AZIENDE

HiMedia diventa AdUX, all’insegna della User Experience nell’adv online

- # # #

adux

Non è certo da oggi, quando la diffusione degli Ad Blocker e i dati mostrano la crescente reazione negativa degli utenti alle pubblicità online intrusive, che HiMedia lavora in ottica focalizzata sul miglioramento della user experience, ideando e realizzando progressivamente nuove tecnologie e formati in grado di rispondere a questa necessità.

Sulla base di questa strategia, HiMedia (nella foto il CEO Italia, Carlo Poss) ha scelto di cambiare il proprio nome in AdUX, una sintetica crasi tra le parole Advertising e User Experience.

“Stiamo tornando a crescere grazie alle nostre piattaforme di native advertising (Quantum), di geotargeting (Admoove) e alle soluzioni di user engagement (AdPulse)”, commenta Cyril Zimmermann, Chief Executive Officer di HiMedia Group e fondatore della società. Queste tre offerte rispondono alla sfida che sta affrontando il mercato della pubblicità digitale, che deve riconciliare l’efficacia pubblicitaria al rispetto per la user experience (UX). Cambiando l’identità e il nome in AdUX, la Società afferma così la propria determinazione a fornire soluzioni pubblicitarie che rispettino l’esperienza dell’utente, iniziando allo stesso tempo un nuovo capitolo del suo sviluppo.”

AdUX continuerà infatti a offrire le piattaforme in tutti i principali mercati europei e nelle aree americane di lingua ispanica, riorganizzando le proprie attività sulle base di tre piattaforme, ognuna delle quali ideata per fornire appunto una risposta complementare ai temi del “digital Advertising” e della “user experience”.
Quantum propone soluzioni pubblicitarie di native advertising non intrusive per desktop, mobile e video; Admoove eroga pubblicità con vantaggi immediatamente visibili al consumatore grazie al geotargeting ultra-preciso con un margine di errore compreso tra i 10 e i 100 metri; e infine AdPulse aumenta l’engagement degli utenti con i brand utilizzando annunci in modalità opt-in full-screen, così come brand content e soluzioni opt-in nell’e-mail marketing.

Sempre oggi, il Gruppo ha reso noti i dati del suo fatturato relativo al terzo trimestre dell’anno finanziario 2016, che vedono il ritorno alla stabilizzazione, per la prima volta in 18 mesi, con un modesto calo del 3% dei ricavi e un leggero aumento dell’1% del margine rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. I numeri parlano di un EBITDA di pari a -0.7 milioni di euro nel terzo trimestre 2016, rispetto a -1.6 milioni nel terzo trimestre 2015, e di una conferma di EBITDA positivo per l’intero anno 2016, mentre le previsioni 2017 suggeriscono il ritorno a una crescita dei ricavi consolidati.

articoli correlati

MEDIA

FQ MAGAZINE: TOTAL DOMINATION NISSAN PER SANREMO 2016

- # # # # #

fq magazine nissan

FQ Magazine, la sezione de Il Fatto Quotidiano online dedicata ai temi più leggeri del costume, della cultura, del cinema, della musica, dei sentimenti e delle passioni, compie un anno e, in occasione di Sanremo 2016, ospita in modalità esclusiva la campagna adv di Nissan Juke – the original compact crossover.

“Il Festival di Sanremo rappresenta uno degli eventi più importanti per il nostro Paese sia a livello mediatico che pubblicitario”, commenta Carlo Poss, CEO HiMedia Italia. “Grazie alla flessibilità della redazione de Il Fatto Quotidiano e alla propensione tecnologica del sito, siamo riusciti come concessionaria a proporre un’offerta ad hoc che permettesse ai clienti di inserirsi nel filone sanremese. Riproporremo la stessa offerta anche per gli Oscar che si terranno il 28 febbraio 2016, con la sezione “Cinema” sponsorizzabile in esclusiva”.

La campagna di Nissan Juke, che promuove la versione 1.5dCi con motore diesel Euro6 da 110CV, resterà online su FQ Magazine fino a domenica 14 febbraio in diversi formati gestiti da HiMedia, concessionaria de Ilfattoquotidiano.it da oltre un anno. Tutti gli spazi sono dedicati a Nissan tra cui Masthead, MPU, Skin, Intext e video pre roll sui contenuti di Sanremo per aumentare sia l’awareness del brand che l’engagement con il target di riferimento particolarmente trasversale come l’audience del magazine diretto da Peter Gomez.

