BRAND STRATEGY

Italgas affida a H-Farm il rifacimento del sito e tutta la comunicazione digitale

- # # # #

italgas

Italgas  affida a H-Farm la comunicazione digitale allo scopo di segnare un nuovo posizionamento del brand, con l’obiettivo di  essere sempre di più in prima linea sul territorio e  rispondere puntualmente alle esigenze di tutti gli stakeholder.  Il progetto di comunicazione comprende il nuovo sito corporate dell’azienda e la nuova strategia di social media marketing, entrambi studiati per avvicinare il brand alla sua audience, in modo ancora più chiaro, efficace e coinvolgente.

Il sito web di Italgas è già online nella nuova versione, dove ai contenuti corporate si affiancano temi e informazioni di business, con una particolare attenzione al cliente, oltre a news e articoli sulle novità che interessano il Gruppo. L’attenzione all’esigenza del singolo stakeholder è la vera protagonista: alle informazioni dirette al mondo degli investitori si affianca una chiara spiegazione del ruolo di Italgas nel sistema gas, con news e contenuti che descrivono l’impegno quotidiano del Gruppo per migliorare ulteriormente la qualità e la sicurezza del servizio, l’efficienza del sistema distributivo e avere un impatto positivo sull’ambiente grazie a soluzioni digitali e tecnologiche che giorno dopo giorno contribuiscono a definire un futuro migliore.

Un primo importante riscontro del lavoro fatto per il nuovo sito web Italgas si è avuto lo scorso novembre, con la pubblicazione della Webranking Italy Listed 2018, la più autorevole delle classifiche a livello europeo di valutazione della comunicazione digitale delle società quotate. In essa, Italgas si è posizionata nella TOP 10 risultando anche tra i Best Improver.

Per rafforzare la presenza online del brand e l’engagement con il pubblico, il rinnovato posizionamento di Italgas affianca al sito web una nuova social presence ripensata nella scelta dei canali, della linea editoriale, dei format e della visual identity, contribuendo sempre più alla definizione di un modello di comunicazione one to one, nell’ottica di creare un “noi” con i diversi gli stakeholder.

articoli correlati

AZIENDE

TwentyTwenty cresce nel 2018: nuovi ingressi e +80% di fatturato

- # # #

TwentyTwenty

TwentyTwenty continua a crescere anche nel 2018: nuovi progetti e nuove strategie all’orizzonte per l’agenzia digital parte del Gruppo Noesis, oltre a un fatturato che segna un +80% rispetto al 2017.

Ma non si tratta esclusivamente di una crescita in termini di “numeri”: con la nuova direzione esecutiva di Daniela Agoletti e Antonio Bellini, Executive Creative Directors di TwentyTwenty, la digital agency ingrana la quarta e amplia anche il suo team, che si arricchisce di tre giovani risorse, Eva Le Bon, Simone Enrici e Nahomi Cremona (insieme nella foto).

Di genitori belgi e cileni, Eva Le Bon è cresciuta a Bruxelles, per poi proseguire gli studi in Business Management in Inghilterra e Digital Business in Spagna. Dopo aver maturato esperienze nel marketing in diversi ambiti – dal settore vitivinicolo a quello educativo, fino all’healthcare – oggi fa parte del team di Digital Media & Consumer Insight di TwentyTwenty.

Laureato in Scienze Umanistiche per la Comunicazione, Simone Enrici si avvicina presto al mondo social&digital. Dopo aver scritto di sport per diverso tempo per una testata online, prosegue gli studi frequentando il master in Digital Marketing de Il Sole 24 Ore. In TwentyTwenty si occuperà di Social Media Management insieme al team dedicato.

Dopo la laurea in Comunicazione, Innovazione e Multimedialità all’Università di Pavia, Nahomi Cremona ha deciso di specializzarsi in Copywriting con un Master all’Accademia di Comunicazione di Milano, per poi entrare a far parte dell’agenzia vanGoGh, dove ha lavorato per diversi clienti, come SEA, Lycia, Granarolo, Giunti e Tenax. Approdata in TwentyTwenty, andrà a rafforzarne il team creativo per la parte di copywriting.

