BRAND STRATEGY

Hic Mobile, al via l’integrazione tra offline e display adv per la campagna Deichmann

- # # #

hic mobile per deichmann

Per la recente campagna pubblicitaria Deichmann, la “Party Collection” by Maddalena Corvaglia, Hic Mobile ha attuato in un selezionato numero di stazioni ferroviarie una perfetta integrazione del mobile con i media pubblicitari outdoor.

La campagna Deichmann incentrata su una nuova collezione di calzature per i momenti di festa selezionata da Maddalena Corvaglia (che è stata la testimonial del brand per questa capsule collection) e declinata su affissioni e monitor, grazie alle tecnologie e alle soluzioni di Hic Mobile ha potuto raggiungere i viaggiatori anche all’interno delle stazioni coinvolte e sui binari, mentre attendevano il treno, guardando il proprio smartphone. Banner con diversi soggetti rimandavano alla landing page dell’ecommerce dove era possibile effettuare direttamente l’acquisto.

Grazie al retargeting geo-referenziato, Hic Mobile è infatti in grado di mappare con precisione l’area di ogni stazione e raggiungere così gli utenti in transito via mobile con annunci display via app. Riuscendo a profilare gli utenti – per lingua, per fascia di età e addirittura distinguendo tra viaggiatori che si trovano sui binari o nelle zone adiacenti – Hic Mobile ha potuto intercettare il target di interesse: donne dai 18 ai 45 anni, interessate a fashion, shopping e lifestyle. Tre flight di annunci mobile pianificati solo dalle 14 alle 19 hanno centrato l’obiettivo di portare nuove consumatrici al sito di e-commerce Deichmann. Lo smartphone si è rivelato il media vincente perché i tempi di attesa nelle stazioni sono sempre lunghi e in queste pause i pendolari amano utilizzare le loro app preferite. L’annuncio display arriva, dunque, in un momento di svago in cui sono più propensi a recepirlo.

“Per Deichmann abbiamo realizzato un geo-fencing molto accurato solo all’interno di un circuito di stazioni selezionate, assicurando un’integrazione perfetta tra mezzi tradizionali e mezzi online”, commenta Max Willinger, Co-Founder di Hic Mobile. “In questo modo Deichmann ha potuto amplificare notevolmente la resa della campagna, raggiungendo anche un target di persone che, pur trovandosi all’interno di una stazione, non guardano le affissioni e i monitor ma sono più concentrate sul loro smartphone. Gli ottimi risultati ottenuti – con valori di CTR (Click-through-Rate) ben al di sopra della media di mercato – sono stati la logica conseguenza del fatto che il target era stato perfettamente delineato”.

articoli correlati

MEDIA

Shaa aggiunge il formato “Intropage immersive Video” alla sua offerta display advertising

- # # #

Shaa

Shaa, la mediatech company specializzata in formati advertising interattivi, lancia un nuovo formato, l’Intropage Immersive Video, un innovativo prodotto focalizzato sulla piena visione del video.

Il completion rate è una delle criticità maggiori del mondo display advertising perchè solitamente l’utente viene inviato a una Landing page esterna non appena effettua un click su una call-to-action presente nella creatività, interrompendo così la visione del video.

La nuova Intropage video, con creatività che si apre in fullscreen, consente di usufruire di informazioni dettagliate sul prodotto (prezzo, taglia, colore, disponibilità, eccetera), cliccando sul bottone in overlay, ma senza interrompere la visione. Quindi, l’utente, navigando la gallery o interagendo con pannelli in overlay, continua a fruire del video. Il bottone che punta alla landing page dedicata appare solo al raggiungimento del 75% della lunghezza del video, favorendo così un’elevata viewability.

“Intropage immersive Video si inserisce all’interno di una strategia di innovazione che punta a offrire soluzioni adv d’impatto, che rispondono alle esigenze di comunicazione che raccogliamo ogni giorno direttamente dai brand inserzionisti”, ha dichiarato Luca Sepe, Ceo di Shaa. “Con questo ultimo formato targato Shaa ci siamo concentrati sul massimizzare la percentuale di completamento del video, la cosiddetta completion rate, ottenendo una viewability elevatissima, di oltre l’80% del video”.

