AGENZIE

Nasce The Big Now, l’agenzia del “grande tutto”. Adesso, qui e subito

- # # # # # # #

“The Big Now” è il nome scelto dai soci di Now Available e Dodicitrenta per l’agenzia che deriva dalla fusione delle due strutture. Un nome che descrive in sintesi il mondo di oggi, un “grande adesso” in cui tutto avviene in real time, il tempo e lo spazio si dilatano, le grandi idee si diffondono in un istante. E in cui “fare advertising” è un altro mestiere.

La nuova realtà unisce l’esperienza di Now Available, agenzia riconosciuta dal mercato per il suo approccio strategico e la capacità di anticipare i tempi, e Dodicitrenta, studio creativo che ha fatto dell’attenzione all’evoluzione tecnologica e all’eccellenza nel design le proprie chiavi di successo. Nel management della nuova agenzia i soci di Now Available Emanuele Nenna, Stefano Pagani e Alessia Oggiano insieme a Massimiliano Chiesa, fondatore di Dodicitrenta.

“Se abbiamo unito le forze, non è stato per motivi commerciali o finanziari – spiegano Nenna e Chiesa – ma per creare qualcosa di inedito e forte. Abbiamo sentito il bisogno di cambiare passo, di attrezzarci al meglio per questo presente in costante mutamento. Oggi occorre catturare dati e insight in tempo reale, leggerli strategicamente e utilizzarli per generare idee capaci di farsi spazio nell’affollamento dei messaggi e dei media. E per riuscirci davvero occorre abbattere tutte le distanze tra analisi, pensiero, creatività e realizzazione. Non solo sulla carta, ma nel modo di lavorare di tutti i giorni, su tutti i progetti.”

La nuova agenzia, che eredita da Now Available l’approccio media neutral poggerà su tre pilastri fondamentali: inspiration, creation, growth.

“Bisogna ascoltare e vivere il mondo per poterlo capire e raccontare – spiega Alessia Oggiano. In The Big Now le persone avranno certamente strumenti interni, inclusi dati e ricerche, ma anche l’opportunità – e la missione – di uscire fuori, viaggiare, visitare agenzie internazionali, per cogliere e importare nuovi stimoli e idee. La stra uova sede ospiterà corsi, workshop, mostre: dovrà essere un luogo di costante confronto, crescita e ispirazione.”

“In The Big Now non ci sono più barriere tra ideazione e realizzazione – precisa Massimiliano Chiesa – Abbiamo un unico grande reparto, che abbiamo chiamato dei “creator”, in cui lavorano tutti insieme planner, art e copy, content editor, programmatori, producer, videomaker. Coerenza e brillantezza di pensiero e qualità dell’output possono e devono fare la differenza. Anche per questo nella nuova sede ci sarà uno studio di produzione foto e video interno: velocità e efficienza non sono più opzionali, sono una componente centrale di un’idea che funziona.”

“La crescita è una parola chiave per l’agenzia – conclude Stefano Pagani. Il fatto di essere imprenditori ci aiuta a guardare al business dei nostri clienti come se fosse il nostro, perché il loro successo poi diventa il nostro. E la nostra costante voglia di ideare e di innovare verrà sempre più incanalata anche in progetti dell’agenzia: dall’apertura di nuove sedi (dopo l’Africa) al rilancio di progetti di business come Viniamo.it, alla creazione di nuovi servizi e prodotti firmati The Big Now”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Dodicitrenta firma il nuovo ecommerce internazionale di Terranova

- # # # # # # #

Oltre 70 nuove promozioni lanciate in cinque mesi, un ricco catalogo prodotti multilingua con 16 listini differenti e un aumento del traffico online del 25% rispetto al 2013, grazie anche alla costante crescita dell’utilizzo di device mobile da parte dei consumatori. Sono alcuni numeri del sito ecommerce internazionale di Terranova, brand italiano di urban wear e abbigliamento casual, progettato interamente in modalità responsive dalla digital creative agency Dodicitrenta.

Disponibile in cinque lingue (italiano, inglese, spagnolo, tedesco e francese) e connesso ai principali social network (Facebook, Twitter, YouTube e Instagram), il sito consegna attualmente in 16 paesi europei, inclusa l’Italia, presentando al suo interno l’intera gamma delle collezioni Terranova per uomo, donna e bambino/a. E per il mercato italiano, tra i principali servizi offerti dallo shop online, la possibilità di ritirare il proprio ordine presso il punto vendita Terranova più vicino, azzerando le spese di spedizione (gratuite anche per le consegne a domicilio sugli ordini superiori a 50 euro).

