NUMBER

I migliori brand del mondo a livello record: la classifica WPP e Kantar Millward Brown

- # # # #

brand

Le grandi indigestioni di serie e film su Netflix, la condivisione delle nostre esperienze su Facebook, un numero enorme di download di contenuti da iTunes di Apple e da Ali Picture, di Alibaba, hanno contribuito a rendere il 2018 un anno record per la crescita del valore del brand. Questo secondo la classifica BrandZTM Top 100 Most Valuable Global Brands rilasciata oggi da WPP e Kantar Millward Brown. L’uso crescente di tecnologie data-driven – come l’intelligenza artificiale (AI) e la realtà aumentata (AR) – accanto ad approcci di marketing creative, ha permesso a molti brand di acquisire una conoscenza più approfondita dei loro consumatori per offrire loro servizio, contenuti personalizzati e brand experience eccezionali.

 

Una crescita mai registrata prima

Otto dei brand TOP 10 sono tecnologici o attinenti alla tecnologia. Questa categoria continua a dominare il ranking con Google ed Apple che mantengono il primo ed il secondo posto, con un aumento rispettivamente del + 23% con $ 302,1 miliardi di dollari e del + 28% con 300,6 miliardi di dollari. Amazon è risalita al terzo posto davanti a Microsoft, con un aumento del + 49% con 207,6 miliardi di dollari, mentre Tencent è salito al 5^ posto, davanti a Facebook (n. 6), con un aumento del + 65% con 179 miliardi di dollari, recuperando tre posizioni rispetto a classifica dello scorso anno.

Nonostante l’incertezza economica e politica in molte regioni del mondo, quest’anno il ranking evidenzia il maggior incremento mai registrato in termini di valore – quasi 750 miliardi di dollari (+21%). Questo ha portato il valore di Brand di BrandZ Global Top 100 s 4.4 trilioni di dollari; una crescita del 204% su 12 anni (era stata pubblicata la prima edizione nel 2006), il primo anno in cui tutte le categorie hanno segnato una crescita.

 

La Cina sulla cresta dell’onda

E’ stato anche il primo anno in cui i brand non americani sono cresciuti più di quelli americani. Ben 14 brand cinesi sono presenti oggi nella Top 100, rispetto ad uno solo (China Mobile) presente nel 2006. Il valore totale dei Top 10 brand cinesi è cresciuto del 47% rispetto all’anno scorso ed è più del doppio rispetto a quello dei Brand americani (+23%).

Anche altre Regioni del mondo come India e Indonesia, mostrano forti crescite. La classifica mondiale vede sette brand asiatici (esclusi i brand cinesi) che sono cresciuti del 14% raggiungendo un valore di 146 miliardi di dollari. La Banca regionale BCA (al 99 posto) è diventata il primo brand indonesiano che è entrato nella classifica e la new entry Maruti Suzuki entra quest’anno per la prima volta nella Top 10 della categoria Auto.

Brand cinesi all’avanguardia dominano la classifica dei Top 10 Brand in maggior crescita quest’anno, come JD.com (59^) in testa con un impressionante + 94% di crescita del brand value. Alibaba (9^ nel ranking mondiale) secondo in questa classifica, è entrato per la prima volta quest’anno con un 92% di incremento, grazie alla sua espansione globale ed al successo del Singles Day. Il terzo è stato Moutai (34^ nel ranking globale) con un 89% di crescita.

 

I principali trend

Questi i principali trend emersi quest’anno dallo studio BrandZ Global Top 100:

-Il marketing supportato dalla tecnologia, grazie ad Artificial Intelligence e Augmented Realtily, consente ai brand di “rivitalizzarsi e prosperare”, continuando ad essere rilevanti per i consumatori.

-JD.com ed HP sono riapparsi quest’anno (erano nella classifica 2016, ma non in quella del 2017). Il gigante telecom americano Spectrum (27^) guida il gruppo delle New entries, con Uber (81^) ed Instagram (91^). Il brand maggiormente in crescita lo scorso anno, Adidas, è entrato al 100simo posto. Entra anche per la prima volta in BrandZ Top 100 un marchio Indonesiano, la banca BCA, al n. 99.

