BRAND STRATEGY

4 giovani creativi selezionati da Vogue Talents firmano la capsule collection OVS per i 90 anni di Topolino

- # # # # # #

ovs - topolino

Per festeggiare i 90 anni di Mickey Mouse OVS presenta una esclusiva capsule collection realizzata da quattro giovani creativi selezionati da Vogue Talents, property di Vogue Italia dedicata al talento e alla creatività.

Arthur Arbesser con l’omonimo brand, Diego Marquez e Mirko Fontana di Au Jour Le Jour, Maria Sole Cecchi di Les Petits Joueurs e Vivetta Ponti del brand Vivetta, hanno interpretato in chiave contemporanea e innovativa l’iconografia del celebre personaggio nato dalla matita del grande Walt Disney.

Per le sue creazioni Vivetta ha preso ispirazione dai tratti più iconici: grandi orecchie ornano il cappuccio del piumino con stampa all over, mentre l’inconfondibile faccia compare ricamata su minigonna e tshirt, per la stilista infatti “Topolino è un simbolo senza tempo di gioia e creatività”.

Stampe iper colorate su forme semplici, quasi rigorose, sono il marchio distintivo di Arthur Arbesser. “Topolino viene celebrato con dei palloncini persi in dei vortici, oppure con grandi pois che diventano spirali, sino ad arrivare alla sua iconica sagoma in una griglia geometrica” dice lo stilista, che riporta i motivi su bomber, tshirt in jersey di cotone, felpe in neoprene e gonne plissettate.

Punta sull’inaspettato Au Jour Le Jour, che trasforma la sagoma di Mickey Mouse in un nuovo pattern animalier “una grafica evergreen vicina a noi, che qui assume un’immagine totalmente nuova”, affermano Diego e Mirko, che propongono una selezione di capi ed accessori anni 90 come bomber hoodie in eco-pelliccia, abito in felpa, jeans mom fit e borsa-marsupio in vernice.

“Le prime tavole di Topolino, quelle dal tratto e colori più vintage, sono per me le più affascinanti”, racconta Maria Sole Cecchi, ideatrice del marchio Les Petits Joueurs, che raffigura con borchie e strass i soggetti di Topolino e Minnie su zainetto, pochette e portachiavi, dandogli l’effetto pixelato tipico del brand.

La capsule sarà in vendita in una selezione di store OVS e online su ovs.it a partire dal prossimo 17 ottobre.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Magnum x Moschino: svelata la capsule collection di borse

- # # # #

capsule collection borse Moschino

Dopo il lancio del film Magnum x Moschino con Cara Delevingne, il direttore creativo di Moschino Jeremy Scott, presenta una nuova gamma di ambitissime borse al Festival Internazionale del Cinema di Cannes.

La capsule collection presenta i nuovi personaggi animati del film, sempre irriverenti e audaci, immortalati su stampe dai colori brillanti.

Jeremy dà vita al suo stile caratteristico, colorato e audace nella massima forma d’espressione per coloro che osano con Double e non hanno paura di mostrare il loro lato selvaggio attraverso la moda. La capsule collection di borse Magnum x Moschino conta sette borse esclusive ispirate ai diversi personaggi animati della nuova campagna: un’aquila, un leopardo, un leone, una pantera, un serpente, una tigre e un lupo mentre si godono un Magnum Double, sfoggiando abiti firmati MOSCHINO.

Le fiere Magnum rappresentano il lato forte e selvaggio che c’è in ognuno di noi. Proprio da questa ispirazione Jeremy Scott ha creato dei personaggi audaci, dando loro un tocco MOSCHINO. Le borse arrivano giusto in tempo per l’estate, diventando l’accessorio perfetto per chi insegue il piacere e desidera mostrare il proprio lato selvaggio, scegliendo di vestire l’attitudine Osa con Double.

