BRAND STRATEGY

Nivea e Share’ngo raccontano i benefici della nuova linea Urban Skin. Firma Access

- # # # # # #

Access

All’interno delle diverse iniziative per il lancio della nuova linea Nivea Urban Skin, Beiersdorf SpA ha scelto di coinvolgere la città di Milano come area di attivazione di una campagna di guerilla marketing che promuove, con una modalità innovativa, i nuovi prodotti ad azione detox di Nivea, specificamente studiati per proteggere la pelle del viso dall’inquinamento.

Per raccontare una linea pensata per la “city routine” delle donne che vivono in città, Beiersdorf SpA ha voluto un partner inedito: il servizio di car sharing elettrico e a impatto zero Share’ngo che, con la sua mission legata alla mobilità sostenibile in città, lavora per ridurre i danni causati dello smog e dall’inquinamento, esattamente come la linea Nivea Urban Skin.

Dal 1 febbraio al 30 aprile, cinquanta auto Share’ngo interamente brandizzate Nivea Urban Skin sono a disposizione di tutti i cittadini milanesi che desiderano utilizzare per la prima volta il servizio di car sharing. Ogni nuovo iscritto – grazie alla partneship con Nivea – riceve in omaggio quindici minuti di corsa in aggiunta ai quindici regalati abitualmente da Share’ngo per ogni nuova registrazione.

Per l’attivazione del progetto Nivea ha acquistato 90.000 minuti di noleggio, che corrispondono a circa 4.500 corse e che sono automaticamente attribuiti – courtesy by Nivea Urban Skin – a tutti i nuovi clienti Share’ngo, che effettuano la loro prima corsa.

L’ideazione e l’execution portano la firma di Access, unit specialist nella live communication di GroupM.

articoli correlati

AZIENDE

DriveNow lancia Handshake, la novità del car sharing che dice addio al problema parcheggio

- # # # # #

Drivenow Handshake

DriveNow, car sharing frutto della joint venture tra BMW e SIXT SE, rivoluziona il mondo del car sharing con la nuova funzione Handshake, che offre agli oltre 70.000 clienti DriveNow un comodo passaggio di auto tra utenti. La nuova funzionalità non solo permette ai clienti un reale risparmio di tempo e quindi di denaro, trattandosi di un servizio che si paga al minuto, ma genera anche un effetto positivo sul traffico urbano: da un lato, infatti, si evita la lunga ricerca di posti auto, specialmente nelle aree particolarmente trafficate, e dall’altro è possibile avvantaggiarsi di una maggiore disponibilità di veicoli.

Utilizzare la nuova funzione Handshake è facilissimo. I clienti DriveNow dovranno solo inserire la destinazione desiderata direttamente dall’app e attivare l’opzione ‘Offri l’auto a destinazione’. Prerequisito per l’attivazione della nuova funzione è che la destinazione si trovi all’interno dell’area operativa. Dopo aver attivato l’opzione, l’app mostra la disponibilità del veicolo in corrispondenza della destinazione, indicando anche l’orario stimato di arrivo. Se un cliente DriveNow prenota una macchina in uso con l’opzione Handshake, l’utente alla guida riceve un messaggio sul display dell’auto e la prenotazione resta attiva per tutto il tempo necessario a raggiungere la destinazione, anche per più dei 15 minuti abituali, senza costi aggiuntivi. Una volta giunto a destinazione, il conducente seleziona ‘Consegna l’auto’ sul display del veicolo e il nuovo cliente conferma l’azione tramite app cliccando su ‘Prendi in carico’. In questo modo il noleggio precedente si conclude e inizia quello successivo.

Se il cliente che ha riservato l’auto non arriva a destinazione come concordato, non ci sono svantaggi per il conducente, che può terminare il noleggio come al solito, semplicemente parcheggiando l’auto in una delle aree sosta consentite. Inoltre, se il conducente o l’utente successivo annullano l’opzione, entrambe le parti vengono immediatamente informate. “Handshake è una novità rivoluzionaria per il car sharing”, commenta Andrea Leverano, Managing Director di DriveNow Italia. “È un accordo non vincolante tra due utenti che non pone l’obbligo di noleggiare un’auto, ma allo stesso tempo offre enormi vantaggi ai clienti: garantisce un risparmio di tempo, evitando l’estenuante ricerca di posti auto disponibili, di denaro, e aumenta la disponibilità di veicoli nelle vicinanze”. DriveNow con la nuova opzione Handshake può così garantire una distribuzione e un utilizzo più efficiente della flotta, specialmente quando la quantità di parcheggio disponibili è limitata e la richiesta elevata, segnando un traguardo importante e innovativo per il car sharing, che diviene in questo modo sempre più adeguato alle esigenze del futuro. La funzione Handshake è disponibile a Milano a partire da oggi sull’App DriveNow (per
sistemi operativi iOs e Android)

articoli correlati

MEDIA

Car2Go è “Proud to Share”: sulle auto di tutto il mondo il nuovo claim dell’azienda