Il focus di Shaa è quello di proporre nuovi formati Adv interattivi, mobile first, cross-screen e ad alto engagement. Grazie all’anima fortemente tecnologica di Shaa è possibile aprire schede di approfondimento con molteplici funzionalità, rimanendo sempre all’interno dello stesso adv e quindi trasformandolo in un vero e proprio mini-sito.

È un momento di grande fermento per la Mediatech company Shaa, reduce dalla presentazione nelle scorse settimane di Shaans Native Shoppable, il tool di Contextual Marketing dedicato agli editori.

 

 

articoli correlati

MEDIA

SHAA rivoluziona il mondo dell’adv con i shoppable video

- # # # # #

SHAA

I shoppable video offrono una nuova esperienza interattiva di display advertising. Negli ultimi mesi l’attenzione verso gli shoppable video è cresciuta sensibilmente e l’interesse verso questo argomento è facilmente verificabile anche su Google Trend dove, in corrispondenza di questa specifica keyword, vediamo indicati costanti picchi di interesse, nel tempo sempre più frequenti e ravvicinati. Fin dai suoi esordi SHAA, anticipando anche grandi player come Youtube e altri importanti professionisti del settore, ha focalizzato la sua offerta dedicandosi a video interattivi con all’interno funzionalità dedicate allo shop.

Come dimostrato in questi ultimi anni, lo shoppable video ha una serie di vantaggi capaci di ridurre in maniera significativa i click verso l’acquisto: vedo – clicco – compro. Inoltre il video interattivo offre importanti tassi di engagement che hanno portato al coinvolgimento attivo di un utente su due tra quelli colpiti dall’filmato, come verificato in tutti progetti che SHAA ha creato e pubblicato in questi anni.

L’expertise sui video interattivi di SHAA, sviluppata per centinaia di progetti che hanno interessato clienti di vari settori merceologici, ha portato nel corso del tempo a sviluppare le migliori call to action per l’ingaggio iniziale dell’utente e le migliori soluzioni di delivery su qualsiasi device, sia desktop che mobile.

“Ma noi siamo andati ancora un passo avanti”, dice Luca Sepe, CEO di SHAA. “Ci siamo chiesti come riuscire a dare maggiore visibilità a un prodotto di comunicazione così innovativo ed efficace e allo stesso tempo intercettare un numero di utenti sempre più significativo”.

A questa nuova sfida SHAA ha risposto con un’offerta di prodotti advertising interattivi cross-device erogati in formati standard come il 300×250, il masthead, la strip o la intro-page dove tutte le azioni utente vengono registrate andando a comporre il principale indice di performance, l’interaction rate (IR). Tutto questo è stato possibile per mezzo della tecnologia proprietaria e di tutti gli investimenti sullo sviluppo dei prodotti che hanno permesso oggi a SHAA di essere l’unica realtà sul mercato ad offrire queste soluzioni, scelte anche recentemente da Patrizia Pepe per comunicare la sua recente capsule collection “Whatever”.

Nell’intro-page interactive cross-device di Patrizia Pepe l’utente ha la possibilità di visualizzare il video dell’ultima campagna e contemporaneamente esplorare, all’interno del video stesso, le gallery dei prodotti della capsule collection. Poi, con un semplice click, giungere alla pagina dedicata all’acquisto del singolo prodotto.

A questo formato abbiamo abbinato un 300×250 carousel, un prodotto adv realizzato sulla base del formato standard in pagina ma che presenta al suo interno una gallery interattiva, dove l’utente può scoprire i diversi prodotti o essere portato sulle pagine instagram della casa di moda.

Le performance ottenute confermano l’efficacia del prodotto: 5% di CTR e un tasso d’interazione pari all’8%. Sono numeri che, se confrontati con le medie fornite da Doubleclick sulla performance dei formati adv in Italia, cifre inferiori allo 0,1%, dimostrano l’assoluta superiorità di questo prodotto rispetto a qualsiasi altro presente sul mercato.

articoli correlati

AZIENDE

Nuova organizzazione aziendale per Trilud, sempre più orientato al branded content

