BRAND STRATEGY

Framesi e Condè Nast insieme per ribadire l’importanza del ruolo dell’hairstylist

- # # # #

campagna FRAMESI

FRAMESI e il Gruppo Condè Nast Italia hanno lanciato la campagna “io vado dal parrucchiere, e tu?” La campagna prevede un piano stampa su Glamour, Vanity Fair e Beauty in Vogue, ma anche una presenza articolata sui portali web del gruppo, oltre che il coinvolgimento della rete di beauty reporter di Glamour.it.

In particolare queste ultime sono chiamate a vivere una beauty experience nei saloni Framesi per lanciare e promuovere uno speciale concorso dedicato agli acconciatori e alle loro clienti. Il concorso invita tutte coloro che hanno ricevuto un servizio o un trattamento Framesi a farsi fotografare insieme al materiali di comunicazione oppure con un prodotto Framesi.

Condividendo poi lo scatto sui propri social usando l’hashtag #iovadodalparrucchiere, da giugno a ottobre, si concorre alla vincita di 200 special kit di prodotti Framesi.

“L’acconciatore come “riferimento autorevole per la bellezza e il benessere dei capelli” è la mission che FRAMESI persegue da oltre 70 anni e che ne ha decretato il successo commerciale in 80 nazioni del mondo per un totale di oltre 50 mila saloni serviti con formulazioni professionali, trattamenti, percorsi di formazione stilistica e manageriale, progetti personalizzati e collezioni di moda-capelli. Con questa campagna di comunicazione vogliamo ribadire questa nostra vocazione al canale professionale e soprattutto raccontare alla clientela dei saloni l’importanza del ruolo dell’hairstylist per la bellezza di ognuno di noi, ha commentato Fabio Franchina, presidente di Framesi.

articoli correlati

MEDIA

Fedele Usai nominato Amministratore Delegato di Condé Nast Italia

- # # # #

conde nast italia

Cinque anni fa Condé Nast Italia ha avviato il progetto “Reinvent the Business” con l’obiettivo di diventare una multimedia communication company in grado di sviluppare la gravitas dei top brand su tutte le più innovative piattaforme digital e print. La vision che accomuna la Condè Nast International in tutto il mondo è quella di essere il più autorevole e rispettato player del mercato in grado di dialogare con un’audience qualificata sulla base di esperienze e contenuti premium.

“L’obiettivo che ci poniamo è quello di mettere in relazione la nostra audience con i nostri clienti, aumentando ed estendendo la nostra autorevolezza e credibilità a nuove aree di business, allo scopo di garantirci nuove e stabili fonti di revenues. Questo ambizioso progetto è stato reso possibile dall’arrivo di Fedele Usai che è entrato a far parte del nostro gruppo nel settembre del 2011, dopo importanti esperienze in Leo Burnett, TBWA e Fiat. Sono oggi lieto di annunciare che, a partire dal 1 Settembre 2017 Fedele Usai assumerà il ruolo di Amministratore Delegato di Condé Nast Italia”, comunica il Presidente di Condè Nast Italia, Giampaolo Grandi. “I prossimi mesi ci vedranno impegnati nel compiere scelte importanti e decisive, perché, come ha recentemente sottolineato Jonathan Newhouse, la Condé Nast metterà in campo tutte le risorse e le energie necessarie per poter competere ai massimi livelli”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Dal 27 al 29 maggio appuntamento a Milano con la nuova edizione del Wired Next Fest 2016

- # # #

Wired Next Fest 2016

Dopo il successo della scorsa edizione, torna il Wired Next Fest, il Festival dell’innovazione di Wired, giunto alla quarta edizione. Appuntamento dal 27 al 29 maggioai Giardini Indro Montanelli di Milano e poi a Firenze il 17 e 18 settembre all’interno di Palazzo Vecchio.

L’evento, organizzato da Wired Italia, vedrà alternarsi oltre 150 relatori provenienti dal mondo della scienza, della tecnologia, della politica, della musica, della cultura, dell’imprenditoria e non solo, che, anche quest’anno, si alterneranno sul palco di quello che è ormai considerato il più importante evento italiano dedicato all’innovazione e che avrà come temi portanti il Tempo, a Milano, e la Bellezza, a Firenze.