- # # # # #

car2go

Proud to share“, ovvero “Orgoglioso di condividere”, è il nuovo claim car2go che verrà mostrato sulle vetture dell’azienda leader mondiale nel campo del car sharing a flusso libero. La campagna è già stata avviata a Stoccarda e a Vienna, dove lo slogan ha decorato le fiancate dei nuovi modelli Mercedes dalla fine di aprile. L’intera flotta car2go di circa 14.000 veicoli disponibili in 26 città di tutto il mondo, verrà modificata passo dopo passo, divenendo essa stessa ambasciatrice visiva del concetto Proud to share.

Lo slogan “Proud to share” è stato progettato in collaborazione con l’agenzia Scholz & Friends e si rivolge agli appassionati di auto che vogliono muoversi in modo indipendente e flessibile. “car2go facilita la mobilità urbana nella vita quotidiana, ma allo stesso tempo offre molto di più”, spiega Raphael Stange, CMO di car2go Group GmbH. “Ci rivolgiamo ad un pubblico cosmopolita che desidera sentirsi libero, agire in modo sostenibile e far parte di un progetto più ampio. Lo slogan “Proud to share” si adatta perfettamente allo spirito dei nostri clienti e riflette l’orgoglio di chi condivide un veicolo con altre persone”.

Olivier Reppert, CEO di car2go Group GmbH aggiunge: “con lo slogan “Proud to share” crediamo di rispecchiare il senso di appartenenza dei nostri clienti, attuali e futuri, e sottolineiamo ancora una volta cosa significhi realmente condividere un’auto con gli altri cittadini. Il carsharing è, infatti, diventato popolare perché è un servizio flessibile, spontaneo e comodo. Al tempo stesso, migliora la qualità della vita nelle nostre città e influirà in modo significativo anche sulla mobilità del futuro. Sono tutte motivazioni valide per essere orgogliosi di far parte della comunità di car2go”.

car2go ha attualmente raggiunto oltre 2,4 milioni di utenti in tutto il mondo e il trend è in continua crescita. Diversi studi prevedono, infatti, che gli utilizzatori del carsharing aumenteranno di 5 volte fino a raggiungere i 36,7 milioni entro il 2025. Con il nuovo claim “Proud to share”, car2go rafforza non solo la sua leadership internazionale nel campo del carsharing a flusso libero, ma anche la sua posizione di eccellenza nell’ambito della sharing economy.

articoli correlati

MEDIA

BlaBlaCar lancia la sua seconda campagna OOH sulle metro e i tram di Milano

- # # # # # #

BlaBlaCar

BlaBlaCar lancia la sua seconda campagna pubblicitaria out-of-home a Milano: il brand appare da oggi sugli esterni dei tram milanesi e nelle stazioni della metropolitana su cartelloni di grandi formati. I messaggi, la cui creatività è stata sviluppata dal team di BlaBlaCar e distribuita grazie alla concessionaria IGPDecaux, saranno visibili per tutto il mese di aprile.

Andrea Saviane, country manager Italia di BlaBlaCar, sul nuovo progetto out-of-home racconta: “Questa è la primavera perfetta per partire: Pasqua, il 25 aprile, l’1 maggio e il 2 giugno sono quattro opportunità di weekend lunghi e gite fuori porta. Con la nuova campagna vogliamo suggerirlo ai milanesi, e soprattutto vogliamo ricordare loro che BlaBlaCar è la soluzione ideale per viaggiare con il sorriso in tutte le occasioni: quando si rientra dalla propria famiglia, quando si raggiunge un evento e quando ci si lascia ispirare dal bel tempo per una fuga al mare dell’ultimo minuto”.

