BRAND STRATEGY

Cannesogram: We Are Social disegna la mappa della creatività internazionale

- # # # #

We Are Social

Anche quest’anno We Are Social ha mappato lo scenario creativo a livello internazionale evidenziando i trend che hanno contraddistinto le diverse categorie nel mondo dell’adv negli ultimi 10 anni.

In occasione dei #CannesLions 2016 We Are Social ha infatti ideato e realizzato la piattaforma Cannesogram dove è possibile visualizzare la mappa interattiva che illustra i premi che ogni nazione si è aggiudicata in occasione dell’appuntamento francese.

Sulla mappa si possono selezionare i singoli paesi, la categorie e l’anno di interesse per avere una panoramica sui relativi premi vinti; è possibile inoltre visualizzare il palmares complessivo ‐ Grand Prix, ori, argenti e bronzi ‐ ottenuto da ciascuna nazione dal 2006 al 2015.

Oltre a fornire le informazioni sui paesi più premiati, Cannesogram risulta uno strumento interessante per poter avere una visione d’insieme sulle tendenze legate al settore dell’adv a livello globale, leggere le evoluzioni in termini di crescita e decrescita di alcuni mercati e capire su quali categorie si sono avuti i migliori risultati. I dati rispecchiano spesso un fermento creativo legato alla sperimentazione nel campo del marketing, un caso emblematico di diversi anni fa – e che continua a esserlo seppur in proporzione minore ‐ è quello del Brasile, e permettono di farsi un’idea sulla maturità di ogni singolo mercato e il ruolo che la creatività riveste.

articoli correlati

MEDIA

Cannesogram: We Are Social ridisegna la geografia internazionale in base ai premi assegnati a Cannes dal 2005 al 2014

- # # # #

Per celebrare la creatività del Festival di Cannes l’agenzia We Are Social  ha realizzato Cannesogram, una mappa interattiva che permette di visualizzare le statistiche legate al mondo della creatività sulla base dei premi vinti da ogni nazione ai Cannes Lions negli ultimi 10 anni.

Cannesogram mostra l’atlante mondiale dove vengono evidenziati i Paesi che hanno ottenuto il maggior numero di premi nelle diverse categorie. I paesi sono visualizzabili attraverso una combinazione di colori e dimensioni che cambiano in base ai premi ricevuti. Passando il cursore su ogni paese si visualizza l’elenco dei Cannes Lions vinti – Grand Prix, ori, argenti e bronzi – e scorrendo la timeline è possibile scoprire quali sono i paesi che hanno avuto maggiore successo ogni singolo anno, dal 2005 al 2014.

Gabriele Caeti, Creative Supervisor di We Are Social commenta dicendo: “Ha vinto più leoni l’Europa o l’America? E il Brasile non è fortissimo in stampa? L’Italia nel 2012 quanti leoni ha preso? Abbiamo pensato di utilizzare i dati per mostrare il mondo secondo i premi vinti, per tutti quelli che vogliono approfondire l’esperienza Cannes. È affascinante vedere quanto cambi velocemente il panorama creativo a livello internazionale”.

Tra i dati più interessanti a livello internazionale troviamo:
‐ La categoria Cyber è costantemente dominata dagli Stati Uniti, Europa e Giappone.
– L’Outdoor è condotto dal Brasile, con l’Europa comunque molto attiva.
– UK ed Europa hanno fatto bene nella categoria PR.
– Il Brasile domina nella categoria Press.

Tra i dati più interessanti a livello italiano troviamo:
– Nel 2014 l’Italia si è particolarmente distinta nelle categorie Promo, Pr e Direct.
– Dal 2005 al 2014 l’Italia ha totalizzato 99 premi.
– Solo negli ultimi tre anni (2012-2014) l’Italia si è aggiudicata in totale 53 premi.
– L’anno più ricco di premi è stato il 2012 (22), seguito dal 2010 (18) e il 2013 (16).

articoli correlati

BRAND STRATEGY

Gli studenti di Accademia di Comunicazione sul red carpet per i Future Lions

- # # # # # #

Oltre 2.000 progetti partecipanti, di cui solo 5 premiati. E uno è italiano. Si può riassumere in questi numeri il valore della vittoria dei Future Lions da parte di 4 studenti di Accademia di Comunicazione, la prima scuola italiana ad aggiudicarsi l’ambito premio promosso da AKQA in collaborazione con il Festival di Cannes.

Merito va ad Andrea Raia, Francesco Sguinzi e Pierpaolo Bivio (3° anno del Corso di Art Direction) insieme ad Andrea Zanino (Master in Copywriting). Il progetto che li ha portati alla vittoria è stato realizzato per Uber, l’azienda con sede a San Francisco che fornisce un servizio di trasporto automobilistico privato, attraverso un’applicazione. Nella proposta degli studenti, il servizio trova un’utilità anche nell’ambito del primo soccorso, sfruttando il numero dei mezzi disponibili, la capacità di copertura del territorio e la sua prontezza di intervento.

“Uber FirstAid ha vinto per la capacità di utilizzo della tecnologia in maniera semplice e rilevante, riuscendo a portare grande valore all’immagine del brand”, dice Jack Blanga, docente e tutor del progetto – oltre che Digital Director di TBWA\Italia. “È il 4° anno che con gli studenti di Accademia partecipiamo ai Future Lions, con un solo obiettivo: trovare idee che i giurati vorrebbero aver fatto loro. Nel 2012 sono arrivate due shortlist, negli anni successivi progetti poi realmente realizzati e vittoriosi al “festival dei grandi”. Questa è la ciliegina sulla torta… la prima di tante, sono sicuro”.

Questo premio, oggetto di grande soddisfazione, fa di Accademia di Comunicazione una delle migliori scuole di creatività nel mondo e la conferma come la miglior scuola italiana di Pubblicità, titolo già conferitole dal One Club di New York per l’elevata qualità della preparazione degli studenti dei Corsi di creatività.

articoli correlati