«Dall’invenzione della ruota a Internet, fino alle ultime scoperte della genetica e agli sviluppi della robotica, le innovazioni hanno un unico comun denominatore: cambiano il nostro rapporto con il Tempo. Per questo il Wired Next Fest sarà dedicato alla quarta dimensione. Chi verrà potrà ascoltare dal vivo storie straordinarie di persone che stanno migliorando il mondo. E, poiché si tratta di una festa, ci sarà la possibilità di divertirsi, giocare, ascoltare buona musica e provare il meglio delle tecnologie. Il Wired Next Fest è insomma una esperienza coinvolgente con due obiettivi: ispirare ed emozionare” spiega Federico Ferrazza, direttore di Wired Italia.

Il pubblico inoltre potrà scegliere se assistere a performance artistiche, laboratori di stampa 3D, gare di droni, sala giochi, esperienze di realtà virtuale, workshop e attività per i bambini, oltre a due eventi live serali unici e imperdibili, il tutto come sempre ad accesso libero e gratuito.

GLI OSPITI

Julian Assange, programmatore e fondatore di Wikileaks che, in collegamento dall’Ambasciata dell’Ecuador a Londra dove si trova in esilio, parlerà di molti dei temi affronti nel suo ultimo libro, compresa la sorveglianza di massa, le sue implicazioni sulla libertà di parola, la situazione attuale di Internet e delle sue ripercussioni geopolitiche, sino allo scandalo dei Panama Papers;
Emma Bonino, politico ed ex Ministro degli Esteri, che affronterà l’attualissima questione della cultura dell’integrazione e dei flussi migratori unitamente alle emergenze umanitarie, ormai parte del nostro tempo quotidiano.
Alexandra Elbakyan, la “Robin Hood” della scienza, la scienziata e programmatrice che, stanca dei costi esorbitanti delle riviste scientifiche, non sostenibili sia per i ricercatori privati sia per molte università e istituzioni, ha fondato Sci-Hub, un portale che permette di accedere a 47 milioni di articoli accademici, mettendoli a disposizione della rete. Un vero e coraggioso attacco al cuore dell’attuale sistema divulgativo scientifico.
Adam Leibsohn, Chief Operating Officer di Giphy, il più grande database di gif animate del mondo. Durante l’incontro si parlerà del perché le GIF sostituiranno le parole e di come stanno rivoluzionando il modo in cui interagiamo oltre che il mondo dei media e della comunicazione.
Lawrence Lessig, noto giurista statunitense, politico e fondatore di Creative Commons, impegnato contro la corruzione dei sistemi politici e che ha recentemente partecipato alle primarie del partito democratico contro Hillary Clinton e Bernie Sanders per la corsa alla Casa Bianca.

Politica nazionale e ancor più locale, con il confronto a distanza, moderato dal direttore di Wired Italia, Federico Ferrazza, i candidati sindaci di Milano tra cui Stefano Parisi, imprenditore, politico e candidato per il centrodestra e Giuseppe Sala, manager, politico, candidato per il centrosinistra. Con loro si parlerà della Milano del “prossimo” futuro.
Insieme a Marco Savini, fondatore di Big Rock, Guido Quaroni, vicepresidente di Pixar, responsabile della ricerca e sviluppo che ha reso possibili film di successo come Toy Story 2 e 3, Monsters & Co., Cars 1 e 2.
Maurizio Martina, Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali che insieme a Roberto Cingolani, scienziato e direttore scientifico dell’Istituto Italiano di Tecnologia, presenteranno lo Human Technopole il nuovo polo di ricerca su medicina, big data e nutrizione che sorgerà nell’area Expo 2015.
Slava Rubin, ceo di Indiegogo la più grande piattaforma di crowdfunding del mondo e capofila per la “crowdfunding industry” americana per la stesura dell’impianto legislativo che regola il settore dell’equity crowdfunding e che parlerà di come Internet ha rivoluzionato i processi creativi e produttivi.
Umberto Veronesi, oncologo, scienziato, Presidente e Fondatore della Fondazione Veronesi che tratterà il rapporto tra guarigione e tempo e la cultura della prevenzione.
Eric Jarosinski, scrittore e autore del libro culto “Nein. Un Manifesto” che parlerà della filosofia al tempo di Twitter.
Matteo Rovere, regista del film “Veloce come il Vento”, insieme all’interprete Matilda De Angelis, immagineranno l’evoluzione del nuovo cinema italiano, aprendo nuove prospettive per l’industria cinematografica e produttiva.
Renzo Rosso, imprenditore e fondatore di Diesel che insieme a Lapo Elkann, anch’egli imprenditore e fondatore di Italia Independent Group, si confronteranno sulla velocità con cui il digitale sta cambiando le regole di creatività, design, comunicazione e sistemi produttivi.
Oltre agli ospiti già citati, il Festival vedrà la partecipazione di Milo Manara, maestro del fumetto italiano; Gabriele Salvatores, regista premio Oscar; Stefano Sollima, il regista di Suburra e delle serie tv di grande successo Gomorra e Romanzo Criminale, che ha portato la fiction italiana in 113 Paesi del mondo.

