AGENZIE

Cambio al vertice di DMA Italia, Paolo Romiti è il nuovo Presidente

- # # # # #

DMA

DMA Italia – Association for Direct and Data Driven Marketing ha un nuovo Presidente. È Paolo Romiti, Presidente e Ceo dell’agenzia H2H, che succede a Fabrizio Vigo, Co-founder e Ceo di Sevendata.

Il Consiglio Direttivo di DMA Italia, riunitosi lo scorso 20 luglio, ha infatti accettato la richiesta di Fabrizio Vigo di lasciare la carica per esigenze personali. Vigo ricoprirà il ruolo di VicePresidente, mantenendo la delega ai Rapporti Istituzionali, mentre il Consiglio Direttivo rimarrà in carica fino alle prossime elezioni, che si terranno alla fine del 2019.

Commentando il suo nuovo incarico, Paolo Romiti ha affermato: “Ringrazio il Consiglio per la stima e la fiducia che mi hanno accordato. Insieme continueremo a lavorare per definire gli indirizzi e le azioni per la crescita e lo sviluppo futuro dell’Associazione, partendo dalle solidissime basi gettate dalla Presidenza precedente. Il data driven marketing ha ancora molta strada da fare in Italia e la nostra Associazione è l’unico riferimento concreto a livello nazionale e l’unica che apre verso contenuti sviluppati all’estero”.

Paolo Romiti ha iniziato la propria attività nel mondo della consulenza aziendale ed è stato membro dei CdA delle holding impegnate nel controllo e nella gestione di importanti strutture tra cui Aeroporti di Roma, Impregilo, RCS, HDP. Nel 2004 fonda la sua prima agenzia di marketing, Ammiro Partners. Da due anni è alla guida di H2H, azienda leader nei servizi di marketing e comunicazione, grazie a un team interdisciplinare di oltre 90 professionisti nelle due sedi di Milano e Roma.

Nei suoi quattro anni e mezzo di Presidenza, Fabrizio Vigo ha saputo bene accompagnare l’Associazione nella sua trasformazione, necessaria per riflettere e interpretare al meglio le esigenze di mercato: da organizzazione rappresentativa del settore della comunicazione diretta tradizionale a luogo di riferimento per tutti i professionisti e le aziende che utilizzano i dati in modo etico per creare comunicazioni rilevanti per il destinatario.

In questi anni DMA si è impegnata per diffondere le buone pratiche di data driven marketing e divulgare i migliori esempi di utilizzo dei dati, attraverso attività di comunicazione e l’organizzazione di diversi convegni e si è inoltre posizionata in importanti contesti istituzionali, quali GDMA – Global Alliance of Data Driven Marketing Associations e FEDMA – Federation of European DMAs, che vede nel Board Internazionale proprio la presenza di Fabrizio Vigo quale rappresentante per l’Italia.

“Questi anni come Presidente di DMA Italia sono stati per me ricchi di stimoli e di opportunità di crescita – commenta lo stesso Vigo – perché in seno all’Associazione risiedono tutte le competenze, verticali e trasversali, per comprendere a fondo la data economy che sta influenzando le nostre vite, in quasi tutti i contesti. In qualità di Vice Presidente continuerò a lavorare attivamente nelle sedi istituzionali, con particolare focus sull’evoluzione normativa e regolamentare della data protection, nel quadro del GDPR e con l’obiettivo di varare nei prossimi mesi un codice di condotta europeo nella data economy”.

articoli correlati

AZIENDE

CleverReach e le sue soluzioni per l’email marketing sbarcano in Italia grazie a Intergic

- # # # # # #

CleverReach

CleverReach, provider globale di servizi tecnologici cloud-based per l’email marketing, sbarca in Italia: l’azienda, che fa il suo ingresso nel territorio italiano grazie a Intergic, offre un software che consente la comunicazione diretta tra aziende e clienti. CleverReach debutta nel corso del NetComm Forum di Milano il 10 e 11 Maggio dove sarà presente con uno spazio espositivo allo stand C32. Una tecnologia avanzata, un’ampia gamma di interfacce per dialogare con i sistemi CMS, CRM e e-commerce, supportati da un eccellente servizio clienti e un vantaggioso rapporto qualità-prezzo, fanno di CleverReach® uno dei player internazionali più affidabili per le attività di email marketing.

 

L’email marketing continua a essere uno degli strumenti di comunicazione preferiti dai brand perché oggi, grazie a operatori come CleverReach, capaci di offrire soluzioni tecnologiche avanzate, un invio a destinatari multipli può essere altamente personalizzato favorendo la fidelizzazione degli utenti finali. Secondo gli ultimi dati dell’Osservatorio BtoB Marketing presentati lo scorso 29 marzo, in Italia email marketing, siti web, SEO e social marketing sono considerati gli strumenti più efficaci in grado di massimizzare il ROI e sui quali si continuerà a investire nei prossimi 24/36 mesi. Dalla ricerca dell’Osservatorio emerge un altro dato interessante: più del 56% degli intervistati ha dichiarato di usare l’email marketing principalmente per aumentare le vendite, mentre il 48% lo usa per creare opportunità di lead generation.