Con 3.5 milioni di browser unici e oltre 10 milioni di pagine viste al mese, FQ Magazine sta riscuotendo un grande successo in termini di audience. Per questo, anche in occasione dell’imminente edizione degli Oscar 2016 l’intera sezione “Cinema” del magazine sarà sponsorizzabile in modalità esclusiva.

articoli correlati

AGENZIE

HiMedia chiude il 2015 a quota 64,5 milioni. Accordo con DailyMotion

- # # # # #

carlo poss himedia

Il gruppo di digital advertising HiMedia ha concluso il 2015 con un fatturato pari a € 64,5 milioni, registrando una crescita del margine lordo di +119% nel Q4 a perimetro costante e ha iniziato il 2016 siglando una partnership europea con Dailymotion, portale dedicato alla condivisione di video, in Spagna, Italia e Portogallo.

Per quanto riguarda i risultati finanziari, considerando i dati pro forma, le acquisizioni nel settore del mobile advertising con la soluzione drive to store e il native advertising, il Gruppo ha invertito il trend e stabilizzato il suo fatturato. Infatti, la scelta di riorganizzare le attività nei settori in crescita ha appena iniziato a fruttare e dovrebbe essere confermata durante il 2016.

Come già avvenuto nel terzo quarter, il gruppo può confermare di essere tornato a un livello di margine lordo sopra il 35%.

In tale contesto, la partnership non esclusiva con Dailymotion, rappresenta un importante step di sviluppo del business di HiMedia in Spagna, Portogallo e Italia, poiché permetterà al Gruppo di puntare maggiormente sul video e sul native advertising.

Su Dailymotion, brand di proprietà della società Vivendi, è possibile trovare, guardare e condividere i video più popolari su Internet. Il portale ha raggiunto i 18 milioni di video preroll al mese di cui il 50% su desktop e 50% da mobile. Inoltre, grazie all’utilizzo della DMP Krux, HiMedia potrà offrire in tempo reale ai propri clienti i dati socio-demografici e comportamentali degli utenti del sito per affinare maggiormente i target di riferimento.

“Il 2015 di HiMedia ha richiesto un cambio di prospettiva”, commnta Carlo Poss, CEO HiMedia Italia (nella foto). “Abbiamo avuto il coraggio di investire fortemente in tecnologia e nelle start up e come previsto i risultati positivi non si stanno facendo attendere. Inoltre, siamo entusiasti di iniziare la nostra collaborazione con Dailymotion perché grazie a questo accordo, saranno disponibili formati display e video fortemente impattanti e saremo in grado di offrire ai nostri clienti tutta l’inventory premium del sito, integrandoci perfettamente con il team di Dailymotion. Il portale in Italia sta registrando ottimi risultati con – secondo Comscore Videometrix, Delivery Report, November 2015 – oltre 3.5 milioni di utenti unici su desktop e 32.6 milioni di visualizzazioni video”.

articoli correlati

MEDIA

TPI affida a HiMedia la raccolta pubblicitaria del sito. L’inventory sarà gestita in programmatic

- # # # # # #

TPI, giornale online italiano di news e storie internazionali con oltre 30 milioni di pagine viste al mese e quasi 1.5 milioni di utenti unici mensili*, affida a HiMedia la raccolta pubblicitaria del sito, rafforzando così l’offerta della concessionaria sul target giovani.

TPI nasce nel 2010 dall’idea di Giulio Gambino – giovane reporter de L’Espresso, La Stampa e freelance per il The Wall Street Journal – per raccontare il mondo attraverso lo sguardo di chi è realmente “sul campo” soprattutto a giovani (18-35 anni) per lo più viaggiatori, con un alto livello di istruzione e global-oriented. Inoltre, da giugno 2015, Roberto Saviano ha iniziato a collaborare attivamente con la redazione di TPI.

Grazie alla partnership con HiMedia l’inventory del sito di TPI (skin e rich media compresi) potrà essere totalmente gestita in programmatic (in private e open market).

“La partnership con HiMedia rappresenta per il nostro giornale un salto qualitativo importante verso l’innovazione anche in campo pubblicitario e il suo approccio internazionale si sposa perfettamente con il nostro anche se in campi differenti. Siamo certi che il team di HiMedia saprà valorizzare al meglio i nostri spazi e creare progetti interessanti per i nostri lettori”, spiega Giulio Gambino, fondatore e direttore di TPI.

