MEDIA 4 GOOD

Niccolò Torielli volto della campagna dei preservativi Durex contro l’AIDS

- # # # # # # #

preservativi

Prosegue anche quest’anno l’impegno di Durex, leader nel mercato del benessere sessuale e “ambasciatore del sesso sicuro”, nel promuovere e sostenere l’educazione sessuale e una cultura preventiva contro le malattie sessualmente trasmissibili.

Il brand annuncia, in occasione della Giornata mondiale contro l’AIDS dell’1° dicembre, una collaborazione internazionale con (RED), organizzazione no profit fondata del 2006 da Bono Vox degli U2 e Bobby Shriver.

In tutto il mondo da novembre, si potranno acquistare i preservativi dell’Edizione Limitata (DUREX)RED, di cui una parte dei proventi verrà devoluta a favore di un progetto in Sudafrica, nazione dove attualmente vivono 7,2 milioni di persone affette da HIV. Il programma “Keeping Girls in School” ha come obiettivo quello di ridurre tra le giovani donne i nuovi contagi da HIV e le gravidanze indesiderate, incoraggiandole a proseguire gli studi e migliorando l’accesso ai servizi sanitari per la salute sessuale e riproduttiva. Scopo del progetto è riportare all’attenzione di tutti l’importante tema dell’AIDS.

La collaborazione fa parte di un progetto triennale, durante il quale Durex si impegna, attraverso la partnership con (RED), a donare almeno 5 milioni di dollari al Fondo globale per la lotta all’Aids, la tubercolosi e la malaria.

Inoltre, la cifra raggiunta da Durex verrà raddoppiata dalla Fondazione Bill and Melinda Gates, così da raggiungere una donazione di almeno di 10 milioni di dollari.

Coinvolta nel progetto globale Durex di veicolare il potente messaggio “fare sesso e salvare vite umane” – #HaveSexSaveLives anche la famosa artista svedese Zara Larsson, la quale ha commentato “Per la prima volta in assoluto si può davvero dire “Fate sesso e salvate vite umane”! Tutti abbiamo la responsabilità di proteggere noi stessi e il nostro partner, facendo sesso sicuro. Con questo progetto di Durex possiamo contribuire attivamente all’obiettivo utilizzando il preservativo e, allo stesso tempo, aiutando milioni di ragazze sudafricane con la prevenzione e l’educazione sessuale. Nel mondo ogni due minuti un adolescente viene contagiato dall’HIViv. Per me è importante che la mia generazione sia consapevole di questo e di quanto anche una sola voce e una sola azione possano impedire che questo accada”.

In Italia, il brand – cosciente di quanto sia importante diffondere sempre più la consapevolezza che il preservativo è l’unico rimedio per la prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili – conferma il suo ruolo educational creando una campagna tv e radio che associa comportamenti rischiosi quali l’abuso di fumo e alcool e le violazioni al codice della strada, al pericolo di fare sesso non protetto. Volto della campagna è Niccolò Torielli, conduttore televisivo e radiofonico.

Inoltre, in occasione della Giornata mondiale contro l’AIDS dell’1° dicembre, Durex lancia sul mercato la referenza speciale Jeans x 2, acquistabile in farmacia al prezzo consigliato di 2€ (1€/condom). Un’edizione a un prezzo speciale che vuole dimostrare e sostenere l’impegno del brand dal punto di vista educazionale.

 

articoli correlati

MEDIA

San Valentino e Durex: video branded content con Salmo insieme a Lebonski Agecy, Oath e Sony Music. Partnership con Skuola.net

- # # # # #

Durex

Dopo il lancio della scorsa settimana della campagna #EmozioniSenzaInterruzioni che ha l’obiettivo di stimolare e motivare gli italiani a regalarsi consapevolmente momenti di massima intesa senza interrompersi sul “più bello”, Durex ha scelto la settimana dell’amore per annunciare due iniziative nuove e originali per parlare al pubblico dei più giovani sulle piattaforme dove loro stessi dialogano e con un linguaggio e un tone of voice a loro affini.

 

La collaborazione con Salmo
Per avvicinarsi alla musica che è da sempre tra i principali interessi dei ragazzi tra i 18 e i 24 anni, Durex annuncia la collaborazione con Salmo, uno tra i più eclettici, credibili e potenti artisti della scena rap italiana. Scopo del progetto è sensibilizzare i giovani sull’importanza del sesso sicuro grazie all’utilizzo del preservativo, che è il principale mezzo di prevenzione per le malattie sessualmente trasmissibili (MST). Da qui il messaggio “Diffondi l’amore sicuro #FacciamoloDurex”.

La collaborazione con Salmo – l’artista dei record che con il suo ultimo singolo “Perdonami”, ennesimo capolavoro del profeta dell’hip hop italiano, ha totalizzato oltre 500mila ascolti in 24 ore – mira a sottolineare il messaggio educational di Durex facendo leva sulla capacità naturale di un artista come Salmo di parlare ai giovani. La partnership prevede la realizzazione di un video branded content originale girato e interpretato da Salmo, insieme alla sua casa di produzione Lebonski Agency, Sony Music e Oath, e un’operazione di brand integration nel prossimo singolo.

