BRAND STRATEGY

Centoeventi porta in Italia la street culture di “Sneakerness”. Il 6 e 7 ottobre a Milano

- # # # # # #

Centoeventi

Centoeventi, agenzia di comunicazione strategica parte di SG Company, porta per la prima volta in Italia “Sneakerness”, l’esclusivo format che celebra il mondo delle sneakers combinando moda, lifestyle, musica e reselling. L’agenzia è stata scelta come interfaccia per il mercato italiano grazie alla propria expertise sul territorio e nel settore degli eventi rivolti al target Millennials e Generazione z.

Nato nel 2008 a Berna, Sneakerness è il più grande evento internazionale dedicato agli appassionati di sneakers, che nel 2017 ha registrato oltre 45.000 visitatori, 200 brand e 660 private resellers; con nove eventi in Svizzera e un tour mondiale che ha coinvolto le città di Amsterdam, Berlino, Mosca, Parigi, Varsavia, Colonia, Johannesburg e Rotterdam.

All’interno del White Street Market, il festival milanese dedicato allo streetwear e al fashion svoltosi a metà giugno, i partecipanti hanno avuto l’occasione di assistere a un’esclusiva preview di Sneakerness, che approderà ufficialmente a Milano il 6 e 7 ottobre.

Valorizzare la cultura delle sneakers, abbracciando musica, arte e moda, racchiude in sé concetti e valori importanti, temi di cui si è parlato durante il talk organizzato da Centoeventi “Evolution of design in Sneakers. Sneakers and Pop Culture: Influences, Trend and Icon Brands”.

Il workshop, moderato da Jacopo Pozzati (parte del team di Sneakerness Italia, fondatore di SOTF, Dot Connector & Brand Consultant), ha visto alternarsi sul palco tre importanti ospiti internazionali: Kish Kash, Country Manager di Sneakerness London, Peter Dahlgren (web editor NSS Magazine) e infine Maja Romeike (Senior Product Manager di adidas Originals) che hanno raccontato i loro brand, le loro storie e le loro visioni del mondo della street culture internazionale.

Grazie alla collaborazione con due rinomati stakeholder del settore, Andrea Canziani e Jacopo Pozzati, Centoeventi ha deciso di offrire ad aziende e consumatori una nuova opportunità di incontro e interazione fortemente esperienziale, valorizzando l’importanza del resale market nel mondo, il cui valore attuale si aggira intorno al miliardo di dollari.

“Siamo alla continua ricerca di occasioni e contesti che possano dare risposta alle nuove richieste di un target sempre più esigente e consapevole. Il rapporto tra Brand e consumatori diventa sempre più bilaterale e empatico; da qui la necessità di una continua attività di scounting sul territorio nazionale e internazionale, supportata dalla Company, dedita alla ricerca di format innovativi e in linea con i trend di mercato come Sneakerness. Un evento che diventa un nuovo modello di comunicazione integrata capace di parlare ad un’ampia audience di giovani, appassionati e stakeholder di settore veicolando i valori in cui essi si identificano. La scelta di abbracciare questo progetto è stata dettata dalla combinazione perfetta tra business e entertainment, un grande contenitore funzionale sia per i big brand sia per i private seller”, commenta Dario De Lisi, Chief Strategy Officer di SG Company.

“Dieci anni fa ho avuto l’idea di organizzare un evento dedicato alle sneakers e dopo essermi confrontato con differenti persone riguardo a questo progetto un po’ pazzo, è nato il format Sneakerness. Insieme a Diana, Lukas e Nik abbiamo realizzato nel 2008 a Berna la prima edizione di Sneakerness. Erano gli anni in cui i primi social media come YouTube e Facebook stavano muovendo i primi passi. Di conseguenza Sneakerness si è diffuso rapidamente online e abbiamo ricevuto alcune richieste per replicare l’evento in altre parti della Svizzera. Non ci saremmo mai sognati un simile interesse. Questo successo ci ha super motivati a organizzare l’evento anche oltre confine. Guardateci adesso: nel 2018, Sneakerness sarà presente in circa 10 città. Milano era sulla mia tabella di marcia da molti anni, ma il tempo è la chiave di tutto e finalmente siamo riusciti a portare anche qui l’evento”, conclude Sergio Muster, founder di Sneakerness.

 

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

Centoventi supporta la mission benefica di WAMI, l’acqua etica

- # # # #

WAMI

Centoeventi, l’agenzia di comunicazione strategicamente creativa parte di SG Holding ha sposato i valori dell’iniziativa solidale di WAMI, l’acqua “etica”, offrendo pro bono il proprio supporto volto a posizionare il brand nel settore delle acque minerali.

WAMI è la startup italiana fondata da Giacomo Stefanini nel 2016 con l’obiettivo di rivoluzionare il mercato dell’acqua in bottiglia dando l’opportunità a ognuno di noi di scegliere un’acqua “etica”. Infatti, acquistando una bottiglia di WAMI, si donano 100 litri di acqua potabile nei paesi in via di sviluppo, contribuendo alla costruzione di progetti idrici nei villaggi bisognosi.

Grazie a questa volontà di WAMI e a tutti coloro che hanno acquistato il prodotto, sono già stati realizzati tre grandi progetti: il primo in Etiopia, dove 791 bambini e 350 insegnanti della scuola elementare Ilu Dhina Jafaro Kebele hanno avuto accesso all’acqua potabile mentre in Senegal, si è appena conclusa la costruzione di un acquedotto con l’allacciamento di due villaggi nella regione di Tenghory servendo in totale più di 780 persone.

Partendo da un’attenta analisi del mercato delle acque minerali e del brand, il team di Centoeventi sta aiutando WAMI nello sviluppo della strategia di posizionamento, valorizzandone sia l’impegno umanitario sia l’impatto ambientale del prodotto offerto. In particolare, WAMI sta lanciando una nuova bottiglia realizzata con il 50% di plastica rigenerata e grazie a progetti di riforestazione in Italia riassorbe la CO2 emessa nella produzione e distribuzione dei propri prodotti.

In merito alla partnership, Dario De Lisi, Co-founder & Creative Director di Centoeventi, commenta: “Cerchiamo sempre di porre una particolare attenzione ai possibili risvolti sociali dei nostri progetti, è nel nostro DNA, e per tale motivo abbiamo sposato immediatamente i valori e le motivazioni di WAMI per la realizzazione di un progetto così lodevole. Volevamo sentirci parte di questa missione e abbiamo scelto di contribuire attivamente al progetto a dimostrazione del fatto che un modello di business vincente può essere anche virtuoso e sostenibile. Crediamo fermamente che le nostre azioni quotidiane possano fare la differenza, ognuno di noi nel suo piccolo può essere parte attiva di simili iniziative e cercheremo sempre id più di mettere a disposizione la nostra expertise per valorizzare progetti di startup rivolte al sociale e all’eco-sostenibilità”.

“WAMI è nata con l’obiettivo di dare accesso all’acqua potabile al maggior numero di persone con un gesto semplice come bere una bottiglia d’acqua. Il sostegno di una realtà importante come Centoeventi ci sprona a continuare su questa strada, con la speranza di ottenere insieme un impatto positivo nel mondo. Il team creativo di Centoeventi ha compreso rapidamente le nostre esigenze e i valori che volevamo trasmettere, supportandoci con le loro competenze senza dimenticare la nostra mission a sostegno dello sviluppo sociale”, ha commentato Giacomo Stefanini, CEO&Founder di WAMI.

articoli correlati