MEDIA 4 GOOD

McCann Worldgroup Italia e Centro Clinico NeMO donano voce alle persone affette da SLA

- # #

NeMO-My Voice

McCann Worldgroup Italia ha realizzato, in collaborazione con il Centro Clinico NeMO, “My Voice, un esperimento sociale” per dimostrare che la nostra voce ha una bellezza e un’importanza molto più grande di quelle che noi le attribuiamo. E per questo, donarla a chi non ce l’ha più attraverso l’App NeMO-My Voice è un semplice, ma bellissimo gesto.

Cinque persone sono state invitate in uno studio, ignare di quello che sarebbe successo e intervistate con domande di ogni tipo. Tutte hanno poi riascoltato la propria voce e si sono vergognate o hanno espresso un parere negativo. Ma l’esperimento non era ancora finito: quando hanno sentito le proprie voci utilizzate da un malato di SLA, mostratosi davanti a loro per comunicare con una voce vera e umana attraverso il computer, la loro opinione è profondamente cambiata e la vergogna ha lasciato spazio a ben altre emozioni.

Questo esperimento sociale ha come finalità l’invito a scaricare la nuova versione dell’App Nemo-My Voice e registrare #UnaParolaPerNeMO, donandola a chi non ha più una voce a causa della SLA, una malattia neuromuscolare degenerativa che si porta via tutto, anche la voce.

Ogni parola donata andrà ad arricchire un database di voci sul sito per aiutare i malati di SLA a ritrovare parte della propria umanità.

Credits
Client: Centro Clinico NeMO
Direttore comunicazione e raccolta fondi Centro Clinico NeMO: Nicola De Carne
Advertising Agency: McCann Worldgroup Italia
Chief Creative Officer: Alessandro Sabini
Creative Directors: Eoin Sherry, Fernando Dominguez
Art Director: Giorgia Raffaelli
Copywriter: Andrea Piovesana
Graphic Designer: Helena Pinillos
Account Director: Donatella Bizzari
Account Executive: Alessandro Mazzarisi
Producer: Martina Ferdinandi
Production Company: Think|Cattleya
Director: Joana Skiavini
Web Production: Sdm – interactive passion
App Production: Nohup s.r.l.
Social Management: Reprise Media

articoli correlati