Qualche esempio? Tra giovedì 13 e domenica 16 aprile, giorno di Pasqua, si stima che oltre 400 auto partiranno da Milano verso la Liguria ognuna di loro offrirà in media tre posti a bordo: per i passeggeri il costo del viaggio sarà di circa 8€ sulla Milano-Genova e di 12,00€ sulla Milano-Imperia e sulla Milano-La Spezia; per i milanesi interessati a una gita di Pasquetta al mare basterà controllare il meteo all’ultimo minuto per preparare un bagaglio leggero, scegliere i compagni di viaggio più interessanti e partire verso la riviera. E nel weekend che anticipa il ponte del 25 aprile, quello tra il 21 e il 23 aprile, da Milano si metteranno in viaggio 1.300 auto condivise verso la Romagna: su BlaBlaCar i costi per i passeggeri saranno inferiori ai 20,00€ per arrivare sulle spiagge Rimini, Riccione e Cattolica e aspettare l’arrivo dell’estate.

E in carpooling si sorride davvero. Da una ricerca realizzata da Collaboriamo e dall’Università Cattolica del Sacro Cuore è emerso che chi viaggia in carpooling è significativamente più soddisfatto della media nazionale della propria vita di relazione: l’evidenza risulta da un confronto tra i dati della ricerca e quelli ISTAT BES. I viaggiatori di BlaBlaCar sono soddisfatti delle proprie relazioni amicali al 39% e di quelle famigliari al 49,3% (contro il 23,7% e il 33,8% del dato nazionale). Inoltre, grazie all’esperienza del carpooling, i viaggiatori instaurano nuove relazioni durature che, dopo l’esperienza del primo passaggio insieme, continuano in altri viaggi (56%) e sui social network (32%), e che spesso maturano in rapporti di amicizia (28%).

articoli correlati

AZIENDE

Milano e il car sharing: i numeri di car2go, tra tipologia di utenti, filosofia green e nuove auto

- # # # # #

Gianni Martino di car2go

Era l’agosto del 2013 quando car2go ha lanciato il proprio servizio di car sharing a Milano. A quasi tre anni di distanza, sono ormai 80.000 i clienti che quotidianamente utilizzano il servizio nella metropoli lombarda. A sottolinearlo è Gianni Martino, Country Manager car2go Italia & Spagna, in un incontro aperto ai giornalisti proprio nella città regina per il servizio.

“Milano è il tetto del mondo per car2go” racconta infatti il manager. “E abbiamo deciso che a breve espanderemo la nostra flotta con macchine nuove, sempre Smart ma di un modello più recente; e avranno motore a Euro 6, per ridurre ulteriormente le emissioni”. Ma chi sono i maggiori utilizzatori del sistema? Sono in maggioranza persone con un elevato livello di istruzione, ha indagato il servizio, appartenenti ad una classe sociale medio-alta e consapevoli di cosa significhi far parte della sharing mobility. Prevalentemente uomini single o coppie senza figli che possiedono un’unica auto all’interno del nucleo familiare. A livello nazionale il profilo socio-economico degli utenti sembra essere molto simile anche se a livello locale ogni città presenta alcune differenze. Nel dettaglio a Milano, dove car2go ha lanciato il servizio ad agosto 2013, gli iscritti sono prevalentemente uomini (65%) anche se il numero delle donne che utilizza il servizio è più alto rispetto al resto d’Italia di 5 punti percentuali. L’età media dei clienti car2go di Milano è, invece, in linea con la media italiana di 38 anni: quasi il 70% degli utenti, infatti, rientra nella fascia d’età tra i 26 e i 50 anni. Inoltre, la maggioranza dei milanesi che utilizza car2go ha un’occupazione fissa e non ha figli.
Nella città della Madonnina, i milanesi hanno percorso 17 milioni di km a bordo di car2go per i loro spostamenti quotidiani, con un utilizzo medio di 25 minuti per noleggio. I clienti car2go di Milano iniziano, inoltre, ad utilizzare il servizio maggiormente nelle zone di Duomo, San Vittore, Ticinese, Brera, Tortona, Pagano, Loreto e Porta Romana, mentre avviano meno frequentemente il noleggio partendo dalle zone di Ripamonti, Lambrate, Padova, Affori, Lorenteggio e Barona. Da ciò emerge come i milanesi prediligano prendere un veicolo car2go nel centro città, mentre utilizzano altri mezzi di trasporto per i viaggi da fuori al centro città, a dimostrazione del fatto che car2go è un servizio totalmente flessibile e complementare al servizio di trasporto pubblico locale e taxi. In meno di 3 anni dal lancio del servizio in Italia, la flotta car2go ha raggiunto un totale di 1.900 veicoli smart fortwo. A livello nazionale, car2go ha raggiunto nel 2016 i 200.000 iscritti che hanno percorso un totale di oltre 30.000.000 di km tra le 4 città di Milano, Roma, Firenze e Torino, dove il noleggio delle smart fortwo dura di media tra i 25 e i 30 minuti. Grazie al fatto che nella tariffa car2go è compreso il parcheggio sulle strisce a pagamento e l’accesso all’Area C (a Milano) e alle ZTL (a Roma, Firenze e Torino), l’utente utilizza principalmente il servizio per gli spostamenti in centro città nelle ore di punta e durante il weekend. car2go è presente a livello internazionale in 30 città: 15 in Europa, 14 tra il Nord America e il Canada e da 2 mesi anche nella metropoli cinese di Chongqing. Una delle principali caratteristiche di car2go è l’interoperabilità del sistema, che permette ai clienti di viaggiare all’estero utilizzando il servizio, all’interno dell’Europa e all’interno del Nord America, con un’unica App.

