NUMBER

Email Marketing, SEO/SEM e Social Media: colonne di una strategia efficace. Ricerca di Diennea

- # # #

diennea farruku

Quali sono oggi gli strumenti digitali che le aziende ritengono più utili ed efficaci per raggiungere i propri obiettivi di business? Quali i più strategici per le relazioni con i propri clienti?

 

A queste domande hanno risposto, nell’ambito del nuovo studio intitolato “Digital Contact Strategy”, condotto da Diennea (azienda specializzata in progetti di digital marketing) in collaborazione con Human Highway (società leader in indagini in rete), decision maker appartenenti a 40 aziende italiane medio grandi, dai responsabili marketing e comunicazione ai CRM manager, che gestiscono quotidianamente il budget dedicato ad attività di marketing digitale B2B e B2C in svariati settori, dal finance all’automotive, al fashion, al retail, al food&beverage.

 

Nonostante la proliferazione di nuove modalità di contatto e comunicazione, le colonne portanti di ogni strategia rimangono Email Marketing e SEO/SEM, che con i Social Media si classificano come i tre strumenti di marketing digitale più utilizzati dalle aziende, seguite dal Display Advertising. L’analisi comportamentale sui siti, l’uso della Marketing Automation e la clusterizzazione degli utenti costituiscono un successivo blocco dedicato all’ottimizzazione delle azioni.

 

L’uso dei vari strumenti vede prioritaria la costruzione di una relazione con i clienti tanto che, prima della fase di vendita, risultano due principali obiettivi: comunicare con la propria customer base (50%) e acquisire nuovi clienti (47%). “Sono considerati strumenti del futuro quelli che si servono del dato per profilare il cliente e indirizzare le azioni in modo mirato. Alla luce di questa considerazione, il fulcro di ogni strategia, indipendentemente dagli obiettivi di marketing, è mettere il cliente sempre al centro, conoscerlo, sapere dove si trova all’interno del journey e con quale strumento intercettarlo. Le più mature in questo senso risultano le aziende che sviluppano il proprio business al di fuori dell’Europa”, afferma Florida Farruku, General Manager di Diennea.

 

Dall’indagine di Diennea emerge una forte attenzione al contatto (prospect o cliente fidelizzato) in tutte le fasi della relazione con il cliente, a ciascuna delle quali corrispondono uno o più strumenti digitali. Partendo dalla fase iniziale dell’acquisizione del cliente, il 71% delle aziende coinvolte nella survey afferma che performano meglio il Website Tracking (71%) e i Social Media (64%); successivamente, nella profilazione degli utenti, secondo il 70% degli intervistati, portano buoni risultati di nuovo i Social Media, ai quali si aggiunge il Loyalty Program. Nella fase di vendita, invece, il 66% delle aziende mette in pole position l’Email Marketing, scelto dall’84% anche come canale privilegiato per la comunicazione ai clienti e la riattivazione dei clienti dormienti (63% dei rispondenti). Infine, grande attenzione per i Loyalty Program, indicati dal 90% dei rispondenti, come leader indiscussi per la fidelizzazione, sempre accompagnati dalle email (69%).

 

La maggior parte delle aziende (80%) dichiara di utilizzare i sistemi di reporting più diffusi come Google Analytics o nativi di piattaforma come Facebook Insights. L’analisi dei dati, prodotta da risorse interne, è limitata a 4 casi su 10. Per quanto riguarda il futuro, un 32% delle aziende non sa ancora precisamente quali tecnologie andrà ad adottare, invece il 18% darà spazio a strumenti di analisi avanzata, come la DMP, e il 15% a tool di Business Intelligence e Dashboard.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Rubinia Gioielli, con The Digital Project e Babbo Natale, ti aiuta a scegliere il regalo perfetto

- # # # # #

idomoo

Quest’anno i regali non saranno più un problema, ma una piacevole sorpresa anche per chi ogni anno si trova davanti a un dilemma. Grazie alla nuova campagna di video marketing engagement personalizzato firmata per Rubinia dalla Digital Boutique milanese The Digital Project (partner per l’Italia della piattaforma Idomoo) fino a Natale tutti avranno la possibilità di farsi aiutare da uno speciale Babbo Natale, che mostrerà il gioiello perfetto per la persona amata.
La campagna di amplificazione sarà capillare, con una distribuzione su canali social media, mobile ads, display, preroll, DEM.

Rubinia, il marchio di gioielli milanese con più di 2000 rivenditori su tutto il territorio nazionale ed europeo, pioniere delle vendite dirette online nel settore, lancia un progetto con il quale promette di rendere la scelta del regalo natalizio semplice e divertente. Fino a Natale, accedendo al sito/webapp natale.rubinia.com , l’utente potrà chiedere aiuto ad un Babbo Natale speciale, che grazie ad alcune semplici domande individuerà tra le meravigliose collezioni Filodellavita e Filodamore di Rubinia Gioielli, il regalo perfetto per la persona che ami.

“L’idea di regalare una campagna nuova, altamente ingaggiante e disruptive, è il motore principale di questo progetto”, spiega il direttore di The Digital Project, Carlo Croci. “Progetto che, in un certo senso, rivoluziona il concetto stesso di personalizzazione: molto legata peraltro al mondo gioiello, e adesso declinata sul video. Ecco, con questa iniziativa si sceglie uno strumento di forte impatto come il video per aiutare le persone a fare la scelta giusta”.