Tra i relatori anche: Matteo Cerri, Ferruccio de Bortoli, Piergiorgio Oddifeddi, Luca Cordero di Montezemolo, Subsonica, Fabri Fibra, Marracash, Emis Skilla, Filippo Sugar, Pif, Linus, Big Fish, Leo Ortolani, Massimo Inguscio, Greta Scarano, Marco Cappato, The Pills, Chef Rubio, Alessandro Borghi, Mondo Marcio, Marina Dell’Ombra, Giuseppe Testa, Federico Abad, Collettivo Macete, Edoardo Leo, Richard Dickson e molti altri ancora.
L’evento è realizzato con il patrocinio del Comune di Milano e con il sostegno dell’Assessorato alle Politiche per il Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca e dell’Assessorato alla Cultura.

«Una tre giorni che, visti i successi di pubblico delle scorse edizioni, dimostra il crescente interesse dei cittadini per la tecnologia, la scienza e l’innovazione. Quell’innovazione tecnologica, dalla più semplice alla più complessa, entrata ormai da protagonista nella vita quotidiana trasformando il nostro modo di vivere e lavorare. Lavoro che oggi è sempre più legato alle potenzialità offerte dall’uso della rete e delle nuove tecnologie. Wired Next Fest quindi si propone come la vetrina internazionale dove il grande pubblico, dagli esperti ai semplici appassionati, può scoprire e confrontarsi con l’innovazione e le opportunità che questa può offrire». Così commenta l’iniziativa l’Assessore alle Politiche per il Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca Cristina Tajani.

«Il Wired Next Festival giunge alla sua quarta edizione, sempre più ricco di iniziative, novità e spunti di riflessione sul mondo che ci corre intorno, regalando a Milano un nuovo avvincente appuntamento che è ormai atteso come una tradizione» ha dichiarato l’Assessore alla Cultura Filippo Del Corno. « Un festival con un confine fisico, i Giardini Montanelli, ma senza confini culturali perché si colloca all’intersezione tra presente e futuro, tra innovazione e società, tra nuove tecnologie e antichi valori. In una parola, tra la realtà virtuale e le mille facce della nostra contemporaneità».

MUSICA

Anche quest’anno la grande musica live sarà protagonista al Festival. Saranno i Subsonica, venerdì 27 maggio, a inaugurare la prima serata del Wired Next Fest con un grande ‘concerto evento’ che segna la prima tappa del Tour 1996-2016. Venti anni di musica che saranno festeggiati sul palco di Wired insieme a tanti artisti che hanno collaborato con il gruppo musicale durante questo periodo. Un live di più di tre ore per ripercorrere la loro straordinaria carriera e che vedrà la partecipazione, tra gli altri, di: Daniele Silvestri, Cristina Donà, Morgan, Johnson Righeira e Claudio Coccoluto.
Opener della serata Mondo Marcio, che presenta il suo ultimo album “La freschezza del Marcio” e il collettivo Machete Warriors, che vedrà alternarsi sul palco: Nitro, in uscita proprio il 27 maggio con il repackaging del suo ultimo cd “Suicidol – Post Mortem” con l’aggiunta di alcuni inediti, Jack The Smoker, Dj Slait e Dj Ms.

Sabato 28 maggio sarà la volta dei più importanti protagonisti della scena rap italiana, Fabri Fibra e Marracash che, per la prima volta, si esibiranno in un live esclusivo, sempre a ingresso gratuito. Il concerto, concepito come un appuntamento unico, li vedrà insieme sul palco per uno show a sorpresa, un regalo che i due artisti hanno appositamente preparato per il pubblico del Wired Next Fest.
La serata di sabato inizierà con il djset di Machweo, artista emergente della scena elettronica italiana, per poi proseguire con Victor Kwality, cantante, mc e performer protagonista della scena underground italiana che presenta il suo primo progetto solista “Koan”. A seguire Big Fish, che porterà la sua label Doner Music, punto di riferimento in Italia per l’elettronica bass e trap. A chiusura della serata il djset di Dj Double S e Deleterio.

