NUMBER

Ricerca Sizmek: la crescita dell’adv digitale ha danneggiato la qualità creativa

- # # # #

Sizmek

Sizmek ha annunciato oggi i risultati di una ricerca relativa alle principali sfide che si trovano ad affrontare i marketer, ovvero quelle di bilanciare l’innovazione tecnologica con la creatività. Secondo lo studio, che ha coinvolto oltre 500 brand marketer tra Europa e Stati Uniti, due terzi degli intervistati (67%) è convinto che con la crescita dell’adv digitale la qualità della creatività delle campagne ne abbia risentito.

Analizzando più nel dettaglio il potenziale impatto tecnologico, lo studio ha rilevato che il 91% dei marketer, per raggiungere gli obiettivi di brand, ha come priorità per il prossimo anno quello di rendere le campagne maggiormente engaging. Quando viene considerato l’impatto dell’Intelligenza Artificiale l’84% afferma che la tecnologia è inutile se non c’è il giusto input creativo; i dati da soli non sono sufficienti per supportare i marketer. È sempre il 91% a considerare creatività e utilizzo dei dati di pari importanza per una campagna digitale.

Sottolineando ulteriormente quanto i dati siano importanti, la netta maggioranza delle persone coinvolte considera il GDPR come un’introduzione necessaria in relazione alla qualità della creatività. Quasi otto intervistati su dieci (79%) hanno infatti affermato che la qualità della creatività diventerà ancora più importante con l’introduzione del nuovo regolamento, nonostante la forte attenzione dell’industria ai dati e alle preoccupazioni per la privacy.

“La crescita esplosiva del digital marketing ha generato un’opportunità significativa per realizzare esperienze più targettizzate e personalizzate per i brand e per i loro clienti, con campagne più creative e concept perfezionati per la loro audience”, afferma Enrico Quaroni, Managing Director Italy di Sizmek “Esiste ormai un’ampia gamma di competenze tecnologiche che aiutano i brand a raggiungere i loro obiettivi. Combinando dati, media e creatività e fondando solide basi sull’intelligenza artificiale, i brand sono sempre più in grado di fare campagne che soddisfano le loro aspirazioni”.

Il nuovo report di Sizmek sugli effetti del deterioramento della creatività nell’adv digital è disponibile qui.

articoli correlati

AZIENDE

IF! Italians Festival riparte dal BASE Milano. Focus sulla “human intelligence”

- # # # #

Base Milano

Si svolgerà dall’8 al 10 novembre al BASE Milano di via Bergognone 34 la quinta edizione di IF! Italians Festival, la tre giorni internazionale dedicata alla creatività che dal 2014, grazie ad ADCI, ASSOCOM e GOOGLE (main partner), coinvolge e mette in relazione migliaia di professionisti del mondo della comunicazione.

Coinvolgendo aziende, agenzie e studi creativi e di comunicazione, centri media, case di produzione, editori, associazioni e scuole di formazione, il Festival IF! continuerà a celebrare il valore della creatività e delle idee ponendo quest’anno l’attenzione sulla straordinaria singolarità dell’ingegno umano, con il tema “H.I – Human Intelligence”.

Già al lavoro su format, sponsorship e programma 2018, gli organizzatori del Festival Alessandra Lanza (Direttore Esecutivo di IF!), Emanuele Nenna (Presidente ASSOCOM e CEO di The Big Now), Nicola Lampugnani (Vice Presidente ADCI e Brand & Creative Senior Director di Discovery Italia) e i consiglieri ASSOCOM Davide Boscacci (Executive Creative Director di Publicis Milano) e Stefano Capraro (Founder & CEO di Ideal) ufficializzano l’ingresso nel Comitato Organizzatore di Marianna Ghirlanda, Head of Creative Partnerships di Google Italy e annunciano gli spazi che ospiteranno l’intera kermesse: BASE Milano, uno dei più importanti progetti di rigenerazione urbana in Europa, all’interno dell’ex Ansaldo, dal 2016 propulsore per l’innovazione culturale a Milano.

Mentre, in occasione della 65ma edizione dei Cannes Lions, è già in programma nella mattinata di giovedì 21 giugno presso la Google Beach di Cannes, la preview ufficiale (a inviti) della nuova edizione di IF! Italians Festival Un appuntamento internazionale proposto all’intera industry dagli organizzatori dell’evento cui seguiranno altre date in via di definizione nelle città di Roma, Torino e Milano.

Sul sito sono da oggi disponibili 100 “Super Early Bird Pass” che consentono di acquistare il 3DaysPass di IF! 2018 al prezzo speciale di 40 euro, più diritti di prevendita. Durante l’evento di novembre il Pass garantirà l’accesso a tutti i principali appuntamenti in calendario – talk, speech e tavole rotonde con i principali ospiti italiani e internazionali – esclusi i workshop e i corsi di formazione a pagamento che saranno proposti al BASE Milano nelle due giornate di venerdì 9 e sabato 10 novembre.

articoli correlati

TECH & INNOVATION

Sizmek: i vantaggi delle creatività dinamiche, tra semplicità e personalizzazione

- # # #

Enrico Quaroni di Rocket Fuel

L’evoluzione del rapporto con la tecnologia sta cambiando le abitudini e i comportamenti degli utenti, racconta Sizmek: oggi il flusso delle notizie è costante e in tempo reale e viene specialmente fruito via smartphone sui social network. Questi media utilizzano algoritmi di machine learning per analizzare un’enorme quantità di informazioni e consegnare agli utenti i contenuti più rilevanti in base ai loro interessi. Si è passati dalla consegna statica a un feed dinamico di news.