Il sito di news è consultato prevalentemente in mobilità (70% degli utenti utilizza la versione mobile del sito) mentre il 30% naviga all’interno del giornale da desktop e risulta particolarmente apprezzato dalle donne che compongono ben il 61% dei lettori.

“Con l’ingresso di TPI tra i nostri editori, si amplia l’offerta di HiMedia in ambito “giovani” altospendenti, rispondendo così alla crescente esigenza degli advertiser di colpire un segmento solitamente difficoltoso da raggiungere al di fuori dei social network. TPI si inserisce nel filone dei nuovi progetti editoriali che soddisfano le aspettative di informazione di un pubblico sempre più frammentato tra differenti canali di comunicazione e siamo certi che la nostra lunga esperienza nel mobile e nel programmatic possa offrire ottime soddisfazioni a entrambi, commenta Carlo Poss, CEO di HiMedia Group Italia”.

*Fonte: Google Analytics

articoli correlati

MEDIA

Accordo tra HiMedia Group e Orange: acquisite le concessionarie di Spagna, Miami e Messico

- # # # # # # #

HiMedia Group ha annunciato la firma di un accordo con Orange per l’acquisizione delle sue concessionarie in Spagna, Miami e Messico (le ultime due coprono i mercati ispano-americani).

“L’acquisizione dei network pubblicitari di Orange, con vendite intorno ai 10 Milioni di Euro, permetterà ad HiMedia di rafforzare la sua posizione di leadership nel mercato spagnolo, sempre più crescente e dinamico e guadagnare posizioni nei mercati Latino-Americani”, spiega Cyril Zimmermann, Fondatore e CEO di HiMedia Group. “Parallelamente, accelereremo la distribuzione delle nostre offerte innovative – Mobvious (mobile), Fullscreen (Video) a AdExchange (RTB) in quei mercati e beneficeremo di un time-to-market ideale, traendo vantaggio dalla forte crescita del marketing digitale Ispano-americano”.

Questa operazione, che MiMedia prevede di finalizzare entro il primo trimestre di quest’anno, include la firma di accordi con gli affiliati di Orange per la concessione degli spazi advertising nei rispettivi mercati.

“Anche se l’accordo non riguarda l’Italia, il processo di acquisizioni messo in atto da HiMedia Group e l’utilizzo evoluto di tecnologie e piattaforme innovative confermano ulteriormente una visione strategica e sempre più internazionale del Gruppo”, conclude Carlo Poss, CEO di HiMedia Italia (nella foto).

articoli correlati

MEDIA

meltygroup e HiMedia: una partnership fondata su contenuti e progetti speciali

- # # # # #

Online dal luglio 2012, melty.it è stato il primo sito non francofono di meltygroup. Completamente in lingua italiana, melty.it si dedica all’universo giovanile del Belpaese, dalla musica al cinema, dalla televisione alla moda, passando per le serie TV, i videogiochi e lo sport. Oggi conta già 3 milioni di visite al mese (dato aggiornato a marzo 2014, +230% rispetto allo stesso mese nel 2013). In Italia, melty.it è attivo anche su Mobile con due siti (melty.it e meltybuzz.it) che contano complessivamente 1,5 milioni di visite al mese e 2,7 milioni di pagine viste ogni mese. Carlo Poss, CEO di HiMedia Italy, e Martin Clamart, Head of International meltygroup spiegano obiettivi e strategie della partnership.

Qui la videointervista a due voci

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Nel 2013 Hi-Media Group punta su Video e Mobile con fullscreen e Mobvious

- # # # # # #

Hi‐Media Group inizia il 2013 con due grandi novità: il gruppo multimediale online, che nel 2012 ha dato vita a un processo di innovazione all’interno della struttura per rispondere alle nuove esigenze del mercato dell’online advertising, lancia una nuova divisione dedicata al Video Adv e un nuovo brand dedicato al Mobile Adv.

fullscreen è il nome della nuova divisione creata all’interno di Hi‐Media Advertising, focalizzata sulla gestione dei formati video, lanciata dal Gruppo a livello internazionale con l’obiettivo di ampliare l’offerta, mettendo a disposizione del proprio network una serie di nuove opportunità per la monetizzazione di soluzioni video e dando modo agli inserzionisti di acquistare con formati in‐stream, in‐banner, in‐app e in‐social per raggiungere risultati efficaci in termini di reach su tutti i target. fullscreen va ad aggiungersi alle due business unit Adexchange – focalizzata sulla gestione delle campagne pubblicitarie in real‐time ‐ e Magic – dedicata ai Progetti Speciali.

