BRAND STRATEGY

Miroglio lancia il brand-evento Black Friday Spring per il 2019

- # # # #

miroglio

Si è concluso la scorsa settimana il Black Friday 2018, che ha coinvolto in Italia oltre 180mila negozi, 12 milioni di persone e generato un giro d’affari stimato di oltre 1,3 miliardi di euro (fonte: Confesercenti).

Miroglio Fashion è stata protagonista di spicco dell’iniziativa, partecipando con gli oltre 860 negozi diretti dei marchi Motivi, Oltre, Fiorella Rubino, Elena Mirò, Caractère e in piena ottica omnicanale. L’esito del Black Friday è stato estremante positivo e ha visto i brand dell’azienda realizzare vendite per 283.500 capi nei soli 6 giorni dell’evento.

A livello di totale mercato abbigliamento Italia, gli acquisti effettuati durante le vendite promozionali nel 2005 costituivano il 27% del totale, per poi passare progressivamente al 54% nel 2017 (fonte: Sita). Negli ultimi anni il mercato si è radicalmente trasformato e, ai due canonici appuntamenti annuali dedicati ai saldi, si sono aggiunte attività promozionali continue anche in-season, con programmi fedeltà e iniziative sempre più accattivanti, anche se non tutte rientranti in un sistema “ordinato”: mid-season sales, Friends & Family e ovviamente Black Friday.

In considerazione di questa evoluzione, e valutando anche gli ottimi risultati raggiunti durante lo speciale weekend, l’azienda si fa ora promotrice di un nuovo progetto per riavvicinare ancor di più gli Italiani alla shopping experience.

“La storia recente indica che le attività promozionali capaci di creare un aumento delle vendite davvero significativo sono soprattutto quelle in cui tutto il mercato si muove all’unisono con iniziative coordinate, come i saldi di fine stagione e il Black Friday autunnale” commenta Hans Hoegstedt, AD di Miroglio Fashion.

“Per la Primavera/Estate l’unico evento realizzato in modo coordinato sono proprio i saldi di fine stagione, mentre le mid-season sales, organizzate a date non armonizzate, non sortiscono un effetto paragonabile in termini di traffico e vendita. I nostri risultati su un brand come Motivi evidenziano che la crescita di fatturato nel periodo del Black Friday (a parità di giorni e di sconto) è ben 8 volte superiore a quella generata dalle mid-season sales”, aggiunge Hoegstedt. “Il Black Friday è ormai diventato un vero e proprio evento-brand, con un’offerta di prodotti in stagione per una durata di tempo limitata, che fa registrare dati in forte crescita. Su rete, il brand-evento Black Friday risulta ormai conosciuto ed apprezzato da tutti ed è passato da 1,7 milioni (anno 2015) a 6,3 milioni di ricerche su web nel 2017 (fonte: Google Ads), a testimonianza della crescente forza e notorietà conquistatasi in pochi anni. Un’iniziativa così appealing che più della metà degli acquisti viene pianificata già 1 mese prima dell’evento (fonte: Google Consumer Research 2017)”.

“Da qui la nostra proposta per un’iniziativa di un “Black Friday Spring” tra il 22 e il 27 maggio 2019, che sia un esempio positivo e uno stimolo per tutte le altre aziende moda italiane” conclude Hoegstedt. “Il nostro obiettivo è coinvolgere tutto il settore facendo sistema in un progetto importante, tutti con lo stesso nome e tutti nello stesso periodo, nella convinzione che sia possibile riuscire a migliorare notevolmente i risultati, nell’interesse di tutti”.

articoli correlati

AZIENDE

Cose Belle d’Italia acquisisce Milano Fashion Library, con Valisi in società

- # # # # #

belle d'italia

Il Gruppo Cose Belle d’Italia, che unisce e valorizza realtà rappresentanti l’eccellenza del Made in Italy attive nel mondo della cultura, dell’arte, del design e del lifestyle, ha acquisito Milano Fashion Library tramite la propria controllata BelVivere Srl di cui Diego Valisi, Fondatore di Milano Fashion Library, sarà azionista insieme a Cose Belle d’Italia.

Attraverso quest’operazione entrano sotto il cappello di Cose Belle d’Italia 10 testate specializzate nel settore moda, sport e lifestyle, portando quindi a un totale di 16 magazine, 18 siti e 37 profili social il portafoglio editoriale delle testate del Gruppo.

Milano Fashion Library è casa editrice, location per eventi e anche la più grande biblioteca specializzata in moda d’Europa, punto d’incontro per la fashion community e quartier generale di diverse testate giornalistiche. Da sempre è impegnata nella promozione dell’editoria, sia attraverso la sua collezione di circa 70.000 titoli internazionali di moda, sia con le sue pubblicazioni.

“L’operazione rientra nel più ampio piano di crescita del Gruppo che punta a consolidare la propria leadership nel mondo della cultura e del bel vivere italiano tramite la valorizzazione, l’integrazione e lo sviluppo delle proprie realtà, anche attraverso acquisizioni mirate”, ha commentato Stefano Vegni, Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo Cose Belle d’Italia. “In particolare, con le testate di Milano Fashion Library, riconosciute per la qualità dei contenuti e per la capacità di raggiungere un target di lettori esigente e interessato a tutto quello che oggi definiamo come lifestyle, rafforziamo la nostra presenza editoriale specializzata con un’offerta unica e articolata edita da BelVivere, media company del Gruppo”.