Questo cambiamento si è verificato anche nel settore pubblicitario. Il marketing online un tempo era basato sul display advertising statico, simile alle pubblicità su giornali e magazine, ad eccezione di alcune animazioni e minima interattività. Oggi, grazie al design responsive e alle tecnologie di predictive marketing, le esperienze degli utenti, così come le pubblicità altamente personalizzate, vengono progettate in tempo reale usando i numerosi dati a disposizione nei pochi millisecondi tra il clic sul link e il caricamento della pagina.

Attraverso la Dynamic Creative Optimisation (DCO) i brand possono personalizzare i propri messaggi e le creatività in base ai dati di prima e terza parte in loro possesso, selezionando il prodotto – o la combinazione di prodotti – più interessante per l’utente in un determinato momento. L’ad server di Sizmek permette ad agenzie e marketer di creare e gestire facilmente le creatività, senza bisogno di possedere skill di programmazione. I contenuti vengono infatti gestiti tramite feed di informazioni inviati dal cliente, che comportano l’aggiornamento automatico delle creatività. L’azienda e l’agenzia creativa possono quindi controllare e approvare l’aggiornamento della campagna prima che venga pubblicata ma anche modificarla mentre è online.

La soluzione di Sizmek offre quindi una libertà creativa senza vincoli, consentendo di popolare un unico ad con i contenuti più corretti per ogni singolo utente. Questo strumento può essere applicato anche all’interno di strategie contestuali, permettendo di modificare la creatività in base ai contenuti della pagina su cui si trova l’utente e ad altre informazioni come la geolocalizzazione, e per attività di retargeting, in base all’interazione dell’utente con il sito del cliente.

“L’intelligenza artificiale e il machine learning consentono di comprendere meglio il comportamento degli utenti e i loro interessi e di studiare la loro interazione con il brand per raggiungerli con il messaggio giusto nel momento migliore e sul device preferito”, ha commentato Enrico Quaroni, Managing Director Italy di Sizmek. “In un mondo digitale sovraffollato di informazioni, l’unico modo per ottenere l’attenzione degli utenti e portarli alla conversione è consegnare messaggi che rispondano alle loro esigenze nel momento in cui sono più propensi ad ascoltare il brand. Per far ciò è importante affidarsi a tecnologie avanzate che offrono feed precisi e azionabili di informazioni e consentono di adattare la propria comunicazione in tempo reale”.

articoli correlati

AGENZIE

Imille cresce e rafforza la squadra con sette nuovi ingressi

- # # # #

Imille

Imille, l’agenzia guidata da Paolo Pascolo, ha da poco dato il benvenuto a sette figure, che rafforzano una squadra già ampliata negli scorsi mesi. Eccole in dettaglio.

Due Project Manager: Ilaria Giovannini, con oltre quattro anni di esperienza in DigitasLBi Italy, e Umberto Santarelli, specializzatosi nello sviluppo front-end in realtà come Docomo Digital e MotorK.

Daniela Chiorboli è una Social Media Strategist con competenze approfondite nell’automotive e nel food, proveniente da SapientRazorfish. Omar Mootamri, UI/UX Designer che in passato ha lavorato per Electronic Arts e TBWA\Worldwide, e Linda Iacuone, Digital Designer formatasi in Spagna e Sud America, vanno a diversificare ulteriormente il reparto creativo. Tra i nuovi arrivi anche Samantha Colombo, Copywriter che viene da Meloria, e Filippo Marano – con alle spalle anni di esperienza in diverse agenzie come SEC RP, Doing e Cohn & Wolfe – che si occuperà di Content Strategy e Digital PR.

Tutti giovani talenti con un percorso accademico e professionale di alto livello. Coerentemente con la propria mission – trovare il modo più efficace e innovativo per far parlare marche e persone – Imille vuole quindi arricchire tutti i reparti, consolidando i tre pillar della propria offerta: strategia, creatività e tecnologia.

“Siamo molto contenti di poter investire su un team di grande valore”, ha dichiarato il CEO, Paolo Pascolo. “Negli ultimi anni Imille è cresciuta parecchio, sia in termini di clienti e progetti sia in termini numerici. Per noi è fondamentale da un lato lavorare con professionisti di qualità, dall’altro avere un clima sempre positivo e vincente. Ogni collaboratore è dunque selezionato non solo per la sua competenza, ma anche per le sue soft skills. È un po’ come avviene nel mondo dello sport: uno spogliatoio coeso è fondamentale per ottenere degli ottimi risultati”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

La campagna Spring/Summer 2018 di Reebok Classic celebra chi esprime sé stesso

- # # #

reebok

Reebok Classic svela la campagna Spring/Summer 2018 che celebra chi osa, chi esprime sé stesso e interpreta lo stile Classic. Attraverso i volti e le storie dei più audaci pionieri di stile e autenticità, la campagna lancia una sfida per celebrare il significato di “Always Classic” e le sue infinite interpretazioni possibili su scala mondiale.

