MEDIA 4 GOOD

LILT Milano è on air con la nuova campagna istituzionale. Firma TBWA\Italia

- # # # # #

LILT - TBWA\Italia

“Donare un momento importante” è il cuore del messaggio della campagna istituzionale LILT – Lega Italiana per la lotta contro i tumori – Sezione di Milano, firmata da TBWA\Italia.

 

Guardare i propri figli crescere, preparare la merenda con la mamma, andare a un appuntamento con il fidanzato: sono solo alcuni di quei momenti quotidiani tanto semplici quanto unici, senza prezzo. Non tutti, però, hanno la possibilità di viverli. Grazie all’adesione e al sostegno alla sua mission, da oltre 70 anni LILT diffonde la cultura della prevenzione e della diagnosi precoce, aiutando i malati e le loro famiglie per far sì che non si perdano nemmeno un secondo di questa preziosa quotidianità.

 

Oltre che su affissioni e OOH, la campagna prende vita anche su tre diversi soggetti radio: in un negozio immaginario, i momenti “Giocare all’aeroplanino”, “Preparare i biscotti insieme” e “Improvvisare un lento” vengono raccontati e venduti ai clienti, come degli oggetti, che scopriamo però essere inacquistabili.

 

Associarsi e sostenere tutte le attività di LILT Milano legate alla prevenzione, diagnosi precoce e assistenza e supporto psicologico al malato e ai suoi familiari è semplice: basta cliccare sul sito di LILT Milano.

 

CREDITS

 

Cliente: LILT Sezione di Milano
Responsabile Comunicazione Relazioni Esterne e Ufficio Stampa: Ileana Tesoro

 

Agenzia: TBWA\Italia
Group Executive Creative Directors: Hugo Gallardo e Gina Ridenti
Creative Director: Mirco Pagano
Art Director: Angela Celano
Copywriter: Matteo Gemelli
Account Manager: Francesca Levi
Producer e Art Buyer: Silvia Congiu

Produzione Stampa: Integer
Responsabile produzione stampa: Luca Mestrone
Produzione Stampa: Marco Baratti
Traffico e controllo produzione stampa: Paola Gemelli

 

Produzione Radio: Eccetera
Regia/Direzione del doppiaggio: José Bagnarelli.
Producer: Sabina Feneri
Tecnici del suono: Mauro Fazzini, Luca Imperato, Marco Vaccaro.

 

Media company: OMD Worldwide

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

Arkage per Fondazione Umberto Veronesi: on air la campagna di sensibilizzazione per la lotta al cancro

- # # # #

Arkage

Una freccia bianca che come un abbraccio si stringe metaforicamente attorno a tutti noi, facendoci sentire parte di una missione che anche grazie al nostro contributo puòdiventare possibile: sconfiggere ogni forma di tumore. Èil fil rouge della campagna ideata e realizzata da Arkage per Fondazione Umberto Veronesi #ilcancrononaspetta, in diffusione da dicembre 2018 nelle sue prime declinazioni dedicate rispettivamente all’Oncologia Pediatrica e delle donne e on air per tutto il 2019 anche attraverso altri focus incentrati su 5X1000 e Oncologia maschile.

 

Arkage si èoccupata del concept creativo e della produzione dei formati stampa, radio e video (web e tv). La campagna di Fondazione Umberto Veronesi ha l’obiettivo primario di promuovere donazioni in favore della ricerca scientifica di eccellenza, sensibilizzando, di concerto, sui progetti di prevenzione, educazione alla salute e divulgazione della scienza messi in atto dall’ente.

 

Il primo video realizzato da Arkage e dedicato al tema dell’oncologia pediatrica.

 

 

Una campagna che va dritta al cuore

Nonostante la ricerca stia facendo passi da gigante, i dati restano allarmanti: ogni anno in Italia circa 1.400 bambini si ammalano di cancro; e nell’arco della vita, un uomo su due e una donna su tre rischiano di contrarlo. Arkage ha scelto di raccontare questi numeri esattamente come sono, comunicando alla pancia e al cuore delle persone, e svelando senza filtri l’entita e le conseguenze di una malattia terribile.

