domande di clienti sempre più esigenti.

“Quando un messaggio pubblicitario coincide con la realtà e il percepito di centinaia di migliaia di clienti solitamente crea campagne di successo. In Fineco la semplificazione della banca è prima di tutto un valore fondante, questo ci ha portati ad un posizionamento naturale: “la banca che semplifica la banca”. Rendere semplice qualcosa è un’operazione che richiede impegno e costanza, soprattutto di fronte alle esigenze sempre più sofisticate dei nostri clienti”, commenta Paolo Di Grazia, Direttore Banca Diretta FinecoBank.

Nata dalla creatività dell’agenzia BCUBE, la nuova campagna è partita il 19 aprile e sarà on air per quattro settimane sulle principali reti nazionali, sul web e in radio, con uno storytelling più evoluto: un bambino chiede com’è fatta la terra al padre, che gli risponde semplicemente “è rotonda”. Un assunto che oggi ci appare ovvio, ma che in realtà è frutto di misurazioni, calcoli e dibattiti. Un percorso complesso che, nella metafora pubblicitaria, il padre riesce a trasformare in un gioco, rispondendo nel modo più semplice.

Lo spot percorre il filo delle emozioni, anche grazie alla scelta musicale: per la prima volta, Fineco non si affida a un brano composto ad hoc ma a un pezzo proveniente dalla discografia: “Fishing for a Dream”, del duo indie inglese “Turin Brakes”.

“Quello con Fineco è un percorso che ci sta portando grandi soddisfazioni. Crediamo di aver costruito insieme a questo brand un linguaggio distintivo, immediatamente riconoscibile, davvero unico per il settore bancario. Cose che succedono solo quando si collabora con un cliente che ha una grande consapevolezza della propria identità e una visione chiara delle proprie prospettive”, afferma Gianluca Tedoldi, Amministratore Delegato BCUBE

articoli correlati

BRAND STRATEGY

BNL Mestiere Impresa: al via la nuova comunicazione firmata TBWA\Italia

- # # # # #

TBWA\Italia firma la nuova campagna di comunicazione per BNL Mestiere Impresa, un articolato sistema di offerta dedicato dalla Banca agli imprenditori per accompagnarli e sostenerli nelle più diverse esigenze. Mestiere Impresa è per BNL il modo di essere al fianco degli imprenditori, impegnandosi a rendere concrete le loro idee. È il modo di credere nel loro coraggio, nella loro passione, nella loro creatività.

Protagonisti della campagna sono proprio gli imprenditori: Sonia Bonfiglioli, Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo Bonfiglioli; Riccardo Cotarella, Presidente dell’azienda vinicola Falesco; Davide d’Atri, Presidente della start up per la gestione di diritti musicali Soundreef; Sergio Dompè, Presidente della Dompè Farmaceutici, testimoni di un’imprenditorialità perseguita ogni giorno con coraggio, passione e creatività.

Ed è proprio questa determinazione che BNL ha deciso di raccontare con la nuova campagna di comunicazione. Nata dall’incontro diretto con gli imprenditori presso le loro aziende, la creatività pone sempre al centro l’imprenditore con i suoi racconti, i suoi valori ed il rapporto di collaborazione con la banca.

Con Mestiere Impresa, infatti, BNL e imprenditore sono partner che perseguono lo stesso obiettivo, come testimoniato nelle docufiction online su mestiereimpresa.bnl.it: interviste a due in cui imprenditore e collaboratore BNL raccontano la stretta sinergia tra impresa e banca. La campagna storytelling sarà supportata dai numeri, dagli impegni e dalle azioni concrete della banca, che testimoniano e attestano il continuo committment di BNL in termini tangibili nei confronti del mondo dell’imprenditoria italiana.

Il format di comunicazione capitalizza sulla modularità, evidenziando, alternandole tra loro, frasi, citazioni e immagini. Le icone e le illustrazioni sono state studiate appositamente da un graphic designer, garantendo al linguaggio un tono di voce fresco, moderno, real, che rinnova il look&feel di BNL.

