MEDIA

Rai Pubblicità presenta l’offerta per le festività natalizie

- # # # # #

concerto

Dopo l’autunno 2018, che con quasi il 40% di share in prima serata si afferma come il miglior avvio di stagione degli ultimi quattro anni, Rai Pubblicità si pubblica la politica commerciale delle festività di fine anno.
Per includere tutte le festività di periodo l’offerta di fine anno si allunga fino al 12 gennaio 2019 e conferma i pillar della programmazione.
Immancabile l’offerta di film family. Rai1 apre la settimana di Natale con un tris di grandi classici Disney. Protagoniste assolute saranno le principesse che hanno fatto sognare generazioni di bambine Cenerentola, Biancaneve e i sette nani e La bella addormentata nel bosco e, in occasione dell’uscita del nuovo film con Emily Blunt e Meryl Streep riproporrà il 5/1 l’intramontabile Mary Poppins con Julie Andrews, e Heidi. Anche Rai 2 e Rai 3 avranno nel periodo un’ampia scelta con titoli come Rapunzel, Cinderella, il best seller Frozen, Come d’incanto, Big Hero 6, Hotel Transilvania 2 e Alla ricerca di Nemo. Infine, tantissimi film d’animazione e tv movie natalizi caratterizzeranno il day time delle prime due reti.
Tre settimane da vivere all’insegna del grande schermo non solo per i piccoli: tra i titoli in 1° visione arriveranno su Rai1 Il coraggio della follia, con Hugh Jackman, e Lasciati Andare, con Toni Servillo. L’Epifania di Rai 2 sarà all’insegna del cult con il reboot di Ghostbusters del 2016 in prima tv. Grandi protagoniste saranno anche le reti specializzate: Rai 4 si avvicina alle feste con il consueto carico di film action e serie tv, mentre Rai Premium parlerà ancora spagnolo, con le nuove stagioni di Isabel, l’history drama che ha avuto già un’ottima accoglienza da parte del pubblico, e la nuova serie Marocco, pronta a partire proprio a dicembre.

Anche quest’anno Rai sarà in prima linea sugli eventi più attesi a partire dai grandi concerti: apre le danze il Concerto di Natale dalla Scala (24/12 su Rai 1), seguito dal Concerto dell’Antoniano e dal Concerto di Natale da Assisi nella mattinata del 25/12. Il 1/1, invece, saranno il Concerto di Capodanno dal Teatro La Fenice di Venezia (Rai 1) e il tradizionale Concerto di Capodanno da Vienna (Rai 2) ad inaugurare il nuovo anno. Il sipario calerà il 6/1 con il Concerto dell’Epifania su Rai 1.

In arrivo su Rai2, poi,  la 3° attesissima stagione Il collegio, quest’anno ambientata nel 1968, epoca di ribellione per eccellenza che porterà un po’ di scompiglio in questo reality.
Rai 2 non perderà la sua impronta made in USA con una serie action tutta nuova 9-1-1: storie di poliziotti, paramedici e vigili del fuoco, sempre pronti a dare la propria vita per gli altri.
Dal punto di vista tariffario le tre settimane del listino avranno una tariffa unica che conferma la forte efficienza delle pianificazioni a cavallo d’anno con una promozione media del -30% verso listino autunnale e un -35% di cpg. Verso lo scorso anno la variazione del listino è mediamente del +7,5%.
Confermata la struttura del listino e dei moduli multimediali delle feste abbinati al messaggio del Presidente della Repubblica e, la notte di San Silvestro per augurare con Rai buon anno nuovo a oltre 20 milioni di italiani.

articoli correlati

NUMBER

2015, sarà un Capodanno casalingo: la ricerca Privalia sulle vacanze invernali italiane

- # # # # #

Manca poco alle prossime festività invernali. E se da un lato, come da tradizione, il Natale si passerà a casa, propria o dei parenti, per i classici pranzi e cenoni, la crisi farà scendere la percentuale di partenti in occasione di Capodanno. Lo rivela una ricerca Privalia, che ha analizzato i programmi degli italiani in occasione della notte di San Silvestro.
Secondo quanto emerso dalla survey di Privalia, quest’anno 3 Italiani su 4 passeranno la notte di San Silvestro nella loro città (72%).  Chi partirà avrà comunque come meta principale la montagna (13% che sale al 16%, se andiamo ad analizzare i dati solo del nord Italia). Complice la crisi, solo il 7% ha in programma di trascorrere il Capodanno in una città straniera. Gli italiani, soprattutto gli abitanti del nord e del sud, dimostrano di avere un forte senso della famiglia: il 52% degli intervistati, infatti, dichiara che trascorrerà il Capodanno in famiglia, il 32% con il partner e il 30% in compagnia di amici. I più romantici? Al centro, dove il capodanno in coppia vince su famiglia e amici.
Quanto alle tendenze per il cenone, soprattutto al nord e al sud, gli italiani preferiscono la tranquillità e il calore di casa propria o degli amici (80%); solo al centro c’è più propensione ad uscire (24% vs 60%). Per chi cenerà a casa, sulla tavola non potranno mancare i piatti tipici della tradizione italiana come cotechino e lenticchie ma, a grande sorpresa compaiono anche piatti decisamente più esotici come il sushi (oltre il 4%). C’è anche chi non rinuncia ad un cenone interamente vegetariano o chi si coccola accompagnando alla cena una selezione di vini di qualità. Sulle tavole degli italiani non mancheranno elementi decorativi, essenziali per dare colore alla festa, come tovaglie a tema (34%) e candele (35%). Al nord e al sud non si rinuncerà ai classici fuochi d’artificio (52%), mentre al centro il 53% non li acquisterà.  Quanto alla spesa, gli italiani sembrano essere allineati al budget dello scorso anno: il 74% spenderà fino a 100€ a testa e un buon 24% tra i 100 e i 500€.
Il look giusto per i festeggiamenti? Come vuole la tradizione, sembra proprio che le italiane non rinunceranno ad un grande classico per questa notte come l’intimo rosso, scelto dal 54% delle intervistate. I colori più gettonati? Nero per il 66%, sorprende invece che il classico rosso verrà scelto solo dal 18% delle italiane, mentre tra le new entry, il blu elettrico sorpassa altri colori tipici di capodanno come oro e argento. Le italiane sceglieranno un abito corto che abbineranno a tacchi alti (30%), sicuramente più divertente e pratico rispetto all’abito lungo che lasceranno volentieri nell’armadio. Il 14% completerà il look delle feste con un make-up oro o argento. Anche per la scelta dell’abito si nota una tendenza al risparmio e così il 60% indosserà abiti che già possiede.
Whatsapp sarà la modalità più utilizzata in assoluto per quanto riguarda la modalità degli auguri, scelta dal 57% degli italiani. Gli auguri ‘di carta’ risultano piuttosto obsoleti e verranno utilizzati solo dal 3%. Poco usate anche le e-mail (7%) mentre non mancheranno le più classiche telefonate (53%) e SMS (32%). Il 22% augurerà buon anno attraverso i social media come Facebook, Twitter e Instagram. Un’ultima e romantica curiosità emersa dal sondaggio: ben il 59% degli italiani sceglierà di baciarsi sotto al tradizionale vischio per accogliere al meglio l’arrivo del nuovo anno.

articoli correlati