BRAND STRATEGY

Rai Pubblicità e Festival di Sanremo 2019: un’offerta crossmediale e fuori dagli schermi. In diretta su Rai1 e Radio2

- # # # #

Rai Pubblicità - Sanremo

La nuova formula Baglioni prevede per la 69ª edizione del Festival di Sanremo un’unica competizione, senza distinzioni di categoria. La kermesse, preceduta dal contest pre-natalizio “Sanremo Giovani”, quest’anno consentirà a due artisti esordienti di accedere direttamente al concorso di febbraio accanto ai 22 big selezionati dalla commissione musicale.

Dal 5 al 9 febbraio cinque prime serate, in diretta su Rai1 e Radio2, per una gara unica: i 24 brani finalisti che debutteranno all’Ariston concorreranno alla pari per aggiudicarsi il titolo.

Dopo la prima esibizione di tutti gli artisti in gara nell’arco della serata inaugurale, sarà previsto un secondo ascolto dei brani, suddivisi in due gruppi, nelle giornate di mercoledì e giovedì. Il venerdì il consueto appuntamento con la serata dei duetti che vedrà i 24 artisti affiancati da un ospite, italiano o internazionale, per eseguire un ri-arrangiamento del brano in concorso. Al sabato il gran finale con l’ultima esibizione di tutti gli artisti in gara, prima di decretare il vincitore della 69ª edizione del Festival di Sanremo.

Ma la rivoluzione Baglioni non finisce qui. Il Festival quest’anno durerà di più, grazie alla concertazione di tv, radio e digital e all’immenso sforzo produttivo della Media Company Rai che porterà il Festival dentro e fuori il Teatro dell’Ariston con le anteprime dal Casinò di Sanremo, le dirette dal red carpet, numerosissime iniziative sul territorio e i live dal Santa Tecla.

L’offerta di Rai1

A Rai1, tv e digital, è affidato un inedito percorso di avvicinamento con gli appuntamenti del Prima Festival che anticipano e accompagnano la kermesse per vivere l’atmosfera del Festival un mese prima. Anticipazioni, interviste, dirette social, dietro le quinte e il red carpet dell’evento hollywoodiano della musica italiana.
Dopo ciascuna serata, l’appuntamento con la musica prosegue al DopoFestival su Rai1, in diretta dal Casinò di Sanremo, per i commenti a caldo e l’esibizione e l’approfondimento dei protagonisti, seguito dall’Aftershow, il collegamento social, live dal Forte Santa Tecla, per i commenti più irriverenti che hanno scaldato la Rete durante il Festival.

L’offerta di Radio 2

A Radio 2, voce ufficiale della kermesse, è affidato il compito, a partire da gennaio, di accendere i riflettori sui protagonisti del Festival e la loro musica, regalandoci contenuti e iniziative esclusive, con oltre 100 ore di trasmissione e la presenza on air e on field grazie alle dirette dal truck posizionato accanto all’Ariston e i live di Radio 2 Intheclub dal Forte Santa Tecla.

Un appuntamento sempre più ambito dagli inserzionisti pubblicitari

Il 2018 si è chiuso carico di successi con numeri veramente da capogiro. La share del Festival, pari al 52,3%, ha registrato il record degli ultimi 13 anni migliorando di quasi 10 punti l’affinità anche sui segmenti più giovani, come i 15-24 anni. Molto bene anche i programmi di approfondimento che arricchiscono l’evento con quasi 6 mio di ascolto medio per l’Anteprima Festival e quasi il 40% di share nel Dopo Festival. Performances impressionanti anche per il digital con 32 milioni di interazioni social.

In termini di comunicazione l’eccellenza del Festival di Sanremo è capace di unire la quantità, con oltre 9,5 milioni di ascolto nel break medio su Rai1 e 720.000 sui break di Radio2, alla qualità, con un indice di gradimento oltre il 90%, un profilo valoriale altamente distintivo e un’elevata propensione al consumo. Tutti aspetti ben noti agli investitori pubblicitari che nel 2018 sono cresciuti del 6%.

Dopo un 2018 che aveva confermato le tariffe dell’anno precedente, per il 2019 è prevista una crescita del listino tv del 5%. La tabellare è venduta a singola posizione su Rai1 e a striscia sulla ribattuta delle 5 serate su Rai Premium. Le iniziative speciali si acquistano invece in abbinata sui due canali per le 5 serate.