La campagna, che parte oggi e continuerà nel corso della primavera, è il frutto di una collaborazione sinergica tra Durex, Oath e Sony Music, e prevede una strategia digital volta a raggiungere una target audience tra i 18 e i 44 anni, con uno specifico focus sui giovanissimi. La distribuzione del contenuto branded content firmato da avverrà tramite una campagna di native advertising attraverso la piattaforma Gemini di Oath. Inoltre il progetto sarà sostenuto da una campagna su VEVO, su YouTube e su Facebook, per aumentare al massimo la reach sulle piattaforme più affini al target.

 

La partnership con Skuola.net
Durex ha scelto questo percorso più educational con l’obiettivo di sensibilizzare i giovanissimi studenti all’uso cosciente del preservativo, aiutandoli a comprendere la sua importanza non solo come strumento anticoncezionale ma soprattutto come metodo di prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili, attraverso una campagna digitale di comunicazione a 360° e lanciando una partnership a tutto tondo con Skuola.net. Per tutto il mese di gennaio 30.000 degli oltre 5 milioni di studenti che hanno visitato il portale Skuola.net, hanno deciso di confidarsi con il confessionale virtuale messo a loro disposizione per indagare la loro conoscenza in fatto di sesso e abitudini con il proprio partner.

I dati emersi dalla ricerca sono allarmanti quindi Durex, per far chiarezza nei giovani studenti, si prodigherà con Skuola.net in maniera attiva per dare un contributo sostanziale al miglioramento della situazione.

Previste nei prossimi mesi una serie d’iniziative che porteranno questo messaggio in giro per l’Italia: si parte con un tour – tra febbraio e aprile – nei licei di tre grandi città: Roma, Milano, Napoli. L’obiettivo è quello di sperimentare, con un migliaio di studenti, un nuovo format di educazione all’affettività e alla sessualità. Abolita la tradizionale lezione frontale, si farà informazione divertendosi attraverso quiz e domande relative al sesso sicuro e alla prevenzione. E, visto che i canali prediletti da questo target sono sempre più le social community, gli studenti coinvolti nel tour diventeranno protagonisti anche di una serie di content video realizzati per indagare il loro approccio alla contraccezione ed eliminare la barriera d’imbarazzo. Questi contenuti – che sono lo strumento per rispondere alle migliaia di domande che gli studenti hanno già posto nell’ambito della ricerca – accompagneranno il tour e saranno distribuiti sia sui social che sul portale Skuola.net, nello spazio video pomeridiano dedicato al break dallo studio.

Questi i numeri emersi dalla ricerca condotta da Skuola.net per Durex, effettuata su un campione di oltre 30mila ragazzi tra i 14 e i 25 anni. Numeri alla mano, la più grande indagine sull’argomento – rivolta alle nuove generazioni – mai svolta in Italia.

Il web è il miglior amico a cui confidare i dubbi legati al sesso: il 67% dei ragazzi infatti, quando vuole trovare una risposta ai propri interrogativi sull’argomento, ammette di cercare informazioni in rete. Solo il 64% degli intervistati sa che dall’HIV non si guarisca mai in maniera definitiva; l’81% crede che non si possa rimanere incinta al primo rapporto sessuale; e il 52% non sa che è possibile anche 24 ore dopo il ciclo mestruale. Circa 1 su 4, inoltre, è convinto che il coito interrotto sia un metodo contraccettivo efficace per evitare gravidanze indesiderate (e il 14%, pur essendone consci, si assume lo stesso il rischio). Una discreta quota di contrari al preservativo (27%) afferma di non usarlo perché diminuisce il piacere. E circa 1 su 10 di quelli che ci hanno provato almeno una volta sostiene che tirare fuori il preservativo nel “momento caldo” genera imbarazzo o vergogna. Forse perché in molti (48%) non sanno che il preservativo sia l’unico dispositivo che protegge dall’HIV. E circa 1 su 4 non è a conoscenza che sia il metodo più efficace per non contrarre malattie sessualmente trasmissibili. Resiste la barriera all’acquisto: solo il 22% entra in farmacia per chiederli, il 38%, invece, li compra nei distributori automatici.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Durex lancia la campagna #EmozioniSenzaInterruzioni. Spot in tv, online e nei cinema del circuito MovieMedia

- # # # #

Durex

Durex, che da sempre si dedica al benessere di coppia non solo grazie ai propri prodotti, ma anche attraverso progetti di comunicazione coinvolgenti per il pubblico e per i diversi target di riferimento, lancia oggi la campagna #EmozioniSenzaInterruzioni.

Focus dell’attività, che non a caso parte a ridosso della festa degli innamorati, è quello di stimolare e motivare gli italiani a regalarsi consapevolmente momenti di massima intesa, senza interrompersi sul “più bello”.

Durex con #EmozioniSenzaInterruzioni vuole farsi portavoce del sesso sicuro, per piacere, lanciando oggi un nuovo ed eloquente spot, in televisione dall’11 febbraio, su online video in programmatico e in tutti i cinema del circuito cinematografico MovieMedia che prevedono la programmazione del film “Cinquanta sfumature di rosso”.