Il risultato sarà un un video generato in tempo reale che presenta temi e caratteristiche differenti da persona a persona, basate sulle informazioni raccolte via sito, e che riguardano sia l’utente sia la persona che riceverà il regalo. Le informazioni, di diversa natura, riguarderanno preferenze sulle festività natalizie, dal panettone, all’albero, sino alla stella cometa. Ma anche su come viene impiegato il tempo libero: fino alla scelta dei colori più rappresentativi del Natale. Al termine del video, l’utente riceverà una mail con il link per visionare nuovamente il contenuto, oltre ad un codice sconto, utilizzabile sullo store online. Nel messaggio è previsto anche uno store locator che mostra i punti vendita più vicini.

Il video, ideato e prodotto internamente dall’agenzia stessa, si avvale della piattaforma internazionale per la personalizzazione video, Idomoo. “Abbiamo riscontrato subito come Idomoo fosse la soluzione tecnologica perfetta per poter ideare una campagna che fosse nuova e coerente con il Brand. La filosofia Rubinia, difatti, si fonda esattamente su concetti quali la “personalizzazione” ed il “tailor-made”. E cosa scegliere se non un video creato su misura per l’utente, per un’azienda che definisce i propri artigiani veri e propri “Sarti di Gioielli?”, continua Croci. “La soluzione tecnologia Idomoo permette di realizzare progetti di video marketing dell’attenzione. Ossia progetti che colpiscono l’attenzione della persona perché mettono le caratteristiche della stessa al centro, grazie all’unione tra conoscenza dei dati CRM e idee creative efficaci”.

Il progetto per tutto il periodo sarà sostenuto da una intensa campagna media digitale a 360 gradi (già iniziata infatti la rotazione di video pre-roll, social format, mobile format e display advertising), che farà leva sia sulla passione diffusa per il Natale e la voglia di giocare e interagire, sia sull’universo di sentimenti, ben rappresentato dalle singole collezioni del brand. Altro tema essenziale, ovviamente, è l’enorme interesse dimostrato dagli utenti per la personalizzazione.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Splio acquisisce Gowento e integra i Mobile Wallet nella sua piattaforma

- # # # # # # #

Splio - Gowento

Splio annuncia l’acquisizione della startup tech francese Gowento, piattaforma di Mobile Customer Engagement. Alla base della scelta di acquisire questa startup ad alta crescita, la volontà di diventare un importante player nell’ambito del mobile CRM e aprire la strada alla creazione di una relazione più moderna tra brand e consumatori.

Fortemente ispirata dalla profonda conoscenza del mercato cinese e di WeChat, Splio persegue la sua strategia di sviluppo del prodotto, che vede nella Neo-fidelizzazione il fulcro, integrando i Mobile Wallet nella sua piattaforma di omnichannel marketing.

L’expertise di Splio

Splio combina marketing automation e loyalty marketing, fornendo una piattaforma per gestire campagne marketing e nuovi programmi loyalty, sia online sia offline. Questa acquisizione consentirà ai clienti di digitalizzare la carta Fedeltà, inviare notifiche push dal Wallet e attivare notifiche geolocalizzate e personalizzate in prossimità di tutti i punti vendita.

“Con questa prima acquisizione, Splio intende dare una svolta al panorama di settore e invia un messaggio chiaro al mercato europeo. Mentre Cina e Stati Uniti hanno fatto enormi progressi in ambito di Mobile Wallet, in Europa oggi Splio si distingue per l’integrazione della tecnologia di Gowento. I brand sono ora in grado di porre il mobile al centro della loro strategia di Neo- fidelizzazione e modernizzare la relazione con il cliente senza una terza parte e senza la necessità di scaricare un’app”, dichiara Mireille Messine, Chief Executive Officer di Splio. “Siamo molto felici di dare il benvenuto al talentuoso e visionario team di Gowento con il quale condividiamo valori ed obiettivi”.

La startup Gowento

Fondata a Parigi nel 2015 da Rabye Marouene, Sébastien Alexandre e Loris Guignard, Gowento è una startup che ha saputo costruire il suo prodotto attorno al potenziale, ancora sottovalutato, dei Mobile Wallet e delle app pre-installate, disegnando funzionalità che vanno ben oltre il mero pagamento mobile. In meno di 3 anni, 50 brand si sono affidati a Gowento, tra cui Fnac, L’Occitane e Nicolas, e la soluzione è stata distribuita in oltre 60 paesi.

“Lo smartphone è il canale di interazione principale tra il brand e i suoi consumatori e in particolare i suoi clienti. Con oltre 2,5 milioni di app disponibili sul mercato di cui solo la media di una dozzina per utente viene utilizzata regolarmente, lo smartphone è diventato una priorità assoluta nella strategia CRM dei brand. Abbiamo creato Gowento per rispondere a questa sfida, utilizzando applicazioni già installate sugli smartphone, come Apple Wallet, Google Pay o Google Chrome e Samsung Internet “, spiega Rabye Marouene, CEO e co-fondatore di Gowento. “Combinando la nostra soluzione con la piattaforma Splio e l’expertise del suo team di esperti di marketing in tutto il mondo, abbiamo ora i mezzi per andare ancora più veloci e concretizzare le nostre ambizioni comuni”.