Line Up e orari

VENERDÌ 27 MAGGIO
dalle ore 19:30 opening MONDO MARCIO e MACHETE WARRIORS
dalle ore 21:00 live SUBSONICA

Ingresso gratuito

SABATO 28 MAGGIO

dalle ore 20:00 warmup MACHWEO
dalle ore 20:30 opening VICTOR KWALITY e BIG FISH
dalle ore 22:00 live MARRACASH e FABRI FIBRA
dalle ore 00:00 djset DJ DOUBLE S e DELETERIO

Ingresso gratuito

CURIOSITÀ

Il Wired Next Fest avrà l’onore di ospitare la Torcia Olimpica prima delle olimpiadi di Rio de Janeiro. Per la prima volta in Italia, il simbolo dei giochi viene affidato a un magazine: Wired Italia è l’unica testata nazionale portatrice della torcia.

Un’assoluta novità, per aiutare tutti i visitatori a orientarsi nel programma, Wired mette a disposizione un assistente virtuale su Facebook. È stato infatti sviluppato un bot su Messenger, la chat di Facebook, che risponderà in automatico alle domande e ai dubbi dei visitatori. Basterà cercare su Messenger “Wired Italia” e fare un domanda: mettendo il nome di un ospite che si vuole ascoltare, ad esempio, l’assistente virtuale risponderà all’utente scrivendogli quando e dove parlerà. Inoltre, l’utente potrà chiedere al bot cosa sta accadendo in quel preciso istante o avere il programma di una particolare giornata del festival.

La prima conferenza sulla mobile-only economy nasce in Italia sul palco del Wired Next Fest. Una “programma nel programma” pensato per riconoscere la nascente economia mobile-only che sta crescendo con il sempre più alto numero di utenti che accedono a internet tramite smartphone e tablet. La conferenza ospitata nei “dome” del Wired Next Fest, raccoglie i maggiori esperti Italiani e Internazionali sull’economia mobile-only, che racconteranno per i loro specifici settori di specialità i maggiori trend che socio-economici, di un mercato mobile-only.

Il Fest si vota anche alla sostenibilità ambientale applicata al servizio idrico con il contest #Cap4Ideas Acqua pubblica e digital fabrication, iniziativa di Gruppo CAP e Cyrcus sostenuta da Wired, per ideare le fontanelle di acqua pubblica del futuro: i primi arredi urbani al mondo realizzati con tecniche quali stampa 3D o taglio laser. L’area di Milano, capitale del design e punto di riferimento per l’Italia e il mondo in fatto di nuovi costumi, sarà anche in questo caso territorio sperimentale nel campo dell’acqua pubblica.

TSW, agenzia specializzata in digital marketing, user experience e neuro marketing, analizzerà live le emozioni del Fest. Nei tre giorni seguirà gli speech, gli exhibit, e i concerti in programma misurandone l’engagement del pubblico grazie ai dispositivi tecnologici di cui si avvale.

LE LOCATION DEL WIRED NEXT FEST

GIARDINI INDRO MONTANELLI
Sono il tessuto connettivo del festival, raccordano le diverse location e diffondono le attività del WNF, coinvolgendo anche il pubblico di passaggio. Durante i tre giorni del festival i giardini diventeranno il palco per incontri e performance serali.

I WNF DOME (WIRED DOME, NEXT DOME E BNL DOME)
I luoghi delle idee: accoglienti strutture costruite nel parco, dove si condividono le visioni e le storie che stanno cambiando, in meglio, il mondo e il Paese. Durante il giorno ospiteranno conferenze, interviste, dialoghi, proiezioni. La sera, grazie al palco allestito nella zona antistante i dome, lo spazio dei giardini diventa momento di incontro e divertimento, con dj set e performance musicali.

MUSEO CIVICO DI STORIA NATURALE e PLANETARIO
Saranno teatro di workshop, incontri sul mondo del lavoro, exhibit.

Wired Next Fest prevede anche altre aree, dove Sky, Vodafone Italia, Tag-Heuer, Sanofi-Zentiva e TSW mostreranno tutto il meglio delle loro tecnologie e delle loro innovazioni.

 

Wired Nex Fest con il Patrocinio del Comune di Milano e nei Palinsesti “Ritorni al Futuro” ed Expo in Città

In collaborazione con Audi
Main Partner BNL Gruppo BNP Paribas, Enel, Sky, Vodafone
Partner dell’iniziativa sono Fondazione Umberto Veronesi, Gruppo CAP, Mattel, Modis/Euro Engineering, Sanofi/Zentiva – Gruppo Sanofi, tsw
Official Timekeeper Tag Heuer
Beauty Partner BioNike
Events Supporter Amazon.it, GroupM, SIAE, WPP
Official Beer Heineken
Radio Ufficiale Radio 105
Official Apparel Puma
Urban Transfer Uber
Food Partner foodora
Media Partner Lucky Red
Exhibit design & production Punk for Business
Thanks to PixartPrinting

