BRAND STRATEGY

“Do it for DK, do it for Mom”: la campagna di Spies Travel Denmark per la natalità (e le vacanze)

- # # # # # #

L’anno scorso il tour operator danese Spies Travel Denmark lanciò la campagna “Fallo per la Danimarca“, per affrontare lo storico problema del basso tasso di natalità nel paese scandinavo. COme risultato, è aumentato il numero dei danesi che hanno vaiiato, fatto sesso e si sono “riprodotti per la patria”. Lo “sconto per l’ovulazione” di tale campagna ha anche “prodotto” Vitus, nato lo scorso gennaio dalla coppia vincitrice del conorso annesso. Tuttavia, il welfare danese continua a essere sotto pressione, perché – nonostante il lieve aumento l’anno scorso – le nascite sono sempre troppo poche. E questo è un problema che colpisce tutti Danesi. In particolare le nonne, che non riescono a provare la gioia di avere nipotini.
Così quest’anno Spies Travel ha unito le forze con le “aspiranti nonne” per raggiungere l’obiettivo comune di mettere al mondo più bebè, con la nuova campagna “Do it for DK, do it for Mom“.

Le statistiche mostrano che durante le vacanze in posti assolati le giovani coppie sono più attive sessualmente: sembra che “sudare insieme” favorisca i rapporti. Di qui il suggerimento di Spies Travel Denmark ai futuri genitori: scegliere una vacanza “attiva” per concepire un bambino, non solo per il bene della Danimarca, ma soprattutto per quello delle rispettive madri.
Allo scopo di facilitare tale progetto, Spies Travel Denmark ha attivato il programma di “Parent Purchase”, attraverso il quale le aspiranti nonne possono prenotare e prepagare le vacanze ai figli, alle figlie, alle nuore e ai generi, cosicché il “miracolo” si compia…

articoli correlati

COMMERCE

Mobile shopping: PowaTag sbarca sulle strade della Danimarca con AFA JCDecaux

- # # # # # # #

I danesi si preparano alla rivoluzione dell’anno quanto alle modalità di vendita e di acquisto, grazie agli accordi siglati tra la società leader nel mobile shopping Powa Technologies e AFA JCDecaux.

I consumatori potranno fare i loro acquisti in comodità 24 ore al giorno con il proprio smartphone semplicemente scansionando i tag presenti sopra migliaia di cartelloni pubblicitari, alle fermate degli autobus e su altri arredi urbani creati appositamente da AFA JCDecaux. PowaTag interagisce con qualsiasi strumento mediatico per permettere agli utenti di fare acquisti e altre operazioni in semplici pochi passaggi, transformando l’unione di brands in un innovativo canale di vendita.

L’accordo è stato agevolato da un altro partenariato, quello tra Powa e Danske Bank, banca leader danese che ha dato a PowaTag la possibilità di riscuotere pagamenti sulla piattaforma mobile attraverso l’applicazione gratuita della banca usata da più di due milioni di danesi. L’app della banca danese è la piu’ usata nei Paesi Nordici, con oltre 12 miliardi di corone elaborate in transazioni da quando è stata resa scaricabile.

La Danimarca sarà il primo Paese nordico a sperimentare il rivoluzionario servizio di AFA JCDecaux, permettendo anche agli altri Paesi scandinavi di fare lo stesso in un prossimo futuro.

Casper Claudius Gregersen, Direttore Commerciale di AFA JCDecaux, ha dichiarato: “Siamo impegnati a offrire ai nostri partner commerciali soluzioni pubblicitarie in spazi aperti e ci sforziamo per sviluppare approcci innovativi e di qualità che rendano la nostra offerta leader a livello mondiale. PowaTag è una soluzione ideale per incrementare la qualità dei nostri servizi,, trasformando la pubblicità da punto di attrazione per i consumatori ad azione immediata. Insieme alla collaborazione con PowaTag e MobilePay, questo accordo permetterà ai nostri clienti di raggiungere immediatamente più di due milioni di consumatori. Considerando che il 58 per cento dei danesi utilizza smartphone per lo shopping e che il 42 per cento decide di comprare entro un mese da quando vede la pubblicità in strada, siamo nel momento migliore per consolidare questa partnership entusiasmante e offrire nuovi vantaggi ai nostri clienti”.

Oggi più dell’85 per cento dei danesi possiede uno smartphone, e le vendite eCommerce sono fiorenti nel Paese, con un fatturato in aumento del 31 per cento a partire dal 2012 (solo nel 2014 sono stati fatturati 54.5 miliardi di corone danesi). La Danimarca sta progettando di rottamare i pagamenti in contanti obbligatori, tanto che il 33 per cento del commercio elettronico danese è condotto attraverso uno smartphone o tablet.

Dan Wagner, fondatore e CEO di Powa Technologies, commenta: “Le piattaforme di pubblicità create da AFA JCDecaux sono una parte integrante della vita quotidiana, presentandosi come palcoscenico ideale per i marchi commerciali che vogliono catturare l’attenzione del consumatore. PowaTag consentirà loro di tramutare in azione immediata il loro interesse per i prodotti di interesse. La vita delle persone è oggi sempre più incentrata sulla tecnologia digitale, e i Paesi Nordici lo dimostrano. L’alta penetrazione di smartphone e la tendenza verso una società senza contanti creano i presupposti ideali per lo sviluppo delle potenzialità di PowaTag”.

AFA JCDecaux detiene il 48 per cento della quota di mercato nel Paese nordico e utilizzerà PowaTag in 20 città chiave tra cui Copenhagen, Aarhus, Aalborg, Odense e Vejle.

La piattaforma leader mondiale PowaTag fa uso di una combinazione di tecnologie, tra cui segnali Bluetooth, filigrane audio digitali, tag visivi e link incorporati nei social media. Più di 1.200 brands globali hanno aderito come partner a PowaTag, che consente ai consumatori di acquistare i prodotti in pochi secondi.

articoli correlati