MEDIA

OMD e Fuse creano una brand experience horror per il film “L’esorcismo di Hannah Grace”

- # # # # #

hannah grace

Il 31 gennaio uscirà nelle sale cinematografiche il film “L’esorcismo di Hannah Grace”, distribuito da Warner Bros. Entertainment Italia. Per l’occasione Fuse, la divisione di OMD dedicata alle attività di Branded Entertainment, ha creato un’esperienza live all’insegna del mistero e del coraggio.

 

Il 19 e il 20 gennaio, nel centro commerciale Roma est, è stata allestita una horror box dedicata solo ai più impavidi. La stanza misteriosa comparsa dal nulla, ricoperta con i poster de L’esorcismo di Hannah Grace, era composta da due ambienti: un vecchio salotto consunto dall’atmosfera inquietante e un secondo vano dove giaceva incatenata al letto la ragazza da esorcizzare, che ricordava in tutto e per tutto la protagonista del film.

 

Una volta entrati in salotto i partecipanti sono stati accolti da un video trailer del film, al termine del quale sono stati raggiunti da un prete che ha dato loro istruzioni su come proseguire l’esperienza, affidando a ciascuno dei tre ospiti gli oggetti presenti nella stanza: un crocifisso, una bibbia e dell’acqua santa. Nella seconda stanza, su un letto di ferro, si trovava la ragazza posseduta; arrivati qui i partecipanti dovevano seguire le istruzioni del prete per aiutarlo nell’esorcismo. Tra urla e formule in latino l’esperienza è diventata sempre più verosimile, fino al punto in cui la protagonista, liberatasi dalle catene andava incontro alle vittime prima di cadere a terra e concludere la performance.

Presenti a vivere l’esperienza anche PIT (Paranormal Investigation Team) i due influencer specializzati in indagini misteriose, che hanno commentato il tutto con post e story sulla loro pagina instagram

articoli correlati

BRAND STRATEGY

La campagna Sky “Un Mare da Salvare” arriva al Giffoni Film Festival con Integer

- # # # #

giffoni

Sky quest’anno ha deciso di affiancare il Giffoni Film Festival anche sui temi ambientali attraverso la propria campagna “Un mare da salvare” realizzando un’installazione ideata da Integer.

La campagna di Sky vuole contribuire alla salvaguardia degli ecosistemi marini, riducendo l’eccessivo utilizzo di plastica usa e getta e stimolando le persone a compiere piccoli gesti quotidiani che ne contribuiscano alla tutela, come lo scorso maggio quando Sky,insieme a Integer, è sceso in campo al fianco di Legambiente per pulire la spiaggia di Genova Voltri dai rifiuti abbandonati grazie all’iniziativa “Spiagge e Fondali Puliti 2018”.

La presenza al Giffoni Film Festival 2018, che ha scelto di impegnarsi nei confronti dell’ambiente e della natura, scegliendo per questa edizione il tema “Aqua”, è stata l’occasione per continuare a promuovere e ricordare a tutti che ogni essere umano può cambiare il futuro del pianeta.

Integer ha quindi ideato e seguito tutte le fasi della realizzazione dell’installazione presente al Festival, così da esprimere al meglio l’obiettivo della campagna #UnMareDaSalvare.
Un vero e proprio contenitore avvolto da una simbolica rete da pesca, invitava le persone a riciclare correttamente la plastica monouso a favore della salvaguardia del mare.
Ad accompagnare l’installazione anche un contatore che, in tempo reale, indicava il numero dei rifiuti raccolti i quali, se non riciclati correttamente, sarebbero potuti finire in mare.

L’iniziativa ha riscontrato una significativa adesione con 4.474 rifiuti di plastica raccolti e contando un’altissima partecipazione dei partecipanti del Festival tra cui il Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, Sergio Costa, e personalità del mondo dello spettacolo come Frank Matano, Maccio Capatonda, il Trio Medusa e tanti altri.

L’attività #UnMareDaSalvare continuerà anche a settembre durante il Gran Premio di San Marino presso la pista Misano World Circuit Marco Simoncelli.

Hanno lavorato al progetto Anna Taschini, Art Director, eManuel Bonardi, Copywriter.  Direttore creativo Integer Rossana Tocchi. Group Creative Executive Director: Gina Ridenti e Hugo Gallardo.

 

Credits
Client: Sky Italia
Agenzia: Integer
Project: #UnMareDaSalvare #OceanHero
Sky Responsible Business Specialist: Cristina Fenzi
Group Creative Executive Directors: Gina Ridenti e Hugo Gallardo
Integer Creative Director: Rossana Tocchi
Art Director: Anna Taschini
Copywriter: Manuel Bonardi
Client Service Director: Gianluca Cappiello
Account Manager: Elisa Schneider
Account Intern: Vincenzo Filippo
Head of Events & Production: Barbara Trivella
Event Producer: Fabio Bellifemine

articoli correlati

AGENZIE

FARGOfilm si conferma partner di Maserati per la produzione dei video promozionali di tutti i modelli 2019 del brand

- # # # #

FARGOFilm

FARGOFilm, casa di produzione di spot pubblicitari e lungometraggi, ha vinto per il secondo anno consecutivo la gara per l’ideazione e la produzione di video promozionali per tutti i modelli Maserati del 2019. Dal V8 della nuova Levante Trofeo e dei modelli Levante GTS e Quattroporte GTS, al V6 della berlina sportiva di medie dimensioni Ghibli, passando dalla berlina sportiva di lusso Quattroporte e dal SUV Levante. Tutti i modelli V6 sono realizzati in versione GranLusso e GranSport. I Fascination sono stati proiettati in anteprima in occasione del GoodWood Festival of Speed.