È possibile acquistare una borsa Magnum x Moschino sul sito Web oppure partecipando al divertente concorso che inizia domani sul sito Web di Magnum.

articoli correlati

AZIENDE

JeanPaul Gaultier For OVS, McCann racconta la Capsule Collection nella nuova campagna

- # # # # #

Jean Paul Gaultier For OVS, McCann racconta la Capsule Connection in una nuova campagna

Una collaborazione straordinaria, quella tra OVS e Jean Paul Gaultier, che ha dato alla luce un’esclusiva Capsule Collection. E una campagna, firmata McCann, affidata al talento di Eugenio Recuenco, fotografo di fama internazionale le cui opere sono state esposte al Reina Sofía di Madrid e al BAC di Barcelona. E che, in questa occasione, ha ricoperto anche il ruolo di regista.
Le immagini sono ambientate in un’atmosfera rarefatta e quasi surreale in cui spicca il pavimento a scacchiera bianco e nero – gli scacchi assieme alle carte da gioco sono uno dei temi della collezione – mentre figure che richiamano il Re, la Regina, l’Alfiere, il Cavallo e la Torre emergono verso un cielo azzurro attraversato da nubi leggere.
In questo mondo surreale irrompe  un angelico marinaio,  simbolo dell’irriverenza di Jean Paul Gaultier.

Credits

Agenzia creativa: Mccann Milano
Chief Creative Officer: Alessandro Sabini
Copywriter: Chiara Castiglioni
Art Director: Ottavia Rosa
Client Service Director: Donatella Bizzari
Account Director: Andrea Antonioli
Executive Producer: Michele Virgilio
Casa di Produzione: Think Cattleya
Musiche: Quiet Please

articoli correlati

AZIENDE

Presentata alla stampa la capsule collection A/I 2016 “Mara Venier per Luisa Viola”

- # # # #

mara venier

Oggi ha debuttato la nuova capsule collection A/I 2016 “Mara Venier per Luisa Viola”, con un evento riservato alla stampa presso il concept store “Miroglio Piazza Scala” in Milano, dando così forza e continuità al progetto di collaborazione cominciato a inizio anno.

“Siamo orgogliosi e felici di proseguire la collaborazione iniziata con Mara Venier nella scorsa Primavera/Estate, con una capsula estiva presentata a fine aprile che ha riscontrato un eccezionale successo”, ha spiegato Alberto Damian, Direttore Business Unit. “Tra Mara e il nostro team si è creata da subito una incredibile sintonia, grazie alla sua straordinaria semplicità e autenticità ed alla sua capacità di comprendere le esigenze della consumatrice del nostro brand Luisa Viola”

“Sono felice di questo nuovo progetto” ha commentato Mara Venier “e soprattutto di aver avuto modo e tempo di studiare nel dettaglio l’impostazione della nuova collezione con il supporto del team stile di Luisa Viola. Ho cercato di creare dei look per situazioni speciali, eleganti, ma che potessero poi essere riutilizzati per dare un tocco glamour a come ci vestiamo ogni giorno. Capi versatili quindi, come la giacca di velluto che diventa super elegante se abbinata ad un top di paillettes e a un pantalone in cady, oppure ‘every day’ se la riutilizzi con un jeans e una t-shirt. La collezione comprende 25 capi. La caratteristica principale sta nella luminosità dei materiali e nei volumi fluidi che vanno ad accarezzare il corpo. Per quanto riguarda i colori è ovviamente il nero il protagonista delle special occasion invernali. Il total black mi piace tantissimo ma ho voluto inserire degli accenti di oro e di rosso rubino che, insieme ai rasi, ai tocchi di glitter e di lurex, danno carattere e preziosità alla capsule”.

“Sono bastati pochi incontri con Mara per allinearci e per capire quali fossero i suoi gusti dando seguito ai suoi desideri”, ha aggiunto Tiziana Lanzetti, dell’ufficio stile Luisa Viola. “Fin da subito ha espresso idee molto precise su stile, tessuti, vestibilità, guidando con entusiasmo i vari steps di creazione della collezione”.

La distribuzione della nuova collezione è prevista da fine ottobre in tutta Italia all’interno degli oltre 300 negozi multimarca in cui è presente Luisa Viola. Sarà inoltre presente in qualità di ‘special guest’ in tutti i negozi Elena Mirò e online su elenamiro.com

Il lancio della nuova capsule collection “Mara Venier per Luisa Viola” verrà supportato da una campagna pubblicitaria realizzata con il fotografo Giovanni Gastel (che parallelamente festeggia i suoi 40 anni di attività) e pianificata sulle più importanti testate moda nazionali a partire dal 20 ottobre.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Vanessa Incontrada disegna Elena Mirò

- # # # # #

Elena Mirò

Elena Mirò presenta oggi la nuova capsule collection Autunno/Inverno 2016 “Vanessa Incontrada disegna Elena Mirò”, nata dalla collaborazione tra l’attrice e il brand prêt-à-porter di Miroglio Fashion.

