ENTERTAINMENT

Icat ComMeet del 7 novembre: protagonista è lo Storytelling

- # # #

commeet

Continua a Padova la serie di appuntamenti sulla cultura della comunicazione proposti da Icat ComMeet, la divisione dell’agenzia Gruppo icat dedicata all’aggiornamento delle figure chiave che si occupano di marketing e comunicazione come imprenditori, manager e professionisti.

Il prossimo incontro è previsto il 7 novembre, all’Hotel Sheraton, dove – dalle 17:00 alle 20:45 – si parlerà delle nuove strategie per il rafforzamento della marca attraverso il racconto e l’utilizzo dei nuovi paradigmi di racconto dei brand sia off-line sia on-line.
Un appuntamento chiave per chi vuole migliorare o approfondire una metodologia di comunicazione fortemente coinvolgente, dialogica e ricca di contenuti. Sul tema si confronteranno tre professionisti di elevato profilo: Roberto Ferrari, Direttore della Comunicazione Esterna di Eni, Luca Prina, Direttore Centrale Marketing CheBanca! e Andrea Fontana, AD di Storyfactory, docente e Storytelling Expert.
“Oggi la marca deve entrare in contatto con il consumatore – commenta Claudio Capovilla, Presidente di Gruppo icat – stabilendo un dialogo. Per questo lo storytelling è divenuto sempre più strategico per le imprese e per le istituzioni. Oggi, infatti, parlare della marca attraverso il racconto, utilizzando i canali offline/online e i nuovi paradigmi della narrazione d’impresa, è una delle più importanti opportunità per sviluppare una comunicazione fortemente coinvolgente, ricca di contenuti e valori, in grado di sostenere efficacemente una strategia di branding».

Il programma
Registrazione: 17:00 – 17:20
Introduzione: Albino Ponchio: 17:20 – 17:30
1° Intervento: Andrea Fontana 17:30 – 18:30
Break: 18:30 – 18:45
2° Intervento: Roberto Ferrari 18:45 – 19:30
3° Intervento: Luca Prina 19:30 – 20:15
Dibattito: 20:15 – 20:45

Location
Four Points by Sheraton, Hotel & Centro Congressi
Corso Argentina 5, 35129 Padova (Uscita Padova Est)

articoli correlati

AGENZIE

Gruppo icat lancia Icat ComMeet, divisione dedicata alla cultura della comunicazione

- # # # #

icat commeet

La nuova divisione di Gruppo icat si propone come promotore e driver di una serie di iniziative e progetti dedicati alla cultura della comunicazione, per rispondere all’esigenza sempre più forte delle imprese e degli operatori del settore di migliorare e accrescere le proprie conoscenze e competenze. Il nome stesso indica il metodo e l’approccio: Icat ComMeet, infatti, nasce dalla sintesi fra Comunication e Meeting per sottolineare la centralità dell’incontro e del confronto fra i professionisti sulle esperienze, le tendenze e le novità del settore.

“Icat ComMeet è un progetto ambizioso e decisamente entusiasmante”, commenta Claudio Capovilla, Presidente di Gruppo icat. “L’obbiettivo è farne un think tank per il mondo della comunicazione e un driver culturale di riferimento in Italia. Per questo, a capo del progetto, è stato scelto Albino Ponchio, una persona e un professionista di alto profilo, con una lunga esperienza all’interno di aziende e agenzie e che ha vissuto da protagonista gli ultimi 35 anni della comunicazione italiana ed europea”.

Icat ComMeet propone infatti una serie di eventi dedicati a imprenditori, manager, direttori marketing e professionisti. I filoni tematici: da una parte eventi manifesto, legati ad argomenti chiave della comunicazione, dall’altra eventi pensati come approfondimenti più verticali su specifici settori.
A questi appuntamenti, che inizieranno nell’autunno 2016 e proseguiranno per tutto il 2017, si affianca un’attività che promuove la realizzazione di ricerche, realizzate in collaborazione con importanti università, su quattro ambiti: il mondo B2B, il mercato B2C, il settore Food e il Fashion.

articoli correlati

AGENZIE

Gruppo icat: entra Marta Del Puppo come account

- # # #

marta del puppo

Gruppo Icat, l’agenzia guidata da Claudio Capovilla, amplia il reparto account con l’ingresso di Marta Del Puppo come account executive per la sede di Modena. Si rafforza in tal modo quindi la sinergia fra Gruppo icat e Makkie, che, insieme, attualmente vantano un organico di oltre 55 professionisti.

Classe 1987, laurea in Scienze della Comunicazione a Bologna con una tesi sulla psicologia della comunicazione, Marta Del Puppo ha maturato importanti esperienze in agenzie di comunicazione. In particolar modo la sua attenzione è stata rivolta al settore fashion, sia come account executive sia come account new business.

“La brand partnership con Makkie, anche grazie a Marta, sarà ancora più forte”, commenta Capovilla, “rendendo più capillare la nostra presenza sul territorio, in particolare nel centro nord Italia. L’agenzia sta crescendo e l’inserimento di Marta conferma la nostra volontà di andare controtendenza e di dare opportunità a professionisti preparati ed entusiasti del proprio lavoro”.

articoli correlati

AGENZIE

Gruppo icat e Makkie Communication Lab siglano un’importante brand partnership

- # # # # #

L’agenzia di comunicazione e marketing Gruppo icat ha siglato con Makkie Communication Lab un accordo che prevede la sinergia operativa su progetti di comunicazione integrata. Le due agenzie, infatti, collaboreranno con uno staff complessivo di 49 professionisti e saranno operativi nella nuova sede di Milano, nella centralissima via Santa Maria Valle 3.