La campagna è dedicata alle quattro silhouette storiche Reebok Classic, le cosiddette Franchise Four: Freestyle Hi, Classic Leather, Club C e Workout Plus. I protagonisti degli scatti indossano le sneaker, interpretando con originalità il concetto di Classic; lo strabiliante collettivo di visionari e creativi selezionati dal brand è composto dalla top model Gigi Hadid, la superstar Ariana Grande, il duo hip-hop Rae Sremmurd, la modella Sharina Gutierrez, l’audace Teyana Taylor, il rapper Lil Yachty, i graffiti artist Felipe Pantone e Sany e infine la K-pop star Somi.

Forte di un heritage leggendario che sostiene da sempre l’espressione personale e lo spirito non-convenzionale, la campagna onora e rinnova la missione di Reebok Classic: è un invito a osare, a superare i limiti della creatività, a esprimere senza timore la propria unicità, in linea con il mantra del brand e la sua eterna volontà di stravolgere lo status quo. Ogni partner indosserà la sneaker che meglio rappresenta la sua personalità e attitudine, dando vita a una storia esclusiva e autentica che definisce il concetto di Classic, in ognuna delle sue infinite sfumature.

Todd Krinsky, General Manager Reebok Classic, ha dichiarato: “La campagna Always Classic celebra l’incredibile potere di Reebok Classic di riunire creatività e passione. Abbiamo raccolto in uno straordinario collettivo i protagonisti più irriverenti e autentici nei loro rispettivi settori, dando vita a un’esplosione di talento e creatività. Ognuno di loro rappresenta i principi in cui Reebok Classic crede profondamente e ha saputo reinventare il concetto di Always Classic in modo originale”.

articoli correlati

TECH & INNOVATION

Intelligenza artificiale, non solo tempismo ma soprattutto creatività: il focus Rocket Fuel

- # # #

Intelligenza artificiale

Oggi, grazie all’intelligenza artificiale, i professionisti del marketing possono consegnare le pubblicità migliori alle persone giuste nel momento adatto. Tuttavia, spesso si concentrano sul “chi” e “dove”, perdendo di vista il “cosa”.

Howard Gossage, teorico dei media e uno dei più importanti esponenti dell’era “Mad Men”, dichiarò: “Nessuno legge le pubblicità. Le persone leggono quello che gli interessa. A volte si tratta di una pubblicità”. I problemi dell’industria pubblicitaria degli anni ’50 e ’60 sono ancora attuali: come raggiungere le persone giuste nel momento migliore col messaggio adatto? Il panorama attuale basato sul bidding porta spesso a perdere di vista questa domanda fondamentale.

Nonostante la rivoluzione portata dal programmatic, troppe pubblicità raggiungono ancora l’obiettivo sbagliato e comunicano il messaggio o il prodotto errato. Tuttavia, esiste una soluzione: l’IA, capace di prendere migliaia di decisioni ogni millisecondo sulla base di dati nuovi e rilevanti, aiutando i marketer a ottenere risultati migliori e mostrare pubblicità più coinvolgenti e mirate agli utenti.

“Oltre a essere professionisti del marketing, siamo anche clienti e sappiamo cosa significhi ricevere pubblicità non pertinenti, che preferiamo ignorare. Il 91% dei consumatori dichiara che le pubblicità sono più intrusive oggi rispetto a due anni fa1. Questo significa che le persone spesso notano le pubblicità ma solo per motivi negativi”, ha commentato Enrico Quaroni, Regional Director Southern Europe and Mena Region di Rocket Fuel. “Abbiamo tutti gli strumenti per migliorare la situazione ma molti dati della navigazione degli utenti – come la cronologia delle ricerche, i social visitati e molto altro – sono ancora poco o per nulla utilizzati. Il risultato, come sappiamo, sono campagne maldestramente targettizzate che non riescono a raggiungere l’audience desiderata”.

Per permettere ai marketer di proporre agli utenti il giusto prodotto nel modo migliore, le piattaforme self-service odierne offrono quelle che vengono chiamate “creatività dinamiche”: grazie all’automazione intelligente è possibile creare AD in 36 dimensioni e formati pubblicitari, coprendo tutti i principali dispositivi, senza bisogno di intervento umano. Inoltre, il processo di dynamic creative optimisation (DCO) seleziona il prodotto – o la combinazione di prodotti – che ha maggiori probabilità di avere successo, veicolandolo con la pubblicità migliore nel momento adatto. L’intelligenza artificiale effettua le proprie scelte sulla base delle abitudini di navigazione dell’utente ma in modo predittivo, evitando di mostrare un prodotto già acquistato. In questo modo è possibile migliorare il costo per acquisizione del 46%.