L’impegno di Durex di quest’anno non si esaurisce con l’iniziativa #EmozioniSenzaInterruzioni. Sempre considerando l’approccio analitico del brand e volendo rispondere alle varie esigenze delle differenti generazioni – ognuna delle quali con le proprie attitudini, percezioni e credenze – Durex lancia una serie di attività e di partnership utilizzando dei canali comunicativi in linea con ognuna di esse.

Da un lato Durex si è avvicinata alla musica che è, da sempre, tra i principali interessi dei ragazzi tra i 18 e i 24 anni. Nelle prossime settimane il brand annuncerà una collaborazione con un importante artista italiano che permetterà di raggiungere le audience più giovani e avvicinarle a un approccio all’amore sicuro e responsabile in modo innovativo e non convenzionale.

Dall’altra parte il brand ha scelto un percorso più educational, il cui obiettivo è la sensibilizzazione dei giovanissimi studenti all’uso cosciente del preservativo, aiutandoli a comprendere la sua importanza non solo come strumento anticoncezionale ma soprattutto come metodo di prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili, attraverso una campagna digitale di comunicazione a 360° e lanciando una partnership a tutto tondo con Skuola.net.

articoli correlati

NUMBER

Oath: Reckitt Benckiser, con Nexplora, analizza l’efficacia della campagna Durex su Vevo

- # # # #

Durex

Oath con il brand Durex di Reckitt Benckiser ha misurato la performance della campagna pubblicitaria a supporto del lancio di Durex Natural Intimate Gel su Vevo, mettendola a confronto con le performance sugli altri media, TV inclusa. La ricerca è stata condotta da Nextplora, società di insight management che fornisce conoscenza utile alle aziende per conseguire i migliori risultati. Oath, che da un anno è il sales partner esclusivo di Vevo per il mercato italiano, ha integrato l’inventory premium della piattaforma video nella propria offerta commerciale.

Pianificato dall’agenzia media Dentsu Aegis e live dal 24 luglio al 13 agosto sulla piattaforma premium di video e intrattenimento, il preroll da 20” di Durex Natural Intimate Gel ha messo a segno risultati sorprendenti in termini di efficacia. A dimostrarlo è la ricerca cross-mediale che ha misurato l’andamento delle performance del video Durex pianificato su TV, web, social e Vevo.

Il brand Durex e la media agency Dentsu Aegis hanno scelto Vevo per la vicinanza del target e per l’ambiente brand safe della piattaforma. I risultati dello studio rivelano che Vevo ha registrato le performance migliori su KPI come advertising, awareness percezione del prodotto e intenzione di acquisto.

L’analisi dei risultati ha individuato le basi del successo nella bassa frequenza e nei video unskippable, elementi che differenziano le campagne Vevo rispetto a quelle pianificate su altri media. Di conseguenza, emerge che Vevo impatta in modo particolare su uno degli aspetti fondamentali che decreta l’efficacia di una campagna: il ricordo del messaggio della pubblicità. Infatti, tra le persone che ricordano di aver visto la pubblicità il 46% degli intervistati dà risposte relative a messaggi contenuti nel video advertising. Un risultato strabiliante se si considera che supera di 8 punti il benchmark relativo alle ricerche cross media.

Grazie alle performance di Vevo, la campagna ha contribuito all’accrescimento della product image, che emerge efficacemente negli aspetti sottolineati dal target: vicinanza, fiducia, serietà e profondità di gamma.

“Siamo contenti che Reckitt Benckiser abbia scelto di analizzare l’efficacia di un canale come Vevo all’interno di un piano di comunicazione con una forte connotazione informativa e contestualmente valoriale. L’elevata propensione all’acquisto espressa dalle persone esposte al messaggio pubblicitario dimostra come le caratteristiche intrinseche di Vevo rendano tale piattaforma più idonea alla distribuzione di questo tipo di messaggi rispetto ad altri canali di comunicazione. Lo scarso affollamento di advertising e l’elevato appeal dei contenuti sono gli asset che rendono Vevo un ambito molto favorevole alla memorabilità dei messaggi pubblicitari”, ha affermato Christina Lundari (in foto), General Manager di Oath Italia.

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

Durex e Cesvi lanciano una campagna in occasione della Giornata mondiale contro l’Aids

- # # #

Durex

Il 1° dicembre si celebra la Giornata mondiale contro l’AIDS e Durex si impegna a fianco di Cesvi in una campagna il cui nome dichiara già l’intento: #LottaCoiFiocchi. Una lotta contro l’Aids attraverso i fiocchi rossi come simbolo iconico del World Aids Day e, contemporaneamente, un impegno concreto per “sistemare coi fiocchi” la diffusione della malattia attraverso la prevenzione e l’utilizzo del preservativo.

Oggi l’AIDS fa ancora paura, ma la sua diffusione è sempre più sottovalutata. Eppure i dati parlano di 3.444 nuove diagnosi di infezione da HIV ogni anno in Italia (pari a un’incidenza di 5,7 nuovi casi di infezione da HIV ogni 100.000 residenti). L’85,5% di queste è attribuibile a rapporti sessuali non protetti.