La radio prevede moduli di AdPoint in posizione di rigore, sia in abbinata ad un percorso di avvicinamento già a partire dal 6 gennaio, che nelle sole serate del Festival, e, ovviamente, anche moduli di tabellare impaginati durante la settimana di Sanremo, quando l’intero palinsesto di Radio2 ospiterà i protagonisti del Festival con anticipazioni e rubriche ad hoc.

Anche l’offerta digital video ha declinazioni diverse definite dalla copertura dei contenuti di Sanremo presenti sia sulle properties Rai che sui canali Rai in syndication, YouTube e Msn.

articoli correlati

MEDIA

Radio Italia in diretta contemporanea radio e video da “Fuori Sanremo by Lancôme”

- # # #

Radio Italia

Radio Italia si prepara a festeggiare il traguardo dei 30 anni consecutivi di dirette da Sanremo. Dal 6 al 10 Febbraio trasmetterà in contemporanea radio e video da “Fuori Sanremo by Lancôme”, location allestita presso il Grand Hotel De Londres, per seguire la 68ma edizione Festival della Canzone Italiana. Gli studi sono stati inaugurati Domenica 4 Febbraio con un esclusivo party, in collaborazione con Real Time e realtime.it e Vanity Fair, che ha visto la presenza di tutti i protagonisti del Festival 2018. Presente anche il sindaco di Sanremo Alberto Biancheri che ha riconosciuto a Mario Volanti un’onoreficenza della Città di Sanremo per i suoi 30 anni di dirette radiofoniche per il Festival.

Mario Volanti, Editore e Presidente Radio Italia: “È con grande soddisfazione che raggiungiamo quest’anno il traguardo di trent’anni di dirette dal Festival di Sanremo. La prima trasmissione fu nel 1988: eravamo all’Hotel Lolli, le tecnologie a disposizione erano quelle di 30 anni fa: sembra semplice oggi fare un collegamento, ma allora era veramente qualcosa di complicato. Aver tagliato questo ulteriore traguardo è sicuramente emozionante e ci fa guardare indietro con orgoglio, pensando a tutta la strada che è stata percorsa in tutti questi anni. Grazie a chi ha fatto il primo collegamento e grazie a chi è al lavoro per seguire quest’ultima edizione del Festival: un evento che celebra la musica italiana e che è nel DNA di Radio Italia”.

Tutte le trasmissioni saranno visibili anche in streaming audio e video sul sito radioitalia.it che si arricchirà per l’occasione di news, gallery fotografiche e video dedicati. Numerose le attività social: sulle pagine ufficiali dell’emittente Facebook, Twitter, Instagram dirette e tanti contenuti esclusivi.

Il palinsesto di Radio Italia dedica alla kermesse anche spazi come il “Toto Sanremo”, appuntamento riservato agli ascoltatori che giocheranno ad indovinare i vincitori del Festival, il cui super premio finale sarà un vouucher per un viaggio in Sardegna per due persone offerto da Settemari, Le interviste con i vincitori 2018 e alcuni esclusivi live andranno in onda la settimana successiva alla kermesse. Radio Italia è partner della compilation ufficiale di Sanremo 2018 edita da Sony Music talia.

Sono tanti e prestigiosi i partner al fianco di Radio Italia in questo anno speciale.
Naming Sponsor: Lancôme. Official sponsor: Disney Italia con “Mary Poppins”. Official sponsor: Fassi Gru. Official sponsor: Fujitsu Climatizzatori. Official sponsor: Gruppo San Donato. Official sponsor: Sisal Matchpoint. Media partner: Real Time. Media partner Vanity Fair. Partner tecnico: Bortolin Angelo Spumanti. Partner tecnico: DiDesign by Corsini. Partner tecnico: Luciano Barachini. Partner tecnico: Settemari.

Marco Pontini, Direttore Generale Marketing e Commerciale Radio Italia: “Siamo orgogliosi di avere al nostro fianco, in questo anno speciale per Radio Italia, tanti prestigiosi partner che hanno scelto di condividere con noi tutte le emozioni che solo il Festival riesce a trasmettere. L’interesse verso le nostre attività a Sanremo non è mai stato così alto: con soddisfazione ritroviamo brand come Lancôme, che è per il secondo anno consecutivo naming sponsor della nostra location, e diamo il benvenuto a nuovi amici che per la prima volta vivranno con noi i giorni della kermesse. Con ognuno di loro abbiamo sviluppato progetti ad hoc mettendo a disposizione tutta la nostra esperienza”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

L’innovazione digitale di TIM al Festival di Sanremo 2018. Mina di nuovo protagonista degli spot

- # # # # # #

Festival di Sanremo

Il Festival di Sanremo è pronto a partire. Domani, martedì 6 febbraio, si accenderanno le luci rosse delle telecamere di Rai 1 e si apriranno i microfoni di Radio 2 per dare vita a un sogno collettivo che si rinnova da 68 anni.