- # # # # #

“Un approccio che vede sempre più al centro i brand editoriali per offrire ai clienti soluzioni innovative: questa la chiave della nuova organizzazione del gruppo Trilud, che ci consente di aumentare ulteriormente la nostra capacità di ascolto e risposta alle richieste del mercato e degli investitori”. Così Alberto Gugliada, CEO di tg|adv e amministratore del gruppo Trilud, commenta la riorganizzazione della società, che ha visto la strutturazione di due nuove unit, Display & Video Advertising e Brand Partnership.
La divisione Brand Partnership si occupa di sviluppare tutta la parte di progettualità speciali e iniziative editoriali volte a costruire una relazione importante tra il cliente e il brand editoriale al fine di raggiungere il target di riferimento del cliente.
A capo di questa nuova unit è Laura Bovone, new entry del gruppo Trilud, professionista con pluriennale esperienza nel settore, che sarà affiancata da due risorse storiche del gruppo, Serena Pini e Arianna Castoldi, dando un apporto fondamentale alla squadra.  Contestualmente, la divisione Display & Video Advertising coordinata da Mattia Meduri continua a offrire la propria specializzazione in ambito programmatic, display e video adv, mantenendo un focus forte sullo sviluppo di nuovi formati e soluzioni tecnologiche.
Entrambe le divisioni, coordinate dalla Head of Sales Alexia Beverina, lavorano in stretta sinergia e in maniera trasversale per garantire ai propri investitori il migliore dei risultati. Trasversale è anche il supporto dell’area marketing coordinato da Annalisa Merola: un team in grado di supportare in maniera analitica e creativa al tempo stesso le progettualità proposte, curandone tutte le fasi di ideazione, attivazione, produzione e gestione.
A dare ancor più valore alla nuova organizzazione del gruppo, la forte partnership stretta con BrandMade, nuova digital agency specializzata nel digital content e nella costruzione di innovative piattaforme digitali.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Arriva Smart.Adv, il display advertising per le PMI firmato da Seat PG Italia

- # # # # # #

Seat PG Italia presenta oggi Smart.Adv, la nuova offerta di display advertising, distribuito sul network Zodiak Active, che coniuga la massima flessibilità tipica delle agenzie di comunicazione web evolute con la vasta esperienza Seat PG Italia a supporto del cliente. L’obiettivo è puntare strategicamente all’apertura del mercato di display advertising verso le PMI, esercizi commerciali e professionisti, che possono così cogliere appieno le potenzialità del mezzo web per far crescere la propria visibilità e il traffico al proprio sito.
Il nuovo servizio amplia l’offerta multicanale di Seat PG Italia e permette alle imprese – in particolare alle piccole e medie aziende italiane – di promuovere il proprio business attraverso una promozione mirata e un ritorno tangibile in termini di performance e di maggior traffico al sito del cliente.
“Il mercato della pubblicità digitale è in continua crescita nonostante il difficile periodo economico; all’interno di questo settore, inoltre, si conferma fondamentale l’importanza della componente display, che registra un peso del 40% sul totale mercato1. Un segnale, questo, di quanto gli attori economici credano in questo tipo di comunicazione.“ ha commentato Maria Bruna Olivieri, Direttore Product Division di Seat PG Italia. ”Per questo motivo abbiamo voluto lanciare la nuova offerta di display advertising ed offrire alle PMI una ulteriore possibilità di sviluppare il proprio business attraverso un efficace strumento di visibilità sui più importanti siti nazionali e locali.”
Come già accennato, partner nell’operazione è Zodiak Active, leader nel mercato del Real Time Bidding, che ha creato nel corso degli ultimi due anni un Premium Publisher Network composto dai principali siti Nazionali e Locali Italiani. Seat PG Italia, grazie all’accordo siglato con Zodiak Active, ha pertanto la possibilità di pianificare le campagne pubblicitarie dei propri inserzionisti su un network di siti qualificati, rendendo facile raggiungere puntualmente un target di utenza coerente con il business del cliente sia per collocazione geografica sia per area merceologica. L’offerta si rivolge a tutte le imprese B2B e B2C che vogliono aumentare la propria visibilità sul web.
Smart.Adv offre in aggiunta, grazie ad un team dedicato di esperti del settore di Zodiak Active, il supporto e l’assistenza diretta per ottimizzare il traffico convogliato al sito del cliente sulla base del costante monitoraggio delle campagne.

articoli correlati