La prevenzione con l’informazione e l’uso del preservativo è il primo modo di combattere questa malattia. Per questo Durex ha deciso di sostenere Cesvi, organizzazione umanitaria da sempre impegnata a fermare la diffusione dell’AIDS nei Paesi più poveri del mondo, ad esempio lo Zimbabwe, attraverso attività di prevenzione e sensibilizzazione, oltre che di assistenza ai bambini orfani a causa dell’HIV.

Due i modi attraverso i quali si può supportare la causa: acquistando una confezione di preservativi Durex – dal 1 al 31 di dicembre – in una delle oltre 3.000 farmacie italiane aderenti all’iniziativa, si riceverà in regalo una bustina con i tre sticker del progetto (il logo Durex, il logo #Lottacoifiocchi e l’iconico nastro rosso); oppure online su Comodo.it, Groupon.it ed E-bay.it con l’acquisto di una confezione da 12 o più preservativi Durex si potrà avere invece una tazza coi fiocchi.

 

articoli correlati

MEDIA

Bitmama firma la nuova campagna Durex su YouTube, protagonisti i The Show

- # # # # #

durex the show

Oltre un milione di visualizzazioni organiche: questo il traguardo tagliato dal video, nato da un’operazione di guerrilla digitale sui canali social, dei The Show creato in collaborazione con Durex. I The Show, due tra gli youtuber più seguiti del momento, sono noti al grande pubblico per aver vinto Pechino Express nel 2016. Tra i loro cavalli di battaglia spiccano le Candid Camera, Esperimenti Sociali e il format video Detto Fatto, in cui i due giovani mettono in scena le richieste dei loro fan.

A essere oggetto delle attenzioni del brand è stata la loro richiesta agli utenti di ideare Candid Camera a tema profilattici: le situazioni più divertenti avrebbero fatto parte del loro nuovo video. Ma, tra le quasi 400 risposte, spicca quella del marchio: i preservativi si usano per fare sesso sicuro.

Così la collaborazione tra Durex e i The Show dà vita alla campagna, realizzata insieme alla casa di produzione Showreel, Cosa NON fare con un preservativo: una serie di video che unendo il linguaggio irriverente dei The Show e l’autorevolezza di Durex in ambito sessuale, spiega ai giovani come e perché usare sempre il profilattico, ricordando loro l’importanza di fare sesso, e di farlo protetto. La campagna s’inserisce nello scenario sempre più preoccupante delle malattie a trasmissione sessuale: in Italia si stima un contagio di HIV ogni 2 ore.

La strategia di BitMama, a metà tra l’influencer marketing e il guerrilla marketing, ha l’obiettivo di parlare ai ragazzi attraverso la voce di due personaggi da loro molto amati. La campagna educational del brand è pubblicata sul canale Youtube Durex Italia.

 

Crediti
Agenzia: Bitmama
Direttore creativo: Gianandrea Manni
Creative supervisor: Erika Mameli
Digital Copywriter: Michela Barera
Adattamenti video: Federico Moretti, Giuseppe Ballone
Client director: Matteo Abbà
Account: Fabio Colacino
Talent Management e Casa di produzione: Showreel

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Durex, la missione educativa prosegue con un progetto social insieme ai The Show

- # # # # #

Durex e The Show

Durex prosegue nella sua mission educativa, andando a parlare ai giovani sui social network attraverso un linguaggio ironico e divertente. Nasce così il progetto sviluppato da Durex grazie alla collaborazione con i The Show, gli youtuber più popolari nel panorama italiano dei Prank e delle Candid Camera e noti al grande pubblico per aver vinto Pechino Express nel 2016.
Il marchio leader nella prevenzione decide di realizzare questa campagna web per intercettare il target che più necessita di queste informazioni. I giovani italiani, infatti, risultano tra i meno istruiti di Europa in termini di prevenzione e conoscenza delle malattie sessualmente trasmissibili. Alcuni dati indicano che il 40% dei giovani sessualmente attivi ammette di aver avuto rapporti sessuali non protetti con partner diversi. Risulta che solo il 35% dei ragazzi e il 29% delle ragazze usa il preservativo: un dato preoccupante che evidenzia la necessità di intercettare direttamente il target.

Durex si affianca così a The Show irrompendo sui loro canali e dando a loro la possibilità di parlare direttamente ai fan e followers Durex. Il risultato sono due divertenti video che spiegano, usando il linguaggio diretto dei protagonisti, al pubblico più giovane l’importanza dell’utilizzo del condom. Sul canale Youtube dei TheShow si possono vedere i video COSE DA NON FARE CON UN PRESERVATIVO – all’interno della playlist DETTO FATTO. Nel primo video la coppia ha lanciato ai propri fan la richiesta di ideare Candid Camera a tema profilattici e si è impegnata a realizzare i suggerimenti. Tra le quasi 400 risposte, spicca quella di Durex: i preservativi si usano per fare sesso sicuro. Sul canale Youtube del brand invece il video CHI VUOL ESSERE PRESERVATO all’interno del quale i TheShow sottopongo i giovani italiani intercettati per strada a un quiz sul tema della prevenzione. Attraverso domande formulate con un linguaggio divertente, “epiche celebrazioni” in caso di risposte corrette o penitenze indimenticabili, Durex e i The Show sottolineano ancora una volta l’importanza dell’uso del preservativo per la prevenzione dalle malattie sessualmente trasmissibili. Questa nuova operazione realizzata da Durex sui canali digitali si aggiunge ai progetti di informazione che Durex da sempre porta avanti per i giovani: la campagna social Obbligo o verità e il progetto educativo scolastico di prevenzione ed educazione sessuale SafeBook by Durex che porta l’educazione sessuale nelle classi di oltre 22.800 istituti tra scuole medie inferiori e superiori in tutta Italia.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Durex sostiene la prevenzione attraverso le videopillole della dottoressa Mirella Parachini