articoli correlati

COMMERCE

Miroglio Fashion potenzia l’approccio omnichannel e scommette sui marketplace. Nel 2017 fatturato online a +70%

- # # # # # #

Miroglio Fashion

Il 2017 è stato per Miroglio Fashion un anno di cambiamenti, ricco di nuovi progetti e iniziative per il retail. Sono stati recentemente portati a compimento “300 in 300”, che ha visto il rinnovamento di 300 negozi in 300 giorni, “Retail 4.0”, con il quale si sono implementate una serie di attività tecnologicamente avanzate a servizio dei punti vendita, e l’inaugurazione di tre importanti flagship store (Caractère, Elena Mirò e Motivi). Il 2017 è stato anche l’anno della svolta digitale: a supporto e integrazione dei tradizionali canali di vendita (1.188 punti vendita monomarca e presenza in oltre 2.400 negozi wholesale), infatti, hanno acquisito sempre maggior importanza i più moderni strumenti di eCommerce e CRM, in un approccio sempre più multicanale.

“Il digitale, l’eCommerce e le attività di Customer Relationship Management rivestono un’importanza fondamentale nel nuovo percorso strategico di Miroglio Fashion”, dichiara Hans Hoegstedt, Amministratore Delegato della società. “Siamo molto soddisfatti dei primi risultati ottenuti nel 2017 dai nostri progetti Omnichannel: affiancandosi ai canali tradizionali di vendita, ci hanno permesso di offrire alle nostre clienti una shopping experience totalmente fluida fra tutti i canali on e offline”.

Miroglio Fashion ha sviluppato nel corso dell’anno ben 5 nuovi siti eCommerce (su piattaforma Salesforce Commerce Cloud) per i brand Motivi, Oltre, Fiorella Rubino, Elena Mirò e Caractère – che si sommano al sito di Tailoritaly, start up dedicata alla moda personalizzabile – realizzando un fatturato online del +70% rispetto al 2016.

“La scelta di potenziare il canale eCommerce”, commenta Alberto Brenta, Head of eCommerce, digital & CRM, “è stata fatta per andare incontro alle esigenze delle nostre clienti, che sono già a tutti gli effetti “multicanali” perché si relazionano con i diversi touchpoint online e offline in modo naturale e senza soluzione di continuità. Oltre a comprare online, interagiscono infatti con i negozi, usando i tablet disponibili presso gli store per un acquisto assistito o richiedendo la consegna su punto vendita dei vestiti acquistati da remoto. Gli ordini con consegna in negozio sono ad oggi circa il 40% di tutti quelli effettuati online”.

Miroglio Fashion ha dedicato molta attenzione nel cercare di offrire alle proprie clienti un’esperienza “mobile” unica e personalizzata. Lo dimostra il fatto che le sessioni da smartphone e tablet sono aumentate nell’ultimo anno del +50%, generando un fatturato “mobile” tre volte superiore a quello del 2016.

Anche la visibilità online è aumentata, quintuplicata o decuplicata a seconda del brand. “Grazie a un meticoloso lavoro sul SEO (Search Engine Optimization)” – spiega Brenta – “i nostri brand e i relativi siti risultano molto più visibili nelle ricerche online. In particolare per quanto riguarda le nostre marche curvy, che oggi danno ottimi risultati non solo nelle ricerche per keyword ma anche in quelle legate ai bisogni specifici della nostra cliente”.

Un incremento di visibilità che non può prescindere da un’aumentata notorietà dei brand, ottenuta anche grazie al potenziamento della presenza social. Miroglio Fashion ha visto nel 2017 crescere tutti propri i canali social e ha deciso di concentrarsi nel 2018 soprattutto su Instagram, il più attuale e affine al mondo della moda. “La nostra fanbase è cresciuta dell’ 86% e, cosa per noi molto rilevante, abbiamo constatato un aumento dell’engagement superiore al 100%”, aggiunge Brenta.

I canali social rivestono una rilevanza crescente per la società perché permettono, oltre al rafforzamento della comunicazione e della brand awareness, di mettere in atto importanti strategie “CRM based, volte alla gestione personalizzata del rapporto con la cliente e all’acquisizione di nuove consumatrici in target, soprattutto nel segmento curvy. Il CRM di Miroglio Fashion può contare in Italia su una customer base di 3,7 milioni di clienti fidelizzate, 511 mila delle quali acquisite nel 2017.

I social sono inoltre sempre più efficaci nella loro funzione “drive to website” (le fanbase dei brand sono molto attive e sempre più spesso dopo un primo contatto sui social approfondiscono la relazione sul sito) e “drive to store” (è prossimo l’avvio di un progetto che, anche tramite Facebook, ha l’obiettivo di aumentare il traffico verso i negozi fisici di specifiche aree geografiche).

Il 2018 sarà anche l’anno del rafforzamento sui “marketplace”. Da oltre un anno presente con i propri brand anche su Amazon, Miroglio Fashion accrescerà lo sviluppo di questi canali con un duplice obiettivo: potenziare la propria presenza sui mercati esteri e offrire alle proprie clienti una scelta ancor più ampia in termini di canale di acquisto.