“Il ritorno sugli investimenti c’è ed è ottimo” continua Gianni Martino. “Questi sono in linea con le previsioni, c’è una discreta remunerazione, che quindi ci vede molti contenti e soddisfatti del servizio. Le città italiane in cui siamo presenti ci rendono molto soddisfatti, e ovviamente per il futuro abbiamo in mente di espandere il servizio anche in altre realtà, italiane e internazionali, anche se al momento non posso dire quali. Le ultime aperture a livello internazionale ci hanno reso molto contenti (tra Bruxelles, Madrid e una città cinese, in cui abbiamo avuto un successo incredibile). E questo non va a scontrarsi con altre realtà della mobilità milanese: abbiamo infatti certificato che, una volta data via la prima o la seconda auto in una famiglia, l’utilizzo dei servizi di mobilità diventa importante, che sia esso car2go, taxi o mezzo pubblico, dando una grandissima mano (e noi sotto questo punto di vista stiamo cercando di migliorare il più possibile introducendo veicoli a energia elettrica) la mobilità sostenibile”.

articoli correlati

AZIENDE

Partnership Chicco-Enjoy per la mobilità sostenibile

- # # # # #

Chicco -Enjoy

La partnership siglata da Chicco ed Enjoy nasce dalla volontà di rendere più semplici e senza pensieri gli spostamenti urbani per tutti gli utenti che hanno bimbi piccoli, garantendo a genitori e bambini tutto il comfort e la sicurezza per un viaggio in città.

Chicco ed Enjoy di Eni hanno messo in campo la propria esperienza e i propri prodotti per rendere la mobilità sostenibile e il car sharing anche a misura dei più piccoli, firmando un nuovo servizio innovativo: “Welcome Baby”. Da oggi, quindi, nella città di Milano gli utenti troveranno installato, su 50 auto, modello Fiat 500, il seggiolino Chicco Seat UP 012 nella configurazione Gruppo 1 Isofix, adatta per tutti i bambini con peso tra i 9 e 18 kg (indicativamente da 1 a 4 anni).

Una partnership importante, quella tra Chicco ed Eni, nata per garantire un nuovo servizio dedicato alle famiglie che da oggi potranno spostarsi con facilità e in sicurezza da una parte all’altra della città grazie al car sharing di Enjoy.

“Siamo orgogliosi di aver siglato un accordo così importante come quello con Enjoy di Eni: Chicco ed Enjoy condividono valori importanti quali l’innovazione e la volontà di semplificare le abitudini quotidiane e le esperienze fuori casa, rispondendo ai bisogni crescenti dei propri consumatori”, afferma Marco Schiavon, Country Manager Chicco Italia, Spagna e Portogallo. “Abbiamo messo al servizio delle famiglie e dei bambini la nostra esperienza nel campo della sicurezza in viaggio per rendere pratici, confortevoli e soprattutto sicuri anche gli spostamenti in città. Siamo e continueremo a essere al fianco dei genitori e dei bambini per migliorarne la qualità della vita, mettendo a disposizione i nostri prodotti e, prima ancora, la competenza Chicco”.

“Enjoy è molto soddisfatta di avere Chicco come nuovo partner: con l’installazione dei primi 50 seggiolini sulle nostre 50 Fiat 500 della flotta milanese, la mobilità sostenibile è diventata anche a misura di bambino”, afferma Giuseppe Macchia, Smart Mobility Services Vice President di Enjoy. “Dal 3 maggio, la risposta degli utenti all’introduzione di questa novità è stata positiva ed entusiasta, segno dei tempi in cui la sharing mobility è oramai diventata parte integrante della quotidianità delle persone. Enjoy lavora da oltre due anni per offrire sempre più servizi che rispondano al meglio alle esigenze degli utenti ed il nostro auspicio è di estendere in futuro il servizio anche alle altre città dove enjoy è presente”.

