BRAND STRATEGY

Spy compie un anno e si rinnova: tante nuove rubriche e una campagna TV e radio

- # # #

Spy celebra il suo primo compleanno con diverse novità, per soddisfare i propri lettori offrendo un prodotto sempre più utile, ricco e completo. A partire dal numero in edicola questa settimana, il magazine del Gruppo Mondadori dedicato ai segreti dello star system amplia i propri contenuti con nuove rubriche di servizio firmate dai volti televisivi più amati dal pubblico, accompagnando questo rinnovamento anche con un restyling grafico.

“A un anno di distanza dall’uscita in edicola, Spy si regala un abito nuovo e un nuovo format: oltre al gossip, infatti, i nostri lettori troveranno articoli di cronaca e di costume, tante nuove rubriche firmate da volti noti della tv”, ha dichiarato il direttore Massimo Borgnis. “In più una sorpresa dedicata agli appassionati di cucina: le ricette a cura di GialloZafferano, il più celebre sito di cucina d’Italia”.

Da questa settimana si moltiplicano gli appuntamenti fissi sulle pagine di Spy, con le pillole di economia domestica di Titti e Flavia di Detto Fatto, i consigli sulla previdenza e le pensioni dell’esperto del Tg5 Bruno Benelli e gli approfondimenti medici del dottor Pierluigi Spada di Tutta Salute di Raitre. Spazio anche alla cura delle piante con i suggerimenti di Luca e Daniela Sardella, conduttori di Parola di pollice verde su Rete 4 e a una nuova sezione cucina con le ricette di GialloZafferano, il sito di cucina più amato dagli italiani.

Cuore di Spy ogni settimana resteranno le storie, gli scoop e i retroscena delle celebrity e dei personaggi del mondo della tv e dello spettacolo che appassionano gli italiani, raccontati con lo stile inconfondibile e bene informato che caratterizza il magazine, rinnovato anche nel look a favore di una maggiore leggibilità e chiarezza. Non mancheranno infine le sezioni dedicate ai programmi televisivi, alla moda e al beauty.

Il lancio del nuovo Spy è sostenuto da un articolato piano di comunicazione, pianificato su diversi media: dallo spot tv (on air sulle reti Mediaset, Discovery, Fox) e radio (sulle emittenti R101, Radio Italia, Radio 105, RMC, Radio Subasio), stampa, siti del Gruppo, fino ai punti vendita e e alla GDO.

Filo conduttore della campagna adv il claim “Peccato non leggerlo!”, che contraddistingue il magazine fin dall’esordio.

articoli correlati

AZIENDE

Radio Deejay compie 35 anni. Successo sui social e Sold out al Pala Alpitour di Torino

- # # #

Radio DEEJAY a Torino

Dopo il grande successo al forum di Assago a Milano e al Palalottomatica a Roma, anche la data della festa di compleanno di Radio Deejay a Torino, mercoledì 1 febbraio dalle ore 21.00 al Pala Alpitour, è andata sold out in pochissimi giorni.

Gli ospiti che affiancheranno sul palco tutti gli speaker della radio non sono ancora stati annunciati ed è grande l’attesa. Gli ascoltatori sanno che lo spettacolo sarà un’esperienza indimenticabile, è il momento in cui incontrare dal vivo i personaggi che li accompagnano quotidianamente in macchina, in ufficio e anche sul proprio mobile.

“I nostri ascoltatori riescono sempre a sorprenderci, quasi a commuoverci. Fossimo una rock band probabilmente avremmo pianificato due, se non tre date consecutive. Ma siamo una radio, che vive sempre il momento. E dev’essere speciale, unico, irripetibile”, ha commentato Linus.

Radio Deejay conferma il successo anche sui social e celebra due milioni di like su Facebook proprio in questi giorni, al secondo posto tra le radio nazionali in Italia, oltre a confermare il maggior numero di followers sui canali ufficiali Twitter (2.21mln) e Instagram (333mila).

La festa di Radio DEEJAY sarà on air in radio e si potrà seguire in tempo reale su Facebook.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Media World festeggia i suoi 25 anni in Italia con Cayenne

- # # # # # # #

25 anni forever media world

Media World, l’azienda del Gruppo Media-Saturn festeggia i suoi 25 anni con una nuova campagna firmata Cayenne, l’agenzia che accompagna il brand dal 1999.