“In tutti i touchpoint non di proprietà, marketplace e flashsales, curiamo l’immagine e la presentazione dei nostri brand e del prodotto in modo tale che siano sempre perfettamente coerenti con i nostri canali di proprietà fisici e online”, conclude Alberto Brenta.

articoli correlati

AZIENDE

Smart Working e digital transformation: i focus di Teamleader a Iab Forum 2017

- # # #

Teamleader

Teamleader sceglie di essere presente a IAB Forum 2017 per trasferire al mondo delle agenzie di comunicazione, marketing e web il suo modello di business, incentrato sullo Smart Working e la digitalizzazione d’impresa.

Teamleader offre al mondo delle agenzie media e marketing un approccio pragmatico, orientato all’ottimizzazione dei flussi di lavoro, dell’organizzazione e della crescita. Attraverso l’omonima piattaforma Saas, l’azienda eroga infatti un potente CRM pensato in particolare per un settore ad alto tasso di innovazione come quello della comunicazione e del marketing in cui è cruciale monitorare, organizzare e gestire in modo integrato e coerente ogni fase del ciclo dell’ordine, dalle attività di contatto fino alla finalizzazione e fatturazione. Teamleader offre database, gestione della commessa, progetti, milestone, task e time management e non solo: grazie al modulo Opportunità permette di definire macro voci previsionali, tenendo traccia delle richieste dei clienti, collegandole ai preventivi e consentendo un rapido conteggio del previsionale rispetto alla fase commerciale.

“L’ecosistema italiano presenta senz’altro molte criticità strutturali che spesso si traducono in una perdita di competitività per le nostre aziende, per questo c’è ancora molto da fare nelle aziende stesse in termini di cultura dell’innovazione ed ottimizzazione dei processi produttivi. Il panorama nazionale appare diviso tra nicchie iperinnovative e una rete di servizi e produttori che soffrono il divario digitale e, per ragioni diverse (età dei decisori, accesso al credito ctc.) non riescono a trarre i vantaggi che la tecnologia può offrire oggi a tutti gli attori economici. Crediamo fermamente che eventi come lo IAB Forum siano fondamentali per diffondere e divulgare una cultura dell’innovazione che si traduca in strumenti, relazioni e pratiche concretamente spendibili dalle nostre PMI. Teamleader nasce con la visione di fornire alle piccola e media impresa un’unica piattaforma per gestire tutte le funzioni aziendali e serviamo con orgoglio più di settemila clienti in sei Paesi europei: non potevamo certo mancare allo IAB”, dichiara Francesco Grande, Responsabile Marketing Italia di Teamleader.

Nel corso di IAB Forum i consulenti di Teamleader saranno a disposizione per mostrare le diverse funzionalità della piattaforma, presso lo stand 81.

articoli correlati

AZIENDE

Salesforce Essentials Milano 2017: focus sull’Intelligenza Artificiale

- # # # # #

Salesforce

Salesforce.com, la piattaforma CRM che consente alle aziende di connettersi con i propri clienti in un modo completamente nuovo, terrà martedì 30 maggio 2017 il suo evento più importante in Italia: Salesforce Essentials Milano 2017.

L’azienda riunisce a MiCo i membri della sua community: clienti, partner, dipendenti, consulenti ed esperti del settore che stanno condividendo la propria strategia e la visione sulla necessità inderogabile di relazionarsi con i propri clienti in un modo più personalizzato, rilevante, veloce, ma allo stesso tempo semplice per trasformare la gestione del proprio business.

“I partecipanti a Essentials avranno l’occasione di conoscere a 360° il mondo Salesforce: dall’innovazione tecnologica alla cultura aziendale basata sulla corporate social responsibility, oltre al motivo per cui Salesforce è stata nominata recentemente da Forbes L’innovatore del decennio”, afferma Federico Della Casa, Country Leader di Salesforce Italia. “Attraverso i racconti dei partner è possibile cogliere realmente come la gestione della relazione con i clienti sia la base del successo sia delle aziende B2B, sia B2C. I contenuti della giornata sottolineano come le soluzioni di cloud aziendale e di mobilità, sostenute dall’innovazione e dalla trasformazione digitale e potenziate dall’intelligenza artificiale nell’era della rivoluzione 4.0, stiano cambiando il modus operandi delle aziende e i loro rapporti con clienti”.

Essentials 2017 si aprirà con l’intervento introduttivo di Andrea Febbraio, Co-Founder di Teads.tv. Seguirà la keynote moderata da Federico Della Casa, Country Leader di Salesforce Italia con Paolo Bergamo, Senior Vice President Product Management di Saleforce presso l’headquarter dell’azienda a San Francisco. Nel corso del keynote, le spokesperson di Brunello Cucinelli SpA e Mosaicoon SpA presenteranno i loro casi di successo.

Nel pomeriggio si terranno sessioni ad hoc nei settori Servizi finanziari, Retail e Fashion, Manifatturiero ed Energy&Utilities con la presentazione di casi di successo raccontati dalle spokesperson di Bonfiglioli, Cerved, CheBanca!, Enel, Gruppo CAP, Money Farm e Octo Telematics.

Oltre a frequentare le sessioni, i partecipanti potranno visitare l’area EXPO e il Partner Theatre con i principali partner di Salesforce per confrontarsi sulle tematiche di innovazione e trasformazione digitale di oggi e di domani. Inoltre, gli sviluppatori potranno aderire alle sessioni interattive nella Developer zone per imparare le basi della piattaforma Salesforce attraverso, Trailhead, l’accademia online che fornisce percorsi gratuiti di apprendimento.