“L’utilizzo degli adblocker è in rapida crescita ma gli utenti non sono così contrari alle pubblicità come può sembrare: secondo una ricerca2 condotta da HubSpot, il 77% delle persone preferirebbe filtrare le pubblicità invece di bloccarle completamente”, ha aggiunto Enrico Quaroni. “Mostra a un utente un prodotto che non gli interessa e lo ignorerà, ma se trovi il prodotto giusto le possibilità di conversione aumenteranno immediatamente”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

IF! Italians Festival: la creatività “sovversiva” va in scena a Milano dal 26 al 30 settembre

- # # # # # #

If! Italians Festival, creatività

Dal 26 al 30 settembre, la migliore creatività internazionale va in scena al Teatro Franco Parenti di Milano con la quarta edizione di IF! Italians Festival, organizzata e promossa dall’Art Directors Club Italiano e ASSOCOM, in partnership con Google. Un’edizione all’insegna delle novità. Il format dell’evento, completamente rinnovato, si snoderà su 5 giorni (uno in più rispetto al 2016) con i primi due interamente dedicati alla formazione, sviluppata sui due focus specifici “Digital & Tech” e “Arts & Craft”.

I primi due appuntamenti, entrambi appartenenti al ciclo IF! LECTURE “Arts & Craft”, vedranno il musicista e scrittore Rocco Tanica e lo sceneggiatore e autore tv Walter Fontana vestire eccezionalmente i panni dei docenti con “Scrivere una canzone (non necessariamente bella)” e “Far ridere per vivere”. Oltre a Rocco Tanica e Walter Fontana, numerosi ospiti hanno già confermato la loro partecipazione a IF!. Tra questi il popolare conduttore e autore radiofonico e televisivo Nicola Savino, la designer spagnola Patricia Urquiola (in coppia con Federico Pepe, artista e direttore creativo esecutivo dell’agenzia DLVBBDO), il designer francese Sam Baron (Creative Director di Fabrica), l’imprenditore Marco Boglione (BasicNet), Michelangelo Tagliaferri (Accademia di Comunicazione), Paolo Troilo, artista, pittore ed ex pubblicitario di successo e l’ex pornodivo Franco Trentalance in coppia con Sergio Spaccavento (Executive Creative Director di Conversion).

Il giallista Aldo Costa, il digital artist Fabio Timpanaro, il disegnatore e storyboard artist Cristiano Spadavecchia, il creativo Francesco Guerrera, l’illustratore Lorenzo Petrantoni e l’agente letterario Silvia Donzelli. Ma anche Davide Gomba, CEO di Officine Innesto/Casa Jasmina, Marco Filatori, fondatore del Teatro del Battito, il regista Matteo Bellizzi (Bottega Miller) e un team di esperti professionisti di Google e dell’agenzia creativa We Are Social.

È lo straordinario panel di docenti e artisti formatori che martedì 26 settembre e mercoledì 27 settembre, saranno protagonisti delle due giornate pre-evento interamente dedicate alla formazione di IF! Italians Festival, la rassegna dedicata alla creatività nell’ambito della pubblicità e della comunicazione in Italia promossa da ADCI e ASSOCOM in partnership con Google e con il patrocinio del Comune di Milano.

Durante la prima giornata di martedì 26, dedicata al tema “DIGITAL & TECH”, all’interno del Teatro Franco Parenti saranno trattati argomenti più tecnici legati al mondo del digitale come nel workshop curato da Google dal titolo “Principi base di Adwords e Pubbicità Video” che permetterà ai partecipanti di sostenere l’esame per ottenere la certificazione professionale Google Adwords. O nei due workshop curati dal team di We Are Social dal titolo “Social Content e Distribuzione: i contenuti migliori al servizio dei target corretti” e “Ideas Powered by People”; e nei workshop curati dal content partner Adobe Stock (con Fabio Timpanaro) sulle tecniche avanzate nell’industria del digital imaging e dall’education partner Officine Innesto/Casa Jasmina (con Davide Gomba) sull’utilizzo dei Chatbot su Facebook Messenger.

Mercoledì 27 settembre spazio invece allearti e ai mestieri (“ARTS & CRAFTS”) con il ritorno a IF! di Rocco Tanica che terrà una speciale lecture dal titolo “Come scrivere una canzone (non necessariamente bella)”, lo sceneggiatore e autore tv Walter Fontana, che spiegherà come “Far ridere per vivere”, il giallista Aldo Costa, che con “E poi c’è il delitto. Appunti di un giallista seriale” fornirà le basi per capire come scrivere un giallo, il regista Marco Filatori (Teatro Del Battito) che sul palco della sala Motherboard insegnerà alcune delle tecniche base dell’attività teatrale per rendere più efficaci le presentazioni creative. E molti altri.

“Io credo che dalla cultura e dall’ispirazione possa nascere un futuro migliore per il nostro mercato. La formazione riveste, in tal senso, un ruolo fondamentale, e quest’anno ha fatto un salto di qualità assoluto, portandoci ad aggiungere una giornata al Festival. Inoltre molti degli appuntamenti in programma non sono acquistabili in altri contesti, e molti altri sono proposti ad IF! a costi assolutamente accessibili e competitivi”, ha affermato il Presidente di ASSOCOM, Emanuele Nenna, tra gli organizzatori dell’evento.