“TwentyTwenty è come il web: in perenne fermento. In questi primi due anni di attività abbiamo posto le basi per una struttura solida, fatta di figure professionali diverse e armonizzate tra loro, con l’obiettivo di rispondere a esigenze che si evolvono costantemente. Uno dei traguardi più rilevanti è stato quello di avere un team capace di essere sempre un passo avanti rispetto all’ultima novità”, sottolineano Daniela Agoletti e Antonio Bellini. “Nel corso di questi mesi abbiamo lavorato a partnership di valore, come ad esempio la collaborazione con IF! Festival, di cui siamo stati Content Partner, e preso parte a premiazioni ed eventi. Nel 2019 continueremo a far crescere i team e a personalizzare l’offerta di mercato dell’agenzia, nell’ottica di offrire servizi sempre più innovativi e taylor made per clienti e prospect”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

MIlano Digital Week: al via da oggi la call to action per la seconda edizione (13/17 marzo)

- # # # # #

milano digital week

Dopo il successo della prima edizione della Milano Digital Week, torna l’iniziativa promossa dal Comune di Milano (Assessorato alla Trasformazione digitale e Servizi civici) e realizzata da Cariplo Factory, IAB, Hublab e con MEET, Centro Internazionale per la Cultura digitale.

Milano Digital Week, dal 13 al 17 marzo 2019, si propone come la più grande manifestazione italiana dedicata all’educazione, alla cultura e all’innovazione digitale.

Il tema della Milano Digital Week 2019 è Intelligenza Urbana, ovvero la moltitudine di tecnologie e applicazioni che trasformano la città, il lavoro e le relazioni umane impattando sul welfare e i servizi, sulla vita pubblica e privata dei cittadini. Partendo dall’intelligenza artificiale fino ai progetti digitali e innovativi che provengono da tutti gli attori attivi a Milano, Milano Digital Week vuole essere una fotografia della città contemporanea come terreno di coltura e di esperienze conseguenti delle radicali modifiche che il digitale impone alla vita di tutti i giorni.

“Le tecnologie sono uno strumento che aumenta in modo esponenziale le potenzialità dell’intelligenza umana”, sostiene Roberta Cocco, Assessore alla Trasformazione digitale e Servizi civici del Comune di Milano. “La Digital Week ha l’obiettivo di far leva sull’innovazione per connettere i contributi di organizzazioni pubbliche e private in una intelligenza urbana collettiva a disposizione dei cittadini. La nostra aspirazione è continuare a lavorare sulla trasformazione digitale della città per rendere Milano un HUB innovativo a livello europeo e internazionale”.

Intelligenza artificiale, robotica, IOT (Internet of Things) sono solo alcuni dei macrotemi tecnologici che stanno ridefinendo i perimetri del sapere cambiando velocemente la fruizione della città, che diventa sempre meno “contenitore” e sempre più piattaforma di contenuti per i cittadini, per le comunità, per il sistema progettuale e produttivo.

Queste e altre tematiche verranno proposte, seguendo la formula risultata vincente della prima edizione: incontri, seminari, mostre, performance ideati e curati appositamente per la manifestazione si incrociano con un’intensa programmazione di eventi in città, attivati tramite una call for proposal aperta a tutti, sul sito www.milanodigitalweek.com fino al 23 gennaio prossimo.

“Con la Milano Digital Week”, conclude il Sindaco di Milano, Giuseppe Sala, “torneremo ad occuparci di un tema importantissimo per lo sviluppo della nostra città. Sul terreno della innovazione digitale, rispetto alle altre città d’Europa con cui spesso ci confrontiamo, siamo purtroppo ancora indietro. Milano deve colmare questo distacco generato da anni di ritardo di tutto il nostro Paese, per diventare pienamente una metropoli internazionale. Vogliamo dare una nuova dimensione digitale a tutta la città, per sua natura veloce ed efficiente, in una parola smart. Siamo una città piena di studenti e di giovani, di nuove imprese, che attira investimenti dall’estero e tantissimi turisti. Non possiamo davvero perdere altro tempo”.

 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

ePrice ottimizza la strategia di digital marketing grazie all’AI di Quantcast

- # # # #

quantcast - giorgio guardigli

ePrice, il primo operatore italiano nell’eCommerce specializzato nella vendita di prodotti high-tech ed elettrodomestici, si affida all’expertise e alla competenza di Quantcast per migliorare la strategia di digital marketing attraverso un nuovo approccio data-driven.

“Avevamo bisogno di una tecnologia all’avanguardia in grado di identificare in modo preciso e mirato la nostra audience, ciò che la ispira e le giuste modalità per raggiungerla attraverso un approccio data-driven“, spiega Giorgio Guardigli (nella foto), Chief Marketing Officer di ePrice. “Quantcast è un alleato efficace per la nostra sfida nel digitale”.