- # # #

Durex prevenzione

Durex conferma il suo impegno nella promozione di una cultura preventiva contro il rischio di contrarre malattie sessualmente trasmissibili o iniziare gravidanze indesiderate. A questo proposito la dottoressa Mirella Parachini, medico specialista in Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale San Filippo Neri di Roma, supportata da Durex, cercherà di colmare questo gap di informazione attraverso una serie di Videopillole pubblicate sul profilo youtube del brand.

Questo progetto si inserisce in una più ampia campagna promossa da Durex a partire dal 2016, dedicata al supporto della prevenzione attraverso la promozione dell’utilizzo del preservativo. L’obiettivo è quello di ridurre il rischio di contrarre malattie a trasmissione sessuale o di iniziare gravidanze non programmate.

Mirella Parachini è la protagonista della serie “Parliamo di sesso”, videopillole dedicate ai più scottanti temi della sessualità:

  1.  La sicurezza: il sesso è un piacere da condividere in sicurezza e solo una buona educazione sessuale aiuta a prevenire violenze, infezioni, malattie e gravidanze indesiderati. Il 52% dei ragazzi tra i 16 e i 25 anni considera già un atteggiamento maturo e responsabile la richiesta del preservativo da parte delle ragazze, ma è utile fare informazione per innalzare il più possibile questa percentuale e far comprendere che il sesso è più bello quando è anche sicuro.
  2. La complicità di coppia: Il fatto di avere una relazione non implica necessariamente essere meno a rischio: possono essere presenti malattie contratte in precedenza, con altri partner. Occorre effettuare controlli medici periodici. Inoltre, sfatiamo il mito per cui il preservativo sia un ostacolo al raggiungimento del piacere. È certamente uno strumento prezioso per evitare le malattie sessualmente trasmissibili e gravidanze indesiderate, ma rappresenta (soprattutto se si sceglie un modello più sottile o ritardante o stimolante) anche un valido alleato per il piacere sia dell’uomo sia della donna.
  3.  Le malattie sessualmente trasmissibili: Ogni anno in Italia si accertano circa 3500 nuovi casi di HIV. Non solo: molte altre malattie sessualmente trasmissibili come Papilloma virus, herpes o Clamidia sono poco temute, eppure possono portare anche a conseguenze gravi come la sterilità. La prevenzione è indispensabile e il preservativo, se usato correttamente, è il metodo più efficace. Portare con sé un preservativo è un gesto semplice, che rivela rispetto per sé e per il partner.
  4.  I luoghi comuni: sono tanti e tutti da sfatare. A cominciare da quelli riguardanti i metodi erroneamente ritenuti efficaci per evitare una gravidanza indesiderata. Lo dimostrano i dati: in Italia si registrano circa 90.000 interruzioni volontarie di gravidanza ogni anno. Molte persone sono ancora convinte che il coito interrotto sia un buon metodo: niente di più rischioso, perché vi può essere un rilascio di spermatozoi anche prima di raggiungere l’orgasmo. Anche la giovane età o il momento del ciclo non rappresentano una garanzia per non avere figli, per non parlare di rimedi come un bagno caldo subito dopo il rapporto, che a torto vengono ritenuti utili. Gli spermatozoi sono velocissimi (percorrono in proporzione 55 km all’ora) e solo il preservativo può proteggere dalle malattie o da una gravidanza non programmata.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Durex lancia “obbligo o verità”. Per una corretta prevenzione alla sessualità tra i giovani

- # # #

Durex campagna social

Durex ha condotto un nuovo esperimento sociale che ha coinvolto giovani provenienti da tutta Europa in “Obbligo o Verità”.

La campagna social “Obbligo o Verità” è l’ultima iniziativa di un intenso programma di attività che Durex porta avanti da tempo con l’obiettivo di promuovere tra i giovani una corretta educazione alla prevenzione e alla sessualità. Tra i più importanti SafeBook by Durex, quest’anno alla sua quinta edizione, un progetto educativo che fa arrivare l’educazione sessuale nelle classi di oltre 22.800 istituti tra scuole medie inferiori e superiori in tutta Italia, laddove manca un progetto scolastico ministeriale. SafeBook by Durex è un progetto sviluppato grazie alla partnership con importanti istituzioni e associazioni, esperti professionisti e anche per quest’anno il consorzio Vero Volley con il coinvolgimento diretto degli atleti della squadra in A1 della pallavolo maschile.