“Con la nostra realtà, presente sul mercato da 10 anni, siamo convinti di aver portato valore all’intero Gruppo Cose Belle d’Italia”, ha aggiunto Diego Valisi (nella foto), neo Presidente e Amministratore Delegato di
BelVivere. “Grazie alla nostra capacità di sviluppare contenuti mirati, alle nostre numerose testate, alla consulenza che sappiamo offrire, BelVivere ha scelto di crescere e aggiungere nuova forza vitale acquisendo un asset ricco di storia. Insieme sapremo affermarci come realtà di riferimento nel panorama dell’editoria nazionale e internazionale, con ben 16 magazine verticali tutti rivolti a nicchie di mercato particolarmente appetibili alla parte più alta del mercato pubblicitario”.

“Un particolare ringraziamento” ha concluso Stefano Vegni, “a Riccardo Segre che rimanendo in BelVivere con la carica di Vice Presidente Onorario amplia il suo raggio di azione con importanti ruoli di sviluppo per la Capogruppo e per Utet Grandi Opere, società del Gruppo Cose Belle d’Italia”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Miroglio Fashion: il primo Partner Day per affrontare il mercato che cambia

- # # # #

miroglio fashion

Miroglio Fashion continua il suo processo di cambiamento e dà vita al primo “Partner Day”, una grande convention con 330 tra fornitori, consulenti e imprese che interagiscono con l’azienda.

Obiettivo del progetto condividere con loro, in modo chiaro e in totale trasparenza, la strategia e i progetti intrapresi nel corso degli ultimi due anni e gli sviluppi futuri, il tutto in un’ottica di una sempre più strategica collaborazione e condivisione del nuovo percorso di crescita. Un importante passo legato al concetto di sharing and open economy, ovvero la costruzione di collaborazioni e rapporti più profondi e di lungo periodo con i partner più importanti.

Un incontro intenso, fortemente voluto da Hans Hoegstedt, AD di Miroglio Fashion, che ha presentato un dettagliato racconto dell’andamento dell’azienda negli ultimi due anni, esplicitando numeri, condividendo immagini e video rappresentativi dei progetti più importanti portati avanti con forza e determinazione a partire dal 2017.

Pertanto una giornata intensa, caratterizzata da numeri e argomenti di rilievo a sottolineare il trend positivo dell’azienda ma al tempo stesso resa piacevole e stimolante in quanto caratterizzata in chiave glamour grazie alla realizzazione di quattro sfilate di alcuni tra i marchi strategici di Miroglio Fashion: Motivi, Oltre, Fiorella Rubino, Elena Mirò e Caractère. Una modalità del tutto innovativa di impostare e gestire una convention dove si alternano momenti di informazione e condivisione a momenti ludici, altrettanto utili per entrare sempre di più in contatto con il mondo e l’identità dei brand e per avvicinare i nostri partner a quello che è il forte cambiamento in atto all’interno dell’azienda.

“Il mercato dell’abbigliamento femminile è in forte evoluzione in tutti i suoi aspetti, a partire dal comportamento stesso delle consumatrici per finire agli strumenti e alla tecnologia adottati. Tutto ciò sta avvenendo su di un mercato, quello italiano, caratterizzato da una sempre più forte competitività e da molti anni in forte sofferenza” ha dichiarato Hans Hoegstedt, AD di Miroglio Fashion commentando l’attuale scenario economico. “In termini di valore il mercato nazionale ha perso il 30,4% % negli ultimi 10 anni (dati Sita 2017 vs 2007) ma quello che risulta più evidente è la velocità esponenziale nel cambiamento strutturale. E il 2018 è stato insieme con il 2012 e il 2013 l’anno con la più alta contrazione dal dopoguerra, che ha portato un’ulteriore accelerazione ai cambiamenti. In pochi anni il contesto in cui operiamo è totalmente mutato e, a fronte di un mercato sempre più contraddistinto dall’offerta massificata delle grandi multinazionali, per noi è diventato imprescindibile puntare su brand caratterizzati da una forte identità, lavorare sulla shopping experience, sfruttando al massimo la tecnologia. In tutto questo risulta fondamentale sviluppare modelli di business veloci, leggeri e innovativi, e parallelamente fornire un’offerta di prodotto sempre più fresca, anche attraverso nuove proposte in chiave di shopping experience, con un approccio omnichannel. Il cambiamento è enorme; e per vincere serve aumentare il passo, cambiare velocità, così come stiamo facendo noi”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Elisabetta Franchi rinnova la partnership con FiloBlu e rilancia il canale eCommerce

- # # # #

Elisabetta Franchi

Un nuovo progetto digitale in grado di valorizzare al meglio il DNA del brand e sviluppare il business online a livello internazionale: Elisabetta Franchi rinnova la partnership con FiloBlu e rilancia il canale eCommerce, rivisto nella progettazione e nella veste grafica.