L’iniziativa coinvolge al momento solo auto della flotta milanese: per trovare quella più vicina, è necessario selezionare il filtro “con seggiolino” nella schermata “trova veicolo” del sito o dell’app, oppure visualizzare l’icona a forma di “ciuccio” direttamente dalla mappa. Le istruzioni sul corretto uso del seggiolino sono riportate dietro il sedile del passeggero o si possono consultare sul libretto riposto nel portaoggetti dell’auto. I seggiolini sono dotati di foderine igieniche usa e getta.

 

 

articoli correlati

AZIENDE

BlaBlaCar e AXA lanciano la prima copertura assicurativa dei viaggi in auto condivisi

- # # # # #

BlaBlaCar e Axa insieme per assicurare le auto condivise

BlaBlaCar, community per i viaggi in auto condivisi, e AXA, brand assicurativo, annunciano oggi l’avvio di una partnership per offrire agli utenti italiani della piattaforma una copertura assicurativa aggiuntiva rispetto alla RCA obbligatoria per tutte le auto e pensata appositamente per le esigenze dei viaggiatori in ride sharing, che per beneficiarne non dovranno sostenere alcun costo. La partnership tra BlaBlaCar e AXA si estende all’Italia dopo il lancio in Francia, Gran Bretagna e Spagna, e rappresenta un’iniziativa pionieristica nell’ambito del ride sharing.

“La partnership tra BlaBlaCar e AXA è ambiziosa per entrambe le parti per via della sua natura così innovativa”, dichiara Andrea Saviane, Country Manager Italia di BlaBlaCar. Che spiega: “La community di BlaBlaCar, che oggi conta oltre 20 milioni di persone, è basata sulla fiducia, e la possibilità di beneficiare di un’assicurazione aggiuntiva contribuisce a rendere i viaggi condivisi ancora più sereni sia per i conducenti che per i passeggeri. Per noi si tratta del primo grande passo verso una serie di servizi più ampia che vorremmo offrire presto ai nostri utenti, in Italia e in tutto il mondo”.

La copertura garantita da AXA per la community italiana di BlaBlaCar include l’assistenza stradale, che garantisce il soccorso stradale qualora il veicolo non sia in grado di circolare autonomamente; le spese di pernottamento2 per il conducente e i passeggeri o, in alternativa, il rientro al proprio domicilio in Italia o la prosecuzione del viaggio con soluzioni alternative nel caso il veicolo resti immobilizzato e il punto di assistenza sia chiuso o la manodopera non eseguibile entro le 3 ore. Copre, inoltre, la spedizione al passeggero degli oggetti personali dimenticati a bordo del veicolo del conducente. E prevede, infine, la tutela legale del conducente relativamente ai sinistri stradali.

L’assicurazione sottoscritta da BlaBlaCar con AXA grazie alla loro partnership sarà attiva per tutti i viaggi a cui partecipi almeno un passeggero e che siano stati organizzati con il sistema di prenotazione online, che prevede che il contributo spese venga versato da parte del passeggero con carta di credito, prepagata o PayPal. Il sistema è ora attivo per i viaggi la cui partenza e l’arrivo siano in Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria, Lombardia, Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Emilia, Toscana e Sardegna; sarà poi esteso gradualmente a tutto il territorio nazionale nel corso del 2016.

“La partnership con BlaBlaCar ha un valore strategico per AXA in quanto conferma il nostro posizionamento come compagnia assicurativa innovativa, capace di rispondere ai bisogni che emergono con l’affermarsi della sharing economy» dichiara Gianluca Zanini, Head of Partnership and Innovation leader di AXA. “Condividere un viaggio è una formula di spostamento in rapida crescita in tutta Europa, con benefici a livello economico, sociale e ambientale per tutti coloro che la adottano. Siamo convinti che AXA possa avere un ruolo importante nel consolidamento del ride sharing, che si fonda sulla fiducia e, come tale, può essere rafforzato dall’assicurazione”.

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

“Occhio alle due ruote in città”: al via la campagna di Confindustria Ancma e Fondazione italiana per le 2 ruote

- # # # # # # # #

È stata presentata oggi a Palazzo Marino la nuova campagna sulla sicurezza stradale ideata da Confindustria Ancma, l’Associazione che riunisce i produttori di cicli, motocicli e accessori, con il patrocinio del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, del Comune di Milano e con il sostegno di Fondazione italiana per le 2 ruote.