FARGO e Maserati hanno iniziato la loro collaborazione nel 2016, proseguita poi nel 2017 e nel 2018 con la realizzazione di ulteriore materiale promozionale. La produzione non si è limitata ai video delle nuove macchine ma anche allo sviluppo di contenuti incentrati sulla proposta GranTurismo e sulle eccellenze Made in Italy nel settore manifatturiero e del design.

Le riprese sono state realizzate nella primavera e nell’estate 2018 in Portogallo, Spagna e Italia con la regia di Paolo Borgato e la fotografia di Leandro Ferrao. Nelle stesse location, Dejan Sokolovski ha eseguito i vari servizi fotografici. La grande quantità di materiale verrà usata da Maserati, in rete e offline, per promuovere le proprie vetture sui mercati internazionali.

“Siamo molto orgogliosi di aver ottenuto nuovamente la fiducia di un brand esigente come Maserati. È un grande onore per tutto il team FARGO, oltre che un importante riconoscimento a livello internazionale”, afferma Valter Buccino, Partner & Executive Producer FARGOfilm. “Maserati ci ha scelti con il compito di realizzare un complesso e coinvolgente racconto per immagini che riflettesse i valori, le caratteristiche e la personalità che rendono questo brand unico al mondo, immediatamente riconoscibile nel settore delle auto di lusso”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Intesa Sanpaolo debutta come sponsor al Los Angeles Italia Film Festival 2018

- # # # # #

intesa sanpaolo

Intesa Sanpaolo partecipa per la prima volta al “Los Angeles Italia Film Festival 2018”, la manifestazione realizzata con MIBACT, ANICA e ICE, che inaugurata ieri a Los Angeles. Numerosi i film in proiezione la cui realizzazione ha beneficiato del supporto di Intesa Sanpaolo:

  • Hotel Gagarin; The Place (produttore Lotus Production)
  • Start Up; Brutti e Cattivi (produttore Casanova Multimedia)
  • Sono tornato (produttore Indiana Production)
  • Terapia di coppia per amanti (produttore Cinemaundici)
  • Il Premio (produttore Italian International Film)
  • Sirene (serie tv – produttore Cross Production)

La manifestazione si concluderà venerdì 2 marzo con la proiezione speciale del film All the money of the world di Ridley Scott realizzato da Sony, cui Intesa Sanpaolo ha offerto i servizi finanziari per la fase di realizzazione in Italia.

Supportando questa iniziativa in qualità di sponsor, il Gruppo Intesa Sanpaolo conferma la propria attenzione nei confronti dell’industria cinematografica al cui sviluppo ha contribuito erogando finanziamenti pari a 1 miliardo di euro in dieci anni e determinando la ripresa di un settore che ha manifestato una ritrovata vitalità per competere sul mercato internazionale. Ad oggi, infatti, il Gruppo Intesa Sanpaolo ha supportato più di 60 operatori, sostenendo la produzione di più di 300 opere audiovisive (oltre 150 opere cinematografiche, 150 fiction televisive, oltre 30 spot pubblicitari) (come The Young Pope, Gomorra, Romanzo Criminale, I Medici 2, Leisure Seeker, La Pazza Gioia, Capitale Umano) e la distribuzione sul mercato italiano di oltre 200 titoli esteri, tra cui numerosi blockbuster.

Con lo stesso spirito e impegno verso le arti e lo spettacolo Intesa Sanpaolo è intervenuta come associato in diverse iniziative cinematografiche, sostenendo direttamente la produzione dei film This Must Be The Place di Paolo Sorrentino (presentato al Festival di Cannes 2011), Il villaggio di Cartone di Ermanno Olmi (presentato al Festival di Venezia 2011), Il Paese delle spose infelici di Pippo Mezzapesa, Reality di Matteo Garrone (vincitore del Grand Prix al Festival di Cannes 2012), Immaturi – Il viaggio di Paolo Genovese, Io e te, film diretto da Bernardo Bertolucci (fuori concorso al Festival di Cannes 2012), Magnifica presenza di Ferzan Ozpetek e Baby Blues di Alina Marazzi.

Il supporto di Intesa Sanpaolo al mondo dello spettacolo è stato possibile anche grazie alla creazione all’interno della controllata Mediocredito Italiano, del Desk Media & Entertainment, la struttura specialistica dedicata al settore audiovisivo (cinema, serie TV, spot pubblicitari), culturale (musica, teatri, arte) e dell’intrattenimento in generale (concerti, grandi eventi) che sostiene i produttori e distributori indipendenti, editori di contenuti televisivi e operatori della filiera dell’industria nell’individuazione delle più corrette strategie di sviluppo del business, proponendo prodotti e soluzioni creditizie mirate e affiancando alla consueta valutazione creditizia una specifica e approfondita analisi degli aspetti finanziari, contrattuali, operativi e normativi.