Il concept di campagna, 25 Forever con Media World, mette al centro lo spirito dei 25 anni, l’età in cui libertà e spensieratezza si uniscono all’indipendenza, creando le condizioni ideali per godere al meglio del divertimento e di tutte le opportunità che la tecnologia ci offre.

Anticipato con una domination nella Stazione Centrale di Milano, il concept è stato lanciato l’8 gennaio con uno spot multisoggetto pianificato su tutte le emittenti nazionali, e accompagnerà Media World per tutto l’anno. La campagna prevede pianificazione su tutti i mezzi: TV, radio, affissione, web, con una sezione del sito dedicata, stampa e punto vendita.

CREDITS

Direzione creativa: Stefano Tumiatti, Matteo Airoldi
Coppia creativa: art director Andrea Pioppi; copy Alberto Pascazio, Evelin Loprete
Head of planning: Davide Della Pedrina
Reparto Account: Paola Rossi, Caterina Buffa di Perrero, Rossana de Rosa
Digital Project Manager: Carla Lomeo
Casa di produzione: Soho What
Regia: John Barber
Musica: Ferdinando Arnò
Audio: Quiet, Please!

articoli correlati

AZIENDE

Per i suoi 15 anni Integra Solutions celebra con un video il valore della comunicazione

- # # # #

Comunicare è vita: in queste poche, significative parole si riassume la filosofia di Integra Solutions, l’agenzia di comunicazione forlivese guidata da Francesco Ferro che festeggia i suoi primi 15 anni di vita.

Per celebrare questo anniversario, l’azienda ha creato una narrazione con un video dal forte impatto emozionale e che richiama i valori che ne caratterizzano il lavoro quotidiano. Perché, appunto, “Communication is life”, come recitano il claim della campagna lanciata in questi giorni dall’agenzia e il video (che ne riassume mission e vision).

“Oggi comunicare, oltre che capacità tecnica, è responsabilità: le organizzazioni”, afferma Francesco Ferro, Direttore e Socio Fondatore di Integra Solutions. “Ci affidano i loro brand e questo comporta grande senso di umiltà e di responsabilità, oltre a un profondo allineamento con i valori aziendali che permette di passare ad una comunicazione che abbia un’anima. Il nuovo paradigma, al quale ci stiamo affacciando, è quello della “strategic brand reputation” in cui a guidare sono i contenuti di valore”.

“Communication is life” diventa così parte integrante dell’identità dell’azienda, rinnovata nel marchio, ed è al centro anche del nuovo sito internet: uno strumento totalmente rinnovato nel quale ampio risalto viene dato alle referenze e dove sono riportate, grazie agli oltre 150 clienti dell’agenzia raccontati attraverso le case histories, le forme in cui la comunicazione è stata interpretata da Integra Solutions in questi 15 anni.

Insieme al nuovo sito web e a una rinnovata comunicazione che coinvolge anche i canali social dell’agenzia, il 15esimo anno di Integra Solutions proseguirà con il lancio, nelle prossime settimane, di nuovi servizi in ambito digitale: una scommessa per il futuro, sulla quale l’agenzia ha deciso di investire per fornire una consulenza sempre più completa e all’avanguardia ai propri clienti, attuali e futuri.

articoli correlati

MEDIA

Un anno di “eventi” per il 130° compleanno del Resto del Carlino

- # # # # #

130 anni fa nasceva “Il Resto del Carlino”, uno tra i più antichi giornali italiani, profondamente legato al proprio territorio, alla “sua” Emilia Romagna ed alle “sue” Marche, ma che ha saputo conquistare un respiro nazionale, grazie a collaboratori d’eccezione, fra i quali John F.Kennedy, Giosuè Carducci, Albert Einstein, Indro Montanelli, Giovanni Pascoli, Gabriele d’Annunzio, Giovanni Spadolini.

Per celebrare il compleanno la Poligrafici Editoriale ha deciso di creare una serie di eventi di ampio respiro culturale e di altrettanto ampio coinvolgimento di pubblico, che sono stati presentati oggi nella storica cornice dell’Aula Magna della Biblioteca Universitaria di Bologna, prestigiosa custode della collezione completa de il Resto del Carlino.