 

Alla durezza della statistica, Arkage ha accostato un tone of voice che in ogni sua manifestazione (narrazione fuori campo, pose dei soggetti, selezione musicale di video e spot radio) ènaturale ma soprattutto empatico . Perchéil cancro ci riguarda tutti: “Colpisce chiunque in qualsiasi momento, e in un attimo può portarci via le persone che amiamo” .

 

In questo quadro, Fondazione Umberto Veronesi si pone come elemento di risoluzione: un abbraccio (il cerchio bianco) che circonda i pazienti in un gesto inclusivo e familiare e che al tempo stesso indica una via (la freccia al termine del cerchio): sostenendo la ricerca, quei 1400 bambini, quell’uomo su due e quella donna su tre possono essere salvati.

 

#ilcancrononaspetta
Trovare una cura contro il cancro non è più un miraggio ma un obiettivo concreto, e finanziando la ricerca i tempi si accorciano. L’hashtag “il cancro non aspetta” racconta proprio questo. E dàforza all’obiettivo finale della campagna: promuovere donazioni. Maggiore èil nostro impegno oggi, minore èla possibilitàdomani di trovarci impotenti davanti a un tumore.

 

articoli correlati

AGENZIE

AIRC si rinnova sul web con Caffeina. Ottimizzato il funnel per la donazione

- # # # #

AIRC - Caffeina

La Creative Digital Agency Caffeina affianca AIRC nel percorso di ridefinizione della sua strategia di comunicazione digitale con la riprogettazione del suo sito web online con una veste totalmente rinnovata.

 

AIRC dal 1965 sostiene con continuità, attraverso la raccolta di fondi, il progresso della ricerca per la cura del cancro e diffonde una corretta informazione sui risultati ottenuti, sulla prevenzione e sulle prospettive terapeutiche. Il sito airc.it è uno strumento di comunicazione e divulgazione consultato ogni anno da oltre 8 milioni di visitatori, che si rinnova nella forma e nei contenuti per continuare a presidiare la rete con informazioni puntuali e verificate e per offrire ai suoi sostenitori nuove modalità di donazione online.

 

La riprogettazione del sito

 

Semplicità, coerenza, contestualizzazione, universalità: queste le parole chiave in una comunicazione che si rivolge a un target trasversale e che è in grado di trasmettere contenuti scientifici e tecnici con un linguaggio divulgativo e comprensibile.

 

La riprogettazione del sito si è articolata attraverso tre punti fondamentali: l’ideazione di un nuovo stile di comunicazione online in grado di abbracciare e coniugare sia gli elementi visuali che quelli testuali; l’implementazione di una diversa architettura e modalità di fruizione dei contenuti editoriali, in grado di riposizionarne il valore; la creazione di un funnel guidato per la donazione sfruttando nuovi strumenti di pagamento e nuove aree d’opportunità.

 

Per poter garantire una presenza digitale allineata tra tutti i punti di accesso al network anche dal punto di vista visuale, i professionisti di Caffeina hanno supportato AIRC nella definizione di un Design System univoco e coerente per la sua presenza online, che racchiudesse i principi comunicativi del brand, le sue linee guida per i testi e gli elementi base di design, riuscendo a raccontare il posizionamento e i valori di AIRC anche in questa nuova veste digitale.

 

Obiettivo: semplicità

Con l’obiettivo della semplicità, la Creative Digital Agency si è quindi focalizzata sulla razionalizzazione dell’architettura del portale AIRC.it, per garantire all’utente una navigazione tra i contenuti più facile e intuitiva: l’homepage è diventata un hub per la raccolta dei contenuti più recenti e rilevanti dai diversi canali editoriali del portale.

 

Caffeina ha supportato AIRC anche nell’ottimizzazione del funnel per la donazione, con l’implementazione di nuovi strumenti e modalità per il pagamento, rendendo più semplice e intuitivo il processo.

 

“Ogni progetto che seguiamo è per noi una sfida entusiasmante, ma la nobiltà della mission di AIRC ci ha reso ancor più orgogliosi di questa collaborazione. Siamo certi di avere, con il nostro lavoro, migliorato significativamente l’esperienza di chi naviga sul sito airc.it e dato il nostro piccolo contributo alla sensibilizzazione sul valore della ricerca e della donazione”, ha commentato Tiziano Tassi, CEO di Caffeina.