Per ulteriori informazioni e per consultare l’agenda di Salesforce Essentials Milano 2017, è possibile visitare la pagina dedicata all’evento.

articoli correlati

AZIENDE

Interactive Intelligence Group cresce del 45% in Emea e apre filiale italiana

- # # # # #

interactive intelligence

Interactive Intelligence Group, fornitore globale di servizi cloud per customer engagement, comunicazione e collaboration, arriva in italia aprendo una filiale a Roma.
L’azienda offre le sue soluzioni sia direttamente attraverso la propria forza di vendita globale, sia attraverso una rete mondiale di circa 400 partner. I suoi servizi cloud includono il routing omni-canale, la risposta vocale interattiva speech-enabled, la gestione delle campagne outbound, la registrazione e il quality management, reporting, integrazioni CRM e scripting grafico, nonché comunicazioni aziendali (PBX) e funzionalità di collaboration aziendale.

Mauro De Caro (nella foto), dallo scorso settembre Territory Manager di Interactive Intelligence, guiderà la forza vendita dell’azienda in Italia, portando in azienda il suo know-how maturato in quindici anni di esperienza in importanti imprese nel mercato dell’Information Technology e delle telecomunicazioni.
“Abbiamo aperto il nostro ufficio in Italia per supportare al meglio i nostri clienti e i partner locali attraverso un servizio di pre e post-vendita”, spiega De Caro. “Ciò è particolarmente importante dal momento che ci prepariamo prossimamente a presentare i nuovi servizi cloud al mercato italiano, che forniranno alle imprese in tutta Italia quelle caratteristiche innovative, quali la flessibilità e la facilità d’uso, di cui avranno bisogno per soddisfare le esigenze di servizio richieste dai consumatori di oggi sempre connessi”.

L’apertura della sede italiana è la naturale conseguenza del processo di sviluppo di Interactive Intelligence nell’area EMEA, che ha visto una crescita del 45% dal 2014 al 2015. L’azienda è comunque presente sul mercato italiano da più di quindici anni grazie alla partnership con Bizmatica e NTT Data, inoltre vanta accordi di Master Agreement a livello internazionale con Accenture e Cognizant.
.

articoli correlati

AZIENDE

Sinergie Group premia i suoi clienti con la finale di X-Factor

- # # #

Sinergie Group ha deciso di premiare in modo innovativo i suoi clienti più fedeli attraverso la possibilità di vedere la finale di X-Factor vista dalla Sky Box Sinergie.

“Non volevamo privilegiare i fatturati – dice Davide Verdesca come unica voce condivisa a nome di tutta Sinergie Group (Sinergie Live Communication, Special, ISNT e 27Names)- in quanto era impossibile giudicare se qualche grande budget “one off” poteva essere più o meno importante di una continuità nel tempo o di chi aveva appena cominciato
a sceglierci e magari diventerà il nostro più fedele cliente nei prossimi anni. Volevamo equidistanza e pari opportunità per tutti. Da qui è nata l’idea di un talent nel talent.”

Sinergie Group ha così inviato una email a tutti i clienti, chiedendo loro quale, nella loro visione di Sinergie, fosse l’elemento distintivo dell’agenzia; quale caratteristica avesse fatto scegliere i servizi, quali valori avessero trovato nel lavorare con il gruppo. Ogni cliente è stato invitato a twittare sulla pagina @Sinergie_Mi con hashtag #xfactormadeinsinergie una frase che sintetizzasse queste caratteristiche
e questi valori, in un periodo da oggi al 6 dicembre. Il 7 dicembre infatti, una giuria di creativi e account dell’agenzia voterà gli 8 tweet che meglio rappresentano lo spirito di Sinergie e invierà ai prescelti il biglietto per prendere parte alla finale di X-factor.

“Vogliamo aprire o aggiungere a quelli abituali, nuovi canali e nuove modalità di comunicazione con i clienti; e vogliamo dare a tutti coloro che ci danno fiducia, la stessa opportunità di vivere con noi non solo i loro eventi, ma anche e soprattutto momenti informali e di conviviale amicalità ad alto valore aggiunto –ci dice Fabrizio Mezzo, MarCom Manager di Sinergie Group. Per questo tutta la MarCom, deputata a gestire il CRM, quando il CDA della holding ha chiesto di identificare il meccanismo migliore tra una rosa di proposte, siamo stati assolutamente allineati nella scelta di un sistema premiante che mettesse in gioco tutti i clienti alla pari, ma soprattutto desse rilievo alle loro idee, al loro percepito, e al rapporto costruito con Sinergie Group”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Facebook Lead Ads: solo due click per connettere persone e aziende