Si potenzia così una proficua collaborazione iniziata nel 2015, che vede oggi l’imprenditrice e stilista del marchio Elisabetta Franchi e FiloBlu collaborare insieme alla definizione e realizzazione di una strategia internazionale che punta allo sviluppo della brand awareness e alla conquista di nuove quote di mercato negli Stati Uniti.

In linea con l’identità fashion del brand che esprime con le sue creazioni una femminilità sensuale e raffinata, il nuovo sito offre una shopping experience estremamente personalizzata e funzionale, arricchita dalla presenza di immagini ispirazionali che danno il giusto risalto ai prodotti della collezione e al tempo stesso consentono in pochi click di completarne l’acquisto.

Realizzato su piattaforma Magento 2 EE, il sito è dotato di funzionalità innovative capaci di aumentare l’engagement degli utenti, ottimizzare l’integrazione tra eCommerce e negozi fisici e offrire un servizio sempre più su misura.

Grazie alla funzione di “out of stock notification”, ad esempio, le consumatrici online possono essere avvisate in caso di nuova disponibilità di prodotti, taglie e/o colori temporaneamente esauriti sul sito. Concepita in logica omnichannel, la piattaforma prevede anche interessanti funzionalità integrate tra online e offline: ogni scheda prodotto – oltre all’acquisto online – permette, ad esempio, la verifica in tempo reale della disponibilità dell’articolo nel negozio del brand più vicino. Per quanto riguarda le attività di email marketing automation, è stata integrata allo shop online una piattaforma software in grado di supportare lato tecnologico lo sviluppo delle newsletter e trigger email. Altre features sono in fase di sviluppo e saranno lanciate nei prossimi mesi.

Il nuovo sito Elisabetta Franchi dedica anche ampio spazio ai contenuti corporate con news riguardanti il brand e l’universo di Elisabetta e due Social Wall, una legata al canale instagram della stilista e l’altra al progetto #EFlovesanimals.

Alla base del progetto realizzato per Elisabetta Franchi c’è la Commerce Intelligence di FiloBlu, suite di Business Intelligence che raccoglie, monitora e analizza le performance dei diversi canali di vendita del Brand a livello globale. Si tratta di una piattaforma unica e completa che mette al centro della strategia l’analisi dei dati, permettendo la verifica in tempo reale dei risultati raggiunti sulla base degli obiettivi commerciali e di marketing. Il tutto per rispondere in tempo reale alle esigenze del mercato e ai comportamenti di un consumatore in continua evoluzione.

Per sfruttare al meglio e ampliare il set di dati raccolti tramite la suite Commerce Intelligence, il nuovo sito di Elisabetta Franchi utilizza la tecnologia Google Cloud che consente di integrare i dati analitici che Google ricava dalle applicazioni di Machine Learning (ML) e Artificial Intelligence (AI).

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Harmont & Blaine punta sull’omnicanalità e lancia la nuova campagna marketing

- # # #

Harmont & Blaine

Prosegue il trend positivo di Harmont & Blaine che chiude il primo semestre del 2018 con un fatturato di 43,2 milioni di euro in crescita del 9% rispetto all’anno precedente.

A contribuire a questa crescita, il processo di internazionalizzazione del brand che ha visto significative aperture sia in Europa che in Asia e America Latina. In Spagna i 6 nuovi punti vendita all’interno de El Cortes Ingles hanno portato la presenza del brand sul territorio spagnolo ad un totale di 22 punti vendita; in Francia, con l’apertura del punto vendita di Marsiglia, il brand sale a quota 3 negozi di proprietà; in Cina, con la recente apertura di Shanghai, Harmont & Blaine conta oggi 8 negozi, mentre in Messico i 3 punti vendita – 2 a Città del Messico e 1 a Vera Cruz – hanno fatto lievitare il totale delle presenze sul territorio messicano a 10 punti vendita. Salgono così a 91 i punti vendita diretti, oltre ai 47 a gestione indiretta e ai 613 multibrand tra Italia ed estero.

Si rafforza anche la partnership con La Rinascente, che vede la presenza del brand del bassotto in 9 punti vendita sul territorio italiano e che prenderà parte alla nuova campagna marketing Harmont & Blaine con vetrine dedicate, allestimenti interni e omaggi per i clienti del punto vendita di Roma.

Altro importante asset a supporto della crescita, la spinta decisa sull’omnicanalità, con azioni drive-to-store e investimenti in digital marketing, riflessi nelle ottime performance del canale eCommerce diretto che segna un +50% di fatturato, da gennaio a settembre, rispetto all’anno precedente.

Le premesse migliori per affrontare l’inizio della nuova stagione con una collezione invernale e una nuova campagna marketing omnichannel all’insegna del colore, tratto distintivo e più amato del brand, intitolata: OmbrelliMania, una pioggia di colori

A partire da sabato 20 ottobre, installazioni di ombrelli con bassotti colorati, simboli iconici del brand, faranno da cornice a tutte le vetrine dei punti vendita del bassotto in Italia, in Francia e sul sito web. Per festeggiare l’arrivo dell’autunno, Harmont & Blaine offrirà ai propri clienti un ombrello customizzato in regalo con il primo acquisto della nuova collezione.