 

Credits

Tiziano Tassi, CEO & Partner
Antonio Marella, COO & Partner
Henry Sichel, General Manager
Davide Paganessi, Operations Director
Stefan Manastirliu, Experience Design Director
Alessandro Casu, Technology Director
Stefano Azzolini, CTO
Client Services: Silvia Zaccarelli, Andrea Pettinaroli
Operations: Graziano Vincini, Silvia Parmiggiani
Experience Design: Lorenzo Bertè, Maria Navarro Baleriola
Technology: Flavio De Stefano, Filippo Mangione, Andrea Longo, Michael Genesini, Alberto Parziale, Lorenzo Girardi, Riccardo Cannella

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

Una piccola donazione durante l’acquisto dei voli: Vueling sostiene Save The Children

- # # # # #

Vueling ha scelto di sostenere la campagna di Save the Children per aiutare i bambini rifugiati in fuga dal dramma della guerra: da oggi la pagina web della compagnia ospiterà un modulo con cui i passeggeri potranno donare volontariamente un euro alla fine della procedura di acquisto di un volo. La campagna rimarrà attiva nel corso dei prossimi mesi, inserendosi nel piano delle azioni di responsabilità sociale promosso da Vueling per favorire in modo concreto il benessere e la qualità di vita dei più piccoli nel mondo.

L’attuale crisi sociopolitica del Medio Oriente sta muovendo verso l’Europa un impressionante numero di rifugiati alla ricerca di un posto sicuro, e tra questi si contano almeno 3,5 milioni di bambini costretti a lasciare la loro casa. Nella fuga disperata verso la salvezza, sono proprio loro a correre i rischi maggiori, di fronte alla carenza di cibo, acqua e medicinali, senza avere nemmeno coperte o un posto per dormire, e costantemente esposti alle malattie o alla minaccia dei trafficanti di esseri umani.

Alla luce di questa situazione d’emergenza, e considerato il grande impegno di Vueling in progetti di aiuto all’infanzia, la compagnia ha scelto di sostenere attivamente la campagna lanciata da Save the Children, per regalare la speranza di un nuovo domani a tutti questi bambini.

Save the Children è fin dall’inizio al lavoro nelle zone in cui hanno avuto origine gli scontri (Siria, Libano, Giordania ed Egitto), così come nei paesi di transito dei profughi (Serbia, Croazia, Macedonia, Grecia, Italia e Spagna) e in quelli che i profughi andranno a raggiungere (tra cui Regno Unito, Germania, Finlandia, Svezia e Norvegia), per fornire aiuti e garantire a tutti i bambini coinvolti il rispetto dei loro diritti fondamentali.

I clienti Vueling, così, potranno essere protagonisti di questo ponte di solidarietà, e non saranno i soli: il modulo per le donazioni sarà presente, oltre che sul sito web Vueling.com, anche nella intranet aziendale, così da coinvolgere direttamente tutti i dipendenti della compagnia.

Secondo Alex Cruz, Presidente e AD di Vueling: “Ciò che riusciremo a raccogliere grazie all’aiuto dei nostri clienti e dei nostri dipendenti sarà una piccola goccia in un mare fatto di tante difficoltà, ma una goccia d’importanza fondamentale per dare una svolta alla situazione che stanno vivendo tutte queste famiglie”.

Andrés Conde, direttore generale di Save the Children sottolinea invece: “L’alleanza con Vueling ci darà ancora più forza nel migliorare la vita dei bambini rifugiati. Non dobbiamo dimenticarci che tutte queste persone fuggono dalla guerra, da scenari in cui i più piccoli sono sempre i più vulnerabili. Fare squadra con la società civile attraverso il sostegno di aziende come Vueling, in queste circostanze è la chiave per raggiungere più facilmente i nostri obiettivi”.

articoli correlati

MOBILE

Al via la campagna SMS solidale per sostenere l’associazione Bambini Cardiopatici nel Mondo

- # # # #

Il Cairo in Egitto, Addis Abeba in Etiopia, Shisong in Camerun, Duhok nel Kurdistan Iracheno: sono le 4 città di Paesi in Via di Sviluppo che ospitano ognuna un Centro cardiochirurgico attrezzato e preparato in particolare per accogliere, operare e curare i bambini affetti da cardiopatie congenite.