Grazie alla piattaforma Q dal leader tech della Silicon Valley, che attraverso dei modelli predittivi comprende e trova correlazioni in una vasta quantità di dati, permettendo di prendere decisioni in modo più veloce ed intelligente in base alla strategia marketing prefissata, ePrice è riuscito a sfruttare il potere dell’intelligenza artificiale e del machine learning, gestendo ed utilizzando al meglio i big data in suo possesso.

ePrice ha collaborato con Quantcast su uno specifico A/B test realizzando due campagne di prospecting con una sostanziale differenza nel seed data di partenza. Sono stati creati così due differenti modelli di looklike: il gruppo di controllo basato su tutti gli utenti che avevano convertito sul sito senza distinzione di categoria e il gruppo sperimentale incentrato su utenti che avevano convertito sulla categoria “elettrodomestici”.

Quest’ultimo gruppo, focalizzato sulla categoria “core” di ePrice, ha conseguito risultati notevolmente migliori rispetto al gruppo di controllo, registrando un +86% in termini di ROAS, un incremento del conversion rate pari al 44% e soprattutto un CPA inferiore del 31%. L’impiego dell’intelligenza artificiale si è rivelato quindi assolutamente vincente permettendo di creare dei modelli personalizzati basati su segmenti di pubblico specifici che aiutano a massimizzare il ROI. Inoltre gli audience insight ottenuti hanno consentito di scoprire un nuovo potenziale pubblico e informare le future strategie di marketing digitale.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Digital Transformation Academy: secondo anno dell’iniziativa di FIEG E Google

- # # # # #

Google FIEG digital transformation

l programma del Digital Lab@FIEG, progetto di formazione attivo nel contesto dell’accordo triennale tra FIEG e Google, continua con successo la sua attività per favorire il processo di trasformazione digitale della stampa italiana: prende il via oggi la seconda edizione della Digital Transformation Academy, l’iniziativa nata in collaborazione con Talent Garden, la più grande piattaforma in Europa di networking e formazione per l’innovazione digitale, che la scorsa edizione ha visto il coinvolgimento di 150 professionisti del settore dell’editoria.

A fronte del positivo riscontro, per l’edizione 2018 l’Accademia si prepara al raddoppio con la partecipazione di 300 professionisti, tra giornalisti, marketing manager ed esperti di digitale, e un totale di 6 tappe in tutta Italia: Brescia (10 settembre), Roma (24 settembre), Bologna (15 ottobre), Bari (29 ottobre), Cosenza (5 novembre), Cagliari (9 novembre) e un evento conclusivo a Milano in Talent Garden Calabiana a fine anno.

Presente alla prima giornata di inaugurazione a Brescia, il Sottosegretario all’Editoria, Vito Crimi, che ha dichiarato: “Il cambiamento epocale nel modo di informarsi e comunicare rappresenta una sfida ma anche un’occasione per il settore editoriale italiano, che non deve farsi trovare impreparato. Credo sia essenziale che il prodotto editoriale venga costruito attorno alle mutate esigenze dei lettori, sempre più affamati di informazione veloce e multimediale. La vera sfida è quindi riuscire a coniugare questa esigenza di istantaneità della notizia con la verifica delle fonti e la corrispondenza al vero dei contenuti. Iniziative come quella di Talent Garden sono pertanto la giusta via da seguire”.

Tema portante dell’edizione 2018 della Digital Transformation Academy sarà l’approccio Human Centered applicato all’editoria, ovvero la progettazione di prodotti e servizi attorno alle esigenze del lettore.

Il programma delle 6 tappe vedrà l’alternarsi di lezioni frontali, brainstorming e workshop per sviluppare abilità di pensiero laterale e di utilizzo della tecnologia nei campi della creazione di contenuti, vendite e marketing. A guidare i partecipanti alcuni esperti di digitale della scuola di innovazione di Talent Garden e le testimonianze di startup e realtà innovative che stanno cambiando il modo di fare editoria oggi: Freeda, ENI Day, Viz&Chips e Socialbeat.

 

articoli correlati

AZIENDE

Prende il via Eurowings Digital: a fine anno il lancio dell’impresa digitale

- # # #

eurowings

Il nuovo sito web di Eurowings Digital è online: un’altra pietra miliare nella storia della compagnia. Sviluppatori, entusiasti, persone dall’alto potenziale nella scena del digitale e specialisti di vendite possono candidarsi su eurowings.digital con una semplice procedura e diventare parte di un team altamente motivato.