 

La piattaforma di CleverReach integra tool di marketing automation che permettono di collegare dati provenienti da diverse fonti, in grado di comunicare con i principali sistemi di CMS, CRM di qualsiasi negozio online, che fornendo dettagliate analisi, consentono di elaborare una pianificazione degli invii mirata e tempestiva per raggiungere il consumatore in un preciso momento con il messaggio più idoneo (dall’offerta speciale per pochi giorni, all’invito a un evento, dalla segnalazione di una promozione, all’annuncio della disponibilità della nuova app di un e-shop). “Ci sono forti segnali di interesse verso l’email marketing in Italia e per questo siamo entusiasti di fare il nostro ingresso in questo mercato” dichiara Sebastian Strzelecki, Business Development Manager e Strategie di CleverReach. “L’introduzione di strumenti di marketing automation ha dato un forte impulso all’evoluzione dell’email marketing che, oggi, permette di sviluppare una serie di azioni che aumentano la loyalty del consumatore”.

 

“Introdurre sul mercato italiano le eccellenze tecnologiche internazionali è il core business di Intergic. In CleverReach abbiamo individuato il player d’avanguardia per dare ulteriore spinta al settore dell’email marketing in Italia” commenta Luca Danelon, Business Development Manager di Intergic. “Nonostante sia il canale con il costo/contatto più basso tra le attività digitali, l’email marketing non viene ancora ampiamente sfruttato e infatti, secondo i dati della ricerca, il 64% delle imprese comunica via mail con i propri utenti solo una volta al mese o anche meno. Quindi c’è un ampio margine per un operatore come CleverReach® che introduce una soluzione tecnologicamente avanzata, integrata con sofisticati tool di marketing automation, capace di gestire una comunicazione personalizzata e multicanale in modo semplice ed efficace”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Direct Marketing: i vantaggi delle campagne SMS spiegati da adSalsa

- # # #

“La morte degli SMS: uccisi da Whatsapp”. “Crollo senza fine degli SMS”. “Un passo avanti verso la fine degli SMS”. Sono solo alcuni dei titoli che appaiono cercando in Google News la parola “SMS”. Si potrebbero citare altri innumerevoli esempi ma, in ogni caso, il dato di base non cambierebbe: i vecchi SMS sono ormai alla fine, sostituiti da Whatsapp e dagli altri servizi di messaggistica istantanea. Basta dare uno sguardo ai numeri: tra il 2013 e il 2018 il volume dei messaggi di testo passerà da 9 a 6,7 trilioni, diminuendo al ritmo di -2% all’anno.

Ma c’è un settore nel quale gli SMS, anche a causa di questa diminuzione di traffico, stanno vivendo una nuova giovinezza: il direct marketing. “Le campagne SMS – dice Daiana Gronchi, Country Manager di adSalsa Italia, multinazionale specializzata nella fornitura di servizi per il direct marketing – sono in continua crescita e i risultati in termini di conversioni convincono sempre più clienti a testarle”.

Gli SMS sono infatti un ottimo mezzo per comunicare in modo semplice, diretto ed economico con potenziali clienti. Paradossalmente il calo del volume aiuta queste caratteristiche, facendo diventare i messaggi di testo ancora più “rilevanti” e aumentando la percentuale di lettura. Se infatti si ricevono meno SMS sul proprio cellulare, tendenzialmente si sarà più propensi a porre attenzione ai pochi messaggi che si ricevono.

Ma, al di là di queste qualità, è la possibilità di personalizzazione a rendere le campagne SMS davvero efficaci e adatte ad ogni tipo di settore, dal retail alle telecomunicazioni, dalle utility all’alimentare. “Come adSalsa forniamo campagne Standard e Premium, che si differenziano a seconda della possibilità di avere un mittente personalizzato, di poter rispondere direttamente agli SMS e di avere una delivery entro pochi secondi dall’invio”, spiega Daiana Gronchi.

Anche il testo e l’impostazione del messaggio possono essere personalizzati. Oltre al classico SMS testuale (ancora efficace per promuovere punti vendita o singoli eventi) si possono inserire link per portare traffico ad una landing page da poter cliccare sullo smartphone, invitare gli utenti a scaricare applicazioni direttamente dallo store online del proprio sistema operativo e conoscere in tempo reale chi risponde positivamente ad un’offerta.

“Ad esempio – prosegue Daiana Gronchi – i nostri clienti sono soprattutto interessati alla possibilità di sapere chi risponde positivamente a un’offerta inviata tramite SMS, per poi poterli ricontattare telefonicamente quasi in tempo reale. Una modalità multichannel che sta dando ottimi risultati, sia in termine di quantità sia di qualità del contatto”.

articoli correlati

AZIENDE

10 Anni di Antevenio. Una lunga strada di successi nel direct email marketing

- # # # # #

La storia di Antevenio è fatta di passione, di professionalità e di successi. Un percorso che dura da dieci anni e che ha portato l’azienda ad essere leader nel mercato del Direct Email Marketing. Una crescita costante sin dal principio, quando nel gennaio 2004 nasceva WebNation Srl, startup specializzata in web marketing con l’ambizione di vendere il web solo a risultato, entrata nel 2007 nel gruppo Antevenio come Antevenio Italia.

“Il nostro obiettivo era quello di costruire un team efficiente e professionale in grado di trasformare gli investimenti dei nostri clienti in risultati concreti”, racconta Simone Sicuro, Amministratore Delegato di Antevenio Italia. “Grazie allo sviluppo di una rete vendita in grado di coprire e vendere i nostri servizi su tutto il territorio i ricavi sono passati dai 530.000 € del primo anno ai quasi 8.000.000 € del 2013. Antevenio in latino significa “anticipare i tempi” e infatti il nostro impegno è quello di investire costantemente tempo e risorse per anticipare l’evoluzione del mercato”.

Un’espansione costante che ha permesso all’azienda di arrivare negli anni a più di 50 professionisti del settore, numero destinato ad aumentare grazie anche a nuovi progetti che verranno annunciati nelle prossime settimane.

articoli correlati