AZIENDE

Il Fondo Ambiente Italiano affida la consulenza strategica a Pro Web Consulting

- # # # # #

Pro Web Consulting - FAI

Il FAI, che dal 1975 tutela e valorizza la cultura, l’arte e la natura del nostro Paese, sceglie di rinnovare la propria online presence affidandosi all’agenzia di consulenza SEO Pro Web Consulting. La Fondazione ha intrapreso un vasto progetto per il rinnovo della sua presenza digitale: il primo obiettivo sarà, infatti, ridurre l’alto numero di domini presenti in Rete, con lo scopo di deframmentare l’experience degli utenti e l’autorevolezza agli occhi dei motori di ricerca.

Pro Web Consulting fornirà un supporto strategico su più ambiti: il progetto biennale, sviluppato sia in italiano che in inglese, partirà con l’analisi approfondita delle property e dei contenuti del FAI che permetterà di definire e strutturare la visibilità online ottimale per il futuro. A seguire, verranno sviluppate attività di content generation e trust building. “Questo processo di revisione digitale è per noi un momento importante, che durerà diversi mesi e toccherà moltissimi aspetti della nostra comunicazione e in alcuni casi anche dell’organizzazione interna. Per noi è quindi indispensabile avere la certezza di poterci appoggiare a un partner competente e disponibile” spiega Alessandro Manea, Digital Marketing Strategist di FAI. “Ci siamo affidati a Pro Web Consulting perché riteniamo sia il partner giusto per il supporto strategico di cui abbiamo bisogno”.

“Siamo particolarmente orgogliosi di lavorare con il FAI, non soltanto per l’importanza delle sue attività di cura e promozione del patrimonio artistico e paesaggistico italiano, ma anche per il valore sociale di collaborare con una delle principali fondazioni non profit italiane” commenta Duccio Lunari, Head of Sales & Marketing di Pro Web Consulting. “L’interesse del FAI per i nostri servizi dimostra che anche la comunicazione online più istituzionale non può prescindere da una strategia SEO ben strutturata: nel mercato c’è sempre più consapevolezza dell’importanza della SEO e del suo ruolo di guida all’inizio di ogni progetto digitale”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

FAI lancia la sua nuova campagna iscrizioni, firma Conversion

- # # # # #

FAI lancia la sua nuova campagna iscrizioni, firma Conversion

Conversion e il FAI – Fondo Ambientale Italiano, presentano una campagna social che potrebbe “urtare la sensibilità degli italiani”.

Niente paura, non si tratta di immagini scabrose o violente, ma forse solo “fastidiose” per alcuni italiani veraci. Infatti, in occasione della nuova campagna nazionale di raccolta fondi del FAI – “Ricordiamoci di salvare l’Italia” – Conversion provoca gli italiani in maniera ironica, invogliandoli a valorizzare ed apprezzare più che mai il nostro paese.

Perché se ci sono vari modi di dimostrare l’attaccamento all’Italia, prendersi cura del nostro paese dovrebbe essere proprio uno di quelli.  Spesso, invece, l’attenzione è rivolta al modo sbagliato in cui si adottano usi e costumi dello Stivale (che sia la moda, la cultura gastronomica o semplicemente le abitudini), riducendo l’“italianità” a cose futili per cui ci si indispone e infastidisce.

La campagna, che vede la creatività di Valentina Salaro (art director) e Simona Garufi (copywriter), prevederà un video, attività editoriali sui social network e una campagna display che darà visibilità e maggiore amplificazione al messaggio durante tutto il periodo delle iscrizioni a quota agevolata. Attraverso un trattamento originale, Conversion e il FAI realizzano una campagna divertente ed emozionante che, non funziona solo per aumentare il numero delle nuove acquisizioni, ma soprattutto per un cambiamento di atteggiamento verso un paese bellissimo che non si merita di essere trascurato.

Sergio Spaccavento, direttore creativo esecutivo, commenta: “Siamo molto contenti del risultato ottenuto. Quando si parte da insight forti ed efficaci, il punto di arrivo è sempre interessante e concede spunti di riflessione importanti. Con un linguaggio fresco e adatto al pubblico della rete, pensiamo che questa campagna possa arrivare lontano: al cuore degli italiani”.
Credits:
Direttore creativo esecutivo: Sergio Spaccavento
Art Director: Valentina Salaro
Copywriter: Simona Garufi
Art Director Junior: Elisa Benza
Casa di produzione: The Family
Regia: Laura Chiossone

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

Anche questo Natale Ikea sostiene il Fai

- # # # #

Ikea lancia la campagna “Compostiamoci bene”. Chi acquista l’albero di Natale e lo riconsegna in negozio tra il 4 e il 17 gennaio 2016 insieme allo scontrino, potrà ritirare un buono acquisto di pari importo, da spendere nei negozi IKEA in Italia dal 18 al 31 gennaio 2016.