Cerchiamo persone nell’ambito dell’Ingegneria, Data Science e Analytics, Solution Architecture orientate all’attenzione per il cliente, innovative, digitali: il nuovo sito offre informazioni sulla visione e la mission di Eurowings Digital oltre a una panoramica sui progetti digitali attuali. Tramite i suoi canali digitali si realizza già oltre un miliardo di euro nella vendita di biglietti che quest’anno dovrebbe raggiungere quota 1,5 miliardi.

Con la creazione di Eurowings Digital la compagnia prosegue nella propria crescita: l’obiettivo è di impiegare nel corso dei prossimi tre anni 150 esperti digitali che trovino e mettano in pratica soluzioni smart e risposte ai comportamenti digitali dei clienti in continua evoluzione. Il sito della compagnia eurowings.com si sviluppa e diventa un compagno di viaggio digitale per migliorare l’esperienza di viaggio dei 40 milioni di clienti dell’azienda.

Oliver Wagner, Amministratore e CCO di Eurowings (nella foto), ha così commentato: “Con Eurowings Digital abbiamo unito lo spirito di una start-up digitale con la sicurezza di una grande impresa. Offriamo benefit molto attraenti quali ad esempio voli agevolati per amici e famiglie in tutto il network di Lufthansa e dei suoi partner, offerte per praticare sport, contributi per la mobilità, orari di lavoro flessibili e uffici moderni in posizione centrale. Siamo lieti di integrare il nostro team interdisciplinare con nuovi talenti digitali e di trasformare il nostro sito di vendite in una piattaforma di viaggio smart con un elevato valore aggiunto per i nostri clienti lungo tutta la catena che compone il viaggio”.

Grazie alla creazione di un nuovo “Content Hub”, a partire dal prossimo autunno i clienti troveranno molteplici ispirazioni per i loro prossimi viaggi che vanno ben oltre il semplice volo. Consigli e raccomandazioni di hotel, eventi, possibilità di noleggio auto ed esperienze di blogger, influencer e altri viaggiatori permetteranno ai clienti di Eurowings di vivere un’esperienza di viaggio continua.

Un ulteriore progetto di Eurowings Digital sviluppa per i nostri clienti la possibilità di ricevere velocemente un aiuto digitale per risolvere i problemi che si verificano lungo tutto il percorso di un viaggio. L’obiettivo è la gestione del complesso percorso di viaggio in tutti i paesi serviti da Eurowings, mentre il lancio ufficiale dell’impresa digitale è previsto per la fine dell’anno.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

IAB Digital Academy: sul sito tutta l’offerta formativa di IAB Italia

- # # # # #

iab digital

IAB Italia presenta la IAB Digital Academy, la nuova piattaforma di formazione online al cui interno è possibile trovare tutta l’offerta formativa di IAB Italia: IAB Members Academy, la Programmatic Specialist Certification con le Certificazioni internazionali, e i nuovi corsi a breve disponibili sul digital advertising.

La nuova IAB Digital Academy è user-friendly, mobile responsive e rispecchia un modello di formazione “take away“, disponibile in qualsiasi momento e da qualsiasi device, fruibile on demand in maniera totalmente personalizzata.
Sono stati aggiornati anche i contenuti della IAB Members Academy, la piattaforma dedicata ai Soci che IAB Italia ha messo a punto per rispondere alle necessità di formazione e aggiornamento degli operatori del digital advertising,

Tra i nuovi contenuti disponibili sulla piattaforma spiccano i contenuti di carattere introduttivo e generale, a cura dello staff IAB, i temi specifici del settore digital (a cura dei Soci IAB) e gli approfondimenti pratici a cura dei professionisti del mercato.
Come accennato inizialmente, inoltre, su IAB Digital Academy si possono trovare la Programmatic Specialist Certification e le Certificazioni professionali: IAB Digital Media Sales Certification (DMSC) e IAB Digital Ad Operations Certification (DAOC).
A breve sulla piattaforma saranno disponibili anche nuovi corsi sul digital advertising con certificazione e in modalità on demand realizzati in collaborazione con i professionisti del digital.

articoli correlati

AGENZIE

We Are Social e Citizen Relations vincono il pitch internazionale Sanpellegrino

- # # # # #

we are social

We Are Social e Citizen Relations vincono la gara Sanpellegrino per il coordinamento globale di PR tradizionali e digital. Le due agenzie – parte del gruppo BlueFocus – lavoreranno in maniera integrata a livello global, offrendo supporto dal punto di vista della strategia, della creatività e della loro implementazione per le marche del gruppo (S.Pellegrino, Acqua Panna e bibite Sanpellegrino).