È un Festival che si annuncia con interessanti novità pur rimanendo all’interno della tradizione. Dopo gli ultimi tre anni firmati magistralmente da Carlo Conti avremo un inedito Claudio Baglioni nel ruolo di presentatore e direttore artistico dell’evento, ma non sarà solo. Il cantautore romano verrà infatti affiancato da due volti del cinema e dello spettacolo noti al grande pubblico, il bravo attore Pierfrancesco Favino e la bella Michelle Hunziker.

TIM si conferma per il secondo anno sponsor unico del Festival di Sanremo, la sua presenza sarà totale e trasversale sui mezzi Tv, Radio, Cinema e Digital con spot dai 15 ai 120 secondi, sovraimpressioni, product placement nel prima e dopo Festival, presenza adv nel sito di Rai Play e nel sito ufficiale del Festival e attività di social network come l’hashtag Twitter brandizzato.

Mina ritorna protagonista d’eccezione con un’originale “Opera Digitale Intergalattica in V atti”, uno spot speciale che accompagnerà i telespettatori durante le serate del Festival regalando crescenti sorprese; un nuovo spettacolo nello spettacolo che anche quest’anno arriverà “live” sul palco del Teatro Ariston nella serata finale. Uno show “stellare” per raccontare la potenza della rete superveloce di TIM, che vede Mina al comando di un’astronave interspaziale avvicinarsi alla Terra in cerca di connessione, accompagnata da euforici robot che danzeranno durante il viaggio al ritmo di “Another Day of Sun” insieme al ballerino JSM.

Inoltre, durante la serata finale di sabato 10 febbraio sarà TIM a premiare sul palco dell’Ariston il brano più ascoltato su TIMMUSIC, l’app dello sponsor dedicata alla musica in streaming.

Infine, TIM sarà presente all’interno del Forte Santa Tecla dove si replicherà anche quest’anno la settimana di eventi organizzata da Rai Pubblicità con gli ospiti e i protagonisti della manifestazione dove sarà organizzato uno showcase esclusivo dedicato a TIMMUSIC: interviste agli artisti in gara che andranno in diretta Facebook sul profilo ufficiale del Festival e Dj-Set targati Radio2 per l’intrattenimento degli ospiti di Rai Pubblicità, mentre in una delle sale del Forte verrà allestita la TIM Data Room in cui la unit di TIM analizzerà i dati digital sul Festival provenienti dalla rete e i trend legati agli argomenti delle giornate, agli ospiti e ai conduttori, nonché le opinioni espresse dal Web sullo spettacolo.

Il Forte Santa Tecla, situato nei pressi del porto vecchio di Sanremo, sino a pochi anni fa era utilizzato come carceri giudiziarie ma, dopo essere stato assegnato alla Sovrintendenza ai Beni Ambientali e Culturali della Liguria, è diventato uno spazio polifunzionale culturale per la città.

“Ringraziamo il Comune di Sanremo e il Polo Museale della Liguria che ne hanno consentito nuovamente l’utilizzo dopo il successo dell’edizione 2017” – afferma Lucia Lini, Direttore Area Iniziative Speciali di Rai Pubblicità. “Con la nostra attenta regia, verrà creata all’interno del Forte un’atmosfera particolarmente suggestiva grazie a un arredamento dal design esclusivo, effetti di luce studiati per la particolare location e un’attenta mise en place. Il tutto per dare la migliore accoglienza ai nostri ospiti che animeranno le vie di Sanremo durante il Festival. Insomma, ogni momento della giornata avrà una propria identità e un proprio stile attraverso un palinsesto giornaliero ricco e articolato sul terreno dell’intrattenimento musicale e culturale a cura di Radio2, Rai1, Rai Digital, Direzione Comunicazione Rai e TIM”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Super Bowl, Olimpiadi, Mondiali di calcio e… Sanremo: quando l’evento è la pubblicità

- # # # #

Super Bowl

Ci sono appuntamenti fissi, in cui gli spot hanno un potere magico: non interrompono la storia, ma ne fanno parte. E tutti vogliono esserci.