Info su http://nextfest2016.wired.it/
Hashtag ufficiale:

articoli correlati

AZIENDE

Condé Nast Italia supera i 10 milioni di utenti sui social

- # # #

Marco Formento Senior Vice President Digital Condé Nast

Condé Nast Italia taglia il traguardo dei 10 milioni di fan e follower sulle varie piattaforme social.
Il risultato, totalizzato dai principali profili social media dei brand del gruppo editoriale – tra cui Facebook, Twitter, Instagram, Google+, Pinterest – sottolinea la forza della social base Condé Nast e la capacità di engagement con i propri utenti.
“Condé Nast è l’unica realtà editoriale premium che vive nelle conversazioni sociali dei propri lettori e utenti unendo qualità outstanding dei contenuti alla scala che il digitale richiede” commenta Marco Formento Senior Vice President Digital Condé Nast
 
Nel segmento dei femminili, Vogue Italia e Vanity Fair primeggiano su Facebook rispettivamente con 1.9 milioni e 1.1 milioni di fan. Vogue Italia risulta il periodico di moda più seguito anche su Twitter con 843 mila follower e su Instagram dove conta quasi 500 mila follower. Tra i maschili, Wired Italia è il più seguito su Twitter con oltre 240 mila follower.
 
Traguardo raggiunto grazie a una mirata strategia Social Media e a un’attenta e continua copertura live delle big conversation online, ad esempio, le Fashion Week, nonché dei grandi eventi promossi dai brand Condé Nast Italia come Wired Next Fest, Have a Glamorous Weekend, GQ Freak Out, Vogue Fashion’s Night Out e Vanity Lounge al Festival del Cinema di Venezia e Roma.
 
Completa il quadro le numerose iniziative speciali – oltre cento solo nell’anno in corso – e le sinergie cross-brand, anche in collaborazione con i main partner del gruppo, che trovano la loro naturale espressione sulle piattaforme Social Media delle property Condé Nast. 

 

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Al via domani la settima edizione milanese della Vogue Fashion’s Night Out

- # # # # # # # #

Nata nel 2009, la manifestazione di respiro internazionale dedicata allo shopping, accenderà nuovamente i riflettori con l’obiettivo di festeggiare la moda e di dare impulso all’economia del settore, avvicinando il mondo del fashion al grande pubblico, agli interessati o semplicemente ai curiosi. Oltre 300 mila le persone che hanno partecipato all’edizione 2014 – che si è svolta a Milano e a Roma – e che hanno vissuto le emozioni dello shopping in un’atmosfera festosa.

Vogue Fashion’s Night Out, inserita nel calendario di Expoincittà, coinvolgerà anche quest’anno centinaia di negozi del centro milanese intorno al quadrilatero della moda, da via Montenapoleone a via Manzoni, da via della Spiga a corso Venezia, da Corso Vittorio Emanuele a Corso Genova, all’intero quartiere di Brera e Corso Como, già protagonisti negli scorsi anni, con la novità di Piazza Gae Aulenti e del quartiere di Porta Nuova. Aderiranno all’iniziativa le più importanti griffe e le più rappresentative boutique cittadine: i negozi, aperti per questo appuntamento speciale fino alle 23.00, creeranno allestimenti ad hoc nei punti vendita, organizzeranno cocktail party e ospiteranno celebrity e DJset. Importante come sempre il supporto delle Associazioni dei Commercianti: da quella di via MonteNapoleone a quella di via Fiori Chiari. Quest’ultima, in collaborazione con la Regione Abruzzo organizzerà una sfilata di abiti d’epoca e rappresentazioni storiche: la moda dal Medioevo a oggi.

“Un appuntamento che celebra il profondo legame tra Milano e la Moda facendo partecipe di questa festa tutta la città e i suoi abitanti”. Così commenta l’assessore alle Politiche per il Lavoro, Sviluppo Economico, Moda e Design Cristina Tajani che prosegue: La Vogue Fashion’s Night Out, è insieme l’occasione per valorizzare un settore produttivo trainante per il nostro territorio e per connettere il mondo della moda con la città senza dimenticare l’importanza della ricerca. Grazie alla collaborazione stabile con Condè Nast, quest’anno riusciremo a contribuire alla ricerca dell’Istituto Monzino sulla malattie cardiovascolari, prima causa di malattia per le donne dopo il tumore al seno”.