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

“Pane dal cielo”: al cinema il film di Giovanni Bedeschi sui senza tetto di Milano

- # # # #

Bedeschi

Arriva per la prima volta in una sala cinematografica il film Pane dal cielo, realizzato dal regista e produttore Giovanni Bedeschi, sul tema della povertà e dei senza fissa dimora. La pellicola è ambientata a Milano, città con 13 mila clochard e il triste primato di questo fenomeno che a livello nazionale conta circa 60mila persone senza un tetto (dati Istat 2015). La proiezione si svolge nell’ambito del Festival Aquerò, lo Spirito del cinema, una rassegna cinematografica dedicata al cinema spirituale, sabato 10 febbraio alle ore 18 all’Auditorium San Fedele di Milano. Al termine, seguirà un incontro con il regista, con l’attrice Paola Pitagora e padre Maurizio Annoni, presidente dell’Opera San Francesco per i poveri. La proiezione sarà poi replicata domenica 18 febbraio alle ore 21.00 al Cineteatro Don Bosco di Carugate.

La storia è di quelle che incuriosiscono, raccontata con stile e in un succedersi crescente di emozioni. Due clochard che vivono nei pressi della stazione di Milano Greco – Pirelli la notte di Natale trovano un neonato dentro un cassonetto. I due senzatetto portano il bambino al più vicino ospedale pediatrico e qui assistono a un evento straordinario: nessuno dei dottori e degli infermieri riesce a vederlo. Il neonato sembra essere invisibile, ma non a tutti. Si sviluppa così la storia di un bambino visibile solo ad alcune persone: una signora benestante e generosa – Ada (Paola Pitagora) – e Ruben (Gigi Piola), che vive nelle stesse condizioni di Lilli (Donatella Bartoli) e Annibale (Sergio Leone), ma per molti il neonato è una follia della mente di queste persone tenute ai margini della società. Cosa crea questa differenza tra le persone? Perché solo alcuni possono vedere il bambino? Diventa chiaro che il neonato è portatore di un messaggio che si diffonde rapidamente ed è motivo di cambiamento. Il messaggio del bambino s’insinua in cuori inaspettati: anche in persone che paiono materialiste o responsabili di molte ingiustizie del nostro tempo. È una nuova opportunità per tutti: per Annibale e Lilli, così come per tutti gli uomini. Infine, come è arrivato, quando tutti si rendono conto che qualcosa sta cambiando, il bambino sparisce nel nulla, ormai sicuro che il suo messaggio avrà forti ripercussioni.

L’idea e il soggetto del film sono di Sergio Rodriguez con il quale Bedeschi ha lavorato fianco a fianco per raccontare sul set un mondo complesso, con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica su un tema così forte. La sceneggiatura è stata affidata a Franco Dipietro che ha abilmente trasformato il soggetto in narrazione cinematografica.

Del film, realizzato con i patrocini del Comune di Milano (Direzione centrale politiche sociali e cultura della salute) e della Fondazione Pubblicità Progresso, è stato prodotto da Bedeschifilm con anche il contributo di tante persone che hanno partecipato alla campagna di crowdfunding fatta nel 2016.

Dice Giovanni Bedeschi: “Sono felice di aver portato a termine le riprese di questo film a cui tengo tantissimo. Il progetto Pane dal cielo nasce dalla mia passione per il volontariato, dagli incontri avvenuti all’Opera San Francesco di Milano dove ho potuto conoscere le storie straordinarie di molti senzatetto. Storie di persone comuni che a un certo punto hanno perso tutto per una separazione, per il fallimento di una iniziativa imprenditoriale, la perdita del lavoro, una malattia…Ho sentito il dovere morale di dare voce a questa realtà, spesso taciuta, ma che sta diventando un’emergenza. Voglio anche ringraziare il cast, le comparse che a titolo volontario hanno partecipato alle riprese e tutte le persone che hanno lavorato a questo progetto e hanno permesso il suo completamento dimostrando una forte sensibilità e una solidarietà che è andata oltre la storia narrata nel film”.

Aggiunge Paola Pitagora, tra i protagonisti del film: “Sono orgogliosa di aver preso parte a questo progetto, per me è stata una esperienza unica perché vera e completamente autentica. Spesso, quando ci si trova dinanzi a persone costrette a vivere in mezzo alla strada, la prima reazione istintiva e dettata dalla paura è il rifiuto. Il personaggio che interpreto nel film, Ada, è una donna ricca che istaura un rapporto di solidarietà con Lilli; diventa quindi il tramite tra il mondo “protetto” che tutti conosciamo e un mondo un po’ più estraneo, sconosciuto, quello dei senza dimora. Pane dal cielo è un invito a non soffermarsi alla prima impressione ma ad andare oltre e cercare di capire che queste persone spesso hanno alle spalle storie di grande dignità”.