“Questa campagna sancisce nuovamente la volontà di mettere il consumatore al centro dei nostri pensieri e delle nostre iniziative ed è per questo che abbiamo pensato a qualcosa che potesse accompagnarlo nel suo quotidiano in modo funzionale oltre che divertente e colorato, per dare il benvenuto all’autunno con il giusto spirito, in pieno stile Harmont & Blaine!”, ha commentato Paolo Montefusco, AD del brand.

L’avvio della stagione coinciderà anche con il lancio della nuova campagna pubblicitaria Autunno-Inverno 2018-19 firmata ancora una volta da Francesco Carrozzini alla regia fotografica e da Lorenzo Gironi alla regia video e girata nell’incantevole cornice di Venezia. Dopo Portofino, l’Italian Journey di Harmont & Blaine si sposta in Laguna e sarà presentato attraverso una serie di video/spot sui canali web e social, oltre che sui media on e offline e nelle principali sale dei cinema italiani.

articoli correlati

AGENZIE

Kiton sceglie Triboo per la trasformazione digitale della linea KNT

- # # # # # #

Triboo - Kiton

La Digital Transformation Factory Triboo – quotata sul mercato MTA – è stata scelta da Kiton per sviluppare una serie di progetti di digitalizzazione a livello internazionale relativi alla collezione KNT.

Si tratta di una partnership significativa, che permette a Triboo di rafforzare ulteriormente il proprio posizionamento distintivo nel settore del fashion e del lusso.

Kiton è un marchio di eccellenza della moda made in Italy – presente in oltre 70 paesi del mondo – che conta in totale 5 stabilimenti produttivi e circa 800 dipendenti. La linea KNT – espressione dei tessuti iconici di Kiton – è una collezione di urbanwear creata in Italia da Mariano e Walter De Matteis, terza generazione della famiglia Kiton.

La collaborazione prevede la realizzazione – all’interno del sito vetrina internazionale di Kiton – di una elabotrata photo-gallery dei prodotti KNT e di video ideati grazie alla collaborazione con il fotograto e regista italiano Francesco Carrozzini.

Stesso intervento è previsto per il sito che esporrà i prodotti KNT sul mercato cinese, grazie al supporto di East Media, società appena acquisita al 51% da Triboo, specializzata nel digital marketing in Cina, Corea del Sud e Russia.

Il team di Triboo si occuperà contestualmente della gestione e dell’implementazione della strategia di comunicazione social relativa alla collezione, che prevede un canale Instagram dedicato, la produzione di contenuti ad hoc per il lancio della nuova collezione, corredati da campagne di social advertising per rafforzare la brand awareness e l’engagement di Kiton.

Inoltre, per quanto riguarda il mercato cinese, Triboo prenderà in carico la gestione del canale Weibo – una delle più importanti piattaforme social in Cina – attraverso lo sviluppo di un piano editoriale particolarmente in linea con i gusti e la cultura locale, ma contemporaneamente coerente con il resto della strategia social e di comunicazione del brand.

articoli correlati

MEDIA

#Shareable, content creator unit di Condé Nast, celebra il Bacio Perugina Rosa

- # # # # # #

Bacio Perugina

Sulle note della colonna sonora “I miei baci”, un piacevole sound vintage anni ’60 di Cyril Giraux e Meike Clarelli, posa e si muove con grazia la giovane e sinuosa modella Diletta Gomez nel video realizzato da #Shareable, content creator unit di Condé Nast, che celebra il Bacio Rosa.

È un inno al romanticismo, realizzato con la sapiente regia di Marco Cella, per celebrare la nascita di Baci® Rosa, la Limited Edition di Baci® Perugina® ricavata dalle fave di cacao Ruby. Questa novità viene raccontata anche in uno storytelling su Vogue.it che pubblica l’anteprima del video.

Definita da Models.com come “uno dei nuovi volti più belli del globo”, la giovane Diletta Gomez – capelli castani e due grandi occhi blu – è una ragazza di una bellezza semplice, fresca e naturale. Il video la ritrae in un mondo total pink che, dall’outfit ai fiori e alle pareti, ne esalta particolarmente i lineamenti delicati e la sua femminilità e sensualità, che si sposa perfettamente con la veste glamour di Baci® Rosa.

Questo “cioccolato di quarta generazione”, dopo quello fondente, al latte e bianco, costituisce l’esito di una rivoluzione nel mondo del cioccolato che ha richiesto un decennio di ricerche per la sua lavorazione. Il cioccolato di copertura rosa è infatti frutto di uno speciale processo produttivo studiato da Barry Callebaut, che esclude l’uso di coloranti e regala un inaspettato gusto fruttato e un aroma delicato.

Allo stesso modo nel video l’outfit di Diletta Gomez riprende nello stile quel millennial pink (ne aabbiamo parlato su mymarketing.net) che ha sfilato da protagonista sulle passerelle dei più grandi stilisti.

Con la collaborazione tra Nestlé e Condè Nast, attraverso la unit #Shareable, Baci® Rosa rende ancora più saldo quel connubio tra fashion e food, stile e ricercatezza di gusto, che caratterizza sin dalle origini il celebre cioccolatino messaggero d’amore.

articoli correlati

AGENZIE

Esemplare affida la strategia web globale a The Digital Project

- # # # # # #

Esemplare - The Digital Project

Il brand outerwear Esemplare mette a punto la nuova strategia web grazie alla collaborazione con il digital shop milanese The Digital Project.