Vanessa Incontrada è una delle attrici più amate dal pubblico femminile. Il suo approccio positivo e solare, la sua autenticità, il suo essere donna “normale”, mamma, ma al tempo stesso grande professionista interprete del cinema, fiction TV, teatro, presentatrice e show girl, la rende una donna eclettica e contemporanea. L’interprete ideale di un brand come Elena Mirò da sempre espressione di questi valori nella moda.

“Ho iniziato nel campo della moda a 16 anni e solo dopo alcuni anni sono passata alla TV e al Cinema”, ha dichiarato Vanessa Incontrada. Non ho però mai smesso di seguire con attenzione l’evoluzione della moda in termini di tendenza, tessuti, ecc. fino ad aprire un mio negozio. Era da tempo che desideravo creare una vera e propria collezione di abbigliamento con il mio nome e quando ho ricevuto la proposta da Elena Mirò ho capito che era arrivato il momento giusto. Gli stilisti di Elena Mirò mi hanno messo a disposizione tutte le informazioni e il supporto necessario. Abbiamo lavorato insieme per dare vita ai look che più mi rappresentano e oggi, vedendo il risultato finale, sono felice”.

Lo shooting fotografico della capsule collection “Vanessa Incontrada disegna Elena Mirò” è stato realizzato da Gian Paolo Barbieri che continua così la collaborazione con il brand iniziata nella scorsa primavera-estate 2016.

Le immagini della capsule collection di Vanessa realizzate per questa nuova campagna si intrecciano con alcuni tra i più famosi scatti di Gian Paolo Barbieri raccolti nella mostra “Cinema & Moda” curata da 29 Arts in Progress che sarà presentata oggi e ospitata all’interno del concept store “Miroglio Piazza della Scala” per oltre un mese.

Una selezione di “remake” di momenti celebri di grandi film (da “Caccia al ladro” a “Casablanca”) e di ritratti di star del cinema realizzati dal grande fotografo italiano nel corso della sua lunga carriera. Tra essi quelli celeberrimi di Audrey Hepburn, Sofia Loren, Monica Bellucci e naturalmente la stessa Vanessa Incontrada, fotografata per la prima volta da Gian Paolo Barbieri nel 2004.

“Ho sempre lavorato sui valori dell’estetica. Ognuno di noi ha dei limiti. Una foto consente una molteplicità di interpretazioni. Non tutte, ovvio, sono buone”, spiega Gian Paolo Barbieri. Le manifestazioni effimere delle gallerie d’arte insegnano che oggi occorre un testo critico affinché la maggior parte delle opere d’arte possano essere comprese. L’opera in se non smette mai di essere modificata da chi la osserva, resta opera aperta all’interpretazione. Nelle mie foto non sono mai andato oltre la tela bianca o oltre lo schermo nero. Ho sempre cercato di rimanere nel figurativo”.

Con alcuni di questi scatti è stata realizzata una limited edition di abiti, t-shirt e accessori che, insieme alla capsule collection di Vanessa, sarà distribuita nei negozi di Elena Mirò, nei principali department stores, in una serie selezionata di negozi multimarca e online

articoli correlati

MEDIA 4 GOOD

“Quelli del sabato” e Justmine reinterpretano gli stereotipi della moda

- # # # # # #

Justmine

“Just Mine! Rivoluzione di costume” è il nuovo progetto di Quelli del Sabato, associazione di volontariato, in collaborazione con Justmine, l’azienda italiana di beachwear che lo ha finanziato. Si tratta di una campagna di comunicazione che reinterpreta il concetto e gli stereotipi della moda, a partire dalla valorizzazione del gusto personale, dall’annullamento del modello unico a favore di infiniti modi diversi di concepire la moda.

La onlus opera dal 1992 a favore di persone diversamente abili favorendone il coinvolgimento sociale nell’ottica della diffusione di una cultura di parità concreta e reale. Il progetto ha preso vita a fine 2015 e ha coinvolto 9 donne diversamente abili tra i 25 e i 60 anni, dell’associazione, che hanno potuto cimentarsi nella creazione di 9 costumi da bagno, in edizione limitata, che hanno poi indossato per la realizzazione degli scatti della campagna di comunicazione.