Proiezione del film
Sabato 10 febbraio 2018 alle ore 18.00
Cinema San Fedele, piazza San Fedele 4 Milano
Domenica 18 febbraio 2018 alle ore 21.00
Cineteatro Don Bosco, via Pio XI 34 Carugate (MI)
Costo del biglietto d’ingresso per il pubblico: 5 Euro

Cast artistico
Donatella Bartoli – Lilli
Sergio Leone – Annibale
Paola Pitagora – Ada
Gigi Piola – Ruben
Mauro Santopietro – Lorenzo
Antonino Surdo – Bambino invisibile
Mauro Ramerio – Uomo che recita la preghiera

Produzione – Bedeschifilm
Produttore – Giovanni Bedeschi
Regia – Giovanni Bedeschi
Idea e soggetto – Sergio Rodriguez
Sceneggiatura – Franco Dipietro
Produttore Esecutivo – Lorenzo Calzeroni
Direttore della fotografia – Giancarlo Lodi
Montaggio – Luca Angeleri
Regia seconda unità – Claudio Gallinella
Aiuto regia – Alberto Poli
Scenografia – Vanna Bellazzi
Costumi – Lea Bevilacqua
Presa diretta, mix e supervisione del suono – Riccardo Milano
Casting – Valentina Materiale (U.I.C.D)
Operatori macchina – Amir Andalib, Claudio Gallinella
Operatore Steadycam – Stefano Marietti
Operatori drone action drone – Loris Coniglio, Paolo Majolo
Coordinatrice di produzione- Emanuela Quaranta
Trucco – Valentina Rodella
Colorist – Enzo Catizzone
Visual Artist, effetti speciali – Francesco Rota
Musiche originali – Fabrizio Baldoni
Canzoni – Claudio Sanfilippo
Mix dolby 5.1 – Artech digital cinema

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Kellogg sceglie Trilud Group: attività editoriali, social e advertising per la promozione del film Emoji. Pianifica Dentsu

- # # # # # #

Kellogg

Fino al 24 settembre 2017, Trilud Group racconta con attività editoriali, social e advertising l’iniziativa di Kellogg – in partnership con Sony Pictures – per la promozione del film Emoji, che prevede la vincita di materiali scolastici. Il progetto, coordinato della unit Brand Partnership con la collaborazione della digital advisory agency BrandMade, vede il coinvolgimento di tre testate in target del Gruppo e delle relative pagine Facebook. La pianificazione è a cura di Dentsu.

Simpatiche e colorate emoticon e icone invadono le confezioni di cereali Kellogg aderenti all’iniziativa, per vincere materiali scolastici firmati Emoji. Un’attività voluta da Kellogg per coinvolgere sempre di più i propri consumatori, aiutare i ragazzi a iniziare al meglio la giornata e rendere il ritorno sui banchi di scuola il più divertente e spensierato possibile.

Coniugando scuola e divertimento, questa promozione consentirà di vincere tutto quello che serve per tornare sui banchi con il sorriso: dalle gomme per cancellare alla borsa per la merenda, righello, matita e blocchetto per gli appunti. Il tutto, ovviamente, coloratissimo e originale, ispirato al film Emoji.

Per partecipare è sufficiente acquistare una confezione di cereali Kellogg tra quelli aderenti alla promozione, visitare il sito dedicato e digitare l’esclusivo codice di 10 cifre stampato all’interno della scatola, per provare a conquistare uno dei 12 bellissimi premi in palio ogni giorno.

Coinvolta nel progetto anche la showgirl e influencer Maddalena Corvaglia, protagonista con sua figlia di un contenuto video condiviso sui suoi canali social e di un articolo pubblicato sul suo sito www.maddyctive.it.

Nello specifico, la parte editoriale dell’attività è declinata da Trilud Group per mettere in evidenza in modo efficace le caratteristiche dei prodotti Kellogg, attraverso native content su PourFemme, DonnaClick e Nanopress Donna con contenuti e linguaggi specifici per ciascuna testata.

L’attività advertising, con formati realizzati ad hoc da BrandMade, prevede rotazioni skin e native box di approfondimento sulle sezioni dedicate a mamme e bambini nei siti coinvolti, online per tutta la durata del progetto e ideati per generare engagement fra le mamme e permettere loro di interagire con i contenuti proposti.

Per ottimizzare la visibilità, ogni contenuto editoriale sarà poi oggetto di attività social sulle pagine Facebook delle testate coinvolte nel progetto attraverso social seeding e video pinned post.

articoli correlati

MEDIA

Trilud Group firma un progetto speciale per il lancio del film Baby Driver di Sony Pictures

- # # # # # #

Trilud Group

Un progetto speciale, che coinvolge sia l’online che offline, per lanciare il nuovo film Baby Driver – Il genio della fuga. È Trilud Group, con il coordinamento della sua unit Brand Partnership, a firmare alcune nuove speciali iniziative per promuovere il nuovo film di Sony Pictures, dal 7 settembre nelle sale italiane.

Sviluppato per 20 giorni fino al 10 settembre 2017, l’innovativo progetto, accanto ad attività editoriali e social mirate, prevede anche il coinvolgimento di sei top Muser italiani, ossia gli influencer di Musical.ly, il social network nato per realizzare e condividere video musicali e che sta facendo impazzire i teenager di tutto il mondo: Chiara Di Quarto, Kessy & Mely, Martini Sisters, Lisa Grey, Matteo Sbandi e Susanna Bonetto pubblicheranno su Musical.ly 24 post video rigorosamente lip sync su 4 brani dalla soundtrack del film. Non solo: all’interno dei video realizzati dai muser, una call to action invita i follower a generare contenuti con l’hashtag #BabyDriverILFILM; gli autori dei video più virali parteciperanno alla challenge volta a vincere l’ingresso all’anteprima o esclusivi gadget del film.