Scopo della collaborazione: supportare lo sviluppo della strategia PR tradizionale e digital e coordinare il lavoro svolto dalle agenzie di PR locali nei mercati in cui i brand sono presenti. Obiettivo comune è identificare le voci autorevoli del mercato in grado di amplificare i messaggi del brand e definire le modalità con cui attivarle per stimolare le audience di riferimento.

Sanpellegrino ha scelto di considerare PR tradizionali e digital come discipline contigue, caratterizzate da un alto livello di strategia e creatività. We Are Social lavorerà a questo progetto insieme alla sister agency Citizen Relations, ampliando la propria collaborazione con brand rilevanti come S.Pellegrino, Acqua Panna e bibite Sanpellegrino, durante un momento entusiasmante, caratterizzato da un forte spirito innovativo.

articoli correlati

AGENZIE

Enterie cresce in Europa con l’inserimento di nuovi partner. Per l’italia c’è Doppia Elica

- # # # #

enterie - doppia elica

Enterie, network indipendente di agenzie di PR e Media Relation specializzate in economia digitale, ha allargato i suoi confini in Italia (con Doppia Elica), Olanda, Svezia e stretto nuove collaborazioni con agenzie PR in UK. Già attiva anche in Polonia, Danimarca e Francia, Enterie supporta i business digitali caratterizzati da una crescita veloce a scalare in Europa e oltreoceano.

Partendo da una cooperazione informale tra agenzie PR specializzate in startup tech e società disruptor in rapida espansione, Enterie si è trasformata in un network in grado di supportare i clienti nella maggior parte dei Paesi europei.

“Affianchiamo i nostri clienti nelle loro molteplici necessità, adattiamo l’offerta all’ambiente digitale, condividiamo il modo agile di lavorare e cresciamo per aiutarli nella loro espansione”, afferma Alessandra Colao, Managing Partner di Doppia Elica (nella foto). “Per le startup tech a un certo punto è naturale dover crescere, scalare. Vogliamo rendere questo processo più semplice per loro e supportarli ovunque vogliano andare”.

Il network, oltre a Doppia Elica per l’Italia, include: FourPR in Svezia e Kemp & Kjær in Danimarca, insieme le due realtà rafforzeranno Enterie nei Paesi nordici; MCS PR in Olanda che porta in dote ampia esperienza nel settore tecnologico e forti partnership in Belgio e Lussemburgo; Carrots Communications in Inghilterra; Com’ I/O in Francia e Profeina in Polonia. Ulteriori collaborazioni attive in Germania, Repubblica Ceca e Spagna rendono Enterie in grado di espandere i propri servizi specializzati in tutta Europa.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

MonteNapoleone District e Digital Retex su WeChat per il mercato cinese

- # # # # #

montenapoleone district

MonteNapoleone District, l’associazione che riunisce oltre 150 Global Luxury Brand del Quadrilatero della Moda di Milano, arriva in Cina via WeChat, grazie all’accordo con Digital Retex, diventando così l’unico distretto del lusso in Europa ad avere un account ufficiale per lo sviluppo del turismo cinese on target.

L’official account WeChat di MonteNapoleone District è il primo del suo genere in Europa e rappresenta un canale strategico per comunicare in Cina. MonteNapoleone District punta a fidelizzare la propria clientela cinese: l’official account consentirà infatti di indirizzare campagne e messaggi ad hoc a questo target, valorizzando l’attività e gli eventi organizzati a livello associativo e dai singoli brand e della MonteNapoleone VIP Lounge.
Frequentate ogni giorno da oltre 25.000 persone, di cui l’80% extra-europee, le vie Montenapoleone, Verri, Sant’Andrea, Santo Spirito, Borgospesso, Gesù e Bagutta hanno ormai da tre anni come principale target proprio i cinesi. Il mercato cinese è infatti sempre più interessato ai settori Fashion&Luxury e in particolare ai prodotti di provenienza italiana. WeChat non è solo un’applicazione di messaggistica, ma un sistema integrato di servizi digitali che permette agli utenti di acquistare prodotti e servizi ed effettuare pagamenti online, divenendo a tutti gli effetti Internet per il consumatore cinese.
L’obiettivo del progetto è in linea con la mission di MonteNapoleone District ovvero far conoscere il tempio dello shopping e del lifestyle di alto livello, consolidando il primato del Quadrilatero a livello internazionale.

