ENTERTAINMENT

Più di 2,6 milioni di visualizzazioni per il branded entertainment di Connexia per Homedics

- # # #

L’ironia premia con oltre 2.660.000 visualizzazioni il progetto di media digital entertainment realizzato da Connexia per Homedics, azienda operante nel settore della salute e del wellness domestico. Protagonista del video la YouTuber Tess Masazza, creatrice di Melodramachic.com, una piattaforma dedicata alla quotidianità delle donne e ai drammi esistenziali, riletti in una prospettiva glamour e volutamente comica.

Tess è stata la protagonista della puntata dedicata alla depilazione di Insopportabilmente Donna, la webserie ironica e irriverente su vizi e manie dell’universo femminile. Homedics e Connexia hanno realizzato un’operazione di branded content sui social media in cui il prodotto di epilazione a luce pulsata Homedics Duo Pro risolve i problemi della povera Tess alle prese con le gioie e i dolori della depilazione che ogni donna ha dovuto affrontare almeno una volta nella vita.
La redemption ha superato le aspettative: 2.660.000 visualizzazioni e oltre 36.900 condivisioni su Facebook.

Sabrina Trombetti, Country Manager Italia di Homedics, commenta così l’iniziativa: “L’idea di dare voce al nuovo prodotto di Homedics inserendolo in modo divertente all’interno di uno dei temi femminili più comuni attraverso una star dei social media mi ha da subito entusiasmato. In Connexia, che per noi segue la comunicazione sui social e le digital PR, vediamo un partner sempre attento ai nuovi trend e alla ricerca di iniziative di grande impatto per il brand”.

“Il successo dell’attività per Homedics è la conferma che è possibile ideare campagne efficaci anche senza disporre di budget stellari, come anche evidenziato dalle ricerche dell’Osservatorio Branded Entertaiment del quale facciamo parte” – commenta Paolo d’Ammassa, CEO & founder di Connexia.

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

#tifaXbene: l’iniziativa non convenzionale di Betfair per dire NO al tifo violento. Firma Connexia

- # # # # # #

Episodi di tifo violento si stanno ripetendo sempre più spesso nel mondo del calcio. Dalla devastazione del centro di Roma a opera dei tifosi del Feyenoord di un paio di settimane fa, che anche nel ritorno dei sedicesimi di Europa League a Rotterdam hanno causato la sospensione della partita per lancio di oggetti nel campo, fino ad arrivare alla sospensione del campionato greco per i ripetuti episodi di violenza.

Una escalation di avvenimenti negativi che non rendono giustizia allo spirito reale che contraddistinguere il mondo dello sport, quello spirito che dovrebbe trasformare per i tifosi un incontro tra due squadre in un momento di gioia, convivialità e sana competizione e non un’occasione per azzuffarsi.

Betfair, società britannica operante nel settore delle scommesse, che sul fair play ha radicato il proprio brand, toccata dagli ultimi episodi di violenza, ha voluto lanciare un messaggio positivo, per scuotere maggiormente le coscienze verso un tifo sano: in occasione del big match Roma-Juve, incontro caldo ai fini del primato della classifica e vissuto molto intensamente da tutti i supporter di entrambe le squadre, ha coinvolto alcuni tifosi in un’iniziativa non convenzionale.

Roma-Juve è anche la sfida per antonomasia di due eccellenze del calcio italiano nel mondo, simboli di un orgoglio tricolore che è stato maltrattato da tifosi che non hanno avuto rispetto per il valore e per la bellezza che contraddistingue il nostro Paese dal resto del mondo.

Grazie anche al contributo della web star Maurizio Valente, nome noto per i suoi video di sensibilizzazione sociale ripresi da tutti i media nazionali e contributor del programma “Le Iene”, e che ha sposato da subito l’iniziativa, Betfair ha raggruppato dei tifosi di Roma e Juventus e li ha mandati in giro per il centro di Roma… a sistemare la città.