Nello specifico, la parte editoriale dell’attività prevede articoli dedicati su Team World, visibilità promo editoriale e social sharing sui profili social del sito e sui canali ufficiali Musical.ly oltre al total look dei canali social Team World nella settimana dell’uscita del film. Prodotto da Sony Pictures e distribuito in Italia da Warner Bros., Baby Driver – Il genio della fuga, con protagonisti, fra gli altri, Ansel Elgort, Kevin Spacey, Jamie Foxx e Lily James, si rivolge ad un pubblico vasto con un interesse per il target teen: ed è proprio pensando al target che Trilud Group è stato scelto per ideare e realizzare il progetto di comunicazione, con lo scopo di generare il massimo wom (word of mouth) ed engagement, usando gli strumenti e i linguaggi più consoni – fra cui appunto Musical.ly, per la spiccata importanza della musica nel lungometraggio.

Allo stesso modo, per ospitare le attività è stato strategicamente scelto Team World, da 17 anni la più grande realtà di fandom in Italia e nel mondo dell’entertainment, con 3 milioni di utenti unici al mese, 7 milioni di pagine viste (Google Analytics, Giugno 2017) e una fanbase social complessiva di 500.000 persone. Da anni, Trilud Group e Team World, la cui raccolta pubblicitaria è gestita da tg|adv, collaborano nella costruzione di iniziative di brand partnership e progettualità speciali di successo, in particolare nei settori cinematografico, editoriale e musicale.

articoli correlati

MEDIA

Sony, ecco il primo film in super slow motion interamente girato con uno smartphone

- # # # # #

Sony

Sony Mobile alza il sipario e presenta il primo film crowdsourced in Super Slow Motion totalmente girato con uno smartphone. La clip, firmata dal pluri-premiato regista Chris Cairns, assembla scene girate da 120 registi amatoriali di 21 differenti paesi, ciascuna catturata attraverso l’innovativa fotocamera Motion Eye di XperiaTM XZ Premium, in grado di cogliere anche i dettagli più impercettibili che l’occhio umano non può vedere attraverso la sua funzionalità, unica e innovativa, di Super Slow Motion.

Girato nei pressi di Lisbona, il film riprende scene originali all’incredibile velocità di 960 frame per secondo, con una resa di 4 volte maggiore rispetto a qualsiasi altro smartphone. Il video proietta l’utente all’interno dello straordinario mondo dello Slow Motion rendendolo incredibilmente coinvolgente e a fortissimo impatto emotivo, esplicitando gli intricati dettagli spesso nascosti all’occhio nudo.

“È stato molto interessante prendere parte ed essere coinvolto al lancio di Xperia XZ Premium. Sony mi ha chiesto di preparare una serie di set che potessero colpire l’attenzione se girate in Super Slow Motion ed ero incredibilmente entusiasta di poter mettere le mani su uno smartphone che riprendesse 960 scatti al secondo. Amo l’idea di un telefono che possa rivelare ciò che sfugge all’occhio nudo ed è incredibile poter disporre di un telefono in grado di immortalare all’istante e in modo artistico un tuo amico che decide di immolarsi in un blackflip o un tuffo in piscina” dichiara Chris Cairns, regista del video. La fotocamera Motion Eye racchiude tutta l’esperienza imaging di Sony di solito presente nelle fotocamere compatte premium. Xperia XZ Premium è il primo smartphone al mondo ad implementare questa tecnologia che permette di rendere i momenti quotidiani, essenziali e straordinari, attraverso il Super Slow Motion.

articoli correlati

MEDIA

Fastweb e Universal presentano per l’Italia il docu-film “I am Bolt”

- # # # # # #

Fastweb

Arriva nelle sale cinematografiche l’attesissimo “I am Bolt”, il primo docu-film sull’uomo più veloce di tutti i tempi. La pellicola che verrà trasmessa in tutto il mondo solo la sera di lunedì 28 novembre, in diretta via satellite da Londra, arriva anche nel nostro Paese grazie alla collaborazione tra Fastweb e Universal.

L’Italia saluterà l’evento con una proiezione speciale a invito presso il cinema Arcobaleno a Milano, e in altre 150 sale cinematografiche su tutto il territorio nazionale. La visione del film sarà preceduta dalle immagini in diretta dal Red Carpet e da un’intervista inedita al campione. Il film “I am Bolt” sarà poi disponibile in Italia, distribuito da Universal, in formato dvd in tutti i negozi a partire dal 6 dicembre.

Un’occasione da non perdere per tutti i fan e gli amanti dello sport che avranno così l’opportunità di conoscere Usain Bolt, non solo come atleta durante i durissimi allenamenti o nei momenti che precedono le gare, ma anche come uomo attraverso filmati inediti in cui il campione si racconta in prima persona. I suoi pensieri, le sue speranze, i momenti di svago e l’attaccamento per la sua terra di origine, la Jamaica, vengono svelati insieme ad alcuni aneddoti raccontati direttamente dalle persone che gli sono più vicine, l’allenatore, i compagni di squadra, gli amici.

Il film nasce infatti dal desiderio di Bolt di mostrare alle persone come è realmente la sua vita ripercorrendo le tappe fondamentali della sua storia, dall’infanzia fino all’età adulta: una vita fatta di sacrificio, dedizione e impegno costante. Nel corso del film verranno anche riproposti i successi della lunghissima carriera di Bolt con le immagini più emozionanti degli ori conquistati alle Olimpiadi di Pechino, Londra e Rio de Janeiro.