“Solo in America le persone possono essere eccitate per gli adv come per la partita”. Stephen King, lo scorso 5 febbraio, su Twitter si esprimeva così. Si riferiva all’evento sportivo dell’anno in Usa, il Super Bowl, ma si sbagliava, almeno riguardo al fatto che questo avvenga solo in America. Secondo i dati di MAGNA, la unit di intelligence del gruppo IPG Mediabrands, si prevede una crescita del mercato pubblicitario globale del +5,2% nel 2018: un’accelerazione rispetto al 2017 che è legata soprattutto alla presenza di importanti eventi ciclici (Coppa del Mondo FIFA, Olimpiadi invernali, elezioni di metà mandato negli Stati Uniti). Questi eventi genereranno 5 miliardi di dollari di spesa pubblicitaria incrementale. La spesa totale in pubblicità raggiungerà i 535 miliardi di dollari nel 2018, 195 miliardi negli Usa, record di sempre.

L’emblema di questo fenomeno è il Super Bowl, l’ultima partita di campionato di National Football League (NFL) durante la quale, da tradizione, ciò che conta sono tre elementi: il risultato della partita, l’artista che intona l’inno e l’intermezzo dedicato alla pubblicità. Nel corso del 51esimo Super Bowl, che si è disputato il 5 febbraio 2017 a Houston, in Texas, a un quarto d’ora dalla fine gli Atlanta Falcons erano in vantaggio per 28 a 3, per poi perdere 28 a 34 contro i New England Patriots, protagonisti di una rimonta senza precedenti. Un esito eccezionale che non è bastato a oscurare l’halftime show, il mini concerto che si tiene nell’intervallo con la pubblicità a contorno, protagonista Lady Gaga. Show durante il quale le aziende fanno a gara per accaparrarsi uno spazio temporale per veicolare, insieme ai propri prodotti/servizi, anche messaggi sociali o politici – la parità dei generi, un rimando al muro di Trump, quest’anno persino censurato. E per farlo investono massicciamente – si parla di 5 milioni per 30 secondi – realizzando veri e propri cortometraggi diretti da registi di Hollywood (i fratelli Coen per Mercedes, sempre per restare all’ultima edizione) e interpretati da vere star (Lady Gaga per Tiffany, Justin Bieber per T-Mobile, Melissa McCarthy per Kia).

Il Super Bowl non è dunque solo uno degli eventi sportivi più importanti del mondo ma anche l’avvenimento pubblicitariamente più rilevante in assoluto. Nike, Volkswagen, Sony, Doritos, Apple, Coca Cola, Pepsi, Budweiser, solo per fare qualche nome: chi non compare e c’è sempre stato, si nota quasi quanto chi non ha mai avuto accesso a questo Olimpo. E chi produce questi spot che parlano alla parte emotiva del pubblico gode di vantaggi enormi, anche se non necessariamente tangibili nell’immediato, riuscendo a emergere dalla massa.

Succede in tutti gli eventi ricorrenti. Chi non ricorda lo spot emozionante di Procter & Gamble per le Olimpiadi 2016? Dedicato alle mamme e alla forza e alla fiducia che hanno saputo infondere nei loro piccoli campioni. Terzo episodio di una vera e propria saga, partita nel 2012 e che ha fatto tappa anche a Sochi nel 2016, con i giochi invernali, per veicolare il messaggio che senza l’aiuto dei loro genitori gli atleti non avrebbero mai potuto competere per una medaglia.

Johnson & Johnson, sponsor ufficiale healthcare del Mondiale 2014, aveva invece sviluppato una creatività dedicata al valore della protezione, che raccontava come “Dietro una grande vittoria c’è sempre una grande difesa”, ben rappresentata dalle parate di Gigi Buffon.

O lo spettacolare cortometraggio The Last Game, lanciato da Nike per spiegare il suo concetto di calcio in occasione degli ultimi mondiali, in cui rischiare è meno pericoloso che giocare sicuro. A coronamento di una campagna che aveva coinvolto tutti i grandi nomi del calcio: Cristiano Ronaldo, Neymar Jr., Wayne Rooney, Zlatan Ibrahimović, Gerard Piqué, Gonzalo Higuaín, Mario Götze, Eden Hazard, Thiago Silva, Andrea Pirlo, David Luiz, Andrés Iniesta, Thibaut Courtois, Tim Howard sull’headline “Risk everything”.

