MEDIA 4 GOOD

Openjobmetis con Alice for Children per l’inserimento lavorativo di ragazzi africani

- # # # # # #

Openjobmetis, agenzia per il lavoro attiva operativa in tutta Italia con una rete di 117 filiali, contribuisce al progetto “Alice for Jobs” offrendo le proprie competenze professionali e un finanziamento annuale a favore dei giovani studenti delle baraccopoli di Nairobi, in collaborazione con Twins International, l’Onlus che dal 2006 sviluppa i progetti di Alice for Children a favore dell’infanzia più disagiata e vulnerabile negli slum di Korogocho, Dandora e Kariobangi.
Il programma “Alice for Job” prevede dai 6 ai 12 mesi di orientamento e inserimento nel mondo del lavoro per i ragazzi di Alice for Children al termine delle scuole secondarie e professionali, con percorsi personalizzati in base agli studi fatti.
“Non è possibile che società di sviluppo come le nostre non pensino a dare sostegno a chi lo sviluppo deve ancora conquistarlo”, spiega Rosario Rasizza, Amministratore Delegato di Openjobmetis. “E il modo per farlo bene è senz’altro quello di essere in grado di trovare un lavoro a ragazzi senza futuro perché contribuiscano a mantenere sé stessi, la famiglia che verrà e la crescita del proprio Paese. Alice for Children ci dà la possibilità di raggiungere insieme questo obiettivo”.
Openjobmetis sosterrà infatti l’avvio del progetto Alice for Job non solo con una donazione che consentirà l’allestimento di un laboratorio di informatica a Nairobi, presso la Children Home “Alice Village”, gestita dallo staff locale di Twins International, il sostegno alimentare e il soggiorno dei giovani che hanno terminato gli studi, ma anche la copertura e lo sviluppo di corsi per il conseguimento della patente e di lingua, elaborando un programma di formazione ad hoc per preparare i ragazzi al mondo del lavoro. Inoltre i responsabili di Openjobmetis voleranno a Nairobi a novembre per inaugurare il laboratorio di informatica e coglieranno l’occasione per formare sul campo alcuni social worker che si occuperanno di portare avanti il progetto negli anni a venire.
“Ci mancava l’ultimo miglio”, conclude Diego Masi, Chairman di Twins International. “Accogliamo i bambini orfani nelle nostre scuole e nei nostri orfanotrofi a Nairobi. Li assistiamo, li facciamo studiare, li curiamo, ma ci mancava come trovare loro il lavoro. Con Openjobmetis abbiamo colmato questo ultimo passaggio. Ringrazio Rasizza per averci voluto dare l’opportunità di organizzarlo”.
Alice for Children lavora sostenendo oltre 2.000 bambini che vivono in condizioni di estrema povertà nelle baraccopoli di Korogocho, Kariobangi e Dandora, nella periferia di Nairobi. La maggior parte di questi bambini vive in condizioni di estrema privazione, senza accesso all’acqua potabile e senza elettricità. Alice for Children gestisce inoltre due orfanotrofi per i bambini orfani.
I progetti di scolarizzazione e sicurezza alimentare di Alice for Children vengono sviluppati per garantire ai bambini più in difficoltà un percorso di studi valido, in grado di condurre i giovani studenti fuori dalle baraccopoli, lontani dalla criminalità e dalla disoccupazione.

articoli correlati

AZIENDE

Diego Masi e Lattanzio Communication insieme per il “FuoriExpo Milano”

- # # # # # #

La branch di Lattanzio Group dedicata alla comunicazione ha acquisito il marchio creato dalla società di Diego Masi per rendere l’Expo 2015 ancora più vitale, vivace e interessante per la città di Milano. Per le imprese che intendono capitalizzare il grande evento, questa alleanza significa un’opportunità nell’opportunità. Perché in occasione dell’Expo che mostra l’Italia al mondo, il “Fuori Expo Milano” offrirà alle aziende, anche a quelle che non avranno uno spazio fisico all’interno della manifestazione, strumenti e modi per essere visibili, per comunicare l’innovazione, per valorizzare il proprio brand in ottica di internazionalizzazione. “Con Ezio Lattanzio, con cui ho condiviso questi ultimi anni di Confindustria Intellect – commenta Diego Masi (nella foto) – abbiamo avuto modo più volte di discutere su dove vada il nostro Paese. E poiché siamo sostanzialmente d’accordo, abbiamo unito le forze per dare una mano da un lato al Paese e dall’altro alle nostre imprese”.

Il “Fuori Expo” è anche un progetto digitale che racconta agli italiani – e soprattutto agli stranieri – come vivere e dormire a Milano nei giorni in cui la visitano, come divertirsi, come mangiare, come vivere la movida. Entertainement, edutainement, shopping, food, locations, nightlife saranno infatti i protagonisti del Fuori Expo. Come racconta ogni giorno il canale web “Expo2015Contact”, che ormai da tre anni riporta puntualmente tutto quello che avviene all’Expo e intorno all’Expo. Con la cessione del marchio “Fuori Expo Milano”, Diego Masi diviene socio di Lattanzio Communication e presidente del suo Cda mentre Lattanzio Group acquisisce anche la maggioranza di Incentive Power, che con il marchio Italy Destination progetta gli Expo Incoming Pack per le imprese straniere. “Con Diego mi trovo sulla stessa linea di pensiero – ha concluso Ezio Lattanzio dopo la firma dell’accordo – Il futuro dell’Italia sarà rappresentato dall’export e dall’incoming. Expo e Fuori Expo sono le prime due porte di ingresso di questa strategia. Come gruppo, stiamo lavorando perchè la nostra consulenza per l’internazionalizzazione delle piccole e medie imprese italiane permetta loro di sfruttare al massimo le opportunità dell’Expo anche in quest‘’ottica”.

articoli correlati