-Le partnership si sono dimostrate fondamentali perché i marchi hanno cercato nuove modalità per massimizzare l’efficienza. I brand leader hanno continuato ad alzare il livello della customer experience offerta al consumatore in ogni touchpoint, sia online che offline, dal trial alla spedizione, alla consegna, cercando partnership strategiche a lungo termine.

-Il retail è la categoria in più rapida crescita, con un aumento del + 35% del valore negli ultimi 12 mesi, trainata dai marchi ecommerce.

-I marchi tecnologici continuano a dominare e rappresentano più di metà (56%) del valore di BrandZ Top 100

Doreen Wang, Global Head di BrandZ, Kantar Millward Brown, commenta: “I Brand vincenti nell’era del marketing data-driven, come Amazon e Tencent, riescono a mettere il consumatore al centro di ogni loro iniziativa. Questi marchi utilizzano la tecnologia per comprendere i bisogni del consumatore ed usano gli insights appresi per creare un ecosistema di servizi che rispondano a bisogni diversi, abilitando consumer experience integrate fra piattaforme diverse”.

articoli correlati

NUMBER

Banzai secondo nella classifica comScore delle property digitali in Italia

- # # # #

banzai

Secondo l’ultima rilevazione comScore, Banzai con 23,8 milioni di utenti unici al mese e una reach del 63,5% sul totale della popolazione internet italiana, è la seconda property digitale in Italia dopo Google e la prima fra gli italiani. La crescita rispetto allo scorso anno è stata pari al 17,5%, rispetto ad una crescita della popolazione internet italiana del 13,5%.

Banzai passa così dal quinto al secondo posto, trainata soprattutto dall’audience mobile, che sempre secondo comScore, ha raggiunto 15,9 milioni di utenti unici mensili, con una crescita del 34% rispetto ad un mercato in crescita del 25%.

Ottimi i risultati di tutti i principali brand media di Banzai. In particolare Pianetadonna fa registrare quasi 11 milioni di utenti al mese confermandosi leader indiscusso della sua categoria e Giallozafferano, il più noto e apprezzato brand di cucina in Italia, supera i 10 milioni di utenti con una crescita del 16% negli ultimi 12 mesi.

“Siamo chiaramente orgogliosi di questi risultati che premiano la passione e la capacità delle oltre duecento persone che ogni giorno lavorano per offrire ai propri lettori prodotti sempre migliori e che dimostrano concretamente come puntando costantemente sull’innovazione, sulla qualità dei contenuti e sulla squadra sia possibile raggiungere importanti traguardi” ha dichiarato Andrea Santagata, CEO di Banzai Media. “Credo che il nostro team fatto da giovani sviluppatori, web editor, social manager, cuochi di Giallozafferano, professionisti di marketing, rappresenti il principale asset di Banzai Media”. “Tutto questo ci ha consentito di crescere più del mercato dimostrando di sapere eccellere anche nei confronti dei grandi operatori internazionali”

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Webranking by Comprend: Snam sale sul podio, grazie a Bitmama e DNSEE

- # # # # #

 

Snam conquista la seconda posizione del Webranking, la classifica che premia le aziende italiane che comunicano più efficacemente online. L’edizione 2014 della ricerca, realizzata dalla società specializzata Comprend in collaborazione con Lundquist, ha visto il Gruppo conquistare il secondo posto e affermarsi come “best improver”, in virtù del più alto incremento di punteggio rispetto all’anno scorso.
Il prestigioso risultato – che corona un lavoro di progressivo miglioramento – è stato raggiunto attraverso lo sforzo congiunto di bitmama e DNSEE che hanno affiancato il cliente nella fase di analisi, progettazione e implementazione che ha permesso a Snam.it di raggiungere questo traguardo. In particolare bitmama ha seguito gli interventi dedicati agli stakeholders dell’area finanziaria e del mondo della sostenibilità così come ha seguito la riprogettazione dell’area HR. DNSEE ha definito di concerto con il cliente la strategia e la presenza operativa sui canali dei principali Social Network.
Tra gli aspetti che hanno determinato il salto di qualità di Snam rispetto all’edizione precedente, Comprend ha menzionato il “miglioramento delle sezioni Press e Investor Relations, una presentazione del business più dettagliata, il completo rinnovo della sezione CSR, la maggior integrazione dei social media e l’attenzione ai dettagli di un sito funzionale e user friendly”.