Per ogni albero Ikea donerà 2 euro al FAI – Fondo Ambiente Italiano per il progetto di recupero del Podere Case Lovara a Punta Mesco – Levanto (SP), una vasta area di paesaggio storico-agricolo nel Parco Nazionale delle Cinque Terre. Inoltre dal 3 al 24 gennaio tutti i clienti potranno scegliere di donare al progetto 1 €, a fronte di qualsiasi acquisto.

Il progetto del FAI a Punta Mesco ha l’obiettivo di recuperare 45 ettari di terreno con tre fabbricati, proponendo un modello di conservazione e cura dell’ambiente, attraverso il ripristino di un paesaggio rurale caratteristico italiano, nel tempo abbandonato e invaso dal bosco, e la sperimentazione di tecnologie sostenibili, a favore del risparmio energetico.

Negli ultimi dieci anni i clienti IKEA hanno restituito più di 190.000 alberi, che sono stati trasformati in fertilizzante naturale o utilizzati per la produzione di pannelli truciolari. Lo scorso anno, oltre il 53% degli alberi acquistati è stato riconsegnato dai clienti IKEA, il 27% dei quali ha deciso di donare gli ulteriori €2, permettendo così un finanziamento di oltre 47.900 euro ad un’associazione attiva nella tutela ambientale.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Il FAI fa parlare i tesori nascosti d’Italia con McCann ed Eccetera

- # # # # # #

Se i palazzi d’Italia iniziassero a parlare, che segreti ci racconterebbero? Dopo decenni nell’oblìo, i tesori nascosti del nostro Paese si ribellano e fanno sentire la propria voce, per raccontare la loro storia agli Italiani, prima che venga dimenticata.

Per farlo usano l’unico mezzo a loro disposizione – il citofono – e lo trasformano in un nuovo strumento di comunicazione. Così nasce Open Doorbells – I citofoni raccontano, un’operazione instant che usa per la prima volta i citofoni per cogliere di sorpresa i passanti e incuriosirli a scoprire cosa si nasconde dietro i portoni che vediamo ogni giorno, iniziando dalla FAImarathon del 18 ottobre, che apre in esclusiva più di 500 luoghi speciali in tutta Italia, la maggior parte dei quali inaccessibili il resto dell’anno ma fondamentali per conoscere il valore del nostro patrimonio.

L’idea nasce nell’agenzia McCann Worldgroup e si è sviluppata grazie alla stretta collaborazione con Eccetera – eccellenza italiana della creatività audio a livello mondiale – che ha lavorato alla regia e alla creazione dei primi “audio da citofono” di sempre, con il fablab Opendot e con MRK Productions, iperattiva casa di produzione video del regista Marco Rossi.

Creative Credits
Chief Creative Officer: Alessandro Sabini
Creative Directors: Gaston Guetmonovitch, Gaetano Del Pizzo
Digital Creative Director: Paolo Boccardi
Copywriter: Niccolò Moronato
Art Director: Marco Zilioli

Production
Audio Experience: Eccetera
Regia: José Bagnarelli
Producers: Sabina Feneri, Barbara Arzuffi
Sound Designer: Luca Imperato
Tecnici del suono: Mauro Fazzini, Marco Vaccaro
Video: MRK Productions
Regia: Marco Rossi
Riprese: Gabor, Limao
Producer: Alice Visconti

articoli correlati

AGENZIE

Alla scoperta della bellezza inosservata con Bcube e il FAI per la FAIMARATHON

- # # # #

Quattro web video per riscoprire la bellezza inosservata dell’Italia. Mira a questo la campagna firmata da Bcube per il lancio della “FAIMARATHON – con il Gioco del Lotto e il FAI, non correre e scopri l’Italia intorno a te”, l’evento nazionale di raccolta fondi a cura dei volontari FAI e realizzato grazie alla partnership con Il Gioco del Lotto che si terrà in oltre 120 città italiane domenica 12 ottobre 2014.

Alla base dell’idea creativa c’è un fatto molto semplice: spesso non ci si accorge della bellezza che ci circonda. Per sviluppare questo concetto sono stati realizzati quattro web video, prodotti da The Family, ognuno dei quali ha per protagonista un famoso personaggio dell’arte o dello spettacolo: Saturnino, musicista; Maccio Capatonda, comico e autore; Pierpaolo Ferrari, fotografo internazionale; Paolo Troilo, artista.