La campagna si inserisce nel più ampio progetto europeo Road Safety Strategy promosso da Acem, l’analogo di Ancma a livello europeo, e vede il coinvolgimento degli operatori di car sharing attivi nel comune di Milano e Città Metropolitana (Car2Go, Enjoy, E-Vai, GuidaMi, Twist e Share’nGo), oltre che della società MyTaxi.

A partire dai prossimi giorni, sui finestrini delle auto in condivisione e dei taxi verrà esposto uno speciale adesivo che ricorderà a guidatori e passeggeri di fare attenzione alla presenza di bici, moto e scooter sulla strada quando si apre la portiera dell’auto.

“Ringrazio Ancma per aver pensato a una campagna di sensibilizzazione nei confronti delle utenze deboli”, ha dichiarato l’assessore alla Mobilità e Ambiente Pierfrancesco Maran. È un tema prioritario per il Comune di Milano, ma deve esserlo anche per le imprese e per chiunque operi in strada. Anche se gli incidenti sono in diminuzione, è un campo in cui si può e si deve fare sempre di più”.

“Un piccolo gesto – ha commentato Corrado Capelli, Presidente di Confindustria Ancma – che in alcuni casi può davvero fare la differenza. La percezione della presenza delle due ruote, infatti, è uno dei fattori che incidono maggiormente sulla diminuzione degli incidenti stradali. Confindustria Ancma è impegnata da tempo su questo fronte, considerando quello della sicurezza uno dei temi fondamentali non solo per gli utenti delle due ruote, ma per tutti gli utenti della strada”.

Con “Occhio alle 2 ruote” Confindustria ANCMA, da sempre impegnata sul tema della sicurezza stradale, si propone l’obiettivo di accrescere i livelli di attenzione nei confronti degli utenti di veicoli a due ruote (biciclette, scooter e motocicli), da parte dei conducenti delle altre categorie di veicoli che circolano sulle strade e di aprire una riflessione sul tema della sicurezza stradale.

È proprio questo è il messaggio centrale anche del video presentato oggi per la prima volta al pubblico e che verrà distribuito sulle reti nazionali e sui canali social.

“Lo spot – spiega Alfio Morone, Presidente della Fondazione italiana per le 2 ruote, coproduttrice – nasce proprio dall’esigenza di sottolineare come il porre un pizzico di attenzione in più quando si è alla guida di un veicolo, qualunque esso sia, è fondamentale per evitare incidenti magari banali che, però, per gli utenti delle due ruote, più vulnerabili, possono rivelarsi molto gravi”.

La campagna “Occhio alle 2 ruote” ha previsto anche la realizzazione del sito web www.occhioalle2ruote.it dove trovare tutte le informazioni non solo sull’iniziativa, ma anche sulle principali norme del codice della strada in materia di sicurezza, consigli utili e materiali di approfondimento.

Il tema della sicurezza stradale sarà inoltre al centro dell’Area Sicurezza che Confindustria Ancma allestirà durante l’Esposizione Mondiale del Motociclismo Eicma che si svolgerà a Milano dal 17 al 22 novembre prossimi. È possibile inoltre seguire tutte le attività sulla pagina Facebook occhioalle2ruote e su tutti i canali social grazie all’hashtag #occhioalle2ruote.

Il video della campagna è stato realizzato da Ancma in collaborazione con Video Service Italia. Le vetrofanie sono state realizzate dall’ufficio grafico dell’Architetto Blini e Design.