“Siamo orgogliosi di rinnovare per il settimo anno consecutivo l’appuntamento con la città di Milano. Quest’anno con Expo la Vogue Fashion’s Night Out assume una rilevanza ancora maggiore, rivolgendosi a tutti i visitatori che arriveranno in città per l’esposizione universale, e naturalmente al pubblico milanese, che ha sempre risposto con grande entusiasmo alla serata. Una festa, dunque, da non perdere e in cui immergersi, toccando da vicino non solo la moda e i suoi protagonisti ma vivendo l’atmosfera. Come sempre, una parte del ricavato delle vendite sarà devoluto a un progetto a favore della città e della collettività sociale”, così il direttore di Vogue Italia Franca Sozzani.

Vogue Fashion’s Night Out rappresenta infatti anche l’occasione di partecipare attivamente a progetti di charity attraverso il coinvolgimento dei tanti brand partner dell’evento che, per l’occasione, realizzano oggetti limited edition, il cui ricavato sarà destinato a progetti benefici. Quest’anno sarà devoluto alla ricerca dell’Istituto Monzino sulla malattie cardiovascolari, prima causa di malattia per le donne dopo il tumore al seno.

I fondi raccolti nel corso delle edizioni italiane della Vogue Fashion’s Night Out hanno contribuito nel 2009 alla piantumazione di alberi nel comune di Milano e alla realizzazione e sistemazione del giardino pubblico del Villaggio Barona, sempre a Milano nel 2010. Il ricavato dei prodotti limited edition 2011 è stato messo a disposizione dell’Associazione Amici di Brera e dei Musei Milanesi. Con le edizioni VFNO 2012, in seguito al terribile sisma che ha colpito l’Emilia Romagna, Vogue Italia è sceso in campo per le zone coinvolte e grazie alle vendite di Milano, Roma e Firenze, i fondi sono stati impiegati per iniziative rivolte all’infanzia e all’adolescenza: sono stati destinati al Comune di Finale per il ripristino del polo scolastico, al reparto pediatrico dell’ospedale di Carpi per l’acquisto di attrezzature – in particolare di una macchina ecografica per eco prenatale – e al Comune di Mirandola per la gestione di una nuova sezione della Scuola dell’infanzia Sergio Neri e per il progetto della scuola media F.Montanari “Scuola aperta per ricominciare”. Grazie ai fondi raccolti nell’edizione 2013 è stato riqualificato il campo sportivo, gli spogliatoi e l’area verde annessa nel quartiere Quarto Oggiaro, a Milano. Nell’ultima edizione del 2014, i fondi sono stati devoluti ai centri comunali di formazione e per l’inserimento nel mondo del lavoro di ragazzi in difficoltà, “Milano Ti Forma Fleming e San Giusto” e a “Differenza Donna”, l’Associazione che si rivolge alle donne oggetto di violenza e in condizione di disagio e ai loro figli minori, mettendo a disposizione centri di accoglienza Solidea della provincia di Roma.

Attraverso il sito http://vfno2015.vogue.it, i punti vendita possono confermare la loro adesione per entrare a far parte ufficialmente del circuito dell’evento. Il sito sarà poi costantemente aggiornato con le novità dell’edizione 2015.

Partner dell’edizione 2015 sono Martini, illy, Banca Popolare di Milano, QVC, vente-privee, Samsung e Lancia.

Partner di iniziative speciali sono invece: Tempo, Nastro Azzurro e Discoradio.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Wired Next Fest 2015, appuntamento a Milano dal 21 al 24 maggio con l’innovazione

- # # #

Dopo il successo della scorsa edizione torna a Milano il Wired Next Fest. L’appuntamento di quest’anno, in concomitanza con l’Expo 2015, rappresenterà a tutti gli effetti il Fuori Expo dell’Innovazione. Con il patrocinio del Comune di Milano, l’evento rientra nel calendario ufficiale di Expo In Città.
 
La terza edizione del Festival concepito e diretto da Massimo Russo si terrà anche quest’anno ai Giardini Indro Montanelli di Milano dal 22 al 24 maggio con un appuntamento pre-festival il 21 sera. Quattro giorni, ad ingresso libero, all’insegna della conoscenza, del sapere, ma anche del divertimento, per essere proiettati in un futuro sempre più vicino.
 