L’agenzia avvierà una strategia multicanale che si snoderà per un anno all’insegna di iniziative speciali e campagne di “attention marketing” focalizzate su target group mirati, individuati e raggiunti attraverso messaggi personalizzati, rivolta a gruppi target specifici e incentrata sul prodotto, capsule collections e progetti di branding speciali.

Esemplare, acquisito e rilanciato dal gruppo torinese Pattern nel 2014, sta riscontrando segnali importanti di crescita. Oltre al consolidamento della propria presenza in Italia, il brand ha debuttato negli Stati Uniti e si sta espandendo sui mercati internazionali presidiando paesi come Francia, Germania, Spagna e Corea del Sud. Forti di un prodotto di qualità con tecnicità d’eccellenza, l’ulteriore spinta alla comunicazione arriva ora con la rinnovata strategia realizzata dalla nuova realtà milanese di concerto con l’azienda.

“Abbiamo affidato a The Digital Project il nuovo corso della strategia digitale di Esemplare perché abbiamo individuato nell’agenzia un partner con visione internazionale, competenza e poliedricità, in grado di interpretare i nostri punti di forza e il nostro stile al meglio, affiancandoci così nello sviluppo di progetti speciali, internazionali e non. La nuova strategia digitale rispecchia infatti i valori assoluti del brand Esemplare, come innovazione, sostenibilità e ricerca stilistica”, commenta la Responsabile Comunicazione Sara De Benedetti.

“L’eccellenza dei pezzi Esemplare è il perno della nostra attività di presentazione internazionale ed è stato il punto di partenza per disegnare l’esperienza utente e la nuova immagine online. La stessa semplicità di forme studiata per il prodotto sarà adottata anche nella nostra strategia di comunicazione al target Esemplare: diretto, concreto e focalizzato alla qualità anziché allo statement di marca”, commenta il Fondatore e Direttore di The Digital Project, Carlo Croci.

Una strategia multicanale

La strategia sarà caratterizzata da una presenza multicanale nei social media. “Nel corso dei mesi abbiamo in programma anche numerose iniziative speciali in corrispondenza delle ricorrenze più importanti del calendario, tra queste una storytelling series in grado di esaltare le feature del prodotto, con un protagonista d’eccezione che sveleremo a breve e il lancio di alcuni progetti speciali di rilievo”, continua Croci.

Anche l’investimento media digital è allo stesso modo affidato a The Digital Project. “La scelta di Esemplare è stata coraggiosa rispetto alla tendenza di molte aziende che preferiscono separare la gestione degli investimenti media dalla cura della strategia a discapito degli obiettivi di progetto. Al contrario, il brand ha creduto nell’opportunità di rendere più efficaci gli investimenti media affidandoli alla stessa mano chiamata ad ideare i progetti e le iniziative, abbiamo ideato un media mix creativo che privilegerà il contenuto visivo in grado di raccontare il prodotto e lo stile di chi indossa Esemplare. Ogni paese avrà focus di prodotto e un tono di voce specifico, per esaltare l’unicità del rapporto tra singola country e il brand. Inoltre, saranno avviate delle campagne digital media in collaborazione con i singoli retailer ufficiali”.

La crescita del gruppo

Impegni importanti che si inseriscono in un percorso di crescita avviato negli ultimi anni dal gruppo Pattern, fondato nel 2000 da Fulvio Botto e Francesco Martorella e diventato punto di riferimento internazionale nella progettazione e produzione di capi sfilata per importanti marchi internazionali del lusso. Grazie anche all’importante contributo di Esemplare, l’azienda ha chiuso il 2017 con un fatturato pari a 30,2 milioni di euro (+13% rispetto al 2016).

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Fiorella Rubino è premium partner de “Il Tempo delle Donne”

- # # # # # #

Fiorella Rubino

Inizia oggi a Milano la quinta edizione de “Il Tempo delle Donne”: un festival di tre giorni (7-8-9 settembre) dedicati quest’anno al tema della “Felicità” legata al mondo femminile. Premium partner nell’ambito della moda è Fiorella Rubino, brand curvy di Miroglio Fashion, da sempre espressione di un modo positivo di fare moda, attraverso la joie de vivre e la grinta di raccontarsi nella propria unicità.

Fiorella Rubino ha recentemente realizzato con Gfk Italia la ricerca “Le Forme della Libertà”, indagine che traccia una evoluzione del rapporto di ogni donna con il proprio fisico, il peso, i canoni della bellezza e soprattutto con la moda.

“La nostra filosofia aziendale è da sempre quella di dare valore alle differenti forme femminili” – dichiara Anne van Merkensteijn, Brand Director di Fiorella Rubino. “Oggi le donne stanno imparando a vivere serenamente e liberamente le proprie forme riscoprendo la joie de vivre e la possibilità, giocando con la moda, di esaltare la diversità e bellezza attraverso un proprio stile unico e “libero”. Anche queste sono piccole ma potenti dosi di felicità che aiutano a sentirsi meglio”.

Nel corso del Festival, Anne van Merkensteijn, sarà relatrice sul palco sabato 8 settembre alle ore 12.00, per raccontare quello che la moda può fare per essere al fianco di tutte le donne e contribuire a renderle più felici attraverso la valorizzazione della propria shape diversity.