articoli correlati

AZIENDE

Enjoy, il car sharing targato Eni, Fiat e Trenitalia sbarca anche a Torino

- # # # # #

Enjoy, il car sharing di Eni realizzato in partnership con Fiat e Trenitalia, è pronto a conquistare anche Torino. La presentazione è avvenuta oggi nella sede del Comune in Piazza Palazzo di Città, alla presenza del Sindaco di Torino, Piero Fassino e dei rappresentanti di Eni, Fiat e Trenitalia. Le Fiat 500 rosse approdano nel capoluogo piemontese, con una flotta che a pieno regime ne conterà 400. Dopo il successo di Milano, Roma e Firenze, con oltre 270.000 iscritti e oltre 2 milioni e ottocentomila noleggi, cambia anche a Torino il sistema di mobilità.
Enjoy presenta modalità e caratteristiche ormai ben collaudate: iscrizione gratuita e completamente on line, tariffe concorrenziali e una “customer experience” semplice ed immediata. Si può visualizzare l’auto più vicina e prenotarla con l’app per smartphone (Android, iOS e Windows Phone) o tramite il sito internet enjoy.eni.com. E’ possibile sceglierne una libera anche lungo la strada e iniziare subito il noleggio. Un servizio efficiente, innovativo e sostenibile che darà nuova energia alla mobilità di Torino grazie alle tariffe più competitive esistenti sul mercato: 25 centesimi al minuto in movimento (per i primi 50 km, dopo i quali si applica anche il costo al km di 25 centesimi) e 10 centesimi al minuto quando si decide di lasciare l’auto noleggiata in modalità sosta. La tariffa è all inclusive, perché comprende anche le spese di assicurazione, manutenzione, carburante e parcheggio.
A Torino le auto avranno libero accesso e transito nelle ZTL Centrale e Romana (mentre non sarà possibile nelle ZTL trasporto pubblico, ZTL Valentino e ZTL pedonali) e potranno essere rilasciate al termine dell’utilizzo – o anche in modalità “sosta” – in qualsiasi parcheggio consentito dal Codice
della Strada, compresi gli spazi a pagamento delimitati da strisce blu, all’interno dell’area coperta dal servizio. In fase iniziale, nel territorio torinese l’area di copertura sarà pari a circa 50 kmq.
Tutte le Fiat 500 della flotta attiva a Torino saranno omologate euro 6 ed equipaggiate per trasportare in tutta comodità fino a quattro persone.
Per i torinesi che si iscriveranno fino al 30 aprile 2015 Enjoy e Fiat dedicano l’esclusiva promozione “Welcome Torino!”: 15€ di noleggi gratuiti per provare il servizio.
Anche i partner Trenitalia e Vodafone, i cui brand sono presenti su tutta la flotta, offrono ai loro clienti che si iscriveranno ad Enjoy un welcome voucher, rispettivamente di 15€ e di 10€.
Per chiedere assistenza, scoprire nuovi servizi e nuove partnership nonché per condividere immagini, suggerimenti ed esperienze in tempo reale, enjoy ha da poco aperto il proprio profilo Facebook che affianca il profilo Twitter @enjoy, lanciato a marzo

articoli correlati

NUMBER

Come i giovani scelgono e usano l’auto: una ricerca automobile.it e GfK Eurisko

- # # # # #

Che rapporto hanno i ragazzi con le auto? Lo svela un’indagine promossa da automobile.it, portale di compravendita online di veicoli, e condotta dall’Istituto di Ricerca GfK Eurisko su un campione di 250 possessori di auto dai 18 ai 30 anni. Abbiamo chiesto ai giovani new drivers che possiedono un’auto di pensare agli aspetti che prendono maggiormente in considerazione nel momento dell’acquisto. Per i giovani italiani il fattore più importante è il buon rapporto qualità-prezzo (48%), e visti i tempi che corrono come dargli torto? Ma anche l’occhio vuole la sua parte! Quindi dopo l’economicità del mezzo risulta di grande importanza anche la linea, il design esterno e lo stile (42%). Terzo elemento da non sottovalutare è l’affidabilità (36%): un’auto affidabile, che sia nuova o usata, si può guidare per molti anni e ha più garanzie di resistenza. A pari merito con l’affidabilità è il fattore consumi/emissioni: tanto più una vettura consuma, tanta più CO2 emette. Per i ragazzi meglio puntare su un’auto dai bassi consumi, ne risente meno il portafoglio e anche l’ambiente.
Veniamo ora alla frequenza e al motivo d’utilizzo. Non c’è car sharing, autobus, tram o bicicletta che tenga: per i ragazzi, il mezzo migliore per recarsi al lavoro è la cara e vecchia automobile. Il 61% degli intervistati infatti usa l’auto tutti i giorni o quasi per raggiungere il posto di lavoro. Ma c’è anche un buon 51% che la usa per il tempo libero, per uscire con gli amici, per andare a fare sport, per fare shopping e anche per vacanze o weekend fuori porta (il 43% dichiara di usarla almeno una volta a settimana). L’auto è meno utilizzata invece per andare e tornare dall’università: orari più flessibili e la posizione spesso in centro città delle università permettono ai giovani di andare a lezione con i mezzi pubblici o magari anche a piedi; incide sicuramente anche una minore disponibilità economica degli studenti universitari rispetto ai giovani che hanno un lavoro.
La media del numero di Km percorsi in un anno è di 10.700 Km, un buon dato che va di pari passo con la media generale. Ma su quali strade viaggiano i giovani? Il 71% usa la macchina tutti i giorni o quasi per girare in città, il modo più comodo – sfidando spesso il traffico e la ricerca del parcheggio – per andare dappertutto. Il 38% la usa così frequentemente anche per guidare fuori città e solo il 5% in autostrada. C’è comunque un buon 54% che macina Km in autostrada almeno due volte al mese.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Crodino ha festeggiato il Natale a Milano con il car sharing Twist