“Uno degli impegni di MonteNapoleone District è quello di sviluppare iniziative volte a migliorare il sistema ricettivo del distretto nei confronti dei clienti extra europei e non solo”, spiega Guglielmo Miani, Presidente di MonteNapoleone District. “Oltre all’essere pionieri con WeChat, per la clientela cinese, che rappresenta una fetta importante del nostro mercato, organizziamo insieme a Global Blue i Sales Cultural Training volti a migliorare l’accoglienza e il rituale di vendita in accordo con i codici di comportamento del paese, e stiamo valutando un evento per il Capodanno cinese nell’intento di avvicinare le due culture. In questo contesto si inserisce l’attività della MonteNapoleone VIP Lounge e quella di promozione della destinazione Milano in occasione di ILTM a Cannes il 3 e 4 dicembre prossimo. In particolare, vorremmo che i cinesi mutassero le loro abitudini portandoli a prediligere gli hotel 5 stelle lusso partner dell’associazione”.

“È per noi un piacere sostenere MonteNapoleone District nella valorizzazione del rapporto con la clientela cinese”. aggiunge Fausto Caprini, Amministratore Delegato di Retex. “Questa è ormai un punto di riferimento nei settori moda e lusso: i loro acquisti valgono già oggi il 30% del fatturato globale. Esserci non è più una scelta, ma una necessità”.
La Cina consolida la propria leadership sia in Italia che in Europa. Nel 2017 i Globe shopper cinesi, infatti, hanno rappresentato circa il 30% del mercato con un aumento della spesa tax free a doppia cifra rispetto al 2016. E le vie del Quadrilatero della moda si confermano meta di acquisti e luogo dove trascorrere la giornata alla ricerca del brand di lusso più amato. Secondo i dati Global Blue, infatti, nel cuore dello shopping più esclusivo milanese, dal 2016 ai primi quattro mesi del 2018, il peso degli acquisti Tax Free dei viaggiatori cinesi ha registrato una progressione positiva e costante: 31,2% nel 2016, 33,4% nel 2017 e 33,5% nei primi quattro mesi del 2018, corrispondente a un incremento complessivo di circa il 2,3%.

articoli correlati

AGENZIE

Sorgenia conferma Alkemy come partner digital per il 2018

- # # # #

sorgenia

Sorgenia, la energy digital company italiana che fa di innovazione, trasparenza e chiarezza gli elementi cardine nella relazione con i propri clienti, conferma come partner di riferimento per la comunicazione online Alkemy, società specializzata nell’innovazione del modello di business di grandi e medie aziende.

Il rinnovo della partnership nasce da un 2017 ricco di risultati positivi grazie anche alla consulenza di Alkemy che ha accompagnato l’aumento dei contratti digital sottoscritti: sono stati infatti oltre 60.000 i nuovi clienti digital acquisiti, con uno score-record mensile di acquisizioni digital superiore ai player storici del mercato energia italiano. Un risultato ottenuto in due differenti step: prima attraverso un media assessment, poi attraverso l’ottimizzazione operativa del media buying e della conversion delle campagne paid.
E non solo. Sul fronte SEO Alkemy ha affiancato Sorgenia nella pianificazione di interventi mirati a garantire, nel breve periodo, sostanziali miglioramenti dei posizionamenti sui motori di ricerca per le keyword più rilevanti per la fase di conversione.

Il 2018 si prospetta altrettanto intenso per obiettivi e aspettative e Alkemy ha intenzione di puntare su una strategia che prevede un approccio data driven nell’ ottica di ottimizzare i costi di acquisizione e di supportare le consolidate attività di performance acquisition.

“Siamo molto soddisfatti della fiducia che Sorgenia ha voluto nuovamente riporre in noi”, afferma Vincenzo Ertini, Media & Performance Manager di Alkemy Spa. “In questo contesto di crescita l’elemento distintivo è stato il giusto equilibrio tra approccio consulenziale e operatività: con il media assessment iniziale siamo riusciti a introdurre in Sorgenia le best practice di performance marketing e abbiamo contribuito ad accelerare la risoluzione di alcune barriere alla crescita della conversion”.