- # # #

Con la diffusione degli smartphone, cresce continuamente il numero delle persone che vorrebbe ottenere dalle aziende informazioni e risposte direttamente sui loro dispositivi mobili.
Questo è il motivo per cui qualche mese fa Facebook aveva annunciato il test di una nuova soluzione chiamata Lead Ads, che offre alle persone la possibilità di ricevere informazioni dalle aziende, quali newsletters, preventivi e offerte, in modo veloce e nel totale rispetto della privacy.
Oggi Lead Ads è disponibile per gli inserzionisti di tutto il mondo, e contiene numerose nuove funzioni che ne semplificano l’uso.
Quando un utente clicca su una Lead Ad, per esempio, verrà visualizzato un modulo contenente in automatico le informazioni relative alla persona che vi ha cliccato, sulla base delle informazioni condivise su Facebook, come ad esempio il nome o l’indirizzo e-mail. La compilazione automatica del form con le informazioni che le persone condividono su Facebook, rende il processo veloce in due click: un click sull’inserzione per aprire il modulo, e un secondo click per inviare il modulo compilato. Lead Ads, comunque, è stato progettato rispettando criteri di privacy. Gli utenti possono infatti modificare le loro informazioni prima di inviare il modulo.
Un’altra delle novità introdotte all’interno dello strumento Lead Ads, è la possibilità, per le aziende, di personalizzare il modulo con domande aperte oppure a scelta multipla, così che possano ricevere le informazioni più rilevanti dai loro clienti/prospect. Ogni modulo Lead Ad offre sia campi standard, sia personalizzabili. Inoltre, gli inserzionisti possono anche includere un disclaimer personalizzabile.
Lead Ad, inoltre, è sincronizzabili con tutte le soluzioni CRM presenti sulle piattaforme di marketing integrato di Facebook, i cui partner attuali includono Driftrock, Marketo, Maropost, Oracle Marketing Cloud, Sailthru, e Salesforce.

articoli correlati

AGENZIE

Tribe e Shaman si aggiudica l’incarico per digital e CRM di Swarovski Italia

- # # # #

L’autunno inaugura una nuova prestigiosa collaborazione per Tribe Communication e Shaman: dopo lo sviluppo della promozione “Feste della Mamma” a maggio 2015, Swarovski Italia estende l’incarico a tutte le attività annuale di CRM, alla gestione delle campagne mail e SMS e all’ideazione e realizzazione delle attività promozionali digital, confermando le capacità strategiche, creative e tecniche del Gruppo.

Oltre al posizionamento generale e allo sviluppo creativo, l’intervento di Tribe e Shaman comprende la gestione del database, il set up di uno store locator con geolocalizzazione dei punti vendita e – nell’arco di un anno – la messa online di numerosi minisiti ed engagement volti a affermare il posizionamento individuato e il programma di fidelizzazione.

La collaborazione ha avuto il via ufficiale in settembre con l’invio della prima newsletter e la messa online del sito dedicato alla collezione autunno/inverno; contestualmente è stato lanciato lo store locator per rendere facilmente reperibili gli oltre 1.000 punti vendita di Swarovski in tutta Italia.

articoli correlati

AZIENDE

“Mobile-First, Cloud-First”, Microsoft innova le proposte Dynamics

- # # # # # # # #

Microsoft Italia ha presentato questa mattina, a Milano, il nuovo Microsoft Dynamics CRM 2015 e le novità dei sistemi gestionali Microsoft Dynamics NAV 2015 e Microsoft Dynamics AX 2012 R3.

“L’offerta Dynamics è in costante evoluzione”, spiega Giovanni Stifano, Direttore della Divisione Dynamics di Microsoft Italia (nella foto), “in linea con la strategia Mobile-First, Cloud-First, per consentire alle aziende di competere con successo nell’attuale scenario di business, cogliendo le opportunità offerte dai nuovi trend tecnologici. L’impegno di Microsoft per ripensare la produttiva a 360° si riflette infatti anche sulle nostre soluzioni di business che intendono proprio semplificare e ottimizzare i processi aziendali. Puntando sul cloud e su esperienze mobili con una profonda integrazione con la business intelligence, ci proponiamo di accompagnare anche le aziende italiane nel proprio percorso di crescita, trasformando il loro business e aiutandole a raggiungere così un vantaggio competitivo”, commenta .

La nuova versione della soluzione di Customer Relationship Management Microsoft Dynamics CRM 2015 – disponibile a livello globale da Dicembre 2014 – è stata sviluppata per consentire alle aziende di ottimizzare la collaborazione interna e offrire ai clienti esperienze sempre più su misura per ciascun ruolo aziendale coinvolto. Per offrire ancora più valore e usabilità, Microsoft punta su interfaccia utente naturale (NUI) e prevede l’integrazione con Cortana, l’assistente personale intelligente di Microsoft, grazie a cui gli utenti potranno impostare meeting e promemoria, ricercare contatti e attività, visualizzare elenchi di clienti e creare nuovi record usando semplicemente i comandi vocali. Non solo, la nuova piattaforma Dynamics CRM consente alle aziende di creare processi predefiniti e configurabili anche per scenari complessi, abilita resoconti aziendali e calcoli in tempo quasi reale, e migliora le API per garantire automazione e coerenza su dispositivi diversi. Inoltre sono stati introdotti 27 nuovi Industry Template per settori specifici, come i servizi finanziari, il retail, il settore pubblico, la produzione e i servizi professionali.