Tra gli appuntamenti in programma, anche i corsi formativi (in lingua inglese) che IF! proporrà durante le due giornate di apertura al pubblico (venerdì 29 e sabato 30 settembre) – nelle sale LAB e FACTORY del Teatro – curati in collaborazione con partner internazionali come la Berlin School of Creative Leadership, l’israeliana Mindscapes, la Pi School – School of Creative Entrereneurship e The One Club for Creativity di New York.

 

Per il quarto anno consecutivo, Google è vicino al mondo dei creativi italiani per promuovere la collaborazione tra creatività e tecnologia. Quest’anno la presenza di Google a IF! avrà un duplice valore: ispirare verso le ultime tendenze tecnologiche, sempre più alla base delle strategie comunicative, e offrire strumenti pratici sull’uso delle proprie piattaforme, DoubleClick e YouTube. Oltre a speaker d’eccezione come Ben Jones (Google Creative Director), Shuvo Saha (Director Google Digital Academy) e Pedro Pina (Global Client Partner Google), tra le attività in programma nella nuova edizione del festival sono già confermati i workshop tematici e il premio “Best Use of YouTube” all’interno degli ADCI Awards. La cinque giorni milanese verterà il suo ricco e articolato programma intorno al tema #sovvertire: “Sovvertire. Rovesciare la visuale, ribaltare il paradigma. Cinema, moda, letteratura, musica, arti grafiche e visive per elaborare nuove connessioni, ispirare, educare e comunicare imprimendo nuova potenza relazionale ai brand, ai loro prodotti e servizi. Arte applicata e tecnologia per sovvertire il sistema e indicare la strada a una nuova generazione di creativi e di brand”.

Tra i numerosi eventi in programma anche la nuova edizione degli ADCI Awards, dal 1985 punto di riferimento per la creatività e la qualità nella comunicazione pubblicitaria in Italia, la cui premiazione, con la regia di Samuele Franzini (Fondatore di Souldesigner™e SWARM Hybrid Design Lab & Hackademy), si svolgerà nella serata conclusiva di IF! in programma sabato 30 settembre.

Per acquisto ticket IF! Master&Workshop: https://www.italiansfestival.it/workshop/

(l’acquisto del singolo corso formativo non include l’ingresso al festival / 3 Days Pass che va acquistato separatamente).

 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Sovvertire: IF! Italians Festival torna a settembre al Teatro Franco Parenti

- # # # #

Sovvertire

“Sovvertire. Rovesciare la visuale, ribaltare il paradigma. Cinema, moda, letteratura, musica, arti grafiche e visive per elaborare nuove connessioni, ispirare, educare e comunicare imprimendo nuova potenza relazionale ai brand, ai loro prodotti e servizi. Arte applicata e tecnologia per sovvertire il sistema e indicare la strada a una nuova generazione di creativi e di brand”.

È il manifesto dell’attesissima quarta edizione di IF! Italians Festival, il più importante appuntamento italiano con la migliore creatività internazionale organizzato e promosso dall’Art Directors Club Italiano e ASSOCOM, in partnership con Google.

Dal 26 al 30 settembre, il Teatro Franco Parenti di Milano sarà per il quarto anno consecutivo la “casa” del Festival della Creatività che in questa edizione verterà il suo ricco e articolato programma intorno al tema #sovvertire.

Numerose le novità di questa edizione. A cominciare dal format dell’evento che si svilupperà su 5 giorni (uno in più rispetto al 2016) con le prime due giornate interamente dedicate alla formazione: martedì 26 con un focus specifico sul digitale e mercoledì 27 sulle arti applicate.

Mentre si segnala un nuovo ingresso nel Comitato Organizzatore di IF!: quello di Stefano Capraro che affianca Emanuele Nenna, Nicola Lampugnani, Alessandra Lanza e Davide Boscacci.

IF! Italians Festival si avvale quest’anno di alcune collaborazioni eccellenti come quella di Marco Mancuso, critico, curatore e direttore di Digicult, nuovo consulente sui contenuti di cultura digitale del programma. Insieme a Mancuso, si segnalano le conferme del creativo Francesco Guerrera, Responsabile dell’immagine coordinata di IF! e del giornalista e project manager culturale Dino Lupelli (Elita), responsabile del programma Entertainment.

A gestire le attività di ufficio stampa anche quest’anno ci sarà un team di PR HUB, che si conferma partner dell’evento.

Il Festival della Creatività riserverà un doppio, imperdibile, appuntamento con il più importante riconoscimento alla migliore creatività italiana, gli ADCI Awards: l’IF! Short List Party con l’esposizione delle short list del premio durante l’opening ufficiale di giovedì 28 settembre, e l’atteso Show di premiazione che chiuderà la cinque giorni milanese nella serata di sabato 30 settembre.

Per il quarto anno consecutivo, Google è vicino al mondo dei creativi italiani per promuovere la collaborazione tra creatività e tecnologia. Insieme a speaker d’eccezione, tra le attività in programma nella nuova edizione del festival sono già confermati i workshop sulle piattaforme Google, il premio “Best Use of YouTube” all’interno degli ADCI Awards, e una rassegna delle migliori campagne pubblicitarie 2017 su YouTube.