Nella stessa giornata, Hans Hoegstedt, AD di Miroglio Fashion, sarà ospite di Valore D nel corso di un convegno dal titolo “Diverso da chi? Capire e includere: la parola alle aziende”: “In Miroglio Fashion, lavorando sulla creatività, è ancora più importante la diversità ed è fonte di grande arricchimento. Per questo è fondamentale per noi creare una azienda inclusiva con forti elementi di diversità e con una cultura basata su meritocrazia e ascolto”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Twinset punta su XFactor. Campagna di Armando Testa su tv, web e social

- # # # # # #

Twinset - Armando Testa

Una fabbrica abbandonata. Due crew vestite con gli abiti più cool. Una gara di ballo free-style senza esclusione di colpi… di outfit. Così Twinset si presenta on air a partire dal 6 settembre su Sky.

Il brand ha deciso di puntare con decisione su XFactor, coprendo l’intero periodo di programmazione fino alla finale del 13 dicembre. Non solo, gli spot da 15” andranno in onda tutti i giovedì di programmazione dello show e il mondo di riferimento della campagna girerà intorno alla musica e alla sfida, un modo per giocare con i codici della trasmissione.

La storia, tagliata su misura per il brand da Armando Testa, con la direzione creativa esecutiva di Michele Mariani, art director Laura Sironi, copywriter Marta Agostini, vede protagonisti i capi Twinset e l’influencer Paola Turani. È lei l’ambassador di Twinset, scelta perché rappresenta perfettamente i valori del brand e per la sua capacità di creare empatia con il pubblico più giovane.

Negli spot, Paola riesce persino a sdoppiarsi per mettersi a capo di entrambe le crew, in una sfida contro sé stessa dove ogni outfit deve essere meglio di quello precedente e dove, alla fine, lo stile è come il banco: vince sempre.

La campagna sarà sviluppata su Tv, web e social.

Credits

Agenzia: Armando Testa
Direzione creativa esecutiva: Michele Mariani
Art director: Laura Sironi
Copywriter: Marta Agostini
Casa di produzione Acca Films
Regia: Jacopo Farina

articoli correlati

AGENZIE

PHD Italia si aggiudica il marketing digitale di Vivienne Westwood

- # # # # # # #

vivenne westwood - phd

Nuovo incarico per PHD Italia – agenzia media, di comunicazione e marketing di Omnicom Media Group – scelta da Vivienne Westwood, uno dei marchi luxury più celebri e iconici al mondo, che ha premiato l’expertise dell’agenzia in ambito digital e di utilizzo dei dati per incrementare il business dei brand clienti.

Primo al mondo nell’aver stravolto i canoni della moda classica, Vivienne Westwood – si affida dunque a PHD Italia per rafforzare l’attività di comunicazione rivolta in particolare ai canali digitali, considerati dai brand del lusso leve di marketing sempre più determinanti nell’offrire ai consumatori – sempre più multicanali e multidevice – esperienze di acquisto uniche e personalizzate, che si integrano in modo efficace al servizio in-store.

I tempi cambiano e, in un mondo sempre più digitale, cambia anche il modo di comunicare la moda che passa massivamente anche attraverso il web. Molto al di là dell’antico concetto di “vetrina online”, la comunicazione digitale di una griffe diviene il volto stesso della Maison, un’esperienza attraverso cui il brand converte l’utente in un cliente, ispirandolo, accompagnandolo nella sua ricerca, consigliandone i trend e i diversi abbinamenti.

Puntando fortemente sui valori del digitale e sulla raccolta e interpretazione dei dati, PHD Italia seguitrà le attività di marketing e strategia online del brand, inclusi il coordinamento e la pianificazione delle attività di digital advertising a supporto delle piattaforme web. Un sodalizio dal risvolto internazionale che mira ad allargare la presenza del brand nelle principali country del mondo in cui è più alto l’interesse versi i prodotti fashion e lusso.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Aldo presenta la nuova piattaforma creativa Get Ready. Wednesday firma la campagna mondiale Fall 2018

- # # # # #

Aldo - Get Ready

Aldo lancia la sua nuova piattaforma creativa Get Ready inaugurandola con la campagna Fall 2018. Get Ready è un concentrato di dinamismo e audacia basato sul concetto di vivere la vita al massimo, cogliendo l’eccitazione degli eventi più importanti. La nuova campagna mondiale integrata di Aldo raggiungerà tutti i punti di contatto tra il brand e il consumatore, inclusi pubblicità, online, mobile, in-store, out of home e social media a partire dal 9 agosto 2018.

Seguendo le linee guida di una nuova e audace direzione creativa, la campagna si è ispirata al concetto semplice ed allo stesso tempo emozionante del “getting ready“. Aldo si propone di dare importanza ai momenti di preparazione che precedono piccoli e grandi eventi, celebrando la magica energia che si prova prima di un avvenimento importante. In occasione della campagna autunnale il brand ha presentato Aldo Mx., il sub-marchio di sneaker che rispecchia pienamente questa nuova ondata di creatività. Per sviluppare al meglio questo concetto, Aldo si è affidato a un’agenzia creativa di livello mondiale, Wednesday, insieme all’Executive Creative Director del brand, Douglas Bensadoun, al fotografo, Josh Olins, allo scenografo, Stefan Beckman e alla stylist, Beth Fenton.