Tutti si sono prestati a “proporre” le loro capacità, in incognito come artisti di strada, mentre telecamere nascoste filmavano le reazioni dei passanti. C’è chi ha lasciato qualche moneta, chi si è allontanato quasi infastidito, mentre la maggior parte della gente si è limitata, non riconoscendoli, a ignorarli. Il tutto a dimostrare che nonostante la bellezza sia ovunque, spesso passa inosservata e basterebbe fermarsi un attimo per riconoscerla.

Credits
Executive Creative Director
Sergio Spaccavento
Associate Creative Director
Andrea Stanich
Art Director
Salvatore Zanfrisco
Copywriter
Marta Agostini
Casa di Produzione
The Family
Regia
Valentina Be
DOP
Marco Bassano

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Con Studio Chiesa il presepe diventa un’installazione interattiva

- # # # #

Dal 5 dicembre 2013 al 6 gennaio 2014 l’arte contemporanea dialoga con lo spazio liturgico della magnifica Chiesa di San Bernardino alle Ossa grazie alla mostra Presepe Apparente degli artisti Michelangelo Galliani, Massimiliano Galliani e Marco Petacchi.

Più che di mostra, è opportuno parlare di una installazione artistica che per esistere necessita del contributo interattivo indispensabile di chi voglia esserne parte, voglia viverla: solo leggendo ad alta voce i testi sacri compare all’interno della nicchia alla sinistra dell’altare il video realizzato dai tre artisti reggiani. In un certo senso l’epifania dell’arte coincide con quella del rito religioso.

Presepe Apparente, curato da Elisabetta Pozzetti e Fabio Carnaghi, è voluto da Studio Chiesa, agenzia di comunicazione visiva che da anni crede nell’arte come filosofia di comunicazione e utilizza in special modo l’arte contemporanea che sa essere visionaria e sempre all’avanguardia, capace di comunicare e arrivare con efficacia all’obiettivo. Come in questo caso, dove gli artisti hanno realizzato un’opera interattiva, in grado di attivare percorsi di interiorizzazione del credo e della pratica religiosa.

Presepe Apparente è in collaborazione con il Santuario Arcivescovile San Bernardino alle Ossa e con il patrocinio del FAI – Fondo Ambiente Italiano – Delegazione di Milano.

articoli correlati

AZIENDE

Garmin e Marcialonga 2013 live su Twitter per beneficienza

- # # # #

In occasione della prossima Marcialonga di Fiemme e Fassa, Garmin Italia lancia una iniziativa di beneficienza basata sulla prestazione (in gara) di un giornalista di settore: sarà sufficiente “scommettere” sul risultato di Carlo Brena, responsabile della rivista SciFondo, per sostenere la causa del FAI – Fondo Ambiente Italiano.

Nessun imbroglio, nessun trucco. Tutto sarà monitorato grazie alla nuova applicazione Garmin FIT che consentirà a chiunque di seguire in tempo reale la gara del giornalista fondista, e di leggere i suoi commenti “live” su Twitter. Gli internauti fondisti, e non solo loro, potranno seguire la performance del giornalista prestato allo sci di fondo attraverso la piattaforma Garmin FIT e vedere in tempo reale lo spostamento lungo il tracciato di gara, oltre che leggere e sentire i suoi commenti dal vivo. Infatti Carlo Brena sarà dotato di uno smartphone e di un GPS da polso Garmin, che manderanno online i dati: oltre alla posizione sarà possibile monitorare anche velocità, chilometri percorsi e il battito cardiaco. Un’iniziativa che ha un risvolto di sostenibilità, perché ispirandosi alla nota trasmissione televisiva “Scommettiamo che …” Carlo Brena e Garmin Italia si prestano a un gioco per beneficenza.

“Abbiamo chiesto a Carlo un obiettivo preciso: concludere nei primi 1.500 classificati e abbiamo lanciato la scommessa”,  ha spiegato Maria Aprile, Marcom Manager di Garmin Italia. “Se Carlo si classifica tra i primi 1.500 vince e Garmin Italia devolverà 1.000 Euro al FAI”.

E se così non fosse… “Nessun problema: sarà un piacere aver perso la scommessa e contribuirò personalmente alla causa del FAI, di cui sono un sostenitore, per lo stesso importo”, conclude Carlo Brena.

Come fare a scommettere è molto semplice. “È stata attivata sulla pagina Facebook della nostra azienda una sezione dedicata a questa particolare “sfida”, ha commentato Maria Aprile, e per partecipare è sufficiente scommettere con un “sì” oppure con un “no”: in entrambi i casi si sosterrà l’attività del FAI, con un aiuto al recupero e al restauro del patrimonio artistico e paesaggistico del nostro Paese”.

articoli correlati