Cosa succede invece in Italia? La spesa pubblicitaria aumenterà del 2,1% nel 2018, sempre secondo le stime di Magna, nonostante l’esclusione dell’Italia dal Campionato del mondo di Calcio. E ad essere eccezionale nel Mondiale di quest’anno non è solo il fatto che gli azzurri resteranno sul divano, ma anche che le partite della Coppa del Mondo saranno trasmesse in chiaro sui canali Mediaset, grazie ad un accordo di esclusiva senza precedenti per la TV commerciale free nel nostro Paese.

Per la TV, che è il mezzo che tipicamente trae maggior beneficio dall’evento sportivo, si stima un 2018 a +1,3%, più contenuto rispetto al forecast iniziale (+2.3%). Il Digital crescerà ancora attestandosi ad un +7% confermandosi come importante traino per il mercato dell’adv. Per gli altri mezzi si stima un calo complessivo del 4% circa.

Un evento italiano ricorrente che, fatte le dovute proporzioni, ha logiche simili a quelli internazionali di cui abbiamo parlato finora è a buon diritto il Festival di Sanremo.
Nell’edizione 2017 il Festival ha superato il 50% di share media, con un totale di 37 milioni interazioni sui social, indice di un’attenzione ed un coinvolgimento verso questo grande evento nazionale senza rivali.

a cura di Carlo Messori, General Manager UM – Universal McCann Italia

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Petti torna on air durante il Festival di Sanremo con Aldo Biasi Comunicazione

- # # # #

Petti

Il Gruppo Petti torna on air su televisione, radio e stampa con la campagna #iltoscanochecigarba! durante il Festival di Sanremo e lo fa rivisitando per l’occasione la propria creatività con il supporto della Aldo Biasi Comunicazione.

“Felici dei risultati raggiunti lo scorso anno con la pianificazione pubblicitaria nel periodo del Festival della Canzone Italiana, anche quest’anno abbiamo deciso di investire in comunicazione, pianificando sulle reti Rai il nostro spot TV con protagonista Paolo Ruffini affiancato da Ariadna Romero e Cristina Marino”, dichiara Pasquale Petti, AD dell’omonimo Gruppo e continua. “Quest’anno abbiamo deciso di declinare la nostra nuova campagna pubblicitaria con lo slogan “Seratina sanremese? Se c’è Petti ci Garba!” creando una ADV stampa dedicata al Festival che veicoleremo attraverso l’hashtag #seratinasanremese: idealmente la love story nata fra i personaggi dello spot TV continua e la nostra coppia decide di guardare Sanremo gustando insieme uno spaghetto al pomodoro Petti”.

La pianificazione 2017 si arricchisce con un’importante pianificazione radiofonica, racconta Pasquale Petti: “La vera novità di quest’anno è rappresentata sicuramente dallo spot Radio, in due tagli da 30” e 10”: lo abbiamo realizzato grazie alle voci degli speaker Tamara Fagnocchi e Massi Rossi, con la collaborazione di RTL 102.5, emittente radio su cui lo spot va in onda da sabato 4 febbraio”.

“In questa prima parte del 2017 abbiamo incrementato i nostri investimenti del 25% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Abbiamo scelto posizionamenti di rigore per le nostre creatività: durante il Festival su Rai 1 ad esempio lo spot aprirà tutte le sere il break delle 21,45”, continua Petti. “D’altronde il nostro impegno non poteva essere diverso: proprio qualche giorno fa è uscito il primo libro di Peppe Vessicchio, storico direttore d’orchestra, a oggi ancora il grande assente di Sanremo 2017, dal titolo “La musica fa crescere i pomodori”, pertanto ci auguriamo idealmente che la nostra azienda possa crescere anche grazie all’importante pianificazione durante il Festival della Canzone Italiana”.

articoli correlati

MEDIA

Il piccolo coro dell’Antoniano aprirà la terza serata del Festival di Sanremo

- # # #

Coro dell’Antoniano

Ad aprire la terza serata del 67° Festival di Sanremo sarà il Piccolo Coro “Mariele Ventre” dell’Antoniano di Bologna, diretto da Sabrina Simoni con un medley dei più famosi brani dello Zecchino d’Oro, per celebrare la 60° edizione della rassegna per bambini che si terrà a novembre 2017.

Il nuovo anno del coro bolognese di voci bianche si apre all’insegna di due momenti. Il rientro dal secondo tour in Cina, che ha visto 8 spettacoli sold out e 10.000 biglietti venduti tra Shanghai e Pechino, e l’opportunità di calcare per la prima volta nella sua storia il palco del Teatro Ariston, dove da 67 anni si svolge la manifestazione canora che ha in parte ispirato lo Zecchino d’Oro, tanto da valergli l’appellativo di “Sanremo dei Piccoli”.

