AGENZIE

Social Television: nasce la prima Associazione dedicata alla Social TV

- # # #

La creatività di un gruppo di giovani, professionisti e appassionati di tv, web e social media dà vita a un progetto nuovo e unico in Italia. L’associazione Social Television si pone l’obiettivo di diventare punto di riferimento per promuovere il confronto sugli aspetti innovativi, commerciali ed evolutivi della TV nel nostro Paese con un occhio di riguardo verso Social TV, Second Screen, Transmedia, Connected TV, TV Everywhere, Mobile Commerce e OTT.

“La TV è all’inizio di una profonda ridefinizione delle sue logiche”, dichiara David Ghirardello, Presidente dell’associazione, “le modalità di fruizione e i bisogni degli spettatori sono cambiati e con essi anche parte del sistema produttivo. La Social TV è diventata mainstream e ogni programma televisivo non può più prescindere da una strategia digitale che integri un’esperienza web, mobile e su social media”.

La rapida evoluzione del settore obbliga gli operatori a un aggiornamento continuo per poter sviluppare progetti e strategie proiettate nel futuro. Al fine di realizzare tutto ciò, l’associazione Social Television si pone come osservatorio e trasversale luogo di confronto, aperto a tutti gli stakeholder nazionali e internazionali appartenenti all’industria della televisione, dei media e della pubblicità. Persone fisiche, enti o aziende e operatori dei settori coinvolti. Un villaggio globale che riunisca e rappresenti tutti coloro che si occupano di gestire e sviluppare contenuti, prodotti e servizi connessi all’ecosistema della Social TV.

La mancanza di un ente super partes ha convinto gli ideatori di Social Television a farsi promotori di questo ambizioso progetto, consapevoli della sua complessità ma guidati dalla volontà di mettere in circolo competenze e idee per creare partecipazione e interazione a livello internazionale.

Sito di riferimento dell’associazione sarà socialtelevision.it, luogo dedicato alla divulgazione e condivisione di informazioni sul tema. L’attività sarà arricchita da convegni, seminari, corsi di formazione professionale, tavole rotonde e meetup. Parteciperanno agli appuntamenti operatori del settore e professionisti che di volta in volta affronteranno le tematiche da differenti prospettive, approfondendone implicazioni, criticità e potenzialità.

Il primo incontro è fissato per giugno e tratterà di Second Screen, monetizzazione e opportunità per editori e agenzie media; il successivo affronterà invece il tema della Social TV dal punto di vista dello storytelling e della costruzione di format tv nativamente transmediali.

“L’attuale offerta di Second Screen App, le future modalità di engagement del pubblico attivo, la necessità di individuare KPI condivisi e il crescente spostamento di budget pubblicitari destinati a iniziative multi-piattaforma, che trovano nella convergenza tra Web e TV un modo nuovo ed efficace di ottimizzare e rendere misurabili i propri investimenti, sono solo alcuni degli argomenti che l’associazione Social Television si prefigge di affrontare con i relativi player del settore”, conclude Ghirardello.

articoli correlati