In occasione della prima campagna con questa piattaforma creativa, il brand si è ispirato alla metafora del “saltare giù da un aereo” per richiamare alla mente i nuovi inizi, i brividi di agitazione e le farfalle nello stomaco.

“Il concept propone un universo giocoso e surreale, che mostra il momento più emozionante ed esilarante che si possa immaginare, e cioè il salto da un aereo”, afferma Catherine Sabourin, Director of Content Development di Aldo. “L’idea era pensare a qualcosa di veramente eccitante, pieno di energia e di divertimento – contestualizzando i prodotti nel modo più inaspettato”.

La piattaforma creativa del marchio si ispira alle tendenze culturali del pubblico, una pratica influenzata dall’approccio al business incentrato sul consumatore, profondamente radicato nel consumatore.

“Sappiamo che le persone che acquistano prodotti di Aldo credono che ciò che indossano sia un riflesso di ciò che sono”, afferma Daianara Grullon Amalfitano, Senior Vice President di Aldo. “Per i consumatori, la preparazione è molto importante, a tal punto che attorno ad essa si è creata un’intera cultura – dalle playlist, agli articoli, alle prep-routines. Abbiamo sempre puntato alla creazione di esperienze personali, indipendentemente da dove i nostri consumatori acquistino o interagiscano con il marchio. Con questa campagna puntiamo a connetterci ulteriormente con la nostra comunità globale celebrando questi momenti anticipatori, e proponendoci come parte del loro viaggio”.

La direzione della campagna di Aldo pone le basi di una narrativa di lungo termine che si evolverà nel corso delle prossime stagioni e degli anni a venire. Get Ready sarà parte integrante dei momenti chiave del brand, e la trama su cui si baserà ogni campagna sarà inconfondibilmente rivisitata.

La campagna autunno 2018 presenta come modelli e influencer Damaris Goddrie (@damarisgoddrie), Geron Mckinley (@geronmckinley) e Steffy Argelich (@steffyargelich).

Per offrire un’esperienza multicanale omogenea e coerente, il lancio della collezione autunnale 2018 offre contenuti creati nel rispetto del percorso di acquisto dei consumatori, in parallelo con ogni canale e punto di contatto del brand. La campagna Fall 2018 di Aldo sarà supportata da una campagna globale a 360 gradi attraverso una moltitudine di canali tra cui estensioni #AldoCrew digital, retail, out of home e sui social media.

 

articoli correlati

COMMERCE

Moschino sceglie Tmall per il suo debutto online in Cina. Triboo è il digital partner

- # # # # # #

Moschino Tmall

Moschino ha aperto la sua boutique virtuale sulla piattaforma di eCommerce cinese Tmall. Il marchio è inoltre presente su Luxury Pavilion, sezione solo su invito di Tmall, diventata destinazione di riferimento per i luxury shoppers interessati ai prodotti di lusso dei migliori brand di tutto il mondo.

Un debutto strategico per Moschino che vuole espandere la propria presenza tra i consumatori cinesi in rapida crescita e in particolare i Millennials. Triboo è partner del brand in questo progetto e lo supporta grazie all’impegno coordinato della propria entity locale Triboo Shanghai Ltd e di East Media, la digital & social company specializzata in mercati asiatici, recentemente entrata nel Gruppo.

Triboo ha fornito a Moschino e ai partner distributivi del brand un servizio operativo e di consulenza, permettendo così un rapido debutto sul mercato online cinese e coordinando gli aspetti volti a garantire una user experience che rispetti le linee guida del Brand. Il flagship store di Moschino su Tmall e la pagina moschino.cn mettono a disposizione i capi delle collezioni SS18 e FW18 e l’exclusive collection Moschino X Tmall.

I nuovi spazi digital che presentano Moschino al cliente cinese sono arricchiti da contenuti pensati appositamente per il mercato locale e per essere utilizzati sui principali social media cinesi.

Triboo è impegnata nel supporto alla gestione dello store, del customer care e di tutte le operations in territorio cinese con il proprio team locale e, in vista del prossimo lancio dell’eCommerce internazionale Moschino, sviluppato dal Gruppo, aggiornerà i canali Cinesi, mantenendo così un unico tone of voice, coerente per tutti i canali digital del Brand.

articoli correlati

AZIENDE

Triboo acquisisce Net2b e rafforza il posizionamento nel settore moda e lusso

- # # # # # # #

triboo - net2b

Triboo annuncia di avere concluso la acquisizione di Net2b società di sviluppo del gruppo Antonioli che fa capo a Claudio Antonioli, (trend setter internazionale nella street fashion).

Net2b gestisce con successo le piattaforme tecnologiche di New Guards Group, che ha come co-fondatore Claudio Antonioli,  e ha al suo interno marchi in fortissima crescita come Antonioli, Off-White, Marcelo Burlon, Antonia Boutique, Palm Angels, Heron Preston, A Plan Application, Ben Taverniti, Unravel e Alanui; a soli 4 anni dalla costituzione, stima di chiudere il 2018 con oltre 200 milioni di euro di fatturato posizionandosi come gruppo emergente nel panorama fashion internazionale.