 
Tantissimi gli ospiti coinvolti anche quest’anno, oltre 120, provenienti dal mondo della scienza, della tecnologia, dell’economia, del digitale, della politica, dell’intrattenimento, della cultura e della società. Dal premio Nobel per la pace Shirin Ebadi, al cantante e re di facebook Gianni Morandi, dallo scrittore Roberto Saviano, a Edward Snowden simbolo del Datagate, ma anche Gino Strada, Subsonica, Andrew Keen, Zerocalcare, Yadin Kaufmann, Maccio Capatonda con Herbert Ballerina e Ivo Avido, Paolo Cirio, Favij & Clapis, Federico Grom, Salim Ismail, Marracash, Fabrizio Pulvirenti, Nerio Alessandri, Antonio Spadaro, Gianfelice Rocca, Andrea Accomazzo, Davide Scabin, Amina Sboui e molti altri personaggi che comporranno il cartellone di quello che è diventato uno degli eventi più attesi dell’anno.
Laboratori, workshop, videogame, droni, robot, speed-date sul lavoro, maratone sul coding e sullo sviluppo di app, attività per le scuole, stampa 3D, anteprime cinematografiche, esibizioni live e tre concerti serali con SBCR dj set (The Bloody Beetroots) vs Salmo giovedì 21, Saint Motel venerdì 22 e un terzo concerto previsto per sabato 23.

 

articoli correlati

MEDIA

Nuova veste e nuovo concept per GQItalia.it con un maggiordomo speciale

- # # # # #

È online il nuovo GQitalia.it, il sito del mensile GQ – Gentlemen’s Quarterly – di Condé Nast che adesso si ispira ai caratteristici sport-bar newyorkesi, ricreando un’atmosfera in cui l’uomo si trova a proprio agio, dedicandosi alle sue passioni e godendo un’esperienza dedicata ai propri interessi più reali. Tra le novità spicca Alfredo, un vero e proprio maggiordomo del sito, che accoglie l’utente sulla piattaforma guidandolo in modo curioso e divertente. Maggiore spazio è riservato allo Sport, attraverso notizie, foto, video, giochi e classifiche aggiornate in tempo reale. Queste ultime sono poi tradotte in dati statistici e ragionati in una sezione di indicatori sintetici e di infografiche: GQNumbers. Spazio anche al gossip con GQBomba, una sezione fatta di opinioni dissacranti in cui una serie di personaggi noti instaurano conversazioni con la rete lanciando temi e dibattiti su eventi e fatti di attualità.

“Abbiamo disegnato il nuovo GQ.com pensando a una sorta di sport-bar all’americana, una lounge con le luci giuste e con un grande bancone circondato da schermi con partite e memorabilia di ogni disciplina, per chiacchierare tra uomini delle cose che gli uomini amano davvero: commentare i risultati, discutere di tattica sportiva, scherzare, discettare sulla cultura pop di serie televisive e giochi, di nuovi gadget e tecnologia in genere, di business, di signore e signorine, di musica saporita, di abbigliamento per tutti i giorni e per il weekend, di cibo e vini e drink, e molte altre cose. E’ un luogo che non esisteva prima nel panorama editoriale non solo italiano e che ora c’è, come quando -passando per una via della tua citta’- noti un nuovo locale accogliente dove prima c’era un bar senza uno stile speciale. E inizi ad andarci sempre di piu’, fino a che non diventa il posto preferito per te e tutti i tuoi amici” così Carlo Antonelli, direttore di GQ.

“Con GQItalia.it abbiamo voluto realizzare un prodotto che non c’era, portando su tutti gli schermi digitali gli universi delle passioni dell’uomo, dallo sport allo stile, fino al lifestyle e molto altro. In questo modo intendiamo crescere ancora nel maschile nel contesto dell’esplosiva crescita digitale che ha portato il network Condé Nast ad una audience complessiva di oltre 12 milioni di utenti censuari al mese in meno di un anno. Nel caso di GQ il nostro obiettivo è di raddoppiare da subito il traffico mensile, oltre il milione di utenti unici censuari”, dice Marco Formento, Senior Vice President Digital.
“Il nuovo sito si propone di interagire non solo con gli utenti ma anche con gli inserzionisti attraverso un nuovo approccio fatto di contenuti, design e formati pubblicitari. Gqitalia.it è stato sviluppato all’insegna della sperimentazione ponendosi come obiettivo l’ampliamento del bacino degli inserzioni, avvicinando nuovi clienti al brand GQ grazie al digital spread: la realizzazione di campagne pubblicitarie con focus nel digitale”, così Romano Ruosi, Senior Vice President Advertising & Branded Solutions.