“Siamo particolarmente orgogliosi di poter presentare con una serata davvero speciale il film sulla vita di Usain Bolt”, ha commentato Luca Pacitto, Head of Brand Marketing & Communication di Fastweb. “Bolt non solo è il nostro testimonial ma è soprattutto un grandissimo sportivo. La passione, l’impegno e la tenacia che esprime nella vita e in ogni competizione sono valori che appartengono anche al dna di Fastweb che, dalla sua nascita, ha sempre puntato sulla velocità e sulla performance dei collegamenti della sua rete internet”.

“La vita privata e i retroscena legati a icone del mondo della musica e soprattutto dello sport rappresentano per il pubblico una fonte di ispirazione fortissima”, dichiara Filippo Salamone, Product Manager di Universal Pictures Home Entertainment Italia. “Siamo orgogliosi di poter prendere parte a questo progetto e di portare Usain Bolt nelle case di tantissimi italiani che siamo sicuri apprezzeranno le sue gesta in pista, ma soprattutto la sfera privata e sconosciuta di questa superstar amata da grandi e bambini in tutto il mondo”.

articoli correlati

MEDIA

Dalla Croce Rossa un film per far conoscere e rispettare la Convenzione di Ginevra

- # # # # # #

ginevra

Il Comitato Internazionale della Croce Rossa ha lanciato una campagna globale per far conoscere i tremendi costi umani che il mancato rispetto della Convenzione di Ginevra porta con sé, allo scopo di accrescere, presso una pubblica opinione più ampia possibile, la conoscenza delle leggi umanitarie che la regolano
Lo strumento scelto per raggiungere questi obiettivi è un film “Victory by Any Means”, della durata di 60 secondi, composto da spezzoni video autetentici provengentri dai teatri di guerra di tutto il mondo, che usa la più vieta popuistica retorica politica per guidare lo spettatore lungo un percorso che lo conduce da una visione basata su utopie e idealismi agli incubi umanitari che la realtà genera.
Il film, il più crudo mai realizzato dall’ICRC, è stato realizzato con la collaborazione dell’agenzia DigitasLBI, specializzata in marketing globale e tecnologie connesse, dell’engagement agency Kitcatt Nohr. Diretto da Tom Green (che ha anche girato il celebrato spot “The Most Shocking Second a Day” per Save The Children), questo sessanta secondi è distribuito attraverso al piattaforma Unilad, supportata da attività su Facebbok e altri canali social nella aree di particolare interesse, USA, Europa, America Meridionale, Australia e Africa.
Dopo l’esordio in cui il voiceover e l’eccitante colonna sonora introducono alla visione politica positiva di una nazione più forte e più sicura, il contenuto retorico della narrazione si fa sempre più estremo, mentre l’atmosfera si fa cupa e drammatica. Arrivano infatti sullo schermo le testimonianze video di violazioni della legge umanitaria internazionale: bombardamenti di scuole e ospedali, trattamenti degradanti inflitti ai prigionieri di guerra, uso di armi chimiche. Il film termina sulle immagini delle sofferenze delle persone, il risultato appunto di una “Victory by All Means”, la vittoria ottenuta con qualsiasi mezzo, come ricorda il titolo del film. Alla fine, gli spettatori sono invitati ad approfondire la loro conoscenza della Convenzione di Ginevra su sito dedicato therulesofwar.org.

“I bombardamenti indiscriminati, le deportazioni dei civili, e le violenze sessuali sono diventate notizie quotidiane”, ammonisce Peter Maurer, Presidente dell’ICRC, “ma non dimentichiamo che quando si violano le leggi umanitarie internazionali, tutti noi ne paghiamo il prezzo”.

“Troppo spesso leggiamo di attacchi ai convogli di aiuti alle vittime, della distruzione di ospedali, o dell’utilizzo dello stupro come strategia bellica. Di contro si va diffondendo l’opinione che il rispetto delle leggi internazionali come la Convenzione di Ginevra, in guerra, sia diventato inutile”, conclude Enrique Mestre, Marketing Manager dell’ICRC. “Ancora peggio: la grande maggioranza della gente ignora che cosa prescrivono tali leggi. Invece noi vogliamo comunicare che queste norma proteggono chiunque si trovi coinvolto in un conflitto. Nostro compito è invece ribadire che, anche in guerra, chi comanda ha la responsabilità di impedire le atrocità che il fim presenta. E tutte le altre”.

Credits
Creative agencies: DigitasLBi e Kitcatt Nohr
Executive Creative Directors: Tim Clegg e Scott Holmes
Creatives: Simon Martin e Simon Bosworth
Head of Content: Stuart Aitken
Business Director: Harriet Elsom
Head of Display & Paid Social: Cibelle Michepud
Director: Tom Green
Production company: Stink
Sound design: Mad Planet
Sound mix: Prodigious

 

articoli correlati

ENTERTAINMENT

Nasce il progetto Io Faccio Film, campagna nata per sostenere e valorizzare il cinema italiano