Con l’operazione, Triboo rafforza ulteriormente il proprio posizionamento distintivo nel settore del fashion e del lusso. Net2B negli anni si è distinta sul mercato grazie a un’offerta che fa leva sulla creazione di soluzioni eCommerce basate su tecnologie e infrastrutture di ultima generazione, ma anche su concept innovativi per lo sviluppo di esperienze digitali, visive e grafiche sempre più coinvolgenti per il consumatore finale.

L’operazione permetterà a Triboo di rafforzare ulteriormente il proprio know-how di digital-factory in grado di accompagnare le aziende della moda e del lusso lungo tutto il percorso di digitalizzazione, con un focus specifico sulla gestione tailor-made del canale eCommerce, sugli obiettivi di vendita e di profittabilità degli store e sull’individuazione delle strategie di vendita più efficaci.

Nella foto Claudio Antonioli e Giulio Corno, AD Triboo.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Centoeventi porta in Italia la street culture di “Sneakerness”. Il 6 e 7 ottobre a Milano

- # # # # # #

Centoeventi

Centoeventi, agenzia di comunicazione strategica parte di SG Company, porta per la prima volta in Italia “Sneakerness”, l’esclusivo format che celebra il mondo delle sneakers combinando moda, lifestyle, musica e reselling. L’agenzia è stata scelta come interfaccia per il mercato italiano grazie alla propria expertise sul territorio e nel settore degli eventi rivolti al target Millennials e Generazione z.

Nato nel 2008 a Berna, Sneakerness è il più grande evento internazionale dedicato agli appassionati di sneakers, che nel 2017 ha registrato oltre 45.000 visitatori, 200 brand e 660 private resellers; con nove eventi in Svizzera e un tour mondiale che ha coinvolto le città di Amsterdam, Berlino, Mosca, Parigi, Varsavia, Colonia, Johannesburg e Rotterdam.

All’interno del White Street Market, il festival milanese dedicato allo streetwear e al fashion svoltosi a metà giugno, i partecipanti hanno avuto l’occasione di assistere a un’esclusiva preview di Sneakerness, che approderà ufficialmente a Milano il 6 e 7 ottobre.

Valorizzare la cultura delle sneakers, abbracciando musica, arte e moda, racchiude in sé concetti e valori importanti, temi di cui si è parlato durante il talk organizzato da Centoeventi “Evolution of design in Sneakers. Sneakers and Pop Culture: Influences, Trend and Icon Brands”.

Il workshop, moderato da Jacopo Pozzati (parte del team di Sneakerness Italia, fondatore di SOTF, Dot Connector & Brand Consultant), ha visto alternarsi sul palco tre importanti ospiti internazionali: Kish Kash, Country Manager di Sneakerness London, Peter Dahlgren (web editor NSS Magazine) e infine Maja Romeike (Senior Product Manager di adidas Originals) che hanno raccontato i loro brand, le loro storie e le loro visioni del mondo della street culture internazionale.

Grazie alla collaborazione con due rinomati stakeholder del settore, Andrea Canziani e Jacopo Pozzati, Centoeventi ha deciso di offrire ad aziende e consumatori una nuova opportunità di incontro e interazione fortemente esperienziale, valorizzando l’importanza del resale market nel mondo, il cui valore attuale si aggira intorno al miliardo di dollari.

“Siamo alla continua ricerca di occasioni e contesti che possano dare risposta alle nuove richieste di un target sempre più esigente e consapevole. Il rapporto tra Brand e consumatori diventa sempre più bilaterale e empatico; da qui la necessità di una continua attività di scounting sul territorio nazionale e internazionale, supportata dalla Company, dedita alla ricerca di format innovativi e in linea con i trend di mercato come Sneakerness. Un evento che diventa un nuovo modello di comunicazione integrata capace di parlare ad un’ampia audience di giovani, appassionati e stakeholder di settore veicolando i valori in cui essi si identificano. La scelta di abbracciare questo progetto è stata dettata dalla combinazione perfetta tra business e entertainment, un grande contenitore funzionale sia per i big brand sia per i private seller”, commenta Dario De Lisi, Chief Strategy Officer di SG Company.

“Dieci anni fa ho avuto l’idea di organizzare un evento dedicato alle sneakers e dopo essermi confrontato con differenti persone riguardo a questo progetto un po’ pazzo, è nato il format Sneakerness. Insieme a Diana, Lukas e Nik abbiamo realizzato nel 2008 a Berna la prima edizione di Sneakerness. Erano gli anni in cui i primi social media come YouTube e Facebook stavano muovendo i primi passi. Di conseguenza Sneakerness si è diffuso rapidamente online e abbiamo ricevuto alcune richieste per replicare l’evento in altre parti della Svizzera. Non ci saremmo mai sognati un simile interesse. Questo successo ci ha super motivati a organizzare l’evento anche oltre confine. Guardateci adesso: nel 2018, Sneakerness sarà presente in circa 10 città. Milano era sulla mia tabella di marcia da molti anni, ma il tempo è la chiave di tutto e finalmente siamo riusciti a portare anche qui l’evento”, conclude Sergio Muster, founder di Sneakerness.

 

articoli correlati