Il risultato è un’ironica campagna social fuori dagli schemi, seconda edizione del programma educational iniziato nel 2016 Do it Better, dal titolo “Obbligo o Verità” costituita da 7 video pillole nei cui episodi i gruppi di giovani si confrontano liberamente su temi importanti come le caratteristiche ritenute più sexy in camera da letto o le preoccupazioni a proposito di sesso non protetto e malattie sessualmente trasmissibili.

I video dimostrano quanto i ragazzi si sentano molto più a loro agio quando si parla di sesso in maniera divertente, attraverso il gioco. Nonostante i partecipanti provengano da Paesi diversi, parlare di sesso annulla le differenze culturali facendo emergere grande complicità nel condividere problematiche ed opinioni. La campagna è on air sui canali digitali di Durex.

Lo starting point della campagna social è una ricerca europea che Durex ha condotto su un campione di 1.000 giovani con età compresa dai 16 ai 25 anni. Sono emersi nuovi ed incoraggianti atteggiamenti come l’emancipazione delle ragazze nel proporre l’uso del preservativo e la reazione positiva degli uomini a questo comportamento delle partner. Il 52% lo ritiene un gesto responsabile, il 36% una manifestazione di consapevolezza di sé, e il 27% un gesto concreto. Nonostante ciò si è ancora restii a parlare di sesso in maniera aperta per la paura di essere giudicati o di rovinare l’atmosfera: il 40% degli intervistati teme il giudizio altrui, a maggior ragione quando si tratta della propria salute sessuale. L’ascesa di nuove tecnologie, inoltre, non aiuta certamente la spontaneità nell’affrontare tali argomenti. Il 41% degli intervistati ha ammesso di avere incontri occasionali di una notte con persone conosciute tramite un’app di incontri, e più di tre quarti dichiara di correre dei rischi non conoscendo la salute sessuale delle persone incontrate, proprio perchè non avvezzi ad avere discussioni aperte e oneste con nuovi partner.

articoli correlati

AGENZIE

Asa e Durex contro l’AIDS con “Trasmettere prevenzione” presenti gli atleti del Vero Volley

- # # # # # #

TRASMETTERE PREVENZIONE,evento organizzato da ASA

ASA, Associazione solidarietà AIDS Onlus, in collaborazione con il Comune di Milano e Safebook by Durex, ha realizzato il primo dicembre a Milano la quarta edizione dell’evento TRASMETTERE PREVENZIONE, al quale hanno partecipato anche gli atleti del Gi Group Team Monza in qualità di testimonial, in occasione della “Giornata Mondiale per la Lotta contro l’AIDS 2016″.

L’iniziativa, che ha previsto un tour nella città a bordo di un tipico tram milanese, ha preso il via alle ore 14 presso la Fabbrica del Vapore di Milano dove, oltre all’esposizione di una mostra dedicata alla prevenzione e alla lotta contro l’AIDS, si è svolta la conferenza stampa di presentazione dell’evento alla quale hanno partecipato Giulia Galli, responsabile del progetto Safebook by Durex, Ivan Raic, schiacciatore del Gi Group Team Monza, Andro, tastierista dei Negramaro e i The Cubeguys, Dj della rassegna sul tram.

Il percorso di quest’anno, ha visto partire il tram dalle 14 ogni mezz’ora fino a mezzanotte, iniziata da Via Orefici (MM Duomo) e terminata in Porta Genova passando per quartieri centrali e molto frequentati della città, quali Via Torino, Via Cantù e Colonne di San Lorenzo.
Durante la prima parte, dalle ore 14 alle 18, il tram, allestito con i banner e musica in diffusione, ha effettuato il percorso indicato senza passeggeri allo scopo di diffondere il messaggio di solidarietà e prevenzione legato al primo dicembre. Dalla vettura, inoltre, c’è stato un collegamento live di Radio Popolare per intervistare esponenti delle associazioni coinvolte, rappresentanti del Comune di Milano, medici e personaggi noti.

Nella seconda fase invece, dalle 18 alle 24, il pubblico potrà assistere alle performance dei The Cubeguys che si alterneranno alla consolle allestita sul tram con Andro dei Negramaro. I partecipanti sono potuti salire e scendere liberamente e gratuitamente dalla fermata di Via Orefici (MM Duomo/Cordusio), dove è stato allestito l’info point, e alle fermate previste lungo il percorso.

Alla manifestazione, inoltre, sono stati presenti i pallavolisti del Consorzio Vero Volley, l’unica realtà europea con due formazioni, una maschile e una femminile, nelle massime categorie della pallavolo nazionale. Anche quest’anno, il secondo consecutivo, infatti, il progetto di educazione sessuale rivolto alle scuole e ai giovani promosso da Durex ha potuto contare sulla partecipazione degli atleti del Consorzio Vero Volley e del Gi Group Team Monza in qualità di testimonial. SafeBook by Durex, dunque, ha scelto ancora lo sport, e il Consorzio Vero Volley, per trasmettere alle generazioni di oggi i valori del rispetto verso se stessi e verso gli altri, come premessa per un comportamento responsabile in campo e nella vita.