Sul fronte CRM, negli scorsi mesi Microsoft ha inoltre presentato la soluzione Sales Productivity che integra Dynamics CRM Online Professional con Office 365 e Power BI per offrire ai professionisti delle vendite strumenti di produttività perfettamente integrabili con le applicazioni aziendali e favorire la collaborazione non solo tra dipendenti, ma anche con partner e clienti. Per facilitare l’acquisto integrato delle diverse soluzioni cloud di Microsoft, dal 1° Febbraio Dynamics CRM Online è disponibile nella modalità Volume Licensing Open Program, tramite i distributori Microsoft e i rispettivi canali di rivendita per le PMI già impegnate nella vendita di Office 365 e Azure.
Inoltre Dynamics CRM beneficia della tecnologia di knowledge management e customer self-service di Parature che, a un anno dall’acquisizione, è stato reso disponibile nelle scorse settimane anche in Italia. Il nuovo servizio di customer service migliora la proattività degli agenti consentendo loro di interagire con i clienti attraverso diversi canali, applicazioni e dispositivi in modo personalizzato.  Dalla gestione dei lead a quella dei canali social, Dynamic CRM lavora in ottica marketing anche attraverso lo sviluppo/management di campagne multicanale, che accompagnano il consumatore prospect nel suo Digital Journey, fino al Nurturing e alla conversion, assegnando ai singoli dei valori di score che ne esplicitano la vicinanza (o meno) agli obiettivi.

Anche i sistemi gestionali di Microsoft hanno introdotto innovazioni significative. La nuova versione di Microsoft Dynamics NAV 2015 punta su cloud e mobility. Offre una nuova esperienza touch ottimizzata, consentendo così alle PMI di accedere a dati e processi ovunque e in qualunque momento, indipendentemente dal dispositivo utilizzato. Abilita inoltre un accesso rapido alle informazioni più importanti tramite home page personalizzate, in grado di visualizzare in primo piano i dati più rilevanti e i key performance indicator in funzione del ruolo dell’utente. Tra le nuove funzionalità è interessante la semplificazione della stesura e dell’emissione delle fatture grazie a un nuovo livello di interoperabilità con Microsoft Word. Ma più in generale l’integrazione è completa con Office 365 e Azure, con una serie di benefici in termini di riduzione dei costi, aumento della flessibilità e miglioramento della produttività dei dipendenti. L’offerta rinnovata di Microsoft Dynamics NAV beneficia quindi degli updates di Office 365, che offre ora anche possibilità illimitate di archiviazione con OneDrive.

Anche il nuovo aggiornamento Microsoft Dynamics AX 2012 R3 – disponibile a livello globale da Dicembre 2014 – punta sulla Cloud con l’integrazione con Microsoft Azure. Le grandi aziende possono così fare affidamento su una soluzione cloud end-to-end, che consente anche di gestire ambienti ibridi con una combinazione ottimale tra sviluppo, test e istanze di produzione. Inoltre l’ERP fa leva anche sulla mobility con un nuovo e moderno client per il POS (point of sales) per tablet e telefoni Windows, permettendo così agli assistenti alle vendite di accedere rapidamente a informazioni su clienti e prodotti per offrire esperienze d’acquisto più coinvolgenti. Le nuove funzionalità di machine learning consentono inoltre di trasformare processi automatizzati in processi intelligenti per offrire un’esperienza sempre più personalizzata. Grazie al cloud, Microsoft Dynamics Lifecycle Services (LCS), il servizio di gestione del ciclo di vita delle applicazioni basato su Azure, offre nuove metodologie di implementazione, basate su best practice di settore, per supportare al meglio le organizzazioni nel proprio processo d’innovazione. Offrendo la possibilità di progettare, sviluppare, testare ed implementare progetti nell’ambiente cloud di Microsoft, migliaia di clienti e partner possono beneficiare di maggiore agilità: le aziende che attualmente usano il servizio registrano una diminuzione del 60% dei giorni necessari per la risoluzione di problemi applicativi.

 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Antevenio Italia lancia MDirector, piattaforma di comunicazione email, sms e social per le aziende

- # # # # # # #

Antevenio opera da 16 anni nel settore del marketing digitale e attualmente offre servizi di pubblicità web, performance marketing, affiliate marketing, mobile marketing, email marketing ed ecommerce. È stata la prima azienda internet spagnola quotata alla borsa Alternext – NYSE di Parigi – e ha sedi a Madrid, Barcellona, Milano, Londra, Messico DF, Buenos Aires e Parigi. La sua mission è aiutare le imprese ad anticipare la concorrenza nella ricerca, acquisizione e fidelizzazione dei propri clienti.

In quest’ottica nasce MDirector, piattaforma di email marketing, social ed sms pensata per le aziende quale aiuto nella gestione autonoma delle proprie campagne di email, sms e social. La piattaforma permette, attraverso azioni guidate, di testare la campagna prima del lancio (A/B testing), vederne l’anteprima sui diversi client di posta e dispositivi, gestirne l’invio ed analizzarne l’andamento in termini di aperture e click su dispositivi desktop e mobile, attraverso anche una Heat map che permette di valutare le informazioni che più richiamano l’attenzione degli utenti, permettendo quindi di migliorare imparando dai propri errori. MDirector consente inoltre di integrare la comunicazione pubblicando il messaggio anche sui propri social network. La piattaforma è inoltre l’unica ad offrire la co-registrazione nativa, che permette ai clienti di Mdirector di alimentare il proprio database attraverso nuovi utenti acquisiti sui quali effettuare le campagne.

“Siamo molto orgogliosi del lancio di MDirector sul mercato italiano – afferma Simone Sicuro, Amministratore Delegato di Antevenio Italia – in quanto rappresenta una tessera fondamentale del puzzle degli strumenti che Antevenio offre alle imprese. Con MDirector completiamo il ventaglio dei nostri servizi con uno strumento di gestione campagne CRM completo, arrivando quindi a poter fornire i migliori tool per l’acquisizione e la lavorazione dei propri lead”.