- # # # # #

Nasce il progetto Io Faccio Film, a sostegno del cinema italiano

Per la prima volta in Italia ANICA (Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive e Multimediali), FAPAV (Federazione per la Tutela dei Contenuti Audiovisivi e Multimediali), MPA (Motion Picture Association EMEA) e UNIVIDEO (Editoria Audiovisiva Media Digitali e Online) danno vita al progetto Io Faccio Film, una straordinaria campagna nata per sostenere e valorizzare le professionalità del cinema italiano e gli appassionati della settima arte. Con oltre 170.000 professionisti impiegati, infatti, l’industria audiovisiva italiana ha un valore di circa 14 miliardi di euro e costituisce un’importante risorsa culturale, economica e occupazionale per il nostro Paese. Una preziosa risorsa che va sostenuta, tutelata e rispettata. Per questo Io Faccio Film chiama in campo e si propone di coinvolgere non solo l’industria cinematografica, le istituzioni e gli addetti ai lavori ma anche il pubblico.
Io Faccio Film ha l’obiettivo di mostrare al grande pubblico il lavoro di squadra quotidiano necessario alla realizzazione di contenuti audiovisivi, valorizzando i professionisti e le maestranze che con passione e amore svolgono la propria professione. Perché un film nasce da un’intuizione, una scintilla che piano piano si alimenta di talenti e professionalità diversissime, fino a diventare la storia che ci porterà lontano.
È una magia, che grazie a registi, designer, montatori, controfigure, doppiatori, attori, scenografi, falegnami, elettricisti diventa vera. È un sogno che si costruisce dietro le quinte e davanti alla macchina da presa, con generosità e senza risparmiarsi. Non solo attori e attrici, registi e autori famosi e già noti al grande pubblico, ma anche persone comuni che lavorano con entusiasmo e competenza per la realizzazione di storie incredibili.
Nell’era della difesa dei contenuti digitali, l’amore e il rispetto per il cinema sono spesso messi a dura prova dal morso della crisi economica e della pirateria audiovisiva. Nasce così il desiderio e la necessità di mostrare chi c’è davvero dietro il mondo cinematografico e la realizzazione di un film, quali sono i volti delle persone che lavorano in questo settore.
Io Faccio Film, attraverso una serie di spot video diretti dal regista Marco Spagnoli, dà voce e spazio ai protagonisti che rendono possibile l’incantesimo che si sprigiona ogni volta dal grande schermo, maestranze meno note agli occhi del grande pubblico, ma il cui apporto alla realizzazione di un film è fondamentale per trasformare l’esperienza del set in cinema.
Questa prima edizione di Io Faccio Film vede il coinvolgimento delle seguenti professionalità: stuntwoman, doppiatore, dog trainer, fonico, Integrated VFX Supervisor, parruccaia, compositore, elettricista.

Campagna promossa da: ANICA / FAPAV / MPA / UNIVIDEO
In collaborazione con: Direzione Generale Biblioteche e Istituti Culturali – Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo
Direzione Generale Cinema – Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo
Cinecittà Studios
Technical Partners: Panalight; Polifemo
Media Partners: Ciak; MYmovies.it
Comitato sviluppo della campagna: Federico Bagnoli Rossi (coordinamento) – FAPAV; Daniela Ballarini – UNIVIDEO; Alessandro Caccamo – 20th Century Fox HE; Carlotta Calori – Indigo Film; Luigi De Laurentiis – Filmauro; Arturo De Simone – Warner Bros.
Entertainment Italia; Simone Giorgi – Universal Pictures Int. Italy; Sabine Henssler – MPA; Francesca Lai – FAPAV; Mina Larocca – ANICA; Cristina Morgia – MPA.
Regia: Marco Spagnoli
Con la partecipazione di: Cinzia Alchimede – Fonico
Arianna Chiàppara – Parruccaia
Leonardo Cruciano – Integrated VFX Supervisor
Federica Della Martira – Stuntwoman
Roberto Pedicini – Doppiatore
Massimo Perla – Dog Trainer
Pivio – Compositore
Michele Scotto D’Abbusco – Elettricista
Credits
Paolo Monaci Freguglia – Produttore esecutivo; Cosimo Cane – Direttore di produzione; Niccolò Palomba –
Direttore della fotografia; Stefania Girolami – Aiuto regista; Tommaso Cane – Operatore; Jacopo Reale –
Montaggio; Clara Hopf – Trucco; Federico Tummolo – Fonico di presa diretta; Vito Calabrese – Assistente
operatore; Michele Scotto D’Abbusco – Elettricista; Marco Castellano – Macchinista; Giulia Massaccesi –
Attrezzista; Valeria Larocca – Video Assist; Max Di Carlo – Musica; Pivio – Musica; Gianluca Mazzanti – Fotografo
di scena; Antonino Castiglione – Trasporti.
La creatività è firmata dall’agenzia Qmi
Giovanni Cova – Presidente; Simona Angioni – Direzione Creativa e Copywriter; Tino Finocchiaro, Sabrina De
Bella – Art Directors; Valerio Porcelli, Andrea Guetta – Digital Strategy; Giulia Scoto – Account manager; Agata
De Laurentiis – Mediapartners; Arianna Monteverdi – Ufficio stampa.

articoli correlati

MEDIA

Acqua Dolomia va al cinema con il nuovo film di Ivan Cotroneo “Un bacio”

- # # # # #

Acqua Dolomia protagonista nel film Un bacio

Acqua Dolomia arriva al cinema con una nuova operazione di product placement: il gruppo è protagonista in “Un bacio“, il nuovo film di Ivan Cotroneo, prodotto da Indigo Film e Titanus con Rai Cinema, con la collaborazione della Film Commission del Friuli Venezia Giulia, in uscita il 31 marzo distribuito da Lucky Red.

L’adolescenza, l’amicizia, l’intolleranza, ma anche il bullismo e l’omofobia sono gli importanti temi affrontati nel film Un bacio, tratto dall’omonimo libro di Cotroneo. Protagonisti della pellicola sono tre ragazzi di Udine, interpretati dai giovanissimi Rimau Grillo Ritzberger, Valentina Romani e Leonardo Pazzagli.