Il Direttore Andrea Cangini ha anticipato i contenuti di un ricco calendario di appuntamenti “che vede protagoniste le più importanti realtà culturali, economiche e finanziarie del nostro stimolante territorio”.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Tribe Communication celebra gli 80 anni del Consorzio del Parmigiano Reggiano

- # # # # # #

Nel’ormai lontano 26 luglio 1934 i produttori del Parmigiano Reggiano si riunirono per fondare il Consorzio, con l’obiettivo di distinguere il formaggio “grana tipico” dagli altri che venivano confusi con il Parmigiano Reggiano.

Da allora il Consorzio ha continuato a difendere in tutto il mondo il marchio e i produttori dalle imitazioni e contraffazioni, tutelando i consumatori e promuovendo la conoscenza del prodotto, in modo da dare a tutti i potenziali consumatori gli strumenti per saper riconoscere il Parmigiano Reggiano nella sua unicità e qualità.

Anche per le celebrazioni degli 80 anni di attività, il Consorzio si avvale del supporto di Tribe Communication che, con un approccio strategico e in affinità con gli obiettivi dell’anniversario, ha trasferito in comunicazione la tutela dei valori e delle unicità del Parmigiano Reggiano, affermandosi come partner a sostegno delle attività istituzionali, oltre a quelle di prodotto.
Tribe Communication ha studiato gli elementi chiave dell’anniversario: il logo dedicato, il claim “Sapere Antico, Sapore Unico” e il visual commemorativo in grado di coniugare l’aspetto di tradizione e artigianalità con un linguaggio e un’interpretazione moderna e declinabile su più mezzi.
L’agenzia si è occupata della realizzazione di tutti i supporti per la veicolazione del messaggio sia per l’Italia che per l’Estero: dal calendario istituzionale 2014, alla brochure, ai materiali a supporto degli eventi organizzati dal Consorzio, come totem e locandine.

Inoltre Tribe Communication ha ideato quattro soggetti di affissioni disposte in prossimità della sede del Consorzio con la creatività dedicata alla celebrazione dell’anniversario che punta sui “numeri giusti” del Consorzio, per veicolare l’impegno, le persone e la cura che sta dietro ad ogni forma di Parmigiano Reggiano.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Sky festeggia dieci anni in Italia con la firma di 1861United

- # # # # #

Te la ricordi la tv prima di Sky? È questa la domanda che pone la campagna stampa per festeggiare i dieci anni del network televisivo in Italia. La creatività è stata ideata da 1861united, l’agenzia guidata da Pino Rozzi e Roberto Battaglia, i quali aggiungono: “è uno di quegli anniversari che non potevamo assolutamente dimenticare, visto e considerato che questi ultimi dieci anni sono stati i più significativi della nostra vita professionale”.

Dieci anni in cui Sky ha cambiato non solo la Tv ma il vero e proprio modo di viverla. Grazie soprattutto alle grandi innovazioni come My Sky e Sky Go che hanno permesso di andare oltre il palinsesto televisivo e avere una TV ai nostri comandi dove decidiamo cosa vedere, quando vederlo e dove vederlo.

I protagonisti della campagna sono gli abbonati ai quali è affidato il racconto in prima persona di come hanno vissuto sulla loro pelle questi ultimi dieci anni e la grande rivoluzione di Sky. Tutto quello che non potevano fare con la Tv e tutto quello che, invece, hanno oggi. Finiremo per chiederci se sono passati solo 10 anni o molti di più.

Firmano la campagna, sotto la direzione creativa di Mario Esposito e Massimo Verrone, il copy Riccardo Di Capua e l’art Veronica Ciceri. Client Director Marta Di Girolamo, Account Executive Manuela Baietta. Fotografia e post produzione, Andrea Melcangi e Livello 6. Art buyer del progetto è Maria Benenati.

La campagna è pianificata su Sky Life per i mesi di Luglio e Agosto.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Special Glue raddoppia con Collistar. Limited edition per i 30 anni del brand

- # # # # # #

Special Glue, agenzia di eventi e di attività di social media marketing, consolida il suo rapporto lavorativo con Collistar organizzando una seconda attività promozionale sempre per festeggiare i 30 anni della famosa azienda di cosmesi italiana. Iniziato sabato scorso a Milano e presente oggi a Genova con la seconda tappa, l’evento questa volta sarà veicolato all’interno del department store la Rinascente.