Tra i big in gara quest’anno molti hanno già incontrato il Piccolo Coro, da Al Bano a Bianca Atzei, da Elodie a Francesco Gabbani: speriamo che questo possa essere l’inizio di nuove e stimolanti collaborazioni.

articoli correlati

MEDIA

Nanopress al Festival di Sanremo

- # # # #

Nanopress

Per il terzo anno consecutivo Nanopress, testata di punta del gruppo Trilud, sarà presente al 66° Festival di Sanremo, per raccontare la kermesse con uno stile inedito fatto di rubriche video, interventi ironici e interviste irriverenti.

Tre i giornalisti inviati di Nanopress.it: Alice Penzavalli, redattrice di costume e spettacoli oltre che volto di Televisionando, sarà affiancata da due colleghi della redazione, Simona Buscaglia e Diego Barbera.

La videorubrica “Chitarre e lustrini” coglierà le due differenti anime della manifestazione: l’aspetto più televisivo e pop della kermesse contro il lato più disincantato e rock.

A caccia dello scoop!” ironizzerà invece sull’affannosa e costante ricerca di scoop ed esclusive spesso inconsistenti e che vedrà protagonista la gente comune nel commentare queste non-notizie.

L’anatema del Festival” ospiterà ogni giorno i pronostici di una persona comune e allo stesso tempo originale sui possibili eliminati e vincitori.

Altra novità per quest’anno sarà la postazione “on the road”: una vettura Peugeot, brandizzata con i colori della testata, diventerà il set di interviste e commenti con personaggi, cantanti e gente comune.

Non mancheranno inoltre le interviste più istituzionali ai cantanti, agli ospiti e agli addetti ai lavori, i commenti con il resoconto delle serate al termine di ogni giornata, la cronaca day by day, news in tempo reale.

“In un evento come quello sanremese – dichiara Silvia Ballante, direttrice editoriale di Trilud – dove predomina un surplus di informazioni e di copertura mediatica spesso standardizzata, abbiamo deciso di distinguerci con un racconto del Festival dal tono non convenzionale e scanzonato, che però non prescinda dall’informazione puntuale e istituzionale ma più rapida, attenta e veloce possibile, come ormai richiesto dagli utenti e dai lettori digitali di oggi”.

http://www.nanopress.it/spettacoli/festival-di-sanremo/

articoli correlati

MEDIA

Sanremo 2016, sul palco dell’Ariston con Twitter

- # # # #

A pochi giorni dall’inizio del 66esimo Festival di Sanremo, Twitter ricorda che sarà possibile vivere ancora più da vicino l’emozione della kermesse dal punto di vista dei protagonisti con indiscrezioni, commenti a caldo, momenti di backstage. Ecco una lista degli account e degli hashtag ufficiali da seguire in occasione del Festival della Canzone Italiana, per non perdersi nemmeno un dettaglio di uno degli appuntamenti più amati – e twittati – d’Italia.

Sanremo 2016: account ufficiali, liste e hashtag
L’account Twitter ufficiale del Festival è @SanremoRai. L’evento verrà trasmesso in diretta su @RaiUno.
L’hashtag ufficiale invece è #Sanremo2016, ma molti Tweet potrebbero anche essere pubblicati con #Sanremo. Per seguire e commentare il Dopo Festival sarà possibile utilizzare #DopoFestival.

I big in gara: Elio e Le Storie Tese, Noemi e Arisa i più seguiti
La curiosità per i brani che si sfideranno durante il Festival è alle stelle. Intanto, per ingannare l’attesa, è possibile seguire su Twitter gli account dei big in gara alle prese con gli ultimi preparativi. In particolare, tra i protagonisti più seguiti, svettano Elio e Le Storie Tese (402.000 follower), Noemi (392.000 follower) e Arisa (372.000 follower).

Le nuove proposte
Chi invece è curioso di conoscere meglio i talenti nella categoria nuove proposte può seguire i loro account Twitter per scoprire le personalità di questi artisti emergenti che calcheranno il palcoscenico dell’Ariston.