La piattaforma è pensata per il mercato italiano, partendo dalla lingua di interfaccia per arrivare all’assistenza telefonica dedicata, si integra con i principali CRM e CMS e punta sulla semplicità di utilizzo, come confermato da David Olivares, Direttore Generale di MDirector: “MDirector è stata creata per essere utilizzata da qualsiasi persona dell’azienda, per questo il suo obiettivo principale è la semplicità dell’uso”.

“Siamo certi delle potenzialità del prodotto – continua Davide Franchi, Business manager Antevenio Partner e Mdirector – e abbiamo deciso di lanciarlo sia in modalità Full Service / Self Service che Freemium, con la possibilità di inviare le prime 5.000 email al mese senza alcun costo e di ricaricare il saldo per invii illimitati. Le aziende avranno così modo di testare l’efficacia della piattaforma e i risultati direttamente sul loro business”.

articoli correlati

NUMBER

La mappa del “social caring” italiano di BlogMeter. Buone le performance di PosteMobile e Tim

- # # # # # # #

Analizzando 2.201 pagine Facebook di aziende e brand, BlogMeter ha tracciato la mappa del “social caring” italiano, la capacità d’ascolto delle aziende attraverso i social network, sempre più strumenti di CRM. Dall’analisi emerge il primato di PosteMobile per la velocità nel rispondere ai propri fan, mentre Tim è quella che gestisce più domande.

 

Tre i parametri considerati:il response time, il response rate e i post addressed – emerge che di strada ce n’è ancora molta da fare. Da gennaio a maggio le aziende che hanno risposto ad almeno un post originato degli utenti sono state il 54%. Ma quelle che hanno risposto ad almeno 500 post in cinque mesi sono state appena 63 ossia il 3%. L’azienda più veloce nel soddisfare le richieste del proprio pubblico di consumatori è PosteMobile, che risponde mediamente in meno di un’ora, seguita da Vodafone, Poste Italiane e Sky Sport F1 HD, che lo fanno in meno di due ore. Se si guarda alle modalità di ingaggio, il primo contatto è interlocutorio o di comprensione del problema, che poi spesso viene risolto in privato. Se invece si guardano i tassi di risposta sul totale dei post lasciati in bacheca dagli utenti si scopre che le pagine che superano il 90% sono quelle di Bonprix, Young&ENI, Intesa SanPaolo Servizio Clienti, PostePay e Poste Italiane. Questo dato varia anche in ragione della tipologia di pagina, il che vuol dire che su quelle non meramente votate al customer care gli utenti sono soliti lasciare anche considerazioni che non necessitano una risposta e che gli amministratori preferiscono lasciare inevase. Infine, analizzando il numero complessivo di risposte fornite, emerge che tra le aziende più “indaffarate” TIM si situa al primo posto – in 5 mesi ha gestito ben 8.932 domande originate dagli utenti -seguita da Tiscali Help Desk (8.019), Vodafone (7.096), Wind (6.529) e Alitalia (5.361).

“Il Social Caring è un’attività sempre più imprescindibile che non s’improvvisa – spiega l’analista Vincenzo Cosenza – al contrario, necessita di un’oculata ridefinizione dei processi interni al fine di costruire una collaborazione proficua tra le diverse aree aziendali. In particolare la pagina Facebook non può più essere considerata come di esclusiva pertinenza dell’area comunicazione/marketing o del customer service. Le persone non fanno questa distinzione, ma la usano secondo le proprie esigenze contingenti: a volte per chiedere informazioni su offerte/prodotti, altre per porre chiarimenti tecnici. Di conseguenza – conclude il social media strategist di Blogmeter – risulta fondamentale dotarsi di strumenti di ascolto evoluti in grado di svolgere analisi semantiche per poi classificare i messaggi in modo da indirizzarli automaticamente ai team competenti”.

articoli correlati

AZIENDE

restOpolis lancia una nuova Facebook app per i ristoranti affiliati

- # # # # # # #

Cresce in Italia l’uso di Facebook anche in Italia con circa 23 milioni di iscritti. Facebook è sempre più uno dei principali strumenti a supporto di attività di Web marketing e CRM a cui anche il mondo della ristorazione può ricorrere per comunicare, promuoversi e fidelizzare i clienti, raggiungendo anche quelli potenziali.

 

Per soddisfare questa nuova esigenza, restOpolis,il servizio per la prenotazione online di ristoranti totalmente gratuito per gli utenti, ha sviluppato un nuovo strumento per i ristoranti che vogliono sfruttare le opportunità offerte da attività di web e mobile marketing per aumentare la base di potenziali clienti. Si tratta della nuova applicazione per Facebook sviluppata ad hoc per ogni ristorante affiliato a restOpolis, che permetterà di arricchire la pagina Facebook del ristorante con un servizio social dedicato ai propri Fan.

Il tab “PRENOTA ONLINE Powered by restOpolis” è disponibile su richiesta per tutti i ristoranti che vogliono offrire ai loro utenti la possibilità di prenotare un tavolo senza doversi spostare dalla pagina Facebook del ristorante che stanno visitando.

articoli correlati