Safebook, infatti, offre da 4 anni un servizio di informazione ai giovani non soltanto attraverso le video-lezioni del progetto didattico ma anche tramite il sito, all’interno del quale è possibile trovare tutte le risposte alle domande su affettività e prevenzione, in italiano e nelle 7 lingue più parlate dalle famiglie straniere in Italia: inglese, spagnolo, rumeno, arabo, urdu, tagalog e cinese. Da quest’anno il sito è arricchito anche con le risposte alle domande che i giovani hanno posto sulle questioni più “intime”: dai metodi di prevenzione (che sono un’altra cosa rispetto ai metodi anticoncezionali!) all’attenzione verso il partner, dall’estetica al rispetto tra i sessi.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Durex #CondomEmoji la campagna globale per l’Aids Day

- # # # # # #

La condomEmoji lanciata da Durex per l'Aids Day

Durex #CondomEmoji, la campagna globale per offrire ai giovani un emoji che rappresenti l’amore protetto, a sostegno dell’utilizzo del profilattico come premessa di una vita affettiva sana e responsabile.

Durex sostiene quindi la realizzazione di un simbolo capace di promuovere e raccontare l’amore, invitando tutti coloro che credono nel valore della prevenzione ad aderire all’iniziativa #CondomEmoji.
Da oggi fino al 1° dicembre, Giornata mondiale contro l’AIDS, chiunque usi l’hashtag #CondomEmoji sui propri canali social, visualizzi e condivida il video #CondomEmoji dalla pagina Facebook Durex Italia contribuirà a raggiungere il milione di interazioni necessario per proporre al Consorzio Unicode la realizzazione del primo emoji per dire “amore protetto”.

I risultati di una ricerca condotta da Durex in Gran Bretagna su un campione di ragazzi tra i 16 e i 25 anni, confermano infatti la tendenza all’utilizzo dell’emoji nei dialoghi giovanili: per l’80% degli intervistati è più facile esprimersi con i simboli e l’84% si sente maggiormente a proprio agio ad utilizzarli per parlare di rapporti intimi. Gli emojii, dunque, come vero e proprio esperanto dei Millennials.

All’imbarazzo di affrontare tematiche legate alla sessualità si aggiungono i dati allarmanti sulle abitudini dei giovani europei tra i 16 e i 24 anni: il 78% è sessualmente attivo, ma solo il 62% usa con regolarità il profilattico; 4 ragazzi su 10 affermano, inoltre, di avere avuto rapporti a rischio con più di un partner.

“La Giornata mondiale contro l’AIDS è un momento significativo per ricordare quanto sia importante la protezione dalle malattie sessualmente trasmissibili. – afferma Volker Sydow, Global Director Durex – Considerata l’importanza dell’instant messaging nelle relazioni personali, siamo convinti che un emoji dedicato all’amore responsabile sia un modo immediato per avvicinare tutti al valore della prevenzione”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Durexlabs, il lato digitale del piacere. Durex cerca beta tester

- # # # #

Durex entra nel mercato della tecnologia digitale lanciando un nuovo prodotto che ha l’obiettivo di rivoluzionare la vita sessuale delle persone. Il primo passo è la nascita di Durexlabs, una nuova divisione per analizzare il cambiamento dei comportamenti sociali causati dalla proliferazione della tecnologia nella sfera intima delle coppie.

Il progetto è stato sviluppato in collaborazione con l’imprenditrice Susie Lee, CEO di Siren Mobile ed importante protagonista nel settore della tecnologia mobile. L’esperienza di Lee come biochimica, biofisica ed artista ha apportato un valore aggiunto nello sviluppo della progettazione del prodotto che verrà lanciato.

Durex è alla ricerca di beta tester in tutto il mondo che vogliano sperimentare per primi questo nuovo prodotto.
Chiunque fosse interessato può registrarsi al sito www.durex.com/durexlabs per ricevere aggiornamenti ed avere l’opportunità di accedere gratuitamente per un periodo limitato di tempo.

Richard Arnold, Direttore Ricerca e Sviluppo Durex, ha dichiarato: “È stato semplice unire la nostra esperienza nel campo del benessere sessuale con la tecnologia digitale. Ci siamo fatti ispirare dalle abitudini quotidiane e dalla nostra dipendenza sempre crescente nei confronti della tecnologia mobile per svolgere qualsiasi attività quotidiana. La ricerca di mercato che abbiamo condotto ha identificato il desiderio, da parte degli intervistati, di utilizzare la tecnologia anche nella vita di coppia”.

Susie Lee ha dichiarato: “Lavorare con i Durexlabs è stato incredibilmente emozionante. Attraverso la diffusione sempre maggiore di smartphone, social networks e applicazioni per incontri, la tecnologia è diventata il principale mezzo utilizzato dalle persone per conoscersi e mantenersi in contatto. Con Durexlabs stiamo per affrontare un passo fondamentale che sfrutterà la tecnologia, amplificando il suo effetto di connessione tra persone, anche in camera da letto per migliorare la nostra vita sessuale.”

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Loveville 2015, grande successo per il lancio della competizione targata Durex e O-One

- # # # # #

Dalla creatività di O-One e Industree Communication Hub nasce “Make love make energy”, concept della terza edizione di Durex Loveville, la competizione che ogni anno proclama la città più sessualmente attiva d’Italia.