Niente lanci di bottiglie, vetri rotti, fontane scheggiate o tafferugli, ma una sana e lodevole collaborazione per far comprendere a tutti che il tifo può e deve essere anche altro. Il claim dell’attività, #tifaXbene, raccoglie in sé tutti gli intenti desiderati e cerca di coinvolgere tutte le altre tifoserie a “fare Cash Out” dal tifo violento.

Un invito rivolto a tutti gli appassionati di calcio nel seguire quello che vuole diventare un vero e proprio format: invece di devastare le città, visitatele, scopritele, rispettatele e abbiatene cura. Siamo italiani, prima che tifosi. È il nostro patrimonio, dobbiamo rispettarlo e dare a tutti il buon esempio.

Un’operazione che all’inizio ha creato ai passanti non pochi punti interrogativi, ma che in seguito ha raccolto il consenso totale e l’appoggio di tutti i presenti che hanno capito l’intento dei ragazzi e hanno apprezzato la loro voglia di mettersi all’opera per far passare il messaggio positivo che #tifaXbene vuole lanciare.

Concept e realizzazione dell’iniziativa sono a cura di Connexia.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Il San Valentino alternativo di Betfair fa il pieno di visualizzazioni con Connexia

- # # #

Connexia firma per Betfair una nuova e originale attività di guerrilla in occasione della festa degli innamorati e dedicata ad alcuni appassionati di calcio a cui è stato proposto di fare Cash Out dal solito, banale, San Valentino.
L’iniziativa è stata promossa sui media e sul web con un video che in soli due giorni ha raggiunto quasi 400mila visualizzazioni views sulla pagina Facebook del brand. Betfair ha inoltre dedicato un pensiero speciale a tutte le fidanzate di tifosi di Milan, Juventus e Napoli con i più famosi cori ultrà rivisitati con parole d’amore.

Il Cash Out permette di intervenire live durante l’evento sportivo e di incassare la scommessa prima della sua fine, in qualsiasi momento. Cash Out significa vivere l’esperienza della scommessa in modo attivo e coinvolgente, ti permette di decidere e prendere in mano il controllo della situazione, senza subire passivamente l’evolversi degli eventi.

Ispirandosi proprio a questo prodotto, Betfair ha posto una semplice domanda: subisci passivamente il “solito” San Valentino, accontentandoti di come si evolve la situazione, o intervieni attivamente, fai Cash Out e prendi in mano il momento?

Il 14 febbraio alcune ragazze, ignare di tutto, si sono viste dedicare una “serenata” che di certo non si dimenticheranno per molto tempo. Un gruppo di ultrà, in situazioni diverse, hanno raggiunto le “fortunate”, con la complicità dei fidanzati, intonando loro un coro da stadio molto speciale: melodie dei tradizionali cori della curva, ma con testo rivisto proprio per permettere al protagonista di dichiarare tutto l’amore per la propria ragazza.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Connexia porta Save The Duck sui social media con le YouTube star

- # # # # # # # #

Oltre 1.400.000 visualizzazioni per il progetto di social media branded content ideato da Connexia per Save The Duck, il brand di piumini animal-friendly e 100% duck free di Forest Srl. Connexia ha coinvolto quattro tra gli YouTubers più seguiti per sensibilizzare i consumatori sull’utilizzo di piumini duck-free, con un concept divertente e dall’alto contenuto virale. Le star del web, tra cui Relative, Edoardo Mecca, The Frenchmole e Federico Clapis, avevano l’obiettivo di “appaperare” tutti coloro che indossavano capi in piuma d’oca.

Proprio Federico Clapis, conosciuto anche come Behind A Selfie, è stato protagonista dell’87° edizione di Pitti Immagine Uomo, appena conclusa a Firenze: il suo video, che ha coinvolto i passanti nei pressi della Fortezza da Basso, ha registrato oltre 900.000 visualizzazioni in un giorno.

articoli correlati

AGENZIE

Connexia si aggiudica la comunicazione della francese Wiko per l’Italia

- # # #

Prende il via da oggi la collaborazione tra Connexia e Wiko, azienda nata in Francia nel 2011, classificata tra i primi tre player del mercato mobile francese nel 2013, e ora presente in oltre 20 Paesi in Europa e nel mondo.