 

CREDITS

IF! Italians Festival
26-30 settembre 2017 – Teatro Franco Parenti – Milano

Promoted by ADCI e ASSOCOM
Main Partner: Google

Organigramma
Comitato Organizzatore: Emanuele Nenna, Nicola Lampugnani, Alessandra Lanza, Davide Boscacci e Stefano Capraro.
Consulente Contenuti Cultura Digitale: Marco Mancuso
Responsabile Entertainment: Dino Lupelli (Elita)
Immagine Coordinata: Francesco Guerrera
Fundraising: Valentina Eva Tosato (Ideal Comunicazione)
Ufficio Stampa: PR HUB (Assocom)
Comunicazione digital e social: We Are Social

articoli correlati

MEDIA

Nasce Container, lo spazio dedicato alla creatività di Pixartprinting

- # # # # #

Container Pixartprinting

3 anni di creatività, 3 anni di evoluzioni delle idee vincenti in progetti originali di content creation. 3 anni che hanno portato Pixartprinting a creare un nuovo speciale spazio per racchiudere le proprie idee. Si chiama Container, un’area disponibile in cinque lingue (italiano, spagnolo, inglese, francese e tedesco), a cui si accede in un solo clic dalla homepage di Pixartprinting.it. Uno spazio che ha anche le sembianze visive di un vero e proprio Container rosso, concepito per restituire il progetto nella sua completezza facendo da fil rouge al ricco patrimonio di contenuti, diffusi in rete anche attraverso mini siti dedicati, agevolandone così la fruizione e la condivisione.
“Per quanto caratterizzate da una forte identità specifica e per questo diverse tra loro, le nostre attività di content marketing sono accomunate da un’unica strategia a tutto tondo che consiste nel creare coinvolgimento ed elevare il brand alimentando la creatività del nostro pubblico composto in gran parte da professionisti della grafica e della stampa e ampliando la base di riferimento” spiega Paolo Roatta, Amministratore Delegato Pixartprinting. “È noto che i contenuti liquidi prendono la forma del contenitore in cui sono inseriti, ma Container non è una semplice scatola virtuale da riempire, è a sua volta un progetto in grado di conferire un ulteriore senso a quanto raccoglie”.
Nell’organizzare i contenuti, la prima release di Container propone una doppia chiave di lettura. L’area Città, attraverso effervescenti storytelling visivi, conduce alla scoperta delle capitali più conosciute attraverso percorsi inediti invitando a guardare il mondo con gli occhi della fantasia. Una passeggiata metropolitana può trasformarsi in un viaggio al centro del carattere tipografico o in un percorso a testa in giù nel paese delle meraviglie grafiche, offrendo spunti interessanti per la creazione di personalizzazioni e nobilitazioni. La sezione Design&Color raccoglie temi cari agli addetti ai lavori come la tipografia, la progettazione grafica e le tecniche di marketing, indagati da una prospettiva curiosa e coinvolgente. Uno spazio è riservato anche ai profili di contributor e influencer come fotografi, videomaker e copywriter, che prestano le loro competenze per la realizzazione dei progetti ideati dal reparto marketing di Pixartprinting.
Container è progettato per essere continuamente alimentato con i nuovi contenuti che scaturiscono dalle iniziative di content creation già in progress e che sempre più si legheranno a temi strettamente connessi al core business di Pixartprinting. Attività uniche nel loro genere e di cui il leader dell’Upload&Print è pioniere nel proprio settore.

articoli correlati

AGENZIE

Unipol Banca affida a O-One la sua presenza sul digitale

- # # # # #

Unipol

Unipol Banca ha scelto O-One, digital unit di Industree Communication Hub, come partner per la strategia e la progettazione della nuova presenza online della società. Quest’ultima rispecchia fedelmente la nuova strategia commerciale del gruppo, con la convergenza tra My Unipol Banca e Unipol Banca che si concretizza in un sito comune ed esprime la trasformazione da banca online a sistema integrato di prodotti e servizi digitali a disposizione di tutti i clienti della banca, il tutto arricchito da importanti sconti e promozioni riservate ai clienti. Oltre al supporto strategico e alla progettazione logica e funzionale, O-One ha curato il restyling del logo e la creatività della nuova area della banca online, rafforzando il family feeling tra i due brand per comunicare con efficacia le due identità, che convergono a livello istituzionale ma si riposizionano a livello commerciale secondo i nuovi intendimenti strategici.

articoli correlati

NUMBER

Tutto il potenziale (inespresso) dell’Italia Creativa: i risultati dell’indagine EY, MIBACT e SIAE

- # # # # #

Tutto il potenziale (inespresso) dell'Italia Creativa: i risultati dell'indagine EY, MIBACT e SIAE

Quello dell’industria della creatività italiana è un settore di vitale importanza per il paese, con i suoi 880mila occupati diretti e un valore economico di 48 miliardi di euro nel 2015. Un risultato che potrebbe essere decisamente (si stima in 72 miliardi di euro) migliore una volta risolti i maggiori problemi che affliggono il settore (tra cui value gap e pirateria). Su tutto questo si è concentrato l’ultimo studio realizzato da Ernst&Young con il supporto delle principali Associazioni di categoria guidate da MIBACT e SIAE, dal titolo “Italia Creativa“. Alla tavola rotonda per la presentazione dello studio, moderata dal giornalista Marco Fratini di LA7, sono intervenuti Filippo Sugar, presidente di SIAE; Donato Iacovone, AD di EY in Italia; Antonella Mansi, vice presidente di Confindustria; Luciano Fontana, direttore del Corriere della Sera; Manuel Agnelli, autore/artista; Fedele Confalonieri, presidente di Mediaset.