Le ragazze hanno prima visitato e conosciuto lo staff dell’azienda Justmine: il reparto stile, il reparto di modellistica, il reparto produzione. Le partecipanti, infatti, sulla base della collezione P/E 2016 di Justmine hanno selezionato e ridisegnato 9 modelli di costumi, scegliendo e abbinando le fantasie delle stoffe, i pizzi e i decori, seguendo il proprio estro creativo, dimostrando così che la moda può essere reinterpretata e che esiste un modello unico per ognuno di noi. La capsule collection è poi stata concretamente realizzata grazie al sostegno di Justmine, che ha messo a disposizione tempo, esperienza e professionalità.

Successivamente le stiliste in erba hanno indossato i capi realizzati, in un vero e proprio shooting, dove un fotografo professionista le ha immortalate insieme a 9 modelle e a 9 donne comuni, dando vita ad una campagna di comunicazione “Just Mine! Rivoluzione di costume”, che racchiude il messaggio dell’intero progetto: la bellezza della diversità, la bellezza dell’essere uniche.

Evento conclusivo dell’esperienza sarà una mostra fotografica, in una cornice d’eccezione, Villa Pioppi, ex sede dell’azienda F.lli Gagliardi S.p.a., la culla dei costumi da bagno. L’appuntamento è per sabato 14 e domenica 15 maggio. In esposizione gli scatti realizzati dal fotografo Riccardo Bernardi, che ritraggono le ragazze del gruppo “Quelli del Sabato” in una campagna di comunicazione finalizzata a dare vita a una vera e propria “rivoluzione di costume”, un’interpretazione diversa e personale della moda. La mostra sarà aperta nei seguenti orari: 10.00-13.00 / 15.00- 19.00. Sabato, alle ore 18.00, aperitivo. Catalogo a offerta minima di 8 euro, il ricavato verrà devoluto all’associazione.

Ma non è finita, per l’estate, Quelli del Sabato e Justmine lanciano la campagna sui social. Per diventare protagonista della “Rivoluzione di Costume”, gli utenti dovranno fotografarsi in costume da bagno e postare la foto su instagram o su facebook con gli hashtag: #rivoluzionedicostume #justmine. Tra le foto pubblicate entro il 31 agosto 2016, verrà scelta la più originale e la persona ritratta sarà la decima protagonista della campagna di comunicazione.

“Abbiamo accolto fin da subito con grande entusiasmo la proposta dell’associazione “Quelli del Sabato” e non credevamo di appassionarci così tanto a un progetto. È stata un’esperienza unica, la collaborazione e la condivisione delle varie fasi di lavoro con persone “speciali” ci ha mostrato e insegnato un nuovo modo di vivere il nostro lavoro. Siamo fiere di essere riuscite a trasformare le idee di altri in prodotti unici, in grado di esaltare la bellezza di ogni singolo individuo”, dichiarano Anita Mancin e Antonella Bisagni, fondatrici e stiliste di Justmine.

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Ego of WRG Italy comunica la nuova capsule collection OVS disegnata da Tracey Wong

- # # # # #

E’ di Ego of WRG Italy la comunicazione dedicata al progetto OVS e Central Saint Martins College of Arts and Design, che vede la realizzazione di una capsule collection disegnata dalla graduate Tracey Wong gestita dal tutor Matthew Williamson. Un’advertising che ha coinvolto più protagonisti e media – sotto la direzione creativa di Paola Manfrin con l’art director Maria Costas – alla quale ha lavorato Jem Mitchell fotografo inglese entusiasta di tradurre l’idea creativa in un’immagine onirica, dove una gigantesca modella vestita in “Tracey Wong”, curiosa all’interno di una finestra della CSM school, un gioco ironico che sottolinea come la moda (OVS ) oramai linguaggio artistico, si integra e supporta gli albori della creatività.

Ed è dell’emergente Giacomo Gavotto la realizzazione del documentario che racconta tutti i passaggi fin dalle prime riunioni nell’ufficio stile del headquarter Ovs a Mestre: interviste fatte ai protagonisti, il dietro le quinte, gli entusiasmi e le isterie di uno dei piu’ divertenti e stimolanti progetti dedicati alle giovani generazioni. Un doc/film a completamento della campagna F4YG Fashion For Young Generation che sarà programmato nei circuiti visivi rivolti al pubblico e nella sezione su ovs.it disegnata da Alquimia of WRG Italy.

articoli correlati