Un suggerimento in più
Per prepararsi al meglio all’evento, è possibile servirsi delle liste, che consentono di seguire più facilmente gli account Twitter che sono di maggiore interesse, creando un flusso dedicato di Tweet. E’ possibile creare la propria lista oppure iscriversi ad una lista esistente. E’ possibile usare le liste per scoprire le reazioni e le dichiarazioni dei protagonisti di un evento, così come vedere che cosa si sta twittando sull’argomento.
Sull’account TwitterItalia sono già disponibili la lista dei big qui e quella delle nuove proposte qui.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

I Salumi Pasini sponsorizzano Casa Sanremo con la collezione speciale dello chef Oldani

- # # # #

Salumi Pasini annuncia la collaborazione con Radio 105, Radio Monte Carlo e Casa Sanremo, l’hospitality ufficiale del Festival della Canzone Italiana, che dall’8 al 14 febbraio al Palafiori di Sanremo accoglierà gli ospiti e gli artisti protagonisti del Festival.
Sarà così possibili degustare l’intera gamma nella lounge di Casa Sanremo, dai Salumi della Tradizione alla collezione speciale Salumi Pasini – nata dalla collaborazione con lo chef stellato Davide Oldani, oltre ad essere utilizzati durante alcuni showcooking ed essere i salumi ufficiali di tutti i momenti gourmet dell’hospitality del festival.

“Siamo felici di sponsorizzare per la prima volta Casa Sanremo e di essere presenti ad un evento così significativo per l’Italia. Il Festival di Sanremo fa parte del patrimonio culturale e sociale del nostro paese ed è da sempre sinonimo di eccellenza nel campo del canto e dell’intrattenimento. La stessa eccellenza Made in Italy che perseguiamo noi di SALUMI PASINI e per la quale il Festival di Sanremo rappresenta un connubio di valori perfetto con il nostro brand” affermano Andrea e Filippo Pasini, rispettivamente responsabile commerciale e della produzione del marchio.

“E’ per noi un onore iniziare una collaborazione di questo genere, la prima che ci lega al mondo della musica, nell’intento di farci promotori di tutto quello che è italianità e eccellenza nel mondo in tutti i campi” afferma Daniela Pasini, curatrice dell’immagine del brand.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Lozza on air con una nuova campagna durante il il 65° Festival di Sanremo

- # # # # #

Parte domani la 65° edizione del Festival di Sanremo, e Lozza, brand di proprietà del gruppo De Rigo, player nel settore dell’occhialeria, si prepara al suo debutto sanremese con un cortometraggio che sarà on air proprio nella giornata di debutto del famoso Festival.

Da sempre vicino al mondo della musica e dello spettacolo, Lozza vanta la recente collaborazione con il famoso talent show musicale X Factor, vinto nel 2014 proprio da Lorenzo Fragola, al suo debutto tra i big di questa edizione del Festival della Canzone. Molti poi sono i personaggi di spicco del panorama sonoro che nel tempo hanno scelto di indossare Lozza come Enrico Ruggeri, Iannacci, Jovanotti e testimonial ufficiali altrettanto conosciuti come Marco Mengoni (vincitore dell’edizione del Festival nel 2013) e Mika. In particolare con Mika, la popstar internazionale che ha debuttato in Italia proprio al Festival di Sanremo nel 2007, il brand Italiano Lozza, messaggero dell’eccellenza del made in Italy nel mondo e dall’anima dichiaratamente vintage, aveva dato vita ad una collaborazione su più livelli, con l’artista impegnato nella duplice veste di stilista e testimonial per il brand. Marchio di occhiali più antico in Italia dal 1878, Lozza ancora oggi con le sue interpretazioni originali dallo stile vintage chic, fa dello stile italiano e dell’eleganza i suoi valori chiave, assicurati anche dalla sapiente lavorazione artigianale di materiali e forme.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

A Sanremo continuano le avventure di Carletto, il camaleonte della Findus

- # # # # #

Più di 264mila utenti che hanno visto il post della hit “Hai capito il piccoletto”, più 11mila i fans che l’hanno ascoltata per un totale di 46mila  interazioniin appena due settimane, raggiungendo oltre 3 milioni di persone in meno di 7 giorni. Sono questi i numeri del progetto Carletto a Sanremo, ideato da Havas Worldwide Digital Milano per il brand Findus in occasione della 64esima edizione del Festival di Sanremo.
Carletto dopo l’esclusione ha deciso di fermarsi a Sanremo e di continuare la sua avventura: il testimonial del brand Sofficini sta realizzando il videoclip della sua canzone per il web e per la sua pagina Facebook, come le più grandi star! Il camaleonte, durante le giornate del Festival, anima inoltre le vie della città di Sanremo, ha sfilato sul red carpet dell’Ariston e con la sua verve coinvolge il pubblico in un divertente ed estemporaneo karaoke.
Attività di in-store activity in alcuni punti vendita della città inoltre celebreranno Carletto e il suo “quasi” talento l’ultimo giorno del Festival con isole personalizzate e materiali e gadgets personalizzati dedicati al camaleonte. I clienti più fortunati potranno incontrare Carletto “in persona” e intonare insieme a lui il tormentone … Hai capito il piccoletto.
L’imperdibile avventura di Carletto, il cui progetto è stato realizzato da, rientra in un piano di comunicazione più ampio che vede Findus sponsor del Festival di Sanremo e inoltre protagonista delle cinque serate con spot dedicati all’evento, tra cui Carletto che delizia il suo pubblico con un divertente spot tv canoro da 10’’.
Festival, sei avvisato: Carletto è ancora lì!
https://it-it.facebook.com/Carlettosonoio