A questo scopo, le interviste e le riprese sono state realizzate sia negli uffici sia negli stabilimenti degli imprenditori testimonial. Qui, agenzia e troupe hanno osservato da vicino metodi e tipologie di produzione, per poterne trasportare l’essenza nella comunicazione. Ogni spot, come ogni docufiction, parla il linguaggio dell’imprenditore intervistato, raccogliendo le loro individualità complesse e affascinanti sotto il cappello “Mestiere Impresa”, in una mappatura della visione imprenditoriale italiana.

“Mestiere Impresa: il nostro modo di credere negli imprenditori italiani” è il claim che firma la campagna integrata declinata su tv, stampa, affissione, radio e web.

Hanno lavorato all’ideazione della campagna: Matteo Colavolpe Art Director, Raffaella Iollo Copywriter con la Direzione Creativa di Luca Albanese e Francesco Taddeucci (HUMANS BEING)
Direttore Creativo Esecutivo e Direttore Generale (sede Roma): Geo Ceccarelli.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

BPM “scaccia” la crisi con una nuova campagna pubblicitaria firmata Essense

- # # # # # # #

Banca Popolare di Milano crede nella ripresa e lo comunica con una nuova campagna pubblicitaria che racconta i nuovi finanziamenti rivolti a privati e aziende. Attraverso l’immagine della personal pinboard, una bacheca personale, BPM racconta necessità e desideri dei suoi clienti, mediante un linguaggio fatto di oggetti, fotografie e rimandi a emozioni. Il rinnovato format di comunicazione esprime, oltre alla vicinanza alle persone, anche la concretezza del prodotto proposto, che si declina, per quanto riguarda l’offerta rivolta ai privati, in quattro differenti soluzioni: polizze infortuni personalizzabili, carte prepagate internazionali con IBAN, cessione del quinto della pensione e, più importante per la ripresa economica, mutui per l’acquisto della casa.

Attraverso la campagna pubblicitaria curata dalla società Essense, gruppo Saatchi & Saatchi, BPM sviluppa una proposta di grande appeal: da un lato propone mutui con uno spread dell’1,50%, il tasso più competitivo sul mercato; dall’altro la Banca fornisce “un sì in 10 minuti per procedere con il mutuo”. Basterà entrare in filiale per avere una verifica di fattibilità immediata in base a reddito, spese mensili e valore dell’immobile.

Proprio a sottolineare l’importanza di questa offerta dal 26 ottobre saranno on air due spot TV il cui obiettivo principale è rimarcare le condizioni competitive della proposta e la rapidità con cui BPM si impegna a dare una prima risposta alla clientela. Gli spot nascono da un’idea dei direttori creativi Micaela Trani e Antonio Gigliotti, rispettivamente art e copy, con la regia di Valentina Be°, casa di produzione Mach2Azione.

“Sosteniamo l’operazione impresa in ripresa” è il claim utilizzato invece per l’offerta di finanziamento rivolta alle aziende che promuovono progetti, idee e iniziative volte a supportare la crescita: si tratta di una nuova linea di prodotti e proposte finanziarie per rispondere a esigenze di liquidità, pagamento fornitori, imposte, tasse, investimenti e internazionalizzazione. In questo caso, la personal pinboard ritrae il punto di vista di BPM: una bacheca in cui sono presenti fotografie di lavoratori e imprenditori e la consapevolezza, trascritta sul retro di un biglietto da visita di un gestore imprese, che “è ora di dare anziché di dire”. Una fiducia ritrovata che BPM desidera trasmettere ai suoi clienti attraverso la ripresa della concessione del credito affinché anche aziende e imprenditori abbandonino i timori e contribuiscano a sconfiggere la crisi.

La campagna prevede un’importante pianificazione nazionale e locale per i prossimi due mesi che coinvolgerà tv, stampa, radio e media digitali oltre alle filiali del Gruppo su tutto il territorio nazionale.

articoli correlati