Questo è reso possibile anche all’attività in loco dell’associazione Bambini Cardiopatici nel Mondo – A.I.C.I. Onlus, che organizza periodicamente missioni operatorie cardiochirurgiche di equipe mediche italiane, formate da diversi professionisti (da 9 a 18 tra cardiologi interventisti, cardiochirurghi, perfusionisti, anestesisti rianimatori, infermieri di terapia intensiva e di sala operatoria). Queste missioni salva-vita durano solitamente una settimana, durante la quale l’equipe medica si occupa di visitare in media 250 bambini, di effettuare le diagnosi e identificare le relative cure e di operare i 15 casi più gravi.

Per i prossimi 7 mesi – da settembre 2014 ad aprile 2015 – l’associazione ha in programma 8 missioni nei 4 Centri, con l’obiettivo complessivo di visitare 2.000 bambini cardiopatici. Nel dettaglio: 2 missioni presso il Police Hospital del Cairo (Egitto), 1 missione presso il Children Cardiac Center di Addis Abeba (Etiopia), 2 missioni presso il Cardiac Center di Shisong (Camerun), 3 missioni presso l’Azadi Heart Center di Duhok (Kurdistan Iracheno).

Per aiutare l’associazione Bambini Cardiopatici nel Mondo a realizzare queste missioni, proseguendo e garantendo così l’attività nei 4 Centri cardiochirurgici, è possibile donare da 2 a 5 euro inviando un SMS solidale o chiamando il numero 45506 dal 31 agosto al 20 settembre.

articoli correlati

AGENZIE

Attiva la raccolta Dynamo Camp per regalare una vacanza ai bambini gravemente malati

- # # # # #

Attiva da domenica 16 febbraio a domenica 9 marzo la raccolta fondi di Dynamo Camp volta a regalare una vacanza gratuita a 570 bambini dai 5 ai 17 anni gravemente malati a ai loro fratelli e sorelle.
La raccolta fondi avverrà tramite SMS e chiamare da rete fissa: per partecipare basta inviare un messaggio al numero solidale 45502 o chiamare allo stesso numero da rete fissa. Il valore della donazione sarà di 2 euro per ciascun SMS inviato da cellulari TIM, Vodafone, WIND, 3, PosteMobile, CoopVoce e Nòverca; sarà di 2 euro anche per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa TeleTu e TWT, e di 5/10 euro per ciascuna chiamata fattada rete fissa Telecom Italia, Infostrada e Fastweb.
Sono 7 le sessioni estive di Dynamo Camp e ognuna accoglie circa 80 bambini e ragazzi, provenienti da tutta Italia, affetti da patologie oncoematologiche, spina bifida e diabete, in terapia, nel periodo di post ospedalizzazione o in fase di remissione della cura, compresi nella fascia d’età 6-17 anni. Una sessione specifica è dedicata a loro fratelli e sorelle sani (Siblings). Il periodo a Dynamo Camp, che dura 9 giorni, è più di una semplice vacanza: è un’esperienza basata sull’approccio scientifico della Terapia Ricreativa che, attraverso attività divertenti ed emozionanti e il modo in cui sono proposte, contribuisce a rinnovare la fiducia in se stessi e nelle proprie possibilità, supportando i bambini nell’affrontare la vita e la malattia.
La campagna è supportata da Radio DeeJay per il sesto anno consecutivo e in particolare da Linus e Nicola Savino che all’interno della trasmissione DeeJay chiama Italia dedicheranno una maratona radio con ospiti e approfondimenti (17-21 febbraio) e da Radio Capital, con richiami e ospiti in numerose trasmissioni (3-9 marzo), e spazi pubblicitari gratuiti.
Promuovono la campagna il Segretariato Sociale Rai, Mediafriends, Sky per il Sociale, la7, Grandi Stazioni.
Grazie a Publicis per il supporto nella realizzazione della campagna.

articoli correlati