 

articoli correlati

MEDIA

CN Live!, Condé Nast debutta con una nuova videoplatform dedicata all’entertainment

- # # #

Condé Nast Italia presenta oggi CN Live!: un nuovo brand dedicato al mondo dell’entertainment e del lifestyle che abbraccia le potenzialità del video. Al quartier generale di Piazza Castello hanno progettato una pure videoplatform innovativa, qualitativamente verticale, nel pieno rispetto dell’audience. Grazie a un design coinvolgente, responsive e multiscreen, i contenuti sono raggiungibili da pc, tablet, smartphone e smart tv e anche dai social network: facebook.com/condenastlive e per Twitter @condenastlive. CN Live! permette inoltre la piena valorizzazione dell’intero archivio video Condé Nast – ricco di contenuti fino a ora inediti – giocando un doppio ruolo: da un lato come nuova piattaforma digitale indipendente, dall’altro diventando un propulsore di sviluppo dei contenuti video all’interno di tutta l’offerta digitale Condé Nast.

Il progetto rappresenta una nuova sfida editoriale che si arricchisce di un nuovo ventaglio di partnership e advertising. Nove le aree tematiche di CN Live!: News, Musica, Celebrities, Fashion, Tech, Lifestyle, Tv, Cinema e 3Minutes. Proprio 3Minutes è il primo esempio di nuovo format proprietario, con la produzione esecutiva di Zodiak: un contenuto della durata di tre minuti, un racconto monografico, diviso in tre capitoli, dedicato a un personaggio della moda, del cinema, della musica, della cultura e dello sport, per una proposta esclusiva e personalizzabile.

Tra gli accordi già siglati c’è quello con SingRing by DigitalBees, che contribuisce all’arricchimento del canale Music. E ancora, grazie alla partnership con Rai Cinema, CN Live! offrirà ai propri utenti una serie di importanti docufilm, tra cui “Enzo Avitabile Music Life” di Jonathan Demme, “Dante Ferretti – Scenografo Italiano” in omaggio agli Oscar 2014, e “Prove per una tragedia siciliana” di John Turturro e Roman Pask. E proprio con Rai Cinema è allo studio un canale dedicato alla promozione del cinema italiano, dove distribuire pillole in preview dei film in uscita, clip di making of e serate in anteprima. Nello stesso ambito, debutta Cinema Live che ospiterà un’area sviluppata in collaborazione con CHILI, la più ricca videoteca online con circa 3 mila film, tutte le Prime Visioni e a breve con le più importanti Serie TV. CHILI offre il servizio video streaming e download su tutte le Smart TV, su tutti i pc, sui tablet e gli smartphone. Anche laeffe – canale 50 della TV digitale terrestre di Feltrinelli – entra nel palinsesto di CN Live! grazie a una media partnership tra Vanity Fair e il programma “Per dieci minuti” di Chiara Gamberale: l’intero daytime, venti episodi da quindici minuti ciascuno, è in onda sulla piattaforma video a partire dal 18 marzo prossimo.

Particolarmente interessante è il Dream Mixer, il “generatore di playlist emozionali”: un tasto magico in grado di creare liste di video personalizzate sulla base del mood espresso dall’utente, che ha anche a disposizione un profilo personale dove salvare, trovare e organizzare i propri contenuti preferiti.

La proposta commerciale integrata e fortemente innovativa offerta ai partner risponde agli stessi criteri di innovazione e user experience della piattaforma: formati tabellari impattanti quali masthead, pre-roll e sponsorship delle categorie; sponsorship di branded pages che consentono l’immersione di video advertising all’interno di pagine personalizzate; progetti di branded content, veri e propri progetti video realizzati ad hoc, con l’utilizzo di nuovi format quali Type e Timelapse ADV.

“CN Live! punta a diventare la più grande videoplatform italiana, con l’obiettivo di raggiungere 5 milioni di utenti nel primo anno. Per il suo ingresso nel panorama dei contenuti video, Condé Nast, con il DNA di alta qualità, innovazione e sperimentazione che da sempre la contraddistingue, ha l’ambizione di diventare il punto di riferimento per gli utenti che cercano contenuti video di immediata fruibilità, nuovi e interattivi. Per il mercato, CN Live! è un nuovo media per parlare a un’audience qualificata e ricettiva” così Fedele Usai, Deputy General Manager Condé Nast.

“Siamo orgogliosi di portare sul mercato CN Live!, un prodotto totalmente inedito per Italia, sia per la straordinaria qualità del design, sia per l’ampiezza di contenuto. L’heritage di Condé Nast è da sempre fondata sul potere e la forza delle immagini, forza che ora sentiamo di potere declinare anche in video format digitali. Non sorprende dunque la qualità dei partner che fin da subito hanno aderito e sostenuto il progetto” dice Marco Formento, Vice President Digital Condé Nast.

articoli correlati