“Alkemy è un partner prezioso per lo sviluppo e il consolidamento della nostra strategia full digital”. ha aggiunto Simone Lo Nostro, Direttore Mercato & Ict di Sorgenia. “Con loro, nel 2017, abbiamo fatto il salto di performance che ci serviva per raggiungere la leadership nelle vendite digital di energia e, soprattutto, attivare quella serie di circoli virtuosi che si creano quando si scalano i risultati”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Chiuso con successo a Bologna “Creare Clienti”: chatbot e influencer marketing per le PMI

- # # # # #

creare clienti

“L’influencer Marketing e il chatbot sui social stanno rivoluzionando positivamente il mondo del business online” ha dichiarato Gianluigi Ballarani, Ceo dell’agenzia internazionale di web marketing, Hotlead. “I risultati sono assolutamente di grande interesse e il mercato è in continuo cambiamento. Il chatbot sta dimostrando di abbassare del 50% i costi delle campagne di advertising sui social, mentre l’influencer marketing è diventato un moltiplicatore di contatti, se associato a una corretta strategia” ha spiegato il Presidente di Hotlead. Di questi argomenti e di molto altro si è parlato all’evento “Creare Clienti”, che si è concluso ieri a Bologna. Il workshop operativo sul marketing digitale ha ospitato circa 500 imprenditori provenienti da tutta Italia. Le numerose PMI presenti hanno anche ascoltato differenti case history e si sono cimentate in esercitazioni basate su situazioni reali. I casi mostrati hanno toccato i settori merceologici più diversi, suscitando molta curiosità nei presenti.

I temi che si sono rivelati di notevole interesse per i presenti sono stati quelli riguardanti i meccanismi che regolano il web direct marketing, illustrati da Francesco Maria Ballarani e dell’influencer marketing, di cui ha parlato Lucrezia Van Stegeren, Social Media Strategist di SocialStar, uno spin-off di Hotlead. “Di influencer si parla spesso, ma fondamentalmente gli imprenditori non sanno come approcciare a questa soluzione e quali siano le scelte giuste da compiere. Per questo motivo, abbiamo deciso di dare le informazioni di base più utili in questa occasione” ha spiegato Gianluigi Ballarani. Un esempio di cosa voglia dire questo tipo di strumento, è stata la campagna, effettuata nel mercato anglosassone, da Fifth Watches. Questa azienda vende solo 5 giorni al mese, mentre nel resto del tempo, viene usato l’influencer marketing che, inizialmente, ha promosso 10 orologi a 10 macro – influencer (ovvero coloro che hanno più di 100 mila follower) e 20 orologi a 20 micro – influencer ( con una media di 50 mila ). Ne sono risultati 1000 lead convertiti (ovvero trasformati in clienti), fatturando 100 mila dollari in un giorno solo. Poi sono state effettuate le campagne con Facebook Ads. Dopo un anno, Fifth Watches ha venduto un milione di orologi appena aperte le campagne, riuscendo a incassare circa 150 milioni di dollari in pochi giorni. “Dati che mostrano quanto una buona strategia, che coinvolga gli influencer, possa fare” ha concluso Van Stegeren.

Anche l’Intelligenza Artificiale ha catturato la platea, mettendo in evidenza le sue grandi potenzialità. Fabio Nardella, Traffic Manager di Hotlead, ha parlato del Chatbot e delle grandi opportunità che offre, mostrandone la modalità d’uso e come potrebbe essere gestita in diverse aree di business. “I Lead che vengono generati, ovvero i nuovi contatti, aumentano da un +30% sino ad un +100%. L’acquisizione effettiva del cliente si aggira intorno a un +3,5%. Dati che dovrebbero far riflettere per migliorare le performance del marketing digitale, che è sempre in continua crescita ed evoluzione” ha dichiarato Nardella. Valerio Pezzano, Ceo del network di affliliazione Executive, ha spiegato le regole dell’e-commerce e come renderlo particolarmente efficiente, chiudendo le due giornate di lavori.

articoli correlati

AGENZIE

Why si aggiudica la gara digital di L’Oréal

- # # # # #

Why

Why  inizia l’anno rinnovando la collaborazione con il gruppo L’Oréal. L’agenzia torinese riconferma la gestione offline e online del brand L’Oréal Professionnel Italia, oltre ad aggiudicarsi il social management per Matrix, Biolage e Redken.

Una partnership consolidata, quella con lo storico marchio beauty, che amplia il numero di brand affidati a Why, riconoscendone l’expertise nel settore della cosmetica.