L’invito di Durex a celebrare l’energia dell’amore in tutte le sue forme: attrazione, sentimento, carica sessuale e complicità è stato il filo conduttore anche dei Loveville parties, che si sono tenuti nelle principali discoteche italiane, da Milano a Napoli, per lanciare l’iniziativa.

O-One, in sinergia con Industree Communication Hub, ha curato l’identità del progetto di comunicazione, dall’ideazione del logo alla produzione dell’immagine coordinata, e si occupa delle attività legate all’iniziativa sui social network.

Dal 2012 Durex Italia ha affidato a O-One la gestione della sua presenza social con l’obiettivo di incrementare la vicinanza tra brand e lovers parlando di sesso con un tone of voice nuovo, fresco e spontaneo. Anche la creatività ispirata a “Make love make energy” risponde a questa sfida.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Grandi risultati per #roccotieniduro, la campagna creata da Havas per Durex

- # # # # # #

Ottimi i risultati raggiunti dalla campagna #roccotieniduro, progetto di comunicazione online e PR creato dalle agenzie italiane del gruppo Havas per Durex: sviluppato per sostenere Durex e Loveville 2014, campionato nazionale dell’amore indetto per eleggere la città più passionale d’Italia, la campagna ha registrato dati entusiasmanti.
A livello PR, l’impatto della campagna è stato globale: il progetto, pensato unicamente per il mercato italiano, ha avuto visibilità in 65 nazioni coinvolgendo TV, radio, e testate off e on line di tutto il mondo: da Sky, a le Figaro, dalla BBC, a Globo e al Time. Anche a livello di conversazione digitale i risultati sono stati significativi. L’operazione ha coinvolto più di 16 milioni di persone con oltre 4,2 milioni di interazioni sui canali social di Durex e un click through rate del 7,47%. Con l’invito a non trascurare il sesso durante il campionato calcistico mondiale, Rocco Siffredi, il più famoso amatore italiano, ha annunciato il suo voto di castità con un primo video clip unbranded per propiziare la vittoria dell’Italia, rinunciando al sesso per tutto il periodo in cui la nazionale italiana avrebbe gareggiato ed invitando gli italiani a fare l’amore di più, anche al posto suo. A due giorni dal lancio della prima clip l’attenzione è stata capitalizzata da un secondo video in cui Rocco Siffredi ha annunciato il sostegno di Durex. In concomitanza il brand ha lanciato la campagna social, a supporto del voto di castità, con l’hashtag #roccotieniduro condividendo inoltre sulle proprie pagine social i successivi videoclip, testimonianza del sacrificio di Rocco, fino all’eliminazione della nazionale italiana. L’ideazione della campagna #roccotieniduro è stata curata da Havas Worldwide Milan, dai direttori creativi Lorenzo Crespi e Selmi Bali Barissever. Insieme a loro hanno lavorato l’art director Filippo Formentini, la copywriter Maria Chiara Alegi, l’account Director Ada Guerriero, la direttrice clienti Daniela Melodi, e Davide Labò, junior copywriter. La comunicazione PR è stata gestita da Havas PR Milan. Hanno curato il progetto l’agenzia digital O-one, il centro media Aegis Media e la casa di produzione K48.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Durex Loveville Run: in amore vince chi corre

- # # #

Convocati ai blocchi di partenza i lovers di Milano, Roma, Firenze e Napoli per partecipare alla Durex Loveville Run, avvincente e divertente corsa amatoriale, promossa da Durex il 15 Febbraio in occasione di San Faustino. Passata la festa degli innamorati Durex pensa a tutti i lovers, l’invito a rincorrere il partner o a ricercare la propria anima gemella non esclude nessuno. Due tragitti diversi da percorrere per i partner coinvolti e un unico traguardo da conquistare: il ricongiungimento con il proprio amore o il fatidico incontro con l’anima gemella. La coppia che per prima riuscirà a ritrovarsi al traguardo, unendosi al partner in un simbolico abbraccio, vincerà una romantica cena per due in uno dei più rinomati ristoranti della propria città.

Come veri e propri maratoneti, anche i Loveville Runners avranno a disposizione il kit della Durex Loveville Run: zaino, pettorina, vari gadget personalizzati e Durex Lovers Connect, l’innovativo pleasure gel pensato proprio per la coppia. Con una formulazione specifica per ognuno dei partner, è ideato per offrire una nuova dimensione del piacere e la massima sintonia in amore. Simbolo della “connessione d’amore” grazie alle due combacianti metà che ne costituiscono il packaging, Durex Lovers Connect diventa dunque anche lo strumento di ricongiungimento al traguardo tra i partner. Ai ragazzi la mezza sfera viola, alle ragazze quella rosa, chi per primo ricomporrà Durex Lovers Connect ritrovando la propria metà conquista il premio finale.

Fatica ricompensata e divertimento assicurato per tutti i partecipanti. Al termine della corsa anche i lovers meno atletici saranno infatti accolti da una grande festa pubblica, con DJ set, organizzata nei punti di ritrovo delle quattro città per festeggiare l’amore con Durex al sano ritmo di musica e divertimento.

Per iscriversi basta accedere all’apposita Tab “Loveville 2014”.

#Loveville14
Facebook: www.facebook.com/durex.italy
Twitter: https://twitter.com/durexitalia

 

articoli correlati