L’indagine ha analizzato per il secondo anno consecutivo i dati relativi all’Industria della Cultura e della Creatività in Italia ponendo inoltre l’accento sulle minacce per il settore e sulle opportunità di crescita ancora da sfruttare. Nel 2015 l’Industria della Cultura e della Creatività del nostro Paese ha registrato un valore economico complessivo di 47,9 miliardi di euro, pari al 2,96% del PIL, con un tasso di crescita rispetto all’anno precedente del 2,4% dei ricavi diretti (+951 milioni di euro). Un dato particolarmente edificante se consideriamo che il PIL italiano è aumentato dell’1,5%. “Questi valori evidenziano la centralità del diritto d’autore, che rappresenta il motore di questa industria”, ha commentato Filippo Sugar, Presidente di SIAE. Dallo studio emerge inoltre che l’86% dei ricavi è rappresentato da ricavi diretti, derivanti cioè dalle attività della filiera creativa quali la concezione, la produzione e la distribuzione di opere e servizi culturali e creativi, mentre il rimanente è dovuto a ricavi indiretti, ovvero quelli relativi ad attività collaterali o sussidiarie. Altro dato particolarmente interessante è che nel 2015 la filiera creativa ha occupato oltre un milione di persone, circa il 4,6% della forza lavoro italiana, di cui l’86% nelle attività economiche dirette, con circa 880.000 posti di lavoro (+15 mila posti di lavoro, in aumento dell’1,7% rispetto al 2014). La crescita è risultata superiore rispetto alla variazione complessiva degli occupati in Italia, che nel 2015 ha segnato un +0,8%…

 

Continua a leggere su MyMarketing.Net!

articoli correlati

BRAND STRATEGY

E se tutti smettessimo di essere creativi? L’estro di James Harden nella nuova campagna Adidas

- # # # # # #

Il nuovo spot Adidas con James Harden

adidas ha presentato oggi la sua ultima campagna globale di brand Basketball Needs Creators, che vede come protagonista James Harden, la point guard degli Houston Rockets.
Il nuovo spot debutterà il 21 novembre, durante il Monday Night di football americano tra Houston Texans e Oakland Raiders su ESPN. Basketball Needs Creators mostra in maniera emozionante come la creatività sia ciò che rende grande il gioco, ad ogni livello. Harden si domanda “Cosa succederebbe se tutti smettessimo di essere creativi?”, e mostra come sarebbe il mondo del basket senza la linfa vitale della creatività.
Con cameo della squadra della Wheeler High School (Marietta, GA), del pro skater Nakel Smith e del Global VP of Design di adidas Basketball Brian Foresta, Basketball Needs Creators spinge i giocatori di tutto il mondo a sfruttare la loro creatività per cambiare il gioco.

“La creatività di James Harden dentro e fuori dal campo è ciò che fa la differnza in tutti gli sport, non solo il basket” ha dichiarato Ryan Morlan, adidas’ VP of Brand Communications. “James continua a reinventare il gioco anche nel suo nuovo ruolo, mantenendo il suo stile unico e creando opportunità per i compagni di squadra a tempo di record. Il basket ha chiaramente bisogno di creator che migliorino il gioco e James è colui che indica la via di questa evoluzione.”
Basketball Needs Creators è il terzo e ultimo capitolo della campagna adidas SPORT 16 che si basa sulla convinzione che tutti gli atleti sono #HereToCreate, preceduto da Football Needs Creators con Paul Pogba del Manchester United e Sport Needs Creators che vedeva la presenza di Harden, Pogba, l’MVP del Super Bowl 50 Von Miller dei Denver Broncos, il due volte MVP della NFL Aaron Rodgers (Green Bay Packers), il National League Rookie of the Year del 2015 Kris Bryant (Chicago Cubs), la rookie delle San Antonio Stars Moriah Jefferson, e le prime scelte del Draft NBA Brandon Ingram (Los Angeles Lakers), Jaylen Brown (Boston Celtics) e Jamal Murray (Denver Nuggets).

articoli correlati

AGENZIE

Sony affida per il quarto anno consecutivo le strategie di comunicazione a Ninetynine

