ENTERTAINMENT

DJ4Books, al via l’iniziativa di 11 DJ della radio per promuovere la lettura. Firma Libreriamo

- # # # # # # #

DJ4Books, iniziativa per la lettura

Un dato allarmante è emerso nel corso del 2016: il 60% della popolazione italiano non ha letto nemmeno un libro durante l’anno. Dato che, unito a quello relativo al tasso di scolarizzazione (uno dei più bassi al mondo), dipinge una situazione che appare critica. Proprio in questa direzione nasce DJ4Books (hashtag #DJ4Books), un’iniziativa formata da 11 dj radiofonici italiani, i quali hanno deciso di scendere in campo mettendoci la faccia e utilizzando le loro doti migliori, ovvero voce e parole, per sostenere la lettura in maniera pop e originale. Il tutto utilizzando tutti i canali social e accedendo al sito nella sezione dedicata. L’iniziativa, una campagna social firmata Libreriamo, vede impegnati Rudy Zerbi, Laura Antonini e Sarah Jane di Radio Deejay, Ringo di Virgin Radio, Mauro Coruzzi alias Platinette di RTL 102.5, Rosaria Renna di Radio Monte Carlo, Daniele Battaglia di Radio 105, Petra Loreggian di RDS, Betty Senatore e Giancarlo Cattaneo di Radio Capital e Fabio Marelli di Discoradio.

“La Radio e i DJ sono un veicolo straordinario per la comunicazione” afferma Saro Trovato, fondatore di Libreriamo, “soprattutto in occasione della stagione estiva. Ecco perché abbiamo chiesto ad alcuni dei principali DJ italiani di dare il loro contributo per sostenere un fine sociale così importante, qual è appunto il leggere. Uno Stato che legge poco può avere gravi problemi sociali e sociologici, primi fra i quali la mancanza di senso civico e poco senso della legalità. Non solo, una nazione che legge poco, in genere, si caratterizza anche per una carenza dal punto di vista dello sviluppo economico. Guarda caso, l’Italia sembra manifestare in pieno questi problemi”.

Ma come si svolge l’iniziativa? Ogni DJ ha realizzato un proprio video-annuncio sull’importanza e sull’emozione per la lettura e per i libri. Tutti coloro che si collegheranno su i vari canali social di Libreriamo, potranno sostenere i video preferiti semplicemente mettendo “Mi Piace” o condividerli inserendo nel post una loro frase, un aforisma, una poesia. In tal senso, non sarà solo il “DJ Book Team” ad impegnarsi a favore di un tema così importante per la nostra Italia, ma ogni partecipante. In questo modo anche ciascun italiano può dare il contributo attivo alla campagna, contribuendo a sensibilizzare su un tema così importante per il nostro futuro e quello delle nuove generazioni.

Secondo l’Istat, nel 2016 in Italia circa 33 milioni di persone non hanno letto nemmeno un libro di carta in un anno, pari al 57,6% della popolazione. Quasi 6 italiani su 10 quindi non leggono, confinando il nostro Paese negli ultimi posti per quanto riguarda la lettura tra le nazioni maggiormente sviluppate. La radio, invece, si conferma un mezzo in ottima salute: secondo la rilevazione Eurisko Radio Monitor (anno 2016) il totale degli ascoltatori giornalieri delle emittenti radiofoniche italiane supera i 35,5 milioni, in crescita rispetto ai 35,0 milioni (+1,4%) dell’anno precedente.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

“The Fringe” al centro dell’ultima campagna di Gucci tra famose DJ della moda e Spotify

- # # # # #

È “The Fringe”, l’ultimo cortometraggio targato Gucci, è al centro della speciale campagna della Maison dedicata ai social media, che vede come protagoniste le DJ più richieste del mondo della moda. Scattato tra New York, Los Angeles, Londra e Parigi, il portfolio d’immagini raccoglie le interpretazioni personali delle DJ sulle borse Gucci Nouveau e Bamboo Fringe Shopper, protagoniste della collezione Gucci per la primavera estate 2014. Oltre alle immagini, sei delle DJ hanno curato le esclusive playlist che debutteranno sul nuovo hub di Gucci su Spotify. Il canale in streaming “brandizzato”, lanciato oggi, permette agli utenti di esplorare, ascoltare e condividere i brani su vari social network.
Rispecchiando la passione per la musica del Direttore Creativo Frida Giannini (la designer possiede una collezione di oltre 8000 dischi in vinile), Gucci si avvale di un eclettico gruppo di donne disc jockey che comprende Harley VieraNewton, JaKissaTaylor-Semple (alias D.J.Kiss), Pixie Geldof, Leah Weller, Chelsea Leyland, The Misshapes, e Mademoiselle Julia.
Questa iniziativa coincide con la presentazione dell’ultimo cortometraggio della Maison, intitolato “The Fringe”, che ha debuttato il 3 marzo sul canale YouTube di Gucci. Il corto vede come protagonista la borsa con frange Gucci Nouveau della collezione primavera estate 2014, che si rivela la perfetta complice per la serata. Una speciale versione del video apparirà su selezionati banner pubblicitari espandibili come parte di un lancio digitale mondiale.
Il Gucci Museo di Firenze rende omaggio alla versione originale della Gucci Bamboo bag con una speciale mostra aperta al pubblico dedicata alla storia di una delle borse più amate della Maison e nota per il suo manico in bambù curvato a fuoco. Il debutto della leggendaria Bamboo bag avvenne nel 1947, quando gli artigiani fiorentini di Gucci adottarono una soluzione innovativa per far fronte alla carenza di materie prime del periodo postbellico. Con audacia e ingegno, utilizzarono una canna di bambù, materiale che poteva ancora essere importato dal Giappone, come manico, curvandolo a fuoco per ottenere una forma semicircolare. Mentre la versione originale era in pelle di cinghiale, durante gli anni ’50 e ’60 ne vennero prodotte innumerevoli varianti molto apprezzate da principesse e stelle del cinema, tanto che la borsa divenne uno tra i modelli più amati di Gucci. Sotto la direzione creativa di Frida Giannini, la canna di bambù curvata a fuoco si è evoluta diventando elemento distintivo di nuovi modelli, tra cui la Bamboo Shopper, la Lady Lock e la Gucci Nouveau proposta questa stagione.
Frida Giannini ha completato la linea Bamboo con una collezione distintiva di eyewear e orologi.

articoli correlati