Mobvious è invece il nuovo brand, che nasce nel 2013 come spin‐off del Gruppo Hi‐Media, dedicato interamente al mobile. La realtà Mobvious andrà quindi ad affiancare Hi‐Media Advertising e Hi‐ Media Payments completando l‘offerta italiana. Il network Mobvious, che conta circa 60 milioni di impression mensili e 12.8 milioni di utenti unici, si avvale di collaborazioni esclusive con editori che operano in diversi ambiti ‐ Entertainment, News&Tech, Women, Auto & Travel, ecc. ‐ tra cui Shazam, Alfemminile, Viamichelin, Cinetrailer e Tom’s Hardware.

“Dal nostro osservatorio abbiamo modo di vedere da vicino l’orientamento del mercato e di identificare in anticipo i trend che lo caratterizzeranno. Questo, insieme al confronto costante con le realtà che fanno parte del nostro network, ci dà modo di fare delle valutazioni tempestive per rispondere alle nuove esigenze. Da qui la spinta ad ampliare il nostro know‐how per mettere a disposizione un’offerta di livello anche in ambito Video e Mobile”, commenta Carlo Poss, Amministratore Delegato Hi‐Media Italia (nella foto).

articoli correlati

MEDIA

Hi-Media Group e alfemminile.com rinnovano la partnership per il 2013

- # # # # # #

Hi-Media Group e alfemminile.com rinnovano la loro collaborazione per l’ottavo anno consecutivo. Hi-Media Advertising sarà concessionaria in esclusiva per il mercato italiano nel 2013 su tutte le piattaforme del noto sito web del Gruppo Axel Springer dedicato al target femminile e che conta oltre 5.000.000 di utenti unici mese. Le due realtà hanno strategie condivise, orientate a cogliere le nuove sfide dell’online advertising. Così, grazie alle recenti innovazioni della struttura organizzativa di Hi-Media Group, la concessionaria metterà a disposizione di alfemminile.com la propria esperienza e il proprio know-how non solo per il display ma anche e soprattutto per lo sviluppo e la monetizzazione di soluzioni Video per tutte le tipologie di device, con una focalizzazione sul Mobile. alfemminile.com ha infatti lanciato a marzo il canale video alfemminile.tv e a pochi mesi di distanza l’applicazione per iPad, che consente alle utenti di fruire dei contenuti tematici anche in mobilità.

La collaborazione per la gestione dei contenuti video si inserisce, completandola, nella cornice della partnership esclusiva con la casa madre AuFeminin Group, già avviata con successo per i primari siti francesi Aufeminin TV et Marmiton, e ai blocchi di partenza in Italia, Belgio, Germania e Spagna.

“Siamo molto lieti della rinnovata partnership con alfemminile.com, che rappresenta un’ulteriore e importante conferma dei significativi risultati ottenuti. Per raggiungere i nuovi e ambiziosi obiettivi e cogliere le opportunità e le sfide della comunicazione digitale, potremo far leva sui punti di forza derivanti da una collaborazione di lungo periodo, come la profonda conoscenza del partner, ma allo stesso tempo su quella volontà di innovarsi costantemente per rispondere e anticipare i trend di mercato che contraddistingue entrambe le realtà”, commenta Carlo Poss, Amministratore Delegato Hi-Media Italia. “Lavorare con una realtà di alto profilo che condivide la nostra stessa vision, ci dà inoltre occasione di contribuire concretamente alla crescita del mercato dell’advertising online, in un momento cruciale per l’affermazione del comparto”.

“La decisione di affidare la raccolta pubblicitaria a Hi-Media rappresenta una scelta strategica importante per il nostro sito web che registra un trend di crescita positivo e che ha costantemente aumentato la sua audience fino a raggiungere oltre 5 milioni di utenti unici mese, a conferma del successo del nostro modello editoriale”, dichiara Simona Zanette (nella foto), Country Manager e Amministratore Delegato di alfemminile.com. “Con questo accordo di partnership puntiamo a sviluppare al meglio la nostra offerta pubblicitaria, soprattutto sul piano tecnologico e con un’attenzione crescente al mobile”.

articoli correlati