articoli correlati

NUMBER

La top 5 dei regali di Natale hi-tech: la classifica SignorSconto.it

- # # # # #

Uno dei settori di maggiore interesse per il mercato degli e-coupon a Natale è quello hi-tech: il 13% degli utenti totali di SignorSconto.it, infatti, ricerca prodotti in ambito tecnologico, mentre il 6% nel più specifico campo informatico. Dagli smartphone alle Smart TV, i distributori online di prodotti tecnologici stanno conquistando gli italiani con un’offerta che unisce qualità e prezzi competitivi e, a tale proposito, SignorSconto.it segnala le migliori occasioni per gli acquisti online in campo hi-tech per questo Natale 2014.

1. Uno smartphone o un tablet rendono sempre felice un appassionato hi-tech: nel 2014 in Italia sono stati registrati oltre 37 milioni di smartphone e 7,5 milioni di tablet. Un business in costante crescita che toccherà il picco nel periodo di Natale. Non è detto che si debbano spendere cifre astronomiche per poter entrare in possesso di un device funzionale, soprattutto se è possibile acquistarne uno tramite e-coupon.

2. Poiché i costi della tecnologia sono spesso superiori al budget di un regalo natalizio, ecco venire in nostro soccorso il mercato degli accessori hi-tech. La cover, ad esempio, è un accessorio di cui ormai è difficile fare a meno per proteggere o abbellire il proprio smartphone. Si tratta ormai di oggetti del desiderio low-cost e ne esistono per ogni gusto: in gomma, pelle, stoffa, alluminio o anche carbonio. Le cover per smartphone hanno invaso il mercato, diventando, in poco tempo, un’occasione di business alla portata di tutti. Se poi la cover è anche personalizzata si può trasformare in un regalo particolarmente gradito.

3. Natale è il periodo più gettonato per andare al cinema, ma un’alternativa interessante sempre più in voga è quella di poter usufruire di tutti i confort di una sala cinematografica nella propria casa: un trend in crescita per queste festività è infatti l’acquisto di Home Cinema sempre più accessoriati. I televisori HD Ready resolution, ad esempio, permettono un’esperienza HD indimenticabile ed economicamente conveniente.

4. Lo smartphone ci segue ovunque ed esistono ormai migliaia di applicazioni che facilitano molte delle attività quotidiane di tutti noi, come ad esempio lo sport. Ormai gli “allenatori virtuali” stanno conquistando mezzo mondo, e anche in Italia dilaga la febbre per le applicazioni che consentono di monitorare l’attività fisica in tempo reale. Per molti, però, portare con sé lo smartphone durante una sessione di running è scomodo ed espone il dispositivo al rischio di cadute o altri incidenti.

5. I droni stanno rappresentando una rivoluzione tecnologica che in breve tempo potrebbe cambiare le vite di tutti noi in campi come quello medico o quello delle consegne a domicilio. Oltre a queste applicazioni professionali, tuttavia, i droni sono sempre più usati anche per divertimento o come supporto hi-tech per hobby come la fotografia e le riprese aeree.

articoli correlati

NUMBER

Google Trends: dalla cronaca nera, al calcio, al compianto Oscar de la Renta

- # # # # # #

Dalla cronaca nera al calcio, dal tempo (o, meglio, maltempo) alla morte di un personaggio famoso: questi i Trends che oggi primeggiano nella speciale classifica Google. Al primo posto purtroppo troviamo la notizia delle analisi che i Ris di Parma stanno effettuando sul cadavere ritrovato a Costigliole d’Asti, che si pensa potrebbe essere la scomparsa Elena Ceste; la scomparsa poi del famoso stilista Oscar de la Renta va a comporre, insieme alle notizie relative al calcio e al maltempo, le maggiori ricerche effettuate oggi.