“Un risultato importante, che conferma la direzione intrapresa”, commenta il Direttore Creativo e CEO dell’agenzia Massimo Zandiri (nella foto). “Siamo molto soddisfatti della nostra crescita nel mondo digital con la conferma ricevuta dal brand, con cui abbiamo l’opportunità di sviluppare progetti sempre più sfidanti”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Campagna digital per 4 Salti in Padella di Findus, on air fino a Novembre

- # # #

tagliatelle 4 salti in padella

Online la nuova campagna digital di 4 Salti in Padella, noto brand di Findus. Sarà un’interazione vivace e coinvolgente quella che aspetta il consumatore, accompagnato con ironia a conoscere tutto l’impegno che Findus dedica ogni giorno nello scegliere e preparare, solo con gli ingredienti migliori, le ricette dei 4 Salti in Padella. Come per la campagna precedente si punterà sull’ironia e il tono scherzoso, caratteristiche presenti da sempre nel DNA del brand, per raccontare le nuove e migliorate ricette 4 Salti in Padella.

Nella nuova campagna “Ci pensa 4 Salti”, i consumatori, attraverso video ironicamente paradossali e contenuti ingaggianti, scopriranno tutte le difficoltà che si potrebbero incontrare nell’eroica ricerca degli ingredienti più buoni e freschi, quando questi non sono a portata di frigo. Tante le situazioni comiche e divertenti che “l’eroe” dovrà affrontare”. Basterà vestirsi da gallina per scegliere le migliori uova del pollaio? Varrà la pena intraprendere un sentiero oscuro per raccogliere i funghi porcini più buoni? Se l’impresa dovesse risultare troppo difficile, nessun problema, “Ci pensa 4 salti”, che in pochi minuti porta in tavola i piatti i più buoni. Il primo spot online sarà dedicato a una delle ricette storiche del brand, le Tagliatelle ai Funghi Porcini, per poi raccontare, in modalità differenti, altri prodotti della linea.

La scelta di Findus di dedicare a 4 Salti in Padella una campagna esclusivamente digital, deriva dalla grande attenzione che l’azienda riserva alle nuove forme di comunicazione e dalla volontà di andare a intercettare un pubblico di giovani adulti, molto attivi online e sui social.

“Il nostro obiettivo è tornare a parlare ai giovani”, spiega Gloria Lombardi direzione Marketing Vegetables & Meals Findus, e una campagna digital consente di farlo in un modo più efficace e profilato. Abbiamo scelto di tornare in comunicazione lo scorso anno, puntando sull’identità originaria del brand, scherzosa e scanzonata. Nel 2018 continueremo, come già fatto nel 2017 con “4Serate in Padella“, concorso che ha visto la partecipazione di celebri youtuber tra cui Frank Matano ed i ragazzi di Casa Surace, a raccontare attraverso protagonisti ironici e divertenti, l’impegno che Findus mette nel garantire nei 4 Salti in Padella i migliori ingredienti, con le preparazioni più semplici”.

La campagna “Ci pensa 4 salti” sarà diffusa da aprile a novembre e sarà sviluppata in diversi livelli di interazione con i consumatori attraverso video e contenuti multimediali sui canali social di Findus: Facebook, Instagram e YouTube. La creatività è affidata Grey Italia mentre la pianificazione media è a cura di Zenith Italy.

articoli correlati

MEDIA

Rai Pubblicità cresce nel digital: +28% nel primo trimestre 2018

- # #

Rai Pubblicità

Incremento straordinario del fatturato del Digital di Rai Pubblicità nel primo trimestre del 2018. Nel confronto con l’anno precedente si registra un +28%, oltre a un aumento del numero dei clienti attivi e un coinvolgimento sempre più elevato da parte dei top spender tv sulle offerte crossmediali della concessionaria, che si traduce in maggiori investimenti.

Francesco Barbarani, Direttore Area Radio, Digital e Cinema di Rai Pubblicità spiega le ragioni del successo: “Si confermano una viewability del 90% e kpi pubblicitari più che positivi. Il merito di questa performance è da attribuirsi all’ottima qualità dei contenuti Rai, accompagnata da un basso affollamento pubblicitario. In particolare, per la realizzazione del trend positivo hanno avuto un ruolo determinante i top event della Rai, proposti in forma crossmediale, come Sanremo, Montalbano, le Olimpiadi invernali e The Voice col suo ottimo esordio. La nostra offerta crossmediale viene completata dalle attività sui social, legate alle nostre iniziative speciali, che permettono la creazione di un racconto, disegnato a partire dalle esigenze dei brand”.

articoli correlati