“Per Acqua Dolomia la presenza in questo film è un’ulteriore occasione per arricchire l’esperienza nel cinema nazionale, promuovendo, allo stesso tempo, un forte legame con il Friuli che fa da sfondo alla pellicola” dichiara l’amministratore delegato di Acqua Dolomia Gilberto Zaina. “Si tratta di un’importante operazione di product placement che porterà la qualità e il design di Acqua Dolomia nel film di Cotroneo, da sempre protagonista di grandi successi”.

Questa operazione rappresenta un ulteriore e significativo traguardo per l’azienda friulana, già presente con il suo prodotto in famosi film italiani e costantemente impegnata a sostenere iniziative culturali, d’arte e sportive legate al Friuli e a tutto il territorio italiano.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Minions invadono Milano: l’idea QMI e Universal Pictures per il lancio dvd del famoso film

- # # # # #

I Minions invadono Milano nella nuova campagna QMI e Universal Pictures

Universal Pictures Italia sceglie l’idea creativa di QMi e Milano per lanciare l’uscita de I Minions in DVD e BluRay (10 Dicembre).

Il 12 dicembre, un esercito di Minions ha invaso le vie del centro meneghino: cattivissimi come sempre, sono stati posizionati sulle ruote delle auto come delle ganasce, con l’idea di bloccare le automobili e gli scooter parcheggiati.

Un’operazione di guerrilla marketing che si è fatta notare, catturando l’attenzione dei passanti e diffondendosi sui social, perché nessuno si perdesse l’appuntamento in DVD e BluRay con i celebri personaggi gialli.

 

CREDITS
Direzione creativa: Paolo Lentini, Simona Angioni
Copywriter: Simona Angioni
Art Director: Tino Finocchiaro
Account: Elena Casolo Ginelli, Chiara Guglielmini

articoli correlati

MEDIA

Gianluca Mech al cinema con “Loro chi?”, un product placement per la dieta tisanoreica

- # # # # #

Gianluca Mech si trova davanti a una platea di ascoltatori per spiegare loro il funzionamento e i benefit della sua dieta. Niente di strano, se non fosse che questa volta non si tratta di un momento della vita quotidiana del manager, ma di una sua presenza nel film “Loro chi?” in uscita nelle sale il 19 novembre.
Un particolare caso di product placement “non convenzionale”, dunque, dato che è lo stesso Gianluca Mech ad essere protagonista in una scena del film e non uno dei suoi prodotti. Tale operazione è stata gestita dall’agenzia Top Time, guidata da Paolo Tenna. Con la sua dieta Gianluca Mech ha conquistato negli anni attori e attrici, cantanti e produttori cinematografici che grazie alla sua consulenza hanno ritrovato e mantenuto la forma fisica ideale, sia in Italia che all’estero.
Spesso in televisione o protagonista di feste ed eventi ripresi sulla rete e sui social network, Gianluca Mech è un personaggio a tutti gli effetti, riconosciuto e amato dal pubblico. Naturale quindi che abbia scelto di portare avanti questa collaborazione con il mondo del cinema, che lo vede interpretare se stesso in una scena chiave nella storia di David (Edoardo Leo) e Marcello (Marco Giallini), protagonisti del film.
Regia di: Francesco Miccichè e Fabio Bonifacci
Cast: Marco Giallini, Edoardo Leo, Maurizio Casagrande, Ivano Marescotti, Catrinel Marlon
Lisa Bor, Christian Ginepro, Giampiero Judica, Mimmo Mancini, Pippo Lorusso, Alice Torriani,
Enzo Paci, Patrizia Loreti, Antonio Catania, Susy Laude
Prodotto da: Roberto Sessa
Data d’uscita: 19 novembre 2015

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Marco Gentile firma “Yazawa” per il lancio della Nissan Leaf, di Rsa Films. La creatività è di Tbwa

- # # # # # # #

Marco Gentile (nella foto) firma un film emozionale per la casa automobilistica giapponese Nissan. Il commercial, realizzato per la nuova Nissan Leaf, è stato realizzato in due versioni, rispettivamente dedicate al mercato giapponese e quello americano. La casa di produzione è la RSA Films, di proprietà di Ridley Scott, con base a Los Angeles con la quale Marco Gentile collabora dall’inizio del 2015. Il film vanta anche la presenza di un direttore della fotografia del calibro di Philippe Le Sourde, nominato all’Oscar nel 2013 per il film “The Grandmaster”. La creatività è di TBWA.
“Questo lavoro ha prodotto un risultato di grande livello, è la giusta sintesi tra sogno e realtà”, spiega Marco Gentile. “Lavorare in contesti così differenti tra America, Italia e Europa mi sta facendo scoprire tanto, i differenti paesi offrono risorse e location così diverse e tutte così straordinarie, che le idee creative da sviluppare sono sempre di più. Il mio percorso è sempre più ricco e spero di continuare così”.
Il film racconta il percorso di un viaggio mentale che ripercorre il quotidiano della nostra vita, realizzato attraverso immagini particolarmente suggestive e ricche di emozioni, che può cambiare radicalmente grazie all’auto con cui la stiamo percorrendo. Le scene sono state girate tra Tokyo e Los Angeles.

articoli correlati