Forte di un’expertise trasversale in ambito tech e lifestyle, Connexia si è aggiudicata la comunicazione del brand dopo una consultazione che ha coinvolto altre tre agenzie, prendendo in carico le attività di media relation e digital PR di Wiko per il 2015 nel mercato italiano.

Le attività di comunicazione mireranno a valorizzare le peculiarità dell’offerta Wiko che si contraddistingue per la combinazione di innovazione tecnologica, look&feel colorato, giovane e smart, unitamente alla massima accessibilità di prezzo.

“Ci sentiamo in linea con lo spirito giovane e dinamico del brand”, commenta Paolo d’Ammassa, CEO & Founder di Connexia (nella foto). “Raccogliamo con entusiasmo la sfida di accompagnare verso il successo un marchio europeo cosi promettente e da poco arrivato in Italia”.

Attraverso un piano di comunicazione integrato, Connexia supporterà Wiko per incrementare la visibilità sui media tech e lifestyle, per far crescere la notorietà del brand.

 

articoli correlati

AGENZIE

Connexia si aggiudica la campagna SEM di promozione della via Francigena in Piemonte

- # # # # # #

A seguito di una gara indetta dall’Ente del Turismo “Turismo Torino e Provincia”, Connexia si è aggiudicata la gestione di una campagna di promozione online della Via Francigena in Piemonte, l’antica strada percorsa in passato da migliaia di fedeli che dall’Europa si recavano in pellegrinaggio a Roma. Oggi, gli itinerari francigeni in Piemonte sono suggestivi cammini di fede, ma anche percorsi adatti a tutti e ottimi pretesti per un tuffo nella storia, nella natura e nell’arte con degustazioni di ottima enogastronomia. Questo il cuore della campagna con cui l’Ente del Turismo ha voluto promuovere l’antica via di pellegrinaggio in queste zone.

Obiettivo del piano di comunicazione sviluppato da Connexia è dare visibilità al percorso turistico per incrementare i flussi di turisti italiani e stranieri nel territorio tra maggio a ottobre, valorizzando la ricchezza della Via Francigena e veicolare traffico qualificato alla landing page dell’iniziativa promozionale in corso sul sito dedicato.

Connexia ha progettato un piano media basato su campagne di tipo Search e Display, sul canale Google Adwords, su utenti in target per interesse, parole-chiave e geo-localizzazione, con alti tassi di redemption attesa, grazie ad un’azione costante e continuativa di retargeting, finalizzata a minimizzare il CPC e massimizzare la qualità del traffico.

La campagna, si sviluppa in 2 flight (aprile-giugno, settembre-ottobre), ed è declinata in 3 lingue (italiano, inglese, francese) per promuovere gli itinerari francigeni in Piemonte, in Francia, nei Paesi Bassi, in Belgio e Lussemburgo, oltre che in Italia.

articoli correlati

AGENZIE

Giovanni Pola è il nuovo Executive Director di Simple Advisory

- # # #

Giovanni Pola già socio e Managing Director di Connexia è il nuovo Executive Director di Simple Advisory, la nuova business unit di consulenza in digital marketing e social media management di Simple Agency.

Simple Advisory nasce come costola di Simple Agency, società attiva nei settori del Digital Advertising e del Performance Marketing, con l’obiettivo di soddisfare la sempre maggiore necessità di consulenza strategica da parte dei Brand più innovativi con un’offerta integrata che punti alla “pianificazione del successo” nelle iniziative di marketing e comunicazione digitale.

L’operazione è stata fortemente voluta dal board dei fondatori di Simple Agency Marco Caradonna, Umberto Bottesini, Sandro Moretti e garantisce forti sinergie fra il nuovo team ed i 30 professionisti già presenti in Agenzia.

 

Giovanni Pola si avvarrà del contributo di un board di External Advisor di alta professionalità, di cui fanno parte Giorgio del Mare, presidente e fondatore di Methodos (società di consulenza direzionale leader nel change management) e Cristiano Garocchio (leader della practice digitale nella società di head hunting Key2people).