Special Glue ha immaginato di far partecipare le persone al compleanno di Collistar attraverso l’utilizzo di tre promoter (le Birthday Girls) che consegneranno un vero e proprio invito cartaceo dorato conducendole  così al corner Collistar all’interno del punto vendita la Rinascente per ricevere un regalo. In particolare una ragazza indosserà un costume scenografico con una gonna a cupcakes che richiama la comunicazione presente sull’invito.

Collistar in occasione dei suoi 30 anni ha creato una Collezione Anniversario a edizione limitata, riproponendo cinque dei suoi prodotti iconici  ma in versione gold dove l’oro è presente nel packaging e in alcuni casi anche nella texture. Il fil rouge che lega l’intera collezione viene riproposto anche nell’abbigliamento delle  Birthday Girls che dovranno catalizzare l’attenzione fuori dal punto vendita.

L’attività  toccherà le seguenti città italiane e durerà 3 giorni per ogni tappa:
– 16, 17 e 18 maggio –  la Rinascente di Genova
– 23, 24 e 25 maggio –  la Rinascente di Piazza Fiume a Roma
– 31, 1 e 2 giugno – la Rinascente di Galleria Alberto Sordi a Roma
– 7, 8 e 9 giugno –  la Rinascente di Piazza della Repubblica a Firenze
– 13, 14 e 15 giugno –  la Rinascente di Padova.

In concomitanza con questo evento prosegue l’attività di street marketing con Collistar, sempre organizzata da Special Glue, presso i punti vendita Sephora. Di seguito le tappe:
–  21-26 maggio Firenze – Campi Bisenzio
–  11-16 giugno Cagliari

Il team di Special Glue che ha elaborato il progetto è composto da Valentina Monopoli, business manager e strategist dell’agenzia, Federico Rava, responsabile di produzione e Chiara Iacomucci, project manager.

articoli correlati

AZIENDE

Red Cell celebra la nuova Aventador e i 50 anni di Lamborghini

- # # # # #

Una nuova motorizzazione da 720 CV, un design più aggressivo, una verniciatura il cui nome, Giallo Maggio, è un tributo sia al colore preferito dai clienti Lamborghini, sia al mese in cui la casa automobilistica fu fondata, nel 1963: queste le principali caratteristiche della nuova Aventador LP 720-4, una serie speciale per il 50° anniversario Lamborghini prodotta in appena 100 esemplari.

Nel video teaser, ideato da Red Cell per presentare la supersportiva al Motor Show di Shanghai, vediamo per la prima volta nella comunicazione Lamborghini la presenza di una componente umana: un padre e un figlio che, in un gioco di sorprese e ricordi, ci raccontano il valore che ha assunto il brand di auto bolognese nell’immaginario comune. Ma la vera protagonista è ovviamente l’auto, che non viene mai mostrata del tutto, ma solo attraverso inquadrature veloci e aggressive che ne esaltano i nuovi dettagli, come i paraurti anteriore e posteriore completamente ridisegnati o gli straordinari interni. Una seconda versione del film, pensata per il web, termina con un’inquadratura che svela l’auto nella sua interezza, e in pochi giorni ha già raggiunto più di 59.000 visualizzazioni su YouTube.

Per Red Cell, sotto la direzione creativa di Roberto Vella e Stefano Longoni, hanno lavorato Sergio Copetti, Francesco Sgritta, Federica Medori e Andrea Pinca. Il video è stato prodotto da New Havana, con la regia di Andrea Cecchi e  la fotografia di Renato Alfarano.

articoli correlati

AZIENDE

Italo compie un anno e festeggia insieme ai suoi clienti anche con una campagna TBWA\Italia

- # # # # # # #

La campagna web pianificata su YouTube mette in evidenza come anche in un solo anno di vita si possano raggiungere straordinari risultati. Il film mostra un papà che sta cercando con difficoltà di montare un mobile in presenza del figlio di un anno. Quando lui si allontana per pochi minuti, torna e trova il figlio che armeggia al posto suo e stupito scopre la straordinaria costruzione realizzata dal bambino. “A un anno si possono fare grandi cose” è il claim.

La campagna stampa invece celebra il primo compleanno di Italo ringraziando i 4 milioni di viaggiatori che hanno scelto Italo durante i suoi primi 12 mesi di vita. L’annuncio rappresenta una festa di compleanno a sorpresa organizzata dai suoi clienti. Su tutti i mezzi, verrà promosso il concorso “vinci un anno gratis con Italo”.