 

Continua a leggere i Google Trends di oggi su MyMarketing.Net!

articoli correlati

NUMBER

BrandZ Top100 Most Valuable Global Brand: Google scavalca Apple al vertice

- # # # # #

Dopo tre anni consecutivi di dominio incontrastato, Apple scivola dal gradino più alto del podio, riconsegnando lo scettro di brand con più valore al mondo a Google. Parla chiaro la BrandZ Top100 Most Valuable Global Brand redatta da Millward Brown Optimor per conto di WPP, la classifica cioè che stende la lista dei brand con il maggior valore al mondo: a dominare la classifica è ancora una volta la tecnologia, con le prime quattro posizioni occupato da aziende hi-tech, e Google tornata regina globale… (prosegue qui)

articoli correlati

AZIENDE

Due società cinesi entrano tra i “Top 30 Media Owners”. Primo Google che aumenta il distacco

- # # # # # # #

CCTV e Baidu entrano quest’anno nella classifica Top Thirty Global Media Owners, stilata da ZenithOptimedia: è la prima volta che succede a aziende cinesi, affiancando la brasiliana Globo come le uniche società in classifica ad avere la propria base nei mercati emergenti. In assoluto, è Google a capeggiare le classifica, con entrate che superano del 47% quelle del secondo classificato, DirecTV, che segue con qualche lunghezza di distacco. Questo divario si è ampliato rispetto al 39% registrato nella scorsa edizione del report: la funzione principale di Google – quella di motore di ricerca – ha beneficiato della rapida crescita nei volumi di ricerca provenienti da smartphone e tablet. Fra gli altri top five, Comcast conferma il quinto posto dell’anno scorso, mentre Disney va a occupare la terza piazza dopo che News Corporation si è scissa in due linee di business differenti. Una di queste – 21st Century Fox – si piazza al quarto posto nella classifica di ZenithOptimedia, mentre la nuova News Corporation è al dodicesimo posto. Cox Enterprises è salita dall’ottava alla settima posizione e BSkyB è cresciuta, passando dalla decima all’ottava. Bertelsmann è scesa dalla settima alla nona piazza, mentre CBS Corporation è passata dalla nona alla decima posizione.

Tra le new entry, CCTV, la televisione nazionale di stato cinese, entra nella classifica Top 30 al ventitreesimo posto, davanti a Facebook, vantando 22 canali gratuiti e 23 canali pay-tv e pesando per circa un quarto del mercato pubblicitario televisivo in Cina. Baidu si inserisce in ventottesima posizione, davanti a Microsoft. È il principale motore di ricerca nel paese, l’equivalente di Google, che non opera in Cina. Come Google, Baidu si è diversificata rispetto alla sola ricerca di base, offrendo mappe, piattaforme social media, servizi di risposta alle domande degli utenti e molte altre caratteristiche.

Il report Top Thirty Global Media Owners è una classifica unica nel suo genere, stilata sulle più grandi media company al mondo in base alle entrate provenienti esclusivamente dal rispettivi business media, secondo le stime di ZenithOptimedia nel caso si società che non rendono pubblici i bilanci. Tra le evidenze emerse, sica il pezo dell’internazionalizzazione delle imprese: solo sette aziende in classifica si dedicano essenzialmente a un solo mercato: Baidu, CCTV e Globo, con l’aggiunta di Cox Enterprises negli Stati Uniti e le tre aziende giapponesi Asahi Shimbun Company, Yomiuri Shimbun Holdings e Fuji Media Holdings. Altrettanto indicativo il fatto che, con l’arrivo di Baidu, ora ci sono cinque società Internet pure-play fra le maggiori trenta, in crescita rispetto alle quattro dell’anno scorso: Google, Yahoo, Facebook, Baidu e Microsoft, che nel complesso attraggono il 67% dell’investimento pubblicitario globale su Internet. Questo dimostra come il potere sul mercato pubblicitario online sia attualmente appannaggio degli intermediari – aziende che connettono i consumatori al contenuto di cui sono alla ricerca o che li connettono l’uno con l’altro – piuttosto che dai produttori stessi di contenuto. Queste cinque società valgono il 21% di tutte le media revenue generate dalle 30 più grandi media company

In allegato la classifica completa

articoli correlati

BRAND STRATEGY

“Sketches” di Dove trionfa tra gli spot più apprezzati su YouTube

- # # # # #

In attesa del’ormai prossimo Festival della Creatività di Cannes, Google ha reso nota la classifica dei 10 spot più apprezzati su YouTube. La valutazione ha preso in esame alcuni dei segnali di gradimento più significativi espressi dagli utenti su YouTube, nel periodo di riferimento marzo 2012-aprile 2013, tra cui il numero di visualizzazioni, la percentuale di visualizzazione di ciascuna pubblicità, il rapporto tra visualizzazioni organiche e visualizzazioni a pagamento.
Al primo posto si è classificato il commercial “Sketches” di Dove, firmato da Ogilvy Brasile, visibile nel video allegato.
Qui di seguito la classifica completa e i relativi link.