“Il pay off di Simple Advisory è ‘Innovation Empowerment Consultancy’ “- spiega Giovanni Pola, neo Executive Director della nuova unit di Simple Agency- “questo significa che il nostro obiettivo è affiancare i clienti nello sviluppo delle proprie capacità interne di gestione e pianificazione di strategie di eCommerce & Extended Store, Content & Social Media e CRM & Social Caring. Simple Advisory è quindi il giusto partner per brand e aziende che abbiano compreso la necessità di cogliere sin da subito le opportunità derivanti da una forte integrazione del digitale nei processi comunicativi e distributivi della propria offerta.”

Simple Advisory sta già lavorando ad importanti progetti di ebusiness e social strategy con clienti quali Mokarabia, bwin Italia, Best Western Italia, Garnier, Prenatal e molti altri.

articoli correlati

AGENZIE

A Connexia la gestione dei Social Media di Quattroruote.it

- # # # # #

La collaborazione con Connexia – avviata a inizio 2013 con una fase di screening e analisi – ha l’obiettivo d’incrementare il traffico verso il sito web Quattroruote.it e ampliare la visibilità digitale dell’omonima testata, indiscusso punto di riferimento per tutti gli automobilisti e, più in generale, per gli amanti del mondo dei motori.

Il progetto prevede la gestione dei canali social ufficiali su Facebook, Twitter e Google+ grazie a un piano editoriale che vede alternarsi in maniera strategica e time-winning contenuti di natura editoriale, news d’attualità, focus di prodotto e iniziative di engagement volte a favorire l’interazione dell’audience, il tutto guidato in maniera continuativa da un’attività di monitoraggio, moderazione e fine tuning. L’attività social media conterà, inoltre, su una forte sinergia tra Connexia e la redazione online di Quattroruote.

Connexia supporterà Quattroruote.it nel presidiare i canali social durante i principali eventi automotive – dai saloni internazionali alle più importanti competizioni sportive – tramite attività di live tweeting e di post dedicati su Facebook e  G+; queste attività sono già state sviluppate durante l’ultimo Salone di Ginevra registrando ottimi risultati (picchi di portata di oltre 15 mila lettori e picchi virali di oltre 350 mila utenti).

“La nostra consolidata expertise in ambito automotive è stata determinante nella scelta del partner di comunicazione di Quattroruote.it”, dichiara Paolo d’Ammassa, CEO di Connexia (nella foto). “Con Quattroruote.it condividiamo una viscerale passione per le auto e per ogni tipo di contenuto legato all’universo dei motori. Siamo certi che la strategia da noi ideata, unita alla proficua sinergia con le loro redazioni interne, ci aiuterà nel raggiungimento degli ambiziosi obiettivi in termini di incremento dell’audience e di engagement rate sui loro canali social”.

articoli correlati

AGENZIE

Connexia lancia THINGS, la prima agenzia italiana per Internet of Things

- # # # #

THINGS è una “design and innovation agency” focalizzata su The Internet of Things, fondata a settembre 2012 e guidata da Pier Bardoni (nella foto), esperto di strategie digitali per le aziende. La missione principale di THINGS è quella di affiancare i brand e le organizzazioni nell’innovazione del business e delle strategie di prodotto e servizio. THINGS progetta e realizza con le aziende “ecosistemi ibridi” dove mondo fisico e digitale si fondono per ottenere una esperienza innovativa e maggiormente efficace per i consumatori, inventa nuovi comportamenti di prodotto e servizio, sviluppa strategie di brand su “oggetti connessi”.

La metodologia di THINGS è centrata su open innovation e community creation con il supporto di un workspace che sarà luogo di formazione e avviamento al lavoro dove consolidare una community aperta di individui, microsocietà, designer, maker e artigiani digitali. THINGS vuole diventare un riferimento per queste nuove professionalità costruendo e accelerando il business che li riguarda.

THINGS è partecipata da Connexia, della holding Alchimia, controllata al 100% da Marina Salamon.

articoli correlati

NUMBER

Osservatorio Multicanalità, il 2012 è l’anno del sorpasso.