- # # # # #

Sony affida a Ninetynine le strategie di comunicazione

Sony Computer Entertainment Italia ha confermato per il 2016 Ninetynine come agenzia creativa a supporto delle attività di marketing e comunicazione del brand PlayStation in Italia. La collaborazione è nata nel 2013 e continua ancora oggi con l’intento di comunicare in modo unico e irriverente i valori del marchio e tutte le ultime novità in termini di prodotti e servizi, aumentando l’engagement dei fan e conquistando sempre nuove categorie di pubblico. Molti sono stati i successi e gli ottimi risultati ottenuti in oltre tre anni di lavoro insieme, a partire dall’originale e impattante evento di lancio di PlayStation4 (PS4), realizzato a novembre 2013.
L’agenzia tutta italiana di Action Marketing, fondata nel 2007 da Simone Mazzarelli, che ha come punto di forza un approccio multidisciplinare orientato alla massimizzazione dei risultati, continuerà a supportare l’azienda nell’ideazione e implementazione delle attività di marketing anche attraverso una sapiente conoscenza trasversale dei diversi canali di comunicazione. Ninetynine progetta attività virali, campagne tv e digital, blogging e contest, progetti speciali e produzione video per filmati di storytelling sempre più coinvolgenti anche in animation. L’agenzia, consapevole delle sorprendenti opportunità offerte dal mondo dei social network, ha realizzato per l’azienda campagne online che si sono rivelate molto performanti su questi canali. Una risposta molto positiva è stata riscontrata in particolare sul pubblico più giovane con campagne destinate al mercato local che hanno raccontato in modo irriverente e creativo la personalità del brand PlayStation, facendo leva sul design iconico del controller Dualshock4 e delle “shapes”, e conquistando anche fasce di pubblico che, per età e consuetudini di intrattenimento, erano meno legate ai valori del marchio.

“Ninetynine è in costante crescita e sempre pronta a esplorare ambiti nuovi e opportunità innovative, forte del suo approccio unico al mercato che sfrutta le leve del marketing a 360 gradi su canali online e offline, senza porsi alcun limite. L’agenzia affianca il cliente impostando strategie di marketing e comunicazione pensate ad hoc con contenuti unici e originali concepite per uno specifico posizionamento e target. Supportiamo operativamente e strategicamente Sony Computer Entertainment Italia per tutti i suoi prodotti hardware e software e per i servizi di intrattenimento, tramite localizzazione di attività Central e attraverso la creazione ex novo di attività local, di successo e sicura efficacia grazie alla nostra conoscenza del mercato” afferma Simone Mazzarelli, fondatore e CEO di Ninetynine.
“L’animo giovane ed energico di Ninetynine risponde ai valori del brand PlayStation. La preparazione dell’agenzia, in termini di marketing strategico-operativo e il suo originale apporto creativo hanno soddisfatto le nostre aspettative e rappresentano elementi preziosi per le nuove sfide che affronteremo insieme” ha dichiarato Gonçalo Fialho, Marketing Director di Sony Computer Entertainment Italia.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Cannesogram: We Are Social disegna la mappa della creatività internazionale

- # # # #

We Are Social

Anche quest’anno We Are Social ha mappato lo scenario creativo a livello internazionale evidenziando i trend che hanno contraddistinto le diverse categorie nel mondo dell’adv negli ultimi 10 anni.

In occasione dei #CannesLions 2016 We Are Social ha infatti ideato e realizzato la piattaforma Cannesogram dove è possibile visualizzare la mappa interattiva che illustra i premi che ogni nazione si è aggiudicata in occasione dell’appuntamento francese.

Sulla mappa si possono selezionare i singoli paesi, la categorie e l’anno di interesse per avere una panoramica sui relativi premi vinti; è possibile inoltre visualizzare il palmares complessivo ‐ Grand Prix, ori, argenti e bronzi ‐ ottenuto da ciascuna nazione dal 2006 al 2015.

Oltre a fornire le informazioni sui paesi più premiati, Cannesogram risulta uno strumento interessante per poter avere una visione d’insieme sulle tendenze legate al settore dell’adv a livello globale, leggere le evoluzioni in termini di crescita e decrescita di alcuni mercati e capire su quali categorie si sono avuti i migliori risultati. I dati rispecchiano spesso un fermento creativo legato alla sperimentazione nel campo del marketing, un caso emblematico di diversi anni fa – e che continua a esserlo seppur in proporzione minore ‐ è quello del Brasile, e permettono di farsi un’idea sulla maturità di ogni singolo mercato e il ruolo che la creatività riveste.

articoli correlati

MEDIA

Tumblr: creatività senza limiti e utenti raddoppiati

- # # # #

Ogni giorno su Tumblr vengono pubblicati oltre 85 milioni di post; è la seconda piattaforma social per numero di membri con oltre 550 milioni di membri, una cifra quasi raddoppiata rispetto al 2014.

Numeri che hanno catturato l’interesse di numerosi brand locali e internazionali: Nescafé ha spostato proprio su questo social la sua intera presenza sul web, con l’obiettivo di coinvolgere gli amanti del caffè più giovani e incentivare le vendite online. Asda, a fine 2015 vi ha lanciato la sua prima campagna di content marketing puntando al target delle mamme blogger. In Italia, tanto per citare i più recenti, Farmaceutica Ciccarelli ha realizzato su Tumblr un magazine di beauty e benessere per parlare delle sue linee di prodotto e Ferrero ha scelto il content network per una campagna annuale di content marketing per comunicare il mondo Ferrero e aumentare la brand awareness di Ferrero Rocher.

Della capacità di attirare inserzionisti, dell’importanza dello storytelling e del futuro dei social parla qui Michael Pennington, EMEA Sales Director di Tumblr.

Cliccare per approfondire

articoli correlati