1) Sketches
Brand: Dove
Creative Agency: Ogilvy Brazil
Media Agency: PHD, Mindshare

2) Kobe vs Messi
Brand: Turkish Airlines
Creative Agency: Alametifarika

3) Baby&me
Brand: Evian
Creative Agency: Havas
Media Agency: BETC

4) Surprise Call of Duty Live Action Trailer
Brand: Call of Duty
Creative Agency: 72andSunny
Media Agency: OMD

5) Jeff Gordon
Brand: Pepsi
Creative Agency: TBWA\Chiat\Day
Media Agency: OMD

6) Child of the 90s
Brand: Internet Explorer
Creative Agency: Microsoft with Column Five
Media Agency: Starcom MediaVest

7) PlayStation 4
Brand: PlayStation
Creative Agency: Sony Computer Entertainment North America
Media Agency: Deutsch Inc.

8) Uncle Drew
Brand: Pepsi
Creative Agency: The Marketing Arm/Davie Brown Entertainment (Los Angeles)
Media Agency: OMD

9) GoPro HERO3: Black Edition
Brand: GoProCamera
Creative Agency: GoPro Media Team
Media Agency: PPC Associates

10) Go Google
Brand: Google Drive
Creative Agency: Goodby, Silverstein & Partners
Media Agency: Essence

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Just Eat presenta il premio “Testato & Approvato 2013”

- # # # # # #

Just Eat, il colosso mondiale della consegna a domicilio, presenta la nuova campagna “Testato & Approvato 2013” e annuncia i primi 100 ristoranti premiati in Italia. L’iniziativa è volta a riconoscere i migliori ristoranti sulla base dei commenti rilasciati dagli utenti e punta a incentivare l’interazione tra operatore e consumatori nonché a offrire visibilità agli esercizi commerciali affiliati. Con un processo di monitoraggio iniziato ad Aprile si è giunti ora alla fase finale, che si è conclusa con la premiazione dei primi 100 ristoranti su scala nazionale.

Tre i criteri di valutazione tenuti in considerazione: qualità, puntualità e cordialità, il cui punteggio medio doveva superare il 4 su una scala di valori da 1 a 5. Il punteggio, tramutato in valori decimali, ha permesso la redazione della classifica e la definizione dei vincitori. A questi ultimi l’ottenimento dell’affrancatura “Testato & Approvato 2013” da apporre nella vetrina del locale e un certificato personalizzato, consegnato direttamente da Just Eat.

Ai riconoscimenti indicati si aggiunge il sito dedicato, accessibile all’indirizzo http://blog.justeat.it/testatoeapprovato2013/, che riporta la classifica dei migliori ristoranti in base ai risultati della campagna.

Ogni esercizio riporta indicazioni generali quali la tipologia di cucina e la città di appartenenza, a cui fanno seguito i rating ottenuti. Attraverso un semplice click, inoltre, si accede direttamente al menù ed è possibile localizzare ogni ristorante sulla mappa. Il mini-sito consente di visualizzare la classifica generale, ma anche di segmentarla per città o per tipologia di cucina. Realizzata interamente da Just Eat, questa piattaforma online si aggiunge ai riconoscimenti fisici per incrementare la visibilità dei ristoranti premiati e garantire una via d’accesso preferenziale attraverso link diretti.

La fase di consegna degli attestati si concluderà entro la fine del mese di maggio, mentre il mini-sito dedicato rimarrà online. La campagna, inoltre, continuerà a essere promossa attraverso le piattaforme social di Just Eat quali il blog e la pagina Facebook.

articoli correlati