- # # # #

Crodino ha regalato un Natale “zero impegnativo” agli utilizzatori del car sharing Twist che il 25 dicembre sono stati protagonisti dell’ultima iniziativa a sorpresa firmata Crodino: un’attività unica nel suo genere, pensata per augurare buone feste in un modo allegro e divertente: 4.000 bottigliette dell’originale Crodino e del nuovo Crodino Twist hanno colorato la giornata ai primi 250 clienti che hanno utilizzato il servizio car sharing Twist: un gustoso regalo per condividere con i propri cari o con gli amici l’aperitivo Natalizio.

Il progetto, in perfetto stile Crodino, ha subito suscitato l’interesse e la curiosità del pubblico: immediata la reazione degli utenti, che non hanno perso tempo e hanno condiviso sui principali social network tante foto in compagnia del biondo aperitivo. In quest’ottica, Crodino ha scelto come partner il car sharing Twist che sposa perfettamente la filosofia “disimpegnata” del brand, fornendo un servizio semplice, veloce, utilizzabile ovunque e da chiunque

articoli correlati

BRAND STRATEGY

TBWA\Italia firma la campagna lancio di enjoy, il servizio car sharing di eni

- # # # #

 

Per il lancio della nuovo servizio di car sharing eni – nato in collaborazione con il Comune di Milano e con la partnership commerciali con Trenitalia e Fiat – TBWA\Italia fa leva sul concept “una nuova idea di auto”. La  campagna infatti presenta il servizio come se fosse il lancio di una nuova auto. Ogni soggetto ha come protagonista una delle Fiat 500 della flotta enjoy sottolineandone i vantaggi derivanti dalla nuova idea di movimento.

A Milano enjoy prevede infatti una flotta di oltre 300 Fiat gamma 500 prenotabili tramite sito enjoy.eni.com o app o direttamente in strada. Le auto potranno accedere liberamente all’area C e parcheggiare sia su strisce gialle per residenti che blu, gratuitamente. Non è necessario essere in possesso di carta di credito, ma basterà una prepagata.

La campagna è pianificata su stampa e affissione locale ma prevede anche banner su web, sia a livello nazionale che geolocalizzati su Milano e provincia.

Hanno lavorato al progetto, supervisionandolo, Francesca De Sisto, copywriter e Anna Di Cintio
art director con Leonardo Alessandrini, art director. Direzione creativa esecutiva di Geo Ceccarelli. Logo enjoy ideato dal designer Ed Nacional. La parte digitale del progetto è stata realizzata in collaborazione con Dnsee.

 

CREDITS

Cliente: eni
Prodotto: enjoy

SVP Identity Management eni corporate
Annalisa Messa
Brand Communication eni corporate
Serafini Simone

SVP Marketing eni divisione r&m
Lamberto Dolci
SVP Smart Mobility eni divisione r&m
Alessio Torelli
Project Manager Progetto Smart Mobility eni divisione r&m
Giuseppe Macchia
Responsabile Pubblicità e Immagine commerciale eni divisione r&m retail
Giovanna Di Francesco
Pubblicità e Immagine commerciale eni divisione r&m retail
Alexandra Cannatelli

Agenzia: TBWA\Italia
Titolo campagna: enjoy
Direttore Generale e Direttore Creativo Esecutivo: Geo Ceccarelli
Supervisione progetto Copywriter: Francesca De Sisto
Supervisione progetto Art Director: Anna Di Cintio
Art Director: Leonardo Alessandrini
Direttore Servizio Clienti: Fabrizia Marchi
Account Director: Giulia Gianfaldoni
Account Executive: Oscar Carcas Regnaud

Direttore Planning Strategico: Marina Belli
Senior Planner: Ivan Ciaburri

Head of TV Department & talents: Renato Fontana
Producer: Marco Vignale, Barbara Salaroli

Agenzia: Dnsee
Creative Director: Renato Medini
Copywriter: Federico Pompei
Art Director: Diego Toffanello
Display ADV Manager: Ilaria Loria
Project Manager: Rossella Candela

Talent Logo
Ed Nacional @YCN

Centro media: ZenithOptimedia
Mezzi: affissione, stampa, web
On air: 18 dicembre 2013

articoli correlati