- # # # # # #

La sesta edizione dell’Osservatorio Multicanalità, il progetto di ricerca sul consumo multicanale condotto da Nielsen, Connexia e la School of Management del Politecnico di Milano, presentata stamattina a Milano, segna una tappa fondamentale nell’evoluzione dello scenario e dei consumatori italiani.

Se la prima edizione, nel 2007, misurava la multicanalità come fenomeno relativamente di nicchia (toccava 15,7 milioni di italiani), nel 2012 tale nicchia si è ampliata fino a coinvolgere il 53% della popolazione over 14, trainata dall’inarrestabile diffusione della tecnologia e dal perdurare della crisi economica, che implica un inevitabile e sempre maggiore coinvolgimento dei consumatori in tutte le fasi del processo d’acquisto. Quest’anno ci si è focalizzati quindi sugli utenti internet, identificando nuovi comportamenti di consumo multicanale, raccolti in quattro nuovi cluster.

I Newbie, pari a 5,3 milioni di individui, rappresentano i neofiti dell’approccio multicanale, con due anime principali, per le quali l’avvicinamento alla multicanalità è dovuto per i giovanissimi (20%) all’approccio con il processo d’acquisto e per gli over 55 (34%) ad un avvicinamento alla tecnologia.
Gli Old Style Sufer: pari a 7,7 milioni di consumatori, si caratterizzano per un approccio al web “vecchio stile” e strumentale, per rendere più efficiente il proprio processo d’acquisto e per risparmiare tempo.
I Social Shopper, pari a 10,7 milioni, sono i veri esperti della spesa e sono caratterizzati da un forte ruolo della Rete nel loro shopping, da un processo d’acquisto strutturato e dalla ricerca della “smart choice”, ossia di acquisti intelligenti e con un elevato rapporto qualità/prezzo.
Gli Hyper Reloaded, pari 7,6 milioni, rappresentano la punta massima del consumatore multicanale: caratterizzati da una vita sociale molto intensa e da una buona parte del proprio tempo trascorsa fuori casa, presentano un approccio strutturato al processo d’acquisto, con un elevato fabbisogno informativo, un elevato livello di partecipazione attiva con gli altri utenti, una marcata propensione sia all’e-commerce, sia ad un forte utilizzo del Mobile (smartphone e tablet) all’interno del processo d’acquisto, elemento che in particolar modo li caratterizza.

Anche il processo d’acquisto si spinge sempre più verso la multicanalità. La maggiore affinità con l’e-commerce, infatti, porta sempre più a concludere l’acquisto direttamente online, una volta raccolti tutti gli elementi necessari. Facendo riferimento alle categorie merceologiche acquistate più frequentemente online, accanto a quelle storicamente più affini al commercio elettronico (come ricariche telefoniche, prodotti di editoria – sia fisica, sia digitale –, elettronica di consumo, viaggi, ticketing), emergono alcune novità interessanti: cresce sensibilmente l’abbigliamento, che si colloca al secondo posto (il 29% di chi ha effettuato acquisti online ha acquistato in questa categoria, contro il 33% che dichiara di aver acquistato ricariche telefoniche) e i prodotti per la cura della persona, che rappresentano la prima categoria di largo consumo acquistata online. Infine, in relazione agli strumenti di pagamento maggiormente utilizzati, è interessante sottolineare come, sebbene la carta di credito tradizionale resti il metodo più diffuso (31% di chi ha effettuato acquisti online), metodi alternativi guadagnino terreno considerevole, come ad esempio nel caso di PayPal (29%) e delle carte di credito prepagate (22%).

Dall’Osservatorio emerge uno scenario molto stimolante per le imprese italiane: il tema è più profondo del semplice cambiamento del media mix pubblicitario, in cui cresce la quota di internet, che è ormai pari al 13,1% del totale investimenti pubblicitari. Le imprese devono sempre più saper analizzare i comportamenti di acquisto multicanale dei diversi cluster, progettare opportunamente una strategia e architettura di punti di contatto volti a cogliere l’attenzione e ad essere rilevanti nelle combinazioni spazio-temporali in cui il consumatore si trova, nell’ottica di soddisfare al meglio i bisogni informativi e di relazione che cambiano molto a seconda dei cluster.

articoli correlati