Gruppo icat, da quasi vent’anni, è una realtà che offre servizi di comunicazione integrata ad aziende e multinazionali in Italia e all’estero. La promessa per i clienti è semplice e diretta: “il mercato s’innamorerà di te”, come esprime il payoff dell’agenzia. Come? Attraverso progetti su misura, dove intervengono di volta in volta i professionisti dell’agenzia: dalla direzione strategica alla creatività, dallo sviluppo di progetti digital all’organizzazione di eventi, architettura, ufficio stampa e social. L’agenzia è guidata da Claudio Capovilla.

Nata nel 2001, Makkie Communication Lab è un’agenzia web e multimedia, da sempre all’avanguardia nei servizi digitali e di comunicazione per le imprese. Sviluppa soluzioni web su base opensource e custom, integrazione con sistemi informativi, applicazioni mobile e servizi di web marketing, social, SEO, SEM. Il tutto contraddistinto da un’attenzione particolare verso l’efficienza dinamica, l’usabilità di prodotto e la valorizzazione della user experience.

“La brand partnership con Makkie è un’evoluzione importante nel percorso di crescita che Gruppo icat sta compiendo. Innovare e consolidare expertise è da sempre il binomio che contraddistingue il nostro stile, questo significa anticipare costantemente le richieste del mercato e poter contare su gruppo di lavoro affiatato, con professionisti di lunga esperienza. Ciò comporta la possibilità di creare progetti di comunicazione efficaci, che in quasi vent’anni sono stati riconosciuti e apprezzati da importanti aziende di tutta Italia”, commenta Claudio Capovilla, Presidente di Gruppo icat (nella foto a sinistra).

“Da sempre Makkie è concepita come un sistema di integrazione di competenze. Ci piace pensare che il nostro valore aggiunto inizia dove si fermano le classiche web agency. La partnership con Gruppo icat è un ulteriore conferma di questa filosofia. Da anni lavoriamo fianco a fianco su importanti progetti e saper fare sinergia fra le nostre competenze e il loro know-how è di sicuro un’operazione di integrazione importante, che potrà offrire ai nostri clienti soluzioni ancora più articolate e su più livelli, in linea con le più attuali esigenze del mercato”, commenta Giuseppe Ledda, Direttore Generale di Makkie (nella foto a destra).

articoli correlati

BRAND STRATEGY

A Berlino Gruppo icat inaugura il temporary store della Regione Veneto

- # # # # # # #

80 giorni per conoscerci, tutta una vita per amarci. Con questo concept, l’agenzia di comunicazione Gruppo icat ha dato forma a un progetto che porterà per tre mesi – dal 5 marzo al 25 maggio – tutta la storia, l’arte e la cultura del Veneto nel cuore della capitale tedesca. Il temporary è stato presentato in conferenza stampa all’interno dell’ITB di Berlino, la Fiera Internazionale del Turismo, cui è seguito nel pomeriggio il taglio del nastro in Torstraße a Berlino.

“Mitte” in tedesco significa “centro”, ma per chi vive a Berlino “Mitte” è uno dei quartieri più vitali della città, a poche centinaia di metri da Alexander Platz. È qui che per tre mesi i berlinesi potranno conoscere da vicino quello che il Veneto può offrire.

“È un’idea nata internamente all’agenzia e che abbiamo proposto alla Regione Veneto nel corso del 2013”, commenta Massimiliano Rizzi, Responsabile Clienti di Gruppo icat -. Da subito è stata accolta positivamente, perché propone un messaggio forte, unito a una strategia di comunicazione multicanale, che ha come obiettivo principale di inserirsi nella vita quotidiana dei cittadini di Berlino. La location selezionata, Torstraße, è una delle arterie più dinamiche della capitale, frequentata ogni giorno da moltissime persone, soprattutto famiglie. È per loro che il temporary store vuole diventare un punto di riferimento, per far conoscere l’offerta turistica del Veneto attraverso un programma ricco di eventi, degustazioni, incontri che vedranno protagonisti i Consorzi di promozione turistica che hanno aderito al progetto”.

Gruppo icat ha curato tutta la creatività e la strategia di comunicazione per i tre mesi di apertura del temporary store. Il messaggio della campagna, dal forte impatto emozionale, è stato declinato in un visual molto colorato che raffigura un grande cuore con le icone dei simboli del Veneto, come l’Arena di Verona, Venezia e le Dolomiti. Questo concept fa da leit-motiv alle affissioni distribuite nel centro di Berlino e all’allestimento dei locali del temporary. La strategia multicanale – che comprende sito, coinvolgimento di blogger locali attraverso l’hashtag #LoveVenetien, ufficio stampa e attività promozionali one-to-one – rafforzerà, inoltre, il claim della campagna con l’obiettivo di accompagnare i cittadini di Berlino attraverso un percorso che li porterà prima a conoscere il Veneto, poi ad apprezzarlo e, infine, ad amarlo.

“Il turismo è una delle grandi industrie italiane – sottolinea Claudio Capovilla, Fondatore di Gruppo icat – e il Veneto è fra le regioni più amate. Basti pensare che nel 2013 è stato scelto da quasi 16 milioni di turisti italiani e stranieri. Di questi ultimi, il 30% è di lingua tedesca e oltre 2 milioni e 500 mila provengono dalla Germania. Significa che l’offerta turistica del Veneto è già molto apprezzata. Del resto il Veneto offre quello che mi piace chiamare il Made in Italy culturale di alto livello, cioè arte, storia, natura, enogastronomia, benessere, sport. Il progetto del temporary store a Berlino vuole essere una vetrina di tutto questo e molto di più: vuole far innamorare i berlinesi di un regione ricca di suggestioni, di scenari, di proposte”.

articoli correlati