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Anche Carletto e i sofficini Findus salgono sul palco dell’Ariston

- # # # # #

Anche il piccolo e tenerissimo camaleonte Carletto,testimonial del brand Sofficini Findus, si prepara a incantare il pubblico dell’Ariston con la canzone “Hai capito il piccoletto”, che riprende il claim della nuova campagna di comunicazione dei Sofficini Mini.
Carletto, in smoking per l’occasione, è il protagonista della fanpage di Facebook – CarlettoSonoio – dove tutti i suoi fans potranno seguire con il fiato sospeso la sua “scalata” verso il successo e condividere con lui suspense, emozioni e simpatiche sensazioni. Sino alla delusione finale: la competizione canora non ammette animali, anche se di talento! Ma Carletto non si perde d’animo e debutta con il Quasi Festival che debutterà in concomitanza al Festival di Sanremo: dalla sua fanpage di Facebook si esibirà con il suo brano Hai capito il piccoletto, postato sulla pagina, e inviterà i fans a imitarlo.
Gli ammiratori del camaleonte potranno infatti cantare la canzone preparata da Carletto, registrare e caricare le performance sulla pagina Facebook di Carletto e votare le migliori esibizioni degli altri utenti.
Il progetto curato da Havas Worldwide Digital Milano, fa parte di un piano di comunicazione più ampio che vede Findus sponsor del Festival di Sanremo e protagonista delle cinque serate con spot dedicati all’atteso evento, tra cui Carletto che delizia il suo pubblico con un divertente spot tv canoro da 10’’. Nello spot, il simpatico camaleonte si “allena” per debuttare a Sanremo, improvvisando una serenata

articoli correlati

MEDIA

Il videoclip di “Dannati Forever” di Elio e le Storie Tese affidato alla creatività di H-57

- # # # #

Elio e le Storie Tese, protagonisti dell’ultimo Festival di Sanremo, hanno scelto di affidare ai creativi di H-57 il videoclip del nuovo singolo “Dannati Forever”.

I peccati e la dannazione, insolito tema portante della nuova canzone degli EeLST, sono protagonisti di un video surreale in cui H-57 ha dato libero sfogo alle associazioni mentali più libere e sfrenate. Il tutto supportato da una tecnica video mista di collage e grafica e uno stile volutamente imperfetto e basico, in una sorta di “passo a uno” simulato.

“Poter realizzare un video per un pezzo di Elio e le Storie Tese è stata un’occasione unica per unire il genio musicale del gruppo e il nostro amore per la grafica, l’animazione e l’umorismo. Si tratta tra l’altro di un tipo di umorismo che noi di H-57 abbiamo sempre sentito vicino alle nostre corde”, ha commentato Matteo Civaschi, Fondatore e Direttore Creativo Esecutivo di H-57.

“Gli spunti presenti nel testo e nella musica sono moltissimi e quindi il lavoro è stato semplice, anche se tecnicamente molto complesso”, ha aggiunto Gianmarco Milesi, Direttore Creativo di H-57. “Abbiamo alternato immagini che illustrano il testo con oggetti e personaggi che non c’entrano apparentemente nulla per evitare di essere solo didascalicamente illustrativi, ma cercando di apprtare in ogni inquadratura la nostra creatività”.

Il risultato finale è un video in cui, per tre minuti e mezzo, si è catapultati nel mondo di Elio e le Storie Tese, un mondo popolato di personaggi assurdi in cui tutto può accadere. Per finire poi con una bella risata quando ci si rende conto che oggi, come dice la canzone, come ti muovi vai all’inferno… e che inferno!

Il video di “Dannati Forever” è però solo il primo passo di una collaborazione, quella tra Elio e le Storie Tese e H-57, che stupirà presto tutti i fan del gruppo con nuove “trovate creative”…

articoli correlati