La campagna è stata realizzata da TBWA\Italia che, per questo cliente, si avvale della collaborazione della creative farm HMNS. La direzione creativa è di Francesco Taddeucci e Luca Albanese. Copywriter: Martina Ricciardi (stampa) e Pablo Granatiero (video), art  director Alessandro Palmieri. Fotografo: Mario Ermoli. Client Service Director: Paola Mostile con la collaborazione di Maria Luisa Iasiello e Filomena Pontieri. Direttore Planning Strategico: Marina Belli. Industrial Strange –  Head of tv Department & talent: Renato Fontana, Producer, Marco Vignale. Casa di produzione: Il Polimorfo. Regia: Davide Caucci. Centro media: Carat.

articoli correlati

AZIENDE

Lumen festeggia i 10 anni e lancia “ArtProLogo”

- # # # # # # # #

Lumen ha festeggiato lo scorso 23 aprile i suoi dieci anni di lavoro e impegno costante nell’innovazione dedicata ai brand. “Siamo partiti 10 anni fa con l’obiettivo di creare qualcosa di nuovo sul  mercato”, spiega Pietro Rovatti, Socio Fondatore di Lumen. “Non avevamo l’ambizione di emulare i grandi gruppi ma di diventare una boutique creativa, che mantenesse quell’allure di artigianalità e professionalità in grado di fare la differenza. Eppure in soli 8 anni siamo diventati la quarta agenzia di brand in Italia, e da due manteniamo solidamente la nostra posizione”. Due parole descrivono bene questo successo: talento e internazionalita. “Sin dall’inizio – continua Rovatti – io e Drew Smith (l’altro socio fondatore, di origini canadesi) abbiamo puntato molto sulla ricerca di telenti internazionali e oggi sono ben 13 le nazionalità che ci rappresentano”.

“Dopo 10 anni – interviene Drew Smith – non parliamo più di prodotti ma di brand experience, siamo partiti in 4 e ora siamo più di 50, la tecnologia è diventata una compagna insostituibile della nostra vita”. Oggi si sprecano parole sul futuro dei giovani, ma forse le imprese dovrebbero dare il loro contributo per costruire questo “futuro” che rappresenta la sopravvivenza delle imprese stesse. “Non puoi essere creativo se non sei ottimista – continua Smith – non puoi creare qualcosa di nuovo e di bello se non credi nel futuro”.

Lumen, che da sempre cerca di contrastare la convenzionalità e il banale, puntando proprio sulla ricchezza del confronto tra giovani talenti, ha presentato “ArtProLogo”, un concorso che vuole diventare una piattaforma per far emergere nuovi talenti nell’ambito artistico, del design, della comunicazione e dell’architettura. Un appuntamento fisso che Lumen proporrà, legandosi ogni anno a un istituto di design e comunicazione diverso. Per il 2013 l’agenzia ha scelto come partner l’Accademia di Belle Arti di Brera e, grazie a questo progetto, i giovani artisti avranno l’opportunità di lavorare con Campari, realizzando opere originali che abbiano come ispirazione la Red Passion, concept che caratterizza da sempre il rosso protagonista dell’aperitivo italiano.

Le opere realizzate saranno esposte in una mostra realizzata all’interno degli spazi dell’Accademia di Brera e pubblicati nel relativo catalogo. I vincitori saranno premiati con borse di studio, un viaggio in un centro culturale europeo e uno stage retribuito presso Lumen. La premiazione si svolgerà nel mese di settembre 2013 presso l’Accademia di Brera, proprio in occasione dell’inaugurazione della mostra. In seguito si terrà anche una tavola rotonda a cui parteciperanno opinion leader, critici, aziende e diversi rappresentanti del settore. Presidente del concorso sarà Professor Arturo Dell’Acqua Bellavitis, Rettore della Scuola del Design al Politecnico di Milano e presidente della Fondazione Museo del Design Triennale.

Lumen, che ha chiuso il 2012 in crescita con 4 milioni di fatturato, punta nel 2013 a sviluppare il business internazionale, forte della sua presenza in aree chiave del mondo come Londra, San Paolo e Hong Kong.

articoli correlati

AZIENDE

L’acqua Perrier compie 150 anni. Omaggio a una storica icona

- # # # # # # #

Perrier è oggi l’acqua minerale frizzante leader di mercato a livello globale. Un primato che deriva dal suo gusto esclusivo e dalla sua iconica bottiglia, simbolo di 150 anni di successi.  Famosa in tutto il mondo per le sue bollicine, l’acqua Perrier sgorga da oltre 120 milioni di anni dalla Source des Bouillens, una fonte naturale della pianura della Linguadoca nel sud della Francia. A generare le bollicine tipiche della Perrier, un processo 100% naturale: l’acqua piovana, infiltrandosi nel sottosuolo, incontra i gas vulcanici per poi sgorgare dalle fessure del terreno come se bollisse. Una caratteristica che, oltre a donare un gusto inconfondibile all’acqua, dà il nome alla fonte: “Les Bouillens” – “acque bollenti”, in francese. Un’oasi  di 8649 ettari, che si mantiene interamente incontaminata negli anni grazie a un’attenzione maniacale nel processo di raccolta dell’acqua e di mantenimento dell’ambiente circostante. Basti pensare che nei 2.471 ettari di terreno agricolo vicino alla sorgente, gli agricoltori locali coltivano prodotti biologici senza l’utilizzo di fertilizzanti artificiali o pesticidi.

 

La storia
La Perrier si è più volte intrecciata con episodi storici: dalla decisione di Annibale – 218 a.C. – di accamparsi in un posto che in seguito sarebbe stato chiamato “Les Bouillens”, dopo aver attraversato la Spagna con il suo esercito alla conquista di Roma, all’idea di Giulio Cesare – nel 58 a.C. – di costruire una vasca di pietra con degli edifici intorno alla sorgente, per realizzare il primo “centro termale” della storia. Sarà però, Napoleone III, nel 1863, a conferire alla Perrier il “titolo” di acqua minerale naturale, con un decreto che ne riconosce e certifica qualità e caratteristiche. È solo nel 1898 che l’acqua di “Les Bouillens” prende il nome di acqua Perrier, da Louis-Eugène Perrier, in quegli anni unico proprietario della fonte. Dottore, politico ed esperto delle proprietà termali dell’acqua, è stato lui a dedicarsi per la prima volta allo sviluppo di una bottiglia di vetro igienicamente sigillata e pensata per contenere e trasportare l’acqua.

Pochi anni dopo, Louis-Eugène Perrier crea una joint venture con St John Harmsworth, che nel 1903 ne diventa a sua volta unico proprietario. Sarà l’inglese a progettare la forma iconica della bottiglia Perrier, trovando l’ispirazione mentre praticava degli esercizi indiani, che eseguiva per mantenersi in forma. Anche con Harmsworth, la Perrier entra ancora una volta in fatti storici: nel 1905 diventa l’acqua bevuta dai coloni inglesi in India e dalla nobiltà britannica a Buckingham Palace. Un scelta della nobiltà inglese che fa guadagnare a Harmsworth il titolo di “Purveyor by Appointment to his Majesty the King of England”. Nel 1908, in occasione della mostra franco-britannico a Londra, l’acqua Perrier vince il Grand Prix des EauxMinéralesVente de l’Année, un premio assegnato come acqua più venduta dell’anno. L’escalation della Perrier non si ferma quì. Dal 1948 al 1973 la produzione passa da 30 a 150 milioni di bottiglie. La fabbrica, ora conosciuta col nome di “cattedrale”, inizialmente di 6.000 metri quadri, supera 26.000 metri quadri. Nel 1954, lo stabilimento Vergèze diventa un luogo completamente integrato, tanto che tutto viene fabbricato in loco.

 

L’acquisizione da parte di Nestlé
Ma a rappresentare una data storica è il 1992 anno in cui Perrier viene rilevata da Nestlé, formando la Nestlé Waters SA gruppo, ora leader mondiale nella bottiglia d’acqua con circa 70 marchi, tra cui non solo Perrier, Vittel, Contrex, S. Pellegrino, ma anche Nestlé Pure Life, Nestlé Aquarel. Perrier utilizza uno strumento appositamente progettato per il gruppo Nestlé, che analizza l’intero ciclo di vita del prodotto finale e fornisce un criterio multiplo di valutazione ambientale: il Global Footprint ambiente (GEF ISO 14044 strumento accreditato). Come risultato, l’analisi viene sempre eseguita prima dello sviluppo di ogni nuovo prodotto o cambiamenti di imballaggio al fine di garantire il loro eco-equilibrio. Non un caso isolato. Sul versante ambientale infatti, Perrier ha sviluppato iniziative per sensibilizzare l’opinione pubblica circa l’uso ecologico delle acque. In particolare, Perrier supporta Progetto WET, un programma internazionale di formazione per gli insegnanti, che ha riunito 400.000 educatori e diversi milioni di bambini negli ultimi 20 anni per educare le nuove generazioni sulla necessità vitale di preservare le risorse idriche.

 

La pubblicità
Sono innumerevoli le immagini di spot Perrier entrate nell’immaginario comune. Buona parte del merito spetta a Gustave Leven e Jean Davray, quest’ultimo responsabile della pubblicità del marchio Perrier. Un tandem che ha dato luogo ad alcune delle saghe pubblicitarie più interessanti di questo secolo: da quelle mitiche realizzate tra la fine degli anni ’70 e i primi ’80 dall’artista francese Bernard Villemot, a quelle concepite dall’estro creativo di Andy Warhol, figura predominante del movimento della Pop Art.

Nel  2009 Perrier fa il giro del mondo grazie a una saga pubblicitaria, capace di enfatizzare le caratteristiche uniche del brand tramite l’ideazione di una vera e propria fiction, dove la Perrier è l’ultima soluzione di ristoro estremo su un pianeta surriscaldato a tal punto da far sciogliere ogni cosa tutto intorno. Un’altra iniziativa che eleva ancora una volta la gamma di prodotti Perrier a status di opere d’arte da gustare, la Dita Von Tees Limited Edition, modella statunitense ed emblema del burlesque riconosciuta in tutto il mondo.

 

“Mixology by Perrier”
Perrier sa come far parlar di sé nel mondo dei bar e dei ristoranti. Il suo gusto unico, le inconfondibili bolle e la sensazione di freschezza, fanno di Perrier l’ingrediente essenziale nel mondo della creazione dei sapori. Oggi Perrier rappresenta un drink analcolico da bere al naturale o come parte di ingegnosi cocktail, da gustare nei locali più alla moda, nei migliori ristoranti e nei club più esclusivi al mondo. Basti citare l’elegante Bar di Murano di Parigi, l’esotico e trendy Mahiki di Londra, il Goldbar di New York, frequentato da molte celebrità, lo Sky Bar di San Paolo e il Lound bar di Seoul, per citarne solo alcuni.

Una cultura del bere di qualità, dalla quale nasce “Mixology by Perrier”: dei mixati analcolici o leggermente alcolici che seducono e conquistano i locali più cool ed esclusivi del mondo. Creatore è Laurent Greco, Patron della “Liquid Chef” di Parigi, guru della mixologia d’avanguardia e conosciuto per il suo ingegno e la sua professionalità, messi a servizio di Perrier, la più celebre ed esclusiva fra le acque minerali internazionali.

 

Perrier e il tennis
A partire dal 1928, la Perrier ha legato la propria immagine a quella del mondo del tennis, diventandone un vero e proprio emblema. Sono numerose le sue apparizione al Roland Garros, noto anche come l’Open di Francia: dalla sedia dell’arbitro (1989), alla panchina dei giocatori (1994), per arrivare alla sala stampa  in occasione della prima Promo-Presse Perrier, il concorso attraverso il quale si decidono i vincitori dei singoli match e dell’intera manifestazione. Nel 2011, Perrier diventa partner ufficiale del The Legends Trophy, il torneo che riunisce alcune delle più grandi figure della storia del tennis mondiale. A guidare la manifestazione alcuni messaggi chiave, che Perrier condivide in toto: eccitazione, piacere, generosità e creatività.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Perrier lancia “Perrier Secret Place”, il kolossal-game che rende l’utente attore e regista

- # # # # # # #

Guardare attraverso gli occhi di un uomo che sbircia attraverso il buco della serratura o essere invitato da una ragazza a tagliarle l’abito con delle forbici, o ancora, trovarsi catapultato su un ring per una “Pillow Fight” (lotta di cuscini) contro un’affascinante donna. Queste sono solo alcune delle esperienze che è possibile provare su www.perriersecretplace.com: progetto innovativo a metà strada tra gioco di ruolo e film, creato in occasione dei 150 anni di Perrier, dove 60 attori in carne e ossa vivono delle esperienze sui generis in un lussuosissimo appartamento parigino. La novità? A guidare la storia è l’utente, che entra dentro un film vero e proprio per diventarne contemporaneamente regista e player. Come? Con un click, il giocatore entra nei panni degli attori e, passando da un personaggio all’altro, vive le loro esperienze “trasgressive”. Ma non solo. Mentre crea la trama del “suo” film, grazie agli attori l’utente ha la possibilità di muoversi all’interno dell’appartamento per andare alla ricerca della bottiglia segreta nascosta in una delle stanze e aggiudicarsi il premio finale.

Perrier Secret Place è un film interattivo ed esperienziale della durata di un’ora e venti minuti, durante i quali vengono reinterpretati in chiave digital l’esperienza e l’atmosfera degli Speakeasy (letteralmente “parlar piano”): un fenomeno in auge a New York che consiste nella partecipazione a delle feste esclusive all’insegna della trasgressione, avvolte dal mistero e dalla segretezza. Basti pensare che si accede a questi incontri tramite degli ingressi apparentemente comunissimi, come quello di un ristorantino di hot dog o la sala di un barbiere, superati i quali ci si trova in un mondo invisibile dall’esterno.

La produzione del film, durata 18 mesi e affidata alla Fighting Fish di Parigi, è stata possibile grazie a un team di lavoro pensato per realizzare un vero ibrido-interattivo: il regista Lawrence King (che attualmente sta anche lavorando a un suo film), lo scenografo Arnaud XXX, il responsabile del suono Franck Marchal e i Cinema Bizarre, gruppo berlinese formatosi nel 2005, dal quale è tratta la colonna sonora.

Perrier Secret Place prevede 2 premi alla settimana, assegnati a chi sarà capace di trovare, sfruttando i cinque indizi messi a disposizione, una speciale bottiglia Perrier nascosta in una delle sale dell’appartamento. I vincitori delle varie settimane parteciperanno a uno tra gli appuntamenti più trasgressivi al mondo: dai party tipici di Saint Tropez al Capodanno di Sydney, dall’Art Basel di Miami al Carnevale di Rio o alla serata di chiusura della stagione di Ibiza.

Perrier Secret Place è supportato da una strategia digital integrata. Diventando fan sulla pagina Facebook di Perrier (Facebook.com/perrier) si ottengono regolarmente suggerimenti per trovare indizi che conducono alla bottiglia segreta. In parallelo, è possibile partecipare tramite un’applicazione creata ad hoc per iPhone/Android/iPad, che permette di entrare nelle stanze dell’appartamento Perrier per trovare la bottiglia nascosta e aggiudicarsi il premio.

articoli correlati

AGENZIE

Special Glue festeggia i 150 anni di A. Manzoni & C., concessionaria di pubblicità del Gruppo Espresso

- # # # # #

Per la quarta volta Special Glue, agenzia milanese di eventi e di attività di social media marketing, è partner di A. Manzoni & C. Spa nell’ideazione e realizzazione della Convention Interna Manzoni tenutasi il 22 Gennaio al Teatro Franco Parenti a Milano. La A. Manzoni & C. Spa è la prima concessionaria italiana a vocazione multimediale essendo leader o co-leader in tutti i mercati della comunicazione. La convention, che si è rivolta ai suoi dipendenti interni coinvolgendo 300 partecipanti, è stata anche l’occasione per festeggiare i 150 anni di attività  presentando il nuovo logo celebrativo della concessionaria più antica d’Italia.

Tenacia è stato il claim che ha accompagnato la convention a sottolineare la storicità e la bravura per non  aver mollato mai anche in periodi di crisi chiudendo in attivo il 2012 e posizionandosi tra le prime concessionarie di pubblicità in Italia. Relatori della convention sono stati l’Amministratore Delegato del Gruppo Espresso Monica Mondardini, l’Amministratore Delegato Massimo Ghedini e il Direttore Generale Gabriele Comuzzo. Sono intervenuti sul palco lo storico conduttore di Radio DJ e responsabile del settore radiofonico del Gruppo Espresso, Linus e Alessia Marcuzzi in veste di fashion blogger, mentre relatore speciale è stato lo scrittore e giornalista Roberto Saviano.

La Cena di Gala ha avuto luogo allo Spazio Versace a Milano proseguendo con il  concerto di Giuliano Palma e  chiudendo la serata con le DJ di m2o.

Il team di Special Glue che ha elaborato il progetto è composto da Valentina Monopoli, business manager e strategist dell’agenzia, e Federico Rava, responsabile di produzione.

articoli correlati