“Le scelte strategiche e tecnologiche legate al commercio elettronico – dichiara Yigit Aktekin, Responsabile del Digital Team Terranova – sono oggi estremamente importanti e impegnative in un mercato particolarmente dinamico, in continua evoluzione e sempre più caratterizzato dalla crosscanalità. Terranovastye.com vuole essere sempre di più uno shop facile, semplice e sempre più omnichannel. Su questa strada continueremo lo sviluppo insieme al team di Dodicitrenta, della cui professionalità siamo particolarmente soddisfatti e con il quale lavoriamo ormai da alcuni anni in grande sintonia e con ottimi risultati”.

“Creatività e tecnologia giocano oggi un ruolo decisivo sul web – aggiunge Massimiliano Chiesa, CEO di Dodicitrenta – e l’ecommerce di Terranova è un progetto molto complesso che ci impegna ogni giorno a dare il massimo con l’obiettivo di mantenere alti gli standard richiesti dal cliente. Con il duplice obiettivo di essere un sito fortemente appealing sia a livello creativo sia in termini di esperienza di acquisto, siamo davvero orgogliosi di poter lavorare al fianco di uno dei brand made in Italy che attraverso l’ecommerce vendono di più all’estero”.

L’agenzia Dodicitrenta, ormai prossima alla fusione con la neutral agency Now Available che darà vita a una nuova agenzia pubblicitaria, è dal 2011 partner digital di Teddy, storica azienda nel settore dell’abbigliamento, depositaria tra gli altri del marchio Terranova, che oggi è presente in 38 paesi del mondo con 477 punti vendita.

articoli correlati

AGENZIE

Now Available e Dodicitrenta si fondono. Per creare un “modello italiano” di riferimento

- # # # # # #

L’agenzia pubblicitaria Now Available e Dodicitrenta Digital Creative Studio hanno avviato un’operazione di fusione, che si concluderà prima dell’estate e che porterà alla creazione di un’agenzia indipendente con più di 70 addetti tra Milano e Roma. Alla quale non macherà uno sbocco internazionale, rappresentato dall’ormai consolidata Now Available Africa.

“L’obiettivo dell’operazione – spiegano Emanuele Nenna (CEO di Now Available) e Massimiliano Chiesa (CEO di Dodicitrenta – nella foto) – è quello di creare un’alternativa sempre più solida e credibile alle grandi sigle internazionali della comunicazione. Oggi mantenere la promessa di una comunicazione fortemente strategica, di livello creativo internazionale, di avanguardia tecnologica richiede ancora più risorse e competenze. Richiede ricerca, contaminazione tra mondi limitrofi, connessioni internazionali. Unire le forze significa poter accelerare in questa direzione”.

La nuova agenzia manterrà l’approccio “neutrale” di Now Available, ma sarà organizzata con un modello di lavoro completamente nuovo, in cui le diverse competenze saranno ancor più integrate tra di loro. E in cui, rispetto all’agenzia della mucca volante, verrà rinforzato il know-how in termini di design, tecnologia, e-commerce. Anche la sede di Roma sarà considerata come un punto di forza su cui investire.   “L’ambizione è quella di diventare la prima agenzia indipendente italiana, di creare un modello di riferimento, sulla scia di ciò che hanno fatto tante brillanti agenzie all’estero. Un modello tutto italiano di cui si possa parlare a livello internazionale”, dichiara Emanuele Nenna. E continua: “ci sono clienti per cui il “cognome importante” dell’agenzia conta più dell’efficienza e della creatività del lavoro, e altri che sono legati da contratti globali a sigle globali: a quelli non arriveremo mai. Ma per tutti gli altri clienti, alla ricerca di soluzioni strategiche e creative che li aiutino a creare storie di successo,   vogliamo preparare una proposta perfetta, senza punti deboli, con uno standard qualitativo eccellente. La competizione la giochiamo contro le sigle dell’advertising, che si stanno attrezzando per il nuovo mondo ma che non sempre hanno gli strumenti culturali e l’organizzazione adeguati per aprire nuove vie”.

Massimiliano Chiesa aggiunge: “L’approccio “pure digital” sta perdendo smalto, come testimonia l’evoluzione del mercato internazionale, e non abbiamo quindi paura di perdere questa definizione nella fusione. Ma c’è un asset di Dodicitrenta a cui non vogliamo rinunciare e che sarà anzi potenziato da questa fusione: la competenza in un settore, quello del fashion e del design, che richiede codici e linguaggi specifici, e una sensibilità che abbiamo costruito nel tempo. Per questo nell’organizzazione della nuova agenzia grande rilevanza sarà data